Crea sito

Ven.  Abate Ildebrando Gregori

Ven.  Abate Ildebrando Gregori

Fondatore (1894-1985) 12 novembre

Come i primi discepoli di San Benedetto uscì dal monastero per portare sollievo nel mondo della sofferenza. Nel 1950 dava inizio ad un sodalizio religioso femminile che in pochi anni divenne la Congregazione delleSuore Riparatrici del Santo Volto”.

Nato a Poggio Cinolfo, Comune di Cursoli, in provincia de L’Aquila 1’8 maggio 1894, Alfredo Antonio Gregori conobbe giovanissimo la vita religiosa frequentando l’Eremo di san Francesco, nei boschi vicini al paese natale, dove viveva una comunità di Frati Cappuccini. A 12 anni, indirizzatovi dal Card. Segna, nativo di Poggio Cinolfo, entrò nella Congregazione dei Benedettini Silvestrini.

Alfredo Antonio Gregori iniziò il noviziato al Protocenobio di San Silvestro Abate sul Monte Fano, presso Fabriano il 10 marzo 1909. Vestendo l’abito di monaco prese il nome di Ildebrando. L’anno dopo emise la professione semplice, tre anni più tardi pronunciò i voti perpetui.

Era studente di Filosofia, ma all’inizio del corso teologico, dovette arruolarsi. Si era nel periodo della prima guerra mondiale. Fu assegnato alla Sanità e promosso caporale della 20° sezione; fu anche attendente del Cappellano don Pietro Ciriaci, divenuto poi arcivescovo, Nunzio Apostolico e Cardinale.

Terminata la guerra e rientrato in monastero, frequentò teologia presso la Pontificia Università Gregoriana, dove si laureò brillantemente in filosofia e teologia. All’età di 28 anni fu ordinato sacerdote a Roma il 29 ottobre 1922 nella Basilica dei Santi Apostoli.
Dopo l’ordinazione sacerdotale il monaco Ildebrando Gregori venne incaricato, all’interno della sua Congregazione, della pastorale vocazionale ed ebbe anche la responsabilità della formazione dei giovani candidati probandi e professi. Educatore severissimo con sé stesso, ma umanissimo con gli altri, ha formato una generazione di monaci Silvestrini che ricordano con affetto la sua guida.

Nel 1939, all’età di 45 anni, viene eletto Abate generale della Congregazione Benedettina Silvestrina. Ricoprirà l’incarico per vent’anni. Si riconosce che durante il suo generalato, il p. Gregori “salvò la propria Congregazione in Italia durante la seconda guerra mondiale, gettando le premesse per una maggior diffusione all’estero del suo istituto religioso.”

Nel medesimo periodo in cui fu Abate generale, era apprezzato predicatore, ma soprattutto direttore spirituale di anime, di alcune delle quali è in corso la Causa di Beatificazione tra queste, Madre Maria Pierina de Micheli, della Congregazione delle Figlie dell’Immacolata Concezione di Buenos Aires, Madre Geltrude Billi, Cofondatrice delle Ancelle del S. Cuore di Città di Castello e Madre Laura Curlotta, terza Superiora generale delle Suore di Ravasco. Caratteristica inconfondibile della direzione spirituale condotta dal p. Gregori, fu la devozione e la spiritualità del S. Volto di Cristo: devozione e spiritualità attinte dal Madre Maria Pierina de Micheli.

Nell’immediato dopoguerra (1945-1946) per circostanze che si confermarono provvidenziali, raccolse alcuni fanciulli poveri e abbandonati, assistendoli integralmente. Questo apostolato si estese ben presto e, dal prima nucleo creato a Bassano Romano, nacque la sua imponente Opera assistenziale, per condurre la quale il p Gregori fondò una Congregazione religiosa femminile le “Suore Benedettine Riparatrici del Santo Volto di Nostro Signore Gesù Cristo“. Sorto come Pio Sodalizio nel 1973 e, cinque anni più tardi, il 7 febbraio 1978, fu riconosciuto Congregazione di diritto pontificio. Nel frattempo, l’Opera assistenziale del p. Gregori di estendeva anche agli infermi lungodegenti.

“IL PADRE” l’Uomo attivissimo e monaco di intensissima vita contemplativa, ha seguito personalmente con estrema dedizione la sua Opera fino a pochi anni dalla sua morte, preceduta da lunga e sofferta infermità. Attuando un suo vivo desiderio, aveva creato a Roma, in Via della Conciliazione 15, la Casa e comunità religiosa “Deo gratias”, dove ha vissuto gli ultimi due decenni e di dove è salito alla pace eterna il 12 novembre 1985, all’età di 91 anni. Due settimane prima aveva predetta il giorno del suo trapasso.
Il suo corpo riposa in Bassano Romano, nel coro della Cappella della Casa Madre e Generalizia della Congregazione da lui fondata la sua tomba e la Casa romana “Deo gratias” sono divenute meta di continuo, devoto pellegrinaggio.

Per maggiori inform.: Don Simone Tonini, OSBSilv – Postulatore della Causa della Beatificazione: stonini@unigre.urbe.it

Fontiwww.sanvincenzo.silvestrini.orghttp://www.santiebeati.it/dettaglio/95938

ALMANACCO DELL’11 NOVEMBRE 2017

ALMANACCO DELL’11 NOVEMBRE 2017

Le pubblicazioni del calendario religioso di Maria Regina dell’Universo

————————————————————————––——————————

statua1MESSAGGIO DI P. PIO

PER L’11 NOVEMBRE

Io veggo che tutte le stagioni dell’anno si trovano nelle anime vostre; che talora sentite l’inverno di molte sterilità, distrazioni, svogliatezze e noie; ora le rugiade del mese di maggio con l’odore dei santi fioretti; tra i calori del desiderio di piacere al nostro Sposo divino. Non rimane, dunque, se non l’autunno del quale non vedete voi gran frutti; però occorre bene spesso che al tempo di battere le biade e di premere le uve, si trovino raccolte maggiori di quelle che promettevano le mietiture e le vendemmie. Voi vorreste che tutto fosse nella primavera e nell’estate; ma no, mie direttissime figliole, bisogna che sia questa vicissitudine così nell’interno come nell’esterno.
Nel cielo tutto sarà di primavera quanto alla bellezza, tutto di autunno quanto al godimento, tutto di estate quanto all’amore. Non vi sarà alcun inverno; ma qui l’inverno è necessario per esercizio dell’abnegazione e di mille piccole ma belle virtù che si esercitano nel tempo della sterilità (Epist. III, p. 587s.).

Tratto da “Buona Giornata ” – Edizioni Padre Pio da Pietrelcina

———————————————————————–

INDICE

blanca-estrella-del-mar-olon2BLANCA ESTRELLA DEL MAR
Letture di sabato 11 novembre 2017
SAN MARTINO DI TOURS
San Bartolomeo il Giovane di Grottaferrata
LA MORTE DI SAN MARTINO
CORONCINA PER LE ANIME ABBANDONATE

————————————————-

IL MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE

“Desidero che teniate sempre un’immagine di Gesù e di Maria nelle vostre case.”

(Tratto dal messaggio del 11 novembre 1983)

——————————————————————————-

blanca-estrella-del-mar-olon-rosa-misticaBLANCA ESTRELLA DEL MAR

Ecuador – 11 novembre 1990

Il Santuario omonimo, costruito nel 1984, sfruttando la posizione sulla collina, è la ricostruzione di un veliero. Qui, l’11 novembre 1990 una statua della Rosa Mistica pianse lacrime di sangue.Ogni anno per l’anniversario questo miracolo, centinaia di persone vengono in pellegrinaggio a questa chiesa.

La storia del Santuario e del miracolo su http://biscobreak.altervista.org/2016/11/blanca-estrella-del-mar/

——————————————————————————-

LETTURE DI SABATO

11 novembre 2017

S. MARTINO DI TOURS

“…Non potete servire Dio e la ricchezza» …”

La preghiera del mattino e della sera, le letture e il commento su http://biscobreak.altervista.org/2017/11/letture-di-sabato-11-novembre-2017/

————————————————————————–

san-martino-4SAN MARTINO DI TOURS

vescovo (ca.336-397) 11 novembre

Definito da Butler “la gloria della Gallia e una luce per la Chiesa occidentale del IV secolo”. S Martino fu uno dei santi più popolari del medio Evo. Entrato a far parte dell’ ”Ordine minore degli Esorcisti” fu testimone di numerosi miracoli e sogni profetici.

In “Briciole di luce” la storia e la video-storia   su  http://biscobreak.altervista.org/2013/11/san-martino-di-tours/

———————————————————————————-

San Bartolomeo il Giovane di Grottaferratasan-bartolomeo-il-giovane-di-grottaferrata-1

Monaco fondatore (980 c. – 1055 c.) 11 novembre

Copista di molti codici, Bartolomeo è considerato il più grande innografo del secolo XI. lo stesso papa Pio XII definì san Bartolomeo “luminare della Chiesa ed ornamento della sede apostolica”.

La storia di San Bartolomeo il Giovane di Grottaferrata o Rossano, monaco compagno di san Nilo su http://biscobreak.altervista.org/2016/11/san-bartolomeo-il-giovane-di-grottaferrata/

————————————————————————-

LA MORTE DI SAN MARTINOmartino_seconda

Dalle “Lettere” di Sulpicio Severo la storia della morte di San Martino

San Martino di Tours, Vescovo, previde molto tempo prima il giorno della sua morte. Avvertì quindi i fratelli che ben presto avrebbe cessato di vivere. Nel frattempo un caso di particolare gravità lo chiamò a visitare la diocesi di Candes.

La storia su http://biscobreak.altervista.org/2013/11/la-morte-di-san-martino/ 

————————————————————————–

PREGHIERE E PROPOSTE IN CORSO 

CORONCINA PER LE ANIME ABBANDONATE

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

O Dio, vieni a salvarmi.

Signore vieni presto in mio aiuto.

Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com’era nel principio ora e sempre nei secoli, dei secoli. Amen

mano di gesùI. Mio Redentore, adoro profondamente la piaga della tua Mano destra e Ti ringrazio per il dolore che in essa volesti soffrire per la nostra salvezza. In questa piaga racchiudo le Anime del Purgatorio abbandonate da tutti e particolarmente da coloro che utilizzano per loro fini egoistici il denaro da esse lasciato e che avrebbe dovuto essere impiegato in opere di carità o comunque in suffragi per loro sollievo. Dio eterno, Redentore e Padre delle nostre anime, Ti prego di consolare con la Tua infinita clemenza quelle povere Anime afflitte.

PADRE NOSTRO “Padre Nostro che sei nei cieli sia santificato il Tuo Nome, venga il Tuo Regno, sia fatta la Tua volontà come in cielo e così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano e rimetti a noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo ai nostri debitori e non ci indurre intentazione ma liberaci dal male. Amen”

AVE MARIA “Ave Maria piena di grazia il Signore è con te, Tu sei benedetta fra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno Gesù, Santa Maria Madre di Dio prega per noi peccatori adesso e nell’ora della nostra morte. Amen ”

mano sinistra di Cristo

L’ETERNO RIPOSO, dona a loro o Signore, risplenda ad essi la luce perpetua riposino in pace. Amen

II. Mio caro Gesù, adoro profondamente la piaga della tua Mano sinistra e Ti ringrazio per il dolore che in essa sopportasti per la nostra salvezza. In questa piaga racchiudo le Anime dei genitori abbandonati nel Purgatorio dai loro figli ingrati. Abbi compassione, eterna Sapienza increata, del dolore che soffrono queste Anime infelici nel vedersi abbandonate proprio da coloro che hanno amato e cresciuto.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

costatoIII. Mio Salvatore, adoro profondamente la Piaga del Tuo Costato che fu prodotta dalla lancia di un soldato dopo la Tua morte. In essa racchiudo le Anime dei poveri del mondo, a qualsiasi nazionalità appartengano. Al Tuo Cuore squarciato affido le Anime di coloro che sono vissuti nella fame e tra gli stenti e forse neppure ora hanno qualcuno che si occupi di loro e le aiuti.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

piedi2IV. Eterno Figlio fatto uomo per la mia liberazione, adoro profondamente la piaga del Tuo Piede destro e Ti ringrazio del dolore in essa sopportato per donarmi il paradiso. In questa Piaga racchiudo le Anime dei bambini vittime dell’aborto e comunque della violenza, accoglili tra le Tue braccia amorevoli e perdona anche i loro genitori e quelli che hanno perpetuato i delitti mostruosi contro gli innocenti perché come i Tuoi carnefici Gesù, non sapevano valutare l’enormità del peccato che stavano commettendo. Ricorda, Padre misericordioso, che sono anch’essi Tuoi figli amati.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

piede sinistroV. Eterno Figlio fatto uomo per donarci la vita, adoro profondamente la piaga del Tuo Piede sinistro e Ti ringrazio del tormento in essa sofferto per renderci felici. In questa piaga racchiudo le anime di coloro che hanno operato per la rovina delle famiglie, e quelle dei giovani che hanno impostato la loro vita nelle frivolezze, senza preoccuparsi dei valori sacri che la Tua legge ci propone. Gesù mio, se avessero conosciuto Te avrebbero potuto comprendere le meraviglie dell’amore vero e la dolcezza della Tua vicinanza, ma forse nessuno ha parlato loro della felicità e della pace che solo il Tuo amore sa dare. Abbi misericordia, Gesù, Dio-Amore, supplisci alle loro mancanze con il Tuo amore purissimo e lavale con il Tuo Sangue prezioso affinchè siano presto purificate e possano giungere a saziarsi della gioia senza fine.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

DE PROFUNDIS

purgatorioDal profondo a Te grido o Signore, Signore ascolta la mia voce. Siano i Tuoi orecchi attenti alla voce della mia preghiera. Se consideri le colpe, Signore, Signore chi potrà sussistere? Ma presso di Te è il perdono, perciò avremo il Tuo Timore. Io spero nel Signore, l’anima mia spera nella Sua parola, l’anima mia attende il Signore più che le sentinelle l’aurora. Israele attenda il Signore perchè presso il Signore è la Misericordia e grande presso di Lui la redenzione. Egli redimerà Israele da tutte le sue colpe.

Preghiamo:

Signore Gesù, per avvalorare maggiormente le nostre deboli suppliche, Ti preghiamo umilmente di offrire Tu stesso all’Eterno Padre il terribile dolore prodotto dalle Piaghe dei Piedi, delle Mani e del Costato, insieme col Sangue preziosissimo, con l’agonia e con la Tua morte. Preghiamo anche Te, addolorata Vergine Maria, di presentare al Padre insieme alla dolorosa passione del Tuo Figlio tanto amato, i sospiri, le lacrime e tutte le sofferenze che hai sofferto per le Sue pene, affinché, per i meriti del vostro dolore e del vostro amore, le anime che si trovano tra le fiamme del Purgatorio siano liberate e possano giungere in Cielo per cantare in eterno la divina misericordia. Amen.

INVOCAZIONI ALLE ANIME DEL PURGATORIO

anime_del_purgatorioEterno Iddio, Padre, Figlio e Spirito Santo, abbi pietà delle Anime purganti

RIT. Te ne supplichiamo, ascoltaci

Gesù mio, redentore amatissimo, abbi pietà delle Anime purganti. RIT

Gesù mio, per la tua potenza, assolvi quelle Anime RIT

Gesù mio, per la tua clemenza, salva le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua bontà, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua innocenza, purifica le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua umiltà, innalza a Te le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio , per la tua ubbidienza, solleva le Anime del Purgatorio RIT

anime purgatorio-3Gesù mio, per la tua carità, infiamma le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua umanità, non abbandonare le Anime dei Purgatorio

Gesù mio, per le tue lacrime, consola le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per le tue piaghe, sana le Anime dei Purgatorio RIT 

Gesù mio, per il tuo Sangue prezioso, lava le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero della tua vita laboriosa, dona il riposo alle Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero della tua passione e morte perdona alla Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero del tuo Cuore divino, aiuta le Anime del Purgatorio RITanime1

Gesù mio, per la verginità di Maria Santissima, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la divina Maternità di Maria, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per gli stenti e la povertà di Maria, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per l’amore che Ti portò Maria Santissima, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per le preghiere di tutti i Santi, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per tutte le opere buone che sono state fatte e si faranno nel mondo, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero della tua incarnazione, abbi compassione delle Anime dei Purgatorio RIT

Letture di sabato 11 novembre 2017

LETTURE DI SABATO

11 novembre 2017

S. MARTINO DI TOURS

“…Non potete servire Dio e la ricchezza» …”

blanca-estrella-del-mar-olon-rosa-misticaBLANCA ESTRELLA DEL MAR

Ecuador – 11 novembre 1990 – Il Santuario omonimo, costruito nel 1984, sfruttando la posizione sulla collina, è la ricostruzione di un veliero. Qui, l’11 novembre 1990 una statua della Rosa Mistica pianse lacrime di sangue. Ogni anno per l’anniversario questo miracolo, centinaia di persone vengono in pellegrinaggio a questa chiesa.

san-bartolomeo-il-giovane-di-grottaferrata-1San Bartolomeo il Giovane di Grottaferrata

Monaco fondatore (980 c. – 1055 c.) 11 novembre – Copista di molti codici, Bartolomeo è considerato il più grande innografo del secolo XI. lo stesso papa Pio XII definì san Bartolomeo “luminare della Chiesa ed ornamento della sede apostolica”.

Farò sorgere al mio servizio un sacerdote fedele, che agirà secondo i desideri del mio cuore.

PREGHIERA DEL MATTINO

O Dio, che hai fatto risplendere la tua gloria nella vita e nella morte del vescovo san Martino, rinnova in noi i prodigi della tua grazia, perché né morte né vita ci possano mai separare dal tuo amore.  Amen

PRIMA LETTURA

Rm 16, 3-9.16.22-27 – Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Romani

SS. AQUILA E PRISCILLA1

Fratelli, salutate Prisca e Aquila, miei collaboratori in Cristo Gesù. Essi per salvarmi la vita hanno rischiato la loro testa, e a loro non io soltanto sono grato, ma tutte le Chiese del mondo pagano. Salutate anche la comunità che si riunisce nella loro casa. Salutate il mio amatissimo Epèneto, che è stato il primo a credere in Cristo nella provincia dell’Asia. Salutate Maria, che ha faticato molto per voi.
Salutate Andrònico e Giunia, miei parenti e compagni di prigionia: sono insigni tra gli apostoli ed erano in Cristo già prima di me. Salutate Ampliato, che mi è molto caro nel Signore. Salutate Urbano, nostro collaboratore in Cristo, e il mio carissimo Stachi.
Salutatevi gli uni gli altri con il bacio santo. Vi salutano tutte le Chiese di Cristo. Anch’io, Terzo, che ho scritto la lettera, vi saluto nel Signore. Vi saluta Gaio, che ospita me e tutta la comunità. Vi salutano Erasto, tesoriere della città, e il fratello Quarto. A colui che ha il potere di confermarvi nel mio Vangelo, che annuncia Gesù Cristo, secondo la rivelazione del mistero, avvolto nel silenzio per secoli eterni, ma ora manifestato mediante le scritture dei Profeti, per ordine dell’eterno Dio, annunciato a tutte le genti perché giungano all’obbedienza della fede, a Dio, che solo è sapiente,
per mezzo di Gesù Cristo, la gloria nei secoli. Amen.

C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

SALMO RESPONSORIALE

Sal.144

abbraccioRIT: Ti voglio benedire ogni giorno, Signore.

Ti voglio benedire ogni giorno, lodare il tuo nome in eterno e per sempre. Grande è il Signore e degno di ogni lode; senza fine è la sua grandezza. RIT

Una generazione narra all’altra le tue opere, annuncia le tue imprese. Il glorioso splendore della tua maestà e le tue meraviglie voglio meditare. RIT

Ti lodino, Signore, tutte le tue opere e ti benedicano i tuoi fedeli.
Dicano la gloria del tuo regno e parlino della tua potenza. RIT

CANTO AL VANGELO

Alleluia, Alleluia.

Gesù Cristo da ricco che era, si è fatto povero per voi, perché voi diventaste ricchi per mezzo della sua povertà.

Alleluia.

VANGELO

Lc 16, 9-15 – Dal Vangelo secondo Luca

peso della ricchezza

In quel tempo, Gesù diceva ai discepoli: «Fatevi degli amici con la ricchezza disonesta, perché, quando questa verrà a mancare, essi vi accolgano nelle dimore eterne. Chi è fedele in cose di poco conto, è fedele anche in cose importanti; e chi è disonesto in cose di poco conto, è disonesto anche in cose importanti. Se dunque non siete stati fedeli nella ricchezza disonesta, chi vi affiderà quella vera? E se non siete stati fedeli nella ricchezza altrui, chi vi darà la vostra?
Nessun servitore può servire due padroni, perché o odierà l’uno e amerà l’altro, oppure si affezionerà all’uno e disprezzerà l’altro. Non potete servire Dio e la ricchezza». I farisei, che erano attaccati al denaro, ascoltavano tutte queste cose e si facevano beffe di lui. Egli disse loro: «Voi siete quelli che si ritengono giusti davanti agli uomini, ma Dio conosce i vostri cuori: ciò che fra gli uomini viene esaltato, davanti a Dio è cosa abominevole».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

COMMENTO

Non è possibile servire a due padroni.

Non potete servire Dio e la ricchezza».

