Crea sito

NEW AGE E MAGIA PARODIA DEL DIVINO

NEW AGE E MAGIA PARODIA DEL DIVINO

Manifesto_New_AgeIl Cardinale Danneels e l’attuale papa emerito Joseph Ratzinger  hanno cercato di spiegarci i segreti della New Age e della magia attraverso le loro testimonianze per riconoscere e combattare uno dei più azzeccati trucchi della Massoneria.

Il cardinale Danneels, nel 1990, in una lettera pastorale ha cercato di dare una definizione alla New Age, mettendo in evidenza la difficoltà di definirlo. Precisamente disse che:

Non è una religione, ma è tuttavia religioso; non è una filosofia, ma è comunque una visione dell’uomo e del mondo, oltre che una chiave di interpretazione; non è una scienza, ma si basa su leggi scientifiche, anche se sono da ricercare nelle stelle. New Age è una nebulosa che contiene esoterismo, occultismo, pensiero mitico e magico sui segreti della vita e un briciolo di Cristianesimo, il tutto mescolato ad idee provenienti dall’astro-fisica“.


Il New Age cerca di sostituirsi al Cristianesimo, attaccandolo
: Dio non sarebbe il creatore del mondo, nega che Gesù di Nazaret è il figlio di Dio fatto uomo e che la redenzione dell’uomo avviene con la sua morte e resurrezione, inoltre sostiene che la salvezza dell’uomo non avviene mediante la fede e lo stato di grazia e che Dio è semplicemente una parte del cosmo. Tutto questo crea confusione nelle persone che non approfondiscono la natura e il fine di questo movimento, ancor di più in chi non ha la preparazione adatta per porsi nel giusto atteggiamento critico.

Cardinale Danneels 

Gli adepti di questa “filosofia” divengono schiavi di una spiritualità evanescente, basata semplicemente sulla ricerca del benessere personale, il tutto con l’aiuto di tecniche prese in prestito da religioni orientali: dalla psicologia del profondo di Jung a quella umanistica di Maslow, al nuovo spiritismo moderno (channeling) che presume di ricevere rivelazioni da entità superiori quali: Dio, Cristo, Spiriti della Natura, Angeli, Fate. Ma questo benessere si otterrebbe anche con stimolazioni elettriche del cervello (biofeedback) o con droghe che provocano sensazioni di pacatezza oppure con certi tipi di danze, arti marziali, e infine con musiche che come sostengono i “maestri” del new age recepiscono e trasmettono le vibrazioni e i movimenti ondulatori del cosmo.

Ecco cosa disse in proposito l’allora Cardinal Ratzinger ex papa emerito Benedetto XVII in un intervista a cura di Ignazio Artizzu tratta dalla rivista “Una voce grida…” n°9 – marzo 1999:

[…] Ma nello yoga i movimenti del corpo hanno una diversa implicazione di rapporto con Dio, che non è quella della liturgia cristiana. Occorre la massima prudenza perché dietro questi elementi corporali si nasconde una concezione dell’essere come tale, della relazione tra corpo e anima, tra uomo, mondo e Dio. 

Ritiene legittimo l’insegnamento della meditazione trascendentale e dello yoga nelle Chiese Cattoliche e nelle comunità religiose da parte di sacerdoti?

Mi sembra molto pericoloso perché in questo contesto queste pratiche sono già offerte come un qualcosa, appunto, di religioso. 

E’ possibile coniugare il mantra con la preghiera cristiana?

Il mantra è una preghiera rivolta non a Dio, ma ad altre divinità che sono idoli. 

Perché questo deprezzamento di Cristo e della Chiesa?

Urs Von Balthasar

Questa è una questione profonda legata alla situazione attuale del mondo. Le radici di questo comportamento che oggi noi vediamo sono tante e si sono sviluppate nel corso di un’epoca, anche se solo oggi emergono in tutta la loro forza. Mi sembra che l’elemento ultimo sia quello, ancora una volta, del capitolo 3 della Genesi: la superbia dell’uomo che intende fare di sé stesso Dio e non accetta di sottomettersi a Lui. C’è dietro la volontà di prendere nelle proprie mani Dio e non di mettersi nelle sue mani.

Urs Von Balthasar

Urs Von Balthasar (premio Paolo VI per la teologia, Papa Giovanni Paolo II lo creò cardinale, ma due giorni prima della cerimoniadefinisce la meditazione trascendentale un tradimento nei confronti della fede cristiana. E’ d’accordo con questa affermazione? 

Si. Perché il Dio Trascendente, la persona che mi ha chiamato e mi ama, viene deformato in una dimensione trascendentale dell’essere. Credo che sia necessario distinguere bene tra il Dio Trascendente e la trascendentalità. Mentre il Trascendente è una Persona che mi ha creato, il trascendentale è una meditazionedimensione dell’essere e quindi implica una filosofia di identità. Il cammino della Meditazione Trascendentale, preso nelle sue intenzioni ultime, ha questa tendenza di guidare ad immergersi nella identità, e quindi è esattamente opposto alla visione cristiana, che conosce anche una unione di identità. Cristo si è identificato con noi e così ci inserisce nel suo Corpo, ma è una identificazione diversa, operata nell’amore, nella quale rimane sempre una identità personale distinta, mentre la Meditazione Trascendentale comporta l’immergersi, il lasciarsi “sciogliere” nella identità dell’essere supremo.   

Quale è, in termini spirituali, il prezzo di queste pratiche?

La perdita della fede e la perversione della relazione uomo – Dio, e un disorientamento profondo dell’essere umano, cosicché alla fine l’uomo si sposa con la menzogna.

Fonti:http://www.angeli.netsons.org/combattiamo_il_new_age.htmhttp://www.ratzinger.us/modules.php?name=News&file=article&sid=154

ARTICOLI COLLEGATI

LA MEDICINA ALTERNATIVA
TATUAGGI E PIERCING… NO GRAZIE
PRATICHE ESOTERICHE E MEDICINE ALTERNATIVE

 

Comments are closed.