Crea sito

Teresa Helena Higginson e il Sacro Capo

Teresa Helena Higginson e il Sacro Capo

Si festeggia il venerdì dopo la festa del S. Cuore

Il Signore Gesù Cristo ha rivelato alla stigmatizzata e venerabileVnrable-Teresa-Helena-Higginson Teresa Elena Higginson (1844-1905) di voler essere onorato nel suo Sacro Capo, quale Tempio della Divina Sapienza. Questa devozione riassume tutti gli omaggi dovuti alla Santa Umanità di Gesù.

Chiunque venererà il suo Sacro Capo, non solamente come parte del corpo ma soprattutto come Tempio della Divina Sapienza, come sede delle potenze dell’anima e delle facoltà dello Spirito, ed in queste la Sapienza che ha guidato ogni affetto del Sacro Cuore e tutti i movimenti dell’intero essere di Gesù, il Signore ha promesso che il devoto attirerà su di sé i migliori doni del cielo. Chi diffonderà questa devozione riceverà grandi benedizioni e abbondanti grazie dal Cielo e il Signore metterà il suo Segno sulle loro fronti e il suo Sigillo, cioè la Sapienza, sulle loro labbra. Lo Spirito Santo, inoltre, si rivelerà all’intelligenza del devoto che riuscirà ad amare meglio il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo, seppure nella Trinità delle persone divine. Ed alla fine della vita del devoto il Signore lo rivestirà di gloria davanti agli Angeli e gli uomini nella Corte Celeste e lo coronerà di eterna abitudine.

Teresa Helena Higginson è nata nel 1844, e fu allevato con i suoi sette fratelli e sorelle, in una famiglia cattolica a Gainsborough. Bambina precoce, piena di vita e Teresacarattere, un vero maschiaccio. A dieci anni fu mandata al convento di Nottingham, ma la sua vita scolastica è stata spesso interrotta da problemi di salute. A causa di una caduta da un’albero fu rimandata a casa. Ritornò un anno dopo, ma su di una sedia a rotelle almeno per qualche tempo. Fu qui che cominciò a far leva sulla sua forza di volontà mortificando i sensi. Nel 1865 Teresa lasciò il convento all’età di 21 anni, quando la sua famiglia subì la bancarotta. Oltre allo studio trovava il tempo per visitare i malati e passare notti in preghiera. Lo scopo principale della sua vita era diventato quello di espiare per i peccatori. Le sue penitenze erano incredibili. Dormiva pochissimo e mangiava raramente; il suo principale nutrimento era la SS Eucarestia.

Ricevette dal Signore il dono delle stimmate la prima volta il Venerdì Santo del 1874. Sangue usciva spesso dalle sue mani e dalla testa. I suoi amici testimoniavano le sue frequenti estasi, le sue comunioni miracolose, le aggressioni violente del demonio. Il giorno della festa del S. Cuore dello stesso anno ebbe il dono delle Nozze Mistiche con il suo amato Gesù. Questi fenomeni non rimasero segreti per lungo tempo e nonostante il suo confessore fosse a conoscenza di tutto, vi era chi la riteneva una pazza, una menzognera o al contrario… una santa.

Nonostante tutte le sofferenze, Teresa era spiritosa e vigile, mai di cattivo umore,Ecce-Homo metteva il cuore in tutto ciò che faceva. Non aveva alcun interesse per i vestiti, indossando quelli dismessi dalla sorella e con i suoi risparmi acquistava libri e oggetti sacri per gli altri. Quando parlava di religione non era mai noiosa. Grazie al suo angelo custode riusciva a sapere in anticipo quando le persone stavano arrivando. In una visione vide la morte del padre che si avverò come previsto e non fu l’unica volta che le capitò. Apparve in bilocazione sul letto di morte del Vescovo Roskell. Nel frattempo un santuario dedicato al Sacro Capo venne costituito nel convento di Edimburgo.

Le venne dato come direttore spirituale Padre Canon Snow, con il compito di verificare l’autenticità dei suoi fenomeni mistici. A causa di questi strani fenomeni e della visita continua del demonio che non gradiva le sue offerte di sacrificio in espiazione dei peccati degli uomini dovette cambiare più volte residenza. Per un certo periodo le fu anche proibito prendere la Comunione a causa di un sacerdote che non le credeva. Venne mandata al convento di Santa Caterina di Edimburgo, dove rimase nascosta per ben 12 anni in preghiera, fin quando venne accettata come insegnante della scuola elementare nel piccolo villaggio di Chudleigh. A causa di un ictus il 15 febbraio 1905, all’età di 61 anni morì.

Teresa Helena Higginson la tombaPer oltre 20 anni Padre Canon raccolse e conservò con cura tutti i suoi scritti, convinto ormai della santità di Teresa. Qui leggiamo come il Signore più volte le apparve chiedendole con insistenza di onorare il Suo Sacro Capo come sede della sua sapienza divina, in modo da fare espiazione per i peccati di orgoglio, intelletto, ed incredulità, così diffusi in questi tempi moderni. Padre Canon ha sottolineato che Teresa era essenzialmente una santa contemplativa piuttosto che attiva. Lei non ha mai fatto nulla di esternamente eclatante, piuttosto si è mostrata sempre debole e fragile, soffrendo senza sosta. Per la sua causa di canonizzazione si recò a Roma nel 1937 dove venne dichiarata ‘serva di Dio’. La sua tomba a Neston é diventato un luogo di pellegrinaggio per molti.

Sito ufficiale: http://www.teresahigginson.com/sul quale è disponibile il download del libretto originale con la sua vita e la devozione in inglese.

ARTICOLI COLLEGATI

NOVENA AL SACRO CAPO
L’ANGELO DI SANTA GEMMA GALGANI
PADRE PIO, GLI ANGELI E I DEMONI

(altre sante che hanno avuto le nozze mistiche con Cristo)

SANTA MARGHERITA MARIA ALACOQUE
SANTA MARIA MADDALENA DE PAZZI
SANTA CATERINA DE RICCI
SANTA VERONICA GIULIANI
SANTA CATERINA DA GENOVA
SANTA MARGHERITA MARIA ALACOQUE
SANTA COLETTA DI CORBIE
SANTA TERESA D’AVILA

 

Fonti: http://www.catholicrevelations.org/PR/teresa%20higginson.htm;  http://www.gesumisericordioso.com/public/default1.asp?n=12&pagina=3&ordina=Data&id=1336&id2=1336&menu=Messaggi&genere=mopap&Data=M.O.P.A.P.&titolo2=Devozione%20al%20mio%20Sacro%20Capo%20e%20Teresa%20Higginson&genere2=Anime%20Purgatorio

 

 

Comments are closed.