Crea sito

Archive for MEDJUGORJE

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

Sora Emmanuel Maillard - MedjugorjeLuglio 2018 di suor Emmanuel

sito in francese www.enfantsdemedjugorje.fr; e-mail gospa.fr@gmail.com

Un mese ricco di storie bellissime, che riguardano soprattutto il potere dell’unzione, che non è solo per i moribondi come erroneamente molti pensano. Inoltre una bella preghiera per i sacerdoti, che hanno un ruolo fondamentale nei piani di Dio e necessitano delle nostre suppliche .

Cari figli di Medjugorje, siano lodati Gesù e Maria!

L’APPARIZIONE DEL 02 LUGLIO 2018

Il 2 giugno 2018Mirjana ha ricevuto la sua mensile apparizione alla Croce Blu, circondata da una grande folla di pellegrini. Dopo l’apparizione, ha trasmesso il seguente messaggio che Maria indirizza a tutti:

«Cari figli, sono Madre di tutti voi e perciò non abbiate paura perché io sento le vostre preghiere, so che mi cercate e perciò prego mio Figlio per voi; mio Figlio che è in unione con il Padre Celeste e lo Spirito Consolatore, mio Figlio che guida le anime nel Regno da dove è venuto, che è il Regno della pace e della luce. Figli miei, vi è stata lasciata la libertà di scegliere, perciò io come Madre vi prego di scegliere la libertà per il bene, e con l’animo puro e semplice comprendete, anche se qualche volta non comprendete tutte le parole, dentro di voi intuite cos’è la verità. Figli miei, non perdete la verità e la vita veritiera per seguire le menzogne. Con la vita veritiera il Regno Celeste entra nei vostri cuori, è il Regno dell’amore, della pace e della concordia. In quel Regno, figli miei, non ci sarà l’egoismo ad allontanarvi da mio Figlio, ci sarà l’amore e la comprensione per il vostro prossimo. Perciò ricordate, nuovamente vi ripeto, pregare significa amare gli altri, amare il prossimo, donarsi a loro; amate e donate in mio Figlio, sarà allora che Lui opererà in voi e per voi. Figli miei, costantemente pensate a mio Figlio, amatelo senza misura e allora avrete la vita veritiera, che sarà per l’eternità. Vi ringrazio Apostoli del mio amore».

Unzione dei malati.

Durante una missione in Asia nel 2011, ho partecipato ad una Messa con un piccolo gruppo. Durante la Messa ci è stato proposto di ricevere il Sacramento della unzione degli infermi. Poiché soffrivo di cervicale, mi sono fatta avanti, ed il Sacramento mi ha guarito. I dolori non mi sono mai tornati.

A Medjugorje come a Lourdes, sono tanti quelli che vengono a domandare una guarigione dal Cielo. Sono anche tanti quelli che pregano per questa intenzione. Spesso, per essere esauditi, sono disposti a percorrere migliaia di chilometri per incontrare un sacerdote che ha un carisma speciale o addirittura un “guaritore”.

Non ricordano che Gesù stesso ci ha lasciato un Sacramento di guarigione nel quale si manifesta tutta la Sua potenza, come ai tempi della sua predicazione sulla terra: l’unzione dei malati. Alcuni guariscono appena ricevuto questo sacramento, altri ricevono la forza di sopportare la loro sofferenza insieme a Cristo.

Questo Sacramento, che fu per lungo tempo chiamato l’estrema unzione, non è riservato ai soli moribondi! E’ stato rimesso al suo giusto posto dopo il Concilio Vaticano II, è adesso proposto a tutti coloro che soffrono di una malattia fisica o psichica. Questo sacramento deve essere vissuto contemporaneamente  al sacramento della Riconciliazione – cioè una buona confessione con la rinuncia al peccatoed alla Eucaristia, due sacramenti che anch’essi possono donare la guarigione.

Per dare l’Unzione ai malati, i sacerdoti utilizzano l’olio degli infermi. Tutte le parrocchie sono in possesso di questo olio degli infermi ed è auspicabile che questo Sacramento sia meglio conosciuto e vissuto dai fedeli. Non aspettiamo che l’infermo sia in agonia per proporglielo! Certo, la Vergine prega volentieri suo Figlio per ottenere da Lui la guarigione, ma perché  non appropriarci di questo Sacramento che Lui stesso ci offre attraverso la sua Chiesa? (Ogni spiegazione si trova nel Catechismo della Chiesa Cattolica, § 1.499.)

Scontro frontale fra un buddista ed il Dio vivente

Chi è Mike Lim? Di origine cinese, viveva a Singapore. Buddista convinto, era ferocemente anticattolico. Era di buon cuore ed amava molto la sua famiglia. La sorella maggiore, Violetta, era gravemente malata dall’adolescenza, ed il male era incurabile. Violetta aveva subito tantissime operazioni inutilmente. La malattia e la sofferenza non facevano che peggiorare. Un vero incubo familiare. Mike non sopportava più di vederla soffrire così, inchiodata alla sua carrozzella, senza possibilità di alcun aiuto. Disperato, aveva provato di tutto.

Nel giugno 1995, mossa a compassione da tanta sofferenza, Rosa, un’amica cattolica, osò suggerirgli di portare Violetta ad una Messa seguita da una preghiera carismatica di guarigione. Dopo avere categoricamente rifiutato, non avendo niente da perdere, Mike si lasciò convincere. Arrivato in chiesa si sentì a disagio, tutta la liturgia gli sembrava ridicola e aberrante. Ma durante la preghiera che seguì la Messa, Rosa, spinta dallo Spirito Santo, gli sussurrò all’orecchio “Dai! Vacci Mike! Domanda a Dio di guarire tua sorella!

Completamente disorientato, Mike si buttò nell’acqua e, per la prima volta in vita sua, si rivolse a quel Dio sconosciuto dicendo: “Gesù, fai camminare mia sorella e crederò in te!

Vide il sacerdote dirigersi decisamente verso Violetta, pregare a lungo per lei imponendole le mani ed alla fine dirle con autorità: “Adesso, alzati!” E’ in quel momento che l’impossibile divenne realtà… Mike sgranò gli occhi, stupefatto: vide Violetta alzarsi lentamente, poi camminare, poi correre ed alla fine ballare nella chiesa! Fu interiormente e completamente sconvolto e si mise a gridare:” My goodness! He is alive! He is real!”(“Mio Dio! E’ vivo! E’ reale!”). Si mise a piangere, a piangere tutte le sue lacrime sempre ripetendo le stesse parole: “E’ vivo! E’ reale!”

Quel giorno la sua vita si capovolse. L’anticattolico divenne avido di conoscere il Cristo e la fede cristiana. Scoprì la Bibbia e la divorò da cima a fondo in due mesi. La leggeva ore al giorno, come un assetato che finalmente ha trovato l’acqua viva che disseta. La sua anima desiderava il Dio Vivente con tutta sé stessa! Si fece battezzare con tutta la sua famiglia. Entrò in seminario a 38 anni ed è adesso sacerdote di Gesù Cristo e missionario in Australia. Ripete sempre ai suoi fedeli: “Ci ho messo 35 anni a trovare il Dio Vivente, e voi, l’avete ricevuto dalla vostra infanzia! E ve ne volete sbarazzare!? Allora ascoltatemi: non lasciatelo mai!

E’ lo stesso padre Mike Lim, diventato padre Michael (Michele), che ci ha donato l’Unzione degli infermi a Singapore nel 2011, il sacramento che mi ha concesso di guarire come vi ho raccontato all’inizio. Sì, Gesù è vivente! Il Nostro Dio non è una statua fabbricata dagli uomini e impotente. E’ reale e vivo, ed il suo nome è Amore! Il Suo nome è “Dio salva”, Ieshua! Gesù!

Un grande discepolo del Cristo,

…il padre Kevin Scallon, è tornato al Padre il 25 giugno scorso, giorno del suo 37esimo di sacerdozio. Durante tutta la sua vita di sacerdozio, instancabilmente ha percorso il mondo per attirare le anime a Dio, soprattutto alla sua presenza Eucaristica. Con un gran dono di parola ispirata, e spesso con un dono di guarigione, ha accompagnato molto spesso Suor Briege McKenna nelle sue missioni, salvando così la vocazione di tantissimi sacerdoti, liberandoli dalle malvagità inflitte dal nemico agli “Scelti da Dio”.

Il padre Kevin veniva a stare ogni anno a Medjugorje da noi insieme a Suor Briege, e gli volevamo molto bene. Era per noi un vero padre, il volto del padre Celeste. Una delle nostre suore diceva: “Se dovessi immaginare l’amore del Padre Celeste, lo paragonerei al cuore di padre Kevin!

Vi racconto adesso una delle più belle storie della sua vita, che descrive bene la sua molto speciale vicinanza a Dio:

Una sera di Natale.

Mentre Padre Kevin stava andando da suo nipote per celebrare il Natale, la macchina si fermò, erano le 9 di sera. Gli fu impossibile farla ripartire ed aveva ancora un’ora di strada da fare. Era la notte di Natale e da quando aveva lasciato Dublino non aveva incontrato né una macchina né anima viva. Alla luce della luna, vide una piccola casa proprio di fronte al luogo in cui si era fermato. Una finestra era illuminata. Decise di domandare alla gente che vi abitava di poter usare il loro telefono per chiamare suo nipote. Aprì il cancelletto di legno bianco del giardino e bussò alla porta perché non c’era campanello. Un uomo dall’aria abbastanza giovane aprì la porta e lo accolse calorosamente. Guardando nella casa, padre Kevin vide una giovane donna con un bambino in braccio, che teneva stretto contro la sua guancia.

La donna gli sorrise mentre Padre Kevin domandava al marito di poter telefonare. Questi gli rispose: “non abbiamo telefono, ma se tornate a piedi al villaggio, c’è un negozio di biciclette sulla destra del supermercato, che vi lascerà telefonare.Posso lasciare la mia auto davanti a casa vostra?“, chiese padre Kevin. “Certo, la sorveglierò“, rispose l’uomo. Padre Kevin ringraziò la coppia, e augurò loro buon Natale. Così, alla luce della luna, Padre Kevin andò a piedi fino al negozio di biciclette. Durante il cammino non smetteva di pensare al suo incontro con la coppia ed al bambino, e soprattutto allo strano profumo che aveva odorato in casa. Non era un’ odore d’Irlanda. Perché gli ricordava allora il suo recente viaggio in Terra Santa? E perché in casa non c’erano che candele per illuminarla?

Dal biciclettaio, Padre Kevin poté telefonate a suo nipote che venne a prenderlo. Il giorno dopo fecero riparare la macchina da un meccanico del luogo. Finito il lavoro, Padre Kevin desiderò salutare la giovane famiglia che l’aveva accolto e cercò il cancelletto bianco ma non lo trovò. Non trovò che una siepe, e più lontano un campo e nessuna casa a perdita d’occhio. Durante il  viaggio di ritorno, il nipote non smise di parlare. Il Padre Kevin restò silenzioso. Era la Festa della Santa Famiglia… Non l’aveva forse vista con i suoi occhi?

Mgr. Hoser è arrivato a Sarajevo il 5 giugno,

…ha incontrato diverse personalità della Chiesa li, poi è arrivato a Medjugorje il 6 giugno. Ci rallegriamo tanto della sua benedetta presenza in mezzo a noi, e preghiamo perchè egli possa realizzare il suo compito con l’aiuto dello Spirito Santo!

Cosa dice la Bibbia sui tatuaggi?

Per l’estate, possiamo ricordare questa parola che Dio ha dato al suo popolo: “Non farai nessun tatuaggi sul tuo corpo. Ne incisioni.” (Levitico 19, 28). Perche questo? Il corpo umano è Tempio di Dio. Se non ne avete ancora fatto, non fatene! Se ne avete già fatto per ignoranza, siate in pace ma nella confessione, è prudente farli benedire da un sacerdote, perche non si sa mai da quale mani viene la polvere utilizata. Rimaniamo prudenti ! Anche, non comprare dei vestiti dove c’è una testa di morto. Non fa nessun bene portare su di se i segni della nostra la cultura di morte!

