Crea sito

ALMANACCO DEL 18 FEBBRAIO 2019

ALMANACCO DEL 18 FEBBRAIO 2019

Le pubblicazioni del calendario religioso di Maria Regina dell’Universo

——————————————————————————

MESSAGGIO DI PADRE PIO 
PER IL 18 FEBBRAIO

messa7Come le api, che senza esitare attraversan talvolta le ampie distese dei campi, pur di raggiungere l’aiuola prediletta, e poi stanche,  ma soddisfatte e cariche di polline, tornano al favo per ivi compiere in feconda opera silenziosa la sapiente trasformazione del nettare dei fiori in nettare di vita: così voi, dopo averla raccolta, tenete ben chiusa nel vostro cuore la parola di Dio; tornate all’alveare, cioè meditatela con attenzione, scanditene gli elementi, ricercatene il significato profondo. Essa vi apparirà allora nel suo luminoso splendore, acquisterà la potenza di annientare le vostre naturali inclinazioni verso la materia, avrà la virtù di trasformarle in ascensioni pure e sublimi dello spirito, di avvincere sempre più strettamente il vostro al Cuore divino del vostro Signore (GF, 196s.)

Tratto da “Buona Giornata ” – Edizioni Padre Pio da Pietrelcina

——————————————————————————

INDICE

MADONNA DEL ROSARIO DI ROTA
Letture di lunedì 18 febbraio 2019
Beato Giovanni di Fiesole
LA FEDE AIUTA, PROTEGGE, SALVA E GUARISCE
VERITÀ PRINCIPALI DELLA FEDE CRISTIANA
SACRO MANTO DI SAN GIUSEPPE
CORONCINA ALLO SPIRITO SANTO

————————————————

IL MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE

“ La preghiera più bella è il credo. Ma tutte le preghiere sono buone e gradite a Dio se vengono dal cuore.”

(Tratto da messaggio del 18 febbraio 1983)

———————————————————————– 

MADONNA DEL ROSARIO DI ROTA

18 febbraio 1807

A causa di una grave siccità in questa data si decise di organizzare una processione con la statua della Madonna del Rosario e il Cristo per le vie della città di Rota. Le preghiere vennero davvero ascoltate perché arrivarono le piogge.

La storia della devozione su https://biscobreak.altervista.org/2017/02/madonna-del-rosario-di-rota/

—————————————————————————–

LETTURE DI LUNEDÌ

18 febbraio 2019

VI Settimana del Tempo Ordinario (Anno dispari)

“… «Perché questa generazione chiede un segno? In verità io vi dico: a questa generazione non sarà dato alcun segno». …”

La preghiera del mattino e della sera, le letture e il commento su https://biscobreak.altervista.org/2019/02/letture-di-lunedi-18-febbraio-2019/

—————————————————————————-

Beato Giovanni di FiesoleBeato Angelico 

Beato Angelico (ca. 1400-1455) 18 febbraio 

Il pittore fiorentino noto come Beato Angelico è stato beatificato da Giovanni Paolo II il 3 ottobre 1982, e dichiarato protettore degli artisti cristiani. 

La storia e la video-storia con la descrizione di alcune sue opere su https://biscobreak.altervista.org/2013/02/b-giovanni-di-fiesole-beato-angelico/

——————————————————————————

LA FEDE AIUTA, PROTEGGE, SALVA E GUARISCE

miracolo- Touch of Faith - Simon DeweyQuando Gesù Cristo era su questa terra gli esempi di miracoli da lui compiuti per la fede dei richiedenti sono stati innumerevoli, anche oggi ciò potrebbe accadere se solo ci ricordassimo che Gesù Cristo è ancora vivo, vero e presente: nell’Eucarestia.

L’articolo su https://biscobreak.altervista.org/2015/06/la-fede-aiuta-protegge-salva-e-guarisce/

——————————————————————————-

VERITÀ PRINCIPALI DELLA FEDE CRISTIANA

formicaOgni cristiano è chiamato a conoscere queste verità principali: i peccati che gridano vendetta al cospetto di Dio, le Beatitudini, i sette Vizi Capitali e le quattro Virtù Teologali… Impariamo a comprendere ciò che ci dà o ci toglie vigore.

L’articolo su https://biscobreak.altervista.org/2015/08/verita-principali-della-fede-cristiana/

—————————————————————————

PREGHIERE E PROPOSTE IN CORSO 

SACRO MANTO DI SAN GIUSEPPE

San Giuseppe ci sorrida propizio e ci benedica sempre.

San Giuseppe, conforto dei tribolati, prega per noi! 

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Gesù, Giuseppe e Maria, vi dono il cuore e l’anima mia. 

3 Gloria alla SS. Trinità. (ringraziandola di avere esaltato S. Giuseppe ad una dignità del tutto eccezionale.)

OFFERTA:

morte-di-san-giuseppe-restaurato1. Eccomi, o gran Patriarca, prostrato devotamente innanzi a te. Ti presento questo Manto prezioso e nello stesso tempo ti offro il proposito della mia devozione fedele e sincera. Tutto quello che potrò fare in tuo onore, durante la mia vita, io intendo eseguirlo, per mostrarti l’amore che ti porto. Aiutami, S. Giuseppe! Assistimi ora e in tutta la mia vita, ma soprattutto assistimi nell’ora della mia morte, come tu fosti assistito da Gesù e da Maria, perché ti possa un giorno onorare nella patria celeste per tutta l’eternità. Amen. 

2. O glorioso Patriarca S. Giuseppe, prostrato innanzi a te, ti presento con devozione i miei omaggi e incomincio a offrirti questa preziosa raccolta di preghiere, a ricordo delle innumerevoli virtù che adornano la tua santa persona. In te ebbe compimento il sogno misterioso dell’antico Giuseppe, il quale fu una tua anticipata figura: non solamente, infatti, ti circondò con i suoi fulgidissimi raggi il Sole divino, ma ti rischiarò pure della sua dolce luce la mistica Luna, Maria. Deh!, glorioso Patriarca, se l’esempio di Giacobbe, che andò di persona a rallegrarsi con il figlio suo prediletto, esaltato sopra il trono dell’Egitto, servì a trascinarvi anche i figli suoi, non varrà l’esempio di Gesù e di Maria, che ti onorarono di tutta la loro stima e di tutta la loro fiducia, a trarre me pure, per intessere in tuo onore questo manto prezioso? Deh!, o gran Santo, fa’ che il Signore rivolga sopra di me uno sguardo di benevolenza. E come l’antico Giuseppe non scacciò i colpevoli fratelli, anzi li accolse pieno di amore, li protesse e li salvò dalla fame e dalla morte, così tu, o glorioso Patriarca, mediante la tua intercessione, fa’ che il Signore non voglia mai abbandonarmi in questa valle di esilio. Ottienimi inoltre la grazia di conservarmi sempre nel numero dei tuoi servi devoti, che vivono sereni sotto il manto del tuo patrocinio. Questo patrocinio io desidero averlo per ogni giorno della mia vita e nel momento dell’ultimo mio respiro. Amen.

ORAZIONE:

liberare-le-anime-del-purgatorio1. Salve, o glorioso S. Giuseppe, depositario dei tesori incomparabili del Cielo e padre putativo di Colui che nutre tutte le creature. Dopo Maria SS., tu sei il Santo più degno del nostro amore e meritevole della nostra venerazione. Fra tutti i Santi, tu solo avesti l’onore di allevare, guidare, nutrire e abbracciare il Messia, che tanti Profeti e Re avevano desiderato di vedere. S. Giuseppe, salva l’anima mia e ottienimi dalla misericordia divina la grazia che umilmente imploro. Ed anche per le Anime benedette del Purgatorio ottieni un grande sollievo nelle loro pene.

3 Gloria al Padre.

2. O potente S. Giuseppe, tu fosti dichiarato patrono universale della Chiesa, e io t’invoco fra tutti i Santi, quale fortissimo protettore dei miseri e benedico mille volte il tuo cuore, pronto sempre a soccorrere ogni sorta di bisogni. A te, o caro S. Giuseppe, fanno ricorso la vedova, l’orfano, l’abbandonato, l’afflitto, ogni sorta di sventurati; non c’è dolore, angustia o disgrazia che tu non abbia pietosamente soccorso. Degnati, quindi, di usare a mio favore i mezzi che Dio ha messo nelle tue mani, affinché io possa conseguire la grazia che ti domando. E voi, anime sante del Purgatorio, supplicate S. Giuseppe per me.

3 Gloria al Padre.

3. A tante migliaia di persone che ti hanno pregato prima di me hai donato conforto e 4 giuseppepace, grazie e favori. L’animo mio, mesto e addolorato, non trova riposo in mezzo alle angustie dalle quali è oppresso. Tu, o caro Santo, conosci tutti i miei bisogni, prima ancora che li esponga con la preghiera. Tu sai quanto mi è necessaria la grazia che ti domando. Mi prostro al tuo cospetto e sospiro, o caro S. Giuseppe, sotto il grave peso che mi opprime. Nessun cuore umano mi è aperto, al quale possa confidare le mie pene; e, se pur dovessi trovare compassione presso qualche anima caritatevole, essa tuttavia non mi potrebbe aiutare. A te pertanto ricorro e spero che non mi vorrai respingere, poiché S. Teresa ha detto e ha lasciato scritto nelle sue memorie: “Qualunque grazia si domanda a S. Giuseppe verrà certamente concessa“. Oh! S. Giuseppe, consolatore degli afflitti, abbi pietà del mio dolore e pietà delle anime sante del Purgatorio, che tanto sperano dalle nostre orazioni.

3 Gloria al Padre.

4. O eccelso Santo, per la tua perfettissima obbedienza a Dio, abbi pietà di me.

Per la tua santa vita piena di meriti, esaudiscimi.

Per il tuo carissimo Nome, aiutami.Giuseppe3 (2)

Per il tuo clementissimo cuore, soccorrimi.

Per le tue sante lacrime, confortami.

Per i tuoi sette dolori, abbi compassione di me.

Per le tue sette allegrezze, consola il mio cuore.

Da ogni male dell’anima e del corpo liberami.

Da ogni pericolo e disgrazia scampami.

Soccorrimi con la tua santa protezione e impetrami, nella tua misericordia e potenza, quello che mi è necessario e soprattutto la grazia di cui ho particolare bisogno. Alle anime care del Purgatorio ottieni la pronta liberazione dalle loro pene.

3 Gloria al Padre.

5. O glorioso S. Giuseppe innumerevoli sono le grazie e i favori, che tu ottieni per poveri afflitti. Ammalati d’ogni genere, oppressi, calunniati, traditi, privati d’ogni umano conforto, miseri bisognosi di pane o di appoggio, implorano la tua regale protezione e vengono esauditi nelle loro domande. Deh! non permettere, o S. Giuseppe carissimo, che io abbia ad essere la sola, fra tante persone beneficate, che resti priva della grazia che ti ho domandato. Mostrati anche verso di me potente e generoso, e io, ringraziandoti, esclamerò: “Viva in eterno il glorioso Patriarca San Giuseppe, mio grande protettore e particolare liberatore delle anime sante del Purgatorio“.

1 SAN GIUSEPPE3 Gloria al Padre.

6. O eterno divin Padre, per i meriti di Gesù e di Maria, degnati accordarmi la grazia che imploro. A nome di Gesù e di Maria, mi prostro riverente alla tua divina presenza e ti prego devotamente perché voglia accettare la mia ferma decisione di perseverare nella schiera di coloro che vivono sotto il patrocinio di S. Giuseppe. Benedici quindi il prezioso manto, che io oggi dedico a lui quale pegno della mia devozione.

3 Gloria al Padre.

CHIUSURA DEL SACRO MANTO.

O Glorioso San Giuseppe, che da Dio sei stato posto a capo e custode della più santa tra le famiglie, degnati di essermi dal cielo custode dell’anima mia, che domanda di essere ricevuta sotto il manto del tuo patrocinio. Io, fin da questo momento, ti eleggo a padre, a protettore, a guida, e pongo sotto la tua speciale custodia l’anima mia, il mio corpo, quanto ho e quanto sono, la mia vita e la mia morte. Guardami come tuo figlio; difendimi da tutti i miei nemici visibili ed invisibili; assistimi in tutte le necessità: consolami in tutte le amarezze della vita, ma specialmente nelle agonie della morte. Rivolgi una parola per me a quel amabile Redentore, che Bambino portasti sulle tue braccia, a quella Vergine gloriosa, di cui fosti direttissimo sposo. Impetrami quelle benedizioni che tu vedi essere utili al mio vero bene, alla mia eterna salvezza, e io farò di tutto per non rendermi indegno del tuo speciale patrocinio. Amen.

************

CORONCINA ALLO SPIRITO SANTO

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen,

spirito santo con doni1.Vieni, o Spirito di SAPIENZA, distaccaci dalle cose della terra, e infondici amore e gusto per le cose del cielo.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo.(per 7 volte)

2. Vieni, o Spirito d’INTELLETTO, rischiara la nostra mente con la luce dell’eterna verità e arricchiscila di santi pensieri.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo.(per 7 volte)

3. Vieni, o Spirito di CONSIGLIO, rendici docili alle tue ispirazioni e guidaci sulla via della salute.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

spirito santo doni
4. Vieni, o Spirito di FORTEZZA, e dacci forza, costanza e vittoria nelle battaglie contro i nostri spirituali nemici.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

5.Vieni, o Spirito di SCIENZA, sii Maestro alle anime nostre, e aiutaci a mettere in pratica i tuoi insegnamenti.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

spirito-tindari6. Vieni, o Spirito di PIETÀ, vieni a dimorare nel nostro cuore per possederne e santificarne tutti gli effetti.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

7.Vieni, o Spirito di SANTO TIMORE DI DIO, regna sulla nostra volontà, e fa che siamo sempre disposti a soffrire ogni male anzichè peccare.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

Letture di lunedì 18 febbraio 2019

LETTURE DI LUNEDÌ

18 febbraio 2019

VI Settimana del Tempo Ordinario (Anno dispari)

“… «Perché questa generazione chiede un segno? In verità io vi dico: a questa generazione non sarà dato alcun segno». …”

MADONNA DEL ROSARIO DI ROTA

18 febbraio 1807 – A causa di una grave siccità in questa data si decise di organizzare una processione con la statua della Madonna del Rosario e il Cristo per le vie della città di Rota. Le preghiere vennero davvero ascoltate perché arrivarono le piogge.

Beato Giovanni di FiesoleBeato Angelico

Beato Angelico (ca. 1400-1455) 18 febbraio – Il pittore fiorentino noto come Beato Angelico è stato beatificato da Giovanni Paolo II il 3 ottobre 1982, e dichiarato protettore degli artisti cristiani. La storia e la video-storia con la descrizione di alcune sue opere.

Sii per me difesa, o Dio, rocca e fortezza che mi salva, perché tu sei mio baluardo e mio rifugio; guidami per amore del tuo nome.

PREGHIERA DEL MATTINO

O Dio, che hai promesso di essere presente in coloro che ti amano e con cuore retto e sincero custodiscono la tua parola, rendici degni di diventare tua stabile dimora. Per Cristo nostro Signore. Amen

PRIMA LETTURA

Gen 4,1-15.25 – Dal libro della Gènesi

Adamo conobbe Eva sua moglie, che concepì e partorì Caino e disse: «Ho acquistato un uomo grazie al Signore». Poi partorì ancora Abele, suo fratello. Ora Abele era pastore di greggi, mentre Caino era lavoratore del suolo. Trascorso del tempo, Caino presentò frutti del suolo come offerta al Signore, mentre Abele presentò a sua volta primogeniti del suo gregge e il loro grasso. Il Signore gradì Abele e la sua offerta, ma non gradì Caino e la sua offerta. Caino ne fu molto irritato e il suo volto era abbattuto. Il Signore disse allora a Caino: «Perché sei irritato e perché è abbattuto il tuo volto? Se agisci bene, non dovresti forse tenerlo alto? Ma se non agisci bene, il peccato è accovacciato alla tua porta; verso di te è il suo istinto, e tu lo dominerai».

Caino parlò al fratello Abele. Mentre erano in campagna, Caino alzò la mano contro il fratello Abele e lo uccise. Allora il Signore disse a Caino: «Dov’è Abele, tuo fratello?». Egli rispose: «Non lo so. Sono forse io il custode di mio fratello?». Riprese: «Che hai fatto? La voce del sangue di tuo fratello grida a me dal suolo! Ora sii maledetto, lontano dal suolo che ha aperto la bocca per ricevere il sangue di tuo fratello dalla tua mano. Quando lavorerai il suolo, esso non ti darà più i suoi prodotti: ramingo e fuggiasco sarai sulla terra».

Disse Caino al Signore: «Troppo grande è la mia colpa per ottenere perdono. Ecco, tu mi scacci oggi da questo suolo e dovrò nascondermi lontano da te; io sarò ramingo e fuggiasco sulla terra e chiunque mi incontrerà mi ucciderà». Ma il Signore gli disse: «Ebbene, chiunque ucciderà Caino subirà la vendetta sette volte!». Il Signore impose a Caino un segno, perché nessuno, incontrandolo, lo colpisse. Adamo di nuovo conobbe sua moglie, che partorì un figlio e lo chiamò Set. «Perché – disse – Dio mi ha concesso un’altra discendenza al posto di Abele, poiché Caino l’ha ucciso».

C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

SALMO RESPONSORIALE

Sal.49

RITOffri a Dio come sacrificio la lode.

Parla il Signore, Dio degli dèi, convoca la terra da oriente a occidente: «Non ti rimprovero per i tuoi sacrifici, i tuoi olocausti mi stanno sempre davanti. RIT

Perché vai ripetendo i miei decreti e hai sempre in bocca la mia alleanza, tu che hai in odio la disciplina e le mie parole ti getti alle spalle? RIT

Ti siedi, parli contro il tuo fratello, getti fango contro il figlio di tua madre. Hai fatto questo e io dovrei tacere? Forse credevi che io fossi come te! Ti rimprovero: pongo davanti a te la mia accusa». RIT

CANTO AL VANGELO

Alleluia, Alleluia.

Io sono la via, la verità e la vita, dice il Signore. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me.

Alleluia.

VANGELO

Mc 8,11-13 + Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, vennero i farisei e si misero a discutere con Gesù, chiedendogli un segno dal cielo, per metterlo alla prova. Ma egli sospirò profondamente e disse: «Perché questa generazione chiede un segno? In verità io vi dico: a questa generazione non sarà dato alcun segno». Li lasciò, risalì sulla barca e partì per l’altra riva.

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

COMMENTO

Il Vangelo, che ci fa vedere l’ostilità dei farisei verso Gesù, è in relazione con la prima lettura, che narra il primo omicidio, la morte di Abele. La Chiesa ha colto benissimo la relazione tra la storia di Abele e quella di Gesù: nel Canone romano il sacrificio di Abele è una prefigurazione del sacrificio di Gesù. ~ miglior commento di questa pagina della Genesi ce lo dà san Giovanni nella sua prima lettera, facendo vedere che la ragione dell’omicidio commesso da Caino è la malizia, la malvagità. L’innocente è ucciso dal malvagio, è odiato perché compie il bene:[…] La storia di Caino e Abele possiamo applicarla anche a noi stessi, dato che ciò che è vero per Caino lo è anche per noi: quando proviamo odio per gli altri, quando ci troviamo in contrasto con gli altri non è perché loro fanno il male, ma perché noi non siamo buoni, noi siamo malvagi e, vedendo che essi sono migliori di noi, non riusciamo più a sopportarli. Dobbiamo essere molto attenti a questa tentazione. […] In questa pagina biblica i Padri della Chiesa hanno visto anche un altro simbolo della risurrezione di Cristo, ed è la nascita di un altro figlio: […](Tratto da LaChiesa.it)

PREGHIERA DELLA SERA

La Tua risurrezione o Signore è il grande segno della nostra fede. Con l’assistenza dello Spirito, Ti chiediamo o Padre la semplicità e l’amore. In cambio Ti affidiamo, le gioie e le fatiche, le rinunce e gli atti di carità che siamo riusciti a fare in questo giorno e Ti ringraziamo con tutto il cuore per tutto quello che fai per noi e ci dai ogni giorno. O Dio, Tu che  possiedi tutta la gloria e la potenza; eppure hai voluto manifestarti sotto le umili spoglie di un uomo povero e crocifisso, aiutaci ad essere sereni nei nostri limiti e a godere dei doni che ci hai dato. Per Cristo nostro Signore. Amen

ALMANACCO DEL 17 FEBBRAIO 2019

ALMANACCO DEL 17 FEBBRAIO 2019

Le pubblicazioni del calendario religioso di Maria Regina dell’Universo

——————————————————————————

bacio mariaMESSAGGIO DI PADRE PIO 
PER IL 17 FEBBRAIO

Riflettete ed abbiate sempre innanzi all’occhio della mente la grande umiltà della Madre di Dio e nostra, la quale a misura che in lei crescevano i doni celesti, sempre più si sprofondava nell’umiltà. (Epist. II, p. 419)

Tratto da “Buona Giornata ” – Edizioni Padre Pio da Pietrelcina

——————————————————————————

INDICE

NOSTRA SIGNORA DEGLI EMIGRANTI
Letture di domenica 17 febbraio 2019
S. SETTE FONDATORI DELL’ORDINE DEI SERVI DELLA B.V.M
Beata Elisabetta Sanna
La Festa Nazionale del Gatto
LE SETTE DOMENICHE A SAN GIUSEPPE
SACRO MANTO DI SAN GIUSEPPE
CORONCINA ALLO SPIRITO SANTO

————————————————

IL MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE

“… pregare per la pace. La Madre pregherà con voi. …”  

(Tratto da messaggio del 17 febbraio 2002)

———————————————————————– 

NOSTRA SIGNORA DEGLI EMIGRANTI

Nossa Senhora do Desterro

Florianópolis (Brazil) 17 febbraio 1673

Il 17 febbraio, 1673, secondo la tradizione fu un cacciatore locale di nome Francisco Dias Velho di San Paolo a fondare la città di Nossa Senhora do Desterro sull’Isola di Santa Catarina nel sud del Brasile.