Quando un padre smette l’amore per i propri figli, diventa per loro padrone, e dèspota e figli diventano, di conseguenza, sùdditi e schiavi. Non mancano nelle vicende umane storie di questo genere. Non solo gli uomini hanno il potere di soggiogare i propri simili, ma le cose del mondo e il denaro in modo particolare, esèrcita tale assurdo e subdolo potere. Nasce così l’alternativa, la scelta che ognuno nella propria vita è chiamato coerentemente ad operare. Di questa scelta il Signore oggi ci parla, volendo innanzitutto, distoglierci dall’equivoco di non fare scelte e cadere così nell’intento disastroso di voler far coesistere in noi valori diversi e contrastanti. Rischiamo così una forma morbosa di schizofrenia personale e collettiva. Gesù vuole svelarci il potere ingannatore che il denaro esercita talvolta su di noi: può accaderci di diventarne schiavi e illusi dal suo fàscino bugiardo perché «ciò che è esaltato fra gli uomini è cosa detestabile davanti a Dio». Ciò anche perché l’animo umano, se non illuminato dallo Spirito, è insaziabile nella sue bramosìe. Dio non è padrone, ma padre di noi tutti e ci vuole come figli, liberi dagli inganni e dalle seduzioni. Se scegliamo di servirlo possiamo godere, già in questa vita del suo amore e sentirci appagati e sazi nell’anima. I desideri migliori poi, noi credenti, li orientiamo nella speranza, verso i beni futuri, che non periscono perché eterni.

PoveroPREGHIERA DELLA SERA

Padre amatissimo, tu vuoi che il peccatore si converta, abbia la vita e l’abbia in abbondanza. Con la potenza del Tuo Spirito, guarisci le nostre esistenze, santifica i nostri cuori. Non per i nostri meriti, ma per la ricchezza del Tuo perdono a tutti garantito in Cristo Gesù nostro Signore.  In cambio Ti affidiamo, le gioie e le fatiche, le rinunce e gli atti di carità che siamo riusciti a fare in questo giorno e Ti ringraziamo con tutto il cuore per tutto quello che fai per noi e ci dai ogni giorno. Amen.

ALMANACCO DEL 10 NOVEMBRE 2017

ALMANACCO DEL 10 NOVEMBRE 2017

Le pubblicazioni del calendario religioso di Maria Regina dell’Universo

————————————————————————––——————————

lettura3MESSAGGIO DI P. PIO

PER IL 10 NOVEMBRE

Non solo non trovo a ridire che tu nel ripartire da Casacalenda restituisca le visite alle tue conoscenti, ma lo trovo doverosissimoLa pietà è utile a tutto e si adatta a tutto, a seconda delle circostanze, meno che a ciò che dicesi peccato. Restituisci pure le visite e ne avrai anche il premio dell’ubbidienza e la benedizione del Signore (Epist. III, p. 427).

Tratto da “Buona Giornata ” – Edizioni Padre Pio da Pietrelcina

———————————————————————–

INDICE

m-ss-del-monte-carmelo-di-bagheria1MADONNA DI BAGHERIA
Letture di venerdì 10 novembre 2017
SAN LEONE MAGNO
Sant’Andrea Avellino
IL MANOSCRITTO DEL PURGATORIO
CORONCINA PER LE ANIME ABBANDONATE

————————————————-

IL MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE

“La nostra preghiera deve essere una melodia continua.”

(Tratto dal messaggio del 10 novembre 1983)

——————————————————————————-

m-ss-del-monte-carmelo-di-bagheria2MADONNA DI BAGHERIA

M. SS. del Monte Carmelo di Bagheria

Palermo – 10 novembre 

Il santuario nel quale si venera Maria SS del Monte Carmelo a Baghera fu fondato da Don Cola Farina un grande devoto della Madonna che finanziò da solo il progetto pur di estendere a tutti il culto di Maria. Ogni anno, il 10 novembre, la parrocchia celebra una messa solenne.

La storia del santuario su  http://biscobreak.altervista.org/2016/11/madonna-di-bagheria/

——————————————————————————-

LETTURE DI VENERDÌ

10 novembre 2017

XXXI Settimana del Tempo Ordinario (Anno I)

SAN LEONE MAGNO

“… I figli di questo mondo, infatti, verso i loro pari sono più scaltri dei figli della luce».…”

La preghiera del mattino e della sera, le letture e il commento su http://biscobreak.altervista.org/2017/11/letture-di-venerdi-10-novembre-2017/

————————————————————————–

SAN LEONE MAGNO

LEONE MAGNOpapa (461) 10 novembre

Grande consigliere, indomito combattente  armato della sola fede riuscì a fermare anche Attila in un feroce attacco contro Roma. Leone è il primo di soli tre papi, con S. Gregorio I e S. Nicola I a essere stato onorato del titolo “Magno“.

In “Briciole di luce” la storia e la video-storia  su  http://biscobreak.altervista.org/2013/11/san-leone-magno/

———————————————————————————-

santandrea-avellino1Sant’Andrea Avellino

Sacerdote (1521 – 1608) 10 novembre

Dotto nelle scienze ecclesiastiche, ricco di doni straordinari e di celesti carismi, quali la profezia e i miracoli, che gli conciliarono l’ammirazione e la devozione di nobili e di plebei. Morì santamente ai piedi dell’altare.

La storia su http://biscobreak.altervista.org/2016/11/santandrea-avellino/

—————————————————————————–

IL MANOSCRITTO DEL PURGATORIO

manoscritto del purgatorio1Il Manoscritto contiene notizie molto interessanti sulla vita d’oltretomba, specialmente nel Purgatorio, tramezzate da moltissimi consigli di direzione spirituale. La sua autenticità è inoppugnabile. Confidente del medesimo è Suor Maria della Croce. 

Su http://biscobreak.altervista.org/2015/11/il-manoscritto-del-purgatorio/ 

————————————————————————–

PREGHIERE E PROPOSTE IN CORSO 

CORONCINA PER LE ANIME ABBANDONATE

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

O Dio, vieni a salvarmi.

Signore vieni presto in mio aiuto.

Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com’era nel principio ora e sempre nei secoli, dei secoli. Amen

mano di gesùI. Mio Redentore, adoro profondamente la piaga della tua Mano destra e Ti ringrazio per il dolore che in essa volesti soffrire per la nostra salvezza. In questa piaga racchiudo le Anime del Purgatorio abbandonate da tutti e particolarmente da coloro che utilizzano per loro fini egoistici il denaro da esse lasciato e che avrebbe dovuto essere impiegato in opere di carità o comunque in suffragi per loro sollievo. Dio eterno, Redentore e Padre delle nostre anime, Ti prego di consolare con la Tua infinita clemenza quelle povere Anime afflitte.

PADRE NOSTRO “Padre Nostro che sei nei cieli sia santificato il Tuo Nome, venga il Tuo Regno, sia fatta la Tua volontà come in cielo e così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano e rimetti a noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo ai nostri debitori e non ci indurre intentazione ma liberaci dal male. Amen”

AVE MARIA “Ave Maria piena di grazia il Signore è con te, Tu sei benedetta fra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno Gesù, Santa Maria Madre di Dio prega per noi peccatori adesso e nell’ora della nostra morte. Amen ”

mano sinistra di Cristo

L’ETERNO RIPOSO, dona a loro o Signore, risplenda ad essi la luce perpetua riposino in pace. Amen

II. Mio caro Gesù, adoro profondamente la piaga della tua Mano sinistra e Ti ringrazio per il dolore che in essa sopportasti per la nostra salvezza. In questa piaga racchiudo le Anime dei genitori abbandonati nel Purgatorio dai loro figli ingrati. Abbi compassione, eterna Sapienza increata, del dolore che soffrono queste Anime infelici nel vedersi abbandonate proprio da coloro che hanno amato e cresciuto.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

costatoIII. Mio Salvatore, adoro profondamente la Piaga del Tuo Costato che fu prodotta dalla lancia di un soldato dopo la Tua morte. In essa racchiudo le Anime dei poveri del mondo, a qualsiasi nazionalità appartengano. Al Tuo Cuore squarciato affido le Anime di coloro che sono vissuti nella fame e tra gli stenti e forse neppure ora hanno qualcuno che si occupi di loro e le aiuti.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

piedi2IV. Eterno Figlio fatto uomo per la mia liberazione, adoro profondamente la piaga del Tuo Piede destro e Ti ringrazio del dolore in essa sopportato per donarmi il paradiso. In questa Piaga racchiudo le Anime dei bambini vittime dell’aborto e comunque della violenza, accoglili tra le Tue braccia amorevoli e perdona anche i loro genitori e quelli che hanno perpetuato i delitti mostruosi contro gli innocenti perché come i Tuoi carnefici Gesù, non sapevano valutare l’enormità del peccato che stavano commettendo. Ricorda, Padre misericordioso, che sono anch’essi Tuoi figli amati.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

piede sinistroV. Eterno Figlio fatto uomo per donarci la vita, adoro profondamente la piaga del Tuo Piede sinistro e Ti ringrazio del tormento in essa sofferto per renderci felici. In questa piaga racchiudo le anime di coloro che hanno operato per la rovina delle famiglie, e quelle dei giovani che hanno impostato la loro vita nelle frivolezze, senza preoccuparsi dei valori sacri che la Tua legge ci propone. Gesù mio, se avessero conosciuto Te avrebbero potuto comprendere le meraviglie dell’amore vero e la dolcezza della Tua vicinanza, ma forse nessuno ha parlato loro della felicità e della pace che solo il Tuo amore sa dare. Abbi misericordia, Gesù, Dio-Amore, supplisci alle loro mancanze con il Tuo amore purissimo e lavale con il Tuo Sangue prezioso affinchè siano presto purificate e possano giungere a saziarsi della gioia senza fine.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

DE PROFUNDIS

purgatorioDal profondo a Te grido o Signore, Signore ascolta la mia voce. Siano i Tuoi orecchi attenti alla voce della mia preghiera. Se consideri le colpe, Signore, Signore chi potrà sussistere? Ma presso di Te è il perdono, perciò avremo il Tuo Timore. Io spero nel Signore, l’anima mia spera nella Sua parola, l’anima mia attende il Signore più che le sentinelle l’aurora. Israele attenda il Signore perchè presso il Signore è la Misericordia e grande presso di Lui la redenzione. Egli redimerà Israele da tutte le sue colpe.

Preghiamo:

Signore Gesù, per avvalorare maggiormente le nostre deboli suppliche, Ti preghiamo umilmente di offrire Tu stesso all’Eterno Padre il terribile dolore prodotto dalle Piaghe dei Piedi, delle Mani e del Costato, insieme col Sangue preziosissimo, con l’agonia e con la Tua morte. Preghiamo anche Te, addolorata Vergine Maria, di presentare al Padre insieme alla dolorosa passione del Tuo Figlio tanto amato, i sospiri, le lacrime e tutte le sofferenze che hai sofferto per le Sue pene, affinché, per i meriti del vostro dolore e del vostro amore, le anime che si trovano tra le fiamme del Purgatorio siano liberate e possano giungere in Cielo per cantare in eterno la divina misericordia. Amen.

INVOCAZIONI ALLE ANIME DEL PURGATORIO

anime_del_purgatorioEterno Iddio, Padre, Figlio e Spirito Santo, abbi pietà delle Anime purganti

RIT. Te ne supplichiamo, ascoltaci

Gesù mio, redentore amatissimo, abbi pietà delle Anime purganti. RIT

Gesù mio, per la tua potenza, assolvi quelle Anime RIT

Gesù mio, per la tua clemenza, salva le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua bontà, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua innocenza, purifica le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua umiltà, innalza a Te le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio , per la tua ubbidienza, solleva le Anime del Purgatorio RIT

anime purgatorio-3Gesù mio, per la tua carità, infiamma le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua umanità, non abbandonare le Anime dei Purgatorio

Gesù mio, per le tue lacrime, consola le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per le tue piaghe, sana le Anime dei Purgatorio RIT 

Gesù mio, per il tuo Sangue prezioso, lava le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero della tua vita laboriosa, dona il riposo alle Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero della tua passione e morte perdona alla Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero del tuo Cuore divino, aiuta le Anime del Purgatorio RITanime1

Gesù mio, per la verginità di Maria Santissima, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la divina Maternità di Maria, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per gli stenti e la povertà di Maria, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per l’amore che Ti portò Maria Santissima, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per le preghiere di tutti i Santi, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per tutte le opere buone che sono state fatte e si faranno nel mondo, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero della tua incarnazione, abbi compassione delle Anime dei Purgatorio RIT

Letture di venerdì 10 novembre 2017

LETTURE DI VENERDÌ

10 novembre 2017

SAN LEONE MAGNO

“… I figli di questo mondo, infatti, verso i loro pari sono più scaltri dei figli della luce».…”

m-ss-del-monte-carmelo-di-bagheria1MADONNA DI BAGHERIA

M. SS. del Monte Carmelo di Bagheria – Palermo – 10 novembre  – Il santuario nel quale si venera Maria SS del Monte Carmelo a Baghera fu fondato da Don Cola Farina un grande devoto della Madonna che finanziò da solo il progetto pur di estendere a tutti il culto di Maria. Ogni anno, il 10 novembre, la parrocchia celebra una messa solenne.

Sant’Andrea Avellinosantandrea-avellino

Sacerdote (1521 – 1608) 10 novembre – Dotto nelle scienze ecclesiastiche, ricco di doni straordinari e di celesti carismi, quali la profezia e i miracoli, che gli conciliarono l’ammirazione e la devozione di nobili e di plebei. Morì santamente ai piedi dell’altare.

Il Signore ha stabilito con lui un’alleanza di pace; lo ha fatto principe del suo popolo e lo ha costituito suo sacerdote per sempre.

PREGHIERA DEL MATTINO

O Dio, che non permetti alle potenze del male di prevalere contro la tua Chiesa, fondata sulla roccia di Pietro, per l’intercessione del papa san Leone Magno fa’ che resti salda nella tua verità e proceda sicura nella pace. amen.

PRIMA LETTURA

Rm 15, 14-21 – Dalla lettera di San Paolo apostolo ai Romani

paolo insegna

Fratelli miei, sono anch’io convinto, per quel che vi riguarda, che voi pure siete pieni di bontà, colmi di ogni conoscenza e capaci di correggervi l’un l’altro. Tuttavia,   su alcuni punti, vi ho scritto con un po’ di audacia, come per ricordarvi quello che già sapete, a motivo della grazia che mi è stata data da Dio per essere ministro di Cristo Gesù tra le genti, adempiendo il sacro ministero di annunciare il vangelo di Dio perché le genti divengano un’offerta gradita, santificata dallo Spirito Santo. Questo dunque è il mio vanto in Gesù Cristo nelle cose che riguardano Dio. Non oserei infatti dire nulla se non di quello che Cristo ha operato per mezzo mio per condurre le genti all’obbedienza, con parole e opere, con la potenza di segni e di prodigi, con la forza dello Spirito. Così da Gerusalemme e in tutte le direzioni fino all’Illiria, ho portato a termine la predicazione del vangelo di Cristo. Ma mi sono fatto un punto di onore di non annunciare il Vangelo dove era già conosciuto il nome di Cristo, per non costruire su un fondamento altrui, ma, come sta scritto: «Coloro ai quali non era stato annunciato, lo vedranno, e coloro che non ne avevano udito parlare, comprenderanno».

C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

SALMO RESPONSORIALE

Sal.97

RITAgli occhi delle genti il Signore ha rivelato la sua giustizia.

occhio cuoreCantate al Signore un canto nuovo, perché ha compiuto meraviglie. Gli ha dato vittoria la sua destra e il suo braccio santo. RIT

Il Signore ha fatto conoscere la sua salvezza, agli occhi delle genti ha rivelato la sua giustizia. Egli si è ricordato del suo amore, della sua fedeltà alla casa d’Israele. RIT

Tutti i confini della terra hanno veduto la vittoria del nostro Dio. Acclami il Signore tutta la terra, gridate, esultate, cantate inni! RIT

CANTO AL VANGELO

Alleluia, Alleluia.

Chi osserva la parola di Gesù Cristo in lui l’amore di Dio è veramente perfetto.

Alleluia.

VANGELO

Lc 16, 1-8 – Dal Vangelo secondo Luca

amministratore disonesto

In quel tempo, Gesù diceva ai discepoli: «Un uomo ricco aveva un amministratore, e questi fu accusato dinanzi a lui di sperperare i suoi averi. Lo chiamò e gli disse: “Che cosa sento dire di te? Rendi conto della tua amministrazione, perché non potrai più amministrare”. L’amministratore disse tra sé: “Che cosa farò, ora che il mio padrone mi toglie l’amministrazione? Zappare, non ne ho la forza; mendicare, mi vergogno. So io che cosa farò perché, quando sarò stato allontanato dall’amministrazione, ci sia qualcuno che mi accolga in casa sua”. Chiamò uno per uno i debitori del suo padrone e disse al primo: “Tu quanto devi al mio padrone?”. Quello rispose: “Cento barili d’olio”. Gli disse: “Prendi la tua ricevuta, siediti subito e scrivi cinquanta”. Poi disse a un altro: “Tu quanto devi?”. Rispose: “Cento misure di grano”. Gli disse: “Prendi la tua ricevuta e scrivi ottanta”. Il padrone lodò quell’amministratore disonesto, perché aveva agito con scaltrezza. I figli di questo mondo, infatti, verso i loro pari sono più scaltri dei figli della luce».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

COMMENTO

La scaltrezza dei figli della luce.

amministratore disonestoIl Signore Gesù, pur di rendere comprensibili i suoi messaggi di salvezza, ricorre anche al paradosso. Nel vangelo di oggi viene lodata l’astuzia di un autentico imbroglione, che, vistosi scoperto della sua infedeltà verso il proprio padrone e prossimo ad un licenziamento dal suo incarico, cerca, con abilità e scaltrezza, di accaparrarsi la benevolenza dei creditori, per poi sperare di godere della loro protezione. È fin troppo evidente che il Signore non vuole che imitiamo l’astuzia e ancor meno la disonestà dell’amministratore infedele. Vuole invece che, come figli della luce, ci adoperiamo alacremente, da veri sapienti, per conseguire i beni migliori che lo stesso Signore vuole donarci. Egli ci ha avvertiti che «stretta è la porta e angusta la via che conduce alla vita». Per passare per una porta stretta occorre chinarsi e farsi piccoli, diventare umili. Per poter percorrere una strada angusta occorre abilità, destrezza e prudenza. Ecco allora le virtù e la sapienza che Gesù vuole siano praticate dai suoi seguaci. «Il regno dei cieli soffre violenza e i violenti se ne impadroniscono». La violenza praticabile dal cristiano è il diuturno sacrificio con cui affronta gli ostacoli della vita, è l’abbraccio volontario della propria croce, è la salita faticosa verso il monte dei risorti. Abbiamo il conforto dello Spirito Santo di Dio che ci illumina e ci fortifica, ci rende astuti e sapienti, coraggiosi ed intrepidi. Se tanta pusillanimità ancora serpeggia nel mondo dei cristiani, dipende dalla mancanza di fede e di fiducia nel Signore, dalla mancanza di preghiera e dalla perenne tentazione dell’autosufficienza. Tutto ciò ci rende deboli e paurosi, rischia di riportare la Chiesa nel buio della catacombe e soprattutto di subire passivamente tutte le angherie o cadere nei facili compromessi con il mondo. Forse è ancora vero che: «I figli di questo mondo verso i loro pari sono più scaltri dei figli della luce»… (Preparato dai giovani monaci del monastero di S.Vincenzo Martire)

PREGHIERA DELLA SERA

preghiera2O Padre, che in mille modi hai dimostrato la gratuità del Tuo amore per noi, donaci la forza di vivere gli uni per gli altri come ha fatto Gesù Cristo, Tuo Figlio e nostro Signore. In cambio Ti affidiamo, le gioie e le fatiche, le rinunce e gli atti di carità che siamo riusciti a fare in questo giorno e Ti ringraziamo con tutto il cuore per tutto quello che fai per noi e ci dai ogni giorno. Amen

ALMANACCO DEL 9 NOVEMBRE 2017

ALMANACCO DEL 9 NOVEMBRE 2017

Le pubblicazioni del calendario religioso di Maria Regina dell’Universo

————————————————————————––——————————

benedizione4MESSAGGIO DI P. PIO

PER IL 9 NOVEMBRE

Fate uso cristiano dei vostri soldi e dei vostri risparmi, e allora tanta miseria scomparirà e tanti corpi doloranti e tanti esseri afflitti troveranno sollievo e conforto (CE, 61).

Tratto da “Buona Giornata ” – Edizioni Padre Pio da Pietrelcina

———————————————————————–

INDICE

virgen-de-almudena-madrid1VERGINE DI ALMUDENA
Festa della dedicazione della Basilica Lateranense
APPARIZIONI DI METZ
Letture di giovedì 9 novembre 2017
B. Elisabetta della SS. Trinità
Beato Ludovico Morbioli
CORONCINA PER LE ANIME ABBANDONATE

————————————————-

IL MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE

“Non posso dare altri messaggi al gruppo finché non comincia a vivere veramente quelli già dati.”

(Tratto dal messaggio del 9 novembre 1984)

——————————————————————————-

virgen-de-almudena-madridVERGINE DI ALMUDENA

Madrid – 9 novembre 1085

Il 9 novembre si celebra la festa della patrona della città di Madrid,la Vergine di Almudena che vanta una storia molto misteriosa quanto antica, si dice infatti che Nicodemo la scolpì, che San Luca la dipinse e che Santiago (San Giacomo) l’ha portata in Spagna da Gerusalemme.

La storia e il video su http://biscobreak.altervista.org/2016/11/vergine-di-almudena/

————————————————————————–

FESTA della DEDICAZIONE della BASILICA LATERANENSE 

san-giovanni

9 Novembre

Nota come San Giovanni in Laterano, è la Cattedrale della diocesi di Roma, sita sul colle del Celio, e la sede ecclesiastica ufficiale del Papa ed è dedicata al SS Salvatore. E’ la madre di tutte le chiese, il simbolo della fede dei cristiani nei primi secoli, che sentivano la necessità di riunirsi in un luogo comune e consacrato per celebrare la Parola di Dio e i Sacri Misteri. La festa odierna, come ben evidenzia la liturgia, è la festa di tutte le chiese del mondo.

