Crea sito

Pellegrini dell’amore

PELLEGRINI DELL’AMORE

Ottobre 2017

Il messaggio di domenica scorsa era chiaro: “siete stati scelti da lui” ed è proprio così che ci siamo sentiti: scelti … scelti per una missione: AMARE.

E proprio oggi la risposta a questa missione: “Amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente”. Possiamo dire di aver messo in pratica questo messaggio con assoluta naturalezza in questi pochi giorni.

Per la prima volta, da quando abbiamo istituito questo gruppo in onore di Don Fiorenzo Re che non può più accompagnare, abbiamo avuto la possibilità di ospitare nel nostro gruppo un sacerdote, oblate di Maria che ci ha accompagnato in questo pellegrinaggio mariano: Padre Paul della parrocchia di Nostra Signora della Fiducia di Bologna. Appena tornato da Lourdes e assai abituato a viaggiare non aveva mai incontrato un gruppo tanto chiassoso nei momenti di relax… quanto concentrato nei momenti di preghiera.

In effetti gli insegnamenti del nostro caro Don Fiorenzo ci avevano allenato ad una preghiera meditativa e raccolta, volta a cogliere la presenza del Signore in un ritmo lento e penetrante.

Un gruppo già per lo più consolidato che non temeva la preghiera e che accoglieva due angeli di 8-10 anni (Antonio e Damian) che ci hanno aiutato nella recita del rosario e della via Crucis fornendo una testimonianza commovente e lucida di quella che è stata per loro un’esperienza che non dimenticheranno e che desiderano condividere. 

La collina delle apparizioni come pure il Krizevac ci sono sembrate leggerissime mentre la recita del rosario e della Via Crucis veniva intercalata e arricchita da belle preghiere di liberazione dell’Albero Genealogico. I nostri cari defunti come pure tutti i nostri amici del gruppo che erano a casa e tutti i lettori del nostro blog erano con noi in ogni istante grazie alla bandiera che portavamo con una gioia e una disponibilità davvero sorprendente.

I più claudicanti alla Croce Blu o intorno al Cristo Risorto dietro la Chiesa con Padre Paul, ma sempre uniti nelle stesse preghiere, anche con chi a casa si univa a noi spiritualmente.. una vera comunione d’amore. Nessuno è stato dimenticato.

Per consolidare questa unione ecco la messa celebrata dal nostro Padre Paul alla chiesa della Madonna di Thialijna un villaggio che dista circa 30 km da Medjugorje, dove venne esiliato Padre Jozo dopo il periodo di carcere. Proprio qui, davanti a lui, la Madonna prese vita diventando di carne.

In questo luogo di pace meraviglioso abbiamo potuto fare una messa per tutto il nostro gruppo, per chi partecipava al pellegrinaggio e per tutti coloro che non sono potuti venire, ma che ci seguono anche sul web. Questa messa amici cari era per tutti noi, innamorati di Maria e desiderosi di imparare da Lei ad amare sempre più e sempre meglio il Figlio Suo. Un pensiero particolare è andato anche ad una cara pellegrina (Giulia) che purtroppo non c’è più … e ha lasciato un vuoto e tanta tristezza in tutti noi.

Anche l’incontro con Vicka e suor Emmanuel è stato veramente emozionante. La parola volontà… così come viene da loro scandita entra davvero nel cuore e spero che ci rimanga per tanto, tanto, tempo. Perchè solo una forte volontà può aiutarci a vincere le nostre debolezze. 

Quello che ci siamo portati a casa è proprio quell’amore grande e intenso che la Mamma Celeste ha fatto penetrare nel nostro cuore facendolo palpitare in modo inusuale, differente, come se non fosse più un unico cuore a battere, ma l’insieme dei cuori di tutti coloro che riescono ad unirsi in Cristo Gesù, per amore di Maria.

Pace e bene a tutti voi e che l’amore possa regnare sempre nei nostri cuori.

biscobreak

 

Be Sociable, Share!

One comment

  1. Anonimo ha detto:

    Sono felice di essere qui a casa a realizzare la parola e la preghiera della Madonna di MEJIOGORIE. .faccio molta fatica..come dice il Don…ma ho il sorriso…Non mi pesa più …un bacio a tutte…