Crea sito

Letture di domenica 9 dicembre 2018

LETTURE DI DOMENICA

9 dicembre 2018

II Domenica di Avvento (Anno C)

“…Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!».

madre-di-dio-della-consolazione-poloniaMADRE DI DIO DELLA CONSOLAZIONE

Incoronazione il 9 dicembre 2000 – Un re pentito che sa cambiare rotta e trasformarsi per dare lustro al suo popolo e costruisce una basilica al cui interno vi è un affresco prezioso, quella della Madonna della Consolazione. La storia e la nascita di una delle più grandi basiliche polacche contenenti il prezioso affresco.

I Sette Martiri di SamosataSt.JuanDiego-2

SAN JUAN DIEGO

Guadalupe (1471-1548) 09 dicembre – La storia di Juan Diego è riportata nel Nican Mopohua (“un resoconto”) scritto in lingua azteca nativa. Secondo questo resoconto, all’inizio del dicembre del 1531 (alcuni anni dopo la sconfitta dell’impero azteco da parte di Cortéz) la Madonna apparve a questo povero contadino donandogli una delle Sue immagini più misteriose al Mondo.” La storia dei San Juan Diego e delle apparizioni della Vergine di Guadalupe e il film.

Popolo di Sion, Il Signore verrà a salvare i popoli e farà sentire la sua voce potente per la gioia del vostro cuore.

PREGHIERA DEL MATTINO

Dio grande e misericordioso, fa’ che il nostro impegno nel mondo non ci ostacoli nel cammino verso il Tuo Figlio, ma la sapienza che viene dal cielo ci guidi alla comunione con Cristo, nostro Salvatore. Amen

PRIMA LETTURA

Bar 5, 1-9 – Dal libro del Profeta Baruc.

Deponi, o Gerusalemme, la veste del lutto e dell’afflizione, rivèstiti dello splendore della gloria che ti viene da Dio per sempre. Avvolgiti nel manto della giustizia di Dio, metti sul tuo capo il diadema di gloria gerusalemme città santa - la sposa dell'agnellodell’Eterno, perché Dio mostrerà il tuo splendore a ogni creatura sotto il cielo. Sarai chiamata da Dio per sempre: «Pace di giustizia» e «Gloria di pietà». Sorgi, o Gerusalemme, sta’ in piedi sull’altura e guarda verso oriente; vedi i tuoi figli riuniti, dal tramonto del sole fino al suo sorgere, alla parola del Santo, esultanti per il ricordo di Dio. Si sono allontanati da te a piedi, incalzati dai nemici; ora Dio te li riconduce in trionfo come sopra un trono regale. Poiché Dio ha deciso di spianare ogni alta montagna e le rupi perenni, di colmare le valli livellando il terreno, perché Israele proceda sicuro sotto la gloria di Dio. Anche le selve e ogni albero odoroso hanno fatto ombra a Israele per comando di Dio. Perché Dio ricondurrà Israele con gioia alla luce della sua gloria, con la misericordia e la giustizia che vengono da lui.

C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

SALMO RESPONSORIALE

Sal.125

RIT: Grandi cose ha fatto il Signore per noi.

lode (6)Quando il Signore ristabilì la sorte di Sion, ci sembrava di sognare.
Allora la nostra bocca si riempì di sorriso, la nostra lingua di gioia. RIT

Allora si diceva tra le genti: «Il Signore ha fatto grandi cose per loro». Grandi cose ha fatto il Signore per noi: eravamo pieni di gioia. RIT

Ristabilisci, Signore, la nostra sorte, come i torrenti del Negheb.
Chi semina nelle lacrime mieterà nella gioia. RIT

Nell’andare, se ne va piangendo, portando la semente da gettare, ma nel tornare, viene con gioia, portando i suoi covoni. RIT

SECONDA LETTURA

Fil 1, 4-6.8-11 – Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Filippési.

