Crea sito

Il Purgatorio visto da Margherita Maria Alacoque

Il Purgatorio

visto da Margherita Maria Alacoque

s. margherita maria alacoqueNel corso di varie apparizioni, Santa Margherita Maria vide la sorte di molte Anime del Purgatorio e venne in loro aiuto con suffragi e penitenze. Ecco alcune esperienze che raccontò nei suoi scritti.

Una volta apparve alla Santa una consorella defunta, la quale però con sua grande sorpresa, non le chiese preghiere, perché ciò le era stato proibito da Dio, in quanto durante la vita aveva sempre rifiutato ogni disagio e aveva cercato di condurre un’esistenza comoda e senza molte difficoltà.

Un’altra volta, mentre ero davanti al santo Sacramento nel giorno della sua festa, d’improvviso mi si presentò davanti una persona tutta avvolta da un fuoco, i cui ardori mi penetrarono così forte, che mi parve di bruciare insieme a questo. Le sue condizioni pietose mi fecero capire che si trovava in purgatorio e versai molte lacrime per lei. Mi disse che era un benedettino che una volta aveva ricevuto la mia confessione e mi aveva ordinato di fare la santa comunione, in virtù della quale Dio gli aveva permesso di rivolgersi a me per trovare sollievo alle sue pene. Mi chiese di offrirgli tutto ciò che avessi potuto fare e soffrire per tre mesi e io gliel’accordai subito, dopo avere ottenuto il permesso dalla mia superiora. Lui mi disse ancora che il motivo delle sue così grandi sofferenze era aver preferito il suo interesse alla gloria di Dio, attaccandosi troppo alla propria reputazione. Il secondo motivo era la purgatorio margherita maria alacoque 4mancanza di carità nei confronti dei suoi fratelli; e il terzo l’eccessivo affetto naturale che aveva nutrito per le creature durante gli incontri spirituali, cosa che a Dio dispiaceva molto. Mi sarebbe assai difficile esprimere quanto dovetti soffrire in quei tre mesi. Lui non mi allontanava mai e dalla sua parte era come se bruciassi anch’io, con dolori così vivi da gemere e piangere quasi continuamente. La mia superiora, mossa da compassione, mi ordinava buone penitenze, soprattutto discipline, perché le pene e le sofferenze esteriori, che mi venivano permesse per carità, davano molto sollievo alle altre, che quella Santità d’Amore imprimeva in me come un piccolo assaggio di quelle che faceva patire a quelle povere anime. In capo a tre mesi, vidi il benedettino in tutt’altro modo, perché, ricolmo di gioia e di gloria, andava a godersi la felicità eterna. Ringraziandomi, mi disse che mi avrebbe protetta davanti a Dio. In quei tre mesi, mi ero ammalata, ma poiché la mia sofferenza cessò insieme alla sua, guarii presto.

Un’altra volta le apparve una consorella che piangendo la pregò di aiutarla con le sue preghiere, per poter essere liberata dalle pene del Purgatorio. La Santa le chiese il motivo del suo soffrire in Purgatorio e la suora rispose che era a causa del suo troppo amore alle comodità. Per questo, non aveva osservato esattamente la Regola e si era dispensata da sola dagli esercizi comuni. Affermò anche che sarebbe stata dannata, se non fosse intervenuta la Vergine Maria a soccorrerla.

Margherita Maria era talmente  infervorata dal desiderio di aiutare le Anime del purgatorio margherita maria alacoque 5Purgatorio, che i suoi superiori dovettero intervenire per mitigare il  suo zelo, altrimenti avrebbe rischiato di ammalarsi. Un giorno ebbe il permesso di flagellarsi per confortare le Anime del Purgatorio, ma lo fece talmente forte che superò il limite  permesso. Le apparvero subito delle anime rimproverandola,  perché in quel modo essa aumentava le loro pene invece di diminuirle.

Un giorno ebbe una visione di una suora in purgatorio, così racconta: “ una volta vidi in sogno una religiosa deceduta da molto tempo, la quale mi disse che soffriva molto in Purgatorio e che Dio le faceva soffrire una pena incomparabile, cioè la vista di una sua parente precipitata nell’inferno. Pensando che fosse solo un sogno non vi fece caso, ma l’anima non le dette tregua e cercò di commuoverla parlandole degli atroci dolori che doveva patire. Le disse che le sue pene erano a causa della sua pigrizia e negligenza nella osservanza delle regole e della infedeltà a Dio :Mi strazia il cuore con pettini di ferro incandescente, e questo è il mio più crudele tormento, per i pensieri di mormorazione e di critica nei quali mi sono soffermata contro le superiore, e ho la lingua mangiata da parassiti per punire le parole che ho detto contro la carità. E, per aver mancato di silenzio, ecco la bocca tutta ulcerata. […] Un giorno di silenzio assoluto di tutta la comunità, guarirebbe la mia bocca ulcerata! Un altro trascorso nella pratica della carità, senza cadere in alcuna colpa contro questa, mi guarirebbe la lingua; e un terzo, senza mormorazioni né critiche contro la superiora, guarirebbe il mio cuore straziato”.

purgatorio margherita maria alacoqueUn’altra volta mentre la santa stava pregando per due defunti, che avevano ricoperto nella società degli incarichi molto importanti, le fu rivelato dal Signore che una di queste persone era condannata ad espiare a lungo in Purgatorio e che tutte le preghiere e le sante Messe che sarebbero state offerte in suo suffragio non sarebbero tornate a suo profitto, ma a vantaggio dei defunti di quelle famiglie che erano state danneggiate dall’operato di costui. Questo accadeva perché tali famiglie, ridotte in povertà dai danni patiti, non avevano la possibilità economica di soccorrere le anime del Purgatorio dei loro defunti con la celebrazione di sante Messe e così in tal modo provvedeva il signore stesso.

Un altro giorno santa Margherita Maria stava pregando per tre persone defunte recentemente. Due di esse erano religiose e la terza una laica. Il signore apparve alla santa e l’interrogò: “ Quali di queste persone vuoi che io liberi adesso immediatamente dal Purgatorio?”. La monaca rispose: “ O Signore degnati di scegliere Tu secondo la tua volontà  e per ciò che più tornerà a gloria del tuo onore”. Allora la santa vide che il Signore fece entrare in paradiso l’anima della semplice cristiana, mentre le diceva che i consacrati gli facevano meno pietà in quanto essi avevano avuto tanti mezzi a loro disposizione per guadagnarsi il Paradiso e specialmente avrebbero potuto riparare i loro peccati sulla terra specialmente con l’osservanza della loro regola.

ARTICOLI COLLEGATI

SANTA MARGHERITA MARIA ALACOQUE
IL PURGATORIO 
IL MANOSCRITTO DEL PURGATORIO
CORONA ANGELICA DI SAN MICHELE ARCANGELO
NOVENA PER LE ANIME DEL PURGATORIO
UN’ANIMA DEL PURGATORIO
STORIE DI ANIME
LE 33 OFFERTE DEL SANGUE DI GESÙ
RIVELAZIONI DI SANTA GELTRUDE

Fonti: http://www.carloacutis.com/InfernoPurgatorioParadiso/Purgatorio/PURGATOIRE-web-Alacoque2.html; http://purgatorio.altervista.org/doc/testimonianze/alacoque/al1.html; http://www.miliziadisanmichelearcangelo.org/content/view/2042/160/lang,it/

 

Comments are closed.