Prossime dirette 

Dopo l’interruzione estiva di luglio e agosto, la prossima Diretta (in francese) sul messaggio del 2 avverrà il 3 settembre alle 21.00. La Diretta del 3 giugno sarà ritrasmessa su: www.enfantsdemedjugorje.fr/medjugorje-direct-du-3-juin-2018

– La Diretta del 26 giugno si trova sul sito www.enfantsdemedjugorje.fr/medjugorje-direct-du-26-juin-2018-2q/

 

Carissima Gospa, il giorno del tuo trionfo si avvicina, e ce ne rallegriamo con te! Donaci la forza di vivere con Gesù il tempo corto che rimane al nemico per agire. Aiutaci ad abbreviare questo difficile tempo vivendo i tuoi messaggi, soprattutto quelli che riguardano i tuoi gemelli preferiti, la preghiera ed il digiuno!

 

Suor Emmanuel +

(tradotto dal francese)

La parrocchia di Medjugorje ci invita al Festival dei giovani, dal 1 al 6 agosto. Venite o mandate un giovane al vostro posto!

La parrocchia ha appena terminato di vivere un meraviglioso ritiro per sacerdoti, con 300 preti venuti da tutto il mondo.

Sacerdoti! Non dimenticate il fortissimo messaggio che Maria Santissima ci ha dato: “Cari figli, ancora una volta, vi invito a pregare per i vostri pastori. Al loro fianco trionferò!” (2 ottobre 2010)

Poiché l’intenzione del mese data dal Papa Francesco è di pregare per i sacerdoti, eccovi una bella preghiera che possiamo tutti offrire a Dio:

Onnipotente ed eterno Dio, per i meriti di Vostro Figlio Gesù e per il Vostro Amore per Lui, abbiate pietà dei sacerdoti della Santa Chiesa. Nonostante la loro sublime dignità, essi sono deboli e simili alle altre creature. Degnatevi, nella Vostra infinita Misericordia, di donar loro il fuoco del santo amore e di infiammare i loro cuori. Vogliate soccorrerli: non lasciateli cadere né lasciare la loro vocazione. O Gesù ti scongiuriamo: abbiate pietà dei sacerdoti della Vostra Chiesa, di coloro che Vi servono fedelmente, che hanno cura del vostro gregge e Vi glorificano… Abbiate pietà dei sacerdoti che sono perseguitati, imprigionati, abbandonati, oppressi dalle sofferenze…. Abbiate pietà dei sacerdoti tiepidi e che vacillano nella loro fede…. Abbiate pietà dei sacerdoti malati o moribondi…. Abbiate pietà dei sacerdoti che sono in Purgatorio. Signore Gesù, vi supplichiamo, esaudite le nostre preghiere, abbiate pietà dei sacerdoti, sono Vostri, degnatevi di illuminarli, di fortificarli e di consolarli! Oh Gesù, vi affidiamo i sacerdoti del mondo intero, ma specialmente i preti che mi hanno battezzato e assolto; su coloro che, per me, hanno offerto il Santo Sacrificio ed hanno consacrato l’Ostia per  nutrire la mia anima. Vi affido i sacerdoti che hanno dissolto i miei dubbi, raddrizzato le mie debolezze, diretto i miei sforzi, consolato le mie sofferenze: per tutti loro, in ricordo di queste buone opere imploro i Vostro soccorso e la Vostra misericordia. Così sia.

Monsignor Kiung + Vescovo emerito di Shanghai

Le nostre prossime missioni, i cui frutti dipenderanno molto dalle vostre intercessioni:  l’Asia in luglio, la Spagna in settembre , il Sud America in novembre, e se Dio vuole Dubai in genaio!

La Madonna ama le vostre lettere! Date la gioia al suo Cuore, scrivetele a: “Reine de la paix”, BP2157, F- 06103 Nice cedex, Francia. La Vostra lettera verrà data a un veggente, e Maria vi risponderà nella preghiera.

Volete aiutarci? Voi tutti che amate Maryam di Betlemme, potete condividete le esperienze vissute con la “piccola araba”! Tanti pellegrini ci hanno raccontato grazie straordinarie e tanti segni della sua potente intercessione! Non vediamo l’ora di leggervi e di lodare il Signore per le meraviglie compiute in quest’anima eletta! Poi, potremmo condividere le vostre testimonianze con tante altre persone! Grazie!

40 PELLEGRINAGGI A MEDJUGORJE

40 PELLEGRINAGGI A MEDJUGORJE

Il nostro caro amico e innamorato della Regina della Pace Marco Ripamonti ha raggiunto quota 40 pellegrinaggi e ne farà ancora molti altri, ne siamo sicuri, perchè la Madonna ha bisogno di persone che possano testimoniare con il sorriso e soprattutto con la vita, l’amore di Cristo per noi.

La Madonna non ci lascia soli, anche quando noi ci sentiamo lontani da lei, ella ci sta vicino e in mille modi ci chiama per portarci al Suo Figlio Gesù. Per adempiere a questo arduo compito, che Cristo stesso, sotto la Croce le ha affidato, adopera ogni mezzo, soprattutto l’arruolamento di anime disponibili a sacrificare il loro tempo e la loro vita, alla testimonianza, non solo attraverso le parole, ma soprattutto con i fatti.

Marco Ripamonti è uno di questi soldati di Maria, sempre pronto a dire il suo “Sì” chiaro e sincero, testimoniando con amore e tanta gioia come può cambiarti la vita essere toccati dalla carezza di una madre meravigliosa e unica come la Maria Vergine.

Eccovi dunque la sua testimonianza diretta, ricca di ringraziamenti per questo meraviglioso dono del quale il cielo lo ha, a giusto merito, gratificato:

Ringraziando dal profondo del mio cuore la Regina della Pace, per averci chiamato alla sua scuola d’amore e di pace. Dopo avere vissuto gioiosamente e condiviso con moltissimi amici ed amiche i miei 40 pellegrinaggi a Medjugorje, continuo con infinito amore a distribuire i suoi messaggi e a dare testimonianza della sua presenza a Medjugorje e nelle nostre vite.

Animato da una grandissima gioia nel mio cuore, ringrazio in particolar modo Vicka e la sua famiglia per tutto l’amore che ci ha donato in questi pellegrinaggi. Un caro saluto lo rivolgo anche a Padre Ljubo Kurtovic‘, con Marco  Padre Felice Monchieri, Padre Petar Ljubicic‘, Padre Antonio Dalberto, Don Adriano Ferrario, Alberto Bonifacio, Walter e Canzio

Perego,  Sangalli Mario, Elena Artioli, Giorgio Mariani, Sangalli Marco e Daniela, Teodori Luigi con Teresa e Federica, Sabrina e Mattia Rovelli, Laura Dutto,  Silvia Buso, Alice Arbarello, Costantino Suriano, Gabriele Clapis,  Marco e Donatella Agostoni, Alberto Vitali, Giorgio e Marco Piras, Enrica Ripamonti, Roberta e Salvatore, Angelo e Rosanna Ripamonti, Teresina, Giovanni, Monica e Piero Ravasi, Maria, Plinio, Nazzarena, Giovanni e Maddalena Agostoni, con i quali ho condiviso momenti di fervente preghiera ed infinita gioia.

Un grazie infinito a mia mamma Mariuccia con la quale ho organizzato numerosi pellegrinaggi con gli amici più cari di Merate e Lecco. Ricordiamo inoltre le nostre amiche , Lucia, Lella, Anna e Carmen, che sono state con noi piu’ volte in pellegrinaggio a Medjugorje,  e che ci hanno preceduto in cielo.

Ringraziando sempre nostro Signore centro della nostra vita e delle apparizioni a Medjugorje. Egli ha inoltre permesso alla Sua Santa Madre, di stare con noi, qui sulla terra da 36 anni, per insegnarci ad amare, a pregare, a perdonare e mai giudicare. Un grandissimo grazie alla Regina della Pace, per i suoi stupendi messaggi donati ad ognuno di noi, come personalissime letterine d’amore, in tutti questi anni della sua presenza a Medjugorje.

Maria fin dall’inizio delle apparizioni ci ha messo in guardia dal pericolo nel costruire un mondo senza Dio, senza amore e senza pace. Lo scopo della Sua venuta, qui sulla terra e’ quello di salvarci, di far saper a TUTTI che DIO ESISTE, che al termine della nostra brevissima passeggiata terrena esiste l’aldila’ con Lei, Gesu’, e i nostri cari fratelli e sorelle.

Sempre nel mio cuore, riecheggia lo stupendo messaggio:

Cari Figli sono qui con voi sulla terra  per offrirvi tutti quanti come un bellissimo bouquet di fiori a Mio figlio Gesù Cristo. Perché carissimi fratelli e sorelle senza DIO, non c’e’ pace, gioia, amore, futuro e vita eterna.

Buon cammino di fede a tutti quanti voi.

Vostro fratello in Cristo.

Marco Ripamonti.

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

Sora Emmanuel Maillard - MedjugorjeGiugno 2018 di suor Emmanuel

sito in francese www.enfantsdemedjugorje.fr; e-mail gospa.fr@gmail.com

In attesa di celebrare i 37 anni di apparizioni a Medjugorje, come sempre Suore Emmanuel ci illustra la situazione di Medjugorje e dei veggenti con articoli interessanti e formativi.

Cari figli di Medjugorje, siano lodati Gesù e Maria!

L’APPARIZIONE DEL 02 GIUGNO 2018

Il 2 giugno 2018Mirjana ha ricevuto la sua mensile apparizione alla Croce blu, circondata da una grande folla di pellegrini. Dopo l’apparizione, ha trasmesso il messaggio che Maria invia a tutti:

“Cari figli, vi invito ad accogliere con semplicità di cuore le mie parole, che vi dico come Madre affinché vi incamminiate sulla via della luce piena, della purezza, dell’amore unico di mio Figlio, uomo e Dio. Una gioia, una luce indescrivibile con parole umane penetrerà nella vostra anima, e verrete afferrati dalla pace e dall’amore di mio Figlio. Desidero questo per tutti i miei figli. Perciò voi, apostoli del mio amore, voi che sapete amare e perdonare, voi che non giudicate, voi che io esorto, siate un esempio per tutti quelli che non percorrono la via della luce e dell’amore o che hanno deviato da essa. Con la vostra vita mostrate loro la verità, mostrate loro l’amore, poiché l’amore supera tutte le difficoltà, e tutti i miei figli sono assetati d’amore. La vostra comunione nell’amore è un dono per mio Figlio e per me. Ma, figli miei, ricordate che amare vuol dire sia voler bene al prossimo che desiderare la conversione della sua anima. Mentre vi guardo riuniti attorno a me, il mio Cuore è triste perché vedo così poco amore fraterno, amore misericordioso. Figli miei, l’Eucaristia, mio Figlio vivo in mezzo a voi, e le sue parole vi aiuteranno a comprendere. La sua Parola, infatti, è vita, la sua Parola fa sì che l’anima respiri, la sua Parola vi fa conoscere l’amore. Cari figli, vi prego nuovamente, come Madre che vuol bene ai suoi figli: amate i vostri pastori, pregate per loro. Vi ringrazio!”

Mirjana sta male?

Molti pellegrini hanno notato che Mirjana soffre quando si prepara all’apparizione, il mattino del 2. Effettivamente vediamo che ha dolore a stare in piedi. Sappiamo in realtà, che ha dei problemi alla schiena che la fanno soffrire e le impediscono di inginocchiarsi. Chiaro che per lei, è impensabile ricevere la visita della Madre di Dio in piedi o seduta, allora si sforza di mettersi in ginocchio, e questo spiega il suo malessere. Inoltre, passa in preghiera la notte fra l’1 ed il 2 giugno, cosa che spiega anche i tratti tirati del suo viso. Ma come si illumina quando le appare la Vergine! Mirjana non sente più il suo corpo durante l’estasi e si trova in un altro mondo, insensibile alle realtà esterne. Quando termina l’estasi, ritrova le sue debolezze fisiche e Miki le porge un foglio di carta per permetterle di scrivere il messaggio…

Una diretta eccezionale?

