Crea sito

ALMANACCO DEL 15 GENNAIO 2018

ALMANACCO DEL 15 GENNAIO 2018

Le pubblicazioni del calendario religioso di Maria Regina dell’Universo

——————————————————————————-

preghiera6 (2)MESSAGGIO DI PADRE PIO

PER IL 15  GENNAIO

Sento sempre più il grande bisogno di abbandonarmi con più fiducia alla divina misericordia e riporre in Dio solo l’unica mia speranza (Epist. I, p. 224s.)

Tratto da “Buona Giornata ” – Edizioni Padre Pio da Pietrelcina

———————————————————————–

INDICE

banneux5LA VERGINE DEI POVERI
NOSTRA SIGNORA DELLA SEMINA
Letture di lunedì 15 gennaio 2018
San Paolo l’Eremita
 Beato Zacarias Cuesta Campo
Tarcisio Cavara
IL DIGIUNO
Evangelo Valtorta (47a parte)
NOVENA DELLE ROSE
CORONCINA ALLA SACRA FAMIGLIA

—————————————————————-

IL MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE

“… la salute dell’anima è la più importante … confessarsi e rinunciare al peccato. Poi potranno implorare la guarigione.”

Tratto dal un messaggio del 15 gennaio 1984″

—————————————————————————–

BanneuxLA VERGINE DEI POVERI

Le apparizioni e i messaggi di Banneaux

15 gennaio 

Esattamente 12 giorni dopo la fine delle apparizioni di Beauraing una bimba di undici anni e la sua mamma, in un piccolo e povero villaggio del Belgio vedono fuori della finestra una bellissima Signora… 

La storia su http://biscobreak.altervista.org/2013/01/la-vergine-dei-poveri/

————————————————————————

NOSTRA SIGNORA DELLA SEMINA

NOSTRA SIGNORA DELLE TRE SPIGHE15 gennaio

Secondo un testo apocrifo  lasciato da Maria SS dopo la Sua assunzione, agli apostoli, Essa chiese l’istituzione di 3 feste che la vedono protettrice dei raccolti  di grano e vino, elementi essenziali per la Celebrazione Eucaristica. La conferma della protezione mariana sugli elementi base per l’Eucarestia.

La storia su http://biscobreak.altervista.org/2014/01/nostra-signora-della-semina/

————————————————————————

LETTURE DI LUNEDÌ

15 Gennaio 2018

II Settimana del Tempo Ordinario (anno II)

“…verranno giorni quando lo sposo sarà loro tolto: allora, in quel giorno, digiuneranno.  …”

La preghiera del mattino e della sera, le letture e il commento su http://biscobreak.altervista.org/2018/01/letture-di-lunedi-15-gennaio-2018/

——————————————————————————

SAN PAOLO L'eremita.2 jpg

San Paolo l’Eremita

(?ca. 233 – ca. 345) 15 gennaio

Che sia una favola, una leggenda o un’illusione nata dalla fede di scrittori fin troppo ricchi di fantasia, rimangono comunque dei dubbi circa la vita di colui che è stato definito il primo eremita.

La storia con un Estratto da: “Opere scelte di san Girolamo” su http://biscobreak.altervista.org/2013/01/san-paolo-leremita/

—————————————————————————–

beato-zacarias-cuesta-campo2BEATO ZACARIAS CUESTA CAMPO

Giovane laico, martire (1916 –1937) 15 gennaio

Zoppo dall’età di cinque anni venne affidato ad un orfanotrofio dove imparò l’arte del calzolaio. Condivise con il Sacerdote che lo gestiva il martirio durante la guerra civile spagnola.

La storia su http://biscobreak.altervista.org/2017/01/beato-zacarias-cuesta-campo/

——————————————————————————

TARCISIO CAVARA

Adolescente (1940-1954) 15 gennaio

A 13 anni scrive: “Volevo essere sacerdote, ma il Signore non mi ha ritenuto degno di servirlo, ha un altro progetto per me. Io offro tutte le mie sofferenze, la mia vita, la mia morte, ormai vicina per loro, per tutti i sacerdoti, affinché siano santi e apostoli

La storia su http://biscobreak.altervista.org/2018/01/tarcisio-cavara/

——————————————————————————

IL DIGIUNO

digiuno (2)Dall’inizio delle sue apparizioni a Medjugorje, più di 30 anni fa, la Madonna non ha cessato di parlare di digiunouna pratica considerata obsoleta ai nostri giorni, ma tanto sottolineata da Gesù nei Vangeli fino a considerarla addirittura indispensabile per i casi più gravi.Vediamo dunque cosa ci hanno riferito i veggenti e soprattutto… la Regina della Pace.

Come ha parlato la Regina della Pace ai Veggenti di Medjugorje del digiuno su http://biscobreak.altervista.org/2013/09/il-digiuno/

————————————————————————-

BRANI TRATTI DALL’EVANGELO

COME MI è STATO RIVELATO di MARIA VALTORTA

cuore38° LIBRO (47a parte)

Molti sono in questo periodo i nemici di Gesù e tanti i modi che escogitano per coglierlo in fallo, dalle prostitute, ai tranelli verbali. Ma ad essere sinceri chi non si è posto la domanda: “Perchè Dio ha creato Satana? E perchè non lo distrugge? E cosa ci manca dall’essere in tutto simili agli angeli? “ Gesù stesso ne darà le risposte

Tutti i brani su http://biscobreak.altervista.org/2013/02/valtorta-47a-parte/

——————————————————————————-

PREGHIERE E PROPOSTE IN CORSO

NOVENA DELLE ROSE

Novena delle rose1Santissima Trinità, Padre, Figlio e Spirito Santo, io vi ringrazio per tutti i favori e le grazie di cui avete arricchito l’anima della vostra serva Santa Teresa di Gesù Bambino del Volto Santo, Dottore della Chiesa, durante i suoi ventiquattro anni trascorsi su questa terra e, per i meriti di questa vostra Santa Serva, concedetemi  la grazia che ardentemente desidero (qui si formula la grazia che si vuol ricevere), se è conforme alla vostra santa volontà e per il bene della mia anima.

Aiutate la mia fede e la mia speranza, o Santa Teresa di Gesù Bambino del Volto Santo; realizzate ancora una volta la vostra promessa di passare il vostro cielo a fare del bene sulla terra, permettendo che io riceva una rosa come segno della grazia che desidero ottenere.

– 24 “Gloria al Padre… (in ringraziamento a Dio dei doni concessi a Teresa nei ventiquatro anni della sua vita terrena);

ad ogni “Gloria” l’invocazione:

Santa Teresa di Gesù Bambino del Volto Santo, prega per noi“.

************

CORONCINA ALLA SACRA FAMIGLIA

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo

O Dio, vieni a salvarmi. Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria al padre

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.

  1. Gesù, Maria e Giuseppe, che formate la Santa Famiglia, siate sempre i tre primi amori delle nostre anime.

famiglia2 (2)Padre Nostro

Padre nostro, che sei nei cieli,sia santificato il tuo nome,venga il tuo regno,sia fatta la tua volontà,come in cielo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano,e rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori,e non ci indurre in tentazione,ma liberaci dal male. Amen.

Ave Maria

Ave, o Maria, piena di grazia, il Signore è con te. Tu sei benedetta fra le donne E benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen.

  • Giuseppe e Maria, modello dei genitori cristiani, aiutate tutti i genitori della nostra parrocchia a imitare i vostri divini insegnamenti.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Gesù fanciullo, esemplare dei figli cristiani, fa’ che i nostri figli possano imitare i tuoi santi esempi.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, modello di carità e di concordia, fate che la carità e la concordia regnino sempre nelle nostre famiglie.

FAMIGLIA (3)Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, esemplare di perfetta purità, aiutaci affinché nelle nostre famiglie non si facciano mai discorsi o azioni contro questa bella virtù.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, dove mai si pronunciò invano il nome santo di Dio, fate che anche le nostre famiglie abbiano il massimo rispetto per questo Santo Nome.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, dove il nome di Gesù formava la vostra delizia, fate che questo Nome Santissimo sia pure la delizia dei nostri cuori ed instillate nelle nostre famiglie l’orrore della bestemmia.

Padre Nostro, Ave Maria

Sia lodato Gesù Cristo. Sempre sia lodato.

ATTO DI CONSACRAZIONE

O Santa Famiglia di Nazareth, Gesù, Maria e Giuseppe, la nostra famiglia si consacra a te per tutta la vita e l’eternità. Fa che la nostra casa e il nostro cuore siano un cenacolo di preghiera, di pace, di grazia e comunione. Amen.

LITANIE ALLA SANTA FAMIGLIA

la sacra famigliaSignore, pietà Signore, pietà

Cristo, pietà Cristo, pietà

Signore, pietà Signore, pietà

Cristo, ascoltaci Cristo, ascoltaci

Cristo, esaudiscici Cristo, esaudiscici

Padre celeste, Dio abbi pietà di noi

Figlio, Redentore del mondo abbi pietà di noi

Spirito Santo, Dio abbi pietà di noi

Santa Trinità, unico Dio abbi pietà di noi

Gesù, Figlio di Dio vivo, che fatto Uomo per nostro amore, hai nobilitato e santificato i vincoli della famiglia abbi pietà di noi

Santa Famiglia, modello perfetto di tutte le virtù abbi pietà di noi

Santa Famiglia, non accolta dalla gente di Betlemme, ma glorificata dal canto degli Angeli abbi pietà di noi

Santa Famiglia, che hai ricevuto gli omaggi dei pastori e dei magi abbi pietà di noi

Santa Famiglia, esaltata dal santo vecchio Simeone abbi pietà di noi

Santa Famiglia, perseguitata e costretta a rifugiarti in terra pagana abbi pietà di noi

Santa Famiglia, che vivi sconosciuta e nascosta abbi pietà di noi

Santa Famiglia, fedelissima alle leggi del Signore abbi pietà di noi

Santa Famiglia, modello delle famiglie rigenerate nello spirito cristiano abbi pietà di noisanta-famiglia

Santa Famiglia, il cui capo è modello di amore paterno abbi pietà di noi

Santa Famiglia, la cui madre è modello di amore materno abbi pietà di noi

Santa Famiglia, il cui Figlio è modello d’obbedienza e di amore filiale abbi pietà di noi

Santa Famiglia, patrona e protettrice di tutte le famiglie cristiane abbi pietà di noi

Santa Famiglia, nostro rifugio in vita e speranza nell’ora della morte abbi pietà di noi

Da tutto quello che ci può togliere la pace e l’unione dei cuori, o Santa Famiglia liberaci 

Dalla disperazione dei cuori, o Santa Famiglia liberaci 

Dall’attaccamento ai beni terreni, o Santa Famiglia liberaci 

Dal desiderio della vana gloria, o Santa Famiglia liberaci 

Dall’indifferenza nel servizio di Dio, o Santa Famiglia liberaci 

Dalla cattiva morte, o Santa Famiglia liberaci 

sacra famiglia 2Per la perfetta unione dei tuoi Cuori, o Santa Famiglia ascoltaci

Per la tua povertà e la tua umiltà o S. Famiglia ascoltaci

Per la tua perfetta obbedienza, o Santa Famiglia ascoltaci

Per le tue afflizioni e dolorosi avvenimenti o Santa Famiglia ascoltaci

Per il tuo lavoro e le tue difficoltà o S. Famiglia ascoltaci

Per le tue preghiere e il tuo silenzio, o S. Famiglia ascoltaci

Per la perfezione delle tue azioni, o Santa Famiglia ascoltaci

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, perdonaci, o Signore.

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, esaudiscici, o Signore.

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi, o Signore.

O Santa Famiglia venerata, noi ci rifugiamo in Te con amore e speranza. Facci sentire gli effetti della Tua salutare protezione.

sacrafamigliamurilloPREGHIAMO

Gesù, Maria e Giuseppe, che tutto il mondo onora col nome di Santa Famiglia, aiutateci Santa Famiglia, immagine della SS. Trinità sulla terra  aiutaci O Dio, nostro Padre, che nella Santa Famiglia ci hai dato un vero modello di vita, fa che nelle nostre famiglie fioriscano le stesse virtù e lo stesso amore, perché riuniti nella tua Casa possiamo un giorno godere la gioia senza fine. Per Cristo, nostro Signore. Amen.

Letture di lunedì 15 gennaio 2018

LETTURE DI LUNEDÌ

15 Gennaio 2018

II Settimana del Tempo Ordinario (anno II)

“…verranno giorni quando lo sposo sarà loro tolto: allora, in quel giorno, digiuneranno.  …”

NOSTRA SIGNORA DELLE TRE SPIGHELA VERGINE DEI POVERI

NOSTRA SIGNORA DELLA SEMINA

15 gennaio – Secondo un testo apocrifo  lasciato da Maria SS dopo la Sua assunzione, agli apostoli, Essa chiese l’istituzione di 3 feste che la vedono protettrice dei raccolti  di grano e vino, elementi essenziali per la Celebrazione Eucaristica. La conferma della protezione mariana sugli elementi base per l’Eucarestia.

Beato Zacarias Cuesta Campo

SAN PAOLO L'eremita.2 jpg

San Paolo l’Eremita

(?ca. 233 – ca. 345) 15 gennaio – Che sia una favola, una leggenda o un’illusione nata dalla fede di scrittori fin troppo ricchi di fantasia, rimangono comunque dei dubbi circa la vita di colui che è stato definito il primo eremita. La storia con un Estratto da: “Opere scelte di san Girolamo”

“Tutta la terra ti adori, o Dio, e inneggi a te: inneggi al tuo nome, o Altissimo.”

PREGHIERA DEL MATTINO

Dio onnipotente ed eterno, che governi il cielo e la terra, ascolta con bontà le nostre preghiere e dona ai nostri giorni la tua pace. Per Cristo nostro Signore. Amen

PRIMA LETTURA

1 Sam 15, 16-23
Dal primo libro di Samuele.

3samuele profetaIn quei giorni, Samuèle disse a Saul: «Lascia che ti annunci ciò che il Signore mi ha detto questa notte». E Saul gli disse: «Parla!». Samuèle continuò: «Non sei tu capo delle tribù d’Israele, benché piccolo ai tuoi stessi occhi? Il Signore non ti ha forse unto re d’Israele? Il Signore ti aveva mandato per una spedizione e aveva detto: “Va’, vota allo sterminio quei peccatori di Amaleciti, combattili finché non li avrai distrutti”. Perché dunque non hai ascoltato la voce del Signore e ti sei attaccato al bottino e hai fatto il male agli occhi del Signore?». Saul insisté con Samuèle: «Ma io ho obbedito alla parola del Signore, ho fatto la spedizione che il Signore mi ha ordinato, ho condotto Agag, re di Amalèk, e ho sterminato gli Amaleciti. Il popolo poi ha preso dal bottino bestiame minuto e grosso, primizie di ciò che è votato allo sterminio, per sacrificare al Signore, tuo Dio, a Gàlgala».
Samuèle esclamò: «Il Signore gradisce forse gli olocausti e i sacrifici quanto l’obbedienza alla voce del Signore? Ecco, obbedire è meglio del sacrificio, essere docili è meglio del grasso degli arieti. Sì, peccato di divinazione è la ribellione, e colpa e terafìm l’ostinazione. Poiché hai rigettato la parola del Signore, egli ti ha rigettato come re».
C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

SALMO RESPONSORIALE

Sal 49

viaRIT: A chi cammina per la retta via mostrerò la salvezza di Dio.

«Non ti rimprovero per i tuoi sacrifici, i tuoi olocausti mi stanno sempre davanti. Non prenderò vitelli dalla tua casa né capri dai tuoi ovili». RIT

«Perché vai ripetendo i miei decreti e hai sempre in bocca la mia alleanza, tu che hai in odio la disciplina e le mie parole ti getti alle spalle? RIT

Hai fatto questo e io dovrei tacere? Forse credevi che io fossi come te! Ti rimprovero: pongo davanti a te la mia accusa. Chi offre la lode in sacrificio, questi mi onora; a chi cammina per la retta via mostrerò la salvezza di Dio». RIT

CANTO AL VANGELO

Alleluia, Alleluia.

La parola di Dio è viva ed efficace, discerne i sentimenti e i pensieri del cuore.

Alleluia.

VANGELO

Mc 2, 18-22 – Dal Vangelo secondo Marco

insegna fariseiIn quel tempo, i discepoli di Giovanni e i farisei stavano facendo un digiuno. Vennero da Gesù e gli dissero: «Perché i discepoli di Giovanni e i discepoli dei farisei digiunano, mentre i tuoi discepoli non digiunano?».
Gesù disse loro: «Possono forse digiunare gli invitati a nozze, quando lo sposo è con loro? Finché hanno lo sposo con loro, non possono digiunare. Ma verranno giorni quando lo sposo sarà loro tolto: allora, in quel giorno, digiuneranno. Nessuno cuce un pezzo di stoffa grezza su un vestito vecchio; altrimenti il rattoppo nuovo porta via qualcosa alla stoffa vecchia e lo strappo diventa peggiore. E nessuno versa vino nuovo in otri vecchi, altrimenti il vino spaccherà gli otri, e si perdono vino e otri. Ma vino nuovo in otri nuovi!».
C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

COMMENTO

Stoffa grezza su un vestito vecchio.

il digiuno

Gesù non è venuto a rattoppare una visione religiosa in difficoltà, non è venuto a mettere una pezza sullo strappo creato dall’intransigenza dei farisei e dei dottori della legge con il popolo, da essi guardato con disprezzo, ma a riformulare un modo nuovo di stare con Dio, attingendo alla più autentica fede ebraica. La miriade di precetti che avevano finito con l’ingabbiare l’originaria alleanza fra Dio e il suo popolo cedono il passo al primigenio e fondante comandamento dell’amore che imita l’amore di Cristo e che da lui attinge per amare se stessi e il prossimo. Il rapporto con Dio non è più fondato sul timore ma sull’amore sponsale: Gesù è lo sposo. Le norme, i precetti, le tradizioni religiose, allora, acquistano profondità e senso solo se ricondotte all’amore sponsale. Le pratiche devozionali non vengono eliminate ma ricomprese e riformulate. Il digiuno che serve a ricordarci cosa è essenziale, che manifesta la nostra ricerca interiore non è più un merito agli occhi di Dio, ma il lamento della sposa che ha nostalgia dello sposo. Continuamente, anche nella Chiesa, dobbiamo capire il senso di ciò che facciamo e riportarlo all’essenziale. (Omelia di Paolo Curtaz tratto da lachiesa.it)

eucaresta9PREGHIERA DELLA SERA

Il Tuo vangelo o Signore è vino nuovo, parola divina che spezza sempre i limiti delle nostre umane attese. Ti preghiamo perciò Padre di ogni bene, di aiutarci a diventare portatori della novità di Cristo. Crea in noi uno spirito nuovo. In cambio Ti affidiamo, le gioie e le fatiche, le rinunce e gli atti di carità che siamo riusciti a fare in questo giorno e Ti ringraziamo con tutto il cuore per tutto quello che fai per noi e ci dai ogni giorno. O Signore, fonte della nostra gioia, rimani sempre accanto a noi.  Amen.

Tarcisio Cavara

TARCISIO CAVARA

Adolescente (1940-1954) 15 gennaio

A 13 anni scrive: “Volevo essere sacerdote, ma il Signore non mi ha ritenuto degno di servirlo, ha un altro progetto per me. Io offro tutte le mie sofferenze, la mia vita, la mia morte, ormai vicina per loro, per tutti i sacerdoti, affinché siano santi e apostoli

Ridente paese sull’Appennino tosco-emiliano, Castiglione dei Pepoli (Bologna) gli diede i natali, il 7 maggio 1940. La mamma, Armida Rapezzi e il papà Gaetano Cavara, crescevano nella fede e nella vita cristiana, altri due figli: Maria, la maggiore, e Sergio. Al battesimo, amministratogli, il sabato vigilia della Pentecoste, il piccolo fu chiamato Tarcisio, come il giovane martire dell’Eucaristia dei primi secoli cristiani.

A tre anni, Tarcisio Cavara già frequenta l’asilo del paese, tenuto da buone suore, rivelandosi subito un bambini intelligente e piuttosto precoce. Quando la sorella Maria, giovane dirigente dell’Azione Cattolica va a insegnare catechismo ai ragazzi della parrocchia, Tarcisio pretende che lo porti con sé. Impossibile liberarsene: bisogna accontentarlo.

In aula si arrampica su una sedia vicino alla sorella e se ne sta zitto e buono a ascoltare, attentissimo a imparare i bellissimi discorsi su Dio, su Gesù, il Figlio di Dio fatto uomo e morto per noi, sui suoi comandamenti, sulla fuga dal peccato e sulla vita in grazia di Dio, sull’inferno da evitare, sul Paradiso cui siamo chiamati. Una grande gioia, prova in cuore, quando apprende la storia del suo santo protettore, S. Tarcisio, il ragazzo che, nell’antica Roma, mentre si recava in tempo di persecuzione, a portare Gesù Eucaristico ai cristiani condannati a morte, era stato bloccato da una marmaglia di giovani pagani che pretendevano di vedere “ciò” che teneva stretto al cuore, e lui preferì morire ucciso piuttosto che lasciare profanare da quelli il più prezioso Tesoro che abbiamo, il SS.mo Sacramento (250 d.C.).

Tarcisio Cavara promise che avrebbe amato senza fine Gesù Eucaristico, deciso e forte come il giovane martire Tarcisio.

Presto si scopre la sua bella voce, le sue capacità di recitare in modo incantevole. Ancora piccolo, spesso tocca a lui cantare in chiesa, dire un discorsetto davanti a Gesù Bambino nel presepio o a una autorità in visita al paese. A Castiglione, presto diventa assai popolare: tutti lo conoscono e lo apprezzano.

Gesù, immolato sulla croce per noi, Gesù che ripresenta il suo Sacrificio sull’altare nella S. Messa e rimane sempre con noi nel Tabernacolo, affascina Tarcisio in modo singolare. A 5 anni, è già chierichetto e serve all’altare in modo stupendo: tutto sembra più bello quando lui partecipa alle sacre celebrazioni.

Non sa ancora leggere e già conosce a memoria non solo le lodi popolari più belle, come “T’adoriam, Ostia divina”, ma i salmi dei Vespri della domenica da “Dixit Dominus Domino meo” a “In exitu Israel de Aegypto” e dell’Ufficio dei defunti. E’ straordinario vederlo con un gran librone in mano – che non sa leggere – impegnato a cantare, gli inni in latino come “Lucis Creator optime” o “Ave Maris stella”, alternandosi con il parroco e i cantori, in coro. Ma quando impara a leggere, “pretende” di leggere lui, in italiano, come lettore, “l’epistola” nella Messa, mentre il parroco la legge in latino.

Il 6 luglio 1947, Tarcisio, più contento di un re, si accosta per la I° volta a ricevere Gesù nella Comunione. Si era preparato frequentando il catechismo, con un intenso impegno a migliorarsi, con la Confessione accurata e fervente dei suoi peccati, il perdono di Dio. Da quel giorno davvero Gesù diventa il suo intimo Amico.

Dirà il suo parroco, don Ercole Lorenzini: “Ho conosciuto fin dalla sua infanzia Tarcisio Cavara e non l’ho mai perso di vista, anche perché frequentava giornalmente, mattina e sera la chiesa, essendo il più assiduo dei chierichetti. Ottimo, intelligentissimo, imparò presto a suonare l’harmonium. Speravo di avviarlo in seminario, ma Dio ha disposto diversamente“.

Dunque, Tarcisio, ogni mattina si reca alla Messa e vi partecipa con la Comunione; ritorna alla sera, in chiesa, per il Rosario alla Madonna e la benedizione eucaristica. Una gioia vederlo, guardarlo, immobile, in preghiera, in ginocchio alla balaustra o davanti al Tabernacolo, proprio lui che gode assai a giocare, vivace appassionato con i numerosi suoi piccoli amici.

Il 6 agosto 1950 – Anno Santo – la Cresima, dalle mani del Card. Nasalli Rocca, Arcivescovo di Bologna. Tarcisio diventa interessantissimo alle “cause più belle”: le Missioni, l’Università cattolica, la buona stampa. Si iscrive agli “aspiranti” dell’Azione Cattolica (di allora!), all’Apostolato della preghiera, alla Milizia dell’Immacolata. Si presta a raccogliere offerte per la chiesa e dà il suo piccolo contributo, frutto spesso di qualche rinuncia; conduce altri impegni al catechismo e agli incontri formativi in parrocchia.

Ha un forte ascendente sui compagni, per la bontà, la signorilità dei modi, la purezza: sì, la purezza, perché è questa virtù che rende davvero affascinanti. Con lui presente, non si può essere volgari e neppure grossolani: incute correttezza e rispetto. Gli altri lo ammirano, sentendolo recitare i versi che lui stesso compone, o cantare in chiesa o nelle recite a scuola, o suonare l’harmonium come un’artista. Tutto lo interessa e su tutto si informa: dai fatti dell’Anno Santo con Papa Pio XII protagonista, alla “guerra di Corea” nel 1952, all’alluvione in Olanda nel 1953.