L’articolo su http://biscobreak.altervista.org/2013/11/festa-della-dedicazione-della-basilica-lateranense/

——————————————————————————-

APmetz-franciaPARIZIONI DI METZ

Francia – 9 novembre 1870

Metz, città ricca e potente, ha prosperato per circa 300 anni come una repubblica, una città libera all’interno del Sacro Romano Impero. Fino a quando nel 1500 la città fu posta sotto assedio da Enrico II che la conquistò ponendola sotto il controllo francese.  Il 9 novembre 1870 a Metz, come racconta la tradizione popolare, un fanciullo di 8 anni ebbe una breve apparizione di nostra amata Signora di La SaletteAnno in cui i tedeschi presero la città, insieme al resto della Lorena e dell’Alsazia nella guerra franco-prussiana. La città rimase tedesca fino alla fine della prima guerra mondiale.

——————————————————————————-

LETTURE DI GIOVEDÌ

9 novembre 2017

Festa della dedicazione della Basilica Lateranense

“…«Distruggete questo tempio e in tre giorni lo farò risorgere» …”

La preghiera del mattino e della sera, le letture e il commento su http://biscobreak.altervista.org/2017/11/letture-di-giovedi-9-novembre-2017/

————————————————————————–

B. ELISABETTA DELLA SS TRINITA’3B. Elisabetta della SS. Trinità

Carmelitana (1880-1906) 9 novembre 

Scrisse ad un amico: «Portiamo dentro di noi il paradiso, poiché colui che illumina i santi con la visione celeste si concede a noi nella fede e nel mistero, alla stessa maniera. …»

In “Briciole di luce” la storia, la video-storia, la preghiera e altri video su http://biscobreak.altervista.org/2013/11/beata-elisabetta-della-ss-trinita/

————————————————————————–

Beato Ludovico Morbioli

Beato ludovico

[1433-1485] 9 novembre 

Vi è un mistero dietro alla vita di questo beato bolognese. Una gioventù passata in allegria, una malattia che lo porta drasticamente ad un completo cambiamento di vita, si separa dalla moglie per vivere la povertà e la carità. Dopo la morte tanti miracoli, ma la sua tomba sparisce nella cattedrale di Bologna…

Su http://biscobreak.altervista.org/2013/11/beato-ludovico-morbioli/

————————————————————————–

PREGHIERE E PROPOSTE IN CORSO 

CORONCINA PER LE ANIME ABBANDONATE

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

O Dio, vieni a salvarmi.

Signore vieni presto in mio aiuto.

Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com’era nel principio ora e sempre nei secoli, dei secoli. Amen

mano di gesùI. Mio Redentore, adoro profondamente la piaga della tua Mano destra e Ti ringrazio per il dolore che in essa volesti soffrire per la nostra salvezza. In questa piaga racchiudo le Anime del Purgatorio abbandonate da tutti e particolarmente da coloro che utilizzano per loro fini egoistici il denaro da esse lasciato e che avrebbe dovuto essere impiegato in opere di carità o comunque in suffragi per loro sollievo. Dio eterno, Redentore e Padre delle nostre anime, Ti prego di consolare con la Tua infinita clemenza quelle povere Anime afflitte.

PADRE NOSTRO “Padre Nostro che sei nei cieli sia santificato il Tuo Nome, venga il Tuo Regno, sia fatta la Tua volontà come in cielo e così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano e rimetti a noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo ai nostri debitori e non ci indurre intentazione ma liberaci dal male. Amen”

AVE MARIA “Ave Maria piena di grazia il Signore è con te, Tu sei benedetta fra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno Gesù, Santa Maria Madre di Dio prega per noi peccatori adesso e nell’ora della nostra morte. Amen ”

mano sinistra di Cristo

L’ETERNO RIPOSO, dona a loro o Signore, risplenda ad essi la luce perpetua riposino in pace. Amen

II. Mio caro Gesù, adoro profondamente la piaga della tua Mano sinistra e Ti ringrazio per il dolore che in essa sopportasti per la nostra salvezza. In questa piaga racchiudo le Anime dei genitori abbandonati nel Purgatorio dai loro figli ingrati. Abbi compassione, eterna Sapienza increata, del dolore che soffrono queste Anime infelici nel vedersi abbandonate proprio da coloro che hanno amato e cresciuto.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

costatoIII. Mio Salvatore, adoro profondamente la Piaga del Tuo Costato che fu prodotta dalla lancia di un soldato dopo la Tua morte. In essa racchiudo le Anime dei poveri del mondo, a qualsiasi nazionalità appartengano. Al Tuo Cuore squarciato affido le Anime di coloro che sono vissuti nella fame e tra gli stenti e forse neppure ora hanno qualcuno che si occupi di loro e le aiuti.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

piedi2IV. Eterno Figlio fatto uomo per la mia liberazione, adoro profondamente la piaga del Tuo Piede destro e Ti ringrazio del dolore in essa sopportato per donarmi il paradiso. In questa Piaga racchiudo le Anime dei bambini vittime dell’aborto e comunque della violenza, accoglili tra le Tue braccia amorevoli e perdona anche i loro genitori e quelli che hanno perpetuato i delitti mostruosi contro gli innocenti perché come i Tuoi carnefici Gesù, non sapevano valutare l’enormità del peccato che stavano commettendo. Ricorda, Padre misericordioso, che sono anch’essi Tuoi figli amati.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

piede sinistroV. Eterno Figlio fatto uomo per donarci la vita, adoro profondamente la piaga del Tuo Piede sinistro e Ti ringrazio del tormento in essa sofferto per renderci felici. In questa piaga racchiudo le anime di coloro che hanno operato per la rovina delle famiglie, e quelle dei giovani che hanno impostato la loro vita nelle frivolezze, senza preoccuparsi dei valori sacri che la Tua legge ci propone. Gesù mio, se avessero conosciuto Te avrebbero potuto comprendere le meraviglie dell’amore vero e la dolcezza della Tua vicinanza, ma forse nessuno ha parlato loro della felicità e della pace che solo il Tuo amore sa dare. Abbi misericordia, Gesù, Dio-Amore, supplisci alle loro mancanze con il Tuo amore purissimo e lavale con il Tuo Sangue prezioso affinchè siano presto purificate e possano giungere a saziarsi della gioia senza fine.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

DE PROFUNDIS

purgatorioDal profondo a Te grido o Signore, Signore ascolta la mia voce. Siano i Tuoi orecchi attenti alla voce della mia preghiera. Se consideri le colpe, Signore, Signore chi potrà sussistere? Ma presso di Te è il perdono, perciò avremo il Tuo Timore. Io spero nel Signore, l’anima mia spera nella Sua parola, l’anima mia attende il Signore più che le sentinelle l’aurora. Israele attenda il Signore perchè presso il Signore è la Misericordia e grande presso di Lui la redenzione. Egli redimerà Israele da tutte le sue colpe.

Preghiamo:

Signore Gesù, per avvalorare maggiormente le nostre deboli suppliche, Ti preghiamo umilmente di offrire Tu stesso all’Eterno Padre il terribile dolore prodotto dalle Piaghe dei Piedi, delle Mani e del Costato, insieme col Sangue preziosissimo, con l’agonia e con la Tua morte. Preghiamo anche Te, addolorata Vergine Maria, di presentare al Padre insieme alla dolorosa passione del Tuo Figlio tanto amato, i sospiri, le lacrime e tutte le sofferenze che hai sofferto per le Sue pene, affinché, per i meriti del vostro dolore e del vostro amore, le anime che si trovano tra le fiamme del Purgatorio siano liberate e possano giungere in Cielo per cantare in eterno la divina misericordia. Amen.

INVOCAZIONI ALLE ANIME DEL PURGATORIO

anime_del_purgatorioEterno Iddio, Padre, Figlio e Spirito Santo, abbi pietà delle Anime purganti

RIT. Te ne supplichiamo, ascoltaci

Gesù mio, redentore amatissimo, abbi pietà delle Anime purganti. RIT

Gesù mio, per la tua potenza, assolvi quelle Anime RIT

Gesù mio, per la tua clemenza, salva le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua bontà, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua innocenza, purifica le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua umiltà, innalza a Te le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio , per la tua ubbidienza, solleva le Anime del Purgatorio RIT

anime purgatorio-3Gesù mio, per la tua carità, infiamma le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua umanità, non abbandonare le Anime dei Purgatorio

Gesù mio, per le tue lacrime, consola le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per le tue piaghe, sana le Anime dei Purgatorio RIT 

Gesù mio, per il tuo Sangue prezioso, lava le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero della tua vita laboriosa, dona il riposo alle Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero della tua passione e morte perdona alla Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero del tuo Cuore divino, aiuta le Anime del Purgatorio RITanime1

Gesù mio, per la verginità di Maria Santissima, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la divina Maternità di Maria, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per gli stenti e la povertà di Maria, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per l’amore che Ti portò Maria Santissima, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per le preghiere di tutti i Santi, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per tutte le opere buone che sono state fatte e si faranno nel mondo, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero della tua incarnazione, abbi compassione delle Anime dei Purgatorio RIT

Letture di giovedì 9 novembre 2017

LETTURE DI GIOVEDÌ

9 novembre 2017

Festa della dedicazione della Basilica Lateranense

Nota come San Giovanni in Laterano, è la Cattedrale della diocesi di Roma, … Le origini e la storia di questa festività.

“… «Distruggete questo tempio e in tre giorni lo farò risorgere»…”

virgen-de-almudena-madrid2VERGINE DI ALMUDENA

Madrid – 9 novembre 1085 – Il 9 novembre si celebra la festa della patrona della città di Madrid, la Vergine di Almudena che vanta una storia molto misteriosa quanto antica, si dice infatti che Nicodemo la scolpì, che San Luca la dipinse e che Santiago (San Giacomo) l’ha portata in Spagna da Gerusalemme. La storia e il video.

Beato Ludovico Morbioli

OLYMPUS DIGITAL CAMERAB. Elisabetta della SS. Trinità

Carmelitana (1880-1906) 9 novembre – Scrisse ad un amico: «Portiamo dentro di noi il paradiso, poiché colui che illumina i santi con la visione celeste si concede a noi nella fede e nel mistero, alla stessa maniera. …» In “Briciole di luce” la storia, la video-storia, la preghiera e altri video

Indulgenza plenaria al fedele che IL 9 NOVEMBRE visita la basilica e recita un Padre nostro e il Credo.

Vidi la città santa, la nuova Gerusalemme, scendere dal cielo, da Dio, preparata come una sposa adorna per il suo sposo.

PREGHIERA DEL MATTINO

O Padre, che prepari il tempio della tua gloria con pietre vive e scelte, effondi sulla Chiesa il tuo Santo Spirito, perché edifichi il popolo dei credenti che formerà la Gerusalemme del cielo. Per Cristo nostro Signore. Amen

PRIMA LETTURA

Ez 47, 1-2.8-9.12 – Dal libro del profeta Ezechièle

acqua viva

In quei giorni, [un uomo, il cui aspetto era come di bronzo,] mi condusse all’ingresso del tempio e vidi che sotto la soglia del tempio usciva acqua verso oriente,poiché la facciata del tempio era verso oriente. Quell’acqua scendeva sotto il lato destro del tempio, dalla parte meridionale dell’altare. Mi condusse fuori dalla porta settentrionale e mi fece girare all’esterno, fino alla porta esterna rivolta a oriente, e vidi che l’acqua scaturiva dal lato destro. Mi disse: «Queste acque scorrono verso la regione orientale, scendono nell’Àraba ed entrano nel mare: sfociate nel mare, ne risanano le acque. Ogni essere vivente che si muove dovunque arriva il torrente, vivrà: il pesce vi sarà abbondantissimo, perché dove giungono quelle acque, risanano, e là dove giungerà il torrente tutto rivivrà. Lungo il torrente, su una riva e sull’altra, crescerà ogni sorta di alberi da frutto, le cui foglie non appassiranno: i loro frutti non cesseranno e ogni mese matureranno, perché le loro acque sgorgano dal santuario. I loro frutti serviranno come cibo e le foglie come medicina».
C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

SALMO RESPONSORIALE

Sal 45

acqua4RIT: Un fiume rallegra la città di Dio.

Dio è per noi rifugio e fortezza, aiuto infallibile si è mostrato nelle angosce.  Perciò non temiamo se trema la terra,  se vacillano i monti nel fondo del mare.  RIT

Un fiume e i suoi canali rallegrano la città di Dio, la più santa delle dimore dell’Altissimo. Dio è in mezzo a essa: non potrà vacillare. Dio la soccorre allo spuntare dell’alba. RIT

Il Signore degli eserciti è con noi, nostro baluardo è il Dio di Giacobbe. Venite, vedete le opere del Signore, egli ha fatto cose tremende sulla terra. RIT

CANTO AL VANGELO

Alleluia, Alleluia.

Io mi sono scelto e ho consacrato questa casa perché il mio nome vi resti sempre.

Alleluia.

VANGELO

Gv 2, 13-22 – Dal Vangelo secondo Giovanni

scaccia-i-mercanti-dal-tempio

Si avvicinava la Pasqua dei Giudei e Gesù salì a Gerusalemme.
Trovò nel tempio gente che vendeva buoi, pecore e colombe e, là seduti, i cambiamonete.
Allora fece una frusta di cordicelle e scacciò tutti fuori del tempio, con le pecore e i buoi; gettò a terra il denaro dei cambiamonete e ne rovesciò i banchi, e ai venditori di colombe disse: «Portate via di qui queste cose e non fate della casa del Padre mio un mercato!». I suoi discepoli si ricordarono che sta scritto: «Lo zelo per la tua casa mi divorerà». Allora i Giudei presero la parola e gli dissero: «Quale segno ci mostri per fare queste cose?». Rispose loro Gesù:«Distruggete questo tempio e in tre giorni lo farò risorgere». Gli dissero allora i Giudei: «Questo tempio è stato costruito in quarantasei anni e tu in tre giorni lo farai risorgere?». Ma egli parlava del tempio del suo corpo. Quando poi fu risuscitato dai morti, i suoi discepoli si ricordarono che aveva detto questo, e credettero alla Scrittura e alla parola detta da Gesù.
C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

COMMENTO

La madre di tutte le chiese…

scaccia i mercanti cecco_del_caravaggioDa sempre l’uomo religioso ha cercato in tutti i modi di rendere presente e visibile la divinità, anche quando la fede dettava loro che si tratta di un Dio  invisibile ed inaccessibile alle umane facoltà. Il popolo eletto, per volere divino,  costruì il famoso tempio di Gerusalemme per dare una dimora a Dio, godere della sua presenza e testimoniare la reciproca fedeltà all’alleanza. Nella cristianità, la chiesa, nuovo tempio del Dio tra noi, ha assunto un significato più profondo: è il luogo dove i fedeli cèlebrano, in comunione di fede, i divini misteri, dove Diostesso si rende presente in mezzo a noi per intessere un dialogo perenne con i suoi figli e dove, sotto le specie eucaristiche, li nutre con il suo corpo e il suo sangue. È il luogo dove i misteri divini si svelano nelle celebrazioni liturgiche e dove la chiesa come edificio rende visibile la Chiesa vera, quella intesa come comunione di fedeli che, in Cristo sperimentano la fraternità. È perciò anche il luogo della festa, che trova la più sublime espressione nella celebrazione eucaristica, memoriale della morte e risurrezione del Signore. Oggi celebriamo la dedicazione della Basilica di San Giovanni in Laterano, la cattedrale di Roma, madre di tutte le chiese, e cattedrale del PapaÈ il segno, visibile,come proclama il vangelo di oggi, della universalità e della apostolicità della Chiesa, che ci vede tutti uniti nell’unico corpo di Cristo, come adoratori in spirito e verità. (Preparato dai giovani monaci del monastero di S.Vincenzo Martire)

PREGHIERA DELLA SERA

preghieraIn comunione con la Chiesa di Roma che presiede nella carità, visibilmente espressa nel segno del tempio, Ti innalziamo o Signore le nostre preghiere e Ti chiediamo di santificare la Tua Chiesa. In cambio Ti affidiamo, le gioie e le fatiche, le rinunce e gli atti di carità che siamo riusciti a fare in questo giorno e Ti ringraziamo con tutto il cuore per tutto quello che fai per noi e ci dai ogni giorno. O Dio, nostro Padre, che nel Tuo Figlio fatto uomo hai costruito il nuovo tempio della Tua gloria, stabilisci in noi la dimora del Tuo Spirito e trasforma in sorgente di benedizione la nostra comune preghiera. Per Cristo nostro Signore. Amen.

 

ALMANACCO DELL’8 NOVEMBRE 2017

ALMANACCO DELL’8 NOVEMBRE 2017

Le pubblicazioni del calendario religioso di Maria Regina dell’Universo

————————————————————————––——————————

sorriso38MESSAGGIO DI P. PIO

PER L’8 NOVEMBRE

Siate come piccole api spirituali, le quali non portano nel loro alveare altro che miele e cera. La vostra casa sia tutta piena di dolcezza, di pace, di concordia, di umiltà e di pietà per la vostra conversazione (Epist. III, p.563).

Tratto da “Buona Giornata ” – Edizioni Padre Pio da Pietrelcina

———————————————————————–

INDICEven-p-domenico-di-gesu-e-maria

S. MARIA DELLA VITTORIA
Letture di mercoledì 8 novembre 2017
B. Giovanni Duns Scoto
Eriberto Frass de Friedenfeldt
CORONA DELLE LACRIME DELLA MADONNA
CORONCINA PER LE ANIME ABBANDONATE

————————————————-

IL MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE

“… Voi non siete consapevoli dei messaggi … Vi sta elargendo grandi doni … Pregate affinché lo Spirito Santo vi illumini. Se voi doveste rendervi conto di quanta misericordia Dio vi dà preghereste senza fine. …”

(Tratto dal messaggio del 8 novembre 1984)

——————————————————————————-

s-maria-della-vittoriaS. MARIA DELLA VITTORIA

Roma – 8 novembre 1620

L’8 novembre 1620, gli eserciti cattolici attribuirono la vittoria contro i protestanti per il controllo di Boemia ad un piccolo quadro della Vergine e pastori adoranti il neonato Gesù, salvato dalla violenza iconoclasta che gli aveva forato gli occhi di tutti tranne del bambino. Il dipinto originale fu bruciato e ora ne è rimasta una copia.

La storia del miracolo e la nascita della chiesa con la famosa transverberazione di Santa Teresa d’Avila su http://biscobreak.altervista.org/2016/11/s-maria-della-vittoria/

——————————————————————————-

LETTURE DI MERCOLEDÌ

8 novembre 2017

XXXI Settimana del Tempo Ordinario (Anno I)

“…Colui che non porta la propria croce e non viene dietro a me, non può essere mio discepolo. …”

La preghiera del mattino e della sera, le letture e il commento su http://biscobreak.altervista.org/2017/11/letture-di-mercoledi-8-novembre-2017/

————————————————————————–

Beato_Giovanni_Duns_Scoto[1]B. Giovanni Duns Scoto

Dottore della chiesa (ca. 1265-1308) 8 novembre

Poichè grande sostenitore del dogma dell’Immacolata Concezione di Maria, gli fu dato il titolo aggiuntivo di “doctor marianus. Fu un vero francescano in quanto, attraverso lo studio e le parole, espresse il fondamento teologico dell’amore e della gioia della creazione di S. Francesco

In “Briciole di luce” la storia e la video-storia  su  http://biscobreak.altervista.org/2013/11/beato-giovanni-duns-scoto/

——————————————————————————-

eriberto-frass-de-friedenfeldtEriberto Frass de Friedenfeldt

Fanciullo (1903 – 1917) 8 novembre 

Un ragazzo di 15 anni che si era riproposto di diventare un piccolo San Luigi. Amava cantare e suonare con il suo violino lodi al Signore come il giovane Davide, eppure il Signore lo proverà maggiormente proprio nella voce.

La storia su http://biscobreak.altervista.org/2016/11/eriberto-frass-de-friedenfeldt/

————————————————————————– 

CORONA DELLE LACRIME DELLA MADONNA

lacrimeL’8 Novembre 1929 suor Amalia si inginocchiò a faccia in giù stendendo le braccia verso Gesù nel tabernacolo. Dopo la sua supplica Gesù le rispose: “Se Lei vuole ricevere questi favori, chieda a Me per intercessione delle lacrime di Mia Madre”.

La corona delle lacrime su  http://biscobreak.altervista.org/2015/11/corona-delle-lacrime-di-maria-ss/

——————————————————————————-

PREGHIERE E PROPOSTE IN CORSO 

CORONCINA PER LE ANIME ABBANDONATE

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

O Dio, vieni a salvarmi.

Signore vieni presto in mio aiuto.

Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com’era nel principio ora e sempre nei secoli, dei secoli. Amen

mano di gesùI. Mio Redentore, adoro profondamente la piaga della tua Mano destra e Ti ringrazio per il dolore che in essa volesti soffrire per la nostra salvezza. In questa piaga racchiudo le Anime del Purgatorio abbandonate da tutti e particolarmente da coloro che utilizzano per loro fini egoistici il denaro da esse lasciato e che avrebbe dovuto essere impiegato in opere di carità o comunque in suffragi per loro sollievo. Dio eterno, Redentore e Padre delle nostre anime, Ti prego di consolare con la Tua infinita clemenza quelle povere Anime afflitte.