Il 26 giugno alle 21.00 commenterò il messaggio del 25 giugno, poiché in quella data festeggeremo il 37esimo Anniversario delle apparizioni. Questo anniversario sarà segnato da una gioia immensa per la nomina di Monsignor Hoser a Visitatore Apostolico permanente per Medjugorje, avvenuta il 31 maggio scorso da parte di Papa Francesco. Questa è una svolta nella storia di Medjugorje! Il compito di questo Vescovo è quello di vegliare sulla pastorale della parrocchia francescana di Medjugorje.

Il 31 maggio 2018, il Santo Padre ha nominato S.E. Monsignor Henryk Hoser, Arcivescovo emerito di Varsavia-Praga (Polonia), Visitatore Apostolico a carattere speciale per la parrocchia di Medjugorje, a tempo indeterminato ad nutum Sanctae Sedis. Si tratta di un incarico esclusivamente pastorale, in continuità con la  missione di Inviato Speciale della Santa Sede per la parrocchia di Medjugorje, affidata a Monsignor Hoser l’11 febbraio 2017, e  conclusasi nei mesi scorsi. La missione del Visitatore Apostolico ha per scopo di assicurare un accompagnamento stabile e continuo della comunità pastorale di Medjugorje e dei fedeli che vi si recano in pellegrinaggio, le cui esigenze richiedono una attenzione specifica.” (Vedi http://biscobreak.altervista.org/2018/06/medjugorje-e-il-vaticano/ http://press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino/pubblico/2018/05/31/0399/00875.html)

Dopo l’interruzione estiva in luglio e agosto, la prossima Diretta sul messaggio del 2 avverrà, a Dio piacendo, il 3 settembre alle 21.00. Quella del 3 giugno è ritrasmessa su  http://www.enfantsdemedjugorje.fr/medjugorje-direct-du-3-juin-2018/

Il Suo Cuore è triste?

Non è la prima volta che Maria Santissima è triste guardandoci. Cosa vede? O meglio cosa non vede? Come Madre del Creatore, conosce lo splendore della santità alla quale ciascuno di noi è chiamato. Vede anche le nostre scelte di oggi, e con quale facilità ci lasciamo ingannare dalle trappole del Maligno che vuole distruggerci. Ci dice:

Figli miei, desidero radunarvi tutti sotto il mio manto materno, per proteggervi dagli attacchi satanici“. Quale è questo manto materno a cui Maria ci invita? E’ quello che lei ha ricevuto all’Annunciazione quando l’Arcangelo Gabriele Le ha detto “Lo Spirito Santo ti coprirà con la sua ombra“. E questa “ombra” dello Spirito Santo, Maria Santissima non l’ha mai lasciata. E’ per questo che le frecce avvelenate non hanno mai potuto attraversarla, si tratta dello Spirito Santo in persona. Così anche coloro che vivono sotto il manto della Vergine sono protetti!

Maria è triste oggi, perché sogna di comunicarci tutto l’amore che fuoriesce dal suo Cuore Immacolato, vede tutto l’amore che potremmo vivere fra di noi, suoi figli, e che non viviamo, perché vaghiamo al di fuori del suo manto, lontani dal suo cuore…. Andiamo incontro così al vuoto interiore e a tante tribolazioni inutili! Tutte le madri capiscono molto bene questo. Per essere certi di vivere sotto il suo manto materno, il cammino è semplice e noi siamo privilegiati nel poterlo percorrere: conoscere, meditare e vivere con tutto il cuore i suoi messaggi! In altre parole, vivere il Vangelo di suo Figlio, spiegato da Lei per questi tempi.

L’Irlanda in fiamme!

Come la maggioranza dei paesi dell’Unione Europea, fatta eccezione per la Polonia, Malta e Cipro, l’Irlanda sembra aver fatto, il 25 maggio scorso, la sua scelta a favore della cultura della morte rendendo legale l’aborto, sempre ammesso che i voti calcolati con i moderni mezzi elettronici possano essere considerati affidabili. Infatti, molti gruppi non hanno potuto votare, in particolare certi conventi. Il risultato non esprime dunque veramente la voce del popolo irlandese. Lo si deve accettare, attendendo il trionfo del Cuore Immacolato, quando tutto sarà finalmente luminoso.

La cultura della morte, anche se quel giorno ha fatto ballare i partigiani dell’aborto, non attira mai la benedizione di Dio su di un paese e neanche la pace nei cuori! Ma bisogna ammirare la generosità di tanti irlandesi che hanno pregato e digiunato con fervore durante i mesi che hanno preceduto il voto. Lo choc che hanno provato vedendo la triste vittoria della cultura della morte, ha provocato in loro una magnifica reazione: hanno continuato a pregare, ma questa volta in riparazione per gli aborti perpetrati oggi e nell’avvenire. Come diceva Maria il 18 marzo nel messaggio annuale affidato a Mirjana, “Cari figli, il vostro combattimento è difficile, e lo sarà ancora di più!“. Miei cari amici irlandesi, non lasciatevi cadere le braccia, la vittoria è già di Colei che schiaccia con il tallone la testa del serpente. Pazienza, poiché dopo nuove prove offerte per coloro che non conoscono ancora l’amore di Dio, prenderete coscienza che Gesù era, è e sarà sempre nella vostra barca, e non affonderete mai! Al contrario prenderete molti nuovi pesci nelle vostre reti!

Una consolazione: in Portogallo, la legge a favore dell’eutanasia è stata respinta dal Parlamento.

Vicka ha incontrato Monsignor Peric…

…durante la sua recente visita nel villaggio di Krehin Gradacdove Vicka abita con la sua famiglia. Il vescovo di Mostar era venuto per celebrare il sacramento della Cresima ai ragazzi, fra i quali i figli di Vicka. Incontro provvidenziale come mostra questa fotografia! Monsignor Peric andrà in pensione tra pochi mesi, continuiamo a pregare per lui!

 

Vi annuncio una grande novità per l’estate : il mio nuovo libro !

« Il Rosario, un viaggio che ti cambia la vita ! », è questo il titolo che ho scelto per questa preghiera tanto cara alla Madonna. Un avventuroso cammino, da percorrere non solo mano nella mano con la Gospa, ma contemplando Gesù con i suoi stessi occhi materni, colmi d’amore. Semmai aveste un pò allentato la presa dalla vostra inseparabile corona, questo libro vi ridarà tutta la carica per non lasciarlo mai più ! Siate apostoli del Rosario, regalate questo libro per l’estate, chissà che molti non comincino una nuova vita di preghiera. Il libro è disponibile nelle migliori librerie italiane (8,50€) e su Amazon. https://www.amazon.it/Rosario-viaggio-che-cambia-vita/dp/1986567095/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1528990178&sr=8-1&keywords=Il+Rosario%2C+un+viaggio+che+ti+cambia+la+vita

Carissima Gospa, dal 16 al 24 giugno, sarà la novena che precede l’Anniversario delle Apparizioni. Ti preghiamo, ispira a ciascuno di noi il regalo che più vorresti ricevere. E grazie per i 37 anni di apparizioni. Adesso non ci lasciare!

Suor Emmanuel + (Tradotto dal francese)

Il 4 giugno, Ivan ha ricevuto l’apparizione la sera sul Podbrdo e la Vergine ci ha rinnovato l’appello: “Cari figli, in questi tempi, desidero invitarvi in maniera particolare a pregare per i miei piani, i piani che desidero realizzare attraverso le mie visite presso di voi. Voglio soprattutto incoraggiarvi a pregare per le famiglie e per i giovani. Pregate, figli miei, e siate uniti nellapreghiera. Io intercedo per ciascuno di voi davanti a mio Figlio.

A casa vostra, pregate il rosario sulla collina delle Apparizioni con Suor Emmanuel! Vi aspetta sul sito: http://imedj.net.php/2016/02/29/chapelet-les-mysteres-douloureux-sur-la-colline/

Le nostre prossime missioni, i cui frutti dipenderanno molto dalle vostre intercessioni: Francia il 16 giugno, l’Indonesia e Singapore in luglio, la Spagna in settembre , il Sud America in novembre, se Dio vuole!

La Madonna ama le vostre lettere! Date la gioia al suo Cuore, scrivetele a: “Reine de la paix”, BP2157, F- 06103 Nice cedex, Francia. La Vostra lettera verrà data a un veggente, e Maria vi risponderà nella preghiera.

La parrocchia di Medjugorje vi invita al 23esimo Ritiro Internazionale per sacerdoti dal 2 al 7 luglio. Iscrizioni: seminar.marija@medjugorje.hr  (Marija Dugandzic). Il Festival dei giovani si svolgerà dal 1 al 6 agosto.

Seguite il programma della sera della parrocchia! Cliccate http://www.centremedjugorje.org/

 

MEDJUGORJE E IL VATICANO

MEDJUGORJE E IL VATICANO

In data 31 maggio 2018, la Sala Stampa del Vaticano ha emesso un Comunicato a proposito di Medjugorje. Papa Francesco ha nominato un Visitatore Apostolico a carattere speciale per la parrocchia di Medjugorje: Monsignor Henryk Hoser.

Ancora una volta Suor Emmanuel ci riporta notizie più che mai importanti per quanto hanno a cuore l’argomento Medjugorje.

Nella festa della Visitazione, la Madonna ci ha fatto un magnifico regalo!

In data 31 maggio 2018, la Sala Stampa del Vaticano ha emesso un Comunicato a proposito di Medjugorje che ci ha riempito di gioia: il Papa Francesco ha nominato un Visitatore Apostolico a carattere speciale per la parrocchia di Medjugorje. Si tratta di Monsignor Henryk Hoser che aveva già ricevuto una prima missione a Medjugorje nel febbraio 2017.

Quella missione si era manifestata molto positiva, Monsignor Hoser aveva dichiarato di essere stato inviato dal Papa per “confortarci”. “A Medjugorje, si verificano molti frutti spirituali,”aveva concluso alla fine della missione.

 

Continuiamo a pregare per questo nuovo compito di Monsignor Hoser, con una rinnovata speranza per questa iniziativa del Vaticano! E soprattutto, continuiamo a rispondere agli appelli della Regina della Pace, poiché è solo vivendo i suoi messaggi che Medjugorje darà tutti i frutti spirituali che il Cielo si aspetta. “Fate dunque dei nuovi progressi” come diceva San Paolo ai Tessalonicesi (4,1).

 

Padre Marinko – Fra-Marinko-Šakota

Eccovi il testo ufficiale che il Padre Marinko (parroco di Medjugorje) ci ha letto ieri dopo la Messa serale. Inutile precisare che il comunicato è stato accolto con entusiasmo e applaudito a lungo dai tanti fedeli venuti per la festa della Visitazione e quella del Corpus Domini:

Comunicato della sala stampa: nomina del Visitatore Apostolico a carattere speciale per la parrocchia di Medjugorje.

In data 31 maggio 2018, il Santo Padre ha nominato S.E. Monsignor Henryk Hoser, Arcivescovo emerito di Varsavia-Praga (Polonia), Visitatore Apostolico a carattere speciale per la parrocchia di Medjugorje, a tempo indeterminato “ad nutum Sanctae Sedis”. Si tratta di un incarico esclusivamente pastorale, in continuità con la missione di Inviato Speciale della Santa Sede per la parrocchia di Medjugorje, affidata a Monsignor Hoser in data 11 febbraio 2017, conclusasi nei mesi passati. La missione di Visitatore Apostolico ha lo scopo di assicurare un accompagnamento stabile e continuo della comunità parrocchiale di Medjugorje e dei fedeli che vi si rendono in pellegrinaggio, per le esigenze dei quali occorre una attenzione specifica.

http://press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino/pubblico/2018/05/31/0399/00875.html

Carissima Madre, ti ringraziamo con tutto il cuore!

Suor Emmanuel +

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

Sora Emmanuel Maillard - MedjugorjeMaggio 2018 di suor Emmanuel

sito in francese www.enfantsdemedjugorje.fr; e-mail gospa.fr@gmail.com

Ci aspetta un’iniziativa mondiale per domenica 13 maggio. Tutti uniti in preghiera davanti alla Madonna di Fatima per una grazia che ci vede tutti concordi. Ancora notizie sui veggenti e sui prossimi programmi della parrocchia di  Medjugorje. 

Cari figli di Medjugorje, siano lodati Gesù e Maria!