Nulla lo intimidisce: davanti a persone sofferenti o in mezzo a fatti dolorosi, Tarcisio, nei suoi “verdissimi” anni, animato dalla fede, sa dire la parola giusta. Come davanti a comportamenti scorretti, non gli manca mai l’autorevolezza di dire la parola di luce e di rimprovero. Davvero, si sente in lui la presenza di Gesù vivo, del Quale si alimenta ogni giorno nella Comunione.

Si avvia verso l’adolescenza, con i primi turbamenti dell’età. Si apre solo con la mamma e con il sacerdote che lo guida, e si sente, per mezzo di loro, investito dalla luce e dall’amore di Gesù, che vince ogni turbamento. Continua, nel silenzio e nella preghiera, nel colloquio ancora più intenso con Gesù, il grande sublime Amico della sua vita, in fondo l’unico Vero Amico, a essere riservatissimo, limpido, di un candore luminoso. Lontanissimo dalle occasioni di peccato, siano letture, compagnie di coetanei o di adulti, o situazioni. Un piccolo angelo, circondato da singolare custodia dai suoi genitori (che fanno i genitori di oggi?). “La realtà più cara che ho al mondo – confida Tarcisio – è Gesù e basta!“. “Un giorno – dice – sarò sacerdote e salverò tante anime“.

A 11 anni, Tarcisio comincia a soffrire per uno scompenso cardiaco. Continua a studiare, alla scuola media, presente alle lezioni, anche quando gli costa sacrificio: “Devo riuscire… Voglio diventare sacerdote. Gesù mi guarirà“. Su di lui, però, ora si stende l’ombra della croce. Non servono né le cure premurose né la salubrità dei luoghi dove è portato né il riposo. Il medico alla fine di settembre 1953, riconosce, tra le lacrime: “È molto grave, occorre ricoverarlo all’ospedale e tentare l’impossibile“. Dovrebbe iniziare terza media, ma non ce la fa più a alzarsi dal letto. Vengono tutti a salutarlo, prima di essere ricoverato in una clinica di Bologna.

Non perde l’abituale serenità: “Quanta gente per me! Ma nemmeno se dovessi morire!“.

A Bologna si fa di tutto per fargli recuperare la salute, anche con cure pesanti e dolorose. Tarcisio scherza con i medici: “Signori, io non sono un campo di esperienze!“. Dal loro sguardo, comprende che cosa sta per succedergli. Si conquista la simpatia di tutti, dei medici e degli ammalati. Un medico dirà: “Aveva una grande bontà. Sopportava con eroismo sovrumano sempre pregando – le sofferenze che lo soffocavano e le cure tormentose che tentammo per salvarlo“.

Finché può, alla sera gioca con gli altri ammalati. Il dolore più grande lo confida alla mamma: “Sentissi, mamma, quante parolacce certuni dicono e come bestemmiano la Madonna e parlano male del Papa“. “E tu che fai? – gli domanda la mamma – “Dico loro che sbagliano a comportarsi così – risponde Tarcisio – che offendono il Signore, che andranno all’inferno. Allora, alcuni mi rispettano e mi ascoltano. Qualcuno mi ha detto: Sì, hai ragione, perché tu sei un angelo“. Ma questo non basta: io chiudo gli occhi e stringendo la corona sotto il lenzuolo, prego per riparare, per chiedere a Gesù perdono per loro e la loro salvezza“.

A volte sembra assopito e nessuno lo disturba. Ma, quando apre gli occhi, confida: “Dico tanti Rosari, per me e per tutti“. Anche all’ospedale, la Comunione diventa il centro della sua giornata, dedicando il tempo, metà per prepararsi, e metà per adorare e ringraziare, come sanno fare i santi. Da Castiglione, vengono tutti a fargli visita, carichi di regali. Ha un solo rimpianto: non poter essere a casa, per servire la Messa, all’Immacolata, a Natale, nelle feste più belle dell’anno.

L’8 dicembre 1953, Papa Pio XII inaugura l’Anno Mariano nel centenario del dogma dell’Immacolata Concezione di Maria SS.ma (1854). Tarcisio lo sa e si affida alla Madonna, ricordando con nostalgia quanti fiori egli le portava al suo altare nella sua parrocchia: “Oggi, ho fatto tanti fioretti per la conversione dei peccatori“. “Volevo essere sacerdote, ma il Signore non mi ha ritenuto degno di servirlo, ha un altro progetto per me. Io offro tutte le mie sofferenze, la mia vita, la mia morte, ormai vicina per loro, per tutti i sacerdoti, affinché siano santi e apostoli“. Lo scrive anche, con le ultime forze che gli rimangono al S. Padre Pio XII, il quale legge di persona la sua lettera e gli risponde, come solo Lui sa fare.

 

All’inizio del 1954, Tarcisio si avvia dolcemente alla fine. Il cappellano della clinica lo confessa, gli porta Gesù-Viatico per la vita eterna, unge le sue membra con l’Olio santo degli infermi. Gli legge la lettera di Pio XII, giunta da Roma, che lo chiama “angelo mio” e lo benedice!

Alle prime luci del 15 gennaio 1954, Tarcisio Cavara rivolge il suo sguardo verso l’alto: sorride come a Qualcuno che gli viene incontro, con lo sguardo radioso. Gesù stesso, in persona, è venuto a prenderlo e ora fanno festa insieme. Ha soltanto 13 anni e 8 mesi.

Il 17 gennaio 1954, il funerale nella chiesa di Castiglione dei Pepoli è un trionfo: ci sono tutti, in un corteo interminabile e tutti vogliono toccare la sua bara bianca, tutti lo pregano come “il chierichetto santo”, il piccolo accolito che pensa di salire un giorno l’altare per celebrare il Santo Sacrificio della Messa e donare Gesù, Pane di vita eterna: Tarcisio Cavara, del loro paese, ma della razza immortale del piccolo grande S. Tarcisio, vergine e martire dell’Eucaristia.

Autore: Paolo Risso su http://www.santiebeati.it/dettaglio/95015

ALMANACCO DEL 14 GENNAIO 2018

ALMANACCO DEL 14 GENNAIO 2018

Le pubblicazioni del calendario religioso di Maria Regina dell’Universo

——————————————————————————-

donna1MESSAGGIO DI PADRE PIO

PER IL 14  GENNAIO

Non vi abbandonate mai a voi stessa. Ogni fiducia ponetela in Dio solo (Epist. II, p. 64)

Tratto da “Buona Giornata ” – Edizioni Padre Pio da Pietrelcina

———————————————————————–

INDICE

divina-pastora1DIVINA PASTORA 
Letture di domenica 14 gennaio 2018
Beato Pietro Donders
Venerabile Anna de Guignè
CATALINA RIVAS
Evangelo Valtorta (46a parte)
NOVENA DELLE ROSE
CORONCINA ALLA SACRA FAMIGLIA

——————————————————

IL MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE

“… Satana vuole distruggere i piani che io ho cominciato a realizzare con voi. … Non permettete che Satana vi indebolisca … State attenti! / “…Fate mortificazioni. … in questo tempo cerca di distruggere tutto ciò che avete ottenuto nel giorno di Natale e nelle altre feste.

Tratto dal un messaggio del 14 gennaio 1985/89″

—————————————————————————– 

divina-pastora2DIVINA PASTORA

Barquisimeto (Venezuela) 14 gennaio

Patrona di Barquisimeto è una delle icone religiose più importanti del Venezuela. L’immagine originale risale al 1735. Ogni 14 gennaio si celebra un’affollata processione, nella quale l’immagine è portata da Santa Rosa fino a Barquisimeto, la capitale dello stato Lara.

La storia e la tradizione su http://biscobreak.altervista.org/2017/01/divina-pastora/

—————————————————————————–

LETTURE DI DOMENICA

14 Gennaio 2018

II Domenica del Tempo Ordinario (anno B)

“…fissando lo sguardo su Gesù che passava, disse: «Ecco l’agnello di Dio!».  …”

La preghiera del mattino e della sera, le letture e il commento su http://biscobreak.altervista.org/2018/01/letture-di-domenica-14-gennaio-2018/

——————————————————————————

Beato Pietro DondersBeato_Pietro_Donders_B

Religioso (1809-1887) 14 gennaio

Il suo vescovo lo descriverà come un semplice uomo di preghieracon una fede sconfinata in Dio e una dedizione illimitata alle anime. Dividendosi tra il lebbrosario, gli indiani e gli schiavi si fece reale portatore di Cristo, nell’umiltà di una vita spesa per il prossimo.

La storia su http://biscobreak.altervista.org/2013/01/beato-pietro-donders/

—————————————————————————–

venerabile-anna-de-guigneVenerabile Anna de Guignè

Fanciulla (1911 – 1922) 14 gennaio

Era considerata una piccola peste la primogenita e figlia di conti, con un caratterino tutto pepe, sempre pronta a cercar lite con chiunque, eppure dai 4 anni, dopo la morte del padre ebbe una conversione incredibile. 

La storia su http://biscobreak.altervista.org/2017/01/venerabile-anna-de-guigne/

—————————————————————————-

CATALINA RIVAS3. Catalina Rivas

Catalina Rivas vive a Cochabamba, in Bolivia. Nella prima metà degli anni ’90 è stata scelta da Gesù per trasmettere al mondo i Suoi messaggi di amore e misericordia.

La storia, alcuni messaggi e la  sua testimonianza sulla santa messa scaricabile su http://biscobreak.altervista.org/2015/01/catalina-rivas/

——————————————————————————

BRANI TRATTI DALL’EVANGELO

COME MI è STATO RIVELATO di MARIA VALTORTA

divorzio18° LIBRO (46a parte)

Gesù mette in guardia gli apostoli sull’attività di Satana. Attende come una madre in pena il ritorno di Giuda dopo una notte di peccato. E consola e istruisce una donna abbandonata dal marito approfondendo anche il tema del divorzio e della vedovanza.

——————————————————————————-

PREGHIERE E PROPOSTE IN CORSO

NOVENA DELLE ROSE

Novena delle rose1Santissima Trinità, Padre, Figlio e Spirito Santo, io vi ringrazio per tutti i favori e le grazie di cui avete arricchito l’anima della vostra serva Santa Teresa di Gesù Bambino del Volto Santo, Dottore della Chiesa, durante i suoi ventiquattro anni trascorsi su questa terra e, per i meriti di questa vostra Santa Serva, concedetemi  la grazia che ardentemente desidero (qui si formula la grazia che si vuol ricevere), se è conforme alla vostra santa volontà e per il bene della mia anima.

Aiutate la mia fede e la mia speranza, o Santa Teresa di Gesù Bambino del Volto Santo; realizzate ancora una volta la vostra promessa di passare il vostro cielo a fare del bene sulla terra, permettendo che io riceva una rosa come segno della grazia che desidero ottenere.

– 24 “Gloria al Padre… (in ringraziamento a Dio dei doni concessi a Teresa nei ventiquatro anni della sua vita terrena);

ad ogni “Gloria” l’invocazione:

Santa Teresa di Gesù Bambino del Volto Santo, prega per noi“.

************

CORONCINA ALLA SACRA FAMIGLIA

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo

O Dio, vieni a salvarmi. Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria al padre

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.

  1. Gesù, Maria e Giuseppe, che formate la Santa Famiglia, siate sempre i tre primi amori delle nostre anime.

famiglia2 (2)Padre Nostro

Padre nostro, che sei nei cieli,sia santificato il tuo nome,venga il tuo regno,sia fatta la tua volontà,come in cielo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano,e rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori,e non ci indurre in tentazione,ma liberaci dal male. Amen.

Ave Maria

Ave, o Maria, piena di grazia, il Signore è con te. Tu sei benedetta fra le donne E benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen.

  • Giuseppe e Maria, modello dei genitori cristiani, aiutate tutti i genitori della nostra parrocchia a imitare i vostri divini insegnamenti.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Gesù fanciullo, esemplare dei figli cristiani, fa’ che i nostri figli possano imitare i tuoi santi esempi.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, modello di carità e di concordia, fate che la carità e la concordia regnino sempre nelle nostre famiglie.

FAMIGLIA (3)Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, esemplare di perfetta purità, aiutaci affinché nelle nostre famiglie non si facciano mai discorsi o azioni contro questa bella virtù.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, dove mai si pronunciò invano il nome santo di Dio, fate che anche le nostre famiglie abbiano il massimo rispetto per questo Santo Nome.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, dove il nome di Gesù formava la vostra delizia, fate che questo Nome Santissimo sia pure la delizia dei nostri cuori ed instillate nelle nostre famiglie l’orrore della bestemmia.

Padre Nostro, Ave Maria

Sia lodato Gesù Cristo. Sempre sia lodato.

ATTO DI CONSACRAZIONE

O Santa Famiglia di Nazareth, Gesù, Maria e Giuseppe, la nostra famiglia si consacra a te per tutta la vita e l’eternità. Fa che la nostra casa e il nostro cuore siano un cenacolo di preghiera, di pace, di grazia e comunione. Amen.

LITANIE ALLA SANTA FAMIGLIA

la sacra famigliaSignore, pietà Signore, pietà

Cristo, pietà Cristo, pietà

Signore, pietà Signore, pietà

Cristo, ascoltaci Cristo, ascoltaci

Cristo, esaudiscici Cristo, esaudiscici

Padre celeste, Dio abbi pietà di noi

Figlio, Redentore del mondo abbi pietà di noi

Spirito Santo, Dio abbi pietà di noi

Santa Trinità, unico Dio abbi pietà di noi

Gesù, Figlio di Dio vivo, che fatto Uomo per nostro amore, hai nobilitato e santificato i vincoli della famiglia abbi pietà di noi

Santa Famiglia, modello perfetto di tutte le virtù abbi pietà di noi

Santa Famiglia, non accolta dalla gente di Betlemme, ma glorificata dal canto degli Angeli abbi pietà di noi

Santa Famiglia, che hai ricevuto gli omaggi dei pastori e dei magi abbi pietà di noi

Santa Famiglia, esaltata dal santo vecchio Simeone abbi pietà di noi

Santa Famiglia, perseguitata e costretta a rifugiarti in terra pagana abbi pietà di noi

Santa Famiglia, che vivi sconosciuta e nascosta abbi pietà di noi

Santa Famiglia, fedelissima alle leggi del Signore abbi pietà di noi

Santa Famiglia, modello delle famiglie rigenerate nello spirito cristiano abbi pietà di noisanta-famiglia

Santa Famiglia, il cui capo è modello di amore paterno abbi pietà di noi

Santa Famiglia, la cui madre è modello di amore materno abbi pietà di noi

Santa Famiglia, il cui Figlio è modello d’obbedienza e di amore filiale abbi pietà di noi

Santa Famiglia, patrona e protettrice di tutte le famiglie cristiane abbi pietà di noi

Santa Famiglia, nostro rifugio in vita e speranza nell’ora della morte abbi pietà di noi

Da tutto quello che ci può togliere la pace e l’unione dei cuori, o Santa Famiglia liberaci 

Dalla disperazione dei cuori, o Santa Famiglia liberaci 

Dall’attaccamento ai beni terreni, o Santa Famiglia liberaci 

Dal desiderio della vana gloria, o Santa Famiglia liberaci 

Dall’indifferenza nel servizio di Dio, o Santa Famiglia liberaci 

Dalla cattiva morte, o Santa Famiglia liberaci 

sacra famiglia 2Per la perfetta unione dei tuoi Cuori, o Santa Famiglia ascoltaci

Per la tua povertà e la tua umiltà o S. Famiglia ascoltaci

Per la tua perfetta obbedienza, o Santa Famiglia ascoltaci

Per le tue afflizioni e dolorosi avvenimenti o Santa Famiglia ascoltaci

Per il tuo lavoro e le tue difficoltà o S. Famiglia ascoltaci

Per le tue preghiere e il tuo silenzio, o S. Famiglia ascoltaci

Per la perfezione delle tue azioni, o Santa Famiglia ascoltaci

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, perdonaci, o Signore.

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, esaudiscici, o Signore.

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi, o Signore.

O Santa Famiglia venerata, noi ci rifugiamo in Te con amore e speranza. Facci sentire gli effetti della Tua salutare protezione.

sacrafamigliamurilloPREGHIAMO

Gesù, Maria e Giuseppe, che tutto il mondo onora col nome di Santa Famiglia, aiutateci Santa Famiglia, immagine della SS. Trinità sulla terra  aiutaci O Dio, nostro Padre, che nella Santa Famiglia ci hai dato un vero modello di vita, fa che nelle nostre famiglie fioriscano le stesse virtù e lo stesso amore, perché riuniti nella tua Casa possiamo un giorno godere la gioia senza fine. Per Cristo, nostro Signore. Amen.

Letture di domenica 14 gennaio 2018

Battista e Gesù di Guido Reni

LETTURE DI DOMENICA

14 Gennaio 2018

II Domenica del Tempo Ordinario (anno B)

“…fissando lo sguardo su Gesù che passava, disse: «Ecco l’agnello di Dio!».  …”

divina-pastoraDIVINA PASTORA

Barquisimeto (Venezuela) 14 gennaio – Patrona di Barquisimeto è una delle icone religiose più importanti del Venezuela. L’immagine originale risale al 1735. Ogni 14 gennaio si celebra un’affollata processione, nella quale l’immagine è portata da Santa Rosa fino a Barquisimeto, la capitale dello stato Lara.

Venerabile Anna de Guignè
DonderspiccoloBeato Pietro Donders

Religioso (1809-1887) 14 gennaio – Il suo vescovo lo descriverà come un semplice uomo di  preghiera, con una fede sconfinata in Dio e una dedizione illimitata alle anime. Dividendosi tra il lebbrosario, gli indiani e gli schiavi si fece reale portatore di Cristo, nell’umiltà di una vita spesa per il prossimo.

Tutta la terra ti adori, o Dio, e inneggi a te: inneggi al tuo nome, o Altissimo.

PREGHIERA DEL MATTINO

Dio onnipotente ed eterno, che governi il cielo e la terra, ascolta con bontà le preghiere del tuo popolo e dona ai nostri giorni la tua pace. Per Cristo nostro Signore Amen.

PRIMA LETTURA

1 Sam 3, 3-10. 19

samueleIn quei giorni, Samuèle dormiva nel tempio del Signore, dove si trovava l’arca di Dio.
Allora il Signore chiamò: «Samuèle!» ed egli rispose: «Eccomi», poi corse da Eli e gli disse: «Mi hai chiamato, eccomi!». Egli rispose: «Non ti ho chiamato, torna a dormire!». Tornò e si mise a dormire.
Ma il Signore chiamò di nuovo: «Samuèle!»; Samuèle si alzò e corse da Eli dicendo: «Mi hai chiamato, eccomi!». Ma quello rispose di nuovo: «Non ti ho chiamato, figlio mio, torna a dormire!». In realtà Samuèle fino allora non aveva ancora conosciuto il Signore, né gli era stata ancora rivelata la parola del Signore.
Il Signore tornò a chiamare: «Samuèle!» per la terza volta; questi si alzò nuovamente e corse da Eli dicendo: «Mi hai chiamato, eccomi!». Allora Eli comprese che il Signore chiamava il giovane. Eli disse a Samuèle: «Vattene a dormire e, se ti chiamerà, dirai: “Parla, Signore, perché il tuo servo ti ascolta”». Samuèle andò a dormire al suo posto.
Venne il Signore, stette accanto a lui e lo chiamò come le altre volte: «Samuéle, Samuéle!». Samuèle rispose subito: «Parla, perché il tuo servo ti ascolta».
Samuèle crebbe e il Signore fu con lui, né lasciò andare a vuoto una sola delle sue parole.
C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

SALMO RESPONSORIALE

Sal.39

Preghiera Di Samuele

Samuele chiamato da Dio

RIT: Ecco, io vengo, Signore, per fare la tua volontà.

Ho sperato, ho sperato nel Signore, ed egli su di me si è chinato, ha dato ascolto al mio grido. Mi ha messo sulla bocca un canto nuovo, una lode al nostro Dio. RIT

Sacrificio e offerta non gradisci, gli orecchi mi hai aperto, non hai chiesto olocausto né sacrificio per il peccato. Allora ho detto: «Ecco, io vengo». RIT

«Nel rotolo del libro su di me è scritto di fare la tua volontà: mio Dio, questo io desidero; la tua legge è nel mio intimo». RIT

Ho annunciato la tua giustizia nella grande assemblea; vedi: non tengo chiuse le labbra, Signore, tu lo sai. RIT

SECONDA LETTURA

1 Cor 6, 13-15. 17-20

Dio (2)Fratelli, il corpo non è per l’impurità, ma per il Signore, e il Signore è per il corpo. Dio, che ha risuscitato il Signore, risusciterà anche noi con la sua potenza.
Non sapete che i vostri corpi sono membra di Cristo? Chi si unisce al Signore forma con lui un solo spirito. State lontani dall’impurità! Qualsiasi peccato l’uomo commetta, è fuori del suo corpo; ma chi si dà all’impurità, pecca contro il proprio corpo.
Non sapete che il vostro corpo è tempio dello Spirito Santo, che è in voi? Lo avete ricevuto da Dio e voi non appartenete a voi stessi. Infatti siete stati comprati a caro prezzo: glorificate dunque Dio nel vostro corpo!
C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

CANTO AL VANGELO

Alleluia, Alleluia.

«Abbiamo trovato il Messia»: la grazia e la verità vennero per mezzo di lui.

Alleluia.

VANGELO

Gv 1, 35-42 – Dal Vangelo secondo Giovanni

Battista e Gesù di Guido ReniIn quel tempo Giovanni stava con due dei suoi discepoli e, fissando lo sguardo su Gesù che passava, disse: «Ecco l’agnello di Dio!». E i suoi due discepoli, sentendolo parlare così, seguirono Gesù.
Gesù allora si voltò e, osservando che essi lo seguivano, disse loro: «Che cosa cercate?». Gli risposero: «Rabbì – che, tradotto, significa maestro –, dove dimori?». Disse loro: «Venite e vedrete». Andarono dunque e videro dove egli dimorava e quel giorno rimasero con lui; erano circa le quattro del pomeriggio.
Uno dei due che avevano udito le parole di Giovanni e lo avevano seguito, era Andrea, fratello di Simon Pietro. Egli incontrò per primo suo fratello Simone e gli disse: «Abbiamo trovato il Messia» – che si traduce Cristo – e lo condusse da Gesù. Fissando lo sguardo su di lui, Gesù disse: «Tu sei Simone, il figlio di Giovanni; sarai chiamato Cefa» – che significa Pietro.
C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

Lettura ed Omelia di Don Ferdinando Colombo

(DISPONIBILE DA DOMENICA)

COMMENTO

Abbiamo trovato Cristo.

San Giovanni Battista

San Giovanni Battista

Come esseri umani e ancor più come credenti dovremmo orientare tutta la nostra vita in una continua, assidua ed incessante ricerca di Dio. Trovarlo e conoscerlo dovrebbe essere lo scopo primario della nostra vita. Dal Vangelo e da tutta la scrittura sacra apprendiamo che prima ancora che noi ci muoviamo verso di Lui, egli è già alla nostra ricerca. Gesù, additato da Giovanni Battista come l’Agnello di Dio che toglie il peccato dal mondo, suscita immediatamente l’attenzione di uno dei discepoli del battezzatore. È Andrea, fratello di Simòn Pietro. Egli si mette senza esitazione alla sequela di Cristo. Ha creduto alla testimonianza del suo primo maestro ed è sicuro ormai che l’Agnello di Dio e il Messia atteso. La buona notizia, il felice incontro non può essere taciuto; il neo-discepolo si trasforma subito in testimone. Incontra il fratello Simone e gli dice: «Abbiamo trovato il Messia che significa Cristo e lo condusse da Gesù». Ecco un bell’esempio per ognuno di noi che ci diciamo cristiani: dopo aver incontrato e conosciuto Cristo dobbiamo impegnarci attivamente con la genuinità della nostra testimonianza, a condurre da lui i nostri fratelli. Questa è la vocazione del credente: assumere gli insegnamenti del Signore, viverli coerentemente, farli diventare testimonianza ed esempio per gli altri. […] Forse per troppo tempo l’annuncio è stato ritenuto una prerogativa quasi esclusiva dei preti e dei religiosi. La Chiesa ha urgente bisogno di testimoni autentici e numerosi e nessun fedele può ritenersi dispensato o escluso. Questo imperativo risuona in modo tutto particolare nei nostri (strani) tempi…(Preparato dai giovani monaci del monastero di S.Vincenzo Martire)

PREGHIERA DELLA SERA

in-camminoOgni giorno della nostra vita, o Signore è per noi una grazia, un’occasione posta nelle nostre mani per fare del bene ed essere così testimoni del Tuo amore. Concedi, o Padre, a ciascuno di noi di camminare nelle Tue vie. Aiutaci, Signore, a vivere nella Tua amicizia. In cambio Ti affidiamo tutta la nostra vita, in un’incondizionato atto di amore per la salvezza di tutte le anime, in particolar modo di quelle a noi più care. Per Cristo nostro Signore. Amen.

