Crea sito

ALMANACCO DEL 21 MAGGIO 2019

ALMANACCO DEL 21 MAGGIO 2019

Le pubblicazioni del calendario religioso di Maria Regina dell’Universo

——————————————————————————

bimbi4MESSAGGIO DI PADRE PIO PER IL 21 MAGGIO.

Procura di conformarti sempre ed in tutto alla volontà di Dio in ogni evento, e non temere. Questa conformità è la via sicura per arrivare al cielo (Epist. III, p. 448).

Tratto da “Buona Giornata ” – Edizioni Padre Pio da Pietrelcina

————————————————————————-

INDICE

MADONNA DEGLI ANGELI
Letture di martedì 21 maggio 2019
San Godric di Finchale
NOVENA ALLA MADONNA DI CARAVAGGIO
NOVENA A MARIA AUSILIATRICE
NOVENA A SANTA RITA
I 13 martedì di s. Antonio da Padova
ANGELUS

————————————————

IL MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE 

“ Beati voi se non vi giudicherete nei vostri sbagli, ma se capirete che nei vostri sbagli vi sono offerte delle grazie.

(Tratto dal messaggio del 12 maggio 1986)

————————————————————————–

MADONNA DEGLI ANGELIMadonna_degli_Angeli_Arcola_1-1

Arcola (SP) Italia – 21 maggio 1556

Ad Arcola in provincia di La Spezia, la Vergine Maria apparve sopra un rametto di rosmarino, a 5 sorelline mentre si inginocchiavano per recitare l’angelus in un boschetto.

La storia dell’apparizione di Arcola e la preghiera  su  https://biscobreak.altervista.org/2013/05/madonna-degli-angeli/

————————————————————————–

LETTURE DI MARTEDÌ

21 maggio 2019

V Settimana di Pasqua 

“…Non sia turbato il vostro cuore e non abbia timore. Avete udito che vi ho detto: “Vado e tornerò da voi”. …”

La preghiera del mattino e della sera, le letture e il commento su https://biscobreak.altervista.org/2019/05/letture-di-martedi-21-maggio-2019/

——————————————————————————-

SAN GODRIC DI FINCHALESan Godric di Finchale

(ca. 1070-1170) 21 maggio

Venditore ambulante, pellegrino, marinaio, balivo e poi eremita per cinquant’anni o più: Godric fu tutto questo, e anche compositore di musica e versi, raro esempio di uomo medievale di umili origini del quale possediamo testimonianze personali contemporanee.

In briciole di luce la storia e un saggio delle sue melodie su  https://biscobreak.altervista.org/2013/05/san-godric-di-finchale/

——————————————————————————-

PREGHIERE E PROPOSTE IN CORSO

NOVENA ALLA MADONNA DI CARAVAGGIO

dal 17 – 25 maggio

21 maggio – Quinto giornomadonna di caravaggio 1

O Vergine purissima che apparisti con un candido velo sul capo quasi a significare il candore della tua anima, ottienimi di essere sempre libero da ogni macchia di peccato, ma specialmente di conservare illibata la purezza, che è la virtù da Te prediletta. Ave Maria.

Nostra Signora di Caravaggio, prega per noi.

**************

NOVENA A MARIA AUSILIATRICE

(consigliata da San Giovanni Bosco)

VII giorno

3 Pater, Ave, Gloria al Santissimo Sacramento con la giaculatoria:

Sia lodato e ringraziato in ogni momento il Santissimo e Divinissimo Sacramento 

08-Maria_Ausiliatrice_part3 Salve Regina, con la giaculatoria:

Maria aiuto dei cristiani prega per noi.

Accostarsi ai Sacramenti della riconciliazione e dell’Eucarestia

Dare un’offerta o il proprio lavoro personale per sostenere le opere di apostolato, preferibile a favore della gioventù.

Ravvivare la fede in Gesù Eucarestia e la devozione a Maria Ausiliatrice.