L’APPARIZIONE DEL 02 maggio 2018

Il 2 maggio 2018, Mirjana ha ricevuto la sua apparizione mensile alla Croce blu, circondata da molti pellegrini. Dopo l’apparizione, ha trasmesso il seguente messaggio che Maria Santissima indirizza a tutti noi:

«Cari figli, mio Figlio, è luce d’amore, tutto ciò che ha fatto e fa, l’ha fatto per amore. Così anche voi, figli miei, quando vivete nell’amore e amate il vostro prossimo, fate la volontà di mio Figlio. Apostoli del mio amore, rendetevi piccoli, aprite i vostri cuori puri a mio Figlio affinché possa operare per mezzo di voi. Con l’aiuto della fede riempitevi di amore, figli miei, non dimenticate che l’Eucarestia è il cuore della fede: è mio Figlio che vi nutre con il suo Corpo e vi fortifica con il suo Sangue; è il miracolo dell’amore; è mio Figlio che sempre nuovamente viene vivo per rinnovare le anime. Figli miei, vivendo nell’amore compiete la volontà di mio Figlio e Lui vive in voi. Figli miei, il mio desiderio materno è che lo amiate sempre di più. Lui vi chiama con il Suo amore, vi dona l’Amore perché lo diffondiate a tutti coloro che vi circondano. Per il suo Amore sono con voi come Madre affinché vi dica parole d’amore e di speranza, affinché vi dica parole di vita eterna che vincono sul tempo e sulla morte, affinché vi inviti ad essere miei apostoli d’amore. Vi ringrazio».

 

Di fronte all’urgenza di un soccorso dal Cielo,

…per questo nostro mondo, è stata presa  una eccellente iniziativa da alcuni credenti, per la Festa di Nostra Signora di Fatima, il 13 maggio prossimo. Nel maggio 1917, la Madonna ha richiesto ai tre pastorelli, “Pregate il rosario ogni giorno per ottenere la pace per il mondo e la fine della guerra!“. La domenica 13 maggio alle ore 15.00, formeremo una catena di preghiera intorno al mondo e, unendo i nostri cuori e le nostre voci, offriremo un Rosario a Maria! Solleciteremo così la sua potente materna intercessione, in comunione con tutti coloro che – a migliaia nel mondo – si uniranno a noi. Cominceremo col ringraziarla sinceramente per tutte le innumerevoli grazie visibili e invisibili che ci ha già ottenuto. Poi la imploreremo con forza perché cessi la cultura di morte e tutte le terribili piaghe che questa cultura impone agli uomini di oggi, soprattutto ai giovani. La Madre ha bisogno delle nostre ferventi preghiere per vincere la potenza del male, l’apostasia di  tanti credenti, l’ateismo, la marea tenebrosa della pornografia e delle deviazioni di tutti i tipi, gli idoli del denaro e del potere, la schiavitù della droga, dei mass Media… Maria vede l’umanità affondare ogni giorno di più nel peccato.Cari figli, ci dice, vi mettete senza riflettere nelle mani di satana!Tanta gente senza saperlo serve satana e gli rende culto!

Ma Maria è lì per schiacciare la testa del serpente. Per grazia di Dio, abbiamo scelto di essere gli apostoli del suo amore, e nonostante le nostre debolezze, vogliamo batterci al suo fianco per questa umanità che Gesù ha riscattato a caro prezzo. Pregheremo per le nostre famiglie, i nostri amici ed i nostri nemici, le nostre città ed i nostri villaggi, le nostre nazioni e per la conversione di tutti.

Lasciamoci toccare! Uniti intorno alla nostra carissima Madre, afferriamo il rosario in modo che con un solo cuore e una sola anima, con il medesimo slancio d’amore, otteniamo dal Cielo MISERICORDIA per il mondo. Grande è la potenza della preghiera! Possiamo accelerare il trionfo del Cuore Immacolato di Maria ed accorciare il tempo della prova!

Non mancate a questo appuntamento, siate tutti con noi, con il rosario in mano, domenica 13 maggio alle 15!

Molti siti Internet diffondono questo invito, che è una iniziativa di Panama ed è orchestrata da “Rosario sin Fronteras” (Rosario senza frontiere) Altre persone stanno diffondendo la notizia di questo progetto, fra gli altri:

–  Gloria Polo

 

–  Padre German Acosta (Radio Maria Colombia):

 

–       Juan Manuel Cotelo, Direttore e attore di “Mary’s Land” (Terra di Maria) in:

Ecco il trailer del suo film “Terra di Maria”:

 

Una diretta eccezionale il 13 maggio!

Alle 15.00, siate invitati a partecipare alla nostra diretta “Speciale Rosario” che durerà circa un’ora, in francese. Reciteremo insieme molti misteri collegati spiritualmente con le apparizioni di Fatima e potrete inviare le vostre intenzioni di preghiera come per la diretta del 3.4.

L’Irlanda in crisi….

Il 25 maggio, dopo il Referendum, sapremo se questo paese una volta profondamente cattolico accetta o non accetta di legalizzare l’aborto. La posta in gioco è enorme e supera ogni immaginazione. Se il salario del peccato è la morte, promuovere l’aborto non attira certo la benedizione divina su un paese. Vedi: http://kingscourtparish.ie/2018/05/statement-from-bishop-michael.smith-on-the-forthcoming-referendum/

Da parte sua, il Portogallo è invitato a votare il 14 maggio, per deliberare sull’eutanasia. Una ragione di più per rimanere fedeli al Rosario!

La mia prossima diretta sul messaggio del 2 avverrà il 3 giugno alle 21.00. Quella del 3 maggio è ritrasmessa su: http://www.enfantsdemedjugorje-direct-du-3-mai-2018-2-2-2/

Carissima Gospa, come a suo tempo hai preparato gli Apostoli a ricevere lo Spirito Santo, così prepara intensamente gli “Apostoli del tuo amore” a pregare con un sol cuore tutti insieme col Rosario in mano, per attirare le benedizioni di Dio sul mondo!

Suor Emmanuel +

(Tradotto dal francese)

A causa dei diversi fusi orari, è  ovvio che ogni paese dovrà adattare l’ora dell’appuntamento al momento nel quale saranno le 15.00 da loro, cosa che permetterà di formare una continua catena d’amore attraverso il mondo e che darà una grandissima gioia alla Vergine! Coloro che non potessero pregare a quell’ ora, potranno ovviamente pregare ad un’altra ora della giornata.

La salute di Vicka è un po’ migliorata, ma non è ancora in grado di partecipare ad un incontro. Da parte sua il veggente Ivan ha ripreso il suoi incontri di preghiera la sera del lunedì e del venerdi con il suo gruppo di preghiera sulla montagna. Anima ogni tanto un rosario alle 07.00 di mattina con coloro che desiderano salire con lui sulla collina delle apparizioni.

NOVITA’

Il 13 maggio sarà pubblicato il nuovo libro di Suor Emmanuel “Il Rosario, un viaggio che ti cambia la vita” edito da Lumen Cordium. Il libro raccoglie 30 straordinarie meditazioni inedite sui Misteri gaudiosi, luminosi, dolorosi e i nuovi misteri della compassione e della misericordia! Il libro sarà inizialmente disponibile su Amazon al prezzo di €8,50 e entro fine maggio in tutte le librerie d’Italia e del Canton Ticino (Svizzera).

Le nostre prossime missioni, i cui frutti dipendono molto dalle vostre intercessioni: Francia il 16 giugno, Indonesia e Cina in luglio, Spagna in settembre, se Dio vuole!

Vivete un pellegrinaggio virtuale! Non potete venire a Medjugorje? Medjugorje viene a casa vostra! Su www.IMedj.net ricevete le grazie degli 11 luoghi importanti di Medjugorje! (In francese, con Sr Emmanuel)

A casa vostra, pregate il rosario sulla Collina delle Apparizioni! Suor Emmanuel vi aspetta sul sito: www.imedj,net/index.php/2016/02/29/chapelet-les-mysteres-douloureux-sur-la-colline/

La parrocchia di Medjugorje vi invita al 23esimo Ritiro internazionale per i sacerdoti dal 2 al 7 luglio Iscrizioni presso: seminar.marija@medjugorje.hr (Marija Dugandizc)

Festival dei giovani dal 1 al 6 agosto

Seguite il programma serale della parrocchia! Ciccate su www.centremedjugorje.org/

 Appello alle famiglie: Vi capita di ascoltare delle parole spiritualmente ‘spiritose’ dei bambini? Non le lasciate perdere per favore! Inviatele a gospa.fr@gmail.com , le pubblicheremo.

La Madonna ama le vostre lettere! Date gioia al suo Cuore, scrivetele a “Reine de la Paix”, BP 2157, F-06103 Nice cedex, Francia.  La vostra lettera sarà consegnata ad un veggente, e la Madonna vi risponderà nella preghiera.

6° RITIRO SPIRITUALE INTERNAZIONALE A FAVORE DELLA VITA

6° RITIRO SPIRITUALE INTERNAZIONALE A FAVORE DELLA VITA

a Međugorje dal 9 al 12 maggio 2018.

«Milioni di bambini continuano a morire a causa dell’aborto. La strage degli innocenti non è avvenuta soltanto dopo la nascita di mio Figlio. Si ripete ancora oggi, ogni giorno». Questo è stato il messaggio della Regina della Pace dato il 02 febbraio 1999.

Non possiamo ignorare il grido di dolore della Vergine che giunge da questo messaggio, ma non è il solo suo appello in merito a questa grave e sottovalutata piaga del nostro secolo.

Ecco un’altro suo messaggio dato l’1 settembre 1992: « L ’aborto è un grave peccato. Dovete aiutare molto le donne che hanno abortito. Aiutate loro a capire che è un peccato. Invitatele a chiedere perdono a Dio e ad andare a confessarsi. Dio è pronto a perdonare tutto, poiché la sua misericordia è infinita. Cari figli, siate aperti alla vita e proteggetela. I bambini uccisi nel seno materno sono ora come piccoli angeli attorno al trono di Dio».

Con la Madre della vita: ritiro dedicato al personale medico e paramedico, difensori della vita, preghiera per chi ha perso un figlio, per chi è ferito dall’aborto volontario o spontaneo, per le coppie sposate che desiderano un figlio, per gli attivisti pro-life, per le vittime della violenza domestica, per le famiglie monogenitoriali, per le donne in stato di gravidanza

Il tema saràVivere della Parola di Dio

Allora aprì loro la mente all’intelligenza delle Scritture” (Lc 24, 45)

Alla scuola della Madonna

PROGRAMMA DEL RITIRO

Mercoledì, 9 maggio 2018

14.00 Registrazione dei partecipanti

16.00 Introduzione al ritiro

17.00 Programma serale di preghiera: Rosario, S. Messa, …

Giovedì, 10 maggio 2018

9.00 Preghiera

Conferenza, testimonianze

14.00 Via crucis sul Krizevac

17.00 Programma serale di preghiera: : Rosario, S. Messa, Adorazione Eucaristica

confessioneEcco di seguito una preghiera per rimediare in parte a questo delitto, ricordando che chiunque abbia commesso questo peccato mortale, deve far dire una messa per il bimbo mai nato dando in cuor suo un nome al piccolo, quello che sentirà venirgli direttamente dal cuore. Se si sa che una non credente ha commesso un aborto, lo si può dire al posto di quella donna, per dare pace alla sua anima e a quella del piccolo. Anche se l’aborto non fosse stato volontario è importantissimo dargli un nome e far dire per lui una messa. Ovviamente cosa ancora più importante è la confessione e spesso viene chiesto a queste donne di adottare un bambino a distanza, per poter dare la possibilità ad una madre che ha difficoltà economiche di allevare il suo bambino.

ATTO DI RIPARAZIONE PER IL DELITTO DI ABORTO

O Dio, nostro Padre, che nel tuo infinito amore per noi, vuoi che tutti gli uomini siano salvi, con la fede e l’amore della Chiesa che porta nel suo cuore di Madre il “Desiderio del Battesimo” per tutti i bambini del mondo, desidero esprimere questa sua carità, battezzando nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo tutti i bambini che oggi saranno uccisi nel grembo delle loro madri con l’aborto.

Con questo atto di fede e di carità intendo con tutta la Chiesafeto

1.- Offrire, per le mani immacolate di Maria SS.ma, con il sangue di Gesù quello di tutti i bambini uccisi con l’aborto, implorando per il sacrificio delle loro vite, pietà e misericordia per l’umanità.