ALMANACCO DEL 13 GENNAIO 2018

ALMANACCO DEL 13 GENNAIO 2018

Le pubblicazioni del calendario religioso di Maria Regina dell’Universo

——————————————————————————-

bambino3MESSAGGIO DI PADRE PIO

PER IL 13  GENNAIO

L’essere tentato è segno che l’anima è bene accetta al Signore (Epist. III, p. 50)

Tratto da “Buona Giornata ” – Edizioni Padre Pio da Pietrelcina

———————————————————————–

INDICE

Maria aiuto dei cristiani Philippsdorf5MARIA AIUTO DEI CRISTIANI
Letture di sabato 13 gennaio 2018
San Pietro di Capitolias
Sant’Ilario di Poitiers
Trattato sulla Trinità
Evangelo Valtorta (45a parte)
NOVENA DELLE ROSE
CORONCINA ALLA SACRA FAMIGLIA

——————————————————

IL MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE

“.. umili e rispettosi durante la celebrazione … Vi raccomando di partecipare tutti i giorni alla Messa.”

Tratto dal un messaggio del 13 gennaio 1984″

—————————————————————————–

MARIA AIUTO DEI CRISTIANIMaria aiuto dei cristiani Philippsdorf

(Philippsdorf – Repubblica Ceca) 13 gennaio 1866 

 Maddalena Kade, un orfana costretto a letto da 12 anni a causa di molte malattie, venne curata dalla Vergine Maria, a seguito di una Sua apparizione. Il Vescovo locale ha riconosciuto la guarigione e il carattere soprannaturale dell’apparizione.

La storia dell’apparizione a Magdalena Kade e i miracoli su http://biscobreak.altervista.org/2014/01/maria-aiuto-dei-cristiani/ 

—————————————————————————–

LETTURE DI SABATO

13 Gennaio 2018

I Settimana del Tempo Ordinario (anno II)

“…«Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati; io non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori». ….”

La preghiera del mattino e della sera, le letture e il commento su http://biscobreak.altervista.org/2018/01/letture-di-sabato-13-gennaio-2018/

—————————————————————————

gaspare-traversi-martirio-di-san-bartolomeoSan Pietro di Capitolias

Sacerdote e martire (VII secolo – 715) 13 gennaio

A Capitolíade nella Batanea fu accusato davanti al capo dei Saraceni di insegnare apertamente per le strade la fede di Cristo. Gli fu amputata la lingua, le mani e i piedi per poi essere appeso alla croce, coronando la sua vita con il martirio che aveva ardentemente desiderato.

La storia e il martirio su http://biscobreak.altervista.org/2017/01/san-pietro-di-capitolias/

——————————————————————————

sant'ilarioSant’Ilario di Poitiers

vescovo e dottore della Chiesa (ca. 315-367) 13 gennaio

Nella sua battaglia contro l’arianesimo scrisse: «Chiunque non riconosca Gesù  Cristo  come  uomo vero e al tempo stesso Dio vero è cieco anche davanti alla propria vita: negare Gesù Cristo, Dio, lo Spirito o la nostra stessa carne è egualmente pericoloso».

La sua storia su http://biscobreak.altervista.org/2013/01/santilario-di-poitiers/

——————————————————————————-

Trattato sulla Trinitàilaro vescovo

Dall’opera di sant’Ilario, vescovo. 

Io sono consapevole che tu, o Dio Padre onnipotente, devi essere il fine principale della mia vita, in maniera che ogni mia parola, ogni mio sentimento, esprima te.

L’articolo alla pagina il “Il tuo spazio” su http://biscobreak.altervista.org/2013/01/trattato-sulla-trinita/

——————————————————————————

BRANI TRATTI DALL’EVANGELO

deserto tentazioniCOME MI è STATO RIVELATO di MARIA VALTORTA

8° LIBRO (45a parte) 

In questi brani Gesù parla con Zaccheo e Giovanni approfondendo il tema dell’esistenza: come vedere nelle sofferenze l’amore di Dio; quali furono le tentazioni Gesù Cristo uomo su questa terra.

——————————————————————————-

PREGHIERE E PROPOSTE IN CORSO

NOVENA DELLE ROSE

Novena delle rose1Santissima Trinità, Padre, Figlio e Spirito Santo, io vi ringrazio per tutti i favori e le grazie di cui avete arricchito l’anima della vostra serva Santa Teresa di Gesù Bambino del Volto Santo, Dottore della Chiesa, durante i suoi ventiquattro anni trascorsi su questa terra e, per i meriti di questa vostra Santa Serva, concedetemi  la grazia che ardentemente desidero (qui si formula la grazia che si vuol ricevere), se è conforme alla vostra santa volontà e per il bene della mia anima.

Aiutate la mia fede e la mia speranza, o Santa Teresa di Gesù Bambino del Volto Santo; realizzate ancora una volta la vostra promessa di passare il vostro cielo a fare del bene sulla terra, permettendo che io riceva una rosa come segno della grazia che desidero ottenere.

– 24 “Gloria al Padre… (in ringraziamento a Dio dei doni concessi a Teresa nei ventiquatro anni della sua vita terrena);

ad ogni “Gloria” l’invocazione:

Santa Teresa di Gesù Bambino del Volto Santo, prega per noi“.

************

CORONCINA ALLA SACRA FAMIGLIA

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo

O Dio, vieni a salvarmi. Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria al padre

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.

  1. Gesù, Maria e Giuseppe, che formate la Santa Famiglia, siate sempre i tre primi amori delle nostre anime.

famiglia2 (2)Padre Nostro

Padre nostro, che sei nei cieli,sia santificato il tuo nome,venga il tuo regno,sia fatta la tua volontà,come in cielo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano,e rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori,e non ci indurre in tentazione,ma liberaci dal male. Amen.

Ave Maria

Ave, o Maria, piena di grazia, il Signore è con te. Tu sei benedetta fra le donne E benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen.

  • Giuseppe e Maria, modello dei genitori cristiani, aiutate tutti i genitori della nostra parrocchia a imitare i vostri divini insegnamenti.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Gesù fanciullo, esemplare dei figli cristiani, fa’ che i nostri figli possano imitare i tuoi santi esempi.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, modello di carità e di concordia, fate che la carità e la concordia regnino sempre nelle nostre famiglie.

FAMIGLIA (3)Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, esemplare di perfetta purità, aiutaci affinché nelle nostre famiglie non si facciano mai discorsi o azioni contro questa bella virtù.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, dove mai si pronunciò invano il nome santo di Dio, fate che anche le nostre famiglie abbiano il massimo rispetto per questo Santo Nome.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, dove il nome di Gesù formava la vostra delizia, fate che questo Nome Santissimo sia pure la delizia dei nostri cuori ed instillate nelle nostre famiglie l’orrore della bestemmia.

Padre Nostro, Ave Maria

Sia lodato Gesù Cristo. Sempre sia lodato.

ATTO DI CONSACRAZIONE

O Santa Famiglia di Nazareth, Gesù, Maria e Giuseppe, la nostra famiglia si consacra a te per tutta la vita e l’eternità. Fa che la nostra casa e il nostro cuore siano un cenacolo di preghiera, di pace, di grazia e comunione. Amen.

LITANIE ALLA SANTA FAMIGLIA

la sacra famigliaSignore, pietà Signore, pietà

Cristo, pietà Cristo, pietà

Signore, pietà Signore, pietà

Cristo, ascoltaci Cristo, ascoltaci

Cristo, esaudiscici Cristo, esaudiscici

Padre celeste, Dio abbi pietà di noi

Figlio, Redentore del mondo abbi pietà di noi

Spirito Santo, Dio abbi pietà di noi

Santa Trinità, unico Dio abbi pietà di noi

Gesù, Figlio di Dio vivo, che fatto Uomo per nostro amore, hai nobilitato e santificato i vincoli della famiglia abbi pietà di noi

Santa Famiglia, modello perfetto di tutte le virtù abbi pietà di noi

Santa Famiglia, non accolta dalla gente di Betlemme, ma glorificata dal canto degli Angeli abbi pietà di noi

Santa Famiglia, che hai ricevuto gli omaggi dei pastori e dei magi abbi pietà di noi

Santa Famiglia, esaltata dal santo vecchio Simeone abbi pietà di noi

Santa Famiglia, perseguitata e costretta a rifugiarti in terra pagana abbi pietà di noi

Santa Famiglia, che vivi sconosciuta e nascosta abbi pietà di noi

Santa Famiglia, fedelissima alle leggi del Signore abbi pietà di noi

Santa Famiglia, modello delle famiglie rigenerate nello spirito cristiano abbi pietà di noisanta-famiglia

Santa Famiglia, il cui capo è modello di amore paterno abbi pietà di noi

Santa Famiglia, la cui madre è modello di amore materno abbi pietà di noi

Santa Famiglia, il cui Figlio è modello d’obbedienza e di amore filiale abbi pietà di noi

Santa Famiglia, patrona e protettrice di tutte le famiglie cristiane abbi pietà di noi

Santa Famiglia, nostro rifugio in vita e speranza nell’ora della morte abbi pietà di noi

Da tutto quello che ci può togliere la pace e l’unione dei cuori, o Santa Famiglia liberaci 

Dalla disperazione dei cuori, o Santa Famiglia liberaci 

Dall’attaccamento ai beni terreni, o Santa Famiglia liberaci 

Dal desiderio della vana gloria, o Santa Famiglia liberaci 

Dall’indifferenza nel servizio di Dio, o Santa Famiglia liberaci 

Dalla cattiva morte, o Santa Famiglia liberaci 

sacra famiglia 2Per la perfetta unione dei tuoi Cuori, o Santa Famiglia ascoltaci

Per la tua povertà e la tua umiltà o S. Famiglia ascoltaci

Per la tua perfetta obbedienza, o Santa Famiglia ascoltaci

Per le tue afflizioni e dolorosi avvenimenti o Santa Famiglia ascoltaci

Per il tuo lavoro e le tue difficoltà o S. Famiglia ascoltaci

Per le tue preghiere e il tuo silenzio, o S. Famiglia ascoltaci

Per la perfezione delle tue azioni, o Santa Famiglia ascoltaci

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, perdonaci, o Signore.

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, esaudiscici, o Signore.

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi, o Signore.

O Santa Famiglia venerata, noi ci rifugiamo in Te con amore e speranza. Facci sentire gli effetti della Tua salutare protezione.

sacrafamigliamurilloPREGHIAMO

Gesù, Maria e Giuseppe, che tutto il mondo onora col nome di Santa Famiglia, aiutateci Santa Famiglia, immagine della SS. Trinità sulla terra  aiutaci O Dio, nostro Padre, che nella Santa Famiglia ci hai dato un vero modello di vita, fa che nelle nostre famiglie fioriscano le stesse virtù e lo stesso amore, perché riuniti nella tua Casa possiamo un giorno godere la gioia senza fine. Per Cristo, nostro Signore. Amen.

Letture di sabato 13 gennaio 2018

LETTURE DI SABATO

13 Gennaio 2018

I Settimana del Tempo Ordinario (anno II)

“…«Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati; io non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori». ….”

Maria aiuto dei cristiani Philippsdorf5MARIA AIUTO DEI CRISTIANI

(Philippsdorf – Repubblica Ceca) 13 gennaio 1866 – Maddalena Kade, un orfana costretto a letto da 12 anni a causa di molte malattie, venne curata dalla Vergine Maria, a seguito di una Sua apparizione. Il Vescovo locale ha riconosciuto la guarigione e il carattere soprannaturale dell’apparizione. La storia dell’apparizione a Magdalena Kade e i miracoli.

San Pietro di Capitolias

sant'ilarioSant’Ilario di Poitiers

vescovo e dottore della Chiesa (ca. 315-367) 13 gennaio – Nella sua battaglia contro l’arianesimo scrisse: «Chiunque non riconosca Gesù  Cristo  come uomo vero e al tempo stesso Dio vero è cieco anche davanti alla propria vita: negare Gesù Cristo, Dio, lo Spirito o la nostra stessa carne è egualmente pericoloso». Il Trattato sulla Trinità – Dall’opera di sant’Ilario vescovo.

“Vidi il Signore su di un trono altissimo: lo adorava una schiera di angeli e cantavano insieme. “Ecco colui che regna per sempre”.”

PREGHIERA DEL MATTINO

Ispira la Tua paterna bontà, o Signore, i pensieri e i propositi del Tuo popolo in preghiera, perché veda ciò che deve fare e abbia la forza di compiere ciò che ha veduto. Per Cristo nostro Signore. Amen

PRIMA LETTURA

1 Sam 9, 1-4.10.17-19: 10,1
Dal primo libro di Samuele.

C’era un uomo della tribù di Beniamino, chiamato Kis, figlio di Abièl, figlio di Seror, figlio di Becoràt, figlio di Afìach, un Beniaminita, uomo di valore. Costui aveva un samuele-saulfiglio chiamato Saul, prestante e bello: non c’era nessuno più bello di lui tra gli Israeliti; superava dalla spalla in su chiunque altro del popolo. Ora le asine di Kis, padre di Saul, si smarrirono, e Kis disse al figlio Saul: «Su, prendi con te uno dei domestici e parti subito in cerca delle asine». Attraversarono le montagne di Èfraim, passarono al territorio di Salisà, ma non le trovarono. Si recarono allora nel territorio di Saalìm, ma non c’erano; poi percorsero il territorio di Beniamino e non le trovarono. Quando Samuèle vide Saul, il Signore gli confermò: «Ecco l’uomo di cui ti ho parlato: costui reggerà il mio popolo». Saul si accostò a Samuèle in mezzo alla porta e gli chiese: «Indicami per favore la casa del veggente». Samuèle rispose a Saul: «Sono io il veggente. Precedimi su, all’altura. Oggi voi due mangerete con me. Ti congederò domani mattina e ti darò indicazioni su tutto ciò che hai in mente. Di buon mattino, al sorgere dell’aurora, Samuèle prese l’ampolla dell’olio e la versò sulla testa di Saul.
C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

SALMO RESPONSORIALE

Sal 20
RIT: Signore, il re gioisce della tua potenza!

guidami Signore

Signore, il re gioisce della tua potenza! Quanto esulta per la tua vittoria! Hai esaudito il desiderio del suo cuore, non hai respinto la richiesta delle sue labbra. RIT
Gli vieni incontro con larghe benedizioni, gli poni sul capo una corona di oro puro. Vita ti ha chiesto, a lui l’hai concessa, lunghi giorni in eterno, per sempre. RIT
Grande è la sua gloria per la tua vittoria, lo ricopri di maestà e di onore, poiché gli accordi benedizioni per sempre, lo inondi di gioia dinanzi al tuo volto. RIT

CANTO AL VANGELO

Alleluia, Alleluia.

Il Signore mi ha mandato a portare ai poveri il lieto annuncio, a proclamare ai prigionieri la liberazione.

Alleluia.

VANGELO

Mc 2, 13-17

Dal Vangelo secondo Marco
Matteo ChiamataIn quel tempo, Gesù uscì di nuovo lungo il mare; tutta la folla veniva a lui ed egli insegnava loro. Passando, vide Levi, il figlio di Alfeo, seduto al banco delle imposte, e gli disse: «Seguimi». Ed egli si alzò e lo seguì. Mentre stava a tavola in casa di lui, anche molti pubblicani e peccatori erano a tavola con Gesù e i suoi discepoli; erano molti infatti quelli che lo seguivano. Allora gli scribi dei farisei, vedendolo mangiare con i peccatori e i pubblicani, dicevano ai suoi discepoli: «Perché mangia e beve insieme ai pubblicani e ai peccatori?». Udito questo, Gesù disse loro: «Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati; io non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori».
C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

COMMENTO

Non per i giusti, ma per i peccatori.

La chiamata dell’apostolo Matteo si caratterizza per la sua rapidità. Ad un veloce cenno del Signore, che corrisponde ad un invito preciso, ad un cambiamento di vita, Matteo risponde con una generosità pronta e disponibile. L’essenzialità di questo racconto evangelico fa risaltare quindi l’iniziativa di Dio come iniziativa di amore. È un amore gratuito che chiede solo una chiamata5corrispondenza per poter operare. Leggiamo, però in interezza il brano del Vangelo e scopriamo che il senso profondo della chiamata di Matteo non si trova soltanto nell’immediatezza dell’incontro con Gesù. Il pranzo con i pubblicani e i peccatori non è soltanto l’espressione della gioia umana con la quale si vuol festeggiare questo incontro tra Gesù e Matteo. La presenza di Gesù ci spinge a leggere questo episodio in modo spirituale e scoprire che la chiamata ha uno scopo preciso: guarire i malati: fisici e spirituali. Gesù chiama per salvare e Gesù chiama per garantire  che la sua presenza è salvifica, sempre. La Chiesa ha il dono di poter continuare questa missione di amore e di salvezza; dono gratuito che implica però un riconoscimento per tutti noi. Per poter salvare e continuare questa missione di Gesù, dovremmo riconoscerci prima di tutto noi stessi bisognoso di salvezza, per poi farne partecipe i fratelli. La chiamata non è privilegio ma è il riconoscersi per quello che veramente siamo. La chiamata è chiedere a Gesù l’aiuto per la nostra vita. (Preparato dai giovani monaci del monastero di S.Vincenzo Martire)

chiamata4

PREGHIERA DELLA SERA

Padre di bontà, che inviti tutti gli uomini al banchetto preparato da Gesù Tuo Figlio, ascolta la preghiera di noi peccatori che gioiamo per la salvezza ricevuta e donaci la forza di amarTi sempre, nonostante la nostra fragilità. In cambio Ti affidiamo, le gioie e le fatiche, le rinunce e gli atti di carità che siamo riusciti a fare in questo giorno e Ti ringraziamo con tutto il cuore per tutto quello che fai per noi e ci dai ogni giorno. Amen

ALMANACCO DEL 12 GENNAIO 2018

ALMANACCO DEL 12 GENNAIO 2018

Le pubblicazioni del calendario religioso di Maria Regina dell’Universo

——————————————————————————-

amicoMESSAGGIO DI PADRE PIO

PER IL 12  GENNAIO

Quando l’anima geme e teme di offendere Dio, non l’offende ed è lontanissima dal far peccato (Epist. II, p.61)

 Tratto da “Buona Giornata ” – Edizioni Padre Pio da Pietrelcina

———————————————————————–

INDICE

madonna di guadalupeFESTIVAL DE LOS INDITOS
Letture di venerdì 12 gennaio 2018
SANTA MARGHERITA BOURGEOYS
PIERINA GILLI
Petriukas (Pietro) Percumas
Evangelo Valtorta (44a parte)
NOVENA DELLE ROSE
CORONCINA ALLA SACRA FAMIGLIA

——————————————————

IL MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE

“ … In tanti cuori non c’è gioia perché non c’è Dio ne la  preghiera. […] Vi invito, figlioli, iniziate di nuovo con entusiasmo il cammino della santità e dell’amore …”

Tratto dal un messaggio del 25 gennaio 2015″

—————————————————————————–

inditosFESTIVAL DE LOS INDITOS

León, Mexico  – 12 gennaio

Il 12 gennaio, un mese dopo la festa della Madonna di Guadalupe, il Santuario celebra la “Fiesta de los Inditos,” ovvero la “Festa dei piccoli indiani“. I bambini vengono vestiti con lo stile del nativo san Juan Diego.

La tradizione leonina legata alla Madonna di Guadalupe  con un video della festa su http://biscobreak.altervista.org/2017/01/festival-de-los-inditos/

—————————————————————————–

LETTURE DI VENERDÌ

12 Gennaio 2018

I Settimana del Tempo Ordinario (anno II)

“… «Figlio, ti sono perdonati i peccati»….”

La preghiera del mattino e della sera, le letture e il commento su http://biscobreak.altervista.org/2018/01/letture-di-venerdi-12-gennaio-2018/

—————————————————————————–

S. Margherita Bourgeoys1SANTA MARGHERITA BOURGEOYS

fondatrice ( 1620-1700) 12 gennaio

Figura di donna indomabile e pionieristica è quella di Margherita, prima maestra di Montreal. Il suo primo desiderio di clausura verrà dirottato dal Signore in modo alquanto imprevisto.

La storia su http://biscobreak.altervista.org/2013/01/santa-margherita-bourgeoys/

——————————————————————————-

_pierina_ROSA_misticaPIERINA GILLI

Mistica (Montichiari, 3 agosto 1911-12 gennaio 1991)

Protagonista delle apparizioni di “Maria Rosa Mistica” Pierina Gilli condusse una vita umile, povera e non priva di sofferenza, che la Madonna le chiese di offrire per le anime dei consacrati.

La storia su http://biscobreak.altervista.org/2015/01/pierina-gilli/

——————————————————————————

Petriukas (Pietro) Percumaspetriukas-pietro-percumas

Adolescente lituano (1917 – 1937) 12 gennaio

Giovane salesiano ospitato presso l’Istituto Salesiano di Torino, desiderava tornare al suo paese per aprire una scuola di arti e mestieri, così da poter aiutare i ragazzi suoi connazionali. Purtroppo però, a 19 anni lascia questa terra promettendo preghiere dal cielo.

La storia su http://biscobreak.altervista.org/2017/01/petriukas-pietro-percumas/

——————————————————————————

BRANI TRATTI DALL’EVANGELO

adultera3

COME MI è STATO RIVELATO di MARIA VALTORTA

8° LIBRO (44a parte) 

Gesù suggerisce cosa fare per ottenere le grazie da Dio. Sembra molto severo nei confronti della sensualità e ci ricorda il Suo ruolo di “porta al cielo” e di “pastore” allo stesso tempo.

Tutti i brani su http://biscobreak.altervista.org/2013/01/valtorta-44a-parte/

——————————————————————————-

PREGHIERE E PROPOSTE IN CORSO

NOVENA DELLE ROSE

Novena delle rose1Santissima Trinità, Padre, Figlio e Spirito Santo, io vi ringrazio per tutti i favori e le grazie di cui avete arricchito l’anima della vostra serva Santa Teresa di Gesù Bambino del Volto Santo, Dottore della Chiesa, durante i suoi ventiquattro anni trascorsi su questa terra e, per i meriti di questa vostra Santa Serva, concedetemi  la grazia che ardentemente desidero (qui si formula la grazia che si vuol ricevere), se è conforme alla vostra santa volontà e per il bene della mia anima.

Aiutate la mia fede e la mia speranza, o Santa Teresa di Gesù Bambino del Volto Santo; realizzate ancora una volta la vostra promessa di passare il vostro cielo a fare del bene sulla terra, permettendo che io riceva una rosa come segno della grazia che desidero ottenere.

– 24 “Gloria al Padre… (in ringraziamento a Dio dei doni concessi a Teresa nei ventiquatro anni della sua vita terrena);

ad ogni “Gloria” l’invocazione:

Santa Teresa di Gesù Bambino del Volto Santo, prega per noi“.

************

CORONCINA ALLA SACRA FAMIGLIA

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo

O Dio, vieni a salvarmi. Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria al padre

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.

  1. Gesù, Maria e Giuseppe, che formate la Santa Famiglia, siate sempre i tre primi amori delle nostre anime.

famiglia2 (2)Padre Nostro

Padre nostro, che sei nei cieli,sia santificato il tuo nome,venga il tuo regno,sia fatta la tua volontà,come in cielo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano,e rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori,e non ci indurre in tentazione,ma liberaci dal male. Amen.

Ave Maria

Ave, o Maria, piena di grazia, il Signore è con te. Tu sei benedetta fra le donne E benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen.

  • Giuseppe e Maria, modello dei genitori cristiani, aiutate tutti i genitori della nostra parrocchia a imitare i vostri divini insegnamenti.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Gesù fanciullo, esemplare dei figli cristiani, fa’ che i nostri figli possano imitare i tuoi santi esempi.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, modello di carità e di concordia, fate che la carità e la concordia regnino sempre nelle nostre famiglie.

FAMIGLIA (3)Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, esemplare di perfetta purità, aiutaci affinché nelle nostre famiglie non si facciano mai discorsi o azioni contro questa bella virtù.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, dove mai si pronunciò invano il nome santo di Dio, fate che anche le nostre famiglie abbiano il massimo rispetto per questo Santo Nome.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, dove il nome di Gesù formava la vostra delizia, fate che questo Nome Santissimo sia pure la delizia dei nostri cuori ed instillate nelle nostre famiglie l’orrore della bestemmia.

Padre Nostro, Ave Maria

Sia lodato Gesù Cristo. Sempre sia lodato.

ATTO DI CONSACRAZIONE

O Santa Famiglia di Nazareth, Gesù, Maria e Giuseppe, la nostra famiglia si consacra a te per tutta la vita e l’eternità. Fa che la nostra casa e il nostro cuore siano un cenacolo di preghiera, di pace, di grazia e comunione. Amen.