PADRE NOSTRO “Padre Nostro che sei nei cieli sia santificato il Tuo Nome, venga il Tuo Regno, sia fatta la Tua volontà come in cielo e così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano e rimetti a noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo ai nostri debitori e non ci indurre intentazione ma liberaci dal male. Amen”

AVE MARIA “Ave Maria piena di grazia il Signore è con te, Tu sei benedetta fra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno Gesù, Santa Maria Madre di Dio prega per noi peccatori adesso e nell’ora della nostra morte. Amen ”

mano sinistra di Cristo

L’ETERNO RIPOSO, dona a loro o Signore, risplenda ad essi la luce perpetua riposino in pace. Amen

II. Mio caro Gesù, adoro profondamente la piaga della tua Mano sinistra e Ti ringrazio per il dolore che in essa sopportasti per la nostra salvezza. In questa piaga racchiudo le Anime dei genitori abbandonati nel Purgatorio dai loro figli ingrati. Abbi compassione, eterna Sapienza increata, del dolore che soffrono queste Anime infelici nel vedersi abbandonate proprio da coloro che hanno amato e cresciuto.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

costatoIII. Mio Salvatore, adoro profondamente la Piaga del Tuo Costato che fu prodotta dalla lancia di un soldato dopo la Tua morte. In essa racchiudo le Anime dei poveri del mondo, a qualsiasi nazionalità appartengano. Al Tuo Cuore squarciato affido le Anime di coloro che sono vissuti nella fame e tra gli stenti e forse neppure ora hanno qualcuno che si occupi di loro e le aiuti.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

piedi2IV. Eterno Figlio fatto uomo per la mia liberazione, adoro profondamente la piaga del Tuo Piede destro e Ti ringrazio del dolore in essa sopportato per donarmi il paradiso. In questa Piaga racchiudo le Anime dei bambini vittime dell’aborto e comunque della violenza, accoglili tra le Tue braccia amorevoli e perdona anche i loro genitori e quelli che hanno perpetuato i delitti mostruosi contro gli innocenti perché come i Tuoi carnefici Gesù, non sapevano valutare l’enormità del peccato che stavano commettendo. Ricorda, Padre misericordioso, che sono anch’essi Tuoi figli amati.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

piede sinistroV. Eterno Figlio fatto uomo per donarci la vita, adoro profondamente la piaga del Tuo Piede sinistro e Ti ringrazio del tormento in essa sofferto per renderci felici. In questa piaga racchiudo le anime di coloro che hanno operato per la rovina delle famiglie, e quelle dei giovani che hanno impostato la loro vita nelle frivolezze, senza preoccuparsi dei valori sacri che la Tua legge ci propone. Gesù mio, se avessero conosciuto Te avrebbero potuto comprendere le meraviglie dell’amore vero e la dolcezza della Tua vicinanza, ma forse nessuno ha parlato loro della felicità e della pace che solo il Tuo amore sa dare. Abbi misericordia, Gesù, Dio-Amore, supplisci alle loro mancanze con il Tuo amore purissimo e lavale con il Tuo Sangue prezioso affinchè siano presto purificate e possano giungere a saziarsi della gioia senza fine.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

DE PROFUNDIS

purgatorioDal profondo a Te grido o Signore, Signore ascolta la mia voce. Siano i Tuoi orecchi attenti alla voce della mia preghiera. Se consideri le colpe, Signore, Signore chi potrà sussistere? Ma presso di Te è il perdono, perciò avremo il Tuo Timore. Io spero nel Signore, l’anima mia spera nella Sua parola, l’anima mia attende il Signore più che le sentinelle l’aurora. Israele attenda il Signore perchè presso il Signore è la Misericordia e grande presso di Lui la redenzione. Egli redimerà Israele da tutte le sue colpe.

Preghiamo:

Signore Gesù, per avvalorare maggiormente le nostre deboli suppliche, Ti preghiamo umilmente di offrire Tu stesso all’Eterno Padre il terribile dolore prodotto dalle Piaghe dei Piedi, delle Mani e del Costato, insieme col Sangue preziosissimo, con l’agonia e con la Tua morte. Preghiamo anche Te, addolorata Vergine Maria, di presentare al Padre insieme alla dolorosa passione del Tuo Figlio tanto amato, i sospiri, le lacrime e tutte le sofferenze che hai sofferto per le Sue pene, affinché, per i meriti del vostro dolore e del vostro amore, le anime che si trovano tra le fiamme del Purgatorio siano liberate e possano giungere in Cielo per cantare in eterno la divina misericordia. Amen.

INVOCAZIONI ALLE ANIME DEL PURGATORIO

anime_del_purgatorioEterno Iddio, Padre, Figlio e Spirito Santo, abbi pietà delle Anime purganti

RIT. Te ne supplichiamo, ascoltaci

Gesù mio, redentore amatissimo, abbi pietà delle Anime purganti. RIT

Gesù mio, per la tua potenza, assolvi quelle Anime RIT

Gesù mio, per la tua clemenza, salva le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua bontà, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua innocenza, purifica le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua umiltà, innalza a Te le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio , per la tua ubbidienza, solleva le Anime del Purgatorio RIT

anime purgatorio-3Gesù mio, per la tua carità, infiamma le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua umanità, non abbandonare le Anime dei Purgatorio

Gesù mio, per le tue lacrime, consola le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per le tue piaghe, sana le Anime dei Purgatorio RIT 

Gesù mio, per il tuo Sangue prezioso, lava le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero della tua vita laboriosa, dona il riposo alle Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero della tua passione e morte perdona alla Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero del tuo Cuore divino, aiuta le Anime del Purgatorio RITanime1

Gesù mio, per la verginità di Maria Santissima, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la divina Maternità di Maria, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per gli stenti e la povertà di Maria, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per l’amore che Ti portò Maria Santissima, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per le preghiere di tutti i Santi, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per tutte le opere buone che sono state fatte e si faranno nel mondo, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero della tua incarnazione, abbi compassione delle Anime dei Purgatorio RIT

Letture di mercoledì 8 novembre 2017

LETTURE DI MERCOLEDÌ

8 novembre 2017

XXXI Settimana del Tempo Ordinario (Anno I)

“…Colui che non porta la propria croce e non viene dietro a me, non può essere mio discepolo. …”

s-maria-della-vittoriaS. MARIA DELLA VITTORIA

Roma – 8 novembre 1620 – L’8 novembre 1620, gli eserciti cattolici attribuirono la vittoria contro i protestanti per il controllo di Boemia ad un piccolo quadro della Vergine e pastori adoranti il neonato Gesù, salvato dalla violenza iconoclasta che gli aveva forato gli occhi di tutti tranne del bambino. Il dipinto originale fu bruciato e ora ne è rimasta una copia. La storia del miracolo, un video e la nascita della chiesa con la famosa transverberazione di Santa Teresa d’Avila.

Beato_Giovanni_Duns_Scoto[1]

B. Giovanni Duns Scoto

Dottore della chiesa (ca. 1265-1308) 8 novembre – Poichè grande sostenitore del dogma dell’Immacolata Concezione di Maria, gli fu dato il titolo aggiuntivo di “doctor marianus. Fu un vero francescano in quanto, attraverso lo studio e le parole, espresse il fondamento teologico dell’amore e della gioia della creazione di S. Francesco In “Briciole di luce” la storia e la video-storia.

Non abbandonarmi, Signore mio Dio, da me non stare lontano; vieni presto in mio aiuto, Signore, mia salvezza. 

PREGHIERA DEL MATTINO

Dio onnipotente e misericordioso, tu solo puoi dare ai tuoi fedeli il dono di servirti in modo lodevole e degno; fa’ che camminiamo senza ostacoli verso i beni da te promessi. Per Cristo Nostro Signore. Amen

PRIMA LETTURA

Rm 13, 8-10 – Dalla lettera di San Paolo apostolo ai Romani

Fratelli, non siate debitori di nulla a nessuno, se non dell’amore vicendevole; perché chi ama l’altro ha adempiuto la Legge. Infatti: «Non commetterai adulterio, non ucciderai, non ruberai, non desidererai», e qualsiasi altro comandamento, si ricapitola in questa parola: «Amerai il tuo prossimo come te stesso». La carità non fa alcun male al prossimo: pienezza della Legge infatti è la carità.

C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

SALMO RESPONSORIALE

Sal.111

RITFelice l’uomo pietoso, che dona ai poveri.

Beato l’uomo che teme il Signore e nei suoi precetti trova grande gioia. Potente sulla terra sarà la sua stirpe, la discendenza degli uomini retti sarà benedetta. RIT

Spunta nelle tenebre, luce per gli uomini retti: misericordioso, pietoso e giusto. Felice l’uomo pietoso che dà in prestito, amministra i suoi beni con giustizia. RIT

Egli dona largamente ai poveri, la sua giustizia rimane per sempre, la sua fronte s’innalza nella gloria. RIT

CANTO AL VANGELO

Alleluia, Alleluia.

Beati voi, se venite insultati per il nome di Cristo, perché lo Spirito di Dio riposa su di voi.

Alleluia.

VANGELO

Lc 14, 25-33 – Dal Vangelo secondo Luca

S. croce6

In quel tempo, una folla numerosa andava con Gesù. Egli si voltò e disse loro: «Se uno viene a me e non mi ama più di quanto ami suo padre, la madre, la moglie, i figli, i fratelli, le sorelle e perfino la propria vita, non può essere mio discepolo. Colui che non porta la propria croce e non viene dietro a me, non può essere mio discepolo. Chi di voi, volendo costruire una torre, non siede prima a calcolare la spesa e a vedere se ha i mezzi per portarla a termine? Per evitare che, se getta le fondamenta e non è in grado di finire il lavoro, tutti coloro che vedono comincino a deriderlo, dicendo: “Costui ha iniziato a costruire, ma non è stato capace di finire il lavoro”. Oppure quale re, partendo in guerra contro un altro re, non siede prima a esaminare se può affrontare con diecimila uomini chi gli viene incontro con ventimila? Se no, mentre l’altro è ancora lontano, gli manda dei messaggeri per chiedere pace. Così chiunque di voi non rinuncia a tutti i suoi averi, non può essere mio discepolo».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

COMMENTO

Un dono senza riserve…

Croce6 (1)

È duro il linguaggio che Gesù usa per invitare i suoi e tutti noi a seguirlo in modo totale: egli esige un superamento radicale da ogni legame terreno, anche dagli affetti più spontanei. Arriva a dirci che dobbiamo avere una interiore disposizione a dare perfino la nostra vita, se questa ci viene richiesta, come testimonianza di fedeltà a lui. Per nostra fortuna abbiamo esempi luminosissimi ed innumerevoli di sante e di santi, di martiri e di eroi, che con tutta la loro vita hanno testimoniato la loro completa dedizione al Signore. Possiamo dunque dedurre alla luce della storia che la radicalità evangelica, per quanto difficile, è comunque praticabile con la forza della fede, l’intensità dell’amore a Dio e soprattutto con la sua grazia.Sono ancora tanti e tante a lasciare tutto per seguire Cristo ed affermare concretamente il suo primato. Nonostante la crisi di vocazioni religiose e sacerdotali, sono ancora migliaia e migliaia nel mondo le persone che, sulla scìa dei primi discepoli e sull’esempio di Cristo, obbediente, povero e casto, lasciano tutto, ma veramente tutto, per dare la vita a lui. Il materialismo, il consumismo, la brama dei beni terreni, distolgono ai nostri giorni dalla sequela del Signore: ci vogliono fede e coraggio non comuni per lasciare tutto ciò che il mondo può offrire, cedere volontariamente ad una povertà totale e sperare solo nei beni futuri. Il mondo ha comunque urgentissimo bisogno di esempi chiari di distacco dalle cose materiali e di una visione più spirituale della vita. È il ruolo a cui il Signore ha chiamato i monaci e tutta la schiera dei consacrati. (Preparato dai giovani monaci del monastero di S.Vincenzo Martire)

PREGHIERA DELLA SERA

La croceAltissimo Signore, il Tuo popolo è in cammino nella valle delle prove dove s’attarda,  si stanca, si ferisce. Sostienilo, Padre, con la fede incrollabile di Abramo, la fortezza di Mosè, la saggezza di Salomone. In cambio Ti affidiamo, le gioie e le fatiche, le rinunce e gli atti di carità che siamo riusciti a fare in questo giorno e Ti ringraziamo con tutto il cuore per tutto quello che fai per noi e ci dai ogni giorno. Amen

ALMANACCO DEL 7 NOVEMBRE 2017

ALMANACCO DEL 7 NOVEMBRE 2017

Le pubblicazioni del calendario religioso di Maria Regina dell’Universo

————————————————————————––——————————

medicoMESSAGGIO DI P. PIO

PER IL 7 NOVEMBRE

Anche voi – medici – siete venuti al mondo, come sono venuto io, con una missione da compiere. Badate: vi parlo di doveri in un momento in cui tutti parlano di diritti… Voi avete la missione di curare il malato; ma se al letto del malato non portate l’amore, non credo che i farmaci servano molto… L’amore non può fare a meno della parola. Voi come potreste esprimerlo se non con parole che sollevino spiritualmente il malato?… Portate Dio ai malativarrà di più di qualsiasi altra cura (LCS, 5-V-58, p.28).

Tratto da “Buona Giornata ” – Edizioni Padre Pio da Pietrelcina

———————————————————————–

INDICE

Maria_Santissima_Avvocata_sopra_MaioriMARIA SS AVVOCATA
Mariensäule
Letture di martedì 7 novembre 2017
San Villibrordo
CORONCINA PER LE ANIME ABBANDONATE

————————————————-

IL MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE

“… Vi invito all’amore verso il prossimo, soprattutto verso quelli i quali vi provocano il male … con l’amore potete fare anche quello che vi sembra impossibile. ..”

(Tratto dal messaggio del 7 novembre 1985)

——————————————————————————-

MMaria_Santissima_Avvocata_sopra_MaioriARIA SS AVVOCATA

Badia di Cava (Salerno – Italia) Novembre 1470

Nel novembre del 1470 la Vergine apparve al pastore Gabriele Cinnamo. Questi, misteriosamente guidato da una colomba si recò in un antro del colle, chiamato monte Falesio, ed ebbe due visioni della Madonna che gli chiese l’edificazione di una chiesa in suo onore.

La storia su http://biscobreak.altervista.org/2013/11/maria-ss-avvocata/

———————————————————————–

Mariensäulemariensaule

7 novembre 1638

La Mariensäule ovvero la Colonna della Madonna posta al centro della Marienplatz a Monaco di Baviera è la Patrona del paese. Questa colonna con in cima la statua dorata della vergine fu fatta costruire in ringraziamento dal Principe Massimiliano I.

L’articolo su http://biscobreak.altervista.org/2016/11/mariensaule/

——————————————————————————-

LETTURE DI MARTEDÌ

7 novembre 2017

XXXI Settimana del Tempo Ordinario (Anno I)

“…«Beato chi prenderà cibo nel regno di Dio!». …”

La preghiera del mattino e della sera, le letture e il commento su http://biscobreak.altervista.org/2017/11/letture-di-martedi-7-novembre-2017/

————————————————————————–

S. VILLIBRORDOSAN VILLIBRORDO

vescovo [658-739] 7 novembre

 Villibrordo fu senza alcun dubbio una delle figure più interessanti nella Chiesa del VII-VIII secolo, dato che fu il primo a introdurre la tradizione cristiana della Northumbria nel continente, inaugurando un secolo caratterizzato dall’influenza inglese in Europa. Esistono moltissime informazioni sui suoi miracoli e ma poche sul suo operato. 

In “Briciole di luce” la storia su  http://biscobreak.altervista.org/2013/11/san-villibrordo/

——————————————————————————-

PREGHIERE E PROPOSTE IN CORSO

CORONCINA PER LE ANIME ABBANDONATE

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

O Dio, vieni a salvarmi.

Signore vieni presto in mio aiuto.

Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com’era nel principio ora e sempre nei secoli, dei secoli. Amen

mano di gesùI. Mio Redentore, adoro profondamente la piaga della tua Mano destra e Ti ringrazio per il dolore che in essa volesti soffrire per la nostra salvezza. In questa piaga racchiudo le Anime del Purgatorio abbandonate da tutti e particolarmente da coloro che utilizzano per loro fini egoistici il denaro da esse lasciato e che avrebbe dovuto essere impiegato in opere di carità o comunque in suffragi per loro sollievo. Dio eterno, Redentore e Padre delle nostre anime, Ti prego di consolare con la Tua infinita clemenza quelle povere Anime afflitte.

PADRE NOSTRO “Padre Nostro che sei nei cieli sia santificato il Tuo Nome, venga il Tuo Regno, sia fatta la Tua volontà come in cielo e così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano e rimetti a noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo ai nostri debitori e non ci indurre intentazione ma liberaci dal male. Amen”

AVE MARIA “Ave Maria piena di grazia il Signore è con te, Tu sei benedetta fra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno Gesù, Santa Maria Madre di Dio prega per noi peccatori adesso e nell’ora della nostra morte. Amen ”

mano sinistra di Cristo

L’ETERNO RIPOSO, dona a loro o Signore, risplenda ad essi la luce perpetua riposino in pace. Amen

II. Mio caro Gesù, adoro profondamente la piaga della tua Mano sinistra e Ti ringrazio per il dolore che in essa sopportasti per la nostra salvezza. In questa piaga racchiudo le Anime dei genitori abbandonati nel Purgatorio dai loro figli ingrati. Abbi compassione, eterna Sapienza increata, del dolore che soffrono queste Anime infelici nel vedersi abbandonate proprio da coloro che hanno amato e cresciuto.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

costatoIII. Mio Salvatore, adoro profondamente la Piaga del Tuo Costato che fu prodotta dalla lancia di un soldato dopo la Tua morte. In essa racchiudo le Anime dei poveri del mondo, a qualsiasi nazionalità appartengano. Al Tuo Cuore squarciato affido le Anime di coloro che sono vissuti nella fame e tra gli stenti e forse neppure ora hanno qualcuno che si occupi di loro e le aiuti.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

piedi2IV. Eterno Figlio fatto uomo per la mia liberazione, adoro profondamente la piaga del Tuo Piede destro e Ti ringrazio del dolore in essa sopportato per donarmi il paradiso. In questa Piaga racchiudo le Anime dei bambini vittime dell’aborto e comunque della violenza, accoglili tra le Tue braccia amorevoli e perdona anche i loro genitori e quelli che hanno perpetuato i delitti mostruosi contro gli innocenti perché come i Tuoi carnefici Gesù, non sapevano valutare l’enormità del peccato che stavano commettendo. Ricorda, Padre misericordioso, che sono anch’essi Tuoi figli amati.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

piede sinistroV. Eterno Figlio fatto uomo per donarci la vita, adoro profondamente la piaga del Tuo Piede sinistro e Ti ringrazio del tormento in essa sofferto per renderci felici. In questa piaga racchiudo le anime di coloro che hanno operato per la rovina delle famiglie, e quelle dei giovani che hanno impostato la loro vita nelle frivolezze, senza preoccuparsi dei valori sacri che la Tua legge ci propone. Gesù mio, se avessero conosciuto Te avrebbero potuto comprendere le meraviglie dell’amore vero e la dolcezza della Tua vicinanza, ma forse nessuno ha parlato loro della felicità e della pace che solo il Tuo amore sa dare. Abbi misericordia, Gesù, Dio-Amore, supplisci alle loro mancanze con il Tuo amore purissimo e lavale con il Tuo Sangue prezioso affinchè siano presto purificate e possano giungere a saziarsi della gioia senza fine.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

DE PROFUNDIS

purgatorioDal profondo a Te grido o Signore, Signore ascolta la mia voce. Siano i Tuoi orecchi attenti alla voce della mia preghiera. Se consideri le colpe, Signore, Signore chi potrà sussistere? Ma presso di Te è il perdono, perciò avremo il Tuo Timore. Io spero nel Signore, l’anima mia spera nella Sua parola, l’anima mia attende il Signore più che le sentinelle l’aurora. Israele attenda il Signore perchè presso il Signore è la Misericordia e grande presso di Lui la redenzione. Egli redimerà Israele da tutte le sue colpe.

Preghiamo:

Signore Gesù, per avvalorare maggiormente le nostre deboli suppliche, Ti preghiamo umilmente di offrire Tu stesso all’Eterno Padre il terribile dolore prodotto dalle Piaghe dei Piedi, delle Mani e del Costato, insieme col Sangue preziosissimo, con l’agonia e con la Tua morte. Preghiamo anche Te, addolorata Vergine Maria, di presentare al Padre insieme alla dolorosa passione del Tuo Figlio tanto amato, i sospiri, le lacrime e tutte le sofferenze che hai sofferto per le Sue pene, affinché, per i meriti del vostro dolore e del vostro amore, le anime che si trovano tra le fiamme del Purgatorio siano liberate e possano giungere in Cielo per cantare in eterno la divina misericordia. Amen.