La storia su https://biscobreak.altervista.org/2017/02/nostra-signora-degli-emigranti/

—————————————————————————–

LETTURE DI DOMENICA

17 febbraio 2019

VI Domenica del Tempo Ordinario (Anno c)

“… Rallegratevi in quel giorno ed esultate perché, ecco, la vostra ricompensa è grande nel cielo.…”

La preghiera del mattino e della sera, le letture e il commento su https://biscobreak.altervista.org/2019/02/letture-di-domenica-17-febbraio-2019/

—————————————————————————-

S. SETTE FONDATORI DELL’ORDINE SETTE FONDATORI DELL’ORDINEDEI SERVI DELLA B.V.M

[XIII sec] 17 febbraio

Sviluppatosi nel 1233 in seno a una comunità laica fiorentina, l’ordine dei Servi della B. V. M. (o serviti), ebbe come fondatori sette giovani provenienti dalle classi nobili e mercantili che, nel diffuso clima cittadino di ostilità, decadenza morale e inoltre intriso di catarismo, si erano dati a una vita di preghiera e carità.

La storia e la video-storia e la preghiera su https://biscobreak.altervista.org/2013/02/ss-sette-fondatori-dellordine-dei-servi-della-b-v-m/ 

—————————————————————————-

BEATA ELISABETTA SANNA

Vedova, Terziaria francescana, membro dell’Unione dell’Apostolato Cattolico (1788 – 1857) 17 febbraio

A tre mesi perdette la capacità di sollevare le braccia, ma riuscì comunque a sposarsi ed allevare cinque figli. Vedova  fece voto di castità; diventa la madre spirituale delle ragazze e delle donne della sua terra. …

La storia e il suo apostolato al fianco di San Vincenzo Pallotti su https://biscobreak.altervista.org/2017/02/beata-elisabetta-sanna/

—————————————————————————-

La festa nazionale del Gatto

17 febbraio

festa-del-gattoUna festa pagana o semplicemente un modo per ricordarsi di un caro animale domestico? Vedetela un po’ come più vi piace, ma per chi non ha pregiudizi e ama in modo particolare questo animale in varie città d’Italia si festeggia questa giornata con iniziative artistiche o di solidarietà a favore degli amici felini.

Le origini, le curiosità e le relazioni con la religione e le usanze in tutto il mondo su https://biscobreak.altervista.org/2016/02/la-festa-nazionale-del-gatto/

—————————————————————————

giuseppe e gesù3SACRO MANTO DI SAN GIUSEPPE

INIZIO IL 17 FEBBRAIO

Da recitarsi per un mese intero, in memoria dei 30 anni di San Giuseppe, vissuti in compagnia di nostro Signore Gesù Cristo, per chiederne l’intercessione e la sua particolare protezione.

La preghiera su https://biscobreak.altervista.org/2014/02/sacro-manto-di-san-giuseppe/

—————————————————————————

PREGHIERE E PROPOSTE IN CORSO 

LE SETTE DOMENICHE A SAN GIUSEPPE

III. DOMENICA

giuseppe_camporotondo_etneoInvochiamo San Giuseppe con fiducia e frequenza. E’ il santo della bontà e dal cuore largo e buono. S. Teresa dichiara di non aver mai chiesto grazie a S. Giuseppe senza esserne stata esaudita. Invochiamo il suo Nome in vita, fiduciosi di poterlo invocare in morte.

Fioretto: Sarà bene soffermarsi ogni tanto a riflettere sulla nostra vita e su quello che ci attende, affidando a San Giuseppe l’ultima nostra ora.

Intenzione: Pregare per i sacerdoti che si trovano in agonia.

Giaculatoria: O Giuseppe castissimo, prega per noi.

************

SACRO MANTO DI SAN GIUSEPPE

San Giuseppe ci sorrida propizio e ci benedica sempre.

San Giuseppe, conforto dei tribolati, prega per noi! 

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Gesù, Giuseppe e Maria, vi dono il cuore e l’anima mia. 

3 Gloria alla SS. Trinità. (ringraziandola di avere esaltato S. Giuseppe ad una dignità del tutto eccezionale.)

OFFERTA:

morte-di-san-giuseppe-restaurato1. Eccomi, o gran Patriarca, prostrato devotamente innanzi a te. Ti presento questo Manto prezioso e nello stesso tempo ti offro il proposito della mia devozione fedele e sincera. Tutto quello che potrò fare in tuo onore, durante la mia vita, io intendo eseguirlo, per mostrarti l’amore che ti porto. Aiutami, S. Giuseppe! Assistimi ora e in tutta la mia vita, ma soprattutto assistimi nell’ora della mia morte, come tu fosti assistito da Gesù e da Maria, perché ti possa un giorno onorare nella patria celeste per tutta l’eternità. Amen. 

2. O glorioso Patriarca S. Giuseppe, prostrato innanzi a te, ti presento con devozione i miei omaggi e incomincio a offrirti questa preziosa raccolta di preghiere, a ricordo delle innumerevoli virtù che adornano la tua santa persona. In te ebbe compimento il sogno misterioso dell’antico Giuseppe, il quale fu una tua anticipata figura: non solamente, infatti, ti circondò con i suoi fulgidissimi raggi il Sole divino, ma ti rischiarò pure della sua dolce luce la mistica Luna, Maria. Deh!, glorioso Patriarca, se l’esempio di Giacobbe, che andò di persona a rallegrarsi con il figlio suo prediletto, esaltato sopra il trono dell’Egitto, servì a trascinarvi anche i figli suoi, non varrà l’esempio di Gesù e di Maria, che ti onorarono di tutta la loro stima e di tutta la loro fiducia, a trarre me pure, per intessere in tuo onore questo manto prezioso? Deh!, o gran Santo, fa’ che il Signore rivolga sopra di me uno sguardo di benevolenza. E come l’antico Giuseppe non scacciò i colpevoli fratelli, anzi li accolse pieno di amore, li protesse e li salvò dalla fame e dalla morte, così tu, o glorioso Patriarca, mediante la tua intercessione, fa’ che il Signore non voglia mai abbandonarmi in questa valle di esilio. Ottienimi inoltre la grazia di conservarmi sempre nel numero dei tuoi servi devoti, che vivono sereni sotto il manto del tuo patrocinio. Questo patrocinio io desidero averlo per ogni giorno della mia vita e nel momento dell’ultimo mio respiro. Amen.

ORAZIONE:

liberare-le-anime-del-purgatorio1. Salve, o glorioso S. Giuseppe, depositario dei tesori incomparabili del Cielo e padre putativo di Colui che nutre tutte le creature. Dopo Maria SS., tu sei il Santo più degno del nostro amore e meritevole della nostra venerazione. Fra tutti i Santi, tu solo avesti l’onore di allevare, guidare, nutrire e abbracciare il Messia, che tanti Profeti e Re avevano desiderato di vedere. S. Giuseppe, salva l’anima mia e ottienimi dalla misericordia divina la grazia che umilmente imploro. Ed anche per le Anime benedette del Purgatorio ottieni un grande sollievo nelle loro pene.

3 Gloria al Padre.

2. O potente S. Giuseppe, tu fosti dichiarato patrono universale della Chiesa, e io t’invoco fra tutti i Santi, quale fortissimo protettore dei miseri e benedico mille volte il tuo cuore, pronto sempre a soccorrere ogni sorta di bisogni. A te, o caro S. Giuseppe, fanno ricorso la vedova, l’orfano, l’abbandonato, l’afflitto, ogni sorta di sventurati; non c’è dolore, angustia o disgrazia che tu non abbia pietosamente soccorso. Degnati, quindi, di usare a mio favore i mezzi che Dio ha messo nelle tue mani, affinché io possa conseguire la grazia che ti domando. E voi, anime sante del Purgatorio, supplicate S. Giuseppe per me.

3 Gloria al Padre.

3. A tante migliaia di persone che ti hanno pregato prima di me hai donato conforto e 4 giuseppepace, grazie e favori. L’animo mio, mesto e addolorato, non trova riposo in mezzo alle angustie dalle quali è oppresso. Tu, o caro Santo, conosci tutti i miei bisogni, prima ancora che li esponga con la preghiera. Tu sai quanto mi è necessaria la grazia che ti domando. Mi prostro al tuo cospetto e sospiro, o caro S. Giuseppe, sotto il grave peso che mi opprime. Nessun cuore umano mi è aperto, al quale possa confidare le mie pene; e, se pur dovessi trovare compassione presso qualche anima caritatevole, essa tuttavia non mi potrebbe aiutare. A te pertanto ricorro e spero che non mi vorrai respingere, poiché S. Teresa ha detto e ha lasciato scritto nelle sue memorie: “Qualunque grazia si domanda a S. Giuseppe verrà certamente concessa“. Oh! S. Giuseppe, consolatore degli afflitti, abbi pietà del mio dolore e pietà delle anime sante del Purgatorio, che tanto sperano dalle nostre orazioni.

3 Gloria al Padre.

4. O eccelso Santo, per la tua perfettissima obbedienza a Dio, abbi pietà di me.

Per la tua santa vita piena di meriti, esaudiscimi.

Per il tuo carissimo Nome, aiutami.Giuseppe3 (2)

Per il tuo clementissimo cuore, soccorrimi.

Per le tue sante lacrime, confortami.

Per i tuoi sette dolori, abbi compassione di me.

Per le tue sette allegrezze, consola il mio cuore.

Da ogni male dell’anima e del corpo liberami.

Da ogni pericolo e disgrazia scampami.

Soccorrimi con la tua santa protezione e impetrami, nella tua misericordia e potenza, quello che mi è necessario e soprattutto la grazia di cui ho particolare bisogno. Alle anime care del Purgatorio ottieni la pronta liberazione dalle loro pene.

3 Gloria al Padre.

5. O glorioso S. Giuseppe innumerevoli sono le grazie e i favori, che tu ottieni per poveri afflitti. Ammalati d’ogni genere, oppressi, calunniati, traditi, privati d’ogni umano conforto, miseri bisognosi di pane o di appoggio, implorano la tua regale protezione e vengono esauditi nelle loro domande. Deh! non permettere, o S. Giuseppe carissimo, che io abbia ad essere la sola, fra tante persone beneficate, che resti priva della grazia che ti ho domandato. Mostrati anche verso di me potente e generoso, e io, ringraziandoti, esclamerò: “Viva in eterno il glorioso Patriarca San Giuseppe, mio grande protettore e particolare liberatore delle anime sante del Purgatorio“.

1 SAN GIUSEPPE3 Gloria al Padre.

6. O eterno divin Padre, per i meriti di Gesù e di Maria, degnati accordarmi la grazia che imploro. A nome di Gesù e di Maria, mi prostro riverente alla tua divina presenza e ti prego devotamente perché voglia accettare la mia ferma decisione di perseverare nella schiera di coloro che vivono sotto il patrocinio di S. Giuseppe. Benedici quindi il prezioso manto, che io oggi dedico a lui quale pegno della mia devozione.

3 Gloria al Padre.

CHIUSURA DEL SACRO MANTO.

O Glorioso San Giuseppe, che da Dio sei stato posto a capo e custode della più santa tra le famiglie, degnati di essermi dal cielo custode dell’anima mia, che domanda di essere ricevuta sotto il manto del tuo patrocinio. Io, fin da questo momento, ti eleggo a padre, a protettore, a guida, e pongo sotto la tua speciale custodia l’anima mia, il mio corpo, quanto ho e quanto sono, la mia vita e la mia morte. Guardami come tuo figlio; difendimi da tutti i miei nemici visibili ed invisibili; assistimi in tutte le necessità: consolami in tutte le amarezze della vita, ma specialmente nelle agonie della morte. Rivolgi una parola per me a quel amabile Redentore, che Bambino portasti sulle tue braccia, a quella Vergine gloriosa, di cui fosti direttissimo sposo. Impetrami quelle benedizioni che tu vedi essere utili al mio vero bene, alla mia eterna salvezza, e io farò di tutto per non rendermi indegno del tuo speciale patrocinio. Amen.

************

CORONCINA ALLO SPIRITO SANTO

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen,

spirito santo con doni1.Vieni, o Spirito di SAPIENZA, distaccaci dalle cose della terra, e infondici amore e gusto per le cose del cielo.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo.(per 7 volte)

2. Vieni, o Spirito d’INTELLETTO, rischiara la nostra mente con la luce dell’eterna verità e arricchiscila di santi pensieri.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo.(per 7 volte)

3. Vieni, o Spirito di CONSIGLIO, rendici docili alle tue ispirazioni e guidaci sulla via della salute.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

spirito santo doni
4. Vieni, o Spirito di FORTEZZA, e dacci forza, costanza e vittoria nelle battaglie contro i nostri spirituali nemici.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

5.Vieni, o Spirito di SCIENZA, sii Maestro alle anime nostre, e aiutaci a mettere in pratica i tuoi insegnamenti.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

spirito-tindari6. Vieni, o Spirito di PIETÀ, vieni a dimorare nel nostro cuore per possederne e santificarne tutti gli effetti.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

7.Vieni, o Spirito di SANTO TIMORE DI DIO, regna sulla nostra volontà, e fa che siamo sempre disposti a soffrire ogni male anzichè peccare.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

Letture di domenica 17 febbraio 2019

LETTURE DI DOMENICA

17 febbraio 2019

VI Domenica del Tempo Ordinario (Anno c)

“… Rallegratevi in quel giorno ed esultate perché, ecco, la vostra ricompensa è grande nel cielo.…”

NOSTRA SIGNORA DEGLI EMIGRANTI

Nossa Senhora do Desterro

Florianópolis (Brazil) 17 febbraio 1673 – Il 17 febbraio, 1673, secondo la tradizione fu un cacciatore locale di nome Francisco Dias Velho di San Paolo a fondare la città di Nossa Senhora do Desterro sull’Isola di Santa Catarina nel sud del Brasile.

Beata Elisabetta Sanna

S. SETTE FONDATORI DELL’ORDINE SETTE FONDATORI DELL’ORDINEDEI SERVI DELLA B.V.M

[XIII sec] 17 febbraio – Sviluppatosi nel 1233 in seno a una comunità laica fiorentina, l’ordine dei Servi della B. V. M. (o serviti), ebbe come fondatori sette giovani provenienti dalle classi nobili e mercantili che, nel diffuso clima cittadino di ostilità, decadenza morale e inoltre intriso di catarismo, si erano dati a una vita di preghiera e carità. La storia e la video-storia e la preghiera.

Sii per me difesa, o Dio, rocca e fortezza che mi salva, perché tu sei mio baluardo e mio rifugio; guidami per amore del tuo nome.

PREGHIERA DL MATTINO

O Dio, che hai promesso di essere presente in coloro che ti amano e con cuore retto e sincero custodiscono la tua parola, rendici degni di diventare tua stabile dimora. Per il nostro Signore…

PRIMA LETTURA

Ger 17, 5-8 – Dal libro del profeta Geremìa

Così dice il Signore:
albero«Maledetto l’uomo che confida nell’uomo, e pone nella carne il suo sostegno, allontanando il suo cuore dal Signore. Sarà come un tamerisco nella steppa; non vedrà venire il bene, dimorerà in luoghi aridi nel deserto, in una terra di salsedine, dove nessuno può vivere. Benedetto l’uomo che confida nel Signore e il Signore è la sua fiducia. È come un albero piantato lungo un corso d’acqua, verso la corrente stende le radici; non teme quando viene il caldo, le sue foglie rimangono verdi, nell’anno della siccità non si dà pena, non smette di produrre frutti.
C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

SALMO RESPONSORIALE

Sal.1

RIT: Beato l’uomo che confida nel Signore.

Beato l’uomo che non entra nel albero1 (2)consiglio dei malvagi, non resta nella via dei peccatori e non siede in compagnia degli arroganti, ma nella legge del Signore trova la sua gioia, la sua legge medita giorno e notte. RIT

È come albero piantato lungo corsi d’acqua, che dà frutto a suo tempo: le sue foglie non appassiscono e tutto quello che fa, riesce bene. RIT

Non così, non così i malvagi, ma come pula che il vento disperde; poiché il Signore veglia sul cammino dei giusti, mentre la via dei malvagi va in rovina. RIT

SECONDA LETTURA

1Cor 15,12.16-20 – Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi

Fratelli, se si annuncia che Cristo è risorto dai morti, come possono dire alcuni tra voi che non vi è risurrezione dei morti?
Se infatti i morti non risorgono, neanche Cristo è risorto; ma se Cristo non è risorto, vana è la vostra fede e voi siete ancora nei vostri peccati. Perciò anche quelli che sono morti in Cristo sono perduti.
Se noi abbiamo avuto speranza in Cristo soltanto per questa vita, siamo da commiserare più di tutti gli uomini.
Ora, invece, Cristo è risorto dai morti, primizia di coloro che sono morti.
C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

CANTO AL VANGELO

Alleluia, alleluia.

Rallegratevi ed esultate, dice il Signore, perché, ecco, la vostra ricompensa è grande nel cielo.

Alleluia

VANGELO

Lc 6,17.20-26 – Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù, disceso con i Dodici, si fermò in un luogo pianeggiante. C’era gran folla di suoi discepoli e gran moltitudine di gente da tutta la Giudea, da Gerusalemme e dal litorale di Tiro e di Sidòne.
Ed egli, alzàti gli occhi verso i suoi discepoli, diceva:
«Beati voi, poveri, perché vostro è il regno di Dio. Beati voi, che ora avete fame, perché sarete saziati. Beati voi, che ora piangete, perché riderete. Beati voi, quando gli uomini vi odieranno e quando vi metteranno al bando e vi insulteranno e disprezzeranno il vostro nome come infame, a causa del Figlio dell’uomo. Rallegratevi in quel giorno ed esultate perché, ecco, la vostra ricompensa è grande nel cielo. Allo stesso modo infatti agivano i loro padri con i profeti.
Ma guai a voi, ricchi, perché avete già ricevuto la vostra consolazione. Guai a voi, che ora siete sazi, perché avrete fame. Guai a voi, che ora ridete, perché sarete nel dolore e piangerete. Guai, quando tutti gli uomini diranno bene di voi. Allo stesso modo infatti agivano i loro padri con i falsi profeti»

COMMENTO

COMMENTO

Le Beatitudini.