LITANIE ALLA SANTA FAMIGLIA

la sacra famigliaSignore, pietà Signore, pietà

Cristo, pietà Cristo, pietà

Signore, pietà Signore, pietà

Cristo, ascoltaci Cristo, ascoltaci

Cristo, esaudiscici Cristo, esaudiscici

Padre celeste, Dio abbi pietà di noi

Figlio, Redentore del mondo abbi pietà di noi

Spirito Santo, Dio abbi pietà di noi

Santa Trinità, unico Dio abbi pietà di noi

Gesù, Figlio di Dio vivo, che fatto Uomo per nostro amore, hai nobilitato e santificato i vincoli della famiglia abbi pietà di noi

Santa Famiglia, modello perfetto di tutte le virtù abbi pietà di noi

Santa Famiglia, non accolta dalla gente di Betlemme, ma glorificata dal canto degli Angeli abbi pietà di noi

Santa Famiglia, che hai ricevuto gli omaggi dei pastori e dei magi abbi pietà di noi

Santa Famiglia, esaltata dal santo vecchio Simeone abbi pietà di noi

Santa Famiglia, perseguitata e costretta a rifugiarti in terra pagana abbi pietà di noi

Santa Famiglia, che vivi sconosciuta e nascosta abbi pietà di noi

Santa Famiglia, fedelissima alle leggi del Signore abbi pietà di noi

Santa Famiglia, modello delle famiglie rigenerate nello spirito cristiano abbi pietà di noisanta-famiglia

Santa Famiglia, il cui capo è modello di amore paterno abbi pietà di noi

Santa Famiglia, la cui madre è modello di amore materno abbi pietà di noi

Santa Famiglia, il cui Figlio è modello d’obbedienza e di amore filiale abbi pietà di noi

Santa Famiglia, patrona e protettrice di tutte le famiglie cristiane abbi pietà di noi

Santa Famiglia, nostro rifugio in vita e speranza nell’ora della morte abbi pietà di noi

Da tutto quello che ci può togliere la pace e l’unione dei cuori, o Santa Famiglia liberaci 

Dalla disperazione dei cuori, o Santa Famiglia liberaci 

Dall’attaccamento ai beni terreni, o Santa Famiglia liberaci 

Dal desiderio della vana gloria, o Santa Famiglia liberaci 

Dall’indifferenza nel servizio di Dio, o Santa Famiglia liberaci 

Dalla cattiva morte, o Santa Famiglia liberaci 

sacra famiglia 2Per la perfetta unione dei tuoi Cuori, o Santa Famiglia ascoltaci

Per la tua povertà e la tua umiltà o S. Famiglia ascoltaci

Per la tua perfetta obbedienza, o Santa Famiglia ascoltaci

Per le tue afflizioni e dolorosi avvenimenti o Santa Famiglia ascoltaci

Per il tuo lavoro e le tue difficoltà o S. Famiglia ascoltaci

Per le tue preghiere e il tuo silenzio, o S. Famiglia ascoltaci

Per la perfezione delle tue azioni, o Santa Famiglia ascoltaci

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, perdonaci, o Signore.

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, esaudiscici, o Signore.

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi, o Signore.

O Santa Famiglia venerata, noi ci rifugiamo in Te con amore e speranza. Facci sentire gli effetti della Tua salutare protezione.

sacrafamigliamurilloPREGHIAMO

Gesù, Maria e Giuseppe, che tutto il mondo onora col nome di Santa Famiglia, aiutateci Santa Famiglia, immagine della SS. Trinità sulla terra  aiutaci O Dio, nostro Padre, che nella Santa Famiglia ci hai dato un vero modello di vita, fa che nelle nostre famiglie fioriscano le stesse virtù e lo stesso amore, perché riuniti nella tua Casa possiamo un giorno godere la gioia senza fine. Per Cristo, nostro Signore. Amen.

Letture di venerdì 12 gennaio 2018

LETTURE DI VENERDÌ

12 Gennaio 2018

I Settimana del Tempo Ordinario (anno II)

“… «Figlio, ti sono perdonati i peccati»….”

Nostra_Signora_di_GuadalupeFESTIVAL DE LOS INDITOS

León, Mexico  – 12 gennaio – Il 12 gennaio, un mese dopo la festa della Madonna di Guadalupe, il Santuario celebra la “Fiesta de los Inditos,” ovvero la “Festa dei piccoli indiani“. I bambini vengono vestiti con lo stile del nativo san Juan Diego. La tradizione con un video.

S. Margherita BourgeoysS. Margherita Bourgeoys

fondatrice ( 1620-1700) 12 gennaio – Figura di donna indomabile e pionieristica è quella di Margherita, prima maestra di Montreal. Il suo primo desiderio di clausura verrà dirottato dal Signore in modo alquanto imprevisto.  

Vidi il Signore su di un trono altissimo: lo adorava una schiera di angeli e cantavano insieme.”Ecco colui che regna per sempre”.

PREGHIERA DEL MATTINO

Ispira la tua paterna bontà, o Signore, i pensieri e i propositi del tuo popolo in preghiera, perché veda ciò che deve fare e abbia la forza di compiere ciò che ha veduto. Per Cristo nostro Signore. Amen.

PRIMA LETTURA

1 Sam 8, 4-7. 10-22 – Dal primo libro di Samuele.

profeta samuele

In quei giorni, si radunarono tutti gli anziani d’Israele e vennero da Samuèle a Rama. Gli dissero: «Tu ormai sei vecchio e i tuoi figli non camminano sulle tue orme. Stabilisci quindi per noi un re che sia nostro giudice, come avviene per tutti i popoli». Agli occhi di Samuèle la proposta dispiacque,  perché avevano detto: «Dacci un re che sia nostro giudice». Perciò Samuèle pregò il Signore. Il Signore disse a Samuèle: «Ascolta la voce del popolo, qualunque cosa ti dicano, perché non hanno rigettato te, ma hanno rigettato me, perché io non regni più su di loro».  Samuèle riferì tutte le parole del Signore al popolo che gli aveva chiesto un re. Disse: «Questo sarà il diritto del re che regnerà su di voi: prenderà i vostri figli per destinarli ai suoi carri e ai suoi cavalli, li farà correre davanti al suo cocchio, li farà capi di migliaia e capi di cinquantine, li costringerà ad arare i suoi campi, mietere le sue messi e apprestargli armi per le sue battaglie e attrezzature per i suoi carri. Prenderà anche le vostre figlie per farle sue profumiere e cuoche e fornaie. Prenderà pure i vostri campi, le vostre vigne, i vostri oliveti più belli e li darà ai suoi ministri. Sulle vostre sementi e sulle vostre vigne prenderà le decime e le darà ai suoi cortigiani e ai suoi ministri. Vi prenderà i servi e le serve, i vostri armenti migliori e i vostri asini e li adopererà nei suoi lavori. Metterà la decima sulle vostre greggi e voi stessi diventerete suoi servi. Allora griderete a causa del re che avrete voluto eleggere, ma il Signore non vi ascolterà». Il popolo rifiutò di ascoltare la voce di Samuèle e disse: «No! Ci sia un re su di noi. Saremo anche noi come tutti i popoli; il nostro re ci farà da giudice, uscirà alla nostra testa e combatterà le nostre battaglie». Samuèle ascoltò tutti i discorsi del popolo e li riferì all’orecchio del Signore. Il Signore disse a Samuèle: «Ascoltali: lascia regnare un re su di loro».

C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

SALMO RESPONSORIALEangelo che canta

Sal 88

RIT: Canterò in eterno l’amore del Signore.

Beato il popolo che ti sa acclamare: camminerà, Signore, alla luce del tuo volto; esulta tutto il giorno nel tuo nome, si esalta nella tua giustizia. RIT

Perché tu sei lo splendore della sua forza e con il tuo favore innalzi la nostra fronte. Perché del Signore è il nostro scudo, il nostro re, del Santo d’Israele. RIT

CANTO AL VANGELO

Alleluia, Alleluia.

Un grande profeta è sorto tra noi, e Dio ha visitato il suo popolo.

Alleluia.

VANGELO

Mc 2, 1-12 – Dal Vangelo secondo Marco

Gesù entrò di nuovo a Cafàrnao, dopo alcuni giorni. Si seppe che era in casa e si radunarono tante persone che non vi era più posto neanche davanti alla porta; ed egli annunciava loro la Parola. Si recarono da lui portando un paralitico, miracolo paralitico lettucciosorretto da quattro persone. Non potendo però portarglielo innanzi, a causa della folla, scoperchiarono il tetto nel punto dove egli si trovava e, fatta un’apertura, calarono la barella su cui era adagiato il paralitico. Gesù, vedendo la loro fede, disse al paralitico: «Figlio, ti sono perdonati i peccati». Erano seduti là alcuni scribi e pensavano in cuor loro: «Perché costui parla così? Bestemmia! Chi può perdonare i peccati, se non Dio solo?». E subito Gesù, conoscendo nel suo spirito che così pensavano tra sé, disse loro: «Perché pensate queste cose nel vostro cuore? Che cosa è più facile: dire al paralitico “Ti sono perdonati i peccati”, oppure dire “Àlzati, prendi la tua barella e cammina”? Ora, perché sappiate che il Figlio dell’uomo ha il potere di perdonare i peccati sulla terra, dico a te – disse al paralitico –: àlzati, prendi la tua barella e va’ a casa tua». Quello si alzò e subito prese la sua barella, sotto gli occhi di tutti se ne andò, e tutti si meravigliarono e lodavano Dio, dicendo: «Non abbiamo mai visto nulla di simile!».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

COMMENTO

Figliolo, ti sono rimessi i tuoi peccati.

Fa parte della missione della Chiesa e di ogni cristiano farsi portatore delle altrui infermità. Tale dovere deriva dalla esperienza che felicemente ci è toccata, quando Cristo, il figlio di Dio, si è caricato, Lui per primo dei nostri peccati, pagando il nostro debito a prezzo della vita. C’è sempre sulla nostra strada qualcuno malconcio che implora il nostro aiuto. Noi stessi potremmo aver bisogno di un buon samaritano che si prenda cura delle nostre ferite o ci conduca dove e da chi poter recuperare la salute. Questo dovere e questa missione sembrerebbe sia in crisi ai nostri giorni, visto il miracolo paralitico2comportamento di certi pirati della strada e non solo loro. Capita troppo spesso di fare del male agli altri e poi abbandonarli stremati a se stessi. La carità, quando è vera e disinteressata, costa sacrificio: i quattro del vangelo di oggi debbono superare non poche difficoltà per calare dal tetto il povero paralitico. La loro fede viene però abbondantemente premiata: “Gesù, vedendo la loro fede, disse al paralitico: «Figlio, ti sono perdonati i peccati». È quindi la fede dei portatori che ottiene prima il perdono dei peccati e poi la guarigione al paralitico dal suo male fisico. Gesù ribadisce così alcune importanti verità: la paralisi dello spirito è più grave di quello che immobilizza il corpo. Egli è il figlio di Dio e ha il potere non solo di guarire, ma anche di rimettere i peccati, checché ne dicano gli scribi. La finale dell’episodio risuona come un inno di lode e di ringraziamento: “tutti si meravigliarono e lodavano Dio, dicendo: «Non abbiamo mai visto nulla di simile!». (Preparato dai giovani monaci del monastero di S.Vincenzo Martire)

PREGHIERA DELLA SERA

MIRACOLO PARALITICO2 (2)Signore della bontà e della pace, Ti ringraziamo perché in Gesù ci hai perdonati e risanati. Dall’esperienza della Tua misericordia cresca in noi l’impegno ad amare tutti i fratelli salvati dal Tuo Figlio. In cambio Ti affidiamo, le gioie e le fatiche, le rinunce e gli atti di carità che siamo riusciti a fare in questo giorno e Ti ringraziamo con tutto il cuore per tutto quello che fai per noi e ci dai ogni giorno. Amen.

ALMANACCO DELL’11 GENNAIO 2018

ALMANACCO DEL 11 GENNAIO 2018

Le pubblicazioni del calendario religioso di Maria Regina dell’Universo

——————————————————————————-

MESSAGGIO DI PADRE PIOcomunione bimba

PER L’11  GENNAIO

Non ti arrestare nella ricerca della verità, nell’acquisto del sommo Bene. Sii docile agli ‘impulsi della grazia, assecondando le sue ispirazioni e le sue attrattive. Non ti arrossire di Cristo e della sua dottrina (Epist. IV, p. 618)

 Tratto da “Buona Giornata ” – Edizioni Padre Pio da Pietrelcina

———————————————————————–

INDICE

vergine-vetranaMADONNA DELLA VETRANA
Gesù Bambino di Praga 
Letture di giovedì 11 gennaio 2018
SAN PAOLINO DI AQUILEIA
Ada Negri

(Storia della sua conversione)

Evangelo Valtorta (43a parte)
CORONCINA A GESÙ BAMBINO
PREGHIERA A GESÙ  BAMBINO DI PRAGA
NOVENA DELLE ROSE
CORONCINA ALLA SACRA FAMIGLIA

——————————————————

IL MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE

“… Satana è libero dalle catene, io vi invito a consacrarvi al mio Cuore e al Cuore di mio Figlio. …”

Tratto dal un messaggio del 1 gennaio 2001″

—————————————————————————–

madonna-della-vetranaMADONNA DELLA VETRANA

Castellana Grotte (BA) 11 gennaio 1691

Il popolo castellanese per ringraziare la Madonna della liberazione dalla peste del 1690, ristrutturò la chiesa che custodiva l’icona trecentesca della Beata Vergine, venerata sotto il titolo di “Madonna della Vetrana”, termine dialettale per indicare la peste.

La storia e i video su  http://biscobreak.altervista.org/2017/01/madonna-della-vetrana/

—————————————————————————–

Gesù Bambino di Praga ges_praga_g

Tra i tanti santi che hanno avuto la grazia di contemplarlo o meglio ancora tenerlo fra le braccia, vi è la straordinaria storia del Ven. P. Cirillo, grazie al quale trae origine la devozione al Gesù Bambino di Praga.

La storia e le vicende legate alla vita del ven. P. Cirillo e il suo Bambinello con la preghiera su http://biscobreak.altervista.org/2014/01/gesu-bambino-di-praga/

——————————————————————————

LETTURE DI GIOVEDÌ

11 Gennaio 2018

I Settimana del Tempo Ordinario (anno II)

“… «Se vuoi, puoi purificarmi!». Ne ebbe compassione, tese la mano, lo toccò e gli disse: «Lo voglio, sii purificato!».…”

La preghiera del mattino e della sera, le letture e il commento su http://biscobreak.altervista.org/2018/01/letture-di-giovedi-11-gennaio-2018/

——————————————————————————

1SAN PAOLINO DI AQUILEIA

Vescovo (ca 726-804) 11 gennaio – Carlo Magno, rispettando i suoi insegnamenti, lo fece viaggiare in tutta Europa perché partecipasse a una serie di sinodi che aveva convocato durante la sua opera di conquista dell’Europa occidentale.

La storia e la video-storia su http://biscobreak.altervista.org/2013/01/san-paolino-di-aquileia/

——————————————————————————-

ada_negriADA NEGRI

 poetessa e scrittrice (1870 –1945) 11 gennaio

Prima ed unica donna ad essere ammessa all’Accademia d’Italia, scrisse: «Quando ero giovane non praticavo la Fede, ma sentivo la grandezza del Cristo. Non conoscevo la bellezza intatta del Dogma cattolico, non riuscivo a penetrarlo. Poi i miei occhi si aprirono e il dolore mi restituì la fede».

La storia della conversione di questa famosa poetessa italiana su  http://biscobreak.altervista.org/2016/01/ada-negri/

——————————————————————————

BRANI TRATTI DALL’EVANGELO

COME MI è STATO RIVELATO di MARIA VALTORTA

rovine

8° LIBRO (43a parte)

Quando un popolo dimentica Dio… una visione di Gesù davanti alle rovine di una città e la sorte di Israele.  Gesù parla della perfezione negli uomini e risponde alla domanda di un giovane sulla virtù indispensabile. In fine Gesù spiega il significato del Suo sacrificio e l’invidia di Satana.

Tutti i brani su http://biscobreak.altervista.org/2012/12/valtorta-43a-parte/

——————————————————————————-

gesù bambino bacioCORONCINA A GESÙ BAMBINO

Alcuni testi apocrifi raccontano che il sorriso di Gesù Bambino appena nato poteva far tornare il sole, narrano anche di un bambino morente guarito dall’acqua del Suo bagnetto oppure di come la sua presenza calmasse ogni neonato.

La devozione alla vita del Bambino Gesù  su http://biscobreak.altervista.org/2017/01/coroncina-a-gesu-bambino/

——————————————————————————

PREGHIERE E PROPOSTE IN CORSO

PREGHIERA A GESÙ BAMBINO DI PRAGA

11 gennaio – Preghiera

(del Santo Padre Benedetto XVI a Gesù Bambino di Praga)

Signore Gesù, noi ti vediamo bambino e crediamo che tu sei il Figlio di Dio, fatto Gesù di Pragauomo per opera dello Spirito Santo nel grembo della Vergine Maria. Come a
Betlemme anche noi con Maria, Giuseppe, gli Angeli e i pastori ti adoriamo e ti riconosciamo nostro unico Salvatore.

Ti sei fatto povero per farci ricchi con la tua povertà: concedi a noi di non dimenticarci mai dei poveri e di tutti coloro che soffrono.  Proteggi le nostre famiglie, benedici tutti i bambini del mondo e fa’ che regni sempre tra noi l’amore che tu ci hai portato e che rende più felice la vita.

Dona a tutti, o Gesù, di riconoscere la verità del tuo Natale perché tutti sappiano che tu sei venuto a portare all’intera famiglia umana la luce, la gioia e la pace. Tu sei Dio, e vivi e regni con Dio Padre, nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.

************

NOVENA DELLE ROSE

Novena delle rose1Santissima Trinità, Padre, Figlio e Spirito Santo, io vi ringrazio per tutti i favori e le grazie di cui avete arricchito l’anima della vostra serva Santa Teresa di Gesù Bambino del Volto Santo, Dottore della Chiesa, durante i suoi ventiquattro anni trascorsi su questa terra e, per i meriti di questa vostra Santa Serva, concedetemi  la grazia che ardentemente desidero (qui si formula la grazia che si vuol ricevere), se è conforme alla vostra santa volontà e per il bene della mia anima.

Aiutate la mia fede e la mia speranza, o Santa Teresa di Gesù Bambino del Volto Santo; realizzate ancora una volta la vostra promessa di passare il vostro cielo a fare del bene sulla terra, permettendo che io riceva una rosa come segno della grazia che desidero ottenere.

– 24 “Gloria al Padre… (in ringraziamento a Dio dei doni concessi a Teresa nei ventiquatro anni della sua vita terrena);

ad ogni “Gloria” l’invocazione:

Santa Teresa di Gesù Bambino del Volto Santo, prega per noi“.

************

CORONCINA ALLA SACRA FAMIGLIA

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo

O Dio, vieni a salvarmi. Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria al padre

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.

  1. Gesù, Maria e Giuseppe, che formate la Santa Famiglia, siate sempre i tre primi amori delle nostre anime.

famiglia2 (2)Padre Nostro

Padre nostro, che sei nei cieli,sia santificato il tuo nome,venga il tuo regno,sia fatta la tua volontà,come in cielo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano,e rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori,e non ci indurre in tentazione,ma liberaci dal male. Amen.

Ave Maria

Ave, o Maria, piena di grazia, il Signore è con te. Tu sei benedetta fra le donne E benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen.

  • Giuseppe e Maria, modello dei genitori cristiani, aiutate tutti i genitori della nostra parrocchia a imitare i vostri divini insegnamenti.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Gesù fanciullo, esemplare dei figli cristiani, fa’ che i nostri figli possano imitare i tuoi santi esempi.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, modello di carità e di concordia, fate che la carità e la concordia regnino sempre nelle nostre famiglie.

FAMIGLIA (3)Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, esemplare di perfetta purità, aiutaci affinché nelle nostre famiglie non si facciano mai discorsi o azioni contro questa bella virtù.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, dove mai si pronunciò invano il nome santo di Dio, fate che anche le nostre famiglie abbiano il massimo rispetto per questo Santo Nome.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, dove il nome di Gesù formava la vostra delizia, fate che questo Nome Santissimo sia pure la delizia dei nostri cuori ed instillate nelle nostre famiglie l’orrore della bestemmia.

Padre Nostro, Ave Maria

Sia lodato Gesù Cristo. Sempre sia lodato.

ATTO DI CONSACRAZIONE

O Santa Famiglia di Nazareth, Gesù, Maria e Giuseppe, la nostra famiglia si consacra a te per tutta la vita e l’eternità. Fa che la nostra casa e il nostro cuore siano un cenacolo di preghiera, di pace, di grazia e comunione. Amen.

LITANIE ALLA SANTA FAMIGLIA

la sacra famigliaSignore, pietà Signore, pietà

Cristo, pietà Cristo, pietà

Signore, pietà Signore, pietà

Cristo, ascoltaci Cristo, ascoltaci

Cristo, esaudiscici Cristo, esaudiscici

Padre celeste, Dio abbi pietà di noi

Figlio, Redentore del mondo abbi pietà di noi

Spirito Santo, Dio abbi pietà di noi

Santa Trinità, unico Dio abbi pietà di noi

Gesù, Figlio di Dio vivo, che fatto Uomo per nostro amore, hai nobilitato e santificato i vincoli della famiglia abbi pietà di noi

Santa Famiglia, modello perfetto di tutte le virtù abbi pietà di noi

Santa Famiglia, non accolta dalla gente di Betlemme, ma glorificata dal canto degli Angeli abbi pietà di noi

Santa Famiglia, che hai ricevuto gli omaggi dei pastori e dei magi abbi pietà di noi

Santa Famiglia, esaltata dal santo vecchio Simeone abbi pietà di noi

Santa Famiglia, perseguitata e costretta a rifugiarti in terra pagana abbi pietà di noi

Santa Famiglia, che vivi sconosciuta e nascosta abbi pietà di noi

Santa Famiglia, fedelissima alle leggi del Signore abbi pietà di noi

Santa Famiglia, modello delle famiglie rigenerate nello spirito cristiano abbi pietà di noisanta-famiglia

Santa Famiglia, il cui capo è modello di amore paterno abbi pietà di noi

Santa Famiglia, la cui madre è modello di amore materno abbi pietà di noi

Santa Famiglia, il cui Figlio è modello d’obbedienza e di amore filiale abbi pietà di noi

Santa Famiglia, patrona e protettrice di tutte le famiglie cristiane abbi pietà di noi

Santa Famiglia, nostro rifugio in vita e speranza nell’ora della morte abbi pietà di noi

Da tutto quello che ci può togliere la pace e l’unione dei cuori, o Santa Famiglia liberaci 

Dalla disperazione dei cuori, o Santa Famiglia liberaci 

Dall’attaccamento ai beni terreni, o Santa Famiglia liberaci 

Dal desiderio della vana gloria, o Santa Famiglia liberaci 

Dall’indifferenza nel servizio di Dio, o Santa Famiglia liberaci 

Dalla cattiva morte, o Santa Famiglia liberaci 

sacra famiglia 2Per la perfetta unione dei tuoi Cuori, o Santa Famiglia ascoltaci

Per la tua povertà e la tua umiltà o S. Famiglia ascoltaci

Per la tua perfetta obbedienza, o Santa Famiglia ascoltaci

Per le tue afflizioni e dolorosi avvenimenti o Santa Famiglia ascoltaci

Per il tuo lavoro e le tue difficoltà o S. Famiglia ascoltaci

Per le tue preghiere e il tuo silenzio, o S. Famiglia ascoltaci

Per la perfezione delle tue azioni, o Santa Famiglia ascoltaci

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, perdonaci, o Signore.

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, esaudiscici, o Signore.

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi, o Signore.

O Santa Famiglia venerata, noi ci rifugiamo in Te con amore e speranza. Facci sentire gli effetti della Tua salutare protezione.

sacrafamigliamurilloPREGHIAMO

Gesù, Maria e Giuseppe, che tutto il mondo onora col nome di Santa Famiglia, aiutateci Santa Famiglia, immagine della SS. Trinità sulla terra  aiutaci O Dio, nostro Padre, che nella Santa Famiglia ci hai dato un vero modello di vita, fa che nelle nostre famiglie fioriscano le stesse virtù e lo stesso amore, perché riuniti nella tua Casa possiamo un giorno godere la gioia senza fine. Per Cristo, nostro Signore. Amen.