Paolo2Fratelli, sempre, quando prego per tutti voi, lo faccio con gioia a motivo della vostra cooperazione per il Vangelo, dal primo giorno fino al presente. Sono persuaso che colui il quale ha iniziato in voi quest’opera buona, la porterà a compimento fino al giorno di Cristo Gesù. Infatti Dio mi è testimone del vivo desiderio che nutro per tutti voi nell’amore di Cristo Gesù. E perciò prego che la vostra carità cresca sempre più in conoscenza e in pieno discernimento, perché possiate distinguere ciò che è meglio ed essere integri e irreprensibili per il giorno di Cristo, ricolmi di quel frutto di giustizia che si ottiene per mezzo di Gesù Cristo, a gloria e lode di Dio.

C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

CANTO AL VANGELO

Alleluia, Alleluia.

Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri! Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!

Alleluia.

VANGELO

Lc 3, 1-6 – Dal Vangelo secondo Luca

GIOVANNI BATTISTA2Nell’anno quindicesimo dell’impero di Tiberio Cesare, mentre Ponzio Pilato era governatore della Giudea, Erode tetràrca della Galilea, e Filippo, suo fratello, tetràrca dell’Iturèa e della Traconìtide, e Lisània tetràrca dell’Abilène, sotto i sommi sacerdoti Anna e Càifa, la parola di Dio venne su Giovanni, figlio di Zaccarìa, nel deserto.
Egli percorse tutta la regione del Giordano, predicando un battesimo di conversione per il perdono dei peccati, com’è scritto nel libro degli oracoli del profeta Isaìa: «Voce di uno che grida nel deserto: Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri!
Ogni burrone sarà riempito, ogni monte e ogni colle sarà abbassato;
le vie tortuose diverranno diritte e quelle impervie, spianate.
Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

Lettura ed Omelia di Don Ferdinando Colombo

(DISPONIBILE DA DOMENICA)

COMMENTO

Una luce rifulse...

Il brano del vangelo di Luca proposto alla nostra riflessione e contemplazione nella liturgia odierna si apre in modo solenne. Informandoci degli avvenimenti che sta per annunciare, ricorre a eventi civili del mondo pagano e religiosi, del mondo ebraico, per darcene una data precisa. In questo modo San Luca richiama l’attenzione del lettore alla importanza dell’annunzio. Ed è davvero importante Battista1quello che egli annunzia. E’ Dio stesso che investe di una missione particolare Giovanni il Battista, il precursore del Signore Gesù, per annunciare l’imminenza della manifestazione del Messia, già presente, e per invitare tutto il popolo, allora, e ognuno di noi, oggi, ad accoglierlo con animo ben disposto a rivedere la propria vita alla luce di una coscienza retta e ben formata. Il Battista, rifacendosi alle parole del profeta Isaia prende lo spunto dalla forma accidentata del suolo terreste per indicare, in modo simbolico, come dev’essere questa preparazione, che consiste nel camminare con rettitudine dinanzi a Dio. Le varie specie di terreno sono lì a indicare i vari stati d’animo o di coscienza degli ascoltatori e quindi anche nostri. A tutti la sua parola offre una speranza: agli animi sfiduciati e delusi, indicati nei burroni, coraggio e nuova energia; ai superbi e agli uomini autosufficienti, indicati nei monti e colli, una presa di coscienza della propria presunzione e un invito all’umiltà; agli animi ambigui, incostanti, indicati con i luoghi tortuosi, la fermezza e la costanza nel proprio agire; agli animi ambigui, complicati, dubbiosi, incerti, indicati con i luoghi impervi, una luce fulgida che rischiara il cammino che conduce a Dio. Potremmo chiederci quale sia la nostra situazione personale… l’invito alla conversione è anche per me, per te, per tutti. E la speranza riposta nel Signore non delude e non deluderà. (Preparato dai giovani monaci del monastero di S.Vincenzo Martire)

spirito santo4PREGHIERA DELLA SERA

Venga in nostro aiuto il Tuo Santo Spirito, o Dio fonte della vita, e il nostro impegno evangelico diventi germe dei nuovi cieli e della nuova terra che il Cristo verrà a instaurare nell’ultimo giorno. In cambio Ti affidiamo tutta la nostra vita, in un’incondizionato atto di amore per la salvezza di tutte le anime, in particolar modo di quelle a noi più care. Amen

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.