Il consiglio di San Giovanni Bosco: “Per essere cari a Maria Ausiliatrice, bisogna accostarsi con frequenza ai Sacramenti, ricevere il più sovente possibile la Santa Comunione, partecipare alla Messa e compiere opere di carità in onore di Gesù, perchè al Signore piace che si pratichi la carità!”

PREGHIERA A MARIA AUSILIATRICE

Composta da San Giovanni Bosco

(Indulgenza di 3 anni recitata ogni volta. Indulgenza plenaria alle solite condizioni, purché recitata ogni giorno per un mese intero.)

O Maria, Vergine potente, Tu grande illustre presidio della Chiesa; Tu aiuto meraviglioso dei Cristiani; Tu terribile come esercito schierato a battaglia; Tu sola hai distrutto ogni eresia in tutto il mondo; Tu nelle angustie, nelle lotte, nelle strettezze difendici dal nemico e nell’ora della morte accogli l’anima nostra in Paradiso! Amen

**************

NOVENA A SANTA RITA

IX° GIORNO

Santa Rita - Molfetta (3)Eccomi, o cara Santa Rita, al termine di questa sacra novena. lì mio cuore si sente rianimato per essere ricorso a te nel momento angoscioso in cui si trova. Sono sicuro che hai ottenuto da Gesù la grazia che ho chiesto, ma se ancora non fosse così, alzo ancor più la mia voce e ti domando pietà e misericordia. O Santa Rita, fa’ che non mi allontani dal tuo cospetto senza essere stato consolato, fallo per le tue sofferenze, per la carità che hai avuto verso i poveri tribolati, per l’amore che hai portato a Gesù e alla sua Madre Immacolata Maria, per il dono che hai avuto della spina del Signore. Aiutami, soccorrimi. E l’ultimo grido che io lancio a te, Santa degli impossibili, avvocata dei casi disperati. Mostrati veramente quale sei e ottienimi la grazia che ho chiesto. Con il tuo aiuto propongo di cambiare la mia pessima vita, di essere l’apostolo della divina Bontà e Potenza, di recarmi al tuo Santuario di Cascia, di concorrere al tuo culto, in ringraziamento del favore celeste che ho ottenuto per tuo mezzo, dal nostro dolce Redentore Gesù. Pater, Ave, Gloria

santa rita3RESPONSORIO
(da ripetersi ogni giorno della novena)

Di Rita al nome fuggono febbri, ferite e peste, morbi, dolori, dèmoni e grandine e tempeste.

Rit: Ai ciechi, ai sordi, ai muti. Ai zoppi porgi aita: la prole implori, e tornano i morti a nuova vita. 

Non recano danno i fulmini, né il terremoto o il fuoco: lacci, perigli, insidie, per te non han più loco. Rit. 

Santa degli impossibili la Spagna ti proclama: t’ammirano altri popoli: Cascia il tuo nome acclama. Rit. 

Al divin Padre e al Figlio sia lode, gloria e onore; lode per tutti i secoli al sempiterno Amore. Rit. 

Segnasti, Signore, la tua serva Rita – con il sigillo della tua Carità e Passione.

PREGHIERA (da ripetersi ogni giorno della novena)

O Dio che Ti degnasti di donare a Santa Rita tanta grazia che amò i nemici e nel cuore e sulla fronte portò i segni della tua Carità e Passione, Ti preghiamo, per i suoi meriti e la sua intercessione, di concederci la grazia di perdonare ai nostri nemici e di meditare i dolori della tua Passione, così che conseguiamo il premio da Te promesso, Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen. 

************

I 13 martedì di s. Antonio da Padova

21 MAGGIO – DECIMO MARTEDI’

S. Antonio modello di preghiera.

E’ legge soave dell’amore che l’amante aneli sempre la presenza e la parola della persona amata. Nessun altro amore è però così forte come l’amore di Dio! Attaccatosi all’anima, la trasforma tutta in se, da farle dire: “Vivo non già io, ma vive in me Cristo”. S. Antonio si dedicò santantonio-da-padova-a-fellineassiduo allo studio ed alla preghiera. Dimorante nel convento del paese natìo, ottenne di cambiarlo con quello di Santa Croce di Coimbra, per liberarsi dalle frequenti visite degli amici che lo distraevano dalla unione con Dio. Entrato nell’Ordine Francescano, si ritirò nell’eramo di Montepaolo, dove in una grotta cedutagli da un confratello, liberamente attendeva alla contemplazione. La morte lo raggiunse nella solitudine di Camposampiero, assolto in preghiera. Abbiamo pregato finora? Ci lamentiamo di non essere esauditi, ma preghiamo bene? Diciamo a Gesù come gli Apostoli: Signore insegnaci a pregare.

