Crea sito

Madre Angelica

MADRE ANGELICA

Rita Rizzo

20 aprile 1923 – 27 marzo 2016

MADRE ANGELICA2Dalla più assoluta povertà, grazie alla provvidenza divina è riuscita a fondare un convento di adoratrici perpetue del SS Sacramento, la prima e principale catena televisiva cattolica del mondo via cavo, una casa editrice cattolica, la maggior emittente di radio privata ad onda corta affinché il messaggio cattolico possa essere ascoltato in qualsiasi parte del mondo..

Nacque nel 1923 a Canton (Ohio), Usa. I suoi genitori divorziarono, quando aveva 6 anni. A partire da allora, visse sola con sua madre, soffrendo la fame ed il freddo e sopravvivendo con lavori occasionali. Oltre a questo, sua madre aveva problemi di depressione, che a volte la portavano a volersi suicidare. Per questo, da piccolina dovette guadagnarsi la vita per poter sopravvivere ed aiutare sua madre, e tutto questo influenzò negativamente sui suoi risultati scolastici.

Racconta: “Non ricordo di aver avuto una vera amica durante la mia fanciullezza. Non avevo né un alberello di Natale, né una bambola, né amiche! Ricordo quando mettevo pezzi di cartone nella suola delle scarpe perché mia madre non si accorgesse che non servivano più. Ma il cartone non dura molto e dovevo camminare per più di tre miglia in aree innevate per arrivare a scuola”.

A venti anni accadde il fatto decisivo della sua vita. Una signora, Rhoda Wise, che era stata protestante, si convertì alla fede cattolica, mentre si trovava gravemente malata in un ospedale cattolico. I medici le dissero che aveva un cancro in fase terminale e dovette tornarsene a casa; ma, dopo pochi giorni, le apparvero Gesù e Santa Teresina del Bambin Gesù, che la guarirono miracolosamente. Ciò che attirò l’attenzione di Rita Rizzo (il vero nome di Madre Angelica) fu il sapere che aveva le stimmate o ferite di Cristo, pienamente visibili sul suo corpo. I segni erano simili a quelli di San Francesco d’Assisi.

Il giorno 8 di febbraio del 1943 sua madre la condusse da questa signora affinché pregasse per lei, poiché da molto tempo aveva dei forti dolori allo stomaco senza che i medici potessero trovare rimedio. La signora Rhoda Wise le diede una preghiera da recitare, chiedendo l’intercessione di santa Te­resina.

MADRE ANGELICA11E disse:Pregammo la novena. Nove giorni di preghiera e, alla fine, do­menica 27 gennaio, accadde qualcosa. A mezzanotte soffrii il peg­gior dolore di stomaco della mia vita. Era come se mi avessero rivoltato da dentro a fuori. Alla mattina mi alzai e mi preparai per andare alla messa delle undici e mezza. Poi il mio cuore ebbe un tuf­fo. Immediatamente, mi resi conto di non aver alcun dolore di stomaco. Come se non ci fosse mai stato un problema prima. Ero guarita. Non avevo dubbi. Da quel giorno ad oggi, non ho più a­vuto altri dolori di stomaco. Dio aveva fatto un miracolo. Senza al­cun dubbio, questo fu il giorno in cui incontrai Dio. Fu la prima vol­ta che riconobbi la partecipazione attiva di Dio nella mia vita.

Sentire che Dio mi aveva scelta e mi aveva trattato in un modo preferenziale, provocò in me un drammatico cambiamento … Mi innamorai di Dio ed iniziai ad avere una vera sete di lui. La mia vita cambiò da quell’istante… Un giorno del 1944, mentre meditavo in chiesa, un pensiero attraversa la mia mente. Era un semplice fatto, come se avessi avuto la totale certezza che sarei diventata suora… Cosa? Suora? Non lo potevo credere! Non mi piacevano le suore … La convinzione che dovevo seguire questa vocazione era molto forte.

MADRE ANGELICA6Il maggior ostacolo per entrare in convento era la madre. Ma, dopo averci pensato bene e aver parlato con le suore francescane di clausura di Cleveland, decise di andarsene da casa per seguire la sua vocazione. Nella lettera a sua madre le diceva: “Qualcosa accadde in me dopo la mia guarigione. Cosa fu esattamente? Non lo so. Mi innamorai completamente di Nostro Signore. Vivere nel mondo questi ultimi diciannove mesi è stato molto difficile per me… Ricorda che apparteniamo prima a Dio e poi ai nostri genitori. Siamo suoi figli. Chiedo la tua benedizione per poter raggiungere le vette che desidero. Ti amo molto”.

Nel convento fu sul punto di essere rimandata a casa a causa di un difetto congenito che aveva nella colonna, che le procurava dolori alle vertebre. Questo problema era peggiorato per uno scivolone sul pavimento bagnato. Dovettero operarla, anche a rischio che rimanesse paralitica per tutta la vita.

MADRE ANGELICA10Quando usci dall’ospedale, arrivò con due protesi ortopediche e due stampelle. Fino ad oggi ha una protesi ortopedica permanente nelle gambe e cammina con una stampella; ma, nonostante le sue limitazioni fisiche ed i suoi dolori alla colonna, continua a lavorare e fa il possibile per portare Cristo fino agli estremi angoli del pianeta. Le sorelle dicono che lei nasconde il dolore in modo ammirabile e si meravigliano perché non prende pillole contro il dolore. Offre tutto a Gesù con amore.