INVOCAZIONI ALLE ANIME DEL PURGATORIO

anime_del_purgatorioEterno Iddio, Padre, Figlio e Spirito Santo, abbi pietà delle Anime purganti

RIT. Te ne supplichiamo, ascoltaci

Gesù mio, redentore amatissimo, abbi pietà delle Anime purganti. RIT

Gesù mio, per la tua potenza, assolvi quelle Anime RIT

Gesù mio, per la tua clemenza, salva le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua bontà, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua innocenza, purifica le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua umiltà, innalza a Te le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio , per la tua ubbidienza, solleva le Anime del Purgatorio RIT

anime purgatorio-3Gesù mio, per la tua carità, infiamma le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua umanità, non abbandonare le Anime dei Purgatorio

Gesù mio, per le tue lacrime, consola le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per le tue piaghe, sana le Anime dei Purgatorio RIT 

Gesù mio, per il tuo Sangue prezioso, lava le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero della tua vita laboriosa, dona il riposo alle Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero della tua passione e morte perdona alla Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero del tuo Cuore divino, aiuta le Anime del Purgatorio RITanime1

Gesù mio, per la verginità di Maria Santissima, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la divina Maternità di Maria, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per gli stenti e la povertà di Maria, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per l’amore che Ti portò Maria Santissima, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per le preghiere di tutti i Santi, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per tutte le opere buone che sono state fatte e si faranno nel mondo, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero della tua incarnazione, abbi compassione delle Anime dei Purgatorio RIT

Letture di martedì 7 novembre 2017

LETTURE DI MARTEDÌ

7 novembre 2017

XXXI Settimana del Tempo Ordinario (Anno I)

“…«Beato chi prenderà cibo nel regno di Dio!». …”

Mariensäule

avvocataMARIA SS AVVOCATA

Badia di Cava (Salerno – Italia) Novembre 1470 – Nel novembre del 1470 la Vergine apparve al pastore Gabriele Cinnamo. Questi, misteriosamente guidato da una colomba si recò in un antro del colle, chiamato monte Falesio, ed ebbe due visioni della Madonna che gli chiese l’edificazione di una chiesa in suo onore. La storia delle apparizioni e del santuario. La storia del miracolo su IL PIANTO DELLA MADONNA AVVOCATA

S. VILLIBRORDOSAN VILLIBRORDO

vescovo [658-739] 7 novembre – Villibrordo fu senza alcun dubbio una delle figure più interessanti nella Chiesa del VII-VIII secolo, dato che fu il primo a introdurre la tradizione cristiana della Northumbria nel continente, inaugurando un secolo caratterizzato dall’influenza inglese in Europa. Esistono moltissime informazioni sui suoi miracoli e ma poche sul suo operato. 

Non abbandonarmi, Signore mio Dio, da me non star lontano; vieni presto in mio aiuto, Signore, mia salvezza. 

PREGHIERA DEL MATTINO

Dio onnipotente e misericordioso, tu solo puoi dare ai tuoi fedeli il dono di servirti in modo lodevole e degno; fa’ che camminiamo senza ostacoli verso i beni da te promessi. Per Cristo nostro Signore . Amen.

PRIMA LETTURA

Rm 12, 5-16 – Dalla lettera di San Paolo apostolo ai Romani

Mondo- mani- carità

Fratelli, noi, pur essendo molti, siamo un solo corpo in Cristo e, ciascuno per la sua parte, siamo membra gli uni degli altri. Abbiamo doni diversi secondo la grazia data a ciascuno di noi: chi ha il dono della profezia la eserciti secondo ciò che detta la fede; chi ha un ministero attenda al ministero; chi insegna si dedichi all’insegnamento; chi esorta si dedichi all’esortazione. Chi dona, lo faccia con semplicità; chi presiede, presieda con diligenza; chi fa opere di misericordia, le compia con gioia. La carità non sia ipocrita: detestate il male, attaccatevi al bene; amatevi gli uni gli altri con affetto fraterno, gareggiate nello stimarvi a vicenda. Non siate pigri nel fare il bene, siate invece ferventi nello spirito; servite il Signore. Siate lieti nella speranza, costanti nella tribolazione, perseveranti nella preghiera. Condividete le necessità dei santi; siate premurosi nell’ospitalità. Benedite coloro che vi perseguitano, benedite e non maledite. Rallegratevi con quelli che sono nella gioia; piangete con quelli che sono nel pianto. Abbiate i medesimi sentimenti gli uni verso gli altri; non nutrite desideri di grandezza; volgetevi piuttosto a ciò che è umile.

C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

SALMO RESPONSORIALECristo-con-un-bimbo-in-braccio-

Sal.130

RITCustodiscimi, Signore, nella pace.

Signore, non si esalta il mio cuore né i miei occhi guardano in alto; non vado cercando cose grandi né meraviglie più alte di me. RIT

Io invece resto quieto e sereno: come un bimbo svezzato in braccio a sua madre,come un bimbo svezzato è in me l’anima mia. RIT

Israele attenda il Signore, da ora e per sempre. RIT

CANTO AL VANGELO

Alleluia, Alleluia.

Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro, dice il Signore.

Alleluia.

VANGELO

Lc 14, 15-24 – Dal Vangelo secondo Luca

banchetto

In quel tempo, uno dei commensali, avendo udito questo, disse a Gesù: «Beato chi prenderà cibo nel regno di Dio!». Gli rispose: «Un uomo diede una grande cena e fece molti inviti. All’ora della cena, mandò il suo servo a dire agli invitati: “Venite, è pronto”. Ma tutti, uno dopo l’altro, cominciarono a scusarsi. Il primo gli disse: “Ho comprato un campo e devo andare a vederlo; ti prego di scusarmi”. Un altro disse: “Ho comprato cinque paia di buoi e vado a provarli; ti prego di scusarmi”. Un altro disse: “Mi sono appena sposato e perciò non posso venire”. Al suo ritorno il servo riferì tutto questo al suo padrone. Allora il padrone di casa, adirato, disse al servo: “Esci subito per le piazze e per le vie della città e conduci qui i poveri, gli storpi, i ciechi e gli zoppi”. Il servo disse: “Signore, è stato fatto come hai ordinato, ma c’è ancora posto”. Il padrone allora disse al servo: “Esci per le strade e lungo le siepi e costringili ad entrare, perché la mia casa si riempia. Perché io vi dico: nessuno di quelli che erano stati invitati gusterà la mia cena”».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

COMMENTO

Quando le faccende del mondo ci distoglie dalle nozze con Cristo.

parabola regno di dio - banchetto

Sono ancora tantissimi i cosiddetti fedeli chi si dichiarano talmente affaccendati al punto di non avere più tempo da dedicare al Signore e ai propri doveri religiosi. C’è da credere invece che l’invito è di primaria importanza, è un invito a partecipare all’intimità con Dio, è un invito alle nozze con Cristo; è lui lo sposo tanto atteso e desiderato e ora misconosciuto e rifiutato. Le scuse che ancora oggi vengono addotte per giustificarsi non sono sostanzialmente diverse da quelle degli invitati alle nozze del vangelo di oggi; cambiano i mestieri e il tipo di occupazione, ma tutti sono ugualmente presi e coinvolti dalle mille faccende della vita presente. Il loro tempo e stracolmo di impegni per le “cose” da fare, per cui non c’è più spazio per il Signore. Così molti posti rimangono vuoti: perché gli invitati hanno ben altro da fare! Così accade che i prediletti rimangono nelle strade del mondo e al loro posto vengono invitati ciechi, storpi e zoppi. Il Signore non si rassegna mai ai rifiuti degli uomini. Proprio dal rifiuto degli “eletti” la fede è giunta fino a noi. Ora comprendiamo meglio la frase evangelica “gli ultimi saranno i primi”! Anche noi eravamo tra gli ultimi. Oggi siamo Figli di Dio. (Preparato dai giovani monaci del monastero di S.Vincenzo Martire)

PREGHIERA DELLA SERA

preghiera bimbo1O Dio nostro Padre, accogli e benedici queste invocazioni che noi intendiamo unire al coro di preghiere che oggi la Chiesa ha elevato a Te, in Cristo Gesù nostro Signore. In cambio Ti affidiamo, le gioie e le fatiche, le rinunce e gli atti di carità che siamo riusciti a fare in questo giorno e Ti ringraziamo con tutto il cuore per tutto quello che fai per noi e ci dai ogni giorno. Amen

ALMANACCO DEL 6 NOVEMBRE 2017

ALMANACCO DEL 6 NOVEMBRE 2017

Le pubblicazioni del calendario religioso di Maria Regina dell’Universo

————————————————————————––——————————

lettura9MESSAGGIO DI P. PIO

PER IL 6 NOVEMBRE

Rifletti su quello che scrivi, perché il Signore te ne chiederà conto. Stai attento, giornalista! Il Signore ti dia le soddisfazioni che desideri per il tuo ministero (CT, 177).

Tratto da “Buona Giornata ” – Edizioni Padre Pio da Pietrelcina

———————————————————————–

INDICE

gioia-di-coloro-che-sono-nella-tristezzaLA GIOIA DEI TRISTI
SANTUARIO DI SAN GERARDO MAIELLA
Letture di lunedì 6 novembre 2017
Beata Cristina di Stommeln
Serva di Dio M. Eleonora Angela Giorgi
LA BEATA CRISTINA E IL DEMONIO 
CORONCINA PER LE ANIME ABBANDONATE

————————————————-

IL MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE

 “Amate il prossimo, soprattutto coloro che vi provocano. Con l’amore anche le cose che vi sembrano impossibili diventeranno possibili. Tutti quelli che cominciano a vivere l’amore, preparano la via alla pace.”

(Tratto dal messaggio del 6 novembre 1985)

——————————————————————————-

Lgioia-di-coloro-che-sono-nella-tristezza-2A GIOIA DEI TRISTI

L’icona russa della “Madre Dio gioia di coloro che sono nella tristezza” – 6 novembre 1688

La Madre di Dio “Gioia di tutti coloro che sono nella tristezza” è un icona particolarissima che si rivelò miracolosa per la prima volta a Mosca nel 1688 grazie alle preghiere della sorella del patriarca del tempo.

La storia della miracolosa icona su http://biscobreak.altervista.org/2016/11/la-gioia-dei-tristi/

——————————————————————-

SANTUARIO DI SAN GERARDO MAIELLASAN GERARDO MAIELLA.4

6 novembre

Il 6 novembre è festa parrocchiale nel santuario di San Gerardo Maiella, retto dai Padri Redentoristi della diocesi di Sant’Angelo dei Lombrardi (provincia di Avellino in Campania)

Su http://biscobreak.altervista.org/2015/11/santuario-di-san-gerardo-maiella/

——————————————————————————-

LETTURE DI LUNEDÌ

6 novembre 2017

XXXI Settimana del Tempo Ordinario (Anno I)

“…quando offri un banchetto, invita poveri, storpi, zoppi, ciechi; e sarai beato perché non hanno da ricambiarti. …”

La preghiera del mattino e della sera, le letture e il commento su http://biscobreak.altervista.org/2017/11/letture-di-lunedi-6-novembre-2017/

————————————————————————–

BEATA CRISTINA DI STOMMELNCristina di Stommeln

Mistica e beghina(1242-1312) 6 novembre

Uno dei casi più straordinari di tutta la agiografia: estasi, visioni e la stigmatizzazione, come pure le spaventose tentazioni e attacchi del demonio che si potrebbero ritenere leggendarie, se non fossero testimoniate  soprattutto  dal dotto teologo Pietro di Dacia, discepolo di S. Alberto Magno. 

In “Briciole di luce” la storia su http://biscobreak.altervista.org/2013/11/beata-cristina-stommeln/

——————————————————————————–

serva-di-dio-m-eleonora-angela-giorgiSERVA DI DIO M. ELEONORA ANGELA GIORGI

Religiosa (1882 – 1945) 6 novembre

Undicesima Madre Generale, dal 1928 al 1940, della ormai secolare Congregazione delle Suore “Serve di Maria SS. Addolorata di Firenze”. La Madonna stessa le chiese più di una volta di consacrarsi quando si trovava in fin di vita per fare di lei un capolavoro…

La storia su http://biscobreak.altervista.org/2016/11/serva-di-dio-m-eleonora-angela-giorgi/

———————————————————————–

LA BEATA CRISTINA E IL DEMONIO 

BEATA CRISTINA DI STOMMELN1

Se non fosse per la grande quantità di contemporanei, testimoni oculari, e testimonianze personali per i fenomeni che la rendono uno dei casi più straordinari di tutta la agiografia, avrebbe dovuto essere liquidata come una donna devota, ma mentalmente malata, che fin da giovane soffriva di allucinazioni su vasta scala.

L’articolo su http://biscobreak.altervista.org/2013/11/la-beata-cristina-il-demonio/

——————————————————————————-

PREGHIERE E PROPOSTE IN CORSO

CORONCINA PER LE ANIME ABBANDONATE

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

O Dio, vieni a salvarmi.

Signore vieni presto in mio aiuto.

Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com’era nel principio ora e sempre nei secoli, dei secoli. Amen

mano di gesùI. Mio Redentore, adoro profondamente la piaga della tua Mano destra e Ti ringrazio per il dolore che in essa volesti soffrire per la nostra salvezza. In questa piaga racchiudo le Anime del Purgatorio abbandonate da tutti e particolarmente da coloro che utilizzano per loro fini egoistici il denaro da esse lasciato e che avrebbe dovuto essere impiegato in opere di carità o comunque in suffragi per loro sollievo. Dio eterno, Redentore e Padre delle nostre anime, Ti prego di consolare con la Tua infinita clemenza quelle povere Anime afflitte.

PADRE NOSTRO “Padre Nostro che sei nei cieli sia santificato il Tuo Nome, venga il Tuo Regno, sia fatta la Tua volontà come in cielo e così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano e rimetti a noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo ai nostri debitori e non ci indurre intentazione ma liberaci dal male. Amen”

AVE MARIA “Ave Maria piena di grazia il Signore è con te, Tu sei benedetta fra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno Gesù, Santa Maria Madre di Dio prega per noi peccatori adesso e nell’ora della nostra morte. Amen ”

mano sinistra di Cristo

L’ETERNO RIPOSO, dona a loro o Signore, risplenda ad essi la luce perpetua riposino in pace. Amen

II. Mio caro Gesù, adoro profondamente la piaga della tua Mano sinistra e Ti ringrazio per il dolore che in essa sopportasti per la nostra salvezza. In questa piaga racchiudo le Anime dei genitori abbandonati nel Purgatorio dai loro figli ingrati. Abbi compassione, eterna Sapienza increata, del dolore che soffrono queste Anime infelici nel vedersi abbandonate proprio da coloro che hanno amato e cresciuto.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

costatoIII. Mio Salvatore, adoro profondamente la Piaga del Tuo Costato che fu prodotta dalla lancia di un soldato dopo la Tua morte. In essa racchiudo le Anime dei poveri del mondo, a qualsiasi nazionalità appartengano. Al Tuo Cuore squarciato affido le Anime di coloro che sono vissuti nella fame e tra gli stenti e forse neppure ora hanno qualcuno che si occupi di loro e le aiuti.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

piedi2IV. Eterno Figlio fatto uomo per la mia liberazione, adoro profondamente la piaga del Tuo Piede destro e Ti ringrazio del dolore in essa sopportato per donarmi il paradiso. In questa Piaga racchiudo le Anime dei bambini vittime dell’aborto e comunque della violenza, accoglili tra le Tue braccia amorevoli e perdona anche i loro genitori e quelli che hanno perpetuato i delitti mostruosi contro gli innocenti perché come i Tuoi carnefici Gesù, non sapevano valutare l’enormità del peccato che stavano commettendo. Ricorda, Padre misericordioso, che sono anch’essi Tuoi figli amati.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

piede sinistroV. Eterno Figlio fatto uomo per donarci la vita, adoro profondamente la piaga del Tuo Piede sinistro e Ti ringrazio del tormento in essa sofferto per renderci felici. In questa piaga racchiudo le anime di coloro che hanno operato per la rovina delle famiglie, e quelle dei giovani che hanno impostato la loro vita nelle frivolezze, senza preoccuparsi dei valori sacri che la Tua legge ci propone. Gesù mio, se avessero conosciuto Te avrebbero potuto comprendere le meraviglie dell’amore vero e la dolcezza della Tua vicinanza, ma forse nessuno ha parlato loro della felicità e della pace che solo il Tuo amore sa dare. Abbi misericordia, Gesù, Dio-Amore, supplisci alle loro mancanze con il Tuo amore purissimo e lavale con il Tuo Sangue prezioso affinchè siano presto purificate e possano giungere a saziarsi della gioia senza fine.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

DE PROFUNDIS

purgatorioDal profondo a Te grido o Signore, Signore ascolta la mia voce. Siano i Tuoi orecchi attenti alla voce della mia preghiera. Se consideri le colpe, Signore, Signore chi potrà sussistere? Ma presso di Te è il perdono, perciò avremo il Tuo Timore. Io spero nel Signore, l’anima mia spera nella Sua parola, l’anima mia attende il Signore più che le sentinelle l’aurora. Israele attenda il Signore perchè presso il Signore è la Misericordia e grande presso di Lui la redenzione. Egli redimerà Israele da tutte le sue colpe.

Preghiamo:

Signore Gesù, per avvalorare maggiormente le nostre deboli suppliche, Ti preghiamo umilmente di offrire Tu stesso all’Eterno Padre il terribile dolore prodotto dalle Piaghe dei Piedi, delle Mani e del Costato, insieme col Sangue preziosissimo, con l’agonia e con la Tua morte. Preghiamo anche Te, addolorata Vergine Maria, di presentare al Padre insieme alla dolorosa passione del Tuo Figlio tanto amato, i sospiri, le lacrime e tutte le sofferenze che hai sofferto per le Sue pene, affinché, per i meriti del vostro dolore e del vostro amore, le anime che si trovano tra le fiamme del Purgatorio siano liberate e possano giungere in Cielo per cantare in eterno la divina misericordia. Amen.

INVOCAZIONI ALLE ANIME DEL PURGATORIO

anime_del_purgatorioEterno Iddio, Padre, Figlio e Spirito Santo, abbi pietà delle Anime purganti

RIT. Te ne supplichiamo, ascoltaci

Gesù mio, redentore amatissimo, abbi pietà delle Anime purganti. RIT

Gesù mio, per la tua potenza, assolvi quelle Anime RIT

Gesù mio, per la tua clemenza, salva le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua bontà, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua innocenza, purifica le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua umiltà, innalza a Te le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio , per la tua ubbidienza, solleva le Anime del Purgatorio RIT

anime purgatorio-3Gesù mio, per la tua carità, infiamma le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua umanità, non abbandonare le Anime dei Purgatorio

Gesù mio, per le tue lacrime, consola le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per le tue piaghe, sana le Anime dei Purgatorio RIT 

Gesù mio, per il tuo Sangue prezioso, lava le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero della tua vita laboriosa, dona il riposo alle Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero della tua passione e morte perdona alla Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero del tuo Cuore divino, aiuta le Anime del Purgatorio RITanime1

Gesù mio, per la verginità di Maria Santissima, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la divina Maternità di Maria, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per gli stenti e la povertà di Maria, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per l’amore che Ti portò Maria Santissima, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per le preghiere di tutti i Santi, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per tutte le opere buone che sono state fatte e si faranno nel mondo, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero della tua incarnazione, abbi compassione delle Anime dei Purgatorio RIT

Letture di lunedì 6 novembre 2017

LETTURE DI LUNEDÌ

6 novembre 2017

XXXI Settimana del Tempo Ordinario (Anno I)

“…  quando offri un banchetto, invita poveri, storpi, zoppi, ciechi; e sarai beato perché non hanno da ricambiarti. …”

gioia-di-coloro-che-sono-nella-tristezza-2LA GIOIA DEI TRISTI

L’icona russa della “Madre Dio gioia di coloro che sono nella tristezza” – 6 novembre 1688 – La Madre di Dio “Gioia di tutti coloro che sono nella tristezza” è un icona particolarissima che si rivelò miracolosa per la prima volta a Mosca nel 1688 grazie alle preghiere della sorella del patriarca del tempo.

SANTUARIO DI SAN GERARDO MAIELLA

B. Cristina di Stommeln

Mistica e beghina(1242-1312) 6 novembre – Uno Cristina di Stommelndei casi più straordinari di tutta la agiografia: estasi, visioni e la stigmatizzazione, come pure le spaventose tentazioni e attacchi del demonio che si potrebbero ritenere leggendarie, se non fossero testimoniate  soprattutto  dal dotto teologo Pietro di Dacia, discepolo di S. Alberto Magno. 

Non abbandonarmi, Signore mio Dio, da me non stare lontano; vieni presto in mio aiuto, Signore, mia salvezza.

PREGHIERA DEL MATTINO

Dio onnipotente e misericordioso, tu solo puoi dare ai tuoi fedeli il dono di servirti in modo lodevole e degno; fa’ che camminiamo senza ostacoli verso i beni da te promessi. Per Cristo Nostro Signore. Amen

PRIMA LETTURA

Rm 11, 29-36 – Dalla lettera di San Paolo apostolo ai Romani

dio4Fratelli, i doni e la chiamata di Dio sono irrevocabili!Come voi un tempo siete stati disobbedienti a Dio e ora avete ottenuto misericordia a motivo della loro disobbedienza, così anch’essi ora sono diventati disobbedienti a motivo della misericordia da voi ricevuta, perché anch’essi ottengano misericordia. Dio infatti ha rinchiuso tutti nella disobbedienza, per essere misericordioso verso tutti! O profondità della ricchezza, della sapienza e della conoscenza di Dio! Quanto insondabili sono i suoi giudizi e inaccessibili le sue vie! Infatti, chi mai ha conosciuto il pensiero del Signore? O chi mai è stato suo consigliere? O chi gli ha dato qualcosa per primo tanto da riceverne il contraccambio? Poiché da lui, per mezzo di lui e per lui sono tutte le cose. A lui la gloria nei secoli. Amen.

C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

SALMO RESPONSORIALE

Sal.68

PoveroRIT: Nella tua grande bontà, rispondimi, Signore.

Io sono povero e sofferente: la tua salvezza, Dio, mi ponga al sicuro. Loderò il nome di Dio con un canto, lo magnificherò con un ringraziamento. RIT

Vedano i poveri e si rallegrino; voi che cercate Dio, fatevi coraggio, perché il Signore ascolta i miseri e non disprezza i suoi che sono prigionieri. RIT

Perché Dio salverà Sion, ricostruirà le città di Giuda: vi abiteranno e ne riavranno il possesso. La stirpe dei suoi servi ne sarà erede e chi ama il suo nome vi porrà dimora. RIT

CANTO AL VANGELO

Alleluia, Alleluia.

