Crea sito

Il Santuario di Altötting

Il Santuario di Altötting

Al Santuario di Altötting, distante pochi km dal paese natale del 1madonna_di_altottingpapa dimissionario Benedetto XVI, giungono un milione di pellegrini l’anno per venerare la miracolosa effigie della ‘Madonna Nera’, cara a tutti i Cattolici della Mitteleuropa. Qui vi furono ben 2 apparizioni mariane e le grazie continuano ad arricchire i suoi fedeli.

Altötting è uno dei Santuari più famosi della Baviera; qui, ogni anno, giungono quasi un milione di pellegrini, numerosissimi tra la primavera e l’autunno, molti dei quali sono giovani appartenenti ad ogni ceto sociale. Il Santuario di Altötting è chiamato “Herz Bayerns”, vale a dire il “cuore della Baviera“, e non c’è dubbio che ne costituisca il centro propulsivo, vero motore della religiosità dei Tedeschi di fede cattolica. Questo Santuario a pianta ottagonale era originariamente una Cappella, edificata intorno all’anno 700, che la leggenda vuole ospitasse il fonte battesimale usato dal Vescovo Rupertus von Salzburg per battezzare il primo Duca bavarese di fede cattolica. Intorno al 1330 arrivò in città una statua raffigurante la “Madonna col Bambino” che venne subito posta in questa Cappella. All’interno, di fronte alla statua della Madonna, si trovano, custoditi in preziose urne d’argento, i cuori di tutti i re di Baviera tra i quali quello di Ludwig II (†1886) e di altri importanti esponenti della famiglia Wittelsbach. La Gnadenkapelle è aperta tutti i giorni dell’anno dalle 5.30 alle 20.30.

Il video

http://www.youtube.com/watch?v=5zsIZWY2v3E

Altötting2Nel 1489 ci furono poi due Apparizioni della Madonna. Secondo la tradizione del posto, in quell’anno un bambino di tre anni che era annegato nel fiume che passa per di lì, ritornò alla vita per intercessione della Vergine di Altötting. L’aiuto materno di Maria ad una famiglia in difficoltà, fu il principio di un’interminabile processione di pellegrini che, già da 500 anni, affluiscono a quel santuario per venerare la Madre di Gesù, per confidargli le loro allegrie e pene, difficoltà e sofferenze. Dopo quel primo segno di grazia, la Vergine di Altötting ha continuato a riversare, durante i secoli, numerose altre grazie visibili ed invisibili a moltissimi fedeli che hanno visto soddisfatte le loro richieste in quel posto sacro, hanno rinvigorito la loro fede, e hanno trovato sollievo nelle loro prove.

Il primo Pellegrinaggio ad Altötting iniziò proprio in quell’anno, in seguito ai racconti di due guarigioni miracolose spettacolari. Da allora il flusso dei pellegrini non si è più arrestato. Insieme a Lourdes, Fatima, Czestochowa e Loreto, Altötting è uno dei cinque cosiddetti ‘Santuari d’Europa’. Il Papa Benedetto XVI, nato nella vicina Marktl e profondamente legato ad Altötting da numerosissime visite ufficiali e private, ha egli stesso definito questa città di pellegrinaggio “il cuore della Baviera e uno dei cuori dell’Europa“. Nel 2006 il Papa Benedetto XVI nel corso del suo viaggio pastorale ha toccato anche la città di Altötting, alla quale, due anni più tardi, ha conferito l’alta onorificenza della “Rosa d’oro”.1santuario altotting

Nel 1670 l’Altare dove è tuttora custodita la statua della ‘Madonna Nera’, realizzata in legno di tiglio, venne arricchito di preziose decorazioni d’argento mentre più di duemila ex-voto sono visibili sia dentro il Santuario che nel porticato esterno. Il “polo” di attrazione del Santuario è appunto ‘la Madonna Nera’, una statua scolpita attorno al 1300 da un artista, originario forse dell’Alto Reno. La statua, realizzata in legno di tiglio, è chiamata così perché si è annerita col tempo, soprattutto per il fumo delle candele. Ancora oggi tantissimi pellegrini di tutta l’Europa affluiscono alla ‘Madonna Nera’ che è esposta nell’antica Cappella battesimale. Dopo la beatificazione [1930] e la canonizzazione [1934] del frate cappuccino Konrad von Parzham, portinaio del Convento di Altötting, accanto alla Cappella della Madonna, vi è pure un’altra meta di Pellegrinaggi: la tomba di San Corrado da Parzham, il santo frate portinaio canonizzato 75 anni orsono, posta nella Chiesa dei Cappuccini.

Qui da Maggio a Ottobre si svolgono Messe solenni e, ogni Sabato sera, delle grandi processioni. Non mancano i fedeli che meditano la Passione di Gesù dopo altoetting2essersi caricati una Croce sulle spalle. La Gnadenkapelle, che si trova in mezzo alla Kapellplatz e in cui è situata la venerata statua lignea della ‘Madonna Nera’, è come fasciata da ex voto. La pastorale giovanile nella Diocesi di Passau ha una lunga tradizione. La manifestazione annuale più grande è proprio il Pellegrinaggio dei giovani. Mediamente sono circa seimila i ragazzi e le ragazze che, in due giorni, percorrono i 90 km. che dividono Passau da Altötting.

A Pasqua ha inizio il periodo dei pellegrinaggi con un’imponente liturgia dalla Domenica delle Palme al Lunedì dell’Angelo e concerti di alto livello come l’Oratorio della Passione nella basilica o i canti della Passione nel “Panorama”. Altri eventi speciali sono: l’inizio del mese mariano (1° maggio), i tre giorni della Pentecoste con l’arrivo a piedi di numerosi gruppi di pellegrini, la grande processione del Corpus Domini e la festa dell’Assunzione della Vergine il 15 agosto con una suggestiva processione con fiaccole la sera precedente. Anche il periodo dell’Avvento e di Natale donano alla cittadina un’atmosfera unica con il mercatino di Gesú bambino, i tradizionali canti alpini dell’Avvento, un grande concerto natalizio, il magnifico presepio e tutto il centro cittadino addobbato a festa.

Fonti: http://www.altoetting.de/cms/benvenuto_tour.phtml ; http://www.tuttobaviera.it/altoetting.html; http://www.mariadinazareth.it/europa%20cristiana/luoghi%20di%20culto/Santuario%20di%20Altotting.htm

Comments are closed.