2.- Riparare il grave delitto dell’aborto che, mentre sopprime la vita del concepito lo priva della grazia del Battesimo.

3.- Pregare per la conversione di tutti gli operatori e collaboratori dell’aborto, orribile delitto “che, sottoscrive la condanna dell’uomo della donna, del medico, dello Stato” (Giovanni Paolo II).

4.- Pregare per la conversione di quanti, con i potenti mezzi della comunicazioni sociale, sostengono, giustificano e difendono questo gravissimo peccato, disconoscendo il Magistero della Chiesa e di Cristo.

5.- E infine, per invocare misericordia su quanti ingannati e sedotti da questi mezzi potenti si allontanano dall’amore di Dio Padre

Recitare il Credo, il Padre nostro e un’ Ave Maria. 

(Il Cardinale Ugo Poletti., Vicario Generale di Sua Santità ringrazia il Sac. Nicola Rossi per la stampa e la diffusione dell’ “Atto di Riparazione” e con stima saluta e benedice.)

angeli4MARIA, MADRE DEI BIMBI NON NATI

Madre dei bimbi non nati, accogli nel tuo grembo verginale tutti i piccoli uccisi dall’umana crudeltà. Il Tuo Cuore Immacolato e Addolorato ottenga Divina Misericordia per i piccoli martiri innocenti e grazia di contrizione per quelli che hanno praticato e collaborato alla loro uccisione. Prega per tutti, Santa Madre di Dio e perdonaci perchè abbiamo peccato contro Dio e contro di Te. Amen.

PREGHIERA PER LA CONVERSIONE DI CHI HA ABORTITO

Signore Gesù, sulla croce Tu hai detto: Padre perdona loro che non sanno quello che fanno. Tu pensavi certamente anche alle tante madri che hanno ucciso il loro bambino per ignoranza, per paura, per solitudine. Oggi anche noi pensiamo a queste nostre sorelle che non vogliamo stiano fuori dal popolo della vita. Tocca il loro cuore, affinchè esse ascoltino il Tuo perdono e, riconciliate, si facciano abbracciare da Te e dalla loro triste esperienza traggano stimolo per servire la vita umana con gioia e impegno rinnovati.

INVOCAZIONE DEL BATTESIMO PER I BAMBINI NON NATI (ABORTITI)

CREDO in un solo Dio, Padre Onnipotente, Creatore de Cielo e della terra; ed in Gesù Cristo, suo unico figlio, nostro Signore, il quale fu concepito di Spirito Santo, nacque da Maria Vergine, patì sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso, morì e fu sepolto; discese agli inferi, ma il 3º giorno resuscitò da morte, salì al Cielo, siede alla destra di Dio, Padre Onnipotente; di la verrà a giudicare i vivi e i morti. Credo nello Spirito Santo, nella Santa Chiesa Cattolica, nella Comunione dei Santi, nella Remissione dei peccati, nella Resurrezione della carne, nella Vita Eterna, Amen. spirto santo

O Gesù fà scendere, per mezzo delle mani di San Giovanni Battista, l’acqua del Giordano, la colomba dello Spirito Santo del tuo Battesimo.

Quest’acqua e le gocce del tuo sangue prezioso, o Gesù, falle scendere su ogni creaturina a cui viene tolta la vita in grembo alla madre;Ti chiedo di farlo in ogni istante di questo giorno e di questa notte, per tutti i giorni e le notti dei secoli passati, presenti e futuri.

Manda, o Gesù, i tuoi Angeli a battezzare questi innocenti. Siano messi loro i nomi dei Santi del cielo, degli Angeli, degli Arcangeli, dei Cherubini e dei Serafini.

Nel tuo nome, Signore, noi battezziamo queste creature di tutti i continenti, tribù, lingue, razze e popoli.

Noi le battezziamo nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

sacra famiglia1E ora, cari bambini innocenti, volate in Cielo e Gesù, Maria e Giuseppe vi diano tante carezze e baci.

La terra vi ha rifiutato: vi accoglie il Cielo.

Stendete le vostre manine innocenti dall’alto dei cieli. Fate scendere dalle vostre manine una pioggia di benedizioni, rese più potenti dal vostro martirio, sopra i vostri genitori ed i collaboratori della vostra uccisione.

Noi ci uniamo a questi martiri innocenti, o Gesù, per pregare per la conversione di queste madri, padri e collaboratori che ogni giorno compiono questi gravi delitti, al fine di ottenere dal tuo Sacro Cuore la grazia del Battesimo per tutti i bambini.

Fontihttps://www.medjugorje-info.com/it/medjugorje/6-medunarodna-duhovna-obnova-za-zivothttp://biscobreak.altervista.org/2014/11/riparazione-per-delitto-daborto/

ARTICOLI COLLEGATI

PADRE PIO AL CONFESSIONALE
APRILE MESE DELLA MISERICORDIA
FESTA DELLA DIVINA MISERICORDIA
GESÙ MISERICORDIOSO
CORONCINA DELLA DIVINA MISERICORDIA
L’ANNO DELLA MISERICORDIA

 

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

Sora Emmanuel Maillard - MedjugorjeAprile 2018 di suor Emmanuel

sito in francese www.enfantsdemedjugorje.fr; e-mail gospa.fr@gmail.com

Viska in visita a Loreto vede la sua amata Gospa muoversi tranquillamente in chiesa come a casa propria; bella anche la testimonianza della mistica Isabella Margarita Rojas Leiva, che ha il dono della guarigione dei cuori.

Cari figli di Medjugorje, siano lodati Gesù e Maria!

L’APPARIZIONE DEL 02 aprile 2018

Il 2 aprile 2018, (anniversario della nascita al cielo di Giovanni Paolo II), Mirjana ha ricevuto la sua mensile apparizione alla Croce Blu, in una bella giornata di sole primaverile. Dopo l’apparizione, ci ha trasmesso il seguente messaggio che Maria Santissima indirizza a tutti:

“Cari figli, grazie al grande amore del Padre Celeste, sono vicina a voi come vostra Madre e voi siete con me come miei figli, come apostoli del mio amore che senza sosta raduno attorno a me. Figli miei, voi siete quelli che, con la preghiera, dovete abbandonarvi totalmente a mio Figlio,affinché non siate più voi, ma mio Figlio a vivere in voi, in modo che tutti quelli che non lo conoscono, lo vedano in voi e desiderino conoscerlo. Pregate che vedano in voi l’umiltà decisa e la bontà, la disponibilità a servire gli altri; che vedano in voi come vivete col cuore la vostra chiamata nel mondo, in comunione con mio Figlio. Che vedano in voi la mitezza, la tenerezza e l’amore per mio Figlio, come anche per i vostri fratelli e sorelle. Apostoli del mio amore, dovete pregare molto e purificare i vostri cuori, in modo che siate voi i primi a camminare sul cammino  di mio Figlio, per essere dei giusti uniti alla giustizia di mio Figlio. Figli miei, come miei apostoli dovete essere uniti nella comunione che scaturisce da mio Figlio, affinché i miei figli che non conoscono mio Figlio riconoscano la comunione d’amore e desiderino camminare sulla via della vita, sulla via dell’unità con mio Figlio. Vi ringrazio.”

Vicka a Loreto. 

Qualche tempo fa, Vicka é andata con una decina di amici al Santuario Mariano di Loreto, dove “privatamente”, circa alle ore 14 quando la basilica era quasi deserta, ha potuto pregare a lungo in quella che é considerata “la Casa di Maria a Nazareth” trasportata dagli angeli da Nazareth in Italia.

Una delle sue amiche, Gemma, aveva Vicka davanti a lei e notò che durante la preghiera, Vicka girava la testa a destra ed a sinistra e si muoveva in maniera del tutto inabituale, sempre sorridente. Stupita dal suo modo di fare, Gemma le domandò, uscendo dalla casa : “Perché giravi la testa in quella maniera?”. “Perché la Gospa é venuta, rispose lei, e la seguivo con gli occhi . Lei camminava in mezzo della camera“. “Ah é così, osservò Gemma, si spostava in mezzo a noi?” “Si, rispose VickaCerto è la sua casa!

Viviamo veramente un tempo di grazia! Che bellezza scoprire  nostra Madre del cielo così vicina e così tenera, così normale, così umana e contemporaneamente così divina! Se non abbiamo ancora la felicità di vederla con i nostri occhi, possiamo già godere la beatitudine : “Beati coloro che credono senza aver visto!

Secondo la tradizione popolare e alcune cronache scritte, la casa dove nacque la Beata Vergine Maria arrivò miracolosamente da Nazareth il 10 maggio 1291 in Trsat, luogo che sovrasta la città di Rijeka (ex italiana Fiume) in Croazia. In quella località, la casa si fermò tre anni quando, miracolosamente, fu portata (dagli angeli) nella cittadina di Loreto il 10 dicembre 1294, dove si trova attualmente.

L’evento impressionò talmente la gente locale, che iniziarono immediatamente a visitare la collina di Trsat. Il Principe croato Ivan Frankopan ordinò di costruire la cappella a Trsat e suo figlio Martin costruì sul posto il Monastero francescano assieme ala chiesa dedicata alla Beata Vergine Maria. Poiché Trsat, nel 1294, non ebbe più la casa natale della Beata Vergine Maria, il Papa
Urbano V, nel 1367, inviò a Trsat il quadro miracoloso di Maria perché fosse venerato al posto della casa natale.

Quando Papa Giovanni Paolo II visitò la Croazia nel 2003, visitò Trsat nel giorno di Pentecoste di quell’anno. Pregando di fronte al quadro miracoloso della Gospa disse:”Pregate per me la Gospa di Trsat mentre sono ancora in vita e dopo che sarò morto

 

La carità fa miracoli! 

Isabella Margarita Rojas Leiva , cilena, appartiene ad una recentissima  comunità di Missionari Laici Consacrati nello Spirito Santo e si occupa di guidare ritiri di guarigione interiore un po’ dappertutto nel mondo. Ella ha ricevuto un dono tutto speciale di guarigione delle ferite del cuore. 

Nel corso di una delle sue missioni in Spagna ha condiviso la seguente testimonianza :

Un giorno, il mio vescovo mi inviò per la prima volta in una prigionedi giovani. Mentre ero con loro, ho cominciato a suonare la chitarra. I giovani si avvicinarono tutti e formarono un cerchio intorno a me, unendo la loro voce alla mia, fatta eccezione di un giovane che rimaneva tutto il tempo nel suo angolino. Una volta terminati i canti, mi sono diretta verso questo giovane, ma mi ero appena avvicinata a lui che ha lanciato un urlo:

Non vi avvicinate! E vedendo la mia sorpresa mi ha detto di nuovo: Non vi avvicinate, sono cattivo! E mi ha mostrato un tatuaggio di satana sulla sua schiena.

In quel momento, senza sapere perché, ho avuto l’idea di chiedergli:

Dimmi, quando è stata l’ultima volta che ti ha abbracciato tua madre?”  “Non mi ha mai abbracciato,” mi ha risposto singhiozzando “Posso abbracciarti?” Non so perché gli ho detto questo perché provavo un certo disgusto. Ma l’ho abbracciato lo stesso. Poi abbiamo parlato a lungo dell’amore di Dio. Al momento di lasciarci, mi ha detto: “se mi amate veramente, datemi la croce che portate sul petto!” Devo ammettere che a questa domanda ho avuto un colpo al cuore. Quel crocifisso aveva per me un grande valore sentimentale perché era l’ultimo ricordo di mia madre morta poco prima. Ma sentivo che Dio mi domandava quel sacrificio e, con un grande sospiro gli ho risposto: “Ti amo; tieni, prendilo!

Ci siamo detti arrivederci, poi ci siamo persi di vista. Sette anni dopo,l’ho incontrato di nuovo durante un’altra missione. Era già uscito di prigione. Col viso trasfigurato e raggiante di gioia si è avvicinato a me e mi ha detto: “Vi ricordate di me Isabella? Ci siamo conosciuti in prigione. Mi avete offerto questo crocifisso. Mi sono fatto battezzare! Appartengo adesso alla Chiesa e ricevo regolarmente i sacramenti.” Non posso descrivervi la gioia che ho provato in quel momento. Ho capito che la Misericordia Divina è infinita. I miracoli avvengono quando ci si apre a Lei, quando ci si dona completamente.