Se rimanete nella mia parola, siete davvero miei discepoli, dice il Signore, e conoscerete la verità.

Alleluia.

VANGELO

Lc 14, 12-14 – Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù disse al capo dei farisei che l’aveva invitato:
«Quando offri un pranzo o una cena, non invitare i tuoi amici né i tuoi fratelli né i tuoi parenti né i ricchi vicini, perché a loro volta non ti invitino anch’essi e tu abbia il contraccambio. Al contrario, quando offri un banchetto, invita poveri, storpi, zoppi, ciechi; e sarai beato perché non hanno da ricambiarti. Riceverai infatti la tua ricompensa alla risurrezione dei giusti».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

COMMENTO

Chi mai gli ha dato qualcosa per primo tanto da riceverne il contraccambio?
PARALITICONelle letture di oggi c’è una nota comune: il contraccambio. Ai Romani s. Paolo, riferendosi all’amore gratuito e preveniente di Dio, domanda: “Chi gli ha dato qualcosa per primo sì che abbia a riceverne il contraccambio?” E nel vangelo Gesù, a proposito dell’invitare a mensa poveri, ciechi e zoppi, piuttosto che amici e parenti, proprio perché non possono restituire il favore, presenta la beatitudine della gratuità: “E sarai beato perché non hanno da ricambiarti”.Qualcuno ha detto: “l’amore evangelico infatti non è motivato da un proprio vuoto da colmare ma da una eccedente pienezza interiore”. Ecco: la gratuità trova la sua fonte e la sua origine in un’ eccedenza, in un cuore in cui abita e sovrabbonda “il buon tesoro” del bene. Siamo capaci di dare senza voler ricevere nella misura in cui ci siamo allenati a non vivere di calcoli, a fidarci di Cristo e abbiamo accettato che per amare di amore puro dobbiamo “perdere” e “lasciare cadere”. Perdere tempo, beni, spazi, privilegi, onori, sicurezze…Lasciare cadere quelle impalcature di perbenismo dove ogni gesto ha il marchio dell’Andata e Ritorno, dove la frase più comune è “a buon rendere”. (Preparato: Eremo San Biagio – la chiesa it)

PREGHIERA DELLA SERA

buon-pastoreO Dio, che in San Carlo Borromeo hai offerto alla Chiesa un’immagine di Cristo buon pastore, apri il nostro cuore alla trasparenza del Tuo amore, per essere nel mondo segni della Tua misericordia. In cambio Ti affidiamo, le gioie e le fatiche, le rinunce e gli atti di carità che siamo riusciti a fare in questo giorno e Ti ringraziamo con tutto il cuore per tutto quello che fai per noi e ci dai ogni giorno. Amen

ALMANACCO DEL 5 NOVEMBRE 2017

ALMANACCO DEL 5 NOVEMBRE 2017

Le pubblicazioni del calendario religioso di Maria Regina dell’Universo

————————————————————————––——————————

sorriso5MESSAGGIO DI P. PIO

PER IL 5 NOVEMBRE

In ogni cosa e sempre, più rettitudine di intenzione, più esattezza, più puntualità, più generosità nel servizio del Signore e allora sarai quale il Signore vuole che tu sia (GB, 48).

Tratto da “Buona Giornata ” – Edizioni Padre Pio da Pietrelcina

———————————————————————–

INDICE

maria-ss-della-stella-rotondi1MARIA SANTISSIMA DELLA STELLA
Letture di domenica 5 novembre 2017
Beato Bernardo Lichtenberg
Angelina Lo Dico
Marco Gallo
VISIONE DELL’INFERNO
CORONCINA PER LE ANIME ABBANDONATE

————————————————-

IL MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE

“Sono piena di gioia perché molti hanno cominciato a pregare secondo le miei intenzioni.”

(Tratto dal messaggio del 5 novembre 1983)

——————————————————————————-

stella-rotondi2MARIA SS DELLA STELLA

Rotondi, (AV) Campania, Italia – 5 Novembre

Ci sono due Madonne della Stella a Rotondi. La storia racconta che venne trovata una statua lignea della Vergine nelle montagne del Partenio tra Rotondi e Avella e venne portata a Rotondi, il cui santuario divenne meta di pellegrinaggi, ma i cittadini di Avella non restarono a guardare…

La storia delle due Madonne di Rotondi su http://biscobreak.altervista.org/2016/11/maria-santissima-della-stella/

——————————————————————————-

LETTURE DI DOMENICA

5 novembre 2017

XXXI Domenica del Tempo Ordinario (Anno A)

“… Tutte le loro opere le fanno per essere ammirati dalla gente: …”

La preghiera del mattino e della sera, le letture e il commento su http://biscobreak.altervista.org/2017/11/letture-di-domenica-5-novembre-2017/

————————————————————————

Beato Bernardo LichtenbergB. Bernardo Lichtenberg

Sacerdote (1875-1943) 5 novembre

Quando Hitler salì al potere contribuì a distribuire copie clandestine  dell’enciclica Mit brennender Sorge, di papa Pio XII, proibita in Germania e chiese di pregare per gli ebrei. La Gestapo lo mandò a Dachau, ma…

La storia su http://biscobreak.altervista.org/2013/11/beato-bernardo-lichtenberg/

———————————————————————————

angelina_lodico_albertini_1915ANGELINA LO DICO

Giovane laica (1900-1932) 5 novembre

Una giovane insegnante che lasciò la sua terra , per giungere in un luogo paludoso, dove regnavano molte malattie a carattere contagioso e insegnò alla sua gente tantissime cose, anche il vivere quotidiano, basato sull’essere cristiani amando e operando in continuazione, senza fermarsi.

La storia su http://biscobreak.altervista.org/2016/11/angelina-lo-dico/

——————————————————————————

MARCO GALLO

Adolescente (1994-2011) 5 novembre

Un giorno mentre si reca a scuola, viene investito e muore. La sera prima aveva scritto sul muro della sua camera, accanto al crocifisso: «Perché cercate tra i morti colui che è vivo?».

La storia su http://biscobreak.altervista.org/2017/11/marco-gallo/

——————————————————————————-

VISIONE DELL’INFERNO

di Santa Faustina KowalskaAngelo della morte

“Oggi, sotto la guida di un angelo, sono stata negli abissi dell’inferno. E’ un luogo di grandi tormenti per tutta la sua estensione spaventosamente grande. Queste le varie pene che ho viste:..

L’articolo su http://biscobreak.altervista.org/2013/10/visione-dellinferno/

—————————————————————————–

PREGHIERE E PROPOSTE IN CORSO

CORONCINA PER LE ANIME ABBANDONATE

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

O Dio, vieni a salvarmi.

Signore vieni presto in mio aiuto.

Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com’era nel principio ora e sempre nei secoli, dei secoli. Amen

mano di gesùI. Mio Redentore, adoro profondamente la piaga della tua Mano destra e Ti ringrazio per il dolore che in essa volesti soffrire per la nostra salvezza. In questa piaga racchiudo le Anime del Purgatorio abbandonate da tutti e particolarmente da coloro che utilizzano per loro fini egoistici il denaro da esse lasciato e che avrebbe dovuto essere impiegato in opere di carità o comunque in suffragi per loro sollievo. Dio eterno, Redentore e Padre delle nostre anime, Ti prego di consolare con la Tua infinita clemenza quelle povere Anime afflitte.

PADRE NOSTRO “Padre Nostro che sei nei cieli sia santificato il Tuo Nome, venga il Tuo Regno, sia fatta la Tua volontà come in cielo e così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano e rimetti a noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo ai nostri debitori e non ci indurre intentazione ma liberaci dal male. Amen”

AVE MARIA “Ave Maria piena di grazia il Signore è con te, Tu sei benedetta fra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno Gesù, Santa Maria Madre di Dio prega per noi peccatori adesso e nell’ora della nostra morte. Amen ”

mano sinistra di Cristo

L’ETERNO RIPOSO, dona a loro o Signore, risplenda ad essi la luce perpetua riposino in pace. Amen

II. Mio caro Gesù, adoro profondamente la piaga della tua Mano sinistra e Ti ringrazio per il dolore che in essa sopportasti per la nostra salvezza. In questa piaga racchiudo le Anime dei genitori abbandonati nel Purgatorio dai loro figli ingrati. Abbi compassione, eterna Sapienza increata, del dolore che soffrono queste Anime infelici nel vedersi abbandonate proprio da coloro che hanno amato e cresciuto.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

costatoIII. Mio Salvatore, adoro profondamente la Piaga del Tuo Costato che fu prodotta dalla lancia di un soldato dopo la Tua morte. In essa racchiudo le Anime dei poveri del mondo, a qualsiasi nazionalità appartengano. Al Tuo Cuore squarciato affido le Anime di coloro che sono vissuti nella fame e tra gli stenti e forse neppure ora hanno qualcuno che si occupi di loro e le aiuti.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

piedi2IV. Eterno Figlio fatto uomo per la mia liberazione, adoro profondamente la piaga del Tuo Piede destro e Ti ringrazio del dolore in essa sopportato per donarmi il paradiso. In questa Piaga racchiudo le Anime dei bambini vittime dell’aborto e comunque della violenza, accoglili tra le Tue braccia amorevoli e perdona anche i loro genitori e quelli che hanno perpetuato i delitti mostruosi contro gli innocenti perché come i Tuoi carnefici Gesù, non sapevano valutare l’enormità del peccato che stavano commettendo. Ricorda, Padre misericordioso, che sono anch’essi Tuoi figli amati.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

piede sinistroV. Eterno Figlio fatto uomo per donarci la vita, adoro profondamente la piaga del Tuo Piede sinistro e Ti ringrazio del tormento in essa sofferto per renderci felici. In questa piaga racchiudo le anime di coloro che hanno operato per la rovina delle famiglie, e quelle dei giovani che hanno impostato la loro vita nelle frivolezze, senza preoccuparsi dei valori sacri che la Tua legge ci propone. Gesù mio, se avessero conosciuto Te avrebbero potuto comprendere le meraviglie dell’amore vero e la dolcezza della Tua vicinanza, ma forse nessuno ha parlato loro della felicità e della pace che solo il Tuo amore sa dare. Abbi misericordia, Gesù, Dio-Amore, supplisci alle loro mancanze con il Tuo amore purissimo e lavale con il Tuo Sangue prezioso affinchè siano presto purificate e possano giungere a saziarsi della gioia senza fine.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

DE PROFUNDIS

purgatorioDal profondo a Te grido o Signore, Signore ascolta la mia voce. Siano i Tuoi orecchi attenti alla voce della mia preghiera. Se consideri le colpe, Signore, Signore chi potrà sussistere? Ma presso di Te è il perdono, perciò avremo il Tuo Timore. Io spero nel Signore, l’anima mia spera nella Sua parola, l’anima mia attende il Signore più che le sentinelle l’aurora. Israele attenda il Signore perchè presso il Signore è la Misericordia e grande presso di Lui la redenzione. Egli redimerà Israele da tutte le sue colpe.

Preghiamo:

Signore Gesù, per avvalorare maggiormente le nostre deboli suppliche, Ti preghiamo umilmente di offrire Tu stesso all’Eterno Padre il terribile dolore prodotto dalle Piaghe dei Piedi, delle Mani e del Costato, insieme col Sangue preziosissimo, con l’agonia e con la Tua morte. Preghiamo anche Te, addolorata Vergine Maria, di presentare al Padre insieme alla dolorosa passione del Tuo Figlio tanto amato, i sospiri, le lacrime e tutte le sofferenze che hai sofferto per le Sue pene, affinché, per i meriti del vostro dolore e del vostro amore, le anime che si trovano tra le fiamme del Purgatorio siano liberate e possano giungere in Cielo per cantare in eterno la divina misericordia. Amen.

INVOCAZIONI ALLE ANIME DEL PURGATORIO

anime_del_purgatorioEterno Iddio, Padre, Figlio e Spirito Santo, abbi pietà delle Anime purganti

RIT. Te ne supplichiamo, ascoltaci

Gesù mio, redentore amatissimo, abbi pietà delle Anime purganti. RIT

Gesù mio, per la tua potenza, assolvi quelle Anime RIT

Gesù mio, per la tua clemenza, salva le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua bontà, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua innocenza, purifica le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua umiltà, innalza a Te le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio , per la tua ubbidienza, solleva le Anime del Purgatorio RIT

anime purgatorio-3Gesù mio, per la tua carità, infiamma le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua umanità, non abbandonare le Anime dei Purgatorio

Gesù mio, per le tue lacrime, consola le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per le tue piaghe, sana le Anime dei Purgatorio RIT 

Gesù mio, per il tuo Sangue prezioso, lava le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero della tua vita laboriosa, dona il riposo alle Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero della tua passione e morte perdona alla Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero del tuo Cuore divino, aiuta le Anime del Purgatorio RITanime1

Gesù mio, per la verginità di Maria Santissima, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la divina Maternità di Maria, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per gli stenti e la povertà di Maria, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per l’amore che Ti portò Maria Santissima, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per le preghiere di tutti i Santi, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per tutte le opere buone che sono state fatte e si faranno nel mondo, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero della tua incarnazione, abbi compassione delle Anime dei Purgatorio RIT

MARCO GALLO

MARCO GALLO

Adolescente (1994-2011) 5 novembre

Un giorno mentre si reca a scuola, viene investito e muore. La sera prima aveva scritto sul muro della sua camera, accanto al crocifisso: «Perché cercate tra i morti colui che è vivo?».

Strada provinciale, che da Monza collega l’Alta Brianza. Una mattina piovosa come tante, a inizio novembre. Marco, uno studente di 17 anni, si sta recando con la sua moto a scuola, a Carate. Nei pressi di un semaforo si trova davanti un’automobile che sta uscendo, dalla destra, dal parcheggio di un negozio di arredamenti. Il ragazzo cerca di frenare, forse colpa dell’asfalto bagnato, non ce la fa e lo schianto è inevitabile. L’impatto è mortale, Marco non sopravvive.

Il corpo di Marco” dice Paola, la mamma “che era una potenza di vita, è stato così spezzato per un urto: non aveva un graffio, non un’escoriazione, neppure il suo zainetto o il suo casco, non una goccia di sangue versato, ma il suo collo invisibilmente spezzato“. Invisibilmente. E’ la parola chiave di una vicenda straordinaria, pur nel dolore immenso che essa contiene. “Come si dice madre senza figlio? Padre privato del figlio?… è indicibile” dice ancora Paola.

Indicibile è la seconda parola chiave di questa storia. Sì, è indicibile definire due genitori che perdono un figlio. Eppure nella morte di un ragazzo di soli 17 anni, nel pieno del vigore fisico e dell’entusiasmo per la vita, la vita rinasce, in modo “invisibile” e “indicibile”. Chi scrive queste righe non ha mai conosciuto Marco Gallo di persona, conosce solo i suoi genitori. Ma dalla sua morte, è come se lo conoscessi da sempre. Sta accadendo così per molte altre persone.

I suoi scritti, i suoi pensieri, alcuni dei quali letti solo grazie al padre e alla madre, custoditi come è giusto in questi casi gelosamente, spalancano ad una amicizia che va al di là della vita e della morte, perché le contiene. Marco comunica, sta comunicando oggi più che mai a tutti quelli che si imbattono in lui. Accade così che è possibile diventare amici di qualcuno che in vita non si è mai conosciuto.

D’altro canto è anche quello che aveva scritto lo stesso Marco in una sua bellissima lettera: era andato alla beatificazione di Giovanni Paolo II senza averlo ovviamente mai incontrato di persona. Da quel giorno invece “è come se fosse nato in me un prepotente desiderio di conoscerlo (…) È come se, finalmente, qualcuno mi abbia capito. Una comprensione che va oltre quella degli amici e delle persone che ho incontrato. Come se tutto il segreto della vita fosse racchiuso qui, in queste parole (spalancate le porte a Cristo)”.

Ci sono segni evidenti, ci sono cose che accadono: “Stanno succedendo cose dell’altro mondo; perlomeno molto strane se uno proprio vuole continuare a pensare solo alle casualità” dice la madre. Pensando alla storia di Marco queste appaiono evidenti in un modo che sembra anche inquietante, tanto spacca le barriere della realtà come siamo abituati a considerarla. E’ davvero la resurrezione, ma una Resurrezione cominciata ancora prima della morte stessa.

La sera prima di morire, Marco aveva scritto a penna sul muro della sua camera da letto. Era rimasto colpito, segnato, dalla morte avvenuta la notte prima di Giovanni, studente universitario, amico di un suo carissimo amico, anche lui in un incidente di motocicletta. Marco aveva scritto: “Perché cercate tra i morto colui che è vivo?“. Quella scritta è ancora lì, nella camera di Marco, a casa sua. Dice tutto. In modo invisibile e indicibile. In modo inaudito, per la nostra superficialità quotidiana di uomini e donne smarriti nella dimenticanza, privati del senso del Mistero. C’è di più, molto di più, invece. C’è il Mistero che accade. Pochi lo sanno percepire. Marco era sicuramente uno di questi privilegiati.

A rileggere oggi infatti alcuni scritti che Marco ha lasciato vengono i brividi. Difficilmente un uomo maturo potrebbe avere la stessa coscienza di fede che aveva questo ragazzo di 17 anni. Una coscienza della fede che nasceva da un desiderio irresistibile e implacabile di capire il significato del destino. Certo, Marco era cresciuto in una bella famiglia che aveva allevato e custodito questo desiderio. In una bella scuola circondato di ragazzi e professori che sostenevano questo desiderio. Ma Marco viaggiava molto più avanti di tutti gli altri, e forse per questo la sua corsa è finita – apparentemente – quella mattina di novembre sulla strada bagnata di pioggia. Il suo viaggio si era compiuto quando aveva scritto quella frase sul muro della cameretta; perché cercate tra i morti colui che è vivo?

Una volta Marco, a 16 anni, aveva scritto: “Il desiderio (…) non pensai mai di dirlo, ma il desiderio in sé è inutile. Avevo grande desiderio di felicità eppure passavo le giornate con lui accanto. Non è lui il protagonista non la sua sola presenza causerà un’esistenza piena. Perché non la sera, né il mattino deciderò come adempirlo. Non saranno i programmi mattutini, né  la “riorganizzazione serale”. Entrambi servono, ma  a niente da soli. È nell’istante in cui esso è suscitato, nell’istante in cui la sua presenza introduttiva si fa avanti, allora noi dobbiamo seguirlo con la nostra libertà: dobbiamo farlo atto, azione, gesto, talvolta rischio, dobbiamo farlo carne“.

Una consapevolezza, quella espressa in queste righe, che schianta chi le legge. Poi scriveva: “E allora giungerà una risposta. ma dove cercarla? Come un bambino segue l’aquilone, e come il giorno dopo, vuole rifarlo. Dobbiamo andare nei luoghi, ma soprattutto, dalle persone, che per un solo istante sono state sua risposta. Proprio come un poveretto va a chiedere i soldi: si, è umiliante, ma che altro fare? Suicidarsi o convertirsi? Ovvero Uccidere il desiderio o rivolger nel suo verso la nostra libertà?  Qui si tratta di moralità, ragazzi, si tratta di una posizione corretta, ma che attraversa la consapevolezza che merita di essere fatto, insomma si tratta di una naturale e propensa tensione verso qualcosa di bello. Non è moralismo, è qui voglio chiarirlo: il moralismo cristiano è ritenere che la grazia viene dopo un’adeguata preparazione morale, ma non è così, perché l’uomo è fallace, è la grazia che da la forza: – e quindi, cosa si spera di ottenere? “io sono amato, amici, e QUINDI faccio tutto.”Forse questo, essere amati.. e in tutte le circostanze tendere a una risposta.. forse si.. “in tutto”. 

In un’altra occasione, pensando alla canzone di Claudio Chieffo Io non sono degno, aveva commentato: “MI sono commosso perché Claudio Chieffo ha comunicato in una canzone che cosa è la vita. Io non faccio altro che distrarmi, non fare i miei doveri, sputare sulla vita non gustandomela, bestemmiare la vita facendomi complessi perdendo tempo. Non lo dico con piacere, ma con forte dolore: io non valgo nulla. Ma il motivo per cui la mia vita ha senso è perché ci sei te, l’ho capito. Noi non ti meritiamo, non meritiamo una goccia del sangue di te E invece TU ci sei, e mi ridesti ogni attimo, senza che io me ne accorga, tu mi dai bellezza, le persone, le risposte, tu mi abbracci e ti dico grazie, un grazie inconsapevole del tuo infinito amore, del valore che mi dai (…). La commozione è consapevolezza del nostro nulla e in contemporanea della tua risposta, perché senza risposta sarebbe solo Dolore”.

La storia di Marco è la storia piena di fatti, segni, coincidenze che non sono coincidenze, sono accadimenti che se messi insieme danno la mappa di un puzzle che messo faticosamente insieme dà un percorso. Una volta era partito in motocicletta dalla Liguria, terra dei suoi genitori, in motocicletta per arrivare a casa a Monza. Si era studiato tutto il percorso sulle cartine, senza passare dall’autostrada ovviamente perché era minorenne, poi da qualche parte, forse vicino a Brescia, si era perso e aveva chiamato il padre perché venisse a recuperarlo. Con entusiasmo e giovanile baldanza si era buttato in quella e cento altre avventure, alla ricerca della strada di casa, anzi della Casa.