Com’è diverso lo sguardo del Signore dal nostro! Come sono diverse le sue valutazioni dalle nostre! Ci sorprende e ci sconvolge. Egli oggi posa i suoi occhi sui discepoli, li posa su ciascuno di noi con il preciso intento di indicarci su quali valori dobbiamo posare i motivi di gaudio e di beatitudine. A noi anelanti alle ricchezze e ai la mia bocca Signore racconterà la tua Salvezzabeni del mondo dice: «Beati voi poveri, perché vostro è il regno di Dio». Egli, nella sua divina bontà, vuole dilatare gli spazi del nostro spirito per farci comprendere che i beni del Regno non sono minimamente paragonabili a quelli della terra. Vuole convincerci che il futuro che è stato riservato dal buon Dio, sazierà completamente ogni nostro desiderio nella pienezza della vera gioia senza fine. Gesù proclama beati anche coloro che sono nell’afflizione e nel dolore, affermando semplicemente che il nostro pianto si cambierà in gioia. Rimane per noi l’assurdo e il mistero del dolore e dell’umana sofferenza fin quando non avremo il coraggio e la fortuna di salire fino al Calvario e lì rimirare con tutta la nostra fede il crocifisso, armandoci di santa pazienza, per attendere fino al terzo giorno, fino al mattino della nostra pasqua: «Rallegratevi in quel giorno ed esultate, perché, ecco, la vostra ricompensa è grande nei cieli». La beatitudine del dolore raggiunge poi la sua concretezza storica nelle violenze e nelle persecuzioni, negli insulti e nell’odio, in tutte le «passioni» che i seguaci di Cristo subiranno nel corso dei secoli: è la beatitudine dei martiri, è l’eroismo della fede, è la perfetta assimilazione a Cristo crocifisso. I «guai» che seguono vogliono ancora smentire le nostre umane tendenze e metterci in guardia dalle inevitabili tentazioni. Vogliono soprattutto farci evitare il facile errore di sopravvalutare le nostre «cose», inevitabilmente fragili e legati solo al tempo. La nostra meta è il cielo e l’eternità. (Preparato dai giovani monaci del monastero di S.Vincenzo Martire)

PREGHIERA DELLA SERA

angelo custodeDio, padre e creatore, Tu ci conosci nell’intimo, e Ti sono noti tutti i nostri bisogni quindi con fiducia ti preghiamo di donarci un cuore puro. In cambio Ti affidiamo, le gioie e le fatiche, le rinunce e gli atti di carità che siamo riusciti a fare in questo giorno e Ti ringraziamo con tutto il cuore per tutto quello che fai per noi e ci dai ogni giorno. Signore, osiamo rivolgere a te la nostra preghiera, guidati dallo Spirito che in noi ti chiama Padre. Tuo Figlio Gesù ci rinnovi nel corpo e nello spirito, affinchè possiamo piacere a Te, che con Lui vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen.

ALMANACCO DEL 16 FEBBRAIO 2019

ALMANACCO DEL 16 FEBBRAIO 2019

Le pubblicazioni del calendario religioso di Maria Regina dell’Universo

——————————————————————————

rosario13MESSAGGIO DI PADRE PIO 
PER IL 16 FEBBRAIO

Tutte le preghiere sono buone, quando queste siano accompagnate dalla retta intenzione e dalla buona volontà (AdFP, 552)

Tratto da “Buona Giornata ” – Edizioni Padre Pio da Pietrelcina

——————————————————————————

INDICE

madonnaluceMADONNA DELLA LUCE
Letture di sabato 16 febbraio 2019
BEATA FILIPPA MARERI
B. Giuseppe Allamano
CORONCINA ALLO SPIRITO SANTO

————————————————

IL MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE

 “ Siate sempre nella gioia.” 

(Tratto da messaggio del 16 febbraio 1982)

————————————————————————––——————————

MADONNA DELLA LUCE

DI UGENTO (Salento) 16 febbraio

Ad Ugento la Madonna dona ad un sacerdote cieco della vista e la prima cosa che vede è proprio il Santo Volto, grazie alla curiosità del suo cane. Per questo venne chiamata Madonna della Luce.

La storia e la video-storia. su https://biscobreak.altervista.org/2015/02/madonna-della-luce/

—————————————————————————–

LETTURE DI SABATO

16 febbraio 2019

V Settimana del Tempo Ordinario (Anno dispari)

“…«Sento compassione per la folla; […] Mangiarono a sazietà e portarono via i pezzi avanzati …”

La preghiera del mattino e della sera, le letture e il commento su https://biscobreak.altervista.org/2019/02/letture-di-sabato-16-febbraio-2019/

—————————————————————————-

s. filippa mareriBEATA FILIPPA MARERI

(1236) 16 febbraio

Con la stessa determinazione che distinse Santa Chiara,si preservò per il suo sposo Gesù Cristo, ottenendo in cambio un cuore integro anche dopo la sua morte e conservato in un reliquiario.

La storia su https://biscobreak.altervista.org/2013/02/beata-filippa-mareri/

——————————————————————————

BEATO GIUSEPPE ALLAMANOB. GIUSEPPE ALLAMANO

fondatore (1851-1926) 16 febbraio

Giuseppe Allamano è stato un presbitero italiano, fondatore delle congregazioni dei Missionari e delle Missionarie della Consolata. Ebbe san Giovanni Bosco come insegnante e san Giuseppe Cafasso per zio. Nel 1990 è stato proclamato beato da papa Giovanni Paolo II.

La storia, gli scritti e la canzone del Beato Giuseppe Allamano su https://biscobreak.altervista.org/2016/02/beato-giuseppe-allamano/

——————————————————————————-

PREGHIERE E PROPOSTE IN CORSO 

CORONCINA ALLO SPIRITO SANTO

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen,

spirito santo con doni1.Vieni, o Spirito di SAPIENZA, distaccaci dalle cose della terra, e infondici amore e gusto per le cose del cielo.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo.(per 7 volte)

2. Vieni, o Spirito d’INTELLETTO, rischiara la nostra mente con la luce dell’eterna verità e arricchiscila di santi pensieri.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo.(per 7 volte)

3. Vieni, o Spirito di CONSIGLIO, rendici docili alle tue ispirazioni e guidaci sulla via della salute.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

spirito santo doni
4. Vieni, o Spirito di FORTEZZA, e dacci forza, costanza e vittoria nelle battaglie contro i nostri spirituali nemici.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

5.Vieni, o Spirito di SCIENZA, sii Maestro alle anime nostre, e aiutaci a mettere in pratica i tuoi insegnamenti.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

spirito-tindari6. Vieni, o Spirito di PIETÀ, vieni a dimorare nel nostro cuore per possederne e santificarne tutti gli effetti.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

7.Vieni, o Spirito di SANTO TIMORE DI DIO, regna sulla nostra volontà, e fa che siamo sempre disposti a soffrire ogni male anzichè peccare.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

Letture di sabato 16 febbraio 2019

LETTURE DI SABATO

16 febbraio 2019

V Settimana del Tempo Ordinario (Anno dispari)

“…«Sento compassione per la folla; […] Mangiarono a sazietà e portarono via i pezzi avanzati …”

madonnaluceMADONNA DELLA LUCE

DI UGENTO (Salento) 16 febbraio – Ad Ugento la Madonna dona ad un sacerdote cieco della vista e la prima cosa che vede è proprio il Santo Volto, grazie alla curiosità del suo cane. Per questo venne chiamata Madonna della Luce. La storia e la video-storia.

B. Filippa Mareri

BEATO GIUSEPPE ALLAMANOB. Giuseppe Allamano

fondatore (1851-1926) 16 febbraio – Giuseppe Allamano è stato un presbitero italiano, fondatore delle congregazioni dei Missionari e delle Missionarie della Consolata. Ebbe san Giovanni Bosco come insegnante e san Giuseppe Cafasso per zio. Nel 1990 è stato proclamato beato da papa Giovanni Paolo II. La storia, gli scritti e la canzone del Beato Giuseppe Allamano.

Venite, adoriamo il Signore, prostrati davanti a lui che ci hai fatti; egli è il Signore nostro Dio.

PREGHIERA DEL MATTINO

Custodisci sempre con paterna bontà la Tua famiglia, Signore, e poiché unico fondamento della nostra speranza è la grazia che viene da Te, aiutaci sempre con la Ttua protezione. Amen

PRIMA LETTURA

Gen 3,9-24 – Dal libro della Gènesi

Il Signore Dio chiamò l’uomo e gli disse: «Dove sei?». Rispose: «Ho udito la tua voce nel giardino: ho avuto paura, perché sono nudo, e mi sono nascosto». Riprese: «Chi ti ha fatto sapere che sei nudo? Hai forse mangiato dell’albero di cui ti avevo comandato di non mangiare?». Rispose l’uomo: «La donna che tu mi hai posta accanto mi ha dato dell’albero e io ne ho mangiato». Il Signore Dio disse alla donna: «Che hai fatto?». Rispose la donna: «Il serpente mi ha ingannata e io ho mangiato». Allora il Signore Dio disse al serpente: «Poiché hai fatto questo, maledetto tu fra tutto il bestiame e fra tutti gli animali selvatici! Sul tuo ventre camminerai e polvere mangerai per tutti i giorni della tua vita. Io porrò inimicizia fra te e la donna, fra la tua stirpe e la sua stirpe: questa ti schiaccerà la testa e tu le insidierai il calcagno». Alla donna disse: «Moltiplicherò i tuoi dolori e le tue gravidanze, con dolore partorirai figli. Verso tuo marito sarà il tuo istinto, ed egli ti dominerà». All’uomo disse: «Poiché hai ascoltato la voce di tua moglie e hai mangiato dell’albero di cui ti avevo comandato: “Non devi mangiarne”, maledetto il suolo per causa tua! Con dolore ne trarrai il cibo per tutti i giorni della tua vita. Spine e cardi produrrà per te e mangerai l’erba dei campi. Con il sudore del tuo volto mangerai il pane, finché non ritornerai alla terra, perché da essa sei stato tratto: polvere tu sei e in polvere ritornerai!». L’uomo chiamò sua moglie Eva, perché ella fu la madre di tutti i viventi. Il Signore Dio fece all’uomo e a sua moglie tuniche di pelli e li vestì. Poi il Signore Dio disse: «Ecco, l’uomo è diventato come uno di noi quanto alla conoscenza del bene e del male. Che ora egli non stenda la mano e non prenda anche dell’albero della vita, ne mangi e viva per sempre!».  Il Signore Dio lo scacciò dal giardino di Eden, perché lavorasse il suolo da cui era stato tratto. Scacciò l’uomo e pose a oriente del giardino di Eden i cherubini e la fiamma della spada guizzante, per custodire la via all’albero della vita.

C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

SALMO RESPONSORIALE

Sal. 89

RIT: Signore, sei stato per noi un rifugio di generazione in generazione.

Prima che nascessero i monti e la terra e il mondo fossero generati,
da sempre e per sempre tu sei, o Dio. RIT

abbraccio1 (2)Tu fai ritornare l’uomo in polvere, quando dici: «Ritornate, figli dell’uomo». Mille anni, ai tuoi occhi, sono come il giorno di ieri che è passato, come un turno di veglia nella notte. RIT

Tu li sommergi: sono come un sogno al mattino, come l’erba che germoglia; al mattino fiorisce e germoglia, alla sera è falciata e secca. RIT

Insegnaci a contare i nostri giorni E acquisteremo un cuore saggio. Ritorna, Signore: fino a quando? Abbi pietà dei tuoi servi! RIT

CANTO AL VANGELO

Alleluia, Alleluia.

Non di solo pane vivrà l’uomo, ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio.

Alleluia.

VANGELO

Mc 8, 1-10 – Dal Vangelo secondo Marco

In quei giorni, poiché vi era di nuovo molta folla e non avevano da mangiare, Gesù miracolo pani2chiamò a sé i discepoli e disse loro: «Sento compassione per la folla; ormai da tre giorni stanno con me e non hanno da mangiare. Se li rimando digiuni alle loro case, verranno meno lungo il cammino; e alcuni di loro sono venuti da lontano». Gli risposero i suoi discepoli: «Come riuscire a sfamarli di pane qui, in un deserto?». Domandò loro: «Quanti pani avete?». Dissero: «Sette». Ordinò alla folla di sedersi per terra. Prese i sette pani, rese grazie, li spezzò e li dava ai suoi discepoli perché li distribuissero; ed essi li distribuirono alla folla. Avevano anche pochi pesciolini; recitò la benedizione su di essi e fece distribuire anche quelli. Mangiarono a sazietà e portarono via i pezzi avanzati: sette sporte. Erano circa quattromila. E li congedò. Poi salì sulla barca con i suoi discepoli e subito andò dalle parti di Dalmanutà.

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

COMMENTO

Oggi, tra la prima e la seconda lettura, c’è un contrasto. Nella prima leggiamo che l’uomo mangerà il pane con il sudore del suo volto; nella seconda, con la miracolosa moltiplicazione dei pani, la folla affamata si sazia di pane senza aver lavorato. Questo ha un profondo significato: Gesù riparerà completamente i peccati  dell’uomo e gli darà accesso alla vera prosperità nella gioia di Dio. Nella narrazione della Genesi vediamo le vere conseguenze del peccato. Il peccato non ci separa soltanto da Dio, ma mette separazione ovunque. L’uomo dà la colpa alla donna: “La donna che tu mi hai posto accanto mi ha dato dell’albero…”. Non sono più uniti. E la donna a sua volta cerca qualcuno da accusare: “Che hai fatto?”. “il serpente mi ha ingannato e io ho mangiato”. E sempre un altro che ha peccato. E un comportamento infantile, ma se riflettiamo bene, anche noi facciamo così, troviamo sempre che la responsabilità è di qualcun altro. E ci separiamo. La sofferenza nella volontà di Dio unisce, la gioia vissuta al di fuori della volontà di Dio divide l’uomo dalla donna. L’unità si trova solo nella volontà di Dio, nell’amore di Dio manifestato dalla sua volontà. Se vogliamo unità, amicizia, amore, dobbiamo sempre cercare la volontà di Dio, perché essa è l’unico fondamento dell’unione dei cuori, delle intelligenze e della unità di tutto il nostro essere. Ma in questo racconto biblico non ci sono soltanto cose deplorevoli, esso contiene anche delle promesse, perché Dio già pensa a riparare la rovina causata dal peccato: e nel racconto della caduta c’è già il segno della sua misericordia. Oggi, sabato, leggiamo: “Porrò inimicizia fra te e la donna, tra la tua stirpe e la sua stirpe: questa ti schiaccerà la testa” e sappiamo che la promessa si è realizzata nella storia di Maria e di Gesù. Gesù, figlio di Maria, ha schiacciato la testa al serpente, e anche Maria ha schiacciato la testa al serpente. E noto che nella traduzione c e una piccola divergenza: nel testo ebraico è il seme della donna, la sua posterità che schiaccia la testa del serpente, mentre nella Volgata è scritto che “essa”, cioè la donna, la schiaccerà, però sono vere tutte e due le affermazioni. […] (Tratto da LaChiesa.it)

PREGHIERA DELLA SERA

eucarestia16Padre misericordioso, che con il corpo e sangue di Cristo continui a sfamare una moltitudine di persone, allarga il nostro cuore alle necessità dei fratelli perché, attraverso la nostra solidarietà, conoscano Te, unico vero Dio, e il Signore nostro Gesù Cristo, e vi rendano lode per i secoli eterni. In cambio Ti affidiamo, le gioie e le fatiche, le rinunce e gli atti di carità che siamo riusciti a fare in questo giorno e Ti ringraziamo con tutto il cuore per tutto quello che fai per noi e ci dai ogni giorno.Amen.

 

ALMANACCO DEL 15 FEBBRAIO 2019

ALMANACCO DEL 15 FEBBRAIO 2019

Le pubblicazioni del calendario religioso di Maria Regina dell’Universo

——————————————————————————

preghiera9MESSAGGIO DI PADRE PIO PER IL 15 FEBBRAIO

Io non mi stancherò di pregare Gesù. E’ vero che le mie preghiere sono degne piuttosto di castigo che di premio, perché troppo ho disgustato Gesù con i miei innumerevoli peccati; ma alla fine Gesù si muoverà a pietà di me (Epist. I, p. 209)

Tratto da “Buona Giornata ” – Edizioni Padre Pio da Pietrelcina

——————————————————————————

INDICE

LA FIAMMA D'AMOREMadonna del Conforto
 LA FIAMMA D’AMORE DEL CUORE
IMMACOLATO DI MARIA
Letture di venerdì 15 febbraio 2019
San Claudio de la Colombière
L’abbazia di Montecassino
LES ENFANTS de MEDJUGORJE
CORONCINA ALLO SPIRITO SANTO

————————————————

IL MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE

“… Quando il vento soffia sappiate che io sono con voi.” 

(Tratto da un messaggio del 15 febbraio 1984)

————————————————————————––——————————

Madonna del Conforto

15 Febbraio – Dall’aspetto La Madonna del confortoapparentemente insignificante, questa Madonnina è stata copiata, abbandonata, maltrattata, dimenticata e poi finalmente riscoperta grazie ad una sincera preghiera che ha risvegliato un’antica tradizione concedendo grazie senza numero.

La storia e lo svolgimento delle festività con video e racconto audio su  https://biscobreak.altervista.org/2013/02/madonna-del-conforto/

——————————————————————————-

 LA FIAMMA D’AMOREfiamma_amore

del Cuore Immacolato di Maria

Desidero che tutto il mondo, come conosce il mio nome, così conosca anche la Fiamma d’Amore del Mio Cuore che farà miracoli nella profondità dei cuori… ” (Messaggio del 19 ottobre 1962 ).

Su https://biscobreak.altervista.org/2014/02/la-fiamma-damore/

—————————————————————————–

LETTURE DI VENERDÌ

15 febbraio 2019

V Settimana del Tempo Ordinario (Anno dispari)

“…dicevano: «Ha fatto bene ogni cosa: fa udire i sordi e fa parlare i muti!». …”

La preghiera del mattino e della sera, le letture e il commento su https://biscobreak.altervista.org/2019/02/letture-di-venerdi-15-febbraio-2019/

—————————————————————————-

San Claudio de la Colombières claude_la_colombiere

(1641-1682) 15 febbraio – … e, mentre il sacerdote dirigeva alle religiose brevi parole di incentivo alla pratica della virtù eroica, una di loro, Suor Margherita Maria Alacoque, sentì una voce interiore che le diceva: “Ecco chi ti mando!”. S. Claudio de la Colombière istituì la festa del Sacro Cuore e ne inaugurò la devozione.

La storia e la video-storia su   https://biscobreak.altervista.org/2013/02/san-claudio-de-la-colombiere/

——————————————————————————-

ABBAZIA DI MONTECASSINO

Lazio – 15 febbraio 1944

Fu san Benedetto che nel 529 scelse questa montagna per costruire un monastero che avrebbe ospitato lui e quei monaci che lo seguivano da Subiaco e come una possente fenice, riuscì a rinascere ogni volta dalle sue rovine maggiormente forte e bella. Lo stesso accadde nel feroce bombardamento che la rase al suolo il 15 febbraio 1944.

La storia e la video-storia su https://biscobreak.altervista.org/2018/02/abbazia-di-montecassino/

——————————————————————————-

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

Sora Emmanuel Maillard - MedjugorjeFebbraio 2019 di suor Emmanuel

Anche per febbraio suor Emmanuel ci regale tante belle testimonianze e suggerimenti per rimanere sempre accanto alla Gospa e ai suoi insegnamenti.

Il bollettino di febbraio su https://biscobreak.altervista.org/2019/02/les-enfants-de-medjugorje-74/

—————————————————————————–

PREGHIERE E PROPOSTE IN CORSO 

CORONCINA ALLO SPIRITO SANTO

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen,

spirito santo con doni1.Vieni, o Spirito di SAPIENZA, distaccaci dalle cose della terra, e infondici amore e gusto per le cose del cielo.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo.(per 7 volte)

2. Vieni, o Spirito d’INTELLETTO, rischiara la nostra mente con la luce dell’eterna verità e arricchiscila di santi pensieri.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo.(per 7 volte)

3. Vieni, o Spirito di CONSIGLIO, rendici docili alle tue ispirazioni e guidaci sulla via della salute.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

spirito santo doni
4. Vieni, o Spirito di FORTEZZA, e dacci forza, costanza e vittoria nelle battaglie contro i nostri spirituali nemici.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

5.Vieni, o Spirito di SCIENZA, sii Maestro alle anime nostre, e aiutaci a mettere in pratica i tuoi insegnamenti.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

spirito-tindari6. Vieni, o Spirito di PIETÀ, vieni a dimorare nel nostro cuore per possederne e santificarne tutti gli effetti.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

7.Vieni, o Spirito di SANTO TIMORE DI DIO, regna sulla nostra volontà, e fa che siamo sempre disposti a soffrire ogni male anzichè peccare.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

Letture di venerdì 15 febbraio 2019

LETTURE DI VENERDÌ

15 febbraio 2019

V Settimana del Tempo Ordinario (Anno dispari)

“…dicevano: «Ha fatto bene ogni cosa: fa udire i sordi e fa parlare i muti!». …”

La Madonna del conforto

LA FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA

MADONNA DEL CONFORTO

15 Febbraio – Dall’aspetto apparentemente insignificante, questa Madonnina è stata copiata, abbandonata, maltrattata, dimenticata e poi finalmente riscoperta grazie ad una sincera preghiera che ha risvegliato un’antica tradizione concedendo grazie senza numero. La storia e lo svolgimento delle festività con videoracconto audio.