 

Il 20 maggio prossimo,

Pentecoste sul mondo! Soffriamo sempre più nel vedere a che punto lo spirito del male è all’opera nel mondo. Ma la trappola sarebbe quella di elencare la lista impressionante delle azioni di satana nei vari settori della società… Ciò non farebbe altro che renderlo fiero di tanti successi! Al contrario, come la piccola Maryam di Betlemme, raddoppieremo le nostre preghiere ed invocheremo con ancora più forza lo Spirito Santo, con veemenza! Non solamente per poter mantenere la testa fuori dell’acqua, ma per camminare con sicurezza sul cammino di santità che ci indica Maria Santissima da più di 37 anni! La Venerabile Marthe Robin (1902-1981), mistica francese che ha vissuto nella sua carne, per 50 anni, la Passione del Cristo ha profetizzato una Nuova Pentecoste d’amore sul mondo. E per questo, lo Spirito Santo cerca dei volontari per avvicinare, accelerare questa Pentecoste d’amore e diminuire così il tempo nel quale satana crede che gli sia permesso di compiere tutto ciò che vuole e dove provoca terribili sofferenze. Abbiamo il potere per farlo! Esistono molte invocazioni allo Spirito Santo, ognuno potrà sceglierne quella che preferisce sui siti religiosi. Eccovi quella che è stata pregata da generazioni di santi e che è bene recitare almeno una volta al giorno se vogliamo rimanere nella corrente dello Spirito e resistere allo tsunami del male…

Vieni Santo Spirito, manda a noi dal cielo un raggio delle tua luce.  Vieni Padre dei poveri, vieni datore dei doni, vieni luce dei cuori.  Consolatore perfetto, ospite dolce dell’anima, dolcissimo sollievo.  Nella fatica riposo, nella calura riparo, nel pianto conforto.  O luce beatissima, invadi nell’intimo il cuore dei tuoi fedeli.  Senza la tua forza, nulla è nell’uomo, nulla senza colpa.  Lava ciò che è sordido, bagna ciò che è arido, sana ciò che sanguina.  Piega ciò che è rigido, scalda ciò che è gelido, drizza ciò che è sviato.  Dona ai tuoi fedeli, che solo in te confidano i tuoi santi doni.  Dona virtù e premio, dona morte santa, dona gioia eterna. Amen!

Vieni, o Spirito Creatore, visita le nostre menti, riempi della tua grazia i cuori che hai creato.  O dolce consolatore, dono del Padre altissimo, acqua viva, fuoco, amore, santo crisma dell’anima.  Dite della mano di Dio, promesso dal Salvatore, irradia i tuoi sette doni, suscita in noi la parola.  Sii luce all’intelletto, fiamma ardente nel cuore; sana le nostre ferite col balsamo del tuo amore.  Difendici dal nemico, reca in dono la pace, la tua guida invincibile ci preservi dal male.  Luce d’eterna sapienza, svelaci il grande mistero di Dio Padre e del Figlio uniti in un solo Amore.  Sia gloria a Dio Padre, al Figlio, che è risorto dai morti ed allo Spirito Santo per tutti i secoli dei secoli. Amen!

Carissima Gospa, prega per noi più che mai! Attira su di noi lo Spirito Santo di cui tu sei riempita! Il male si supera, ma tu sei qui… E’ l’ora della perseveranza dei santi. Prendici sotto il tuo manto materno, poiché con te siamo al sicuro !

Suor Emmanuel +

(Tradotto dal francese)

La prossima diretta in francese sarà il 3 maggio alle 21.00. Quella di aprile è ritrasmessa su:  http://www.enfantsdemedjugorje.fr/medjugorje-direct-du-3-avril-2018-2/

Le nostre prossime missioni, i cui frutti dipendono molto dalle vostre intercessioni: Francia il 16 giugno, Indonesia e Cina in luglio, Spagna in settembre, se Dio vuole!

Vivete un pellegrinaggio virtuale! Non potete venire a Medjugorje? Medjugorje viene a casa vostra! Su www.IMedj.net ricevete le grazie degli 11 luoghi importanti di Medjugorje! (In francese, con Sr Emmanuel)

A casa vostra, pregate il rosario sulla Collina delle Apparizioni! Suor Emmanuel vi aspetta sul sito:

www.imedj,net/index.php/2016/02/29/chapelet-les-mysteres-douloureux-sur-la-colline/

La parrocchia di Medjugorje vi invita al:

– Sesto Ritiro Spirituale internazionale per la vita, dal 9 al 12 maggio 2018

– 23esimo Ritiro internazionale per i sacerdoti dal 2 al 7 luglio

Iscrizioni presso: seminar.marija@medjugorje.hr (Marija Dugandizc)

-Festival dei giovani dal 1 al 6 agosto

Seguite il programma serale della parrocchia! Ciccate su www.centremedjugorje.org/

La Madonna ama le vostre lettere! Date gioia al suo Cuore, scrivetele a “Reine de la Paix”,

BP 2157, F-06103 Nice cedex, Francia.  La vostra lettera sarà consegnata ad un veggente, e Maria Santissima vi risponderà nella preghiera.

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

Sora Emmanuel Maillard - MedjugorjeMarzo 2018 di suor Emmanuel

sito in francese www.enfantsdemedjugorje.fr; e-mail gospa.fr@gmail.com

A marzo un ricordo particolare a San Giuseppe con una testimonianza della sua meravigliosa quanto pratica intercessione oltre a tutte le storie che da sempre ci arricchiscono spiritualmente.

Cari figli di Medjugorje, siano lodati Gesù e Maria!

L’APPARIZIONE DEL 02 marzo 2018

Il 2 marzo 2018Mirjana 

ha ricevuto la sua apparizione mensile nella sua pensione, in presenza di una piccola folla: Dopo l’apparizione, ella ha trasmesso questo messaggio che Maria indirizza a tutti noi:

 

“Cari figli, grandi cose ha fatto in me il Padre Celeste, come ne fa in tutti coloro che lo amano teneramente, e lo servono con fedeltà e con devozione. Figli miei, il Padre Celeste vi ama, ed è grazie al Suo amore che io sono qui con voi. Io vi parlo, perché non volete vedere i segni? Accanto a Lui tutto è più facile. La sofferenza vissuta con Lui è più facile perché c’è la fede. La fede aiuta nella sofferenza; la sofferenza senza la fede porta alla disperazione. La sofferenza vissuta e offerta a Dio eleva. Mio Figlio, non ha forse riscattato il mondo col Suo doloroso sacrificio?

Io, Sua Madre, ero presente nella Sua sofferenza e nel Suo dolore, come sono presente con voi tutti. Figli miei, sono con voi nella vita, nella sofferenza, nel dolore, nella gioia e nell’amore; perciò custodite la speranza! La speranza fa capire che c’è vita. Cari figli, io vi parlo, la mia voce parla alla vostra anima, il mio cuore parla al vostro cuore.

Apostoli del mio amore, oh quanto vi ama il mio cuore materno! Vorrei insegnarvi così tante cose! Il mio cuore materno desidera che siate ricolmi! Ma lo sarete solo quando in voi saranno uniti anima, corpo e amore.

Vi prego, figli miei, pregate molto per la Chiesa e per i suoi servitori, i suoi pastori. Possa la Chiesa essere come la desidera mio Figlio: chiara come acqua di sorgente e piena d’amore. Vi ringrazio.”

Visionate l’apparizione su questo sito:

https://www.youtube.com/watch?v=uZwo4nX7tuQ

San Giuseppe in Sicilia?

Il 19 marzo, abbiamo festeggiato la solennità del grande San Giuseppe. Molti di noi gli hanno offerto una novena di preghiera, se non è una mesena, per affidargli le loro intenzioni più urgenti. Una sorella della mia Comunità racconta questo fatto che illustra sia la bontà di un santo, che il suo essere spiritoso e la sua efficacia:

Mi trovavo in una casa della Comunità in Sicilia, a Pettineo. Si trattava di un vecchio convento francescano, molto freddo e umido. In questo periodo in casa eravamo una trentina, e vivevamo molto, molto, molto poveramente. Non c’erano grandi (neanche piccole) entrate economiche e avevamo sempre molti ospiti che venivano per pregare con noi e spesso rimanevano per i pasti. Una volta in particolare, ricordo che non avevamo praticamente nulla da mangiare...molti di noi eravamo giovani…e non era facile sfamare tutti. I nostri responsabili ci parlavano sempre di San Giuseppe, padre provvidente, ci raccontavano tante storie di persone che erano state da lui soccorse. Animati da zelo, tutti i giovani, ci siamo detti: “Facciamo una lista della spesa con tutte le cose di cui abbiamo bisogno, aggiungendo anche i nostri desideri“, e così facemmo. Non ti dico, nella lista c’era di tutto e per tutti i gusti…persino la nutella e tante altre cose che non erano veramente utili. Poi prendemmo la lista, e pieni di fiducia la lasciammo dietro l’immagine di San Giuseppe, che si trovava nell’angolo di preghiera della cucina.

Pregavamo ogni giorno la preghiera “

A te o Beato Giuseppe stretti dalla tribolazione ricorriamo e fiduciosi invochiamo il tuo patrocinio, dopo quello della tua Santissima Sposa. Per quel sacro vincolo di carità che ti strinse all’Immacolata Vergine Maria, Madre di Dio, e per l’amore paterno che portasti al fanciullo Gesù, riguarda, te ne preghiamo, con occhio benigno la cara eredità che Gesù Cristo acquistò col Suo Sangue e col tuo potere ed aiuto sovvieni ai nostri bisogni.

Proteggi o provvido custode della divina famiglia l’eletta prole di Gesù Cristo. Allontana da noi o padre amatissimo gli errori e i vizi che ammorbano il mondo. Assistici propizio dal cielo in questa lotta col il potere delle tenebre, o nostro fortissimo protettore e come un tempo salvasti dalla morte la minacciata vita del pargoletto Gesù, così ora difendi la Santa Chiesa di Dio dalle ostili insidie e da ogni avversità.

Estendi ognora, sopra ciascuno di noi il tuo patrocinio affinchè a tuo esempio e mediante il tuo soccorso possiamo virtuosamente vivere, piamente morire e conseguire l’eterna beatitudine in cielo. Amen

Fu grande la sorpresa quando bussarono alla porta e ci lasciarono tanti sacchetti, proprio come quando si torna dal fare la spesa…non credevamo ai nostri occhi! Portammo tutto giù in cucina, e riponemmo i sacchetti sul grande tavolo che vi era posto. Non osavamo aprirli… poi qualcuno esclamò in dialetto: “Pigliammu a lista da spisa!” (prendiamo la lista della spesa). Divenne un po’ come una caccia al tesoro: uno leggeva e gli altri cercavamo nei sacchetti se le cose c’erano davvero. Eravamo meravigliati come non mai, sembrava il gioco della tombola! Non mancava nulla. Beh…quasi nulla…

Ricordo la faccia di Piero, quasi stizzito, alla fine di tutta la lista, mancava solo una cosa:Non è possibile, san Giuseppe, ti sei scordato? Non è giusto!“. Mentre ascoltavamo le sue rimostranze per la mancanza dei peperoni, sentimmo per le scale una voce conosciuta: era la signora Ines, pace alla sua anima… Ines era una signora di una certa età, del nord d’Italia, rimasta vedova, viveva da sola a Pettineo, e passava spesso a trovarci. Ines alzava un po’ il tono della voce, era infastidita per qualcosa, così avevamo Piero che faceva storie con San Giuseppe in cucina, e Ines che si lamentava nervosamente per le scale.

–        “Cosa succede, Ines, perché ti arrabbi?

–        “E niente, cavolo! Vi ho portato i peperoni sott’olio…e mi si sono aperti in borsa!”

Poverina non capì subito per quale motivo la sua borsa macchiata d’olio diventò per noi motivo di festa!!! No, San Giuseppe non si era proprio scordato di nulla…aveva solo voluto che un’altra persona si facesse strumento della Provvidenza di Dio, passata per mezzo suo…e che noi non fossimo più increduli, ma credenti!” 