Letture di giovedì 11 gennaio 2018

LETTURE DI GIOVEDÌ

11 Gennaio 2018

I Settimana del Tempo Ordinario (anno II)

“… «Se vuoi, puoi purificarmi!». Ne ebbe compassione, tese la mano, lo toccò e gli disse: «Lo voglio, sii purificato!».…”

madonna-della-vetranaGESÙ BAMBINO DI PRAGA

MADONNA DELLA VETRANA

Castellana Grotte (BA) 11 gennaio 1691 – Il popolo castellanese per ringraziare la Madonna della liberazione dalla peste del 1690, ristrutturò la chiesa che custodiva l’icona trecentesca della Beata Vergine, venerata sotto il titolo di “Madonna della Vetrana”, termine dialettale per indicare la peste. La storia e i video.

1San Paolino di Aquileia

Vescovo (ca 726-804) 11 gennaioCarlo Magno, rispettando i suoi insegnamenti, lo fece viaggiare in tutta Europa perché partecipasse a una serie di sinodi che aveva convocato durante la sua opera di conquista dell’Europa occidentale. La storia e la video-storia.

Vidi il Signore su di un trono altissimo: lo adorava una schiera di angeli e cantavano insieme. “Ecco colui che regna per sempre”.

PREGHIERA DEL MATTINO

Ispira la Tua paterna bontà, o Signore, i pensieri e i propositi del Tuo popolo in preghiera, perché veda ciò che deve fare e abbia la forza di compiere ciò che ha veduto. Per Cristo nostro Signore. Amen

PRIMA LETTURA

1 Sam 4, 1-11 – Dal primo libro di Samuele.

arca dell'alleanza

In quei giorni i Filistei si radunarono per combattere contro Israele. Allora Israele scese in campo contro i Filistei. Essi si accamparono presso Eben-Ezer mentre i Filistei s’erano accampati ad Afek. I Filistei si schierarono contro Israele e la battaglia divampò, ma Israele fu sconfitto di fronte ai Filistei, e caddero sul campo, delle loro schiere, circa quattromila uomini. Quando il popolo fu rientrato nell’accampamento, gli anziani d’Israele si chiesero: «Perché ci ha sconfitti oggi il Signore di fronte ai Filistei? Andiamo a prenderci l’arca dell’alleanza del Signore a Silo, perché venga in mezzo a noi e ci liberi dalle mani dei nostri nemici». Il popolo mandò subito alcuni uomini a Silo, a prelevare l’arca dell’alleanza del Signore degli eserciti, che siede sui cherubini: c’erano con l’arca dell’alleanza di Dio i due figli di Eli, Ofni e Fineès. Non appena l’arca dell’alleanza del Signore giunse all’accampamento, gli Israeliti elevarono un urlo così forte che ne tremò la terra. Anche i Filistei udirono l’eco di quell’urlo e dissero: «Che significa quest’urlo così forte nell’accampamento degli Ebrei?». Poi vennero a sapere che era arrivata nel loro campo l’arca del Signore. I Filistei ne ebbero timore e si dicevano: «È venuto Dio nell’accampamento!», ed esclamavano: «Guai a noi, perché non è stato così né ieri né prima. Guai a noi! Chi ci libererà dalle mani di queste divinità così potenti? Queste divinità hanno colpito con ogni piaga l’Egitto nel deserto. Siate forti e siate uomini, o Filistei, altrimenti sarete schiavi degli Ebrei, come essi sono stati vostri schiavi. Siate uomini, dunque, e combattete!». Quindi i Filistei attaccarono battaglia, Israele fu sconfitto e ciascuno fuggì alla sua tenda. La strage fu molto grande: dalla parte d’Israele caddero trentamila fanti. In più l’arca di Dio fu presa e i due figli di Eli, Ofni e Fineès, morirono.

C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

SALMO RESPONSORIALE

Sal 43

RIT: Salvaci, Signore, per la tua misericordia.

Signore, ci hai respinti e coperti di lode (3)vergogna, e più non esci con le nostre schiere.Ci hai fatto fuggire di fronte agli avversari e quelli che ci odiano ci hanno depredato. RIT

Hai fatto di noi il disprezzo dei nostri vicini, lo scherno e la derisione di chi ci sta intorno.Ci hai resi la favola delle genti, su di noi i popoli scuotono il capo. RIT

Svégliati! Perché dormi, Signore? Déstati, non respingerci per sempre! Perché nascondi il tuo volto, dimentichi la nostra miseria e oppressione? RIT

CANTO AL VANGELO

Alleluia, Alleluia.

Gesù annunciava il vangelo del Regno e guariva ogni sorta di malattie e infermità nel popolo.

Alleluia.

VANGELO

Mc 1, 40-45 – Dal Vangelo secondo Marco

lebbroso1In quel tempo, venne da Gesù un lebbroso, che lo supplicava in ginocchio e gli diceva: «Se vuoi, puoi purificarmi!». Ne ebbe compassione, tese la mano, lo toccò e gli disse: «Lo voglio, sii purificato!». E subito, la lebbra scomparve da lui ed egli fu purificato. E, ammonendolo severamente, lo cacciò via subito e gli disse: «Guarda di non dire niente a nessuno; va’, invece, a mostrarti al sacerdote e offri per la tua purificazione quello che Mosè ha prescritto, come testimonianza per loro». Ma quello si allontanò e si mise a proclamare e a divulgare il fatto, tanto che Gesù non poteva più entrare pubblicamente in una città, ma rimaneva fuori, in luoghi deserti; e venivano a lui da ogni parte.

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

COMMENTO

La speranza cristiana.

Sperare oltre ogni speranza. È un sentimento umano che sgorga solo quando siamo animati da una fede in qualcosa o qualcuno che supera le ordinarie possibilità. La speranza del povero lebbroso, prostrato ai piedi di Gesù, in atteggiamento di supplica, è davvero ben riposta. Non sappiamo se egli abbia udito dal Maestro la solenne affermazione con la quale si proclamava medico e portatore di lebbrosomisericordia: “Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati; non sono venuto per chiamare i giusti, ma i peccatori”, sicuramente però, in qualche modo, è sgorgata in lui la fede, la speranza e la certezza di potersi accostare a Gesù senza incorrere in un rifiuto e in un allentamento per la sua lebbra, malattia, considerata da tutti, immonda. Gesù infatti lo accoglie, lo tocca e lo guarisce. Gli impone il silenzio, “ma quegli, allontanatosi, cominciò a proclamare e a divulgare il fatto, al punto che Gesù non poteva più entrare pubblicamente in una città, ma se ne stava fuori, in luoghi deserti, e venivano a lui da ogni parte”. Càpita di non poter tacere la gioia di una vita recuperata. È più che perdonabile la disobbedienza del lebbroso guarito: si sente rinato e deve dire a tutti chi è stato l’autore della sua prodigiosa rinascita. Dovremmo anche noi essere i cantori della bontà e della misericordia divina, ogni volta che siamo liberati dalla lebbra del nostro peccato. Dopo ogni nostra confessione ben fatta.(Preparato dai giovani monaci del monastero di S.Vincenzo Martire)

lebbrosoPREGHIERA DELLA SERA

La parola di Dio o Signore è annuncio di speranza e un invito a rinnovarci, per questo ti preghiamo anche noi con fede: guariscici Gesù. In cambio Ti affidiamo, le gioie e le fatiche, le rinunce e gli atti di carità che siamo riusciti a fare in questo giorno e Ti ringraziamo con tutto il cuore per tutto quello che fai per noi e ci dai ogni giorno. Dio, Padre buono, concedici di operare da veri fratelli di Cristo. Amen

ALMANACCO DEL 10 GENNAIO 2018

ALMANACCO DEL 10 GENNAIO 2018

Le pubblicazioni del calendario religioso di Maria Regina dell’Universo

——————————————————————————-

Aldo-MoroMESSAGGIO DI PADRE PIO

PER IL 10  GENNAIO

Non vi spaventino le molte insidie di questa bestia infernale: Gesù, che è sempre con voi e che combatterà con voi e per voi, non permetterà giammai che voi possiate venire contraffatta e vinta (Epist. III, p. 49)

Tratto da “Buona Giornata ” – Edizioni Padre Pio da Pietrelcina

———————————————————————–

INDICE

SANTA MARIA DEL PIANTOSANTA MARIA DEL PIANTO
  Letture di mercoledì 10 gennaio 2018
SAN GREGORIO DI NISSA
Servo di Dio Felice di Gesù Rougier
Maria Vanderlinden

(giovane testimone della fede)

Evangelo Valtorta (42a parte)
NOVENA DELLE ROSE
NOVENA A GESÙ  BAMBINO DI PRAGA
CORONCINA ALLA SACRA FAMIGLIA

——————————————————

IL MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE

“… in particolare grazie a coloro che sono cari al mio cuore e i quali vengono qui volentieri…”

Tratto dal un messaggio del 10 gennaio 1985″

—————————————————————————–

 SANTA MARIA DEL PIANTOSANTA MARIA DEL PIANTO

Roma 10 gennaio 1546

Un’immagine della Madonna nata in seguito ad un delitto familiare che secondo la leggenda 53 anni dopo piange di fronte alla mancanza di misericordia di un giovane che uccide il compagno. 

Santa Maria del Pianto a Roma, la storia e la leggenda su  http://biscobreak.altervista.org/2015/01/santa-maria-del-pianto/

——————————————————————————

LETTURE DI MERCOLEDÌ

10 Gennaio 2018

I Settimana del Tempo Ordinario (anno II)

“… si ritirò in un luogo deserto, e là pregava.…”

La preghiera del mattino e della sera, le letture e il commento su http://biscobreak.altervista.org/2018/01/letture-di-mercoledi-10-gennaio-2018/

——————————————————————————-

SAN GREGORIO DI NISSASAN GREGORIO DI NISSA

vescovo [ca. 330 – ca. 395] 10 gennaio

E’ uno dei più importanti Padri della Chiesa d’Oriente. A lui si deve il primo trattato sulla perfezione cristiana, il “De virginitate”. Soprannominato “colonna della Chiesa” per i suoi scritti in difesa dell’ortodossia contro l’arianesimo.

La storia e la video-storia su http://biscobreak.altervista.org/2013/01/san-gregorio-di-nissa/

———————————————————————-

Servo di Dio Felice di Gesù RougierServo di Dio Felice di Gesù Rougier1

Fondatore (1859 – 1938) 10 gennaio

“…Nello studio profondo del  Vangelo, trovavo l’anima di Gesù, il suo cuore, i suoi pensieri, il suo amore al Padre, i suoi insegnamenti, la sua vita interiore. Quale fortuna essermi potuto dedicare completamente alla meditazione di quelle pagine divine per così tanto tempo!”.

La storia e la video-storia del fondatore dei “Missionari dello Spirito Santo” su http://biscobreak.altervista.org/2016/01/servo-di-dio-felice-di-gesu-rougier/

———————————————————————-

maria-vanderlindenMaria Vanderlinden

Fanciulla (1912 – 1924) 10 gennaio 

Nove giorni dopo aver ricevuto il sacramento della Cresima, fu colpita da dolori articolari e dalla febbre: accettò tutto per amore di Gesù e per la conversione dei peccatori. Morì il 10 gennaio 1924, all’età di dodici anni, sospirando e pregando Gesù Bambino che la venisse a prendere.

La storia su http://biscobreak.altervista.org/2017/01/maria-vanderlinden/

——————————————————————————

BRANI TRATTI DALL’EVANGELO

COME MI è STATO RIVELATO di MARIA VALTORTA

rosa-salvator-the-spirit-of-samuel-appearing-to-saul-at-the-house-of-the-witch-of-endor-166818° LIBRO (42a parte)

Gesù spiega a Maria Valtorta la differenza tra il soprannaturale e l’occulto e l’importanza della preghiera incessante. Durante una delle sue diatribe al tempio parla con i giudei delle arti subdole del demonio, specificando la differenza dell’essere schiavi, servi e figli, per spiegare meglio la figura di Dio, inteso come Padre.

Tutti i brani su http://biscobreak.altervista.org/2013/01/valtorta-42a-parte/

——————————————————————————-

PREGHIERE E PROPOSTE IN CORSO 

NOVENA DELLE ROSE

Santissima Trinità, Padre, Figlio e Spirito Santo, io vi ringrazio per tutti i favori e le Novena delle rose1grazie di cui avete arricchito l’anima della vostra serva Santa Teresa di Gesù Bambino del Volto Santo, Dottore della Chiesa, durante i suoi ventiquattro anni trascorsi su questa terra e, per i meriti di questa vostra Santa Serva, concedetemi  la grazia che ardentemente desidero (qui si formula la grazia che si vuol ricevere), se è conforme alla vostra santa volontà e per il bene della mia anima.

Aiutate la mia fede e la mia speranza, o Santa Teresa di Gesù Bambino del Volto Santo; realizzate ancora una volta la vostra promessa di passare il vostro cielo a fare del bene sulla terra, permettendo che io riceva una rosa come segno della grazia che desidero ottenere.

– 24 “Gloria al Padre… (in ringraziamento a Dio dei doni concessi a Teresa nei ventiquatro anni della sua vita terrena);

ad ogni “Gloria” l’invocazione:

Santa Teresa di Gesù Bambino del Volto Santo, prega per noi“.

************

NOVENA A GESÙ BAMBINO DI PRAGA

10 gennaio – IX° GIORNO

gesu-bambino-di-praga6O Gesù Bambino, donami la grazia di amare tanto la tua Mamma, Maria Santissima. Fa’ che il mio sia un amore tenero di figlio, come è tenerissimo il suo amore di Madre. Amando Lei, amerò Te, o Gesù, e tramite Lei attingerò alla fonte pura dei tuoi benefici.

O Gesù, concedimi, per l’intercessione della tua Santa Madre, la grazia che Ti domando…Concedimela per l’amore che Le portasti, e fa’ che un giorno io Vi contempli entrambi nel beato regno della gloria celeste.

E Tu, o Madre mia Maria, per il potere immenso che hai sul Cuore del tuo Figlio Divino, parla per me a Gesù e ottienimi per i suoi e i tuoi meriti, la grazia che ho chiesto nel corso di questa novena. Avvalora le mie povere preghiere, affinchè per il tuo materno intervento mi senta presto consolato. Sì, lo spero dalla tua bontà e dalla misericordia del Bambino Divino, confido anzi che la grazia che attendo oggi stesso mi sarà concessa in tutta la sua pienezza. Bambino Gesù, Vergine Santissima, vi supplico affinchè la mia speranza non resti delusa!…

Santo Bambino Gesù, benedicimi. Pater, Ave, Gloria

Santo Bambino Gesù, ascoltami. Pater, Ave, Gloria

Santo Bambino Gesù, esaudiscimi. Pater, Ave, Gloria

************

CORONCINA ALLA SACRA FAMIGLIA

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo

O Dio, vieni a salvarmi. Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria al padre

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.

  1. Gesù, Maria e Giuseppe, che formate la Santa Famiglia, siate sempre i tre primi amori delle nostre anime.

famiglia2 (2)Padre Nostro

Padre nostro, che sei nei cieli,sia santificato il tuo nome,venga il tuo regno,sia fatta la tua volontà,come in cielo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano,e rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori,e non ci indurre in tentazione,ma liberaci dal male. Amen.

Ave Maria

Ave, o Maria, piena di grazia, il Signore è con te. Tu sei benedetta fra le donne E benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen.

  • Giuseppe e Maria, modello dei genitori cristiani, aiutate tutti i genitori della nostra parrocchia a imitare i vostri divini insegnamenti.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Gesù fanciullo, esemplare dei figli cristiani, fa’ che i nostri figli possano imitare i tuoi santi esempi.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, modello di carità e di concordia, fate che la carità e la concordia regnino sempre nelle nostre famiglie.

FAMIGLIA (3)Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, esemplare di perfetta purità, aiutaci affinché nelle nostre famiglie non si facciano mai discorsi o azioni contro questa bella virtù.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, dove mai si pronunciò invano il nome santo di Dio, fate che anche le nostre famiglie abbiano il massimo rispetto per questo Santo Nome.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, dove il nome di Gesù formava la vostra delizia, fate che questo Nome Santissimo sia pure la delizia dei nostri cuori ed instillate nelle nostre famiglie l’orrore della bestemmia.

Padre Nostro, Ave Maria

Sia lodato Gesù Cristo. Sempre sia lodato.

ATTO DI CONSACRAZIONE

O Santa Famiglia di Nazareth, Gesù, Maria e Giuseppe, la nostra famiglia si consacra a te per tutta la vita e l’eternità. Fa che la nostra casa e il nostro cuore siano un cenacolo di preghiera, di pace, di grazia e comunione. Amen.

LITANIE ALLA SANTA FAMIGLIA

la sacra famigliaSignore, pietà Signore, pietà

Cristo, pietà Cristo, pietà

Signore, pietà Signore, pietà

Cristo, ascoltaci Cristo, ascoltaci

Cristo, esaudiscici Cristo, esaudiscici

Padre celeste, Dio abbi pietà di noi

Figlio, Redentore del mondo abbi pietà di noi

Spirito Santo, Dio abbi pietà di noi

Santa Trinità, unico Dio abbi pietà di noi

Gesù, Figlio di Dio vivo, che fatto Uomo per nostro amore, hai nobilitato e santificato i vincoli della famiglia abbi pietà di noi

Santa Famiglia, modello perfetto di tutte le virtù abbi pietà di noi

Santa Famiglia, non accolta dalla gente di Betlemme, ma glorificata dal canto degli Angeli abbi pietà di noi

Santa Famiglia, che hai ricevuto gli omaggi dei pastori e dei magi abbi pietà di noi

Santa Famiglia, esaltata dal santo vecchio Simeone abbi pietà di noi

Santa Famiglia, perseguitata e costretta a rifugiarti in terra pagana abbi pietà di noi

Santa Famiglia, che vivi sconosciuta e nascosta abbi pietà di noi

Santa Famiglia, fedelissima alle leggi del Signore abbi pietà di noi

Santa Famiglia, modello delle famiglie rigenerate nello spirito cristiano abbi pietà di noisanta-famiglia

Santa Famiglia, il cui capo è modello di amore paterno abbi pietà di noi

Santa Famiglia, la cui madre è modello di amore materno abbi pietà di noi

Santa Famiglia, il cui Figlio è modello d’obbedienza e di amore filiale abbi pietà di noi

Santa Famiglia, patrona e protettrice di tutte le famiglie cristiane abbi pietà di noi

Santa Famiglia, nostro rifugio in vita e speranza nell’ora della morte abbi pietà di noi

Da tutto quello che ci può togliere la pace e l’unione dei cuori, o Santa Famiglia liberaci 

Dalla disperazione dei cuori, o Santa Famiglia liberaci 

Dall’attaccamento ai beni terreni, o Santa Famiglia liberaci 

Dal desiderio della vana gloria, o Santa Famiglia liberaci 

Dall’indifferenza nel servizio di Dio, o Santa Famiglia liberaci 

Dalla cattiva morte, o Santa Famiglia liberaci 

sacra famiglia 2Per la perfetta unione dei tuoi Cuori, o Santa Famiglia ascoltaci

Per la tua povertà e la tua umiltà o S. Famiglia ascoltaci

Per la tua perfetta obbedienza, o Santa Famiglia ascoltaci

Per le tue afflizioni e dolorosi avvenimenti o Santa Famiglia ascoltaci

Per il tuo lavoro e le tue difficoltà o S. Famiglia ascoltaci

Per le tue preghiere e il tuo silenzio, o S. Famiglia ascoltaci

Per la perfezione delle tue azioni, o Santa Famiglia ascoltaci

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, perdonaci, o Signore.

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, esaudiscici, o Signore.

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi, o Signore.

O Santa Famiglia venerata, noi ci rifugiamo in Te con amore e speranza. Facci sentire gli effetti della Tua salutare protezione.

sacrafamigliamurilloPREGHIAMO

Gesù, Maria e Giuseppe, che tutto il mondo onora col nome di Santa Famiglia, aiutateci Santa Famiglia, immagine della SS. Trinità sulla terra  aiutaci O Dio, nostro Padre, che nella Santa Famiglia ci hai dato un vero modello di vita, fa che nelle nostre famiglie fioriscano le stesse virtù e lo stesso amore, perché riuniti nella tua Casa possiamo un giorno godere la gioia senza fine. Per Cristo, nostro Signore. Amen.

Letture di mercoledì 10 gennaio 2018

LETTURE DI MERCOLEDÌ

10 Gennaio 2018

I Settimana del Tempo Ordinario (anno II)

“… si ritirò in un luogo deserto, e là pregava.…”

SANTA MARIA DEL PIANTOSANTA MARIA DEL PIANTO

Roma 10 gennaio 1546 – Un’immagine della Madonna nata in seguito ad un delitto familiare che secondo la leggenda 53 anni dopo piange di fronte alla mancanza di misericordia di un giovane che uccide il compagno. Santa Maria del Pianto a Roma, la storia e la leggenda.

Servo di Dio Felice di Gesù Rougier

SAN GREGORIO DI NISSAS. Gregorio di Nissa

vescovo [ca. 330 – ca. 395] 10 gennaio – E’ uno dei più importanti Padri della Chiesa d’Oriente. A lui si deve il primo trattato sulla perfezione cristiana, il “De virginitate”. Soprannominato “colonna della Chiesa” per i suoi scritti in difesa dell’ortodossia contro l’arianesimo. La storia e la video-storia.

Vidi il Signore su di un trono altissimo: lo adorava una schiera di angeli e cantavano insieme.”Ecco colui che regna per sempre”.

PREGHIERA DEL MATTINO

Ispira la Tua paterna bontà, o Signore, i pensieri e i propositi del tuo popolo in preghiera, perché veda ciò che deve fare e abbia la forza di compiere ciò che ha veduto. Per  Cristo nostro Signore. Amen

PRIMA LETTURA

1 Sam 3, 1-10. 19-20

Dal primo libro di Samuele.

samueleIn quei giorni, il giovane Samuèle serviva il Signore alla presenza di Eli. La parola del Signore era rara in quei giorni, le visioni non erano frequenti.
E quel giorno avvenne che Eli stava dormendo al suo posto, i suoi occhi cominciavano a indebolirsi e non riusciva più a vedere. La lampada di Dio non era ancora spenta e Samuèle dormiva nel tempio del Signore, dove si trovava l’arca di Dio. Allora il Signore chiamò: «Samuèle!» ed egli rispose: «Eccomi», poi corse da Eli e gli disse: «Mi hai chiamato, eccomi!». Egli rispose: «Non ti ho chiamato, torna a dormire!». Tornò e si mise a dormire.Ma il Signore chiamò di nuovo: «Samuèle!»; Samuèle si alzò e corse da Eli dicendo: «Mi hai chiamato, eccomi!». Ma quello rispose di nuovo: «Non ti ho chiamato, figlio mio, torna a dormire!». In realtà Samuèle fino ad allora non aveva ancora conosciuto il Signore, né gli era stata ancora rivelata la parola del Signore. Il Signore tornò a chiamare: «Samuèle!» per la terza volta; questi si alzò nuovamente e corse da Eli dicendo: «Mi hai chiamato, eccomi!». Allora Eli comprese che il Signore chiamava il giovane.Eli disse a Samuèle: «Vattene a dormire e, se ti chiamerà, dirai: “Parla, Signore, perché il tuo servo ti ascolta”». Samuèle andò a dormire al suo posto. Venne il Signore, stette accanto a lui e lo chiamò come le altre volte: «Samuèle, Samuèle!». Samuèle rispose subito: «Parla, perché il tuo servo ti ascolta». Samuèle crebbe e il Signore fu con lui, né lasciò andare a vuoto una sola delle sue parole. Perciò tutto Israele, da Dan fino a Bersabea, seppe che Samuèle era stato costituito profeta del Signore.

C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

SALMO RESPONSORIALE

Sal 39

RIT: Ecco, Signore, io vengo per fare la tua volontà.

Preghiera Di Samuele

Ho sperato, ho sperato nel Signore, ed egli su di me si è chinato, ha dato ascolto al mio grido. Beato l’uomo che ha posto la sua fiducia nel Signore e non si volge verso chi segue gli idoli né verso chi segue la menzogna. RIT

Sacrificio e offerta non gradisci, gli orecchi mi hai aperto, non hai chiesto olocausto né sacrificio per il peccato. Allora ho detto: «Ecco, io vengo. RIT

Nel rotolo del libro su di me è scritto di fare la tua volontà: mio Dio, questo io desidero; la tua legge è nel mio intimo». RIT

Ho annunciato la tua giustizia nella grande assemblea; vedi: non tengo chiuse le labbra, Signore, tu lo sai.  RIT

CANTO AL VANGELO

Alleluia, Alleluia.

Le mie pecore ascoltano la mia voce, dice il Signore, e io le conosco ed esse mi seguono.

Alleluia.