San Claudio de la Colombières claude_la_colombiere

(1641-1682) 15 febbraio – … e, mentre il sacerdote dirigeva alle religiose brevi parole di incentivo alla pratica della virtù eroica, una di loro, Suor Margherita Maria Alacoque, sentì una voce interiore che le diceva: “Ecco chi ti mando!”. S. Claudio de la Colombière istituì la festa del Sacro Cuore e ne inaugurò la devozione. La storia e la video-storia. 

Venite, adoriamo il Signore, prostrati davanti a lui che ci ha fatti; egli è il Signore nostro Dio.

PREGHIERA DEL MATTINO

Custodisci sempre con paterna bontà la tua famiglia, Signore, e poiché unico fondamento della nostra speranza è la grazia che viene da te, aiutaci sempre con la tua protezione. Per Cristo Nostro Signore. Amen

PRIMA LETTURA

Gn 3, 1-8 – Dal libro della Gènesi

Il serpente era il più astuto di tutti gli animali selvatici che Dio aveva fatto e disse alla donna: «È vero che Dio ha detto: “Non dovete mangiare di alcun albero del giardino”?». Rispose la donna al Eva1serpente: «Dei frutti degli alberi del giardino noi possiamo mangiare, ma del frutto dell’albero che sta in mezzo al giardino Dio ha detto: “Non dovete mangiarne e non lo dovete toccare, altrimenti morirete”». Ma il serpente disse alla donna: «Non morirete affatto! Anzi, Dio sa che il giorno in cui voi ne mangiaste si aprirebbero i vostri occhi e sareste come Dio, conoscendo il bene e il male».Allora la donna vide che l’albero era buono da mangiare, gradevole agli occhi e desiderabile per acquistare saggezza; prese del suo frutto e ne mangiò, poi ne diede anche al marito, che era con lei, e anch’egli ne mangiò. Allora si aprirono gli occhi di tutti e due e conobbero di essere nudi; intrecciarono foglie di fico e se ne fecero cinture. Poi udirono il rumore dei passi del Signore Dio che passeggiava nel giardino alla brezza del giorno, e l’uomo, con sua moglie, si nascose dalla presenza del Signore Dio, in mezzo agli alberi del giardino.

C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

SALMO RESPONSORIALE

Sal. 31

RIT: Beato l’uomo a cui è tolta la colpa.

preghiera (2)Beato l’uomo a cui è tolta la colpa e coperto il peccato.  Beato l’uomo a cui Dio non imputa il delitto e nel cui spirito non è inganno. RIT:

Ti ho fatto conoscere il mio peccato, non ho coperto la mia colpa. Ho detto: «Confesserò al Signore le mie iniquità» e tu hai tolto la mia colpa e il mio peccato. RIT:

Per questo ti prega ogni fedele nel tempo dell’angoscia;  quando irromperanno grandi acque non potranno raggiungerlo. RIT:

Tu sei il mio rifugio, mi liberi dall’angoscia, mi circondi di canti di liberazione. RIT:

CANTO AL VANGELO

Alleluia, Alleluia.

Apri, Signore, il nostro cuore e accoglieremo le parole del Figlio tuo.

Alleluia.

VANGELO

Mc 7, 31-37 – Dal Vangelo secondo Marco

sordomutoIn quel tempo, Gesù, uscito dalla regione di Tiro, passando per Sidòne, venne verso il mare di Galilea in pieno territorio della Decàpoli. Gli portarono un sordomuto e lo pregarono di imporgli la mano. Lo prese in disparte, lontano dalla folla, gli pose le dita negli orecchi e con la saliva gli toccò la lingua; guardando quindi verso il cielo, emise un sospiro e gli disse: «Effatà», cioè: «Apriti!». E subito gli si aprirono gli orecchi, si sciolse il nodo della sua lingua e parlava correttamente. E comandò loro di non dirlo a nessuno. Ma più egli lo proibiva, più essi lo proclamavano e, pieni di stupore, dicevano: «Ha fatto bene ogni cosa: fa udire i sordi e fa parlare i muti!».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

COMMENTO

Ha fatto bene ogni cosa.

miracolo2Chiunque incontra Cristo con fede diventa nuova creatura, e illuminato e salvato, non può fare altro che narrare quanto per lui il Signore ha fatto. È il caso del sordomuto del vangelo di oggi e dovrebbe essere il caso di ognuno di noi, battezzati e toccati nel battesimo alle orecchi e alle labbra in segno di “Effatà”, del “àpriti”. Ma noi lo abbiamo dimenticato o lo dimentichiamo spesso. Esortiamoci a riconoscere le cose che il Signore opera in noi e diventiamone annunciatori. Il motivo che ci fa dimenticare i grandi benefici di Dio, compiuti in nostro favore, lo troviamo nella prima lettura: è il diavolo che per invidia spinge Eva e Adamo e spinge anche noi, invitandoci di diventare non uomini di Dio ma Dio stesso… Invidia acceca e non fa vedere Dio, non fa vedere nessuno se non noi stessi... Noi invece sforziamoci di seguire la strada di Dio e di riconoscere sempre i benefici che ci sono stati dati. (Preparato dai giovani monaci del monastero di S.Vincenzo Martire)

PREGHIERA DELLA SERA

preghiera8O Signore, che creando il mondo hai fatto bene ogni cosa, fà che non offendiamo mai con il peccato il meraviglioso ordine da Te stabilito, ma sappiamo sempre riconoscerlo e rispettarlo. In cambio Ti affidiamo, le gioie e le fatiche, le rinunce e gli atti di carità che siamo riusciti a fare in questo giorno e Ti ringraziamo con tutto il cuore per tutto quello che fai per noi e ci dai ogni giorno. Per Cristo nostro Signore. Amen.

 

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

Sora Emmanuel Maillard - MedjugorjeFebbraio 2019 di suor Emmanuel

sito in francese www.enfantsdemedjugorje.fr; e-mail [email protected]

Anche per febbraio suor Emmanuel ci regale tante belle testimonianze e suggerimenti per rimanere sempre accanto alla Gospa e ai suoi insegnamenti.

Cari figli di Medjugorje, siano lodati Gesù e Maria!
Il 2 febbraio 2019, Mirjana ha ricevuto la sua apparizione nella sua pensione, circondata da un piccolo gruppo. Dopo l’apparizione, ci ha trasmesso il seguente messaggio:
“Cari figli! L’amore e la bontà del Padre Celeste vi danno rivelazioniche fanno sì che la fede in voi cresca e si comprenda, e vi porti pace, sicurezza e speranza.
Così anch’io, figli miei, per mezzo dell’amore misericordioso del Padre Celeste sempre e nuovamente vi mostro la strada verso mio Figlio, verso la salvezza eterna. Però, purtroppo, molti miei figli non vogliono ascoltarmi, e molti miei figli dubitano.
Però io, io sempre in ogni tempo, ho magnificato il Signore per tutto ciò che ha fatto in me e per mezzo di me. Mio figlio si dona a voi, spezza il pane con voi, vi dona le parole della vita eterna, affinché le portiate a tutti. Voi, figli miei, apostoli del mio amore, di cosa avete paura quando mio Figlio è con voi?
Offritegli le vostre anime affinché Egli possa dimorare in esse, e possa fare di voi strumenti della fede e strumenti dell’amore. Figli miei, vivete il Vangelo, vivete l’amore misericordioso verso il prossimo, e al di sopra di tutto vivete l’amore verso il Padre Celeste.
Figli miei, non siete insieme per casoil Padre Celeste non unisce nessuno per caso. Mio Figlio parla alle vostre anime e io parlo al vostro cuore.
Come madre vi dico incamminatevi con me, amatevi gli uni gli altri, testimoniate. Non abbiate paura, con il vostro esempio, di difendere la verità, la Parola di Dio che è eterna e non cambia mai. Figli miei, chi opera nella luce dell’amore misericordioso e nella verità è sempre aiutato dal Cielo e non è mai solo.
Apostoli dl mio amore, che vi riconoscano sempre, in mezzo a tutti gli altri, per il vostro nascondimento, il vostro amore e la vostra serenità. Io sono con voi.
Vi ringrazio!”
Mirjana ci ha confidato che la Madonna era triste. Visionate l’apparizione sul sito: https://www.youtube.com/watch?v=uKQtm9l94lI
San Giuseppe cerca lavoro! 
Il 19 marzo, festeggeremo il gran San Giuseppe, sposo della Madre di Dio. A casa, la nostra tradizione è di offrirgli una “mesena” dal 16 febbraio al 18 marzo, pregando ogni giorno le sue litanie o altre preghiere 

– NOVENA A SAN GIUSEPPE

– SACRO MANTO DI SAN GIUSEPPE

– CORONCINA DI RINGRAZIAMENTO A SAN GIUSEPPE

– TRIDUO DI RINGRAZIAMENTO A SAN GIUSEPPE

– I 7 DOLORI E GIOIE DI SAN GIUSEPPE

Non cessiamo comunque di dargli un lungo elenco delle cose da fare, poiché egli ama lavorare e non sopporta la disoccupazione quando si tratta di ottenerci delle grazie.

San Giuseppe non è stato certamente quel vecchio così spesso rappresentato dai pittori. Ci voleva un uomo vigoroso per fuggire in Egitto di notte con una giovane sposa ed un neonato; ma anche, arrivati in Egitto, doveva assicurare la vita della famiglia. Le tradizioni locali in Egitto ci fanno scoprire di lui un uomo responsabile che doveva anche sfuggire alle spie di Erode. Questi infatti, vedendo che aveva mancato il suo scopo nonostante il massacro degli innocenti a Betlemme, non smetteva di cercare il piccolo Re dei Giudei, del quale aveva tanta paura! La Santa Famiglia ha dovuto percorrere diverse migliaia di chilometri in quattro anni, prima della morte di Erode. Più tardi a Nazaret, San Giuseppe ha dovuto ripartire da zero nella sua attività di falegname/carpentiere. Nella sua bottega, doveva portare ogni giorno materiale molto pesante, travi, mobili ed altri oggetti da lui fabbricati e consegnarli ai suoi clienti. Non è forse lui che ha insegnato a Gesù a portare delle pesanti travi sulle sue spalle, preparandolo così alla sua dolorosa salita verso il Golgota? Ancora oggi egli ama lavorare, e questa “mesena”gli darà una occasione di coprirci di benedizioni e di viziarci!
I “disturbatori”
Qualche pellegrino si è recato a Tihaljina (30 min da Medjugorje) per pregare davanti alla celebre Vergine miracolosa. Questa statua è per molti l’emblema di Medjugorje, anche se è stata offerta a quella chiesa prima delle apparizioni. Dopo la preghiera, una pellegrina chiede alla mia amica spagnola Teresa , di scattarle una foto davanti alla statua per immortalare quel momento di benedizione. Fatta la foto, un uomo si mette in ginocchio davanti alla statua e, con le testa tra le mani, si mette a pregare con fervore. La pellegrina, vedendo che la foto era venuta bene, ne domanda un’altra a Teresa. Ma questa le dice di aspettare per non interrompere la preghiera dell’uomo. La preghiera dura più di venti minuti, allora la pellegrina spazientita, dice ad alta voce:Bene, inutile aspettare ancora per la foto, andiamocene!“.
L’uomo ode l’esclamazione e si alza per lasciare il posto, scusandosi. Viene scattata la seconda foto, ma quale fu la sorpresa di Teresa nel vedere questa seconda foto! Il viso così dolce della Vergine era cambiato. Esprimeva adesso un rimprovero silenzioso, ben visibile nei suoi occhi e sulla bocca. La pellegrina comprese subito il messaggio: non avrebbe mai dovuto interrompere la preghiera di quell’uomo per una foto!
Caterina da Siena, quando aveva sei anni stava giocando con il suo fratello minore. Improvvisamente le apparve il Signore Gesù, seduto sulla cattedra di Pietro e rivestito degli abiti pontificali. Affascinata dall’apparizione, la piccola Caterina resta inebriata dallo sguardo di questo Dio che le parlava e che la preparava alla sua grande missione nella Chiesa, in particolare per il Papa. Questa visione durò qualche minuto fino a che il fratellino, impaziente di riprendere a giocare, la scosse dalla sua contemplazione. Caterina si voltò e lo rimproverò, ma quando tornò alla sua preghiera e guardò di nuovo nella direzione dell’apparizione, Gesù era scomparso! Ciò la gettò in una profonda tristezza. Anche Gesù avrebbe senza dubbio volentieri continuato a parlare con lei… Ma la distrazione aveva messo fine a quel momento di divina intimità.
Quante volte la stessa scena si riproduce nelle nostre chiese! Troppe poche persone pregano veramente con il cuore. Allora costoro non dovrebbero farci gioire al vederle immerse nella loro relazione con Dio? Chi sa cosa avviene tra Dio e l’anima? Chissà se Dio non ha previsto di dare quel dono o quella grazia ad un suo figlio in quel momento? Chi siamo noi per interrompere un dialogo tra Dio e l’anima! Quel dialogo è sacro. Certamente, se c’è un incendio o qualche urgenza si deve intervenire ma ciò non avviene ad ogni Messa!
Un giorno stavo pregando dopo la comunione con la testa fra le mani. Qualcuno mi tocca sulla spalla e mi domanda: “Non siete voi Suor Emmanuel?“. Confesso che non sono stata molto gentile, perché ho risposto: “Poco importa chi io sia ma Colui con il quale cerco di parlare, è Gesù!“. Mi sono subito pentita della mia reazione perché la persona che mi ha toccato è stata certamente ferita. Ho dunque cambiato la mia formula, e quando l’occasione si presenta, dico: “Sì, ci vedremo, ma lasciami finire di parlare con Gesù che è nel mio cuore! D’altra parte Gesù è anche nel tuo cuore, perché non dargli ancora dieci minuti del tuo tempo per parlargli?“. I frutti sono incredibili! Un giorno è stato un gruppo di otto pellegrini ad interrompermi; li ho esortati a pregare ancora qualche minuto in silenzio. Tutti lo hanno fatto molto volentieri, e sono stati talmente benedetti che dopo dieci minuti, non avevano più alcun desiderio di lasciare la chiesa.
Una confessione memorabile!
La quaresima si avvicina, allora desidero pubblicare una testimonianza che toccherà i cuori di coloro che esitano ancora…
Nel 1840, un certo signore Rochette, aveva un figlio disabile. Decise di portarlo dal Curato d’Ars, noto per i miracoli che avvenivano per la sua preghiera. La moglie, molto pia, lo accompagnò. Lei si confessò e si comunicò dal santo Curato. Ma lui, Rochette, non si preoccupava che di una cosa: ottenere la guarigione del piccolo. Visitava qualche chiesa, ma superava di poco l’ingresso. Mentre stava in fondo alla chiesa, il santo da dietro l’altare dove confessava i sacerdoti, si mise a chiamarlo ad alta voce. Rochette non si mosse. Sua moglie e suo figlio si trovavano davanti, vicino all’altare. “E’ dunque così incredulo?domanda il santo Curato alla moglie. Poi il curato lo chiamò di nuovo. Alla terza chiamata l’uomo decise di muoversi. “Dopo tutto“, pensò, “il Curato d’Ars non mi mangerà mica!”. E lo raggiunse dietro l’altare.
A noi due adesso, mio caro Rochette“, gli disse, mostrando il confessionale, “mettetevi là!” -“Oh, riprende l’altro, non ne ho voglia!” – “Cominciate!”. Incapace di resistere a questa offensiva, Rochette cadde in ginocchio. “Padre mio“, balbettò, “è un po’ di tempo che… dieci anni” – “Fate un po’ di più!” – “Dodici anni!” – “Ancora un po’ di più!” – ” Sì, dal grande giubileo del 1826” – “Eccoci! A forza di cercare, si trova!“. Rochette si confessò come un bambino dopo quattordici anni che non si era comunicato. Si comunicò il giorno dopo accanto a sua moglie. Il loro figlio lasciò nella chiesa di Ars  due stampelle divenute inutili. (Dal libro Il curato d’Ars,in francese, di Mons Trochu – Ed. Resiac)
Cari figli, ci dice la Gospa, non posso aiutarvi se non vivete i comandamenti di Dio, se non vivete la Messa e se non vi confessate“.
La mia prossima missione,
dal 20 al 31 marzo mi porterà prima in Italia (Torino, Verona, Reggio Emilia e Roma), sul tema “Che futuro ci prepara Maria?”(La sera del 21, partecipero’ alla preghiera di Lode a santa Rita, Milano).
Segue fra poco la locandina. Poi in Germania e Austria. Che le vostre preghiere ci accompagnino per un bel raccolto spirituale! Grazie di cuore!
6. La mia prossima Diretta sul messaggio del 2 avverrà il 3 marzo alle 21.00. La diretta del 3 febbraio è ritrasmessa su http://www.enfantsdemedjugorje.fr/medjugorje-direct-du-3-fevrier-2019/
Carissima Gospa, grazie di ricordarci che “il Padre Celeste non unisce nessuno per caso”. Proprio lì dove viviamo, aiutaci a combattere spietatamente il divisore! Aiutaci ad anticipare le gioie del Cielo dove Dio sarà tutto in tutti! Che predomini in mezzo a noi lo Spirito dell’unità!
Suor Emmanuel +
(Tradotto dal francese)
Il vescovo di Mostar, Mons. Ratko Peric, 75enne, è andato in pensione. Non sappiamo ancora chi prenderà il suo posto, ma possiamo pregare per lui e per Mons. Ratko.
Mons. Hoser continua la sua missione come inviato del Papa a Medjugorje per la pastorale della parrocchia.
Seguite il programma della sera della parrocchia! Ciccate su www.centremedjugorje.org
Novità!! Instagram di suor Emmanuel sul sito: https://www.instagram.com/enfants_de_medjugorje/
La Madonna ama le vostre lettere! Date gioia al suo Cuore, scrivetele a “Reine de la Paix”, BP2157, F- 06103 Nizza cedex, Francia. La vostra lettera verrà data ad un veggente, e Maria risponderà nella preghiera.
Appello alle famiglie: Vi capita di ascoltare delle parole spiritualmente ‘spiritose’ dei bambini? Non le lasciate perdere per favore! Inviatele a [email protected] , le pubblicheremo.

ALMANACCO DEL 14 FEBBRAIO 2019

ALMANACCO DEL 14 FEBBRAIO 2019

Le pubblicazioni del calendario religioso di Maria Regina dell’Universo

——————————————————————————

MESSAGGIO DI PADRE PIO 
PER IL 14 FEBBRAIO

Le preghiere dei santi nel cielo e delle anime giuste in terra sono profumo che non andrà mai perduto (GF, 175)

Tratto da “Buona Giornata ” – Edizioni Padre Pio da Pietrelcina

——————————————————————————

INDICE

Notre Dame de PellevoisinLA MADONNA DI PELLEVOISIN
Nostra Signora di Bourbourg
Apparizioni di POUILLE-LES-CÓTEAUX
Letture di giovedì 14 febbraio 2019
Santi CIRILLO e METODIO
SAN VALENTINO e le sue leggende
I VOLTI DELL’AMORE
I 15 giovedì di Santa Rita
CORONCINA ALLO SPIRITO SANTO

————————————————

IL MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE

“… Ogni famiglia deve pregare unita e leggere la Bibbia.

(Tratto da un messaggio del 14 febbraio 1985)

————————————————————————––——————————

LA MADONNA DI PELLEVOISIN

(Francia) 14 febbraio 1876 – Pellevoisin è un piccolo paese nel centro della Francia, qui la Madonna apparve alla veggente Estelle in punto di morte in compagnia del diavolo. Vi fu una vera e propria contesa tra i due, ma come le disse la Santa Vergine:  “Non temere, sai bene che mi sei figlia”. In effetti Estelle si era iscritta nel 1857 all’associazione delle Figlie di Maria. 

La storia delle apparizioni e i messaggi della Madonna su  https://biscobreak.altervista.org/2014/02/la-madonna-di-pellevoisin/

—————————————————————————

Nostra Signora di Bourbourgcathedral Bourbourg

Fiandre (Francia) 14 Febbraio 1383

L’apparizione di Nostra Signora di Bourbourg è stata documentata da quello che potremmo definire il pioniere dei cronisti di guerra. Infatti l’episodio si ebbe proprio durante un assalto della città di Bourbourg nel 1383 da parte dei bretoni.