Miracolo del Santo

Tornando S. Antonio dalla Francia in Italia, passò col suo compagno di viaggio per un paese della Provenza; ed ambedue erano digiuni, quantunque fosse tardi. Vedutili una povera ma pia donna, li fece passare in casa sua perché mangiassero. Fattosi prestare da una vicina un bicchiere di vetro a forma di calice, pose loro dinanzi pane e vino. Or avvenne che il compagno di Antonio, non abituato a simili oggetti di lusso, lo ruppe, in modo che la coppa si staccò di netto dal piede. Inoltre verso la fine della refezione, volle la donna attingere ancora del vino in cantina. Quale non fu la sua sgradita sorpresa, a vedere buona parte del vino versato per terra! Nella fretta di porre a mensa i suoi ospiti, ella sbadatamente aveva lasciato aperta la cannella della botte. Ritornando confusa ed addolorata, raccontò ai due Frati l’accaduto. S. Antonio, avendo pietà della poverina, nascosto il viso tra le mani ed appoggiato il capo sulla mensa, pregò. Meraviglia! La coppa di vetro, che era da una parte della tavola, si alza e viene a Riunirsi al suo piede. La rottura era invisibile. Partiti i Frati, fiduciosa nella virtù che le aveva portato a nuovo il bicchiere, la donna corse in cantina. La botte poco innanzi appena mezza, era talmente piena, che il vino usciva spumeggiante dalla sommità.

3 Pater, 3 AveMaria, 3 Gloria al Padre.

Responsorio: Se cerchi miracoli, la morte, l’errore, la calamità, il demonio, la lebbra fuggono, gli infermi si alzano sani.

Cedono il mare, le catene; i giovani ed i vecchi, chiedono e riacquistano le membra e le cose perdute. Spariscono i pericoli, cessa il bisogno; lo raccontino quanti lo provano, lo dicano i padovani. Cedono il mare, le catene; i giovani ed i vecchi, chiedono e riacquistano le membra e le cose perdute. Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo. Cedono il mare, le catene; i giovani ed i vecchi, chiedono e riacquistano le membra e le cose perdute. Prega per noi, beato Antonio e siam fatti degni delle promesse di Cristo.

Orazione: O Dio, rallegri la tua Chiesa la preghiera votiva del beato Antonio tuo Confessore e Dottore affinché sia sempre munita di aiuti spirituali e meriti di godere le gioie eterne. Per Cristo nostro Signore. Così sia.

************

PREGHIERA DELL’ANGELUS

Nel nome del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo. Amen.

L’Angelo del Signore portò l’annuncio a Maria.

Ed Ella concepì per opera dello Spirito Santo.

Ave Maria, piena di grazia, il Signore è con te. Tu sei benedetta fra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno Gesù. Santa Maria Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen 

Ecco l’Ancella del Signore.

Sia fatto di me secondo la tua parola. Ave Maria

E il verbo si è fatto carne.

E venne ad abitare in mezzo a noi. Ave Maria

Prega per noi, Santa Madre di Dio.

E saremo degni delle promesse di Cristo.

PREGHIAMO:

Infondi nel nostro spirito la tua grazia, o Padre, tu, che all’annuncio dell’Angelo ci hai rivelato l’incarnazione del tuo Figlio, per la sua passione e la sua croce guidaci alla gloria della risurrezione. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Gloria al padre al Figlio e allo Spirito Santo.Com’era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen 

Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna. Amen.

Nel nome del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo. Amen.

Comments are closed.