Crea sito

MADONNA DEL ROSARIO DEI NERI

MADONNA DEL ROSARIO DEI NERI

Atibaia, San Paolo, Brasile – 27 dicembre

nossa-senhora-do-rosario-atibaia La Chiesa “dei Neri” ad Atibaia venne costruita dagli schiavi che non potevano assistere alle funzioni pubbliche nella chiesa cittadina nel 1763, i quali presero come loro protettrice la Madonna del Rosario.

Nel 1763, gli schiavi che non potevano frequentare la chiesa di San Giovanni Battista, ad Atibaia in Brasile, decisero costruirsi una loro chiesa dove essere liberi di entrare, pregare e ricevere i sacramenti.

Fu completata solo nel 1817, la chiesa venne soprannominata Nossa Senhora do Rosário dos Pretos, la Madonna del Rosario dei Neri, proprio in funzione del ruolo che aveva nella società questa chiesa.

congadaQuesta città agricola è sede della più antica e più attiva manifestazione culturale e religiosa afro-brasiliana chiamata Congada. Nella Congada si uniscono elementi religiosi cattolici come la devozione a San Benedetto e alla Vergine del Rosario con elementi tipici della danza drammatica celebrata durante l’incoronazione del re del Congo e della regina Ginga dell’Angola con la presenza della corte e dei suoi vassalli. Si tratta di una manifestazione che mette insieme le tematiche africane con quelli iberiche la cui divulgazione avvenne dal XVII secolo.

Il 27 dicembre, come hanno fatto per oltre 200 anni, i congadas si raccolgono fuori della chiesa della Madonna all’alba, vestiti in uniformi brillanti di scarlatto, verde, blu, rosa, o bianco, portando spade ma anche banner della Madonna del Rosario e strumenti musicali tipici come l’opossum, la scatola, il cavaquinho, il rullante, la fisarmonica e il reco-reco.

La giornata inizia con una serenata e si conclude con i fuochi d’artificio. Al suono dei tamburi, delle chitarre, e delle campane Pealing, i congadas danzano per la città: giovani, vecchi, maschi, femmine, bianchi e neri.

nossa-senhora-do-rosario-atibaia5La festa della Madonna del Rosario è parte di una festa di Natale che inizia il 25 dicembre con l’erezione di due pali torreggianti condita con immagini di santi in Rosario Plaza e si conclude il 28 dicembre con processioni in onore di San Benedetto.

La chiesa ha subito diverse ristrutturazioni. La prima avvenne nel 1914, quando un fulmine ha colpito la torre sgretolandola a poco a poco. Il lavoro fu completato solo nel 1916 restituendo alla città il loro bel tempio, ma i lavori non erano stati sufficienti.

Nel 1954, la Chiesa del Rosario è stata nuovamente restaurata. Una Commissione dei Lord incoraggiata dal padre Feliciano Grande non si risparmiò per far si che questa chiesa non venisse abbandonata e nel 2002, padre Eugenio Luiz Berti è riuscito, attraverso le agenzie pubbliche e donazioni della comunità, a trovare le risorse necessarie per effettuare nuovi lavori sulla struttura: tetto, pareti, altari e decorazione d’interni, vennero tutti risistemati.

nossa-senhora-do-rosario-atibaia1Il vialetto d’ingresso della chiesa è stato ampliato per una migliore circolazione di gruppi 5 gruppi di congadas della città e si è creato anche il Museo degli Schiavi. Secondo il dati, durante l’ultimo restauro è stata trovata una bottiglia con il nome degli schiavi che avevano contribuito alla costruzione della chiesa originaria.

Fontihttp://www.atibaiatour.com.br/pontos-turisticos/igreja-nossa-senhora-do-rosario/; http://www.atibaia.com.br/turismo/turismo.asp?numero=12; http://www.cidadeecultura.com/igreja-de-nossa-senhora-do-rosario/; http://www.wherewewalked.info/feasts/12-December/12-27.htm

 

 

 

 

Comments are closed.