La storia su https://biscobreak.altervista.org/2014/02/nostra-signora-di-bourbourg/

———————————————————————–

Apparizioni di POUILLE-LES-CÓTEAUX 

madonna_sede_della_sapienza14 febbraio 1872

La SS. Vergine Maria apparve la prima volta a Giuseppina Rodhomme (1859-1938) sull’altare maggiore della chiesa mariana di Pouille-les-Cóteaux in Francia. Era il 14 febbraio 1872, la Madonna apparve in una veste bianco-blu e rosa e portava sulla testa una corona di fiori. La medesima apparizione si manifestò ancora due volte, il 15 e il 16 febbraio; in quest’ultima Maria le espresse il desiderio ardente di convertire il mondo e perciò la invitò a pregare con fervore a questo scopo, particolarmente a recitare l’Ave Maria e l’Ave Maria-Stella («Stella del mare io ti saluto»). Tempo dopo Giuseppina divenne suora col nome di Marie-Léonie.

—————————————————————————–

LETTURE DI GIOVEDÌ

14 febbraio 2019

V Settimana del Tempo Ordinario (Anno dispari)

“…Pregate dunque il Signore della messe, perché mandi operai nella sua messe! …”

La preghiera del mattino e della sera, le letture e il commento su https://biscobreak.altervista.org/2019/02/letture-di-giovedi-14-febbraio-2019/

—————————————————————————-

2 S. CIRILLO e S. METODIOSANTI CIRILLO E METODIO

monaco (827-869) e Vescovo (815-884) 14 febbraio  

Fratelli uniti nella fede e negli ideali, nominati da Giovanni Paolo II patroni d’Europa e dell’Ecumenismo. Hanno lavorato instancabilmente per permettere al popolo slavo di comprendere meglio la liturgia con traduzioni e riti prima proibiti dalla Chiesa se non nelle tre lingue ufficiali.

La storia e la video-storia su https://biscobreak.altervista.org/2013/02/santi-cirillo-e-metodio/

——————————————————————————

SAN VALENTINO e le sue leggende3St.-Valentine

Martire (?) 14 febbraio 

Perché San Valentino è diventato il patrono degli innamorati? E da quali leggende scaturiscono le usanze di questo romantico giorno?

L’articolo del santo più famoso e allo stesso tempo meno conosciuto su https://biscobreak.altervista.org/2013/02/san-valentino-e-le-sue-leggende/

—————————————————————————–

I VOLTI DELL’AMORE

cuore con personeOggi è san Valentino e si pensa agli innamorati, ma non c’è solo questa forma di amore, e le innumerevoli iniziative che non sempre riscuotono altrettanto successo sui media, ce li mostrano.

Un amore di cui non si parla su https://biscobreak.altervista.org/2018/02/i-volti-dellamore/

——————————————————————————-

PREGHIERE E PROPOSTE IN CORSO 

I 15 giovedì di Santa Rita
2° giovedì …( 14/02/2019)
Infanzia di S. Rita 
Virtù: Prontezza nel servizio divino

imagesRigenerata appena nelle acque sacramentali del battesimo, cominciarono a manifestarsi in S. Rita i doni celesti. Con cura costante ed instancabile, crebbe, dando giorno dopo giorno frutti abbondanti, nella pratica delle virtù cristiane e nella ricerca solo di quanto più strettamente potesse unirla a Dio; ecco l’infanzia di S. Rita.
Ascolta anche tu la voce del Signore. Vigile e pronta, studiati di amare Dio con la pratica delle virtù, senza rimandare ad altri tempi il servizio divino, la pratica piena ed esatta della legge divina. Dio vuole non gli avanzi ed i rifiuti delle passioni e del mondo, ma le primizie del tuo cuore.

Ossequio. – Confidando nell’aiuto di Santa Rita, cerca di distruggere con atti di virtù contrari, la passione che t’impedisce di praticare perfettamente i tuoi cristiani doveri.

Preghiera. – O avventurata S. Rita, che fin dall’alba dei tuoi giorni sentisti quanto sia dolce darsi in tutto al Signore, e col cuore ripieno di amore divino volesti solo ciò che a Dio ti rendesse gradita e fosse di sua gloria, deh! Ottieni questo spirito a noi, che miseri e ciechi, correndo dietro alle fallaci illusioni del mondo, dimentichiamo il nostro Creatore e Padre. Ottienici dal Datore supremo di ogni bene la grazia celeste che illumini la mente, fortifichi il nostro cuore e, spezzando la tenace resistenza degli appetiti malsani e superando le difficoltà dei nemici di nostra salute, ci faccia amare solo i vantaggi spirituali.
Non invano, o nostra amabile Protettrice, noi abbiamo riposto in Te la fiducia e la speranza; Tu accogli benigna il voto emesso ai piedi del Tuo altare; che vogliamo prima di tutto e più di tutto solo ciò che sollevi l’anima sino a Dio. Accogli questo voto, presentalo al Padre Celeste; e venga per noi il giorno fortunato, in cui possiamo con Te lodare il Signore benigno d’averci accettati per la nostra salute alla felicità eterna. Così sia.

Prega per noi, S. Rita
Affinchè siamo degni delle promesse di Cristo

Orazione. – O Dio, che ti degnasti di concedere a S. Rita il gran dono di amare i nemici e di portare nel cuore i segni del tuo amore e sulla fronte i segni della tua passione, concedi a noi, per la sua intercessione e per i suoi meriti, di perdonare i nostri nemici e di meditare i dolori della tua passione, cos’ da conseguire il premio promesso ai miti e a quelli che piangono. Amen.

Padre, Ave, Gloria.

************

CORONCINA ALLO SPIRITO SANTO

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen,

spirito santo con doni1.Vieni, o Spirito di SAPIENZA, distaccaci dalle cose della terra, e infondici amore e gusto per le cose del cielo.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo.(per 7 volte)

2. Vieni, o Spirito d’INTELLETTO, rischiara la nostra mente con la luce dell’eterna verità e arricchiscila di santi pensieri.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo.(per 7 volte)

3. Vieni, o Spirito di CONSIGLIO, rendici docili alle tue ispirazioni e guidaci sulla via della salute.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

spirito santo doni
4. Vieni, o Spirito di FORTEZZA, e dacci forza, costanza e vittoria nelle battaglie contro i nostri spirituali nemici.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

5.Vieni, o Spirito di SCIENZA, sii Maestro alle anime nostre, e aiutaci a mettere in pratica i tuoi insegnamenti.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

spirito-tindari6. Vieni, o Spirito di PIETÀ, vieni a dimorare nel nostro cuore per possederne e santificarne tutti gli effetti.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

7.Vieni, o Spirito di SANTO TIMORE DI DIO, regna sulla nostra volontà, e fa che siamo sempre disposti a soffrire ogni male anzichè peccare.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

Letture di giovedì 14 febbraio 2019

LETTURE DI GIOVEDÌ

14 febbraio 2019

SANTI CIRILLO E METODIO

“…Pregate dunque il Signore della messe, perché mandi operai nella sua messe! …”

Nostra Signora di Bourbourg

LA MADONNA DI PELLEVOISIN

(Francia) 14 febbraio 1876 – Pellevoisin è un piccolo paese nel centro della Francia, qui la Madonna apparve alla veggente Estelle in punto di morte in compagnia del diavolo. Vi fu una vera e propria contesa tra i due, ma come le disse la Santa Vergine:  “Non temere, sai bene che mi sei figlia”. In effetti Estelle si era iscritta nel 1857 all’associazione delle Figlie di Maria. La storia delle apparizioni e i messaggi della Madonna.

3 san valentinoSAN VALENTINO e le sue leggende

Martire (?) 14 febbraio – Perché San Valentino è diventato il patrono degli innamorati? E da quali leggende scaturiscono le usanze di questo romantico giorno? Le sue leggende.

Questi sono i santi, amici di Dio, gloriosi araldi del Vangelo.

PREGHIERA DEL MATTINO

O Dio, ricco di misericordia, che nella missione apostolica dei santi fratelli Cirillo e Metodio hai donato ai popoli slavi la luce del Vangelo,  per la loro comune intercessione fa’ che tutti gli uomini accolgano la tua parola e formino il tuo popolo santo concorde nel testimoniare la vera fede. Per Cristo nostro Signore. Amen

PRIMA LETTURA

At 13,46-49 – Dagli Atti degli Apostoli

paolo e barnaba

In quei giorni, [ad Antiòchia di Pisìdia] Paolo e Bàrnaba con franchezza dichiararono [ai Giudei]: «Era necessario che fosse proclamata prima di tutto a voi la parola di Dio, ma poiché la respingete e non vi giudicate degni della vita eterna, ecco: noi ci rivolgiamo ai pagani. Così infatti ci ha ordinato il Signore:
“Io ti ho posto per essere luce delle genti,perché tu porti la salvezza sino all’estremità della terra”».Nell’udire ciò, i pagani si rallegravano e glorificavano la parola del Signore, e tutti quelli che erano destinati alla vita eterna credettero. La parola del Signore si diffondeva per tutta la regione.

C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

SALMO RESPONSORIALE

Sal 116

POPOLIRIT: Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo.

Genti tutte, lodate il Signore, popoli tutti, cantate la sua lode. RIT:

Perché forte è il suo amore per noi e la fedeltà del Signore dura per sempre. RIT:

CANTO AL VANGELO

Alleluia, Alleluia.

Il Signore mi ha mandato a portare ai poveri il lieto annuncio, a proclamare ai prigionieri la liberazione.

Alleluia.

VANGELO

Lc 10,1-9 – Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, il Signore designò altri settantadue e li inviò a due a due davanti a sé in ogni città e luogo dove stava per recarsi.
Diceva loro: «La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai!
preghiera1 (2)Pregate dunque il Signore della messe, perché mandi operai nella sua messe!
Andate: ecco, vi mando come agnelli in mezzo a lupi; non portate borsa, né sacca, né sandali e non fermatevi a salutare nessuno lungo la strada. In qualunque casa entriate, prima dite: “Pace a questa casa!”. Se vi sarà un figlio della pace, la vostra pace scenderà su di lui, altrimenti ritornerà su di voi. Restate in quella casa, mangiando e bevendo di quello che hanno, perché chi lavora ha diritto alla sua ricompensa. Non passate da una casa all’altra.Quando entrerete in una città e vi accoglieranno, mangiate quello che vi sarà offerto, guarite i malati che vi si trovano, e dite loro: “È vicino a voi il regno di Dio”».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

COMMENTO

La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai!

Gesù instaura uno stile nuovo di missione evangelizzatrice. Non manda i suoi nel mondo per dire qualcosa. Li invia invece per dare qualcosa. Essi devono portare nel mondo la pace di insegna agli apostoliDio. La devono creare. La loro è opera di vera creazione. Come creano la pace i discepoli di Gesù? Donando lo Spirito Santo, soffiandolo nel cuore di ogni uomo che li accoglie, che vuole essere fatto nuovo. […] Può dare la pace, se è persona libera, persona cioè che sa solo donare, persona spoglia, povera, umile, che nulla porta con sé. Egli non può portare nulla perché non cada nella tentazione di prendere. Sempre questa tentazione busserà al suo cuore, sempre cercherà di conquistare la sua mente. Ricordandosi che lui nulla potrà portare con sé è obbligato anche a non poter prendere mai nulla. Se porta, contravviene al suo mandato. Se prende tradisce la sua missione. Non può essere più uomo che porta la pace. Vi è un solo modo di portare la pace: essere obbediente al comando di colui che lo ha inviato. Egli sarà uomo di pace se lui stesso è nella pace e di certo non è nella pace chi ha bisogno di prendere e di portare, affaticando così il suo cammino e creando scandalo in coloro presso i quali è mandato. Loro non sono nella pace perché nella grande guerra di ignoranza. Se neanche lui è nella pace, perché in guerra con i suoi desideri, come farà a dare agli altri la pace? Se lui non è l’uomo nuovo, come potrà sperare di fare nuovi tutti gli uomini. Se lui non è ricolmato di Spirito Santo, mai potrà pretendere di ricolmare gli altri. Vergine Maria, Madre della Redenzione, Nuova Eva, Madre della Nuova Umanità, aiutaci. Angeli e Santi di Dio, fateci persone libere, povere, umili, semplici. (tratto da Movimento Apostolico su Lachiesa.it)

PREGHIERA DELLA SERA

preghiera31O Padre, in Cirillo e Metodio ci doni un modello e un invito alla missione; degnati ora di ascoltare queste nostre preghiere, perchè la Chiesa sappia sempre servirsi delle parole degli uomini per diffondere la Tua Parola. In cambio Ti affidiamo, le gioie e le fatiche, le rinunce e gli atti di carità che siamo riusciti a fare in questo giorno e Ti ringraziamo con tutto il cuore per tutto quello che fai per noi e ci dai ogni giorno. Amen.

ALMANACCO DEL 13 FEBBRAIO 2019

ALMANACCO DEL 13 FEBBRAIO 2019

Le pubblicazioni del calendario religioso di Maria Regina dell’Universo

——————————————————————————

lettura5MESSAGGIO DI PADRE PIO 

PER IL 13 FEBBRAIO

La preghiera dev’essere insistente, in quanto l’insistenza denota la fede (AdFP, 553)

Tratto da “Buona Giornata ” – Edizioni Padre Pio da Pietrelcina

——————————————————————————

INDICE

MADONNA DEL POGGIO
Letture di mercoledì 13 febbraio 2019
BEATA EUSTOCHIO DI PADOVA
 La Beata Eustochio e il demonio
Marco Ripamonti e Vicka Ivanković
I 7 mercoledì di san giuseppe
CORONCINA ALLO SPIRITO SANTO

————————————————

IL MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE

“… Datemi i vostri cuori. …” 

(Tratto da un messaggio del 13 febbraio 1984)

————————————————————————––——————————

MADONNA DEL POGGIO

San Giovanni in Persiceto (BO) – 13 febbraio

Normalmente è a seguito di un apparizione della Santa Vergine che nasce una sorgente salutare e miracolosa, in questo caso invece la sorgente vi era già, a poca distanza da un altarino della Madonna, da qui il nome Madonna del Poggio.

La storia e la nascita del santuario su https://biscobreak.altervista.org/2017/02/madonna-del-poggio/

—————————————————————————–

LETTURE DI MERCOLEDÌ

13 febbraio 2019

V Settimana del Tempo Ordinario (Anno dispari)

“… Non c’è nulla fuori dell’uomo che, entrando in lui, possa renderlo impuro. Ma sono le cose che escono dall’uomo a renderlo impuro».  …”

La preghiera del mattino e della sera, le letture e il commento su https://biscobreak.altervista.org/2019/02/letture-di-mercoledi-13-febbraio-2019/ 

—————————————————————————-

BEATA EUSTOCHIO DI PADOVAbeata eustochio

(1433-1459) 13 febbraio

Si può dire che ella ebbe poca fortuna fin dall’inizio: nacque infatti da una suora. Accusata poi di essere indemoniata e di stregoneria, rischiò di essere bruciata viva.  Ma ancora più straordinari sono i fenomeni che la resero un caso unico.

La storia e la preghiera su https://biscobreak.altervista.org/2013/02/beata-eustochio-di-padova/  

——————————————————————————-

La Beata Eustochio e il demonio

13 febbraio

Oggi si conoscono diversi santi che hanno subito vessazioni demoniache, ma una volta era facile scambiarle per possessioni diaboliche. Oggi le chiameremmo atteggiamenti autolesivi, ma il demonio la beata Eustochio lo aveva davvero continuamente vicino e questo avrebbe spaventato chiunque.

L’articolo ne “il tuo spazio” su  https://biscobreak.altervista.org/2013/02/la-beata-eustochio-e-il-demonio/

———————————————————————– 

Marco Ripamonti e Vicka Ivanković

Vicka e Marco RipamontiMarco Ripamonti, grande testimone dei fatti di Medjugorje ha accettato di parlarci della Veggente Vicka Ivanković, considerato che da 16 anni sono legati insieme alle rispettive famiglie da una grande amicizia.

La testimonianza di Marco Ripamonti su  https://biscobreak.altervista.org/2016/02/marco-ripamonti-e-vicka-ivankovic/

——————————————————————————-

PREGHIERE E PROPOSTE IN CORSO 

I 7 mercoledì di san giuseppe

PIE SUPPLICHE

Iniziamo recitando le Pie Suppliche in ricordo della vita nascosta di San Giuseppe con Gesù e Maria

San Giuseppe, prega Gesù che venga nell’anima mia e la santifichi.

San Giuseppe, prega Gesù che venga nel mio cuore e lo infiammi di carità.

San Giuseppe, prega Gesù che venga nella mia intelligenza e la illumini.

San Giuseppe, prega Gesù che venga nella mia volontà e la fortifichi.

San Giuseppe, prega Gesù che venga nei miei pensieri e li purifichi.

San Giuseppe, prega Gesù che venga nei miei affetti e li regoli.

San Giuseppe, prega Gesù che venga nei miei desideri e li diriga.

San Giuseppe, prega Gesù che venga nelle mie operazioni e le benedica.

San Giuseppe, ottienimi da Gesù il Suo santo amore.

San Giuseppe, ottienimi da Gesù l’imitazione delle Sue virtù.

San Giuseppe, ottienimi da Gesù la vera umiltà di spirito.

San Giuseppe, ottienimi da Gesù la mitezza di cuore.

San Giuseppe, ottienimi da Gesù la pace dell’anima.

San Giuseppe, ottienimi da Gesù il santo timore di Dio.

San Giuseppe, ottienimi da Gesù il desiderio della perfezione.

San Giuseppe, ottienimi da Gesù la dolcezza di carattere.

San Giuseppe, ottienimi da Gesù un cuore puro e caritatevole.

San Giuseppe, ottienimi da Gesù la grazia di sopportare con pazienza le sofferenze della vita.

San Giuseppe, ottienimi da Gesù la sapienza delle verità eterne.

San Giuseppe, ottienimi da Gesù la perseveranza nell’operare il bene.

San Giuseppe, ottienimi da Gesù la fortezza nel sopportare le croci.

San Giuseppe, ottienimi da Gesù il distacco dai beni di questa terra.

San Giuseppe, ottienimi da Gesù di camminare per la via stretta del cielo.

San Giuseppe, ottienimi da Gesù di essere libero da ogni occasione di peccato.

San Giuseppe, ottienimi da Gesù un santo desiderio del Paradiso.

San Giuseppe, ottienimi da Gesù la perseveranza finale.

 

San Giuseppe, non mi allontanare da te.

San Giuseppe, fa’ che il mio cuore non cessi mai di amarti e la mia lingua di lodarti.

San Giuseppe, per l’amore che portasti a Gesù aiutami ad amarlo.

San Giuseppe, degnati di accogliermi come tuo devoto.

San Giuseppe, io mi dono a te: accettami e soccorrimi.

San Giuseppe, non mi abbandonare nell’ora della morte.

 

Gesù, Giuseppe e Maria vi dono il cuore e l’anima mia.

Gesù, Giuseppe e Maria, assistetemi ora e nell’ultima agonia.

Gesù, Giuseppe e Maria, spiri in pace tra Voi l’anima mia.

Gesù, Giuseppe e Maria, fate che l’ultimo mio cibo sia la santa Eucaristia

3 Padre Nostro

Padre nostro, che sei nei cieli,sia santificato il tuo nome,venga il tuo regno,sia fatta la tua volontà,come in cielo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano,e rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori,e non ci indurre in tentazione,ma liberaci dal male. Amen.

Ave Maria

Ave, o Maria, piena di grazia, il Signore è con te. Tu sei benedetta fra le donne E benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen.

Gloria al Padre 

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.

Giuseppe carissimo, accetta questa mia supplica e disponi il mio spirito e la mia mente affinché sappiano accogliere con totale disponibilità la grazia che certamente mi giungerà per mano tua. Converti la mia vita, ti prego. 

INVOCAZIONI A SAN GIUSEPPE

Ricordati mio caro protettore San Giuseppe, purissimo sposo di Maria Vergine, che mai si udì che alcuno abbia invocato la tua protezione e chiesto il tuo aiuto, senza essere stato consolato. Con questa fiducia, vengo a te e con insistenza mi raccomando. O San Giuseppe, ascolta la mia preghiera, accoglila pietosamente ed esaudiscila. Amen

Glorioso San Giuseppe, sposo di Maria e padre davidico di Gesù, pensa a me, veglia su di me. Insegnami a lavorare per la mia santificazione ed aiutami a comprendere il tuo esempio di castità. Prendi sotto la tua pietosa cura i bisogni urgenti che oggi affido alle tue sollecitudini paterne.