La manifestazione dell’amore e della provvidenza di Dio nella sua vita è stata continua. Quando iniziò a costruire il mo­nastero a Birmingham dove vive ora, dedicato all’adorazione perpetua, non aveva risorse, ma Joe Bruno, proprietario di alcuni supermercati, le inviava tutti i giorni gli alimenti. Al principio disse che l’avrebbe fatto per il primo anno, ma ha continuato a farlo per molti anni. Lei dice: “Questo fu un regalo diretto da Dio. Fu una sorpresa caduta dal cielo. E Dio benedisse Joe Bruno. All’inizio aveva 13 supermercati. Ora è proprietario di 65 supermercati e 50 farmacie. Dopo molti anni, qualcuno gli domandò se continuava a rifornire di alimenti le suore francescane e lui rispose che non sarebbe stato un buon affare smettere di farlo”.

MADRE ANGELICA9Ma i debiti cominciarono e le religiose fecero ricorso al loro padrone e Signore, a Gesù Sacramentato, esposto nell’Ostensorio giorno e notte. Con l’aiuto di benefattori, i debiti per la costruzione furono pagati in 5 anni.

Una volta terminato il monastero, iniziò a pubblicare dei foglietti di dottrina cattolica per animare i cattolici nella loro fede, ma decise di avere una propria tipografia per ribassare i costi e tutte le sorelle si dedicarono nelle loro ore di lavoro a produrre foglietti religiosi. Riuscivano a stampare 25.000 libretti al giorno e circa sei milioni l’anno. Le sorelle lavoravano da tipografe, con un giro d’affari che superava di 120.000 dollari. Tutto era stato ottenuto con l’aiuto di benefattori. La provvidenza di Dio vegliava su di loro.

Madre Angelica dice per esperienza: “Prima di tutto, Dio si incarica sempre di pagare i debiti, quando lavoriamo per lui. Fino ad ora non ci è mai venuto meno. Possiamo fare il suo lavoro e avere anche il tempo per pregare cinque ore tutti i giorni”.

MADRE ANGELICA12I libretti della Madre erano distribuiti in tutti gli Stati Uniti e in 37 paesi tradotti in francese, spagnolo, e vietnamita. Il lavoro delle sorelle era favoloso e Dio provvedeva a tutte le spese. Il nome di Madre Angelica iniziava a farsi sentire da tutte le parti, infatti, la chiamavano per essere intervistata nelle varie emittenti di radio e televisione. E Dio le ispirò di convertire il garage del monastero in uno studio televisivo per registrare dei programmi, che poi sarebbero stati inviati a differenti canali. Sapeva che i costi erano eccessivi per le sue possibilità, ma confidava nel suo sposo Gesù e, chiedendo prestiti iniziò a comperare le prime attrezzature di quella che poi sarebbe diventata la stazione televisiva Eternal Word Television Network (catena di televisione Parola eterna, EWTN).

“…Io prendo il Maalox, un antiacido. Qualcuno, una volta, mi sfidò dicendo che, se fossi realmente una persona di fede, non avrei bisogno di prendere il Maalox. Io gli risposi che il mio stomaco non sa che ho fede.”

MADRE ANGELICA8Per il 1986 i costi operativi erano più di 360.000 dollari al mese. Ma la preghiera della Madre e delle sorelle, con la collaborazione di laici impegnati, fecero in modo che i prodigi continuassero a succedere senza interruzione. In quell’anno, la catena EWTN arrivava a 300 sistemi di cavi e distribuiva il segnale a più di nove milioni di case.

Un’altra delle sue grandi opere è stata la fondazione della maggior emittente di radio privata di onda corta con l’aiuto finanziario dei coniugi Piet e Trude Derksen, che le portarono, in un primo momento, per questo progetto due milioni di dollari. E Madre Angelica ci dice convinta: “Se non siamo disposti a rasentare il ridicolo, Dio non può fare miracoliLa provvidenza di Dio ci segue e ci protegge dal momento in cui ci alziamo alla mattina fino al momento in cui andiamo a letto. Imparai a confidare negli avvenimenti del momento presente, poiché Dio frequentemente fa miracoli e cose impossibili con piccole ispirazioni, che molto facilmente potrebbero passare inosservate o ignorate per la loro insignificanza”.

La vita di Madre Angelica, con i suoi sei dottorati honoris cau­sa e premi nazionali e internazionali, è un monumento della provvidenza di Dio. Dio fa miracoli secondo la misura della nostra fiducia in lui. Madre Angelica ebbe l’audacia di credere fino al punto di rendersi ridicola per MADRE ANGELICA7Dio e Dio premiò la sua fiducia. La provvidenza di Dio la prese per mano fin dalla sua più tenera infanzia nonostante le sofferenze che ha dovuto sopportare.

Come abbiamo detto, ha fondato il convento dove risiede con la speciale finalità di adorare perpetuamente Gesù sacramentato. Ha fondato la prima e principale catena televisiva cattolica del mondo via cavo, che emette 24 ore al giorno programmi cattolici in diverse lingue a 170 paesi. Ha fondato una casa editrice cattolica, con la sua tipografia, per promuovere tutti i tipi di letteratura cattolica in differenti lingue ed ha anche fondato la maggior emittente di radio privata ad onda corta affinché il messaggio cattolico possa essere ascoltato in qualsiasi parte del mondo. In tutte le sue opere brilla come una continua luce la divina provvidenza, che continua a dirci come Gesù: Chi crede in me, compirà le opere che io compio e ne farà di più grandi (Gv 14, 12).

Madre Angelica la religiosa statunitense di sangue italiano è tornata al padre domenica 27 marzo 2016 all’età di 92 anni, a Hanceville, in Alabama.

Fonte: http://www.preghiereagesuemaria.it/libri/la%20provvidenza%20di%20dio.htm

ARTICOLI COLLEGATI

LA DIVINA PROVVIDENZA
Rhoda Wise
SUOR BRIEGE MCKENNA

Comments are closed.