VANGELO

Mc 1, 29-39
Dal Vangelo secondo Marco

deserto (2)In quel tempo, Gesù, uscito dalla sinagoga, subito andò nella casa di Simone e Andrea, in compagnia di Giacomo e Giovanni. La suocera di Simone era a letto con la febbre e subito gli parlarono di lei. Egli si avvicinò e la fece alzare prendendola per mano; la febbre la lasciò ed ella li serviva. Venuta la sera, dopo il tramonto del sole, gli portavano tutti i malati e gli indemoniati. Tutta la città era riunita davanti alla porta. Guarì molti che erano affetti da varie malattie e scacciò molti demòni; ma non permetteva ai demòni di parlare, perché lo conoscevano. Al mattino presto si alzò quando ancora era buio e, uscito, si ritirò in un luogo deserto, e là pregava. Ma Simone e quelli che erano con lui, si misero sulle sue tracce. Lo trovarono e gli dissero: «Tutti ti cercano!». Egli disse loro: «Andiamocene altrove, nei villaggi vicini, perché io predichi anche là; per questo infatti sono venuto!». E andò per tutta la Galilea, predicando nelle loro sinagoghe e scacciando i demòni.

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

COMMENTO

Tutta la città davanti alla porta di casa.

deserto_2In questo breve brano di vangelo, San Marco – nel suo stile tanto semplice quanto efficace – riesce a racchiudere con una intensità particolare un momento significativo della missione terrena di Cristo. Sembra che sia volontaria una contrapposizione tra l’atteggiamento del popolo, di tutti quelli che cercano Gesù, e dello stesso Gesù. Da un lato vi è quasi una frenesìa, un voler portare tutto e tutti davanti a Gesù. Dall’altro la calma e la tranquillità con la quale Gesù risponde in modo preciso a tutte le sollecitazioni, senza farsi travolgere dall’atmosfera concitata, e dando risposta a tutti; dalle situazioni apparentemente più “semplici”, come la febbre, ai casi più disperati di indemoniati. Tutti vogliono avvicinarsi a Gesù, tutti gli vogliono parlare – per sé o per altri. È bello sorprendersi per questa sollecitudine divina. Chi sta a letto, per un qualcosa che potrebbe essere ritenuto banale, trova comunque chi diventi suo portavoce davanti a Gesù. È un particolare da non trascurare questo che riguarda la suocera di Pietro; a Gesù venivano presentati casi certamente più gravi; Egli risponde con uguale attenzione e sollecitudine. In quella confusione, in quel spingi-spingi, Gesù trova quasi un momento di sospensione nell’avvicinarsi alla malata. San Marco, riprendendo Gesù nella sua fermezza e gentilezza, quasi fa un fermo-immagine in quel momento di confusione. L’incontro con Dio, con Gesù supera certamente le nostre idee di spazio e tempo. È un momento nel quale entra tutto il mondo, così come nell’Ostia Consacrata vi è un Mistero più grande di tutti i mondi conosciuti e sconosciuti. (Preparato dai giovani monaci del monastero di S.Vincenzo Martire)

deserto (3)PREGHIERA DELLA SERA

Padre nostro, liberaci dal male che abita nel nostro cuore e che distrugge i nostri corpi, e insegnaci ad alleviare la sofferenza del prossimo. In cambio Ti affidiamo, le gioie e le fatiche, le rinunce e gli atti di carità che siamo riusciti a fare in questo giorno e Ti ringraziamo con tutto il cuore per tutto quello che fai per noi e ci dai ogni giorno. Amen.

ALMANACCO DEL 9 GENNAIO 2018

ALMANACCO DEL 9 GENNAIO 2018

Le pubblicazioni del calendario religioso di Maria Regina dell’Universo

——————————————————————————-

campoMESSAGGIO DI PADRE PIO

PER IL 9  GENNAIO

Una volta mostrai al Padre un bellissimo ramo di Biancospino fiorito e mostrando al Padre i bei fiori bianchissimi esclamai: “Quanto son belli!”. “Si, disse il Padre, ma più dei fiori son belli i frutti”. E mi fece capire che più dei santi desideri sono belle le opere (VVN, 49)

Tratto da “Buona Giornata ” – Edizioni Padre Pio da Pietrelcina

———————————————————————–

INDICE

santa-maria-in-trastevere

Mosaico posto nella cupola della Basilica di Santa Maria in Trastevere a Roma

SANTA MARIA IN TRASTEVERE
Letture di martedì 9 gennaio 2018
Beato Tommaso Reggio
Vincenzina Carminati
Francesco Besucco
Evangelo Valtorta (41a parte)
NOVENA DELLE ROSE
NOVENA A GESÙ  BAMBINO DI PRAGA
CORONCINA ALLA SACRA FAMIGLIA

——————————————————

IL MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE

“… Presentate anche i sacrifici a Gesù, affinché si realizzi tutto come Lui ha programmato, così che satana non possa fare niente. …”

Tratto dal un messaggio del 9 gennaio 1986″

—————————————————————————–

smariatrastevereSANTA MARIA IN TRASTEVERE

9 gennaio

La basilica di Santa Maria fu il primo luogo ufficiale di culto cristiano edificato a Roma e sicuramente il primo dedicato al culto della Vergine. Forse però non tutti sanno che sorge sul luogo dove, nel 38 a.C., dal terreno fuoriuscì uno zampillo di olio minerale, la divina “fons olei”.

La storia e le curiosità di questa basilica su  http://biscobreak.altervista.org/2017/01/santa-maria-in-trastevere/

——————————————————————————

LETTURE DI MARTEDÌ

09 Gennaio 2018

I Settimana del Tempo Ordinario (anno II)

“… Io so chi tu sei: il santo di Dio!». …”

La preghiera del mattino e della sera, le letture e il commento su http://biscobreak.altervista.org/2018/01/letture-di-martedi-9-gennaio-2018/

——————————————————————————-

Beato Tommaso Reggio2

Beato Tommaso Reggio

fondatore (1818-1901) 9 gennaio

Uomo aperto e poliedrico, Tommaso Reggio si è calato senza riserve nel tessuto della sua gente per comprenderla, amarla e condurla a Dio. Fermo difensore della Chiesa, la amò pagando di persona le sue scelte giornalistiche e le sue posizioni politiche.  

La storia, l’inno e il video della casa delle suore di Santa Marta da lui fondate su http://biscobreak.altervista.org/2013/01/beato-tommaso-reggio/

 ————————————————————————–

ragazza1Vincenzina Carminati

Adolescente (1907 – 1920) 9 gennaio

Mamma, dì al Padre che la Beata Imelda è poco cono­sciuta e che bisogna farla conoscere“. Queste sono le pa­role di una fanciulla morente: Vincenzina Carminati.

—————————————————————————–

FRANCESCO BESUCCO

Adolescente (1850 – 1864) 9 gennaio

Un giovane montanaro cuneese che leggendo la vita dei santi giovani di Don Bosco fece di tutto per raggiungerlo, con l’intento di diventare un santo sacerdote, ma a quanto pare, il cielo non poteva aspettare..

—————————————————————————–

BRANI TRATTI DALL’EVANGELO

COME MI è STATO RIVELATO di MARIA VALTORTA

8° LIBRO (41a parte)tu sei pietro...

Siamo nel terzo anno di vita pubblica di Gesù e scopriremo qual è il sacrificio più gradito a Dio e la differenza tra una possessione diabolica e una divina. Qui Gesù è accusato anche di utilizzare il Sciemanflorasc una particolare pratica magica.

La differenza tra la possessione di Dio e quella di Satana su  http://biscobreak.altervista.org/2012/12/valtorta-41a-parte/

——————————————————————————-

NOVENA DELLE ROSEnovena delle rose.2

Per i devoti di Santa Teresa di Gesù Bambino dal 9 al 17 di ogni mese

La novena delle rose si può cominciare in qualsiasi giorno del mese. Di solito, devoti ed amici di S. Teresa, la fanno dal 09 al 17 di ogni mese. “Passerò il mio cielo a fare del bene sulla terra. Farò scendere una pioggia di rose.

La novena su http://biscobreak.altervista.org/2014/01/novena-delle-rose/

——————————————————————————

PREGHIERE E PROPOSTE IN CORSO 

NOVENA DELLE ROSE

Santissima Trinità, Padre, Figlio e Spirito Santo, io vi ringrazio per tutti i favori e le Novena delle rose1grazie di cui avete arricchito l’anima della vostra serva Santa Teresa di Gesù Bambino del Volto Santo, Dottore della Chiesa, durante i suoi ventiquattro anni trascorsi su questa terra e, per i meriti di questa vostra Santa Serva, concedetemi  la grazia che ardentemente desidero (qui si formula la grazia che si vuol ricevere), se è conforme alla vostra santa volontà e per il bene della mia anima.

Aiutate la mia fede e la mia speranza, o Santa Teresa di Gesù Bambino del Volto Santo; realizzate ancora una volta la vostra promessa di passare il vostro cielo a fare del bene sulla terra, permettendo che io riceva una rosa come segno della grazia che desidero ottenere.

– 24 “Gloria al Padre… (in ringraziamento a Dio dei doni concessi a Teresa nei ventiquatro anni della sua vita terrena);

ad ogni “Gloria” l’invocazione:

Santa Teresa di Gesù Bambino del Volto Santo, prega per noi“.

************

NOVENA A GESÙ BAMBINO DI PRAGA

9 gennaio – VIII° GIORNO

gesu-bambino-di-praga5O Gesù Bambino, grazie della duplice lezione che oggi mi hai impartito. Cercherò di cambiare il mio cuore, così anemico e sporco, e lo incamminerò sulla via dell’infanzia spirituale.

Metterò poi a disposizione della fanciullezza e della gioventù la mia mente, il mio cuore, i mezzi di cui posso disporre. Fa’ che salvi le anime, o Gesù Bambino, e porterò in salvo anche la mia povera anima. Fa’ che salvi anime e potrò sperare di essere consolato nella mia presente necessità.

Santo Bambino Gesù, benedicimi. Pater, Ave, Gloria

Santo Bambino Gesù, ascoltami. Pater, Ave, Gloria

Santo Bambino Gesù, esaudiscimi. Pater, Ave, Gloria 

************

CORONCINA ALLA SACRA FAMIGLIA

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo

O Dio, vieni a salvarmi. Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria al padre

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.

  1. Gesù, Maria e Giuseppe, che formate la Santa Famiglia, siate sempre i tre primi amori delle nostre anime.

famiglia2 (2)Padre Nostro

Padre nostro, che sei nei cieli,sia santificato il tuo nome,venga il tuo regno,sia fatta la tua volontà,come in cielo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano,e rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori,e non ci indurre in tentazione,ma liberaci dal male. Amen.

Ave Maria

Ave, o Maria, piena di grazia, il Signore è con te. Tu sei benedetta fra le donne E benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen.

  • Giuseppe e Maria, modello dei genitori cristiani, aiutate tutti i genitori della nostra parrocchia a imitare i vostri divini insegnamenti.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Gesù fanciullo, esemplare dei figli cristiani, fa’ che i nostri figli possano imitare i tuoi santi esempi.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, modello di carità e di concordia, fate che la carità e la concordia regnino sempre nelle nostre famiglie.

FAMIGLIA (3)Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, esemplare di perfetta purità, aiutaci affinché nelle nostre famiglie non si facciano mai discorsi o azioni contro questa bella virtù.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, dove mai si pronunciò invano il nome santo di Dio, fate che anche le nostre famiglie abbiano il massimo rispetto per questo Santo Nome.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, dove il nome di Gesù formava la vostra delizia, fate che questo Nome Santissimo sia pure la delizia dei nostri cuori ed instillate nelle nostre famiglie l’orrore della bestemmia.

Padre Nostro, Ave Maria

Sia lodato Gesù Cristo. Sempre sia lodato.

ATTO DI CONSACRAZIONE

O Santa Famiglia di Nazareth, Gesù, Maria e Giuseppe, la nostra famiglia si consacra a te per tutta la vita e l’eternità. Fa che la nostra casa e il nostro cuore siano un cenacolo di preghiera, di pace, di grazia e comunione. Amen.

LITANIE ALLA SANTA FAMIGLIA

la sacra famigliaSignore, pietà Signore, pietà

Cristo, pietà Cristo, pietà

Signore, pietà Signore, pietà

Cristo, ascoltaci Cristo, ascoltaci

Cristo, esaudiscici Cristo, esaudiscici

Padre celeste, Dio abbi pietà di noi

Figlio, Redentore del mondo abbi pietà di noi

Spirito Santo, Dio abbi pietà di noi

Santa Trinità, unico Dio abbi pietà di noi

Gesù, Figlio di Dio vivo, che fatto Uomo per nostro amore, hai nobilitato e santificato i vincoli della famiglia abbi pietà di noi

Santa Famiglia, modello perfetto di tutte le virtù abbi pietà di noi

Santa Famiglia, non accolta dalla gente di Betlemme, ma glorificata dal canto degli Angeli abbi pietà di noi

Santa Famiglia, che hai ricevuto gli omaggi dei pastori e dei magi abbi pietà di noi

Santa Famiglia, esaltata dal santo vecchio Simeone abbi pietà di noi

Santa Famiglia, perseguitata e costretta a rifugiarti in terra pagana abbi pietà di noi

Santa Famiglia, che vivi sconosciuta e nascosta abbi pietà di noi

Santa Famiglia, fedelissima alle leggi del Signore abbi pietà di noi

Santa Famiglia, modello delle famiglie rigenerate nello spirito cristiano abbi pietà di noisanta-famiglia

Santa Famiglia, il cui capo è modello di amore paterno abbi pietà di noi

Santa Famiglia, la cui madre è modello di amore materno abbi pietà di noi

Santa Famiglia, il cui Figlio è modello d’obbedienza e di amore filiale abbi pietà di noi

Santa Famiglia, patrona e protettrice di tutte le famiglie cristiane abbi pietà di noi

Santa Famiglia, nostro rifugio in vita e speranza nell’ora della morte abbi pietà di noi

Da tutto quello che ci può togliere la pace e l’unione dei cuori, o Santa Famiglia liberaci 

Dalla disperazione dei cuori, o Santa Famiglia liberaci 

Dall’attaccamento ai beni terreni, o Santa Famiglia liberaci 

Dal desiderio della vana gloria, o Santa Famiglia liberaci 

Dall’indifferenza nel servizio di Dio, o Santa Famiglia liberaci 

Dalla cattiva morte, o Santa Famiglia liberaci 

sacra famiglia 2Per la perfetta unione dei tuoi Cuori, o Santa Famiglia ascoltaci

Per la tua povertà e la tua umiltà o S. Famiglia ascoltaci

Per la tua perfetta obbedienza, o Santa Famiglia ascoltaci

Per le tue afflizioni e dolorosi avvenimenti o Santa Famiglia ascoltaci

Per il tuo lavoro e le tue difficoltà o S. Famiglia ascoltaci

Per le tue preghiere e il tuo silenzio, o S. Famiglia ascoltaci

Per la perfezione delle tue azioni, o Santa Famiglia ascoltaci

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, perdonaci, o Signore.

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, esaudiscici, o Signore.

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi, o Signore.

O Santa Famiglia venerata, noi ci rifugiamo in Te con amore e speranza. Facci sentire gli effetti della Tua salutare protezione.

sacrafamigliamurilloPREGHIAMO

Gesù, Maria e Giuseppe, che tutto il mondo onora col nome di Santa Famiglia, aiutateci Santa Famiglia, immagine della SS. Trinità sulla terra  aiutaci O Dio, nostro Padre, che nella Santa Famiglia ci hai dato un vero modello di vita, fa che nelle nostre famiglie fioriscano le stesse virtù e lo stesso amore, perché riuniti nella tua Casa possiamo un giorno godere la gioia senza fine. Per Cristo, nostro Signore. Amen.

Letture di martedì 9 gennaio 2018

LETTURE DI MARTEDÌ

09 Gennaio 2018

I Settimana del Tempo Ordinario (anno II)

“… Io so chi tu sei: il santo di Dio!». …”

smariatrastevereSANTA MARIA IN TRASTEVERE

9 gennaio – La basilica di Santa Maria fu il primo luogo ufficiale di culto cristiano edificato a Roma e sicuramente il primo dedicato al culto della Vergine. Forse però non tutti sanno che sorge sul luogo dove, nel 38 a.C., dal terreno fuoriuscì uno zampillo di olio minerale, la divina “fons olei”.

La storia e le curiosità di questa basilica su  http://biscobreak.altervista.org/2017/01/santa-maria-in-trastevere/

Beato Tommaso ReggioBeato Tommaso Reggio

fondatore (1818-1901) 9 gennaio – Uomo aperto e poliedrico, Tommaso Reggio si è calato senza riserve nel tessuto della sua gente per comprenderla, amarla e condurla a Dio. Fermo difensore della Chiesa, la amò pagando di persona le sue scelte giornalistiche e le sue posizioni politiche.  La storia, l’inno e il video della casa delle suore di Santa Marta da lui fondate.

Vidi il Signore su di un trono altissimo: lo adorava una schiera di angeli e cantavano insieme. “Ecco colui che regna per sempre”. 

PREGHIERA DEL MATTINO

Ispira la tua paterna bontà, o Signore, i pensieri e i propositi del tuo popolo in preghiera, perché veda ciò che deve fare e abbia la forza di compiere ciò che ha veduto. Per Cristo nostro Signore. Amen.

PRIMA LETTURA

1 Sam 1, 9-20 – Dal primo libro di Samuele.

In quei giorni Anna si alzò, dopo aver mangiato e bevuto a Silo; in quel momento il sacerdote Eli stava seduto sul suo seggio davanti a uno stipite del tempio del Signore. Ella aveva l’animo amareggiato e si mise a pregare il Signore, piangendo dirottamente. Poi fece pianto di anna e profeta Eliquesto voto: «Signore degli eserciti, se vorrai considerare la miseria della tua schiava e ricordarti di me, se non dimenticherai la tua schiava e darai alla tua schiava un figlio maschio, io lo offrirò al Signore per tutti i giorni della sua vita e il rasoio non passerà sul suo capo». Mentre ella prolungava la preghiera davanti al Signore, Eli stava osservando la sua bocca. Anna pregava in cuor suo e si muovevano soltanto le labbra, ma la voce non si udiva; perciò Eli la ritenne ubriaca. Le disse Eli: «Fino a quando rimarrai ubriaca? Smaltisci il tuo vino!». Anna rispose: «No, mio signore; io sono una donna affranta e non ho bevuto né vino né altra bevanda inebriante, ma sto solo sfogando il mio cuore davanti al Signore. Non considerare la tua schiava una donna perversa, poiché finora mi ha fatto parlare l’eccesso del mio dolore e della mia angoscia». Allora Eli le rispose: «Va’ in pace e il Dio d’Israele ti conceda quello che gli hai chiesto». Ella replicò: «Possa la tua serva trovare grazia ai tuoi occhi». Poi la donna se ne andò per la sua via, mangiò e il suo volto non fu più come prima. Il mattino dopo si alzarono e dopo essersi prostrati davanti al Signore, tornarono a casa a Rama. Elkanà si unì a sua moglie e il Signore si ricordò di lei. Così al finir dell’anno Anna concepì e partorì un figlio e lo chiamò Samuèle, «perché – diceva – al Signore l’ho richiesto».

C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

SALMO RESPONSORIALE

1 Sam 2

RIT: Il mio cuore esulta nel Signore, mio salvatore.

cuore (4)Il mio cuore esulta nel Signore, la mia forza s’innalza grazie al mio Dio. Si apre la mia bocca contro i miei nemici, perché io gioisco per la tua salvezza. RIT

L’arco dei forti s’è spezzato, ma i deboli si sono rivestiti di vigore. I sazi si sono venduti per un pane, hanno smesso di farlo gli affamati. La sterile ha partorito sette volte e la ricca di figli è sfiorita. RIT

Il Signore fa morire e fa vivere, scendere agli inferi e risalire. Il Signore rende povero e arricchisce, abbassa ed esalta. RIT

Solleva dalla polvere il debole, dall’immondizia rialza il povero, per farli sedere con i nobili e assegnare loro un trono di gloria. RIT

CANTO AL VANGELO

Alleluia, Alleluia.

Accogliete la parola di Dio non come parola di uomini, ma, qual è veramente, come parola di Dio.

Alleluia.

VANGELO

Mc 1, 21-28
Dal Vangelo secondo Marco

indemoniato

In quel tempo, Gesù, entrato di sabato nella sinagoga, [a Cafarnao,] insegnava. Ederano stupìti del suo insegnamento: egli infatti insegnava loro come uno che ha autorità, e non come gli scribi. Ed ecco, nella loro sinagoga vi era un uomo posseduto da uno spirito impuro e cominciò a gridare, dicendo: «Che vuoi da noi, Gesù Nazareno? Sei venuto a rovinarci? Io so chi tu sei: il santo di Dio!». E Gesù gli ordinò severamente: «Taci! Esci da lui!». E lo spirito impuro, straziandolo e gridando forte, uscì da lui. Tutti furono presi da timore, tanto che si chiedevano a vicenda: «Che è mai questo? Un insegnamento nuovo, dato con autorità. Comanda persino agli spiriti impuri e gli obbediscono!». La sua fama si diffuse subito dovunque, in tutta la regione della Galilea.

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

COMMENTO

Gesù insegnava… Insegnava come uno che ha autorità.

Tutti noi, dall’istante in cui cominciamo a credere in lui, dall’istante in cui prendiamo l’abitudine di vivere nella gioia che ci dà la fede,Gesù scaccia i demoni nella certezza di non essere mai soli, di essere sulla strada che porta alla soddisfazione di ciò di cui abbiamo fame, tutti noi dobbiamo essere “parole”. Le parole di Gesù erano confermate dai miracoli e, nella storia, rare sono le persone che abbiano avuto questo dono. Ma, quando noi portiamo la parola di Gesù fra i nostri fratelli, noi tutti dobbiamo apparire pur sempre credenti, dei credenti “credibili”; per essere credibili, occorre che appaia con evidenza che la nostra fede non pretende di dare una risposta a tutto. […] nonostante tutto ciò che sembra negare che l’Eterno è amore. Per essere credente, c’è bisogno, più che di parole, del nostro modo di vivere, delle nostre azioni, della nostra maniera di reagire di fronte alla sofferenza che ci circonda. Soltanto la parola di chi è capace di assumersi ogni rischio per soccorrere il suo prossimo che soffre, soltanto la parola di costui sarà credibile. (Tratto da LaChiesa.it)

preghiera5PREGHIERA DELLA SERA

Padre buono, a Te sale la supplica dei poveri. Convertici e rendici discepoli del Tuo Figlio Gesù, perché siamo con Lui operatori di pace e fermento di unità. In cambio Ti affidiamo, le gioie e le fatiche, le rinunce e gli atti di carità che siamo riusciti a fare in questo giorno e Ti ringraziamo con tutto il cuore per tutto quello che fai per noi e ci dai ogni giorno. Amen.

Francesco Besucco

FRANCESCO BESUCCO

Adolescente (1850 – 1864) 9 gennaio

Un giovane montanaro cuneese che leggendo la vita dei santi giovani di Don Bosco fece di tutto per raggiungerlo, con l’intento di diventare un santo sacerdote, ma a quanto pare, il cielo non poteva aspettare..

Non deve meravigliare se nell’approfondire la conoscenza di tante belle figure di ragazzi e adolescenti, che hanno vivacizzato sin dai primi tempi gli Oratori salesiani, si apprende che un certo numero siano morti in giovane età e per malattie allora inguaribili.

Nell’Ottocento la medicina non era ancora giunta alla conoscenza della patologia di tante malattie allora dilaganti, come la leucemia, setticemia, tubercolosi, malaria, ecc. né tantomeno alle cure appropriate con medicinali ancora da scoprire. La mortalità infantile e in giovane età, era molto elevata e l’aspettativa di vita era sui 50 anni se non di meno; l’assistenza al parto, la vaccinazione generalizzata, la penicillina, l’alimentazione costante, ecc. porteranno decenni dopo in Italia, soprattutto nel Novecento, ad un innalzamento della durata della vita, fino ai livelli di oggi che sono oltre i 70 anni.

Francesco Besucco è uno dei ragazzi dei quali lo stesso don Bosco ne scrisse la vita; nacque il 1° marzo 1850 ad Argentera, un paese montano della provincia di Cuneo situato a 1684 metri di altezza; i suoi genitori erano poveri, ma onesti e molto religiosi ed ai loro sei figli diedero un’educazione fortemente cristiana.

Appena fu possibile, Francesco cominciò ad aiutare i genitori nei lavori dei campi anche pesanti; desideroso di frequentare la scuola, potava andarci solo nel periodo invernale; comunque pur non dimostrando un grande ingegno, i risultati scolastici erano soddisfacenti grazie al suo impegno.

Il parroco del piccolo paese aiutava la numerosa e poverissima famiglia Besucco e adottò come figlioccio Francesco, dandogli cibo, vestiti e infondendogli l’amore di Dio.

Completata la terza elementare, ultima classe esistente nel paese, Francesco con l’aiuto del parroco che gli fece da insegnante insieme ad altri ragazzi, arrivò alla quinta classe necessaria per continuare gli studi.