San Giuseppe non è stato risparmiato dalle prove! Il tormento di vedere Maria incinta, poi essere respinti dalla gente di Betlemme, l’estrema povertà della stalla dove Gesù è nato, la fuga in Egitto e un lungo soggiorno di rifugiato politico laggiù, senza un lavoro fisso né sicurezza di guadagno, la perdita di Gesù a Gerusalemme a 12 anni ed i tre giorni di angoscia… In breve, questo uomo è stato macinato dalla prova e dall’umiliazione. Come avrebbe fatto a non comprendere le nostre prove di oggi? Come dice Maria il 2 marzo: “vicino a Lui (Gesù), tutto è più facile. La sofferenza vissuta con Lui è più leggera perché c’è la fede. La fede aiuta nella sofferenza e la sofferenza senza fede conduce alla disperazione. La sofferenza vissuta e offerta a Dio, eleva.

Due cardinali per una missione!

La mia assistente ed io torniamo da 4 giorni a Riga (Lettonia), una bella missione in seno ad un popolo estremamente gentile. Nell’andata, abbiamo incontrato il Cardinal Schœnborn che aveva preso lo stesso aereo. Ha benedetto la nostra missione, e poi mi ha detto due parole sul suo dialogo con Papa Francesco su Medjugorje. In effetti il Papa, non ha detto niente di particolare. Ma l’opinione personale del cardinale è il seguente: in assenza di una dichiarazione ufficiale da parte di Roma, a lui sembra che ” i risultati della Commissione Ruini, richiamata fortemente dal Papa il 13 maggio scorso, potrebbero essere prese come la posizione della Chiesa.” La cosa mi sembra molto positiva. Preghiamo!

Poco prima di lasciare Riga, la nostra piccola comitiva è stata ricevuta dal cardinal Janis Pujats, in pensione, che ha molto sofferto del KGB durante la persecuzione comunista, come tutti i suoi fedeli, prima del crollo dell’unione Sovietica. Ma ha saputo mantenere la testa e sfuggire ai campi di lavoro grazie a delle comunicazioni dello Spirito Santo. Era riuscito a creare una stamperia clandestina e a stampare migliaia di libri di preghiera. Non viveva come un  principe ma come un povero, cosa che ci ha molto toccato. Doveva salire tre piani di scale senza ascensore per andare alla sua abitazione, e li ha discesi per accoglierci. Ha benedetto i frutti della nostra missione. Abbiamo visto la mano di Dio posata su di noi, la benedizione di un cardinale prima della missione e quella di un altro cardinale al termine di essa! Grazie, le vostre preghiere ci hanno ben accompagnate, continuate….!

Il film con Jim Caviezel.

Paolo apostolo di Cristo“, uscirà il 28 marzo nei cinema. Jim Caviezel, attore della Passione di Cristo” annuncia il film di Mel Gibson. Il suo messaggio è assolutamente “mejugoriano (da 9.56 a 10.42) con i cinque punti della Madonna. Parla anche di San Massimiliano Kolbe che diceva “l’indifferenza è il più grande peccato del XX secolo“. E aggiunge che è anche il più grande peccato del XXI secolo. Quando le stars di questo mondo diventano cristiane, che potenza!

La prossima diretta in francese

sarà il 3 aprile alle 21.00. Quella di marzo è ritrasmesso su: www.enfantsdemedjugorie.fr/medjugorie-direct-du-3-mars-2018/

Carissima Gospa, ti preghiamo, come regalo di Pasqua rivelaci i segreti della tua anima! Come facevi a rimanere in pace nel cuore in mezzo alle onde della tua vita e fare sempre la volontà di Dio? Rispondi a ciascuno di noi per favore nell’intimo del suo cuore, poiché colui che ha la vera pace nel cuore sperimenta il cielo su questa terra!

Suor Emmanuel +

(tradotto dal francese)

 

“Aprite i vostri cuori!” Un videoclip di 5 minuti (in francese) di Suor Emmanuel sul sito: www.enfantsdemedjugorje.fr

Le nostre prossime missioni, i cui frutti dipendono molto dalle vostre intercessioni: in Francia il 16 giugno, in Indonesia e in Cina in luglio, in Spagna in settembre, se Dio vuole!

Vivete un pellegrinaggio virtuale! Non potete venire a Medjugoirje? Medjugorje viene da voi! Su www.IMedj.net

A casa vostra, pregate il rosario sulla Collina delle Apparizioni! Suor Emmanuel vi aspetta sul sito:www.imedj,net/index.php/2016/02/29/chapelet-les-mysteres-douloureux-sur-la-colline/

La parrocchia di Medjugorje ci invita al sesto Ritiro Spirituale Internazionale per la Vita, dal 9 al 12 maggio 2018. Vi invita anche al Ritiro Internazionale per i Sacerdoti dal 2 al 7 luglio. Iscrizioni: seminar.marija@medjugorje.hr

Seguite il programma serale della parrocchia! Premete: www.centremedjugorje.org/

La Madonna ama le vostre lettere! Date gioia al suo cuore, scrivetele a “Regina della Pace”, BP 2157,F-06103 Nice cedex, Francia. La vostra lettera sarà data a un veggente e Maria vi risponderà nella preghiera.

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

Sora Emmanuel Maillard - MedjugorjeFebbraio 2018 di suor Emmanuel

sito in francese www.enfantsdemedjugorje.fr; e-mail gospa.fr@gmail.com

Tantissime le informazioni che ci giungono con questo bollettino di Suor Emmanuel un vero e proprio sostegno in questo tempo di quaresima.

Cari figli di Medjugorje, siano lodati Gesù e Maria!

L’APPARIZIONE DEL 02 febbraio 2018

Il 2 febbraio 2018Mirjana ha ricevuto la sua mensile apparizione nella sua pensione alla presenza di una piccola folla. Dopo l’apparizione, ci ha trasmesso questo messaggio che Maria ci indirizza:

“Cari figli, voi che siete amati da mio Figlio, voi che io amo immensamente con il mio amore materno, non siate di quelli che permettono all’egoismo e all’amor proprio di regnare nel mondo. Non permettete che l’amore e la bontà rimangano nascosti. Voi che siete amati, che avete conosciuto l’amore di mio Figlio, ricordate che essere amati, significa amare. Figli miei, abbiate fede, quando avete fede, siete felici e diffondete pace, la vostra anima esulta di gioia, in questa anima c’è mio Figlio. Quando vi donate a causa della fede, per amore, quando fate del bene al vostro prossimo, mio Figlio è nella vostra anima e sorride. Apostoli del mio amore, mi rivolgo a voi come Madre, vi raduno intorno a me e desidero condurvi sulla via dell’Amore e della fede: via che conduce alla Luce del mondo. A causa dell’amore e della fede io sono qui, perché desidero darvi speranza e forza sul vostro cammino con la mia benedizione materna. La strada che conduce a mio Figlio, non è facile, è piena di rinunce, di dono di sé stessi, di sacrificio, di perdono e di molto, molto amore; ma è questa la via che conduce alla pace e alla gioia. Figli miei, non credete alle voci ingannevoli che vi parlano di false realtà e della falsa “luce”. Voi, figli miei, tornate alla Sacra Scrittura! Con immenso amore vi guardo, e per grazia di Dio, mi manifesto a voi. Figli miei, incamminatevi insieme a me, che la vostra anima esulti di gioia. Vi ringrazio”.

Potete vedere Mirjana che ha l’apparizione su  https://www.youtube.com/watch?v=87SGGlo8RwE

In Italia, un sacerdote esorcista,…

 conosciuto nella sua parrocchia per la potente preghiera, mi ha raccontato che un giorno, un giovane in grandi difficoltà è andato a trovarlo e lo ha supplicato di avere un colloquio con lui perché era veramente disperato, non ne poteva più. Infatti, non solo era malato e stava molto male, ma in più era sempre tormentato spiritualmente. Si era infatti invischiato in pratiche sbagliate che il mondo offre ai giovani oggi e che gli devastavano l’anima. Ma il sacerdote, quel giorno, era preso da un altro caso difficile e non poteva interrompere il suo lavoro. Vedendo però la sofferenza di quel giovane, non voleva lasciarlo andar via deluso. Pensò allora alla bella statua della Madonna, quella della Medaglia Miracolosa a Parigi, che aveva fatto piazzare ben in vista nella sua chiesa. Li, Maria ha le mani stese in avanti e degli anelli nelle dita che emettono dei raggi che rappresentano le grazie che dona a coloro che gliele chiedono. Per non abbandonare questa pecora perduta nelle tenebre, il sacerdote lo invita ad avere una grande fiducia nella Madonna e gli dice: “Vai a pregare davanti alla statua e guarda bene la Madonna negli occhi! È tua Madre, ti aiuterà!

Deluso di non aver potuto avere un colloquio con il sacerdote, il giovane va ad inginocchiarsi davanti a Maria e getta nel suo Cuore Immacolato tutto il magone che ha dentro. Concentra il suo sguardo sugli occhi di Maria. All’improvviso, sente un grande sollievo, come se la Madonna lo guardasse. Non aveva mai provato in vita sua una tale tenerezza materna. Pieno di gioia, si ferma a lungo davanti alla statua. Provava come un balsamo che penetrava il suo corpo, il suo cuore e la sua anima! La Donna dell’Apocalisse, scelta da Dio per schiacciare la testa del serpente, era proprio la persona adatta per soccorrere quel figlio perduto, plagiato dalle false felicità che il mondo fa brillare per quelli che non conoscono ancora la via della salvezza. Con la sua materna compassione, Maria aveva ottenuto da Dio una completa liberazione.

Cari amici, non è per caso che in questo mese la Madonna ci ripete: “Vi guardo con un amore immenso e, per la grazia di Dio, mi manifesto a voi. Figli miei, mettetevi in cammino con me. Che la vostra anima trasalisca di gioia!“.

Una Quaresima di vigilanza.

Don Bosco aveva raccolto a Torino moltissimi ragazzi abbandonati per strada. Sua madre, Margherita, aveva il compito difficile di fungere da madre di famiglia, una famiglia molto, molto numerosa. Un giorno, non potendone più, dichiarò a suo figlio: “Sono distrutta, rompono tutto, non c’è modo di controllarli, non ce la faccio più, trova qualcun altro per occuparsi di loro!

Don Bosco resta silenzioso. Conosce la pena che lei si dà per i ragazzi, giorno e notte. Allora tira fuori dalla tasca un crocefisso e lo mette davanti agli occhi di sua madre. Lei guarda a lungo Gesù in croce… Capisce il messaggio… Infatti Gesù non è mai scappato dal campo di battaglia quando la situazione era troppo difficile. Allora mamma Margherita finisce per dire: “Va bene… resto!

A Vicka piace chiedere a Gesù: “Signore, dimmi, cosa posso fare per te, per consolarti nella tua Via Crucis?” Penso che sia la domanda giusta che possiamo tutti fargli all’inizio di questa Quaresima.

Il digiuno

Per quanto riguarda il digiuno che chiede la Regina della Pace, molte persone esitano ancora a praticarlo. Il digiuno è una grazia da domandare con fervore, perché porta frutti sbalorditivi! Afferriamo il messaggio, adesso più che mai, davanti alle notizie da tutto il mondo che riceviamo ogni giorno: “Solo con il digiuno e con la preghiera si possono impedire le guerre, fermare le guerre e sospendere le leggi della natura.” Ho una domanda: Cosa c’è di più facile? Digiunare a pane e acqua il mercoledì ed il venerdì, oppure riparare i danni di un terremoto e di un’inondazione, che avrebbero potuto essere evitati dal digiuno? Eccovi una preghiera che ci aiuterà a entrare di buon cuore nella pratica del digiuno:

Preghiera da recitare la sera precedente il digiuno. 