Con stupore di tutti, una decina di giorni dopo la sua morte, è addirittura il Cardinale di Milano Angelo Scola a ricordare Marco: lo fa citando una sua lettera mentre tiene la meditazione in Duomo sull’esperienza dell’amore al termine del ciclo di esercizi Spirituali d’Avvento. Il Mistero della esistenza umana. La Resurrezione che si manifesta. E’ la storia di un dolore che può essere accolto, questa. Come dice ancora Paola, “Io capisco sempre meno, capisco che la misura del Mistero non è la mia e mi chiede tutto, e mi continuerà a chiedere tutto; percepisco però che questo Mistero mi abbraccia e in questo abbraccio io non sono persa, io posso viverci“. Non cercate tra i morti colui che è vivo. Marco è più vivo che mai.

Autore: Paolo Vites

Fontehttp://www.santiebeati.it/dettaglio/95892

Letture di domenica 5 novembre 2017

LETTURE DI DOMENICA

5 novembre 2017

XXXI Domenica del Tempo Ordinario (Anno A)

“… Tutte le loro opere le fanno per essere ammirati dalla gente: …”

stella-rotondi2MARIA SS. DELLA STELLA

Rotondi, (AV) Campania, Italia – 5 Novembre – Ci sono due Madonne della Stella a Rotondi. La storia racconta che venne trovata una statua lignea della Vergine nelle montagne del Partenio tra Rotondi e Avella e venne portata a Rotondi, il cui santuario divenne meta di pellegrinaggi,ma i cittadini di Avella non restarono a guardare…

Beato Bernardo LichtenbergB. Bernardo Lichtenberg

Sacerdote (1875-1943) 5 novembre – Quando Hitler salì al potere contribuì a distribuire copie clandestine  dell’enciclica Mit brennender Sorge, di papa Pio XII, proibita in Germania e chiese di pregare per gli ebrei. La Gestapo lo mandò a Dachau, ma…

Non abbandonarmi, Signore mio Dio, da me non stare lontano; vieni presto in mio aiuto, Signore, mia salvezza.

PREGHIERA DEL MATTINO

Dio onnipotente e misericordioso, tu solo puoi dare ai tuoi fedeli il dono di servirti in modo lodevole e degno; fa’ che camminiamo senza ostacoli verso i beni da te promessi. Per Cristo nostro Signore. Amen

PRIMA LETTURA

Ml 1,14- 2,2.8-10 – Dal libro del profeta Malachìa

Io sono un re grande – dice il Signore degli eserciti – e il mio nome è terribile fra le nazioni. Ora a voi questo monito, o sacerdoti. Se non mi ascolterete e non vi darete premura di dare gloria al mio nome, dice il Signore degli eserciti, manderò su voi la maledizione. Voi invece avete deviato dalla retta via e siete stati d’inciampo a molti con il vostro insegnamento; avete distrutto l’alleanza di Levi,dice il Signore degli eserciti. Perciò anche io vi ho reso spregevoli e abietti davanti a tutto il popolo, perché non avete seguito le mie vie e avete usato parzialità nel vostro insegnamento. Non abbiamo forse tutti noi un solo padre? Forse non ci ha creati un unico Dio? Perché dunque agire con perfidia l’uno contro l’altro, profanando l’alleanza dei nostri padri?

C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

SALMO RESPONSORIALE

Sal 130

RIT: Custodiscimi, Signore, nella pace.

Signore, non si esalta il mio cuore né i miei occhi guardano in alto; non vado cercando cose grandi né meraviglie più alte di me. RIT

Io invece resto quieto e sereno: come un bimbo svezzato in braccio a sua madre, come un bimbo svezzato è in me l’anima mia. RIT

Israele attenda il Signore, da ora e per sempre. RIT

SECONDA LETTURA

1Ts 2,7-9.13 – Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Tessalonicési

Fratelli, siamo stati amorevoli in mezzo a voi, come una madre che ha cura dei propri figli. Così, affezionati a voi, avremmo desiderato trasmettervi non solo il vangelo di Dio, ma la nostra stessa vita, perché ci siete diventati cari.
Voi ricordate infatti, fratelli, il nostro duro lavoro e la nostra fatica: lavorando notte e giorno per non essere di peso ad alcuno di voi, vi abbiamo annunciato il vangelo di Dio. 
Proprio per questo anche noi rendiamo continuamente grazie a Dio perché, ricevendo la parola di Dio che noi vi abbiamo fatto udire, l’avete accolta non come parola di uomini ma, qual è veramente, come parola di Dio, che opera in voi credenti.
C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

CANTO AL VANGELO

Alleluia, Alleluia.

Uno solo è il Padre vostro, quello celeste e uno solo è la vostra Guida, il Cristo.

Alleluia.

VANGELO

Mt 23,1-12 – Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù si rivolse alla folla e ai suoi discepoli dicendo:
«Sulla cattedra di Mosè si sono seduti gli scribi e i farisei. Praticate e osservate tutto ciò che vi dicono, ma non agite secondo le loro opere, perché essi dicono e non fanno. Legano infatti fardelli pesanti e difficili da portare e li pongono sulle spalle della gente, ma essi non vogliono muoverli neppure con un dito.
Tutte le loro opere le fanno per essere ammirati dalla gente: allargano i loro filattèri e allungano le frange; si compiacciono dei posti d’onore nei banchetti, dei primi seggi nelle sinagoghe, dei saluti nelle piazze, come anche di essere chiamati “rabbì” dalla gente.
Ma voi non fatevi chiamare “rabbì”, perché uno solo è il vostro Maestro e voi siete tutti fratelli. E non chiamate “padre” nessuno di voi sulla terra, perché uno solo è il Padre vostro, quello celeste. E non fatevi chiamare “guide”, perché uno solo è la vostra Guida, il Cristo.
Chi tra voi è più grande, sarà vostro servo; chi invece si esalterà, sarà umiliato e chi si umilierà sarà esaltato».
C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

Lettura ed Omelia di Don Ferdinando Colombo

(DISPONIBILE DA DOMENICA)

COMMENTO

farisei guai a voi

Il vangelo odierno ci mette in guardia contro quei comportamenti dei farisei, che sono improntati ad orgoglio, vanità, superbia, presunzione. L‘evangelista, stigmatizzando simili atteggiamenti, richiamava i primi cristiani ad esserne immuni. Guardando alla storia di ieri e di oggi sembra che non sia cambiato granché ed anzi il fatto stesso che l’autore del vangelo di Matteo si preoccupi di dare rilevanza a questo brano, presentando un Gesù particolarmente accalorato nel sottolineare le sue posizioni, ci dice che anche tra i primi cristiani dovevano trovare patria simili modi di apparire. Se la nostra vita fosse più semplice, improntata al rispetto e a ricercare la serenità, vissuta nella concordia e nell’amore reciproco, queste manifestazioni negative dell’animo umano non si rinvigorirebbero.

PREGHIERA DELLA SERA

Guardiamo a te o Signore con fiducia e Ti affidiamo tutta la nostra vita, in un’incondizionato atto di amore per la salvezza di tutte le anime, in particolar modo di quelle a noi più care. Padre della vita, accogli la nostra preghiera e sostienici nel nostro cammino. Per Cristo nostro Signore. Amen.

ALMANACCO DEL 4 NOVEMBRE 2017

ALMANACCO DEL 4 NOVEMBRE 2017

Le pubblicazioni del calendario religioso di Maria Regina dell’Universo

————————————————————————––——————————

sorriso29MESSAGGIO DI P. PIO

PER IL 4 NOVEMBRE

Figliuola, per tendere alla perfezione bisogna fare la più grande attenzione ad agire in tutto per piacere a Dio e cercare di evitare i piccoli difetti; fare il proprio dovere e tutto il resto con più generosità (FSP, 79).

Tratto da “Buona Giornata ” – Edizioni Padre Pio da Pietrelcina

———————————————————————–

INDICE

mariapocs2L’ICONA MIRACOLOSA DI MÁRIAPÓCS
Letture di sabato 4 novembre 2017
SAN CARLO BORROMEO
Santi Vitale e Agricola
Shahzad Masih e Shama Bibi
Raïssa Oumançoff
L’Inferno del prof. Diocrè
CORONCINA PER LE ANIME ABBANDONATE

————————————————-

IL MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE

“Sono piena di gioia perché molti hanno cominciato a pregare secondo le miei intenzioni.”

(Tratto dal messaggio del 4 novembre 2000)

——————————————————————————-

L’ICONA MIRACOLOSA DI MÁRIAPÓCS

mariapocsUngheria – 4 novembre 1969

Il 4 novembre 1969 l’Icona di Máriapócs verso la fine della messa, inizia a versare lacrime. La lacrimazione dura due settimane e la voce si sparge per tutto il paese. Un bambino in fin di vita riacquista la sanità dopo aver toccato l’immagine. Inizieranno così una serie infinita di miracoli…

La storia e i video su http://biscobreak.altervista.org/2016/11/licona-miracolosa-di-mariapocs/

——————————————————————————-

LETTURE DI SABATO

4 novembre 2017

SAN CARLO BORROMEO

“… quando sei invitato, va’ a metterti all’ultimo posto, perché quando viene colui che ti ha invitato ti dica: “Amico, vieni più avanti!”…”

La preghiera del mattino e della sera, le letture e il commento su http://biscobreak.altervista.org/2017/11/letture-di-sabato-4-novembre-2017/

————————————————————————–

SAN CARLO BORROMEOSan Carlo Borromeo

vescovo (1538-1584) 4 novembre

Carlo Borromeo fu un grande teologo e pastore ed è una delle figure fondamentali della Riforma cattolica. La sua attività di predicazione era inevitabilmente ostacolata dalla balbuzie, ma riuscì a superarla tanto da riuscire a far appello ai sentimenti del popolo.

La storia e la video-storia su  http://biscobreak.altervista.org/2013/11/san-carlo-borromeo/

—————————————————————————

SANTI VITALE E AGRICOLA

Protomartiri bolognesi – 4 novembre

santi-vitale-e-agricola1Distinti per classe sociale ma uniti dalla palma della morte a causa della fede. Vitale e Agricola, servo e padrone, lanciarono con la loro testimonianza un messaggio di uguaglianza e di solidarietà che avrà pubblico riconoscimento al sorgere del libero Comune con il decreto di liberazione dei servi della gleba.

La storia, la video-storia e la preghiera su http://biscobreak.altervista.org/2016/11/santi-vitale-e-agricola/

—————————————————————–

Shahzad Masih e Shama Bibi

Sposi e martiri pakistani – 4 aprile 2014shahzad-masih-e-shama-bibi

Avevano rispettivamente 26 e 24 anni i due giovani sposi e quattro figliLa donna era addirittura in attesa del quinto. Sono stati accusati di blasfemia: almeno 400 persone li hanno sequestrati, percossi e gettati nella fornace per mattoni.

La storia su http://biscobreak.altervista.org/2016/11/shahzad-masih-e-shama-bibi/

——————————————————————————-

rac3afssa-oumanc3a7off-maritain11Raïssa Oumançoff

mistica e filosofa (1883-1960) 4 novembre

Di origini ebraiche Raïssa dopo un periodo di buio interiore arriva alla conversione insieme al marito protestante componendo opere di alto contenuto mistico.

La storia della conversione della mistica, poetessa e saggista francese su http://biscobreak.altervista.org/2017/11/raissa-oumancoff/

——————————————————————————-

L’Inferno del prof. DiocrèRaymond Diocrès

Una storia che ha dell’incredibile… ma davvero non c’è più alcuna speranza quando si giunge all’inferno! E strano a dirsi, non è Dio che ci manda in questo luogo di pena senza ritorno, ma la volontà umana!

La storia su http://biscobreak.altervista.org/2014/11/linferno-prof-diocre/

—————————————————————————–

PREGHIERE E PROPOSTE IN CORSO 

CORONCINA PER LE ANIME ABBANDONATE

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

O Dio, vieni a salvarmi.

Signore vieni presto in mio aiuto.

Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com’era nel principio ora e sempre nei secoli, dei secoli. Amen

mano di gesùI. Mio Redentore, adoro profondamente la piaga della tua Mano destra e Ti ringrazio per il dolore che in essa volesti soffrire per la nostra salvezza. In questa piaga racchiudo le Anime del Purgatorio   abbandonate da tutti e particolarmente da coloro che utilizzano per loro fini egoistici il denaro da esse lasciato e che avrebbe dovuto essere impiegato in opere di carità o comunque in suffragi per loro sollievo. Dio eterno, Redentore e Padre delle nostre anime, Ti prego di consolare con la Tua infinita clemenza quelle povere Anime afflitte.

PADRE NOSTRO “Padre Nostro che sei nei cieli sia santificato il Tuo Nome, venga il Tuo Regno, sia fatta la Tua volontà come in cielo e così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano e rimetti a noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo ai nostri debitori e non ci indurre intentazione ma liberaci dal male. Amen”

AVE MARIA “Ave Maria piena di grazia il Signore è con te, Tu sei benedetta fra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno Gesù, Santa Maria Madre di Dio prega per noi peccatori adesso e nell’ora della nostra morte. Amen ”

mano sinistra di Cristo

L’ETERNO RIPOSO, dona a loro o Signore, risplenda ad essi la luce perpetua riposino in pace. Amen

II. Mio caro Gesù, adoro profondamente la piaga della tua Mano sinistra e Ti ringrazio per il dolore che in essa sopportasti per la nostra salvezza. In questa piaga racchiudo le Anime dei genitori abbandonati nel Purgatorio dai loro figli ingrati. Abbi compassione, eterna Sapienza increata, del dolore che soffrono queste Anime infelici nel vedersi abbandonate proprio da coloro che hanno amato e cresciuto.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

costatoIII. Mio Salvatore, adoro profondamente la Piaga del Tuo Costato che fu prodotta dalla lancia di un soldato dopo la Tua morte. In essa racchiudo le Anime dei poveri del mondo, a qualsiasi nazionalità appartengano. Al Tuo Cuore squarciato affido le Anime di coloro che sono vissuti nella fame e tra gli stenti e forse neppure ora hanno qualcuno che si occupi di loro e le aiuti.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

piedi2IV. Eterno Figlio fatto uomo per la mia liberazione, adoro profondamente la piaga del Tuo Piede destro e Ti ringrazio del dolore in essa sopportato per donarmi il paradiso. In questa Piaga racchiudo le Anime dei bambini vittime dell’aborto e comunque della violenza, accoglili tra le Tue braccia amorevoli e perdona anche i loro genitori e quelli che hanno perpetuato i delitti mostruosi contro gli innocenti perché come i Tuoi carnefici Gesù, non sapevano valutare l’enormità del peccato che stavano commettendo. Ricorda, Padre misericordioso, che sono anch’essi Tuoi figli amati.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

piede sinistroV. Eterno Figlio fatto uomo per donarci la vita, adoro profondamente la piaga del Tuo Piede sinistro e Ti ringrazio del tormento in essa sofferto per renderci felici. In questa piaga racchiudo le anime di coloro che hanno operato per la rovina delle famiglie, e quelle dei giovani che hanno impostato la loro vita nelle frivolezze, senza preoccuparsi dei valori sacri che la Tua legge ci propone. Gesù mio, se avessero conosciuto Te avrebbero potuto comprendere le meraviglie dell’amore vero e la dolcezza della Tua vicinanza, ma forse nessuno ha parlato loro della felicità e della pace che solo il Tuo amore sa dare. Abbi misericordia, Gesù, Dio-Amore, supplisci alle loro mancanze con il Tuo amore purissimo e lavale con il Tuo Sangue prezioso affinchè siano presto purificate e possano giungere a saziarsi della gioia senza fine.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

DE PROFUNDIS

purgatorioDal profondo a Te grido o Signore, Signore ascolta la mia voce. Siano i Tuoi orecchi attenti alla voce della mia preghiera. Se consideri le colpe, Signore, Signore chi potrà sussistere? Ma presso di Te è il perdono, perciò avremo il Tuo Timore. Io spero nel Signore, l’anima mia spera nella Sua parola, l’anima mia attende il Signore più che le sentinelle l’aurora. Israele attenda il Signore perchè presso il Signore è la Misericordia e grande presso di Lui la redenzione. Egli redimerà Israele da tutte le sue colpe.

Preghiamo:

Signore Gesù, per avvalorare maggiormente le nostre deboli suppliche, Ti preghiamo umilmente di offrire Tu stesso all’Eterno Padre il terribile dolore prodotto dalle Piaghe dei Piedi, delle Mani e del Costato, insieme col Sangue preziosissimo, con l’agonia e con la Tua morte. Preghiamo anche Te, addolorata Vergine Maria, di presentare al Padre insieme alla dolorosa passione del Tuo Figlio tanto amato, i sospiri, le lacrime e tutte le sofferenze che hai sofferto per le Sue pene, affinché, per i meriti del vostro dolore e del vostro amore, le anime che si trovano tra le fiamme del Purgatorio siano liberate e possano giungere in Cielo per cantare in eterno la divina misericordia. Amen.

INVOCAZIONI ALLE ANIME DEL PURGATORIO

anime_del_purgatorioEterno Iddio, Padre, Figlio e Spirito Santo, abbi pietà delle Anime purganti

RIT. Te ne supplichiamo, ascoltaci

Gesù mio, redentore amatissimo, abbi pietà delle Anime purganti. RIT

Gesù mio, per la tua potenza, assolvi quelle Anime RIT

Gesù mio, per la tua clemenza, salva le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua bontà, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua innocenza, purifica le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua umiltà, innalza a Te le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio , per la tua ubbidienza, solleva le Anime del Purgatorio RIT

anime purgatorio-3Gesù mio, per la tua carità, infiamma le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua umanità, non abbandonare le Anime dei Purgatorio

Gesù mio, per le tue lacrime, consola le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per le tue piaghe, sana le Anime dei Purgatorio RIT 

Gesù mio, per il tuo Sangue prezioso, lava le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero della tua vita laboriosa, dona il riposo alle Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero della tua passione e morte perdona alla Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero del tuo Cuore divino, aiuta le Anime del Purgatorio RITanime1

Gesù mio, per la verginità di Maria Santissima, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la divina Maternità di Maria, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per gli stenti e la povertà di Maria, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per l’amore che Ti portò Maria Santissima, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per le preghiere di tutti i Santi, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per tutte le opere buone che sono state fatte e si faranno nel mondo, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero della tua incarnazione, abbi compassione delle Anime dei Purgatorio RIT

Letture di sabato 4 novembre 2017

LETTURE DI SABATO

4 novembre 2017

SAN CARLO BORROMEO

“… quando sei invitato, va’ a metterti all’ultimo posto, perché quando viene colui che ti ha invitato ti dica: “Amico, vieni più avanti!”…”

mariapocsL’ICONA MIRACOLOSA DI MÁRIAPÓCS

Ungheria – 4 novembre 1969 – Il 4 novembre 1969 l’Icona di Máriapócs verso la fine della messa, inizia a versare lacrime. La lacrimazione dura due settimane e la voce si sparge per tutto il paese. Un bambino in fin di vita riacquista la sanità dopo aver toccato l’immagine. Inizieranno così una serie infinita di miracoli… La storia e i video.

santi-vitale-e-agricola1

Santi Vitale e Agricola

Protomartiri bolognesi – 4 novembre – Distinti per classe sociale ma uniti dalla palma della morte a causa della fede. Vitale e Agricola, servo e padrone, lanciarono con la loro testimonianza un messaggio di uguaglianza e di solidarietà che avrà pubblico riconoscimento al sorgere del libero Comune con il decreto di liberazione dei servi della gleba. La storia, la video-storia e la preghiera

“Cercherò le pecore del mio gregge, dice il Signore, “e farò sorgere un pastore che le conduca al pascolo; io, il Signore, sarò il loro Dio”.

PREGHIERA DEL MATTINO

Custodisci nel tuo popolo, o Padre, lo spirito che animò il vescovo san Carlo, perché la tua Chiesa si rinnovi incessantemente, e sempre più conforme al modello evangelico, manifesti al mondo il vero volto del Cristo Signore.  Per Cristo nostro Signore. Amen

PRIMA LETTURA

Rm 11,1-2.11-12.25-29 – Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Romani

Fratelli, Dio ha forse ripudiato il suo popolo? Impossibile! Anch’io infatti sono Israelita, della discendenza di Abramo, della tribù di Beniamino. CADUTA DI CRISTODio non ha ripudiato il suo popolo, che egli ha scelto fin da principio.
Ora io dico: forse inciamparono per cadere per sempre? Certamente no. Ma a causa della loro caduta la salvezza è giunta alle genti, per suscitare la loro gelosia. Se la loro caduta è stata ricchezza per il mondo e il loro fallimento ricchezza per le genti, quanto più la loro totalità!
Non voglio infatti che ignoriate, fratelli, questo mistero, perché non siate presuntuosi: l’ostinazione di una parte d’Israele è in atto fino a quando non saranno entrate tutte quante le genti. Allora tutto Israele sarà salvato, come sta scritto:
«Da Sion uscirà il liberatore, egli toglierà l’empietà da Giacobbe. Sarà questa la mia alleanza con loro quando distruggerò i loro peccati».
Quanto al Vangelo, essi sono nemici, per vostro vantaggio; ma quanto alla scelta di Dio, essi sono amati, a causa dei padri, infatti i doni e la chiamata di Dio sono irrevocabili!

C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

Salmo Responsoriale

Sal.93

RITIl Signore non respinge il suo popolo.

popoli tuttiBeato l’uomo che tu castighi, Signore, e a cui insegni la tua legge, per dargli riposo nei giorni di sventura. RIT

Poiché il Signore non respinge il suo popolo e non abbandona la sua eredità, il giudizio ritornerà a essere giusto e lo seguiranno tutti i retti di cuore. RIT

Se il Signore non fosse stato il mio aiuto, in breve avrei abitato nel regno del silenzio. Quando dicevo: «Il mio piede vacilla», la tua fedeltà, Signore, mi ha sostenuto. RIT

CANTO AL VANGELO

Alleluia, Alleluia.