Nei momenti liberi si immergeva nella lettura della vita dei santi; quando si recava al pascolo con le pecore portava con sé un buon libro; così poté leggere in pace e assimilare profondamente la biografia del ragazzo Michele Magone (1845-1859), uno degli oratoriani di don Bosco e la “Vita del giovinetto Savio Domenico” (1842-1857) scritte ambedue da s. Giovanni Bosco e sull’onda di quei racconti Francesco cominciò a sognare di essere come loro e di andare da don Bosco a Valdocco.

Ne parlò col parroco, il quale scrisse a Torino descrivendo il ragazzo come suo prezioso collaboratore nel fare il catechismo ai più piccoli, nel servire la Messa, nel fare da chierichetto per le funzioni in chiesa, nel frequentare assiduamente e con fervore i Sacramenti.

Don Bosco lo accettò e con il permesso dei genitori, Francesco arrivò a Valdocco – Torino, il 2 agosto 1863; il santo sacerdote così lo descrisse: “Vidi un ragazzo vestito a foggia di montanaro, di mediocre corporatura, d’aspetto rozzo, col volto lentigginoso. Egli stava con gli occhi spalancati rimirando i suoi compagni a trastullarsi”.

Francesco Besucco gli confidò che era venuto da lui per farsi santo come Domenico Savio e diventare sacerdote; nel contempo esprimeva tutta la sua gratitudine per il parroco che l’aveva tanto aiutato.

Frequentando i compagni del Collegio e dell’Oratorio, ne apprezzava tutte le qualità, desiderando di essere come loro; lui poteva solo raccontare le sue vicende di pastorello e spesso si esprimeva con proverbi e insegnamenti, provenienti dal suo mondo campestre e montano: “Chi guarda a terra come la capra, è ben difficile che il ciel si apra”; “Noi non siamo nati per dormire e mangiare come fanno le capre e le pecore, ma dobbiamo lavorare per la gloria di Dio e fuggire l’ozio che è il padre di tutti i vizi”.

Servizievole per natura, voleva per penitenza fare i lavori più umili, come riordinare il refettorio, trasportare la spazzatura, fare le commissioni ai compagni dell’Oratorio.

Nel freddissimo inverno del 1863-64, l’assistente di camerata non si accorse che Francesco evitava di coprirsi con coperte pesanti e nel gennaio 1864 si prese una brutta polmonite, che in sette giorni lo portò alla tomba, morì a Valdocco a 14 anni, assistito da s. Giovanni Bosco e sussurrandoGesù e Maria, a voi dono l’anima mia”.

Autore: Antonio Borrelli

Fontehttp://www.santiebeati.it/dettaglio/92312

ARTICOLI COLLEGATI

SAN GIOVANNI BOSCO
SAN DOMENICO SAVIO
MICHELE MAGONE

ALMANACCO DELL’8 GENNAIO 2018

ALMANACCO DELL’8 GENNAIO 2018

Le pubblicazioni del calendario religioso di Maria Regina dell’Universo

——————————————————————————-

salma (2)MESSAGGIO DI PADRE PIO

PER L’8 GENNAIO

Dio vi lascia in quelle tenebre per la sua gloria; qui è il vostro profitto spirituale. Dio vuole che le vostre miserie siano il trono della sua misericordia e le vostre impotenze il seggio della sua onnipotenza (Epist. III, p.964)

Tratto da “Buona Giornata ” – Edizioni Padre Pio da Pietrelcina

———————————————————————–

INDICE

principio-adelfia2SANTA MARIA DEL PRINCIPIO
  Letture di lunedì 8 gennaio 2018
S. LORENZO GIUSTINIANI
B. EUROSIA FABRIS BARBAN
Leo Burger

(aspirante salesiano)

Robert Baden-Powell

(fondatore degli scout)

Evangelo Valtorta (40a parte)
NOVENA A GESÙ BAMBINO DI PRAGA
NOVENA A MAMMA ROSA
CORONCINA ALLA SACRA FAMIGLIA

——————————————————

IL MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE

“Pensate di poter vivere solo di lavoro.”

Tratto dal un messaggio dell’8 gennaio 1983″

—————————————————————————–

principio-adelfia1SANTA MARIA DEL PRINCIPIO

Adelfia (BARI) Incoronata 8 gennaio 1891

La Madonna del Principio mostrò la sua particolare protezione con un miracolo nel 1656, anno in cui la peste devastò la nostra terra. La mattina del 16 agosto di quell’anno la Vergine apparve lacrimante ai fedeli che non seppero allora rendersi conto di quanto stava per avvenire…

L’articolo su http://biscobreak.altervista.org/2017/01/santa-maria-del-principio/

——————————————————————————

LETTURE DI LUNEDÌ

08 Gennaio 2018

I Settimana del Tempo Ordinario (anno II)

“… «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo».…”

La preghiera del mattino e della sera, le letture e il commento su http://biscobreak.altervista.org/2018/01/letture-di-lunedi-8-gennaio-2018/

——————————————————————————-

SAN LORENZO GIUSTINIANISAN LORENZO

vescovo (1381-1455) 8 Gennaio 

Fattosi frate mendicava fin sotto casa, dove la madre, per vergogna, mandava i domestici a riempire di pani la sua bisaccia, in modo che tornasse al convento prima di essere riconosciuto. Nella sua ascesa non abbandonerà mai la sua grande carità, un esempio che spingerà molti cuori alla conversione.

La storia e la video-storia su http://biscobreak.altervista.org/2013/01/san-lorenzo-giustiniani/

——————————————————————————-

BEATA EUROSIA FABRIS BARBAN

Sposa e Mamma, Terziaria francescana – 8 GennaioBeata_Eurosia

Più comunemente conosciuta come “MAMMA ROSA” . Chiese ai familiari tempo per scoprire nella preghiera quale fosse la sua vera vocazione, nella volontà di Dio. Diviene quindi moglie e madre di 9 figli, tre dei quali divennero sacerdoti.

La storia, la video-storia il suo primo miracolo che l’ha resa venerabile serva di Dio e la preghiera su    http://biscobreak.altervista.org/2014/01/beata-eurosia-fabris-barban/

—————————————————————————–

leo-burgerLEO BURGER

Aspirante salesiano (1912 – 1930) 8 gennaio

La sua era famiglia nella quale si pregava e si andava ogni giorno insieme alla Santa Messa. Una famiglia che davvero sapeva ispirare ai suoi figli i veri valori cristiani.

La storia su http://biscobreak.altervista.org/2017/01/leo-burger/

——————————————————————————

Robert Baden-Powell

Fondatore degli scout (1857 – 1941) 8 gennaio

Sir Robert Stephenson Smyth Baden-Powell, è senz’altro una delle figure più benemerite nell’educazione della gioventù, che seppe indirizzare in modo singolare e consono ai giovani, alla scoperta di Dio e del libro magnifico della Natura, creata da Dio.

L’avventurosa storia del fondatore degli scuot su http://biscobreak.altervista.org/2018/01/robert-baden-powell/

—————————————————————————–

BRANI TRATTI DALL’EVANGELO

COME MI è STATO RIVELATO di MARIA VALTORTA

discepoli7° LIBRO (40a parte)

In questi passaggi Gesù approfondisce molto il rapporto relazionale degli uomini tra loro e con Dio.  Una lezione sui rapporti con i famigliari e amici e su come riappacificarsi. Ma anche sulle perversioni della mente umana delle quali parla con la Maddalena. Un momento di sconforto di Pietro che viene consolato da Gesù.

Come riappacificarsi, le perversioni e lo sconforto su http://biscobreak.altervista.org/2012/12/valtorta-40a-parte/

——————————————————————————-

PREGHIERE E PROPOSTE IN CORSO 

NOVENA A GESÙ BAMBINO DI PRAGA

8 gennaio – VII° GIORNO

gesù bambino di pragaO Santo Bambino Gesù, ho deciso: voglio essere tuo, tutto tuo. Benedirò il tuo nome, abbraccerò la tua devozione e la propagherò con il più grande fervore. So quanto desideri essere onorato attraverso l’immagine di Praga, e quanti benefici prodighi a chi ricorre a Te con rispetto. Eccomi, o santo Bambino, a porgerti i miei umili omaggi. Voglio che la mia vita intera sia un continuo onore a Te, mio Dio e mio tutto.

E Tu, o Santo Bambino, rendimi degno dei tuoi favori divini. Ti chiedo innanzitutto i favori che si eterneranno in cielo, ma desidero anche i tuoi favori terreni. Tu conosci la grazia che Ti domando…Sii per me conforto nelle afflizioni, sostegno nei pericolo, guida nelle mie azioni, salute nelle infermità. Apri a me ed ai miei cari tutti i tesori del tuo amore infinito, e concedi agli afflitti e ai bisognosi che Ti pregano, le tue benedizioni.

Santo Bambino Gesù, benedicimi. Pater, Ave, Gloria

Santo Bambino Gesù, ascoltami. Pater, Ave, Gloria

Santo Bambino Gesù, esaudiscimi. Pater, Ave, Gloria 

************

NOVENA A MAMMA ROSA

Iniziata il 31 dicembre

Nel nome del Padre,del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. 

Santissima Trinità, noi vi ringraziamo di avere arricchito la vostra serva con tanti tesori di grazia, di fede e di carità, così da renderla un modello incantevole di virtù domestiche, specialmente per le giovani, per le spose e le madri di famiglia.

BEATA EUROSIA FABRIS BARBAN2Voi che esaltate gli umili e i semplici di cuore, degnatevi di glorificare, anche qui in terra, per nostro esempio e conforto la semplice ed umile “Mamma Rosa”, concedendoci la grazia che ardentemente Vi chiediamo.

Per la sua intercessione benedite la nostra famiglia, affinché divenga, come noi Vi promettiamo, un dolce asilo di virtù, d’amore e di pace. Amen

3 Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Com’era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. 

Santa Trinità, unico Dio, abbi pietà di noi.

O Vergine Santissima, che fosti la tenera madre, l’ispiratrice e la confidente della vostra figlia “Mamma Rosa”, Vi preghiamo, per i suoi meriti e per la sua intercessione, di ottenere la grazia che domandiamo: … (nominare la grazia desiderata)

Ci valga presso di Voi, come impetrazione, il culto e l’amore tenerissimo ch’essa Vi portò durante la vita. Così, esauditi nella nostra supplica, potremo cantare con Voi il “Magnificat” a gloria di Dio, mirabile nei suoi Santi. Amen

3 Ave Maria, piena di grazia, il Signore è con te, Tu sei benedetta fra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen 

Madre della divina grazia, prega per noi.

************

CORONCINA ALLA SACRA FAMIGLIA

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo

O Dio, vieni a salvarmi. Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria al padre

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.

  1. Gesù, Maria e Giuseppe, che formate la Santa Famiglia, siate sempre i tre primi amori delle nostre anime.

famiglia2 (2)Padre Nostro

Padre nostro, che sei nei cieli,sia santificato il tuo nome,venga il tuo regno,sia fatta la tua volontà,come in cielo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano,e rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori,e non ci indurre in tentazione,ma liberaci dal male. Amen.

Ave Maria

Ave, o Maria, piena di grazia, il Signore è con te. Tu sei benedetta fra le donne E benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen.

  • Giuseppe e Maria, modello dei genitori cristiani, aiutate tutti i genitori della nostra parrocchia a imitare i vostri divini insegnamenti.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Gesù fanciullo, esemplare dei figli cristiani, fa’ che i nostri figli possano imitare i tuoi santi esempi.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, modello di carità e di concordia, fate che la carità e la concordia regnino sempre nelle nostre famiglie.

FAMIGLIA (3)Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, esemplare di perfetta purità, aiutaci affinché nelle nostre famiglie non si facciano mai discorsi o azioni contro questa bella virtù.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, dove mai si pronunciò invano il nome santo di Dio, fate che anche le nostre famiglie abbiano il massimo rispetto per questo Santo Nome.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, dove il nome di Gesù formava la vostra delizia, fate che questo Nome Santissimo sia pure la delizia dei nostri cuori ed instillate nelle nostre famiglie l’orrore della bestemmia.

Padre Nostro, Ave Maria

Sia lodato Gesù Cristo. Sempre sia lodato.

ATTO DI CONSACRAZIONE

O Santa Famiglia di Nazareth, Gesù, Maria e Giuseppe, la nostra famiglia si consacra a te per tutta la vita e l’eternità. Fa che la nostra casa e il nostro cuore siano un cenacolo di preghiera, di pace, di grazia e comunione. Amen.

LITANIE ALLA SANTA FAMIGLIA

la sacra famigliaSignore, pietà Signore, pietà

Cristo, pietà Cristo, pietà

Signore, pietà Signore, pietà

Cristo, ascoltaci Cristo, ascoltaci

Cristo, esaudiscici Cristo, esaudiscici

Padre celeste, Dio abbi pietà di noi

Figlio, Redentore del mondo abbi pietà di noi

Spirito Santo, Dio abbi pietà di noi

Santa Trinità, unico Dio abbi pietà di noi

Gesù, Figlio di Dio vivo, che fatto Uomo per nostro amore, hai nobilitato e santificato i vincoli della famiglia abbi pietà di noi

Santa Famiglia, modello perfetto di tutte le virtù abbi pietà di noi

Santa Famiglia, non accolta dalla gente di Betlemme, ma glorificata dal canto degli Angeli abbi pietà di noi

Santa Famiglia, che hai ricevuto gli omaggi dei pastori e dei magi abbi pietà di noi

Santa Famiglia, esaltata dal santo vecchio Simeone abbi pietà di noi

Santa Famiglia, perseguitata e costretta a rifugiarti in terra pagana abbi pietà di noi

Santa Famiglia, che vivi sconosciuta e nascosta abbi pietà di noi

Santa Famiglia, fedelissima alle leggi del Signore abbi pietà di noi

Santa Famiglia, modello delle famiglie rigenerate nello spirito cristiano abbi pietà di noisanta-famiglia

Santa Famiglia, il cui capo è modello di amore paterno abbi pietà di noi

Santa Famiglia, la cui madre è modello di amore materno abbi pietà di noi

Santa Famiglia, il cui Figlio è modello d’obbedienza e di amore filiale abbi pietà di noi

Santa Famiglia, patrona e protettrice di tutte le famiglie cristiane abbi pietà di noi

Santa Famiglia, nostro rifugio in vita e speranza nell’ora della morte abbi pietà di noi

Da tutto quello che ci può togliere la pace e l’unione dei cuori, o Santa Famiglia liberaci 

Dalla disperazione dei cuori, o Santa Famiglia liberaci 

Dall’attaccamento ai beni terreni, o Santa Famiglia liberaci 

Dal desiderio della vana gloria, o Santa Famiglia liberaci 

Dall’indifferenza nel servizio di Dio, o Santa Famiglia liberaci 

Dalla cattiva morte, o Santa Famiglia liberaci 

sacra famiglia 2Per la perfetta unione dei tuoi Cuori, o Santa Famiglia ascoltaci

Per la tua povertà e la tua umiltà o S. Famiglia ascoltaci

Per la tua perfetta obbedienza, o Santa Famiglia ascoltaci

Per le tue afflizioni e dolorosi avvenimenti o Santa Famiglia ascoltaci

Per il tuo lavoro e le tue difficoltà o S. Famiglia ascoltaci

Per le tue preghiere e il tuo silenzio, o S. Famiglia ascoltaci

Per la perfezione delle tue azioni, o Santa Famiglia ascoltaci

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, perdonaci, o Signore.

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, esaudiscici, o Signore.

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi, o Signore.

O Santa Famiglia venerata, noi ci rifugiamo in Te con amore e speranza. Facci sentire gli effetti della Tua salutare protezione.

sacrafamigliamurilloPREGHIAMO

Gesù, Maria e Giuseppe, che tutto il mondo onora col nome di Santa Famiglia, aiutateci Santa Famiglia, immagine della SS. Trinità sulla terra  aiutaci O Dio, nostro Padre, che nella Santa Famiglia ci hai dato un vero modello di vita, fa che nelle nostre famiglie fioriscano le stesse virtù e lo stesso amore, perché riuniti nella tua Casa possiamo un giorno godere la gioia senza fine. Per Cristo, nostro Signore. Amen.

Letture di lunedì 8 gennaio 2018

LETTURE DI LUNEDÌ

08 Gennaio 2018

I Settimana del Tempo Ordinario (anno II)

“… «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo».…”

principio-adelfia2SANTA MARIA DEL PRINCIPIO

Adelfia (BARI) Incoronata 8 gennaio 1891 – La Madonna del Principio mostrò la sua particolare protezione con un miracolo nel 1656, anno in cui la peste devastò la nostra terra. La mattina del 16 agosto di quell’anno la Vergine apparve lacrimante ai fedeli che non seppero allora rendersi conto di quanto stava per avvenire…

B. Eurosia Fabris Baraban

s Lorenzo GiustinianiS. Lorenzo Giustiniani 

vescovo (1381-1455) 8 gennaio – Fattosi frate arriva a mendicare fin sotto casa, dove la madre, per affrettarne il ritorno in convento, mandava i domestici a riempire di pani la sua bisaccia, per evitare che qualcuno lo riconoscesse. Nella sua ascesa non abbandonerà mai la sua grande carità, un esempio che spingerà molti cuori alla conversione. La storia e la video-storia.

“Vidi il Signore su di un trono altissimo: lo adorava una schiera di angeli e cantavano insieme. “Ecco colui che regna per sempre”.

PREGHIERA DEL MATTINO

Ispira la Tua paterna bontà, o Signore, i pensieri e i propositi del Tuo popolo in preghiera, perché veda ciò che deve fare e abbia la forza di compiere ciò che ha veduto. Amen

PRIMA LETTURA

1 Sam 1, 1-8 – Dal primo libro di Samuele.

C’era un uomo di Ramatàim, un Sufita delle montagne di Èfraim, chiamato Elkanà, figliohannahdi Ierocàm, figlio di Elìu, figlio di Tocu, figlio di Suf, l’Efraimita. Aveva due mogli, l’una chiamata Anna, l’altra Peninnà. Peninnà aveva figli, mentre Anna non ne aveva. Quest’uomo saliva ogni anno dalla sua città per prostrarsi e sacrificare al Signore degli eserciti a Silo, dove erano i due figli di Eli, Ofni e Fineès, sacerdoti del Signore. Venne il giorno in cui Elkanà offrì il sacrificio. Ora egli soleva dare alla moglie Peninnà e a tutti i figli e le figlie di lei le loro parti. Ad Anna invece dava una parte speciale, poiché egli amava Anna, sebbene il Signore ne avesse reso sterile il grembo. La sua rivale per giunta l’affliggeva con durezza a causa della sua umiliazione, perché il Signore aveva reso sterile il suo grembo. Così avveniva ogni anno: mentre saliva alla casa del Signore, quella la mortificava; allora Anna si metteva a piangere e non voleva mangiare. Elkanà, suo marito, le diceva: «Anna, perché piangi? Perché non mangi? Perché è triste il tuo cuore? Non sono forse io per te meglio di dieci figli?».

C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

SALMO RESPONSORIALE

Sal 115

RIT: A te, Signore, offrirò un sacrificio di ringraziamento.

large_preghieraChe cosa renderò al Signore, per tutti i benefici che mi ha fatto? Alzerò il calice della salvezza e invocherò il nome del Signore. RIT

Adempirò i miei voti al Signore, davanti a tutto il suo popolo. A te offrirò un sacrificio di ringraziamento e invocherò il nome del Signore. RIT

Adempirò i miei voti al Signore davanti a tutto il suo popolo, negli atri della casa del Signore, in mezzo a te, Gerusalemme. RIT

CANTO AL VANGELO

Alleluia, Alleluia.

Il regno di Dio è vicino, dice il Signore: convertitevi e credete nel Vangelo.

Alleluia.

VANGELO

Mc 1, 14-20 – Dal Vangelo secondo Marco

chiamata2Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il vangelo di Dio, e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo».Passando lungo il mare di Galilea, vide Simone e Andrea, fratello di Simone, mentre gettavano le reti in mare; erano infatti pescatori. Gesù disse loro: «Venite dietro a me, vi farò diventare pescatori di uomini». E subito lasciarono le reti e lo seguirono. Andando un poco oltre, vide Giacomo, figlio di Zebedeo, e Giovanni suo fratello, mentre anch’essi nella barca riparavano le reti. Subito li chiamò. Ed essi lasciarono il loro padre Zebedeo nella barca con i garzoni e andarono dietro a lui.

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

COMMENTO

Signore Gesù, perché sei venuto così tardi nella storia dell’umanità? Quanti miliardi di esseri umani sono esistiti prima di sapere ciò che tu vieni a insegnare agli uomini, prima di sapere che sono amati? È un insegnamento costante della Chiesa il dire che ogni essere umano è chiamato alla salvezza e ad essere divinizzato. Ma, sapendo che chiamata (4)ogni uomo può ottenere questa salvezza per mezzo della fedeltà alla sua retta coscienza, ci si può ancora chiedere che cosa aggiunga l’annuncio missionario. Ciò che esso porta di unico è il far sapere a ciascuno di noi che siamo amati, che siamo tutti amati dal Padre. Siamo davvero consapevoli che Gesù, quando, nel Vangelo, dice a uomini semplici che incontra sul suo cammino: “Venite e seguitemi!”, si rivolge a ogni credente, e non semplicemente a chi è chiamato a una vocazione eccezionale di sacerdote o di consacrato? Ogni credente è chiamato da Gesù perché sia con lui il portatore della Buona Novella; tutto il suo modo di essere grida: “Tu sei amato, noi tutti siamo amati”. È questo il dovere assegnato dal Signore a ciascun credente, perché ogni credente è apostolo e inviato per comunicare la gioia della Buona Novella. Ed è spesso questa gioia che permette a ognuno di continuare il suo cammino con più speranza, attraverso le lacrime e le sofferenze, incomprensibili e a volte ripugnanti, della sua esistenza. (Tratto da LaChiesa.it)

chiamata4PREGHIERA DELLA SERA

Padre che sei nei cieli, Signore del tempo e dell’eternità: Ti ringraziamo per il nuovo tempo che ci offri per la nostra conversione a Te e alla nostra gioia. Rendici Tuoi veri figli. In cambio Ti affidiamo, le gioie e le fatiche, le rinunce e gli atti di carità che siamo riusciti a fare in questo giorno e Ti ringraziamo con tutto il cuore per tutto quello che fai per noi e ci dai ogni giorno. Amen

Robert Baden-Powell

Robert Baden-Powell

Fondatore degli scout (1857 – 1941) 8 gennaio

Sir Robert Stephenson Smyth Baden-Powell, è senz’altro una delle figure più benemerite nell’educazione della gioventù, che seppe indirizzare in modo singolare e consono ai giovani, alla scoperta di Dio e del libro magnifico della Natura, creata da Dio.

Robert Stephenson Smyth Baden-Powell, nacque a Paddington, un paese vicino Londra, il 22 febbraio 1857, sesto degli otto figli di un professore di geometria dell’Università di Oxford, il reverendo Harry Baden-Powelli e di Henrietta Grace Smyth, figlia dell’ammiraglio W.T. Smyth, donna di forte carattere e determinazione.

Robert quindi discendeva dal famoso pioniere delle Ferrovie, George Stephenson e da un avventuroso colonizzatore del Nuovo Mondo, il bisnonno Joseph Brewer Smyth. Quando aveva tre anni rimase orfano del padre; frequentò la “Rose Hill School” a Tunbridge Wells, dove fu premiato per il suo profitto, con l’ammissione alla scuola “Charterhouse”.

Pur non eccellendo nello studio, dimostrò una grande vivacità, sempre al centro delle attività ricreative, portiere della squadra di calcio della scuola, organizzatore di spettacoli entusiasmanti per gli studenti, appassionato nella costruzione di strutture fatte con la muratura e con il legno; inoltre aveva una inclinazione per la musica, ambidestro, suonava il pianoforte e il violino con un certo talento.

Nelle sue vacanze, amava dedicarsi all’avventura con i suoi fratelli; con la canoa risalì il Tamigi fino alle sorgenti; un’altra volta fece una spedizione in barca navigando lungo le coste del sud dell’Inghilterra; imparò ben presto l’arte della navigazione, mentre a scuola era molto forte in matematica. A 19 anni concluse gli studi liceali alla ‘Chaterhouse’, fallendo però gli esami di ammissione all’Università.

In un concorso di arruolamento, per diventare sottotenente di cavalleria, arrivò secondo, e nel 1876, Robert Stephenson Baden-Powell fu assegnato al 13° Battaglione Ussari di stanza in India, iniziando una prima importante esperienza di vita nel campo militare.

Prestò in India un eccellente servizio militare, tanto che a soli 26 anni era già capitano; in quel periodo, sempre per il suo spirito estroverso e incline all’avventura, conquistò il trofeo più ambito nell’India coloniale di allora, la caccia al cinghiale selvatico, a cavallo e come arma solo una corta lancia.

A 21 anni, ritornò in Inghilterra per un breve periodo di malattia; ristabilitasi dopo qualche mese, partì con il suo reggimento per l’Afghanistan, dove ebbe incarichi di grande responsabilitàm grazie alle sue doti di provetto esploratore e topografo.