Allontana gli ostacoli e le difficoltà e fa che il felice esito di quanto ti chiedo sia per la maggior gloria del Signore e per il bene della mia anima.

In segno della mia più viva riconoscenza, ti prometto di far conoscere le tue glorie, mentre con tutto l’affetto benedico il Signore che ti volle tanto potente in cielo e e sulla terra.

3 L’ETERNO RIPOSO

L’Eterno Riposo dona a loro o Signore, risplenda ad essi la luce perpetua riposino in pace. Amen

************

CORONCINA ALLO SPIRITO SANTO

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen,

spirito santo con doni1.Vieni, o Spirito di SAPIENZA, distaccaci dalle cose della terra, e infondici amore e gusto per le cose del cielo.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo.(per 7 volte)

2. Vieni, o Spirito d’INTELLETTO, rischiara la nostra mente con la luce dell’eterna verità e arricchiscila di santi pensieri.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo.(per 7 volte)

3. Vieni, o Spirito di CONSIGLIO, rendici docili alle tue ispirazioni e guidaci sulla via della salute.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

spirito santo doni
4. Vieni, o Spirito di FORTEZZA, e dacci forza, costanza e vittoria nelle battaglie contro i nostri spirituali nemici.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

5.Vieni, o Spirito di SCIENZA, sii Maestro alle anime nostre, e aiutaci a mettere in pratica i tuoi insegnamenti.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

spirito-tindari6. Vieni, o Spirito di PIETÀ, vieni a dimorare nel nostro cuore per possederne e santificarne tutti gli effetti.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

7.Vieni, o Spirito di SANTO TIMORE DI DIO, regna sulla nostra volontà, e fa che siamo sempre disposti a soffrire ogni male anzichè peccare.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

Letture di mercoledì 13 febbraio 2019

LETTURE DI MERCOLEDÌ

13 febbraio 2019

V Settimana del Tempo Ordinario (Anno dispari)

“… Non c’è nulla fuori dell’uomo che, entrando in lui, possa renderlo impuro. Ma sono le cose che escono dall’uomo a renderlo impuro».  …”

MADONNA DEL POGGIO

San Giovanni in Persiceto (BO) – 13 febbraio – Normalmente è a seguito di un apparizione della Santa Vergine che nasce una sorgente salutare e miracolosa, in questo caso invece la sorgente vi era già, a poca distanza da un altarino della Madonna, da qui il nome Madonna del Poggio.

B. Eustochio di Padova

(1433-1459) 13 febbraio – Si può dire che ella ebbe poca fortuna fin dall’inizio: nacque infatti da una suora. Accusata poi di essere indemoniata e di stregoneria, rischiò di essere bruciata viva.  Ma ancora più straordinari sono i fenomeni che la resero un caso unico. La storia e la preghiera. La Beata Eustochio e il demonio

Venite, adoriamo il Signore, prostrati davanti a lui che ci hai fatti; egli è il Signore nostro Dio.

PREGHIERA DEL MATTINO

Custodisci sempre con paterna bontà la Tua famiglia, Signore, e poiché unico fondamento della nostra speranza è la grazia che viene da Te, aiutaci sempre con la Ttua protezione. Amen

PRIMA LETTURA

Gn 2,4-9.15-17 – Dal libro della Gènesi

Nel giorno in cui il Signore Dio fece la terra e il cielo nessun cespuglio campestre era sulla terra, nessuna erba campestre era spuntata,
perché il Signore Dio non aveva fatto piovere sulla terra e non c’era ADAMOuomo che lavorasse il suolo, ma una polla d’acqua sgorgava dalla terra e irrigava tutto il suolo. Allora il Signore Dio plasmò l’uomo con polvere del suolo e soffiò nelle sue narici un alito di vita e l’uomo divenne un essere vivente. Poi il Signore Dio piantò un giardino in Eden, a oriente, e vi collocò l’uomo che aveva plasmato. Il Signore Dio fece germogliare dal suolo ogni sorta di alberi graditi alla vista e buoni da mangiare, e l’albero della vita in mezzo al giardino e l’albero della conoscenza del bene e del male. Il Signore Dio prese l’uomo e lo pose nel giardino di Eden, perché lo coltivasse e lo custodisse. Il Signore Dio diede questo comando all’uomo: «Tu potrai mangiare di tutti gli alberi del giardino, ma dell’albero della conoscenza del bene e del male non devi mangiare, perché, nel giorno in cui tu ne mangerai, certamente dovrai morire».

C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

SALMO RESPONSORIALE

Sal 103

RIT: Benedici il Signore, anima mia!

Benedetto sei tu, Signore, Dio della mia vitaBenedici il Signore, anima mia! Sei tanto grande, Signore, mio Dio! Sei rivestito di maestà e di splendore, avvolto di luce come di un manto. RIT

Tutti da te aspettano che tu dia loro cibo a tempo opportuno. Tu lo provvedi, essi lo raccolgono; apri la tua mano, si saziano di beni. RIT

Togli loro il respiro: muoiono, e ritornano nella loro polvere. Mandi il tuo spirito, sono creati, e rinnovi la faccia della terra. RIT

CANTO AL VANGELO

Alleluia, Alleluia.

La tua parola, Signore, è verità: consacraci nella verità.

Alleluia.

VANGELO

Mc 7, 14-23 – Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, Gesù, chiamata di nuovo la folla, diceva loro: insegna (5)«Ascoltatemi tutti e comprendete bene! Non c’è nulla fuori dell’uomo che, entrando in lui, possa renderlo impuro. Ma sono le cose che escono dall’uomo a renderlo impuro».  Quando entrò in una casa, lontano dalla folla, i suoi discepoli lo interrogavano sulla parabola. E disse loro: «Così neanche voi siete capaci di comprendere? Non capite che tutto ciò che entra nell’uomo dal di fuori non può renderlo impuro, perché non gli entra nel cuore ma nel ventre e va nella fogna?». Così rendeva puri tutti gli alimenti. E diceva: «Ciò che esce dall’uomo è quello che rende impuro l’uomo. Dal di dentro infatti, cioè dal cuore degli uomini, escono i propositi di male: impurità, furti, omicidi, adultèri, avidità, malvagità, inganno, dissolutezza, invidia, calunnia, superbia, stoltezza. Tutte queste cose cattive vengono fuori dall’interno e rendono impuro l’uomo».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

COMMENTO

Siamo chiamati alla conversione.

parlare e sparlareI nostri pensieri sono sconvolti dalle parole che Gesù oggi ci rivolge. Comunemente crediamo che sono le cose o/e le persone intorno a noi che ci fanno peccare, di conseguenza il male non è in noi ma nelle cose e nelle persone. Ma questo modo di pensare è sconvolto da Gesù che dice: “non è nel fuori, all’esterno dell’uomo che, entrando in lui, possa contaminarlo”. Il male viene invece dal di dentro, dal cuore. Riflettiamo attentamente! Gesù ci dice questo perché chiamati a conversione e una volta ravveduti ritorniamo ad essere abitanti del giardino dell’Eden in cui furono messi Adamo ed Eva, e da cui furono cacciati i nostri progenitori. Accadrà questo se avremo accettato di seguire Gesù e di mettere in pratica la sua parola di vita. (Preparato dai giovani monaci del monastero di S.Vincenzo Martire)

PREGHIERA DELLA SERA

preghiera -uomo-in-ginocchioO Signore, che ci ami e ci liberi da ogni giogo di oppressione, guarda alla nostra preghiera, affinché, liberati da ogni pesantezza del male, Ti serviamo con cuore libero e sereno. In cambio Ti affidiamo, le gioie e le fatiche, le rinunce e gli atti di carità che siamo riusciti a fare in questo giorno e Ti ringraziamo con tutto il cuore per tutto quello che fai per noi e ci dai ogni giorno. Amen.

ALMANACCO DEL 12 FEBBRAIO 2019

ALMANACCO DEL 12 FEBBRAIO 2019

Le pubblicazioni del calendario religioso di Maria Regina dell’Universo

——————————————————————————

preghiera6MESSAGGIO DI PADRE PIO

PER IL 12 FEBBRAIO

Salvare le anime, pregando sempre (LCS, 1 ott. 1971,30)

Tratto da “Buona Giornata ” – Edizioni Padre Pio da Pietrelcina

——————————————————————————

INDICE

MADRE DELLA MISERICORDIA
APPARIZIONI DI GROUCHIV
Letture di martedì 12 febbraio 2019
BEATI SACERDOTI MARTIRI INGLESI
San Goslino
CORONCINA ALLO SPIRITO SANTO

————————————————

IL MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE

“…vi chiedo di mettere in pratica quattro cose:… vivere i miei messaggi, leggere di più la Bibbia, offrire più preghiere secondo le mie intenzioni e fare più sacrifici programmandone anche alcuni particolari. …”

(Tratto da un messaggio dell’8 febbraio 1988 )

————————————————————————––——————————

MADRE DELLA MISERICORDIA

San Costanzo di Conche (BS) – 12 Febbraio 1080

Si deve all’eremita San Costanzo la costruzione a 1110 metri sul mare, di una piccola cappella dedicata alla Santa Vergine, la Madonna di Conche.

La storia delle apparizioni su https://biscobreak.altervista.org/2017/02/madre-della-misericordia/

—————————————————————————–

APPARIZIONI DI GROUCHIV

vergine con bambino( Ucraina ) 12 febbraio 1970-1972

… Il 12 febbraio 1970, nella prigione di Vladimir, a 165 Km a nordest di Mosca, la Vergine gli apparve invitandolo al perdono incondizionato, soprattutto verso i nemici, i Russi moscoviti. …

La storia delle apparizioni su https://biscobreak.altervista.org/2016/02/apparizioni-di-grouchiv

—————————————————————————–

LETTURE DI MARTEDÌ

12 febbraio 2019

V Settimana del Tempo Ordinario (Anno dispari)

“…  annullate la parola di Dio con la tradizione che avete tramandato voi. …”

La preghiera del mattino e della sera, le letture e il commento su https://biscobreak.altervista.org/2019/02/letture-di-martedi-12-febbraio-2019/

—————————————————————————-

BEATI SACERDOTI MARTIRI INGLESI

piconasanti16Beati Tommaso Hemerford, Giacomo Fenn, Giovanni Munden, Giovanni Nutter e Giorgio Haydock

martiri (1584) 12 febbraio

Questi giovani sacerdoti sono morti squartati vivi perché credevano nel loro ministero. E’ doveroso per noi ricordarli e ricordare che i ministri di Dio ci donano il corpo di Cristo vivo e vero nella SS. Eucarestia e per questo hanno fatto sacrifici, rinunce e a volte, come in questo caso hanno dato la loro stessa vita. La storia del loro martirio.

Le loro storie su https://biscobreak.altervista.org/2013/02/beati-sacerdoti-martiri-inglesi/

—————————————————————————

San Goslino (Gozzelino)

Abate di S. Solutore 12 febbraio 1053

Nato da una famiglia nobile divenne abate di San Solutore. Le sue reliquie vennero traslate nella chiesa dei santi martiri Solutore, Ottavio e Avventore, in seguito all’occupazione francese  di Torino.

La storia su https://biscobreak.altervista.org/2018/02/san-goslino-gozzelino/

——————————————————————————-

PREGHIERE E PROPOSTE IN CORSO 

CORONCINA ALLO SPIRITO SANTO

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen,

spirito santo con doni1.Vieni, o Spirito di SAPIENZA, distaccaci dalle cose della terra, e infondici amore e gusto per le cose del cielo.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo.(per 7 volte)

2. Vieni, o Spirito d’INTELLETTO, rischiara la nostra mente con la luce dell’eterna verità e arricchiscila di santi pensieri.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo.(per 7 volte)

3. Vieni, o Spirito di CONSIGLIO, rendici docili alle tue ispirazioni e guidaci sulla via della salute.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

spirito santo doni
4. Vieni, o Spirito di FORTEZZA, e dacci forza, costanza e vittoria nelle battaglie contro i nostri spirituali nemici.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

5.Vieni, o Spirito di SCIENZA, sii Maestro alle anime nostre, e aiutaci a mettere in pratica i tuoi insegnamenti.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

spirito-tindari6. Vieni, o Spirito di PIETÀ, vieni a dimorare nel nostro cuore per possederne e santificarne tutti gli effetti.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

7.Vieni, o Spirito di SANTO TIMORE DI DIO, regna sulla nostra volontà, e fa che siamo sempre disposti a soffrire ogni male anzichè peccare.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

Letture di martedì 12 febbraio 2019

LETTURE DI MARTEDÌ

12 febbraio 2019

V Settimana del Tempo Ordinario (Anno dispari)

“…  annullate la parola di Dio con la tradizione che avete tramandato voi. …”

Madre della Misericordia

APPARIZIONI DI GROUCHIV

( Ucraina ) 12 febbraio 1970-1972 – … Il 12 febbraio 1970, nella prigione di Vladimir, a 165 Km a nordest di Mosca, la Vergine gli apparve invitandolo al perdono incondizionato, soprattutto verso i nemici, i Russi moscoviti. …

San Goslino

B. Sacerdoti Martiri Inglesi

piconasanti16Beati Tommaso Hemerford, Giacomo Fenn, Giovanni Munden, Giovanni Nutter e Giorgio Haydock – martiri (1584) 12 febbraio – Questi giovani sacerdoti sono morti squartati vivi perché credevano nel loro ministero. E’ doveroso per noi ricordarli e ricordare che i ministri di Dio ci donano il corpo di Cristo vivo e vero nella SS. Eucarestia e per questo hanno fatto sacrifici, rinunce e a volte, come in questo caso hanno dato la loro stessa vita. La storia del loro martirio.

Venite, adoriamo il Signore, prostrati davanti a lui che ci hai fatti; egli è il Signore nostro Dio.

PREGHIERA DEL MATTINO

Custodisci sempre con paterna bontà la tua famiglia, Signore, e poiché unico fondamento della nostra speranza è la grazia che viene da te, aiutaci sempre con la tua protezione. Per Cristo nostro Signore. Amen.

PRIMA LETTURA

Gn 1, 20 – 2,4 – Dal libro della Gènesi

Dio disse: «Le acque brùlichino di esseri viventi e uccelli volino sopra la terra, davanti al firmamento del cielo». Dio creò i grandi mostri marini e tutti gli esseri viventi che guizzano e brùlicano nelle acque, secondo la loro specie, e tutti gli uccelli alati, secondo la loro specie. Dio vide che era cosa buona. Dio li benedisse: «Siate fecondi e moltiplicatevi e riempite le acque dei mari; gli uccelli si moltiplichino sulla terra». E fu sera e fu mattina: quinto giorno. Dio disse: «Ladio 2 terra produca esseri viventi secondo la loro specie: bestiame, rettili e animali selvatici, secondo la loro specie». E così avvenne. Dio fece gli animali selvatici, secondo la loro specie, il bestiame, secondo la propria specie, e tutti i rettili del suolo, secondo la loro specie. Dio vide che era cosa buona. Dio disse: «Facciamo l’uomo a nostra immagine, secondo la nostra somiglianza: domini sui pesci del mare e sugli uccelli del cielo, sul bestiame, su tutti gli animali selvatici e su tutti i rettili che strisciano sulla terra». E Dio creò l’uomo a sua immagine; a immagine di Dio lo creò: maschio e femmina li creò. Dio li benedisse e Dio disse loro: «Siate fecondi e moltiplicatevi, riempite la terra e soggiogatela, dominate sui pesci del mare e sugli uccelli del cielo e su ogni essere vivente che striscia sulla terra».

Dio disse: «Ecco, io vi do ogni erba che produce seme e che è su tutta la terra, e ogni albero fruttifero che produce seme: saranno il vostro cibo. A tutti gli animali selvatici, a tutti gli uccelli del cielo e a tutti gli esseri che strisciano sulla terra e nei quali è alito di vita, iosalvami o Dio do in cibo ogni erba verde». E così avvenne. Dio vide quanto aveva fatto, ed ecco, era cosa molto buona. E fu sera e fu mattina: sesto giorno. Così furono portati a compimento il cielo e la terra e tutte le loro schiere. Dio, nel settimo giorno, portò a compimento il lavoro che aveva fatto e cessò nel settimo giorno da ogni suo lavoro che aveva fatto. Dio benedisse il settimo giorno e lo consacrò, perché in esso aveva cessato da ogni lavoro che egli aveva fatto creando. Queste sono le origini del cielo e della terra quando vennero creati.

C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

SALMO RESPONSORIALE

Sal.8

RIT: O Signore, quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra!lode

Quando vedo i tuoi cieli, opera delle tue dita, la luna e le stelle che tu hai fissato, che cosa è mai l’uomo perché di lui ti ricordi, il figlio dell’uomo, perché te ne curi? RIT

Davvero l’hai fatto poco meno di un dio, di gloria e di onore lo hai coronato. Gli hai dato potere sulle opere delle tue mani, tutto hai posto sotto i suoi piedi. RIT

Tutte le greggi e gli armenti e anche le bestie della campagna, gli uccelli del cielo e i pesci del mare, ogni essere che percorre le vie dei mari. RIT

CANTO AL VANGELO

Alleluia, Alleluia.

Piega il mio cuore, o Dio, verso i tuoi insegnamenti; donami la grazia della tua legge.

Alleluia.

VANGELO

Mc 7, 1-13 – Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, si riunirono attorno a Gesù i farisei e alcuni degli scribi, venuti da Gerusalemme. Avendo visto che alcuni dei suoi discepoli prendevano cibo con mani impure, cioè non lavate – i farisei infatti e tutti i Giudei non mangiano se non si sono lavatitavola abluzioni accuratamente le mani, attenendosi alla tradizione degli antichi e, tornando dal mercato, non mangiano senza aver fatto le abluzioni, e osservano molte altre cose per tradizione, come lavature di bicchieri, di stoviglie, di oggetti di rame e di letti –, quei farisei e scribi lo interrogarono: «Perché i tuoi discepoli non si comportano secondo la tradizione degli antichi, ma prendono cibo con mani impure?». Ed egli rispose loro: «Bene ha profetato Isaìa di voi, ipocriti, come sta scritto: “Questo popolo mi onora con le labbra, ma il suo cuore è lontano da me. Invano mi rendono culto, insegnando dottrine che sono precetti di uomini”. Trascurando il comandamento di Dio, voi osservate la tradizione degli uomini». E diceva loro: «Siete veramente abili nel rifiutare il comandamento di Dio per osservare la vostra tradizione. Mosè infatti disse: “Onora tuo padre e tua madre”, e: “Chi maledice il padre o la madre sia messo a morte”. Voi invece dite: “Se uno dichiara al padre o alla madre: Ciò con cui dovrei aiutarti è korbàn, cioè offerta a Dio”, non gli consentite di fare più nulla per il padre o la madre. Così annullate la parola di Dio con la tradizione che avete tramandato voi. E di cose simili ne fate molte».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

COMMENTO

La fede.

L’ennesima provocazione da parte dei farisei di Gesù: “E’ valida ancora la tradizione mosaica? – perché vediamo che i tuoi discepoli, che sono ebrei non la osservano”. La fede che ci viene richiesta di professare in Gesù è una fede che deve avere strettissimo mani-caritàcontatto con la vita quotidiana, anzi è la fede che fa agire, pensare, parlare in maniera degna della vocazione che abbiamo ricevuto. Oggi Gesù richiama proprio quanti negano questi reali e imprescindibili legami tra fede e opere di ogni giorno. Per noi cristiani non ci può essere religione autentica senza azione, fede e amore. “La fede senza le opere è morta”. Da qui si avrà che anche le azioni quotidiane potranno diventare culto interiore a Dio Padre e continuazione della nostra preghiera. Non può non essere cosi visto che l’uomo è stato creato a immagine di Dio, perciò Gesù ci richiama ad avere gli stessi pensieri di Dio, Padre e creatore, a percorrere le stesse vie. (Preparato dai giovani monaci del monastero di S.Vincenzo Martire)

PREGHIERA DELLA SERApreghiera

O Signore, Padre santo, accogli le suppliche che indegnamente ti presentiamo: purifica i nostri cuori, rendili semplici e umili perché la nostra preghiera ti sia gradita. In cambio Ti affidiamo, le gioie e le fatiche, le rinunce e gli atti di carità che siamo riusciti a fare in questo giorno e Ti ringraziamo con tutto il cuore per tutto quello che fai per noi e ci dai ogni giorno. Amen.