Caro Gesù, tu sai che domani è giorno di digiuno e che ho deciso di digiunare come ci invita a fare da tanti anni tua Madre. Però Gesù, a dire il vero, ho bisogno di Te, perché sono talmente attaccato al cibo! Il digiuno è un sforzo che mi costa. O Gesù, resta con me tutta questa giornata, ti supplico. Non permettere che la tentazione mi rubi la grazia che tu mi hai preparato per domani. Vorrei aiutarti a raggiungere tutti quei cuori che sono oggi sordi ai tuoi appelli! So che offrendoti il mio digiuno, tu potrai riempirli della tua Luce e del tuo Amore. Ma tu sai quanto sono debole! Caro Gesù, fammi la grazia di digiunare col cuore, senza pensare troppo alle pietanze che non mangerò, per ottenere dei bei frutti di conversione per la mia famiglia e per tanti altri. Non voglio prendere questa decisione da solo, ma con te. Sii la mia forza, Dio mio! Con te, tutto diventa possibile e non ho paura. E poi, provo una grande gioia a pensare ai milioni di tuoi figli che domani saranno spiritualmente uniti a me, digiunando a pane ed acqua. Non sarò solo, è un buon incoraggiamento. Tua Madre ci chiama “Gli apostoli del suo amore”. Lei conta su di noi per realizzare i suoi piani per il mondo. Che onore far parte di una famiglia simile! Caro Gesù, il fatto di aver parlato con te mi ha già incoraggiato. Mi abbandono a te con una grande fiducia. Unisco il mio digiuno al tuo digiuno nel deserto, avrà così un valore infinito e questo mi dà tanta gioia!

Vivete la Quaresima on-line

..con YouPray e le Beatitudini (in francese)! 40 giorni per crescere nell’intimità con Dio e rafforzare la nostra fede. E’ semplice e gratuito… Le informazioni le trovate sul Facebook della mia Comunità: https://my.sendinblue.com/users/subscribe/js_id/2zewl/id/7

Papa Francesco a invitato TUTTI 

(cristiani e non cristiani) a iniziare la Quaresima con digiuno e preghiera, in particolare ha chiesto di pregare e digiunare il 23 febbraio come PRIMO VENERDI di Quaresima (n.d.r. anche per i cristiani di rito ambrosiano che la iniziano dom 18.2) , e (ai cristiani) di offrire 24 ore al Signore nei giorni 9 e 10 marzo tenendo in ogni diocesi una chiesa aperta 24 ore su 24 con adorazione e confessione.

INCONTRI SUOR EMMANUEL

La mia missione del 26 febbraio a Finale Emilia e a Bologna è stata annullata ed è stata sostituita dai 2 altri incontri:

A Perugia il 25 sera e a San Martino in Rio il 26. Poi a Lugo il 27. Rimangono il Convegno di Assisi i 23-25, e quello di Lugo il 27

  • @Assisi, 23, 24 e 25 febbraio, Convegno della Divina Misericordia, con Maria, Regina della Pace. Complesso sportivo Palaeventi, Via di Valecchie, Sta Maria degli Angeli.  Suor Emmanuel parlerà sabato alle 10.30 del mattino. 340/532 8080 – segreterianazionale@dmisericordiamed.it  (Si veda la locandina)
  • @Perugia, domenica sera 25, dopo l’incontro di Assisi, presso L’Oratorio di San Bernardino, Piazza San Francesco al Prato, Perugia PG. Programma: Ore 17.30 Santa Messa.  Ore 18.30 Catechesi di Suor Emmanuel, seguirà l’Adorazione Eucaristica e preghiera di guarigione con Padre Massimo. Info, Orietta, 075 37 28 559 e 328 226 9282
  • @ San Martino in Rio, lunedì sera 26 (a metà strada tra Correggio e Reggio Emilia). Raggiungibile dall’autostrada A22 del Brennero, uscita Campogalliano. Seguire le indicazioni Correggio / San Martino in Rio 5 Km. Programma: Dalle ore 17.30 alle 18.30 Adorazione Eucaristica animata da Suor Emmanuel. Ore 19.00 Santa Messa. Ore 20.30 catechesi di Suor Emmanuel. Info, Davide, 335/221 633 – davide@saccaniviaggi.it
  • @ Lugo, martedì 27, ore 15, Rosario meditato e Adorazione. Ore 17.30 Sta Messa. Poi, ore 20.00 conferenza di Sr Emmanuel. Ore 21.00 Sta Messa, Adorazione, preghiere di lode e guarigione. Chiesa di San Giacomo, via Mazzini 48, Lugo (RA).  Info, Federico: federico.tazzari@alice.it – 349/ 161 2908

Attenzione! Portate con voi altre persone, particolarmente quelle che hanno più bisogno di ricaricare le loro batterie spirituali! Siate le mani stese della Madonna per attirarli a Gesù! Fate dell’Evangelizzazione!

Carissima Gospa, ti preghiamo, ispiraci i tuoi sentimenti quando sul Golgota eri presente al sacrificio di tuo Figlio Gesù sulla Croce! Che questa Quaresima ci immerga nei tuoi segreti di Madre! Cosa ti diceva Gesù prima della sua Passione?

Suor Emmanuel +

(traduzione dal francese)

Accompagniamo con le nostre preghiere il nostro caro Benedetto XVI, che dichiara di essere sempre più debole, ma non teme l’avvicinarsi della morte.

Il 19 marzo, festeggeremo il grande san Giuseppe, offriamogli una trentina (trenta giorni di preghiera) per ringraziarlo della sua bontà e affidargli le nostre intenzioni più urgenti! Il 15 marzo, testimonierò un suo intervento. Ma inviatemi le vostre testimonianze! Ogni volta che è onorato da uno dei suoi fan, egli si manifesta con delle grazie particolari. Avviso agli appassionati!

Monsignor Cattenoz, arcivescovo di Avignone, ha consacrato, l’8 dicembre 2017, la sua diocesi al Cuore Immacolato di Maria, dopo una novena nella quale i cristiani della diocesi erano invitati a recitare la seguente preghiera del Cardinal Sarah: “Santissima Vergine Maria, Regina degli Angeli e dei Santi, Mediatrice di tutte le grazie, noi troviamo rifugio e protezione nel Vostro Cuore Immacolato, perché voi siete nostra Madre. Aiutateci, come avete promesso ai tre pastorelli di Fatima, di saper offrire ogni giorno la nostra vita per la salvezza dei peccatori. Che il vostro materno amore tocchi i cuori induriti dal peccato, perché tutti gli uomini, salvati dal sangue di vostro Figlio sulla Croce, trovino il cammino dell’amore, della penitenza e della riconciliazione con Dio e con i loro fratelli. Allora, potremo cantare tutti insieme con una sola voce ed un solo cuore il trionfo della vostra materna Misericordia. Così sia.” Poi recitare un Padre Nostro, una Ave Maria ed un Gloria Padre e tre volteO Maria concepita senza peccato, pregate per noi che ricorriamo a voi“. La vostra diocesi non è ancora consacrata al Cuore Immacolato di Maria? Preparate questo evento recitando questa preghiera! Monsignor Cattenoz ha invitato ogni parrocchia a consacrarsi al Cuore Immacolato di Maria. Possa l’Italia ritrovare così la sua anima cristiana!

La parrocchia di Medjugorje ci invita al

  • 6° Ritiro Internazionale per la Vita. Dal 9 al 12 maggio 2018.
  • Al 19° Ritiro Spirituale per le coppie sposate, dal 7 al 10 novembre.
  • Al 23°Ritiro Internazionale per i sacerdoti, dal 2 al 7 luglio 2018.

Per le iscrizioni: seminar.marija@medjugorje.hr (Marija Dugandzić).

Il Festival dei Giovani, avrà luogo dall’1 al 6 agosto.

Le nostre prossime missioni, i cui frutti dipenderanno molto dalle vostre intercessioni: Lettonia in marzo, la Francia sabato 16 giugno, l’Indonesia e la Cina in luglio, la Spagna in settembre, se Dio vuole.

Vivete un pellegrinaggio virtuale! Non potete venire a Medjugorje? Medjugorje viene da voi! Sul sito www.IMedj.net ricevete le grazie particolari degli 11 luoghi importanti a Medjugorje!

A casa, pregate il rosario sulla Collina delle Apparizioni con Suor Emmanuel! Vi aspetta sul sito  www.imedj.net/index.php/2016/02/29/chapelet-les-mysteres-douloureux-sur-la-colline/

Seguite i programmi serali della parrocchia! Premete  www.centremedjugorje.org

 

 

 

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

Sora Emmanuel Maillard - MedjugorjeGennaio 2018 di suor Emmanuel

sito in francese www.enfantsdemedjugorje.fr; e-mail gospa.fr@gmail.com

Suor Emmanuel apre questo nuovo anno parlandoci dei nostri grandi protettori: gli angeli! Storie incredibili di fede e di amore, che grazie al suo entusiasmo riusciamo a fare così semplicemente… nostre!

Cari figli di Medjugorje, siano lodati Gesù e Maria!

L’APPARIZIONE DEL 02 gennaio 2018
Cari figli di Medjugorje, siano lodati Gesù e Maria!
1. Il 2 gennaio 2018Mirjana ha ricevuto la sua apparizione mensile alla Croce blu alla presenza di tutti coloro che erano venuti ad affidare il nuovo anno al Cuore di Maria. Dopo l’apparizione, Mirjana ci ha trasmesso questo messaggio che Maria ci indirizza:

Cari figli, quando sulla terra viene a mancare l’amore, quando non si trova la via della salvezza, io, la Madre, vengo ad aiutarvi a conoscere la vera fede, viva e profonda; ad aiutarvi ad amare davvero. Come Madre, anelo al vostro amore reciproco, alla bontà e alla purezza. È mio desiderio che siate giusti e che vi amiate. Figli miei, siate gioiosi nell’animo, siate puri, siate bambini! Mio Figlio ha detto che ama stare tra i cuori puri, perché i cuori puri sono sempre giovani e lieti. Mio Figlio vi ha detto di perdonare e di amarvi. So che non è sempre facile: la sofferenza fa sì che cresciate nello spirito.Per crescere il più possibile spiritualmente, dovete perdonare ed amare sinceramente e veramente. Molti miei figli sulla terra non conoscono mio Figlio, non lo amano. Ma voi, che amate mio Figlio e lo portate in cuore, pregate, pregate e, pregando, percepite mio Figlio accanto a voi: la vostra anima respiri il suo Spirito! Io sono in mezzo a voi e parlo di piccole e grandi cose. Non mi stancherò di parlarvi di mio Figlio, amore vero. Perciò, figli miei, apritemi i vostri cuori, permettetemi di guidarvi maternamente. Siate apostoli dell’amore di mio Figlio e del mio. Come Madre vi prego: non dimenticate coloro che mio Figlio ha chiamato a guidarvi. Portateli nel cuoree pregate per loro. Vi ringrazio!

Potete vedere Mirjana che ha l’apparizione

Un bel regalo di Natale!

Nel corso di una riunione per Natale con la mia comunità, ho estratto da un cestino il nome di un santo, mio compagno di cammino per il 2018, come spero che abbiate fatto anche tutti voi (Vedi). Che sorpresa ho avuto di constatare che il mio compagno di cammino è in effetti ” legioni”! Infatti leggo: Gli angeli custodi. Non solamente il mio angelo custode (molto abituato a proteggermi), ma tutti gli angeli custodi! Non so ciò che ci aspetta in quest’anno, ma se una tale folla di amici celesti mi hanno scelto, vuol dire che ne hanno motivo!

Sapete che un solo angelo custode, anche il più piccolo fra di loro, è più potente di tutti i demoni dell’inferno messi insieme? Questo è ovvio, in quanto un angelo custode ha Dio con lui, cosa che non è certo il caso per i demoni. Il compito che ho quindi ricevuto mi affascina : “Far conoscere gli angeli custodi“. Allora comincio subito!

Dalla mia infanzia, i miei genitori mi hanno insegnato a parlare con il mio angelo custode e ad affidarmi a lui per essere guidata e protetta. Da bambina, per semplificare la mia relazione con lui, gli ho dato un nome, Raffaele. Non è un nome che ho ricevuto in una rivelazione, l’ho scelto io pensando che lui sarà contento di avere il nome di un Arcangelo! Ringrazio i miei genitori di avermi parlato degli angeli, perché sono riuscita a creare una bella amicizia con lui, in tutta semplicità, senza rivelazione mistiche. La “Piccola via” di Santa Teresa del Bambino Gesù è la più sicura per me…

*****

Un episodio mi ha molto colpito quando abitavo a Nazareth. Silvie, una delle suore della mia comunità, era stata protestante, e non era ancora a suo