La campagna militare in Afghanistan non ebbe successo, per cui nel 1880 gli inglesi ritornarono in India, a Muttra, dove Robert Baden-Powell incontrò McLaren, soprannominato “the boy”, che diverrà il suo più fedele amico per tutta la vita.

Negli anni dal 1880 al 1894, fu di stanza col suo reggimento “Dragoon Guards” nel Sud Africa; dove approfondì la conoscenza della popolazione Zulu, nella provincia di KwaZulu, traendone grande vantaggio per la sua specialità di esploratore.

Le sue capacità impressionarono i suoi superiori e ben presto venne trasferito nei Servizi segreti britannici; per questo viaggiò spesso travestito da collezionista di farfalle, nascondendo fra i disegni degli insetti, i documenti segreti militari.

Nel 1894 divenne ufficiale dei Servizi Segreti inglesi, nella base navale di Malta nel Mediterraneo; ma tre anni dopo nel 1897, all’età di 40 anni, col grado di colonnello comandante del quinto Dragoni, andò in Africa ad Ashanti (allora territorio della colonia britannica della Costa d’Oro, oggi del Ghana) per guidare la guerra contro l’ultimo asantehene, Prempeh (capo del popolo ashanti), che fece prigioniero.

Ritornato in Sudafrica, prima della guerra dei Boeri (discendenti degli antichi coloni olandesi), fu coinvolto in molte azioni militari contro gli Zulu; diventò dopo breve tempo il più giovane colonnello dell’esercito britannico e responsabile dell’organizzazione delle forze di frontiera, che dovevano supportare l’esercito regolare.

E fu in questo compito, che venne a trovarsi intrappolato nell’assedio di Mafeking nel 1899, ad opera dell’esercito boero, superiore di numero di ben 8.000 militari. In quest’occasione, si rivelarono tutte le doti organizzative e le particolari tecniche usate dal colonnello Baden-Powell, resistendo all’assedio per ben 217 giorni; furono realizzati falsi campi minati, e i soldati addestrati a dover evitare inesistenti recinti di filo spinato.

Istruì ed utilizzò un gruppo di ragazzi locali, al ruolo di vedette, porta-messaggi, facendoli passare anche attraverso le linee nemiche; Baden-Powell rimase impressionato dal coraggio e dalla generosità con la quale i ragazzi, espletavano gli incarichi ricevuti; purtroppo molti di loro persero la vita, durante le escursioni.

Nel frattempo veniva stampato e distribuito alle reclute, un suo piccolo manuale intitolato “Aids to Scouting” (“Suggerimenti per l’esplorazione”), un utile compendio per l’addestramento delle reclute all’esplorazione e a sopravvivere in ambienti ostili, grazie al proprio spirito di iniziativa; gli indigeni lo temevano tanto che gli diedero il nome di ‘Impeesa’ (“il lupo che non dorme mai”), per il suo coraggio e la bravura d’esploratore e l’abilità nel seguire le tracce.

Il 16 maggio 1900, terminò l’assedio, con la liberazione di Mafeking e finalmente la Gran Bretagna, angosciata per tutti quei mesi sulla sorte di soldati ed abitanti, tirò un sospiro di sollievo, celebrando l’evento con grandi manifestazioni di gioia ed entusiasmo. E Baden-Powell, promosso generale, divenne un eroe nazionale; dopo aver organizzato un servizio di polizia nazionale in Sudafrica, ritornò in Inghilterra nel 1903, con l’incarico di Ispettore Generale della Cavalleria.

Ritornato in Inghilterra, Robert Baden-Powell venne a conoscenza del successo avuto dal suo manuale “Aids to Scouting”, ormai utilizzato da insegnanti e da associazioni giovanili.

Dopo aver seguito una conferenza di sir William Alexander Smith, fondatore delle “Boys Brigades”, Baden-Powell prese la decisione di riscrivere il suo manuale di addestramento, per adattarlo ad un pubblico più giovane; dopo per verificare la praticabilità di alcune sue intuizioni, nel 1907 tenne un campo sull’isola di Brownsea con 22 ragazzi provenienti da varie estrazioni sociali. Il volumetto, dal titolo “Scoutismo per ragazzi” (Scouting for Boys), fu pubblicato nel 1908 in sei fascicoli, ottenendo una enorme vendita e diffusione in tutto il mondo.

Da ciò, ragazzi e ragazze spontaneamente presero a formare squadriglie e pattuglie, per provare le sue idee e così inaspettatamente il “Movimento Scout” divenne un fenomeno di massa, dapprima solo in Inghilterra e poi in campo internazionale.

Il nuovo Movimento non si mise in competizione con le esistenti Boy’s Brigades, ma crebbe in parallelo ed in amicizia e collaborazione; tra le frequenti grandi adunate e competizioni fra tutti gli scout, vi fu quella tenuta nel 1908 a Crystal Palace a Londra, dove Robert Baden-Powell, venne a sapere dell’esistenza delle prime ‘Girl Scouts’; ma egli piuttosto che inserire le ragazze nell’associazione dei Boy Scouts, preferì fondare nel 1910, il movimento parallelo delle “Girl-guides”, sotto il coordinamento della sorella Agnes Baden-Powell.

Nel 1910, su consiglio di re Edoardo VII, Baden-Powell, lasciò l’esercito, per dedicarsi esclusivamente a promuovere lo scoutismo; aveva ormai 55 anni, quando sul transatlantico Arcadia, che lo trasportava a New York, per uno dei suoi tour mondiali, incontrò Olave Soames, una ragazza di 23 anni, che diventerà sua moglie il 30 ottobre 1912.

Il loro fidanzamento fu un evento mediatico, per evitare la stampa, il matrimonio si celebrò in segreto; da tutto il mondo, ogni scout e ogni girl-guida, donò un penny per contribuire a comprargli un’auto come regalo di nozze.

Quando scoppiò la Prima Guerra Mondiale nel 1914, il generale a riposo, si mise a disposizione dell’Esercito, ma non gli fu dato nessun incarico, ritenendo primari il suo compito e responsabilità, nel Movimento Scout.

Nel 1920 si tenne ad Olympia, Londra, il primo Jamboree mondiale, cioè un grande raduno di scouts e durante la cerimonia di chiusura, B.-P. fu acclamato all’unanimità “Capo Scout del Mondo”; nel 1922 fu nominato baronetto, diventando sir Robert Baden-Powell.

Ma la riconoscenza delle autorità inglesi e dei ragazzi e ragazze di tutto il mondo, continuò nel 1929, quando durante il terzo Jamboree, tenuto ad Arrowe Park a Birkenhead, nel 21° anniversario della pubblicazione di “Scouting for Boys”, il Principe di Galles lo nominò Pari d’Inghilterra, prendendo il titolo di Lord di Gilwell, dal nome del Gilwell Park, nella contea dell’Essex, dove aveva aperto nel 1919, il primo centro internazionale di formazione di capi scout.

Anche in questa occasione, gli scout di tutto il mondo, offrirono un penny ciascuno, per regalargli una Rolls-Royce e una roulotte, che lui usò per girare il mondo, diffondendo lo scoutismo.

Altre onorificenze, ben 28, le ricevette nel tempo da altri Stati; inoltre ebbe ben sei lauree ad Honorem, da prestigiose Università; scrisse più di 32 libri, che lo aiutarono a pagarsi le spese dei suoi numerosi viaggi; sotto la sua guida il Movimento Scout internazionale, crebbe numeroso, tanto che nel 1922 erano più di un milione di scout in 32 Paesi e nel 1939 erano più di tre milioni e trecentomila.

Anche la moglie Olave Soames, partecipò attivamente alla vita dei Movimenti fondati dal marito e nel 1916 era Commissaria di Contea delle Guide; Capo Guida nel 1918 e Capo Guida del Mondo nel 1930; re Giorgio V nello stesso 1930, le concesse il titolo di Gran Dama dell’Impero Britannico.

Contribuì fortemente allo sviluppo del Movimento del Guidismo femminile, visitando 111 Nazioni durante la sua vita; per 29 anni a fianco di sir Robert e dopo la sua morte, da vedova, per altri 36 anni; morì il 19 giugno 1977 a Bramley, ad 88 anni.

La coppia nonostante la notevole differenza d’età, ebbe tre figli, Peter (che successe al padre nel Movimento e nel titolo baronale), Heather e Betty; tutti e tre ebbero il titolo di cortesia di “onorevole”, quando nel 1929 il padre ricevette il titolo di Lord of Gilwell; furono tutti sposati con prole; sia i figli che i nipoti del fondatore, continuarono e continuano, in buona parte, nell’attività dello scoutismo o nel guidismo.

Lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, ostacolò la concessione del Premio Nobel per la Pace a lord Robert Baden-Powell; perché pur essendo lui e il Movimento Scout, designati come destinatari, l’Accademia di Svezia decise di non assegnare il premio nel 1939 e negli anni successivi di guerra.

Da molti anni prese a soffrire di insistenti mal di testa, che man mano peggiorarono, tanto da dover dormire da solo in una camera da letto allestita sulla veranda; nel 1934 fu operato di prostata e nella speranza di riprendersi dai suoi acciacchi, fra l’altro deluso dal crollo della pace in Europa, nel 1939 si trasferì in una sua casa in Kenya, Paese che aveva visitato in precedenza.

Qui visse semiritirato a Nyeri, scrivendo ancora molti libri e racconti, ma senza ricavare grandi benefici per la salute; e in Africa, il Continente che tanto significò per la sua vita, morì l’8 gennaio 1941 ad 83 anni, con accanto la moglie Olave che l’aveva seguito in Kenya.

È sepolto in una semplice tomba a Nyeri, con il monte Kenya che fa da sfondo; nel 1978 anche le ceneri della moglie, furono portate in Kenya e deposte accanto al marito. Sulla sua tomba è riportato il segnale di pista scout: “Sono tornato a casa”.

Dopo la sua morte, il Movimento Scout continuò a crescere, fino a raggiungere gli oltre 25 milioni di scout nel mondo e le “guide” arrivarono a 12 milioni; altre numerose associazioni si ispirarono e si ispirano più o meno fedelmente, al suo metodo educativo ed organizzativo. I due Movimenti ‘Scout’ e ‘Giude’, hanno scelto il 22 febbraio, identico giorno di compleanno di Robert e Olave, come momento di festa e ricordo, per celebrare il lavoro fatto dai due pionieri, denominandolo “Founder’s Day” e “Thinking Day”; in Italia “Giornata del ricordo”.

Il senso religioso dei Movimenti

Baden Powell, figlio di reverendo, aveva una profonda religiosità e un sentito amore per la natura, perché in essa trovava l’opera di Dio:Leggi la Bibbia, nella quale scoprirai la Rivelazione Divina e poi leggi un altro libro meraviglioso: quello della Natura creata da Dio; quindi rifletti al modo con cui puoi meglio servire Dio”, sono sue parole scritte in un libro per i Rover.

Lo studio della Natura, mostrerà quante cose meravigliose Dio ha messo su questa terra perché tu possa gioire”, scrisse in un messaggio agli scout, trovato fra le sue carte dopo la morte, proseguendo: “Dio ci ha messo in questo mondo meraviglioso per essere felici; la felicità non è data dalla ricchezza, né dal successo nella carriera, né dal cedere alle nostre voglie; il vero modo di essere felici consiste nel dare la felicità agli altri; cercate di lasciare questo mondo un po’ migliore di come l’avete trovato”.

Tutta la vita di Baden-Powell è stata impegnata in questo senso religioso e questa religiosità l’ha voluta anche nello Scoutismo, dove non ha mai acconsentito a “dare un posto facoltativo al Creatore dell’Universo”; nel suo manuale per i ragazzi scrisse: “Nessun uomo è buono se non crede in Dio e non obbedisce alle sue leggi. Per questo tutti gli Scout devono avere una religione”.

Per mezzo dello Scoutismo Baden-Powell sperava anche di riuscire a diffondere l’ideale della pace e dell’amore non solo fra i ragazzi, ma fra tutti gli uomini.

Autore: Antonio Borrelli

Fonte: http://www.santiebeati.it/dettaglio/93263

 

ALMANACCO DEL 7 GENNAIO 2018

ALMANACCO DEL 7 GENNAIO 2018

Le pubblicazioni del calendario religioso di Maria Regina dell’Universo

——————————————————————————-

MESSAGGIO DI PADRE PIOsorriso38

PER IL 07 GENNAIO

Bisogna sempre tenere salde queste due virtù, la dolcezza col prossimo e la santa umiltà con Dio (Epist. III, p. 944)

 Tratto da “Buona Giornata ” – Edizioni Padre Pio da Pietrelcina

———————————————————————–

INDICE

IL BATTESIMO DI GESU’
madonna-delle-grazie-a-costa-folgaria1MADONNA DELLE GRAZIE A COSTA FOLGARIA
  Letture di domenica 7 gennaio 2018
BEATA MARIA TERESA DEL SACRO CUORE
SAN RAIMONDO DE PENAFORT
Evangelo Valtorta (39a parte)
NOVENA A GESÙ BAMBINO DI PRAGA
NOVENA A MAMMA ROSA
CORONCINA ALLA SACRA FAMIGLIA

——————————————————

IL MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE

“… vi prego di non avere il cuore di pietra. Il digiuno e la preghiera siano le vostre armi … Seguite me, il mio esempio luminoso, vi aiuterò, sono accanto a voi …”

Tratto dal un messaggio del 2 gennaio 2007″

—————————————————————————–

IL BATTESIMO DI GESÙ

La prima domenica dopo l’Epifania

battesimoLa festa del battesimo di Gesù, non è narrata allo stesso modo in tutti e quattro i vangeli, e troviamo importanti variati anche in antichi manoscritti greci e latini come il Codex Bezae, tanto usato dai padri della Chiesa. Mentre sia la chiesa cattolica sia quella anglicana, fanno cadere questa festa la domenica tra il 7 e il 13 gennaio. E’ ricordato anche come il primo dei Misteri della Luce del Santo Rosario, introdotti da Giovanni Paolo II nel 2002.

L’articolo su http://biscobreak.altervista.org/2015/01/il-battesimo-di-gesu/ 

—————————————————————————–

madonna-delle-grazie-a-costa-folgariaMADONNA DELLE GRAZIE A COSTA FOLGARIA

Costa Folgaria (Trento) Apparizione il 7 gennaio 

Patrona insigne e principale di tutti gli Sciatori d’Italia è conosciuta per i molti prodigi come quello della neve che caduta sul luogo del santuario assunse la forma di rose e di gigli, intagliati nel ghiaccio, e di stelle luminose, mentre il vento recava musiche melodiose.

La storia e la preghiera su http://biscobreak.altervista.org/2017/01/madonna-delle-grazie-a-costa-folgaria/

——————————————————————————-

LETTURE DI DOMENICA

07 Gennaio 2018

IL BATTESIMO DI GESU’

“…egli vi battezzerà in Spirito Santo». …”

La preghiera del mattino e della sera, le letture e il commento su http://biscobreak.altervista.org/2018/01/letture-di-domenica-7-gennaio-2018/

——————————————————————————-

BEATA MARIA TERESA DEL SACRO CUORE

BEATA MARIA TERESA DEL SACRO CUOREFondatrice (1782-1876) 7 gennaio

Probabilmente è la beata più longeva della storia della santità della Chiesa Cattolica, infatti morì a 99 anni. Fondò la congregazione ‘Figlie della Santa Croce di Liegi’ con lo scopo di organizzare le scuole private, l’assistenza alle carceri, agli ospedali più poveri, alle missioni.

La storia su http://biscobreak.altervista.org/2016/01/beata-maria-teresa-del-sacro-cuore/

——————————————————————————-

SAN RAIMONDO DE PENAFORT

san-raimundo-de-penafortdomenicano (ca 1175-1275) 7 Gennaio

Discendente da una nobile famiglia spagnola si fa notare per la sua loquacità ed istruzione. Unitosi ai domenicani e dedicandosi con particolare vigore alla conversione di arabi ed ebrei diverrà, in campo di diritto economico, cerniera di congiunzione tra Medio Evo ed era moderna.

La storia e la video-storia su  http://biscobreak.altervista.org/2013/01/san-raimondo-de-penafort/

—————————————————————————–

BRANI TRATTI DALL’EVANGELO

COME MI è STATO RIVELATO di MARIA VALTORTA

7° LIBRO (39a parte)

Gesù descrive alla Valtorta la Sua sofferenza e quella di Sua Madre per poi giungere a consolare i più vicini al dolore di Lazzaro. Non meno significativo il suo parlare di come Lucifero è diventato un Satana.

Il dolore e Lucifero su http://biscobreak.altervista.org/2012/12/valtorta-39a-parte/

—————————————————————————-

PREGHIERE E PROPOSTE IN CORSO 

NOVENA A GESÙ BAMBINO DI PRAGA

7 gennaio – VI° GIORNO

ges_praga_gO Santo Bambino Gesù, Agnello divino che togli i peccati del mondo, donami la pace, quella pace che gli angeli cantano sulla tua capanna, quella pace che Tu donasti ai tuoi discepoli prima di salire al cielo. Fa’ che discenda su di me e sulla mia famiglia. Io la invoco e la supplico da Te, o Gesù Bambino, che sei il Principe della pace.

Scenda piena e abbondante, ed io sarò consolato nella mia sofferenza; sarò sereno durante tutta la mia vita e più ancora nel regno della tua gloria che è regno di eterna pace. Donami la pace al cuore in questo istante dicendomi che vuoi esaudirmi e che la grazia desiderata mi sarà presto concessa…

Santo Bambino Gesù, benedicimi. Pater, Ave, Gloria

Santo Bambino Gesù, ascoltami. Pater, Ave, Gloria

Santo Bambino Gesù, esaudiscimi. Pater, Ave, Gloria 

************

NOVENA A MAMMA ROSA

Iniziata il 31 dicembre

Nel nome del Padre,del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. 

Santissima Trinità, noi vi ringraziamo di avere arricchito la vostra serva con tanti tesori di grazia, di fede e di carità, così da renderla un modello incantevole di virtù domestiche, specialmente per le giovani, per le spose e le madri di famiglia.

BEATA EUROSIA FABRIS BARBAN2Voi che esaltate gli umili e i semplici di cuore, degnatevi di glorificare, anche qui in terra, per nostro esempio e conforto la semplice ed umile “Mamma Rosa”, concedendoci la grazia che ardentemente Vi chiediamo.

Per la sua intercessione benedite la nostra famiglia, affinché divenga, come noi Vi promettiamo, un dolce asilo di virtù, d’amore e di pace. Amen

3 Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Com’era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. 

Santa Trinità, unico Dio, abbi pietà di noi.

O Vergine Santissima, che fosti la tenera madre, l’ispiratrice e la confidente della vostra figlia “Mamma Rosa”, Vi preghiamo, per i suoi meriti e per la sua intercessione, di ottenere la grazia che domandiamo: … (nominare la grazia desiderata)

Ci valga presso di Voi, come impetrazione, il culto e l’amore tenerissimo ch’essa Vi portò durante la vita. Così, esauditi nella nostra supplica, potremo cantare con Voi il “Magnificat” a gloria di Dio, mirabile nei suoi Santi. Amen

3 Ave Maria, piena di grazia, il Signore è con te, Tu sei benedetta fra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen 

Madre della divina grazia, prega per noi.

************

CORONCINA ALLA SACRA FAMIGLIA

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo

O Dio, vieni a salvarmi. Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria al padre

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.

  1. Gesù, Maria e Giuseppe, che formate la Santa Famiglia, siate sempre i tre primi amori delle nostre anime.

famiglia2 (2)Padre Nostro

Padre nostro, che sei nei cieli,sia santificato il tuo nome,venga il tuo regno,sia fatta la tua volontà,come in cielo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano,e rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori,e non ci indurre in tentazione,ma liberaci dal male. Amen.

Ave Maria

Ave, o Maria, piena di grazia, il Signore è con te. Tu sei benedetta fra le donne E benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen.

  • Giuseppe e Maria, modello dei genitori cristiani, aiutate tutti i genitori della nostra parrocchia a imitare i vostri divini insegnamenti.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Gesù fanciullo, esemplare dei figli cristiani, fa’ che i nostri figli possano imitare i tuoi santi esempi.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, modello di carità e di concordia, fate che la carità e la concordia regnino sempre nelle nostre famiglie.

FAMIGLIA (3)Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, esemplare di perfetta purità, aiutaci affinché nelle nostre famiglie non si facciano mai discorsi o azioni contro questa bella virtù.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, dove mai si pronunciò invano il nome santo di Dio, fate che anche le nostre famiglie abbiano il massimo rispetto per questo Santo Nome.

Padre Nostro, Ave Maria

  • Sacra Famiglia, dove il nome di Gesù formava la vostra delizia, fate che questo Nome Santissimo sia pure la delizia dei nostri cuori ed instillate nelle nostre famiglie l’orrore della bestemmia.

Padre Nostro, Ave Maria

Sia lodato Gesù Cristo. Sempre sia lodato.

ATTO DI CONSACRAZIONE

O Santa Famiglia di Nazareth, Gesù, Maria e Giuseppe, la nostra famiglia si consacra a te per tutta la vita e l’eternità. Fa che la nostra casa e il nostro cuore siano un cenacolo di preghiera, di pace, di grazia e comunione. Amen.

LITANIE ALLA SANTA FAMIGLIA

la sacra famigliaSignore, pietà Signore, pietà

Cristo, pietà Cristo, pietà

Signore, pietà Signore, pietà

Cristo, ascoltaci Cristo, ascoltaci

Cristo, esaudiscici Cristo, esaudiscici

Padre celeste, Dio abbi pietà di noi

Figlio, Redentore del mondo abbi pietà di noi

Spirito Santo, Dio abbi pietà di noi

Santa Trinità, unico Dio abbi pietà di noi

Gesù, Figlio di Dio vivo, che fatto Uomo per nostro amore, hai nobilitato e santificato i vincoli della famiglia abbi pietà di noi

Santa Famiglia, modello perfetto di tutte le virtù abbi pietà di noi

Santa Famiglia, non accolta dalla gente di Betlemme, ma glorificata dal canto degli Angeli abbi pietà di noi

Santa Famiglia, che hai ricevuto gli omaggi dei pastori e dei magi abbi pietà di noi

Santa Famiglia, esaltata dal santo vecchio Simeone abbi pietà di noi

Santa Famiglia, perseguitata e costretta a rifugiarti in terra pagana abbi pietà di noi

Santa Famiglia, che vivi sconosciuta e nascosta abbi pietà di noi

Santa Famiglia, fedelissima alle leggi del Signore abbi pietà di noi

Santa Famiglia, modello delle famiglie rigenerate nello spirito cristiano abbi pietà di noisanta-famiglia

Santa Famiglia, il cui capo è modello di amore paterno abbi pietà di noi

Santa Famiglia, la cui madre è modello di amore materno abbi pietà di noi

Santa Famiglia, il cui Figlio è modello d’obbedienza e di amore filiale abbi pietà di noi

Santa Famiglia, patrona e protettrice di tutte le famiglie cristiane abbi pietà di noi

Santa Famiglia, nostro rifugio in vita e speranza nell’ora della morte abbi pietà di noi

Da tutto quello che ci può togliere la pace e l’unione dei cuori, o Santa Famiglia liberaci 

Dalla disperazione dei cuori, o Santa Famiglia liberaci 

Dall’attaccamento ai beni terreni, o Santa Famiglia liberaci 

Dal desiderio della vana gloria, o Santa Famiglia liberaci 

Dall’indifferenza nel servizio di Dio, o Santa Famiglia liberaci 

Dalla cattiva morte, o Santa Famiglia liberaci 

sacra famiglia 2Per la perfetta unione dei tuoi Cuori, o Santa Famiglia ascoltaci

Per la tua povertà e la tua umiltà o S. Famiglia ascoltaci

Per la tua perfetta obbedienza, o Santa Famiglia ascoltaci

Per le tue afflizioni e dolorosi avvenimenti o Santa Famiglia ascoltaci

Per il tuo lavoro e le tue difficoltà o S. Famiglia ascoltaci

Per le tue preghiere e il tuo silenzio, o S. Famiglia ascoltaci

Per la perfezione delle tue azioni, o Santa Famiglia ascoltaci

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, perdonaci, o Signore.

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, esaudiscici, o Signore.

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi, o Signore.

O Santa Famiglia venerata, noi ci rifugiamo in Te con amore e speranza. Facci sentire gli effetti della Tua salutare protezione.

sacrafamigliamurilloPREGHIAMO

Gesù, Maria e Giuseppe, che tutto il mondo onora col nome di Santa Famiglia, aiutateci Santa Famiglia, immagine della SS. Trinità sulla terra  aiutaci O Dio, nostro Padre, che nella Santa Famiglia ci hai dato un vero modello di vita, fa che nelle nostre famiglie fioriscano le stesse virtù e lo stesso amore, perché riuniti nella tua Casa possiamo un giorno godere la gioia senza fine. Per Cristo, nostro Signore. Amen.