ALMANACCO DELL’11 FEBBRAIO 2019

ALMANACCO DELL’11 FEBBRAIO 2019

Le pubblicazioni del calendario religioso di Maria Regina dell’Universo

——————————————————————————-

MESSAGGIO DI PADRE PIOsacerdote-Padre-Pio-with-Father-Michael-Nardone-Minister-General-of-the-Trinitarian-Order

PER L’11 FEBBRAIO

Il miglior conforto è quello che viene dalla preghiera (GC, 38)

Tratto da “Buona Giornata ” – Edizioni Padre Pio da Pietrelcina

——————————————————————————

INDICE

Malta1_2006LE APPARIZIONI DI LOURDES
LE APPARIZIONI DELLA VERGINE A MALTA
Letture di lunedì 11 febbraio 2019
San Caedmon
SANTA MARGHERITA D’OINGT
PATTI LATERANENSI
CORONCINA ALLO SPIRITO SANTO

————————————————

IL MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE

“…Preghiamo tutti il nostro caro Padre perchè volga il suo sguardo verso quelli che sono tristi, malati e soli. Invitate pure loro a dedicarsi alla preghiera, al digiuno e al sacrificio. … Ma non si può ottenere nulla se anch’essi non cercano questo contatto col Padre.” 

(Tratto da un messaggio del 02 febbraio 1992 )

————————————————————————––——————————

LE APPARIZIONI DI LOURDES

lourdes311 febbraio 1858 

L’ 11 febbraio è la festa della Beata Vergine Maria di Lourdes. Il susseguirsi dei fatti, ma anche un’analisi razionale degli avvenimenti con la descrizione del primo e più eclatante miracolo documentato da un medico anticattolico. Perché fare un pellegrinaggio e cosa ci si aspetta.

Descrizione dei fatti, del primo grande miracolo, il film e il significato del pellegrinaggio su https://biscobreak.altervista.org/2013/02/le-apparizioni-di-lourdes/

———————————————————————–

LE APPARIZIONI DELLA VERGINE A MALTA

vergine di malta11 febbraio 2006 

148 anni dopo le apparizioni a Lourdes, nello stesso giorno, la Vergine Maria appare a Malta al veggente Angelik Caruana sulla collinetta di Borg in-Nadur a Birzebbuga, presentandosi come la Regina della Pace e della Famiglia e chiedendo la conversione urgente delle famiglie e molta preghiera per le controversie di cinque paesi in particolare: l’Iran, la Russia, l’America, la Cina e l’Australia. 

Le apparizioni a Malta e la relazione con Medjguorje su https://biscobreak.altervista.org/2013/02/le-apparizioni-della-vergine-a-malta/

—————————————————————————–

LETTURE DI LUNEDÌ

11 febbraio 2019

V Settimana del Tempo Ordinario (Anno dispari)

“…cominciarono a portargli sulle barelle i malati, dovunque udivano che egli si trovasse. …”

La preghiera del mattino e della sera, le letture e il commento su https://biscobreak.altervista.org/2019/02/letture-di-lunedi-11-febbraio-2019/

—————————————————————————-

SANTA MARGHERITA D’OINGT 

SANTA MARGHERITA D’OINGTmistica religiosa dell’Ordine certosino (1240 –1310) 11 febbraio

Marguerite d’Oingt è una delle prime poetesse delle quali si abbia traccia in Francia. Benedetto XVI di lei disse: « Margherita ci invita a meditare la vita di dolore e amore di Gesù e di Maria e a dare così un senso alla nostra esistenza », ovvero « mettere la nostra vita al servizio di Dio e degli altri »

La storia di Santa Margherita D’Oingt, l’omelia di Benedetto XVI e i suoi scritti su https://biscobreak.altervista.org/2016/02/santa-margherita-doingt/

—————————————————————————

San Caedmoncaedmon_f

(680) 11 febbraio

Per quanto alcuni suoi poemi si fecero poi risalire a tempi posteriori, Caedmon è e rimane “il padre della poesia sacra inglese“. Ma è la nascita di questo suo talento che rende assai misterioso il dono a lui assegnato da Dio.

La storia del “padre della poesia sacra inglese” su https://biscobreak.altervista.org/2013/02/s-caedmon/

—————————————————————————–

PATTI LATERANENSI1929 patti lateranensi

11 febbraio 1929

Nella 25ª Giornata del malato ricordiamo i Patti Lateranensi ossia il patto stipulato tra Mussolini e il Cardinale Gasparri per regolare i rapporti tra lo stato e la Chiesa in Italia fino ad oggi. E’ attraverso questo trattato che è stato riconosciuto il cattolicesimo come religione dello Stato Italiano.

Ma vediamo più precisamente di cosa si tratta su https://biscobreak.altervista.org/2015/02/patti-lateranensi/

——————————————————————————-

PREGHIERE E PROPOSTE IN CORSO 

CORONCINA ALLO SPIRITO SANTO

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen,

spirito santo con doni1.Vieni, o Spirito di SAPIENZA, distaccaci dalle cose della terra, e infondici amore e gusto per le cose del cielo.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo.(per 7 volte)

2. Vieni, o Spirito d’INTELLETTO, rischiara la nostra mente con la luce dell’eterna verità e arricchiscila di santi pensieri.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo.(per 7 volte)

3. Vieni, o Spirito di CONSIGLIO, rendici docili alle tue ispirazioni e guidaci sulla via della salute.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

spirito santo doni
4. Vieni, o Spirito di FORTEZZA, e dacci forza, costanza e vittoria nelle battaglie contro i nostri spirituali nemici.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

5.Vieni, o Spirito di SCIENZA, sii Maestro alle anime nostre, e aiutaci a mettere in pratica i tuoi insegnamenti.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

spirito-tindari6. Vieni, o Spirito di PIETÀ, vieni a dimorare nel nostro cuore per possederne e santificarne tutti gli effetti.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

7.Vieni, o Spirito di SANTO TIMORE DI DIO, regna sulla nostra volontà, e fa che siamo sempre disposti a soffrire ogni male anzichè peccare.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

Letture di lunedì 11 febbraio 2019

LETTURE DI LUNEDÌ

11 febbraio 2019

V Settimana del Tempo Ordinario (Anno dispari)

“…cominciarono a portargli sulle barelle i malati, dovunque udivano che egli si trovasse. …”

Le apparizioni della Vergine a Malta

LE APPARIZIONI DI LOURDES

11 febbraio 1858 – L’ 11 febbraio è la festa della Beata Vergine Maria di Lourdes. Il susseguirsi dei fatti, ma anche un’analisi razionale degli avvenimenti con la descrizione del primo e più eclatante miracolo documentato da un medico anticattolico. Perché fare un pellegrinaggio e cosa ci si aspetta. Descrizione dei fatti, del primo grande miracolo, il film e il significato del pellegrinaggio.

San Caedmon

SANTA MARGHERITA D’OINGT

mistica religiosa dell’Ordine certosino (1240 –1310) 11 febbraio – SANTA MARGHERITA D’OINGT2Marguerite d’Oingt è una delle prime poetesse delle quali si abbia traccia in Francia. Benedetto XVI di lei disse: « Margherita ci invita a meditare la vita di dolore e amore di Gesù e di Maria e a dare così un senso alla nostra esistenza », ovvero « mettere la nostra vita al servizio di Dio e degli altri » La storia di Santa Margherita D’Oingt, l’omelia di Benedetto XVI e i suoi scritti.

Venite, adoriamo il Signore, prostrati davanti a lui che ci ha fatti; egli è il Signore nostro Dio. 

PREGHIERA DL MATTINO

Custodisci sempre con paterna bontà la tua famiglia, Signore, e poiché unico fondamento della nostra speranza è la grazia che viene da te, aiutaci sempre con la tua protezione. Per Cristo nostro Signore. Amen.

PRIMA LETTURA

Gn 1, 1-19 – Dal libro della Gènesi

In principio Dio creò il cielo e la terra. La terra era informe e deserta e le tenebre ricoprivano l’abisso e lo spirito di Dio aleggiava sulle acque.
Dio disse: «Sia la luce!». E la luce fu. Dio vide che la luce era cosa buona e Dio separò la luce dalle tenebre. Dio chiamò la luce giorno, mentre chiamò le tenebre notte. E fu sera e terra2fu mattina: giorno primo.
Dio disse: «Sia un firmamento in mezzo alle acque per separare le acque dalle acque». Dio fece il firmamento e separò le acque che sono sotto il firmamento dalle acque che sono sopra il firmamento. E così avvenne. Dio chiamò il firmamento cielo. E fu sera e fu mattina: secondo giorno.
Dio disse: «Le acque che sono sotto il cielo si raccolgano in un unico luogo e appaia l’asciutto». E così avvenne. Dio chiamò l’asciutto terra, mentre chiamò la massa delle acque mare. Dio vide che era cosa buona. Dio disse: «La terra produca germogli, erbe che producono seme e alberi da frutto, che fanno sulla terra frutto con il seme, ciascuno secondo la propria specie». E così avvenne. E la terra produsse germogli, erbe che producono seme, ciascuna secondo la propria specie, e alberi che fanno ciascuno frutto con il seme, secondo la propria specie. Dio vide che era cosa buona. E fu sera e fu mattina: terzo giorno.
Dio disse: «Ci siano fonti di luce nel firmamento del cielo, per separare il giorno dalla notte; siano segni per le feste, per i giorni e per gli anni e siano fonti di luce nel firmamento del cielo per illuminare la terra». E così avvenne. E Dio fece le due fonti di luce grandi: la fonte di luce maggiore per governare il giorno e la fonte di luce minore per governare la notte, e le stelle. Dio le pose nel firmamento del cielo per illuminare la terra e per governare il giorno e la notte e per separare la luce dalle tenebre. Dio vide che era cosa buona. E fu sera e fu mattina: quarto giorno.
C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

SALMO RESPONSORIALE

Sal.103

RIT: Gioisca il Signore per tutte le sue creature.

Benedici il Signore, anima mia! Sei tanto grande, Signore, mio Dio! Sei rivestito di maestà e di splendore, avvolto di luce come di un manto. RIT

Egli fondò la terra sulle sue basi: non potrà mai vacillare. Tu l’hai coperta con l’oceano come una veste; al di sopra dei monti stavano le acque. RIT

Tu mandi nelle valli acque sorgive perché scorrano tra i monti, In alto abitano gli uccelli del cielo e cantano tra le fronde. RIT

Quante sono le tue opere, Signore! Le hai fatte tutte con saggezza; la terra è piena delle tue creature. Benedici il Signore, anima mia. RIT

CANTO AL VANGELO

Alleluia, Alleluia.
Gesù annunciava il vangelo del Regno e guariva ogni sorta di malattie e infermità nel popolo.
Alleluia.

VANGELO

Mc 6, 53-56 – Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, Gesù e i suoi discepoli, compiuta la traversata fino a terra, giunsero a Gennèsaret e approdarono.
Scesi dalla barca, la gente subito lo riconobbe e, accorrendo da tutta quella regione, cominciarono a portargli sulle barelle i malati, dovunque udivano che egli si trovasse. E là dove giungeva, in villaggi o città o campagne, deponevano i malati nelle piazze e lo supplicavano di poter toccare almeno il lembo del suo mantello; e quanti lo toccavano venivano salvati.
C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

COMMENTO

Un tocco di speranza

miracolo (2)[…] anzitutto soccorrere i malati e non i sani […] cercare Gesù e condurre a lui gli affaticati e gli oppressi di questo nostro mondo. Non basta procurare loro un buon ospedale e affidarli alle buone cure dei medici; quasi sempre alla malattia del corpo si accompagna uno stato di spossatezza dell’anima, un’infermità dello spirito, che merita la migliore attenzione. Quando riponiamo tutte le nostre speranze solo ed esclusivamente nell’apporto della medicina e delle cure esterne degli uomini, rischiamo di trascurare la parte più importante e preziosa dell’uomo, la sua anima. Capita troppo spesso di trovarci impreparati dinanzi al malato, soprattutto dinanzi al malato terminale, quando la medicina e i medici hanno smesso, perché impotenti, il loro compito, quando in tono di passiva rassegnazione sentiamo dire o diciamo a noi stessi: «Non c’è più nulla da fare». È un inganno. Quando non c’è più nulla da fare da parte dei medici e della medicina, dovrebbe iniziare un amorevole premura, che aiuti il paziente ad affrontare nel modo migliore possibile il dramma della morte. […] (FONTE: lachiesa.it)

PREGHIERA DELLA SERA

sacro_cuore3Tutta la creazione attende la salvezza che solo Tu o Signore ci puoi dare. Nell’attesa della venuta di Cristo, Ti presentiamo o Padre le necessità della Chiesa e del mondo. Rinnova, Signore, la Tua alleanza con noi. In cambio Ti affidiamo, le gioie e le fatiche, le rinunce e gli atti di carità che siamo riusciti a fare in questo giorno e Ti ringraziamo con tutto il cuore per tutto quello fai per noi e ci dai ogni giorno. O Dio eterno, presente nella creazione e ancor più nella redenzione, fà che accogliamo con gratitudine i doni che ci hai elargito e siamo solerti collaboratori della Tua opera nel mondo. Per Cristo nostro Signore. Amen.

 

ALMANACCO DEL 10 FEBBRAIO 2019

ALMANACCO DEL 10 FEBBRAIO 2019

Le pubblicazioni del calendario religioso di Maria Regina dell’Universo

——————————————————————————-

scrive1MESSAGGIO DI PADRE PIO
PER IL 10 FEBBRAIO

Le mie preghiere, delle quali mi fai istanza, non ti mancano mai, perché non mi posso dimenticare di te che mi costi tanti sacrifici. Ti ho partorito a Dio nell’estremo dolore del cuore. Confido nella carità che nelle tue preghiere non ti dimentichi di chi porta la croce per tutti (Epist. III, p. 983)

Tratto da “Buona Giornata ” – Edizioni Padre Pio da Pietrelcina

——————————————————————————

INDICE

MADRE DI DIO DI TEODORO
Letture di domenica 10 febbraio 2019
SANTA SCOLASTICA
Beato José Sanchez Del Rio
Vittime delle Foibe
LE SETTE DOMENICHE A SAN GIUSEPPE
NOVENA ALLA B.V.M. DI LOURDES
CORONCINA ALLO SPIRITO SANTO

————————————————

IL MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE

“Pregate, pregate, pregate. Credete fermamente, confessatevi con regolarità e comunicatevi. E’ questa l’unica via di salvezza.”/ “… è l’ora di Satana! 

(Tratto da un messaggio del 10 febbraio 1982/1983 )

————————————————————————––——————————

MADRE DI DIO DI TEODORO

Sumorim Totma10 febbraio

Ivan il Terribile rispondendo alla richiesta del popolo autorizzò la costruzione di un nuovo monastero dedicato a Lei e al Santo che prima di una guarigione appariva al malato con l’icona in mano.   

La storia della Vergine degli Zar su https://biscobreak.altervista.org/2017/02/madre-di-dio-di-teodoro/

—————————————————————————–

LETTURE DI DOMENICA

10 febbraio 2019

V Domenica del Tempo Ordinario (Anno c)

“… «Signore, allontànati da me, perché sono un peccatore». …”

La preghiera del mattino e della sera, le letture e il commento su https://biscobreak.altervista.org/2019/02/letture-di-domenica-10-febbraio-2019/

—————————————————————————-

SANTA SCOLASTICA

(547) 10 febbraio

… ma ella rispose: «Ho chiesto un favore a te e tu me l’hai negato. L’ho chiesto a Dio, e lui me l’ha concesso».

La storia e la video-storia  su  https://biscobreak.altervista.org/2013/02/s-scolastica/ 

——————————————————————————-

Beato José Sanchez Del Riojlsanchez

Martire (1913 – 1928) 10 febbraio

Il quattordicenne messicano José Sanchez Del Rio, visitando la tomba del beato martire Anacleto González Flores, chiese a Dio di poter morire in difesa della fede. Fu ucciso il 10 febbraio 1928, gridando: “Viva Cristo Re! Viva la Vergine di Guadalupe!”.

La commovente storia del giovane Beato José Sanchez Del Rio con video racconti su https://biscobreak.altervista.org/2016/02/beato-jose-sanchez-del-rio/ 

—————————————————————————

VITTIME DELLE FOIBE

10 febbraio 1947

Il Giorno del ricordo è una solennità civile nazionale italiana istituita per conservare e rinnovare «la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale».

Il giorno della memoria delle Vittime delle Foibe con un riassunto dei fatti e un video-racconto ricco di testimonianze su  https://biscobreak.altervista.org/2018/02/vittime-delle-foibe/

——————————————————————————-

PREGHIERE E PROPOSTE IN CORSO 

LE SETTE DOMENICHE A SAN GIUSEPPE

II. DOMENICA

Imitiamo San Giuseppe nelle sue sublimi virtù! Tutti possiamo trovare in lui un modelloprezioso ricco di umiltà, di obbedienza e di sacrificio, proprio le virtù più necessarie per la vita spirituale. La vera devozione, dice S. Agostino, è l’imitazione di colui che si venera.

Fioretto: In tutte le tentazioni invocare il Nome di Gesù per difesa; nelle afflizioni invocare il nome di Gesù per conforto.

Intenzione: Pregare per gli agonizzanti non assistiti.

Giaculatoria: O Giuseppe giustissimo, prega per noi.

************

NOVENA ALLA B.V.M. DI LOURDES

O Vergine Immacolata, Madre di misericordia, salute degli infermi, rifugio dei peccatori, consolatrice degli afflitti, Tu conosci i  miei bisogni, le mie sofferenze; degnati di volgere su di me uno sguardo propizio a mio sollievo e conforto.

Con l’apparire nella grotta di Lourdes, hai voluto ch’essa divenisse un luogo privilegiato da dove diffondere le tue grazie, e già molti infelici vi hanno trovato il rimedio alle loro infermità spirituali e corporali.

Anch’io vengo pieno di fiducia ad implorare i tuoi materni favori; esaudisci, o tenera Madre, la mai umile preghiera e, colmato dei tuoi benefici, mi sforzerò d’imitarne le tue virtù, per partecipare un giorno alla tua gloria in Paradiso. Così sia.

3 Ave Maria

Nostra Signora di Lourdes, prega per noi.

Sia benedetta la Santa ed Immacolata Concezione della Beatissima Vergine Maria, Madre di Dio.

LITANIE ALLA BVM DI LOURDES

Signore pietà, Signore pietà
Cristo pietà, Cristo pietà
Signore pietà, Signore pietà

Nostra Signora di Lourdes, Vergine Immacolata, prega per noimadonna_di_lourdes
Nostra Signora di Lourdes, Madre del  Divin Salvatore, prega per noi
Nostra Signora di Lourdes, che hai  scelto come interprete una debole e povera fanciulla, prega per noi
Nostra Signora di Lourdes, che hai  fatto sgorgare sulla terra una sorgente che dà conforto a tanti pellegrini, prega per noi
Nostra Signora di Lourdes, dispensatrice dei doni del Cielo, prega per noi
Nostra Signora di Lourdes, a cui Gesù  nulla può rifiutare, prega per noi
Nostra Signora di Lourdes, che nessuno ha mai invocato invano, prega per noi
Nostra Signora di Lourdes, consolatrice  degli afflitti, prega per noi
Nostra Signora di Lourdes, che guarisci da ogni malattia, prega per noi
Nostra Signora di Lourdes,  speranza dei pellegrini, prega per noi
Nostra Signora di Lourdes, che preghi  per i peccatori, prega per noi
Nostra Signora di Lourdes, che ci inviti  alla penitenza, prega per noi
Nostra Signora di Lourdes, sostegno  della santa Chiesa, prega per noi
Nostra Signora di Lourdes, avvocata  delle anime del purgatorio, prega per noi
Nostra Signora di Lourdes, Vergine del Santo Rosario, prega per noi

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo,
perdonaci Signore
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo,
ascoltaci o Signore
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo,
abbi pietà di noi

Prega per noi, Nostra Signora di Lourdes,
affinché siamo fatti degni delle promesse di Cristo.

Preghiamo: Signore Gesù, noi ti benediciamo e ti ringraziamo per tutte le grazie che, per mezzo della Madre tua a Lourdes, hai sparso sul tuo popolo in preghiera e sofferente. Fa’ che anche noi, per l’intercessione di Nostra Signora di Lourdes, possiamo aver parte di questi beni per meglio amarti e servirti! Amen.

