Crea sito

LA GIUSTA FREQUENZA

LA GIUSTA FREQUENZA

24-27 ottobre 2018

Come ogni anno il nostro pellegrinaggio a Medjuguorje ha avuto il suo tema e seguendo anche le indicazioni suggerite dal papa abbiamo scelto: il rosario!

La cosa particolare è stata che ho trovato i rosari per tutti “casualmente” (ovvio che per chi crede il caso è sostituito dalla grazia) poco prima della partenza. Queste corone le avevo acquistate da una vedova di fronte al luogo dove si trova Suor Cornelia e fatalità il pellegrinaggio è finito proprio nello stesso posto, con la sua testimonianza e un suo preziosissimo dono. Un rosario per tutti, precedentemente benedetto dalla Madonna durante una sua apparizione e che abbiamo provveduto la sera stessa a far benedire anche dal sacerdote dopo la Santa Messa. Quindi attraverso le mani della nostra Madre e quelle del suo Figlio ci siamo sentite accompagniate anche nel nostro rientro.

Ogni volta che mi reco a Medjugorje è un pellegrinaggio diverso, il gruppo stesso varia e si trasforma. In questi quattro giorni tutti questi meravigliosi pellegrini, molti dei quali non li avevo mai incontrati prima. Alcune coppie sposate e molti più uomini delle volte precedenti insieme al nostro piccolo angelo, un bambino dolcissimo di nome Antonio che la nonna porta sempre con noi volentieri e che quest’anno ha convinto anche il suo papà a seguirlo.

Un gruppo che mi ha donato tanta pace e serenità. Il nostro amato don Fiorenzo non potendo unirsi a noi ci ha accompagnato con la preghiera e la sua presenza era palpabile, tanto che in cima al Krizevac ho avuto un tuffo al cuore quando mi sono vista davanti un uomo che gli somigliava davvero tanto.

La nostra bandiera, quella che una carissima pellegrina di Firenze Maddalena Biancu ha creato facendoci una sorpresa, per ricordare tutte le persone che non possono unirsi a noi, o che non fanno parte del nostro gruppo attivamente, ma che ci seguono anche sul web, è finita sotto l’ombra potente di Maria sul Podbrdo. Ovviamente quando me ne sono accorta, l’ho considerato un segno d’affetto di questa nostra tenera e attenta Madre. Questa carissima amica che si è unita a noi dalla Toscana, continua tutt’ora ad aiutarci con le sue pubblicazioni e la ringraziamo di cuore per tutto quello che fa da sempre e con assoluta assiduità.

Anche sul Krizevac non ho dimenticato tutti coloro che si affidavano a noi per una preghiera e appoggiandola alla maestosa croce bianca ho pregato per tutti, per voi e per le vostre intenzioni.

Dopo tante riflessioni ci siamo resi conto che troppo spesso la nostra frequenza interiore è posizionata sulla funzione FM. Una posizione nella quale si sente tutto quello che ci circonda, ciò che ci è vicino, che fa rumore e confonde, mentre la frequenza di Dio di certo è un’altra, e la si trova più lontano. In questa direzione di pensiero siamo giunti alla conclusione che non ci farebbe male spostare ogni tanto la nostra frequenza mentale sulla posizione AM. Per raggiungere Nostro Signore ovunque si trovi, per non lasciarci confondere troppo dal rumore che regna intorno a noi ed immergerci così più facilmente in Dio.

Un grazie di cuore a tutti i miei cari pellegrini che ogni volta mi insegnano e mi trasmettono tantissimo, ma anche a tutti quelli che si sono uniti a noi nella preghiera con il cuore. Grazie anche alla nostra cara Mamma che non ci abbandona mai e continua a chiamarci tra le sue braccia per portarci al Suo Figlio Gesù.

biscobreak

Due pellegrine di Firenze che tornano felicemente a casa! Ci uniamo tutti al loro gioioso saluto

 

 

Be Sociable, Share!

One comment

  1. Paola ha detto:

    Grazie Monica di avermi portato con te dalla nostra Mamma Celeste.