Prendete il mio giogo sopra di voi, dice il Signore, e imparate da me, che sono mite e umile di cuore.

Alleluia.

VANGELO

Lc 14, 1.7-11 – Dal Vangelo secondo Luca

tavola invitatoUn sabato Gesù si recò a casa di uno dei capi dei farisei per pranzare ed essi stavano a osservarlo.
Diceva agli invitati una parabola, notando come sceglievano i primi posti: «Quando sei invitato a nozze da qualcuno, non metterti al primo posto, perché non ci sia un altro invitato più degno di te, e colui che ha invitato te e lui venga a dirti: “Cédigli il posto!”. Allora dovrai con vergogna occupare l’ultimo posto. Invece, quando sei invitato, va’ a metterti all’ultimo posto, perché quando viene colui che ti ha invitato ti dica: “Amico, vieni più avanti!”. Allora ne avrai onore davanti a tutti i commensali. Perché chiunque si esalta sarà umiliato, e chi si umilia sarà esaltato».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

COMMENTO

La via stretta del vangelo e i primi posti…cammino

“I primi saranno gli ultimi”, è scritto nel Vangelo ed è diventato un detto popolare. Ha in sé qualcosa di anacronistico tale affermazione; oggi potrebbe risuonare addirittura assurda. Chi riesce ad accaparrarsi un “posto” difficilmente lo molla, anche perché spesso tale conquista comporta una fatica immane e scoccia il sol pensiero di dover retrocedere e lasciare quel posto ad altri. Gesù non lascia spazio agli equivoci, condanna coloro che bramano accaparrarsi i primi posti e dichiara, senza mezzi termini, che il Regno è aperto a coloro che sanno diventare piccoli davanti a Dio. Ricordiamo il brano della porta stretta. Naturalmente se siamo afferrati dall’orgoglio, come capita spesso, l’ammonimento di Gesù suscita non consensi ma violenta contestazione. Anche per gli amanti del potere è incomprensibile ed impraticabile la proposta di Gesù. Egli ha però proclamato tale verità e ne ha dato un sublime esempio: nell’ultima cena assume la veste del servo quando lava i piedi ai suoi discepoli, sul patibolo è diventato la vittima designata che si lascia immolare sull’altare della croce. Il cristiano, se davvero vuole essere un seguace di Cristo, non può esimersi dal seguire tali esempi e ciò anche quando si rischia di subire angherie e sopraffazioni. Questa è la via stretta del vangelo! Ci si cammina solo con la grazia divina.

PREGHIERA DELLA SERA

abbraccio11Nell’attesa del giorno in cui l’amore di Dio sarà perfetto in noi, Ti rivolgiamo la nostra preghiera o Padre e Ti affidiamo, le gioie e le fatiche, le rinunce e gli atti di carità che siamo riusciti a fare in questo giorno e Ti ringraziamo con tutto il cuore per tutto quello che fai per noi e ci dai ogni giorno. Signore, che hai mandato il Tuo Figlio a salvarci nell’umiltà della natura umana, accogli la preghiera del Tuo popolo perché, libero da ogni vano desiderio, trovi in Te la sua beatitudine. Per Cristo nostro Signore. Amen.

 

 

Raïssa Oumançoff

Raïssa Oumançoff

mistica e filosofa (1883-1960) 4 novembre

rac3afssa-oumanc3a7off-maritain11Di origini ebraiche Raïssa dopo un periodo di buio interiore arriva alla conversione insieme al marito protestante componendo opere di alto contenuto mistico

Mistica, poetessa e saggista francese cattolica, moglie del filosofo Jacques Maritain. Autrice di raccolte di poesie, di trattati di spiritualità e di estetica, di opere autobiografiche, insieme al marito è stata al centro di un’amplissima cerchia di amicizie con numerosi esponenti della cultura novecentesca, appartenenti ai più disparati campi della ricerca e dell’espressione artistica.

Raïssa nasce a Rostov sul Don, in Ucraina, da Ilia Oumançoff sarto di professione e dalla moglie Issia, ebrei appartenenti al movimento ortodosso dei chassidim, caratterizzato da una forte istanza mistica. Dopo la nascita della sorella Vera nel 1886 (2 luglio), alla quale resterà legata per tutta la vita e che vivrà con lei e Jacques negli anni della maturità, lascia con la famiglia la Russia alla volta di Parigi nel 1893, dove frequenta la scuola primaria e secondaria e impara a suonare il pianoforte.

RaissaStudentessa all’Università parigina della Sorbona, nel 1901 conosce Jacques Maritain, proveniente dal protestantesimo, con il quale inizia a frequentare Charles Péguy e le lezioni di Henri Bergson. Nel 1902, Raïssa e Jacques si fidanzano, per sposarsi poi civilmente nel 1904. È il tempo della crisi, per i due giovani: punti sul vivo da una cultura che li convince dell’assenza dal mondo di qualsiasi finalità trascendente, con le sole luci dello scetticismo e del relativismo a illuminare un universo che appare ai loro occhi malvagio e crudele, decidono di trovare l’assoluto che cercano, o di darsi la morte.

La svolta nella loro esistenza avviene proprio grazie a Péguy e Bergson, che ai loro occhi additano una prospettiva nuova, rispetto allo scetticismo e al nichilismo imperante. Decisivo sarà l’incontro con il romanziere Léon Bloy, che condurrà i due giovani alla persona di Gesù Cristo. La conversione avviene nel 1905, quando Raïssa si ammala gravemente. L’esperienza della malattia e, insieme, della preghiera la avvicina, con Jacques, definitivamente a Dio. L’11 giugno 1906 entrambi ricevono il battesimo cattolico. Un altro grave episodio di salute che colpisce Raïssa nel 1907 conferma nei due Maritain la fede in Dio.

Jacques Maritain

La lettura dell’opera di San Tommaso d’Aquino disvela loro quanto era stato negato dalla Sorbona. Jacques e Raissa concepiranno in seguito la loro vita matrimoniale come una sorta di vocazione di stile monastico, votata allo studio, alla diffusione del pensiero di san Tommaso e dell’animazione dei gruppi culturali. Le pubblicazioni di Jacques diventano numerose; Raïssa è accanto al marito nel suo lavoro di riflessione. Iniziano in questo periodo le frequentazioni e le amicizie dei Maritain con gli esponenti della cultura loro contemporanea.

Dal 1923 al 1939, vivono a Meudon, nei pressi di Parigi. Sono gli anni delle grandi amicizie con Jean Cocteau, Pierre Reverdy, Réginald Garrigou-Lagrange, Nicolas Nabokov, Charles Journet, Étienne Gilson, Gino Severini, Charles Henrion, François Mauriac – alcuni fra i molti. Al 1935 risale la pubblicazione delle prime poesie di Raïssa. L’atteggiamento iniziale dei due convertiti è di un a certa ostilità nei confronti del mondo moderno, ma lo sviluppo di una incessante ricerca li condurrà ad una struttura di pensiero che per molti aspetti preannuncia il Concilio Vaticano II.

Raissa.1

Dal 1939 al 1944, Raïssa è costretta dagli sviluppi bellici e dalle sue origini giudaiche, prima a trasferirsi negli Stati Uniti con Jacques, poi a stabilirvisi. Sono gli anni dell’amicizia con Marc Chagall. Raïssa si occupa di poesia, contemplazione mistica, arte. Al termine della guerra, Jacques è nominato ambasciatore di Francia presso la Santa Sede. Raïssa segue il marito in questa nuova avventura. Nasce l’amicizia con mons. Giovanni Battista Montini, il futuro papa Paolo VI. Nel 1949, i Maritain lasciano il Vaticano, dopo le dimissioni di Jacques dall’incarico, e tornano negli Stati Uniti, a Princeton (NJ). Raïssa è sempre al fianco del marito e si occupa di filosofia e critica dell’arte, poesia, liturgia.

Sotto le sue oscure apparenze, i doveri di ogni istante nascondono la verità divina; sono come i sacramenti del momento presente”.(Raïssa Maritain)

Durante una vacanza in Francia, nel settembre 1960 Raïssa è colpita da emorragia cerebrale. Assistita da Jacques, muore il 4 novembre dello stesso anno. Le esequie vengono celebrate a Parigi. La salma è inumata a Kolbsheim, in Alsazia, dove dal 1973 riposano anche le spoglie mortali di Jacques.

Raïssa Oumançoff

L’intimità di Raïssa con il divino è la vera base della sua esperienza poetica, anche quando le sue poesie sembrano non dire nulla di preciso su Dio. La sua poesia esprime le profondità del suo rapporto con Dio, ponendo i suoi versi sulla linea di autori come Santa Teresa d’Ávila e San Giovanni della Croce – che non a caso furono fra i maestri di spiritualità più amati dai Maritain. Certo, questa esperienza è resa singolare dal fatto che Raïssa visse nel mondo e non nella solitudine claustrale. La testimonianza dell’intera sua vita fu infatti quella della presenza amorevole che si fa prossima alle esistenze, alle storie personali, alla storia stessa dell’umanità ferita.

Con la sua poesia e, più in generale, la sua opera e finanche la sua vita, Raïssa ha cercato di scoprire e utilizzare ogni bellezza presente nel mondo, così come ogni miseria, per alimentare l’amore nei confronti di Dio. Sempre ha guardato agli uomini e alla civiltà del suo tempo con comprensione, simpatia, lucidità. In Raïssa c’è una meravigliosa compenetrazione di intuizione poetica, riflessione filosofica ed esperienza mistica. Si potrebbe a ragione affermare che il suo è stato uno sguardo “sensibile” sulla realtà, attento a ricondurre ogni cosa nella contemplazione divina.

Raissa.2La sofferenza di Raissa ha il suo significato di fondo nel mistero cristiano, da lei vissuto intensamente: compiere ciò che manca alla passione di Cristo.  “Le fatiche degli amanti non pesano, anzi sono motivo di diletto” … L’importante è l’oggetto che si ama, poiché quando si ama o non si sente il peso o si ama di sentirlo“.

Sulla poesia della moglie, ebbe a scrivere Jacques Maritain:

«un canto il cui ritmo, per diverso che sia, s’impone sempre all’orecchio con una rara precisione, viene da qualcosa di più profondo di un flusso puramente psichico delle impressioni e delle immagini. L’inconscio che libera è l’inconscio dello spirito nella sua sorgente. Tutto vi è necessario e tutto vi è libero. Non un qualche astratto disegno di perfezione, ma una fedeltà delicata, una jacques_raissa_maritainattenzione amorosa, a queste mani invisibili da cui l’anima riceve tutto, impone una trasparenza, una precisione e una discrezione singolare alla melodia che emana dal sangue e dallo spirito. Ciò che sembra tipico qui, è da una parte la musicalità, espressamente considerata come un elemento essenziale della poesia, dall’altra la nitidezza  con cui la forma attualizza in ogni poema la sua unità vitale» (J. Maritain, Presentazione a R. Maritain, Poèmes et essais, Desclée de Brouwer, Paris 1968, ora in J. et R. Maritain, Oeuvres Complètes, Editions Universitaires, Fribourg-Editions Saint Paul, Paris 1986-2008, vol. XV, p. 513).

Fonti: http://www.santiebeati.it/dettaglio/94481https://it.wikipedia.org/wiki/Ra%C3%AFssa_Ouman%C3%A7off_Maritain

ARTICOLI COLLEGATI

LA FEDE AIUTA, PROTEGGE, SALVA
SANTA TERESA BENEDETTA DELLA CROCE
SANTA TERESA D’AVILA
MADONNA DEL MIRACOLO

ALMANACCO DEL 3 NOVEMBRE 2017

ALMANACCO DEL 3 NOVEMBRE 2017

Le pubblicazioni del calendario religioso di Maria Regina dell’Universo

————————————————————————––——————————

uomo-donoMESSAGGIO DI P. PIO

PER IL 3 NOVEMBRE

Un giorno un suo figlio gli chiese: “Come posso, Padre, aumentare l’amore?” Risposta: “Col fare con esattezza e rettitudine di intenzione i propri doveri, osservando la legge del Signore. Se questo farai con costanza e perseveranza, crescerai nell’amore (LdP, 91).

Tratto da “Buona Giornata ” – Edizioni Padre Pio da Pietrelcina

———————————————————————–

INDICE

APPARIZIONE MADONNA DELLE GRAZIE

apparizione-a-cotignac

Letture di venerdì 3 novembre 2017
SAN MARTINO DE PORRES
San Malachia e la profezia sull’ultimo papa
Occultismo 
CORONCINA PER LE ANIME ABBANDONATE

————————————————-

IL MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE

 “…Ogni giorno io prego mio figlio di perdonare al mondo i vostri peccati.”

(Tratto dal messaggio del 3 novembre 1981)

——————————————————————————-

APPARIZIONE MADONNA DELLE GRAZIEapparizione-fratel-fiacre

Cotignac (Francia) 3 novembre 1637

L’apparizione della Madonna delle Grazie allo scopo di donare ai sovrani francesi un erede mediante la recita di tre novene e un’apparizione di San Giuseppe.

Su http://biscobreak.altervista.org/2016/11/apparizione-madonna-delle-grazie/

——————————————————————————-

LETTURE DI VENERDÌ

3 novembre 2017

XXX Settimana del Tempo Ordinario (Anno I)

“… «È lecito o no guarire di sabato?».…”

La preghiera del mattino e della sera, le letture e il commento su http://biscobreak.altervista.org/2017/11/letture-di-venerdi-3-novembre-2017/

————————————————————————

SAN MARTINO DE PORRESS. MARTINO DE PORRES

religioso (1575 – 1639) 3 novembre 

Martino fu il primo mulatto a essere riconosciuto dalla Chiesa per la sua eroica virtù cristiana. Il padre spagnolo si rifiutò di riconoscerlo come figlio. Di doti soprannaturali ne aveva davvero tante, come quella di passare per le porte chiuse.

In “Briciole di luce” la storia, la video-storia  su  http://biscobreak.altervista.org/2013/11/san-martino-de-porres/

———————————————————————————

san malachiaSan Malachia

eremita (c.a. 519-425 a.C.) 03 novembre

San Malachia è l’ultimo dei profeti minori della Bibbia, che gli ebrei chiamano per questo “Sigillo dei profeti” e proprio alla fine del suo libro troviamo una profezia messianica che parla di un messaggero del Signore inviato per ristabilire il giusto rapporto tra Dio e il suo popolo.

La profezia di san Malachia sull’ultimo Papa su http://biscobreak.altervista.org/2013/02/profezie-sullultimo-papa/ 

——————————————————————————

OCCULTISMOMaria Simma

Le conseguenze delle pratiche occulte fatte o subite, volontariamente o involontariamente dalle rivelazione di Maria Simma, famosa mistica dei nostri tempi.

L’intervista e la video-intervista alla mistica su http://biscobreak.altervista.org/2013/11/occultismo/

—————————————————————————–

PREGHIERE E PROPOSTE IN CORSO 

CORONCINA PER LE ANIME ABBANDONATE

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

O Dio, vieni a salvarmi.

Signore vieni presto in mio aiuto.

Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com’era nel principio ora e sempre nei secoli, dei secoli. Amen

mano di gesùI. Mio Redentore, adoro profondamente la piaga della tua Mano destra e Ti ringrazio per il dolore che in essa volesti soffrire per la nostra salvezza. In questa piaga racchiudo le Anime del Purgatorio abbandonate da tutti e particolarmente da coloro che utilizzano per loro fini egoistici il denaro da esse lasciato e che avrebbe dovuto essere impiegato in opere di carità o comunque in suffragi per loro sollievo. Dio eterno, Redentore e Padre delle nostre anime, Ti prego di consolare con la Tua infinita clemenza quelle povere Anime afflitte.

PADRE NOSTRO “Padre Nostro che sei nei cieli sia santificato il Tuo Nome, venga il Tuo Regno, sia fatta la Tua volontà come in cielo e così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano e rimetti a noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo ai nostri debitori e non ci indurre intentazione ma liberaci dal male. Amen”

AVE MARIA “Ave Maria piena di grazia il Signore è con te, Tu sei benedetta fra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno Gesù, Santa Maria Madre di Dio prega per noi peccatori adesso e nell’ora della nostra morte. Amen ”

mano sinistra di Cristo

L’ETERNO RIPOSO, dona a loro o Signore, risplenda ad essi la luce perpetua riposino in pace. Amen

II. Mio caro Gesù, adoro profondamente la piaga della tua Mano sinistra e Ti ringrazio per il dolore che in essa sopportasti per la nostra salvezza. In questa piaga racchiudo le Anime dei genitori abbandonati nel Purgatorio dai loro figli ingrati. Abbi compassione, eterna Sapienza increata, del dolore che soffrono queste Anime infelici nel vedersi abbandonate proprio da coloro che hanno amato e cresciuto.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

costatoIII. Mio Salvatore, adoro profondamente la Piaga del Tuo Costato che fu prodotta dalla lancia di un soldato dopo la Tua morte. In essa racchiudo le Anime dei poveri del mondo, a qualsiasi nazionalità appartengano. Al Tuo Cuore squarciato affido le Anime di coloro che sono vissuti nella fame e tra gli stenti e forse neppure ora hanno qualcuno che si occupi di loro e le aiuti.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

piedi2IV. Eterno Figlio fatto uomo per la mia liberazione, adoro profondamente la piaga del Tuo Piede destro e Ti ringrazio del dolore in essa sopportato per donarmi il paradiso. In questa Piaga racchiudo le Anime dei bambini vittime dell’aborto e comunque della violenza, accoglili tra le Tue braccia amorevoli e perdona anche i loro genitori e quelli che hanno perpetuato i delitti mostruosi contro gli innocenti perché come i Tuoi carnefici Gesù, non sapevano valutare l’enormità del peccato che stavano commettendo. Ricorda, Padre misericordioso, che sono anch’essi Tuoi figli amati.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

piede sinistroV. Eterno Figlio fatto uomo per donarci la vita, adoro profondamente la piaga del Tuo Piede sinistro e Ti ringrazio del tormento in essa sofferto per renderci felici. In questa piaga racchiudo le anime di coloro che hanno operato per la rovina delle famiglie, e quelle dei giovani che hanno impostato la loro vita nelle frivolezze, senza preoccuparsi dei valori sacri che la Tua legge ci propone. Gesù mio, se avessero conosciuto Te avrebbero potuto comprendere le meraviglie dell’amore vero e la dolcezza della Tua vicinanza, ma forse nessuno ha parlato loro della felicità e della pace che solo il Tuo amore sa dare. Abbi misericordia, Gesù, Dio-Amore, supplisci alle loro mancanze con il Tuo amore purissimo e lavale con il Tuo Sangue prezioso affinchè siano presto purificate e possano giungere a saziarsi della gioia senza fine.

PADRE NOSTRO – AVE MARIA – L’ETERNO RIPOSO

DE PROFUNDIS

purgatorioDal profondo a Te grido o Signore, Signore ascolta la mia voce. Siano i Tuoi orecchi attenti alla voce della mia preghiera. Se consideri le colpe, Signore, Signore chi potrà sussistere? Ma presso di Te è il perdono, perciò avremo il Tuo Timore. Io spero nel Signore, l’anima mia spera nella Sua parola, l’anima mia attende il Signore più che le sentinelle l’aurora. Israele attenda il Signore perchè presso il Signore è la Misericordia e grande presso di Lui la redenzione. Egli redimerà Israele da tutte le sue colpe.

Preghiamo:

Signore Gesù, per avvalorare maggiormente le nostre deboli suppliche, Ti preghiamo umilmente di offrire Tu stesso all’Eterno Padre il terribile dolore prodotto dalle Piaghe dei Piedi, delle Mani e del Costato, insieme col Sangue preziosissimo, con l’agonia e con la Tua morte. Preghiamo anche Te, addolorata Vergine Maria, di presentare al Padre insieme alla dolorosa passione del Tuo Figlio tanto amato, i sospiri, le lacrime e tutte le sofferenze che hai sofferto per le Sue pene, affinché, per i meriti del vostro dolore e del vostro amore, le anime che si trovano tra le fiamme del Purgatorio siano liberate e possano giungere in Cielo per cantare in eterno la divina misericordia. Amen.

INVOCAZIONI ALLE ANIME DEL PURGATORIO

anime_del_purgatorioEterno Iddio, Padre, Figlio e Spirito Santo, abbi pietà delle Anime purganti

RIT. Te ne supplichiamo, ascoltaci

Gesù mio, redentore amatissimo, abbi pietà delle Anime purganti. RIT

Gesù mio, per la tua potenza, assolvi quelle Anime RIT

Gesù mio, per la tua clemenza, salva le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua bontà, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua innocenza, purifica le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua umiltà, innalza a Te le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio , per la tua ubbidienza, solleva le Anime del Purgatorio RIT

anime purgatorio-3Gesù mio, per la tua carità, infiamma le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la tua umanità, non abbandonare le Anime dei Purgatorio

Gesù mio, per le tue lacrime, consola le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per le tue piaghe, sana le Anime dei Purgatorio RIT 

Gesù mio, per il tuo Sangue prezioso, lava le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero della tua vita laboriosa, dona il riposo alle Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero della tua passione e morte perdona alla Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero del tuo Cuore divino, aiuta le Anime del Purgatorio RITanime1

Gesù mio, per la verginità di Maria Santissima, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per la divina Maternità di Maria, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per gli stenti e la povertà di Maria, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per l’amore che Ti portò Maria Santissima, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per le preghiere di tutti i Santi, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per tutte le opere buone che sono state fatte e si faranno nel mondo, libera le Anime dei Purgatorio RIT

Gesù mio, per il mistero della tua incarnazione, abbi compassione delle Anime dei Purgatorio RIT