************

CORONCINA ALLO SPIRITO SANTO

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen,

spirito santo con doni1.Vieni, o Spirito di SAPIENZA, distaccaci dalle cose della terra, e infondici amore e gusto per le cose del cielo.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo.(per 7 volte)

2. Vieni, o Spirito d’INTELLETTO, rischiara la nostra mente con la luce dell’eterna verità e arricchiscila di santi pensieri.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo.(per 7 volte)

3. Vieni, o Spirito di CONSIGLIO, rendici docili alle tue ispirazioni e guidaci sulla via della salute.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

spirito santo doni
4. Vieni, o Spirito di FORTEZZA, e dacci forza, costanza e vittoria nelle battaglie contro i nostri spirituali nemici.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

5.Vieni, o Spirito di SCIENZA, sii Maestro alle anime nostre, e aiutaci a mettere in pratica i tuoi insegnamenti.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

spirito-tindari6. Vieni, o Spirito di PIETÀ, vieni a dimorare nel nostro cuore per possederne e santificarne tutti gli effetti.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

7.Vieni, o Spirito di SANTO TIMORE DI DIO, regna sulla nostra volontà, e fa che siamo sempre disposti a soffrire ogni male anzichè peccare.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

Letture di domenica 10 febbraio 2019

LETTURE DI DOMENICA

10 febbraio 2019

V Domenica del Tempo Ordinario (Anno c)

“… «Signore, allontànati da me, perché sono un peccatore». …”

MADRE DI DIO DI TEODORO

Sumorim Totma10 febbraio – Ivan il Terribile rispondendo alla richiesta del popolo autorizzò la costruzione di un nuovo monastero dedicato a Lei e al Santo che prima di una guarigione appariva al malato con l’icona in mano. La storia della Vergine degli Zar.

SANTA SCOLASTICA

jlsanchezBeato José Sanchez Del Rio

Martire (1913 – 1928) 10 febbraio – Il quattordicenne messicano José Sanchez Del Rio, visitando la tomba del beato martire Anacleto González Flores, chiese a Dio di poter morire in difesa della fede. Fu ucciso il 10 febbraio 1928, gridando: “Viva Cristo Re! Viva la Vergine di Guadalupe!”. La commovente storia del giovane Beato José Sanchez Del Rio con video racconti. 

“Venite, adoriamo il Signore, prostrati davanti a lui che ci hai fatti; egli è il Signore nostro Dio.”

PREGHIERA DEL MATTINO

Custodisci sempre con paterna bontà la Tua famiglia, Signore, e poiché unico fondamento della nostra speranza è la grazia che viene da Te, aiutaci sempre con la Tua protezione. Amen.

PRIMA LETTURA

Is 6, 1-2. 3-8 – Dal libro del profeta Isaia.

Isaia e il carbone ardenteNell’anno in cui morì il re Ozìa, io vidi il Signore seduto su un trono alto ed elevato; i lembi del suo manto riempivano il tempio. Sopra di lui stavano dei serafini; ognuno aveva sei ali. Proclamavano l’uno all’altro, dicendo: «Santo, santo, santo il Signore degli eserciti! Tutta la terra è piena della sua gloria». Vibravano gli stipiti delle porte al risuonare di quella voce, mentre il tempio si riempiva di fumo. E dissi: «Ohimè! Io sono perduto, perché un uomo dalle labbra impure io sono e in mezzo a un popolo dalle labbra impure io abito; eppure i miei occhi hanno visto il re, il Signore degli eserciti». Allora uno dei serafini volò verso di me; teneva in mano un carbone ardente che aveva preso con le molle dall’altare. Egli mi toccò la bocca e disse: «Ecco, questo ha toccato le tue labbra, perciò è scomparsa la tua colpa e il tuo peccato è espiato». Poi io udii la voce del Signore che diceva: «Chi manderò e chi andrà per noi?». E io risposi: «Eccomi, manda me!».
C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

SALMO RESPONSORIALE

Sal 137

RIT: Cantiamo al Signore, grande è la sua gloria.

angelo che cantaTi rendo grazie, Signore, con tutto il cuore: hai ascoltato le parole della mia bocca. Non agli dèi, ma a te voglio cantare, mi prostro verso il tuo tempio santo. RIT

Rendo grazie al tuo nome per il tuo amore e la tua fedeltà: hai reso la tua promessa più grande del tuo nome. Nel giorno in cui ti ho invocato, mi hai risposto, hai accresciuto in me la forza. RIT

Ti renderanno grazie, Signore, tutti i re della terra, quando ascolteranno le parole della tua bocca. Canteranno le vie del Signore: grande è la gloria del Signore! RIT

La tua destra mi salva. Il Signore farà tutto per me. Signore, il tuo amore è per sempre: non abbandonare l’opera delle tue mani. RIT

SECONDA LETTURA

1 Cor 15, 1-11 – Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corinzi.

risorto1

Vi proclamo, fratelli, il Vangelo che vi ho annunciato e che voi avete ricevuto, nel quale restate saldi e dal quale siete salvati, se lo mantenete come ve l’ho annunciato. A meno che non abbiate creduto invano! A voi infatti ho trasmesso, anzitutto, quello che anch’io ho ricevuto, cioè che Cristo morì per i nostri peccati secondo le Scritture e che fu sepolto e che è risorto il terzo giorno secondo le Scritture e che apparve a Cefa e quindi ai Dodici.
In seguito apparve a più di cinquecento fratelli in una sola volta: la maggior parte di essi vive ancora, mentre alcuni sono morti. Inoltre apparve a Giacomo, e quindi a tutti gli apostoli. Ultimo fra tutti apparve anche a me come a un aborto.Io infatti sono il più piccolo tra gli apostoli e non sono degno di essere chiamato apostolo perché ho perseguitato la Chiesa di Dio. Per grazia di Dio, però, sono quello che sono, e la sua grazia in me non è stata vana. Anzi, ho faticato più di tutti loro, non io però, ma la grazia di Dio che è con me. Dunque, sia io che loro, così predichiamo e così avete creduto.
Parola di Dio.

Forma breve (1Cor 15, 3-8.11):

Dalla lettera prima lettera di san Paolo apostolo ai CorìnziPaolo conversione2

Fratelli, a voi ho trasmesso, anzitutto, quello che anch’io ho ricevuto, cioè
che Cristo morì per i nostri peccati secondo le Scritture e che fu sepolto
e che è risorto il terzo giorno secondo le Scritture e che apparve a Cefa e quindi ai Dodici. In seguito apparve a più di cinquecento fratelli in una sola volta: la maggior parte di essi vive ancora, mentre alcuni sono morti. Inoltre apparve a Giacomo, e quindi a tutti gli apostoli. Ultimo fra tutti apparve anche a me come a un aborto.
Dunque, sia io che loro, così predichiamo e così avete creduto.
C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

CANTO AL VANGELO

Alleluia, Alleluia.

Venite dietro a me, dice il Signore, vi farò pescatori di uomini.

Alleluia.

VANGELO

Lc 5, 1-11 – Dal Vangelo secondo Luca

barca1

In quel tempo, mentre la folla gli faceva ressa attorno per ascoltare la parola di Dio, Gesù, stando presso il lago di Gennèsaret, vide due barche accostate alla sponda. I pescatori erano scesi e lavavano le reti. Salì in una barca, che era di Simone, e lo pregò di scostarsi un poco da terra. Sedette e insegnava alle folle dalla barca.
Quando ebbe finito di parlare, disse a Simone: «Prendi il largo e gettate le vostre reti per la pesca». Simone rispose: «Maestro, abbiamo faticato tutta la notte e non abbiamo preso nulla; ma sulla tua parola getterò le reti». Fecero così e presero una quantità enorme di pesci e le loro reti quasi si rompevano. Allora fecero cenno ai compagni dell’altra barca, che venissero ad aiutarli. Essi vennero e riempirono tutte e due le barche fino a farle quasi affondare. Al vedere questo, Simon Pietro si gettò alle ginocchia di Gesù, dicendo: «Signore, allontànati da me, perché sono un peccatore». Lo stupore infatti aveva invaso lui e tutti quelli che erano con lui, per la pesca che avevano fatto; così pure Giacomo e Giovanni, figli di Zebedèo, che erano soci di Simone. Gesù disse a Simone: «Non temere; d’ora in poi sarai pescatore di uomini». E, tirate le barche a terra, lasciarono tutto e lo seguirono.
C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

Lettura ed Omelia di Don Ferdinando Colombo

(DISPONIBILE DA DOMENICA)

COMMENTO

Da pescatori di pesci a pescatori di uomini.

Mentre camminava lungo il mare di Galilea vide due fratelli, Simone, chiamato Pietro, e Andrea suo fratello, che gettavano la rete in mare, poiché erano pescatori. E disse loro: «Seguitemi, vi farò pescatori di uomini». Così Gesù chiama a sé i suoi e detta loro un nuovo programma di vita. Egli stesso, proponendosi come loro modello, afferma il primato della Parola e della testimonianza. barca2Istruisce continuamente le folle che accorrono a Lui. Deve scostarsi dalla riva del lago per evitare la calca e farsi sentire e vedere da tutti. Gesù è il pescatore di uomini; Egli li attrae, li illumina, li converte, li risana nel corpo e nello spirito. È questa la sua missione, questa sarà anche la missione degli apostoli. Dovranno però agire nel suo nome, essere umili portatori del Vangelo di Cristo. Hanno perciò bisogno di maturare una illimitata fiducia in Colui che li ha chiamati e li invierà al mondo. Ecco allora il comando del Signore: «Prendi il largo e gettate le vostre reti per la pesca». Non è né il momento né l’ora per andare a pescare e Pietro, Giacomo e Giovanni, tutti espertissimi del mestiere, ricordano a Gesù che hanno trascorso già l’intera notte nel lago senza aver preso nulla, ma aggiungono, per bocca di Simòn Pietro: «Sulla tua parola getterò le reti». La pesca che ne segue è miracolosa. Riempiono di grossi pesci le loro barche e il cuore di meraviglia e di stupore. Gli Apostoli hanno ricevuto una bella lezione da non dimenticare mai.

Quando si agisce nel nome del Signore, è Lui stesso a dare efficacia alle nostre azioni. Gesù lo spiegherà meglio dicendoci più barca 6chiaramente: «Senza di me non potete fare nulla». Gli apostoli e i fedeli di ogni tempo lo hanno sperimentato. La storia della Chiesa lo testimonia. I Santi fino ai nostri giorni, in modo eroico, hanno affermato con tutta la loro vita il primato di Cristo e la forza della sua parola di verità. Nello stesso nome avvengono ancora le pesche miracolose. Nel suo nome ogni giorno iniziamo le nostre azioni quotidiane affinché siano per noi fonte di merito, nello stesso nome la Chiesa inizia tutte le sue liturgie. In questa domenica ci viene offerta l’occasione propizia per dare il vero senso ai nostri segni di croce quando ripetiamo appunto: «Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo». Significa dare la giusta intenzione al nostro agire e garantirsi la protezione della Trinità beata.(Preparata dai giovani monaci del monastero di S.Vincenzo Martire)

PREGHIERA DELLA SERA

affidamentoIl Tuo Spirito Gesù è il principale artefice della preghiera della Chiesa; Ci affidiamo alla Tua ispirazione interiore e innalziamo a Te o Padre la nostra preghiera. Esaudisci il Tuo popolo, o Signore. In cambio Ti affidiamo tutta la nostra vita, in un’incondizionato atto di amore per la salvezza di tutte le anime, in particolar modo di quelle a noi più care. Concedi, a noi il dono della Tua sapienza, o Padre, e fà che la Tua Chiesa diventi segno concreto dell’umanità nuova, fondata nella libertà e nella comunione fraterna. Per Cristo nostro Signore. Amen.

 

ALMANACCO DEL 9 FEBBRAIO 2019

ALMANACCO DEL 9 FEBBRAIO 2019

Le pubblicazioni del calendario religioso di Maria Regina dell’Universo

——————————————————————————-

preghiera Cleonice alle spalle di Padre PioMESSAGGIO DI PADRE PIO

PER IL 9 FEBBRAIO

Quando tu ti troverai appresso Dio nell’orazione, considera la tua verità; parlagli se puoi, e se non puoi, fermati, fatti vedere e non ti pigliare altro fastidio (Epist. III, p. 983)

Tratto da “Buona Giornata ” – Edizioni Padre Pio da Pietrelcina

——————————————————————————-

INDICE

VERGINE D’AFRICA
Letture di sabato 9 febbraio 2019
S. Michele Febres Cordero
BEATA ANNA CATERINA EMMERICH
Profezie della B. Anna Caterina Emmerich
ANTONIO PAVARELLO
NOVENA ALLA B.V.M. DI LOURDES
CORONCINA ALLO SPIRITO SANTO

————————————————

IL MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE

“…Molte persone hanno abbandonato Gesù per seguire altre religioni o sette riuscirò a convertire anche loro… soltanto se mi aiuterete con le vostre preghiere.” 

(Tratto da un messaggio del 09 febbraio 1984 )

————————————————————————––——————————

VERGINE D’AFRICA

Virgen de África – Ceuta (Spagna) 9 febbraio 1651

Una statua lignea miracolosa le cui origini si intrecciano con la leggenda. Una Pietà che attraverso le preghiere di un popolo devoto mostra la sua gratitudine attraverso la chiusura di una piaga del Cristo. 

Il miracolo, la storia e la video-storia su https://biscobreak.altervista.org/2017/02/vergine-dafrica/

—————————————————————————–

LETTURE DI SABATO

9 febbraio 2019

IV Settimana del Tempo Ordinario (Anno dispari)

“… ebbe compassione di loro, perché erano come pecore che non hanno pastore…”

La preghiera del mattino e della sera, le letture e il commento su https://biscobreak.altervista.org/2019/02/letture-di-sabato-9-febbraio-2019/

—————————————————————————-

S. Michele Febres Cordero2S. Michele Febres Cordero

(1854-1910) 9 febbraio 

Insegnante d’eccezione riconosciuto anche in Europa arrivò a scrivere con il proprio sangue una lettera d’amore a Gesù.  Le sue difficoltà fisiche non furono per lui un impedimento, ma un trampolino per la santità che si manifestò con miracoli che accompagnarono il corteo con le sue spoglie a Quinto.

La storia e la video-storia su https://biscobreak.altervista.org/2013/02/s-michele-febres-cordero/

——————————————————————-

B. ANNA CATERINA EMMERICH
anna caterina emmerich

mistica religiosa (1774-1824) 9 febbraio

Di lei si dice che sapesse distinguere gli oggetti sacri da quelli profani, che potesse  leggere nel pensiero delle persone e che avesse  visioni di fatti che avvenivano nel mondo: vide per esempio dettagli della rivoluzione francese.  Previde la caduta di Napoleone, dodici anni prima che avvenisse. Le sue esperienze mistiche erano spesso accompagnate da fenomeni di levitazione e bilocazione. 

La storia e un video commento su https://biscobreak.altervista.org/2013/02/beata-anna-caterina-emmerich/

——————————————————————————-

Profezie della B. Anna Caterina Emmerich

anna caterinaemmerichSUL DESTINO DELLA CHIESA E DELL’UMANITÀ

Anna Caterina Emmerich parla di conseguenze nefaste qualora il papa dovesse lasciare Roma, parla dell’influenza protestante, di guerre e sofferenze, ma di un cielo sempre attento e pronto ad intervenire in particolar modo attraverso l’intercessione attiva di una Vergine Maria in veste da combattente!

Le profezie su https://biscobreak.altervista.org/2013/02/profezie-della-beata-anna-caterina-emmerich/

——————————————————————————

ANTONIO PAVARELLOANTONIO PAVARELLO

Giovane laico (1928-1956) 9 febbraio

Miracolato grazie all’intercessione di sant’Antonio da Padova per la grande devozione dei suoi genitori da una paralisi infantile e dalla tubercolosi ossea. Dimostra fin da bambino un amore profondo per il Crocifisso e la SS Eucarestia.

La storia di questo giovane laico su  https://biscobreak.altervista.org/2016/02/antonio-pavarello/

——————————————————————————-

PREGHIERE E PROPOSTE IN CORSO 

NOVENA ALLA B.V.M. DI LOURDES

O Vergine Immacolata, Madre di misericordia, salute degli infermi, rifugio dei peccatori, consolatrice degli afflitti, Tu conosci i  miei bisogni, le mie sofferenze; degnati di volgere su di me uno sguardo propizio a mio sollievo e conforto.

Con l’apparire nella grotta di Lourdes, hai voluto ch’essa divenisse un luogo privilegiato da dove diffondere le tue grazie, e già molti infelici vi hanno trovato il rimedio alle loro infermità spirituali e corporali.

Anch’io vengo pieno di fiducia ad implorare i tuoi materni favori; esaudisci, o tenera Madre, la mai umile preghiera e, colmato dei tuoi benefici, mi sforzerò d’imitarne le tue virtù, per partecipare un giorno alla tua gloria in Paradiso. Così sia.

3 Ave Maria

Nostra Signora di Lourdes, prega per noi.

Sia benedetta la Santa ed Immacolata Concezione della Beatissima Vergine Maria, Madre di Dio.

LITANIE ALLA BVM DI LOURDES

Signore pietà, Signore pietà
Cristo pietà, Cristo pietà
Signore pietà, Signore pietà

Nostra Signora di Lourdes, Vergine Immacolata, prega per noimadonna_di_lourdes
Nostra Signora di Lourdes, Madre del  Divin Salvatore, prega per noi
Nostra Signora di Lourdes, che hai  scelto come interprete una debole e povera fanciulla, prega per noi
Nostra Signora di Lourdes, che hai  fatto sgorgare sulla terra una sorgente che dà conforto a tanti pellegrini, prega per noi
Nostra Signora di Lourdes, dispensatrice dei doni del Cielo, prega per noi
Nostra Signora di Lourdes, a cui Gesù  nulla può rifiutare, prega per noi
Nostra Signora di Lourdes, che nessuno ha mai invocato invano, prega per noi
Nostra Signora di Lourdes, consolatrice  degli afflitti, prega per noi
Nostra Signora di Lourdes, che guarisci da ogni malattia, prega per noi
Nostra Signora di Lourdes,  speranza dei pellegrini, prega per noi
Nostra Signora di Lourdes, che preghi  per i peccatori, prega per noi
Nostra Signora di Lourdes, che ci inviti  alla penitenza, prega per noi
Nostra Signora di Lourdes, sostegno  della santa Chiesa, prega per noi
Nostra Signora di Lourdes, avvocata  delle anime del purgatorio, prega per noi
Nostra Signora di Lourdes, Vergine del Santo Rosario, prega per noi

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo,
perdonaci Signore
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo,
ascoltaci o Signore
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo,
abbi pietà di noi

Prega per noi, Nostra Signora di Lourdes,
affinché siamo fatti degni delle promesse di Cristo.

Preghiamo: Signore Gesù, noi ti benediciamo e ti ringraziamo per tutte le grazie che, per mezzo della Madre tua a Lourdes, hai sparso sul tuo popolo in preghiera e sofferente. Fa’ che anche noi, per l’intercessione di Nostra Signora di Lourdes, possiamo aver parte di questi beni per meglio amarti e servirti! Amen.

************

CORONCINA ALLO SPIRITO SANTO

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen,

spirito santo con doni1.Vieni, o Spirito di SAPIENZA, distaccaci dalle cose della terra, e infondici amore e gusto per le cose del cielo.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo.(per 7 volte)

2. Vieni, o Spirito d’INTELLETTO, rischiara la nostra mente con la luce dell’eterna verità e arricchiscila di santi pensieri.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo.(per 7 volte)

3. Vieni, o Spirito di CONSIGLIO, rendici docili alle tue ispirazioni e guidaci sulla via della salute.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

spirito santo doni
4. Vieni, o Spirito di FORTEZZA, e dacci forza, costanza e vittoria nelle battaglie contro i nostri spirituali nemici.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

5.Vieni, o Spirito di SCIENZA, sii Maestro alle anime nostre, e aiutaci a mettere in pratica i tuoi insegnamenti.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

spirito-tindari6. Vieni, o Spirito di PIETÀ, vieni a dimorare nel nostro cuore per possederne e santificarne tutti gli effetti.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)

7.Vieni, o Spirito di SANTO TIMORE DI DIO, regna sulla nostra volontà, e fa che siamo sempre disposti a soffrire ogni male anzichè peccare.
Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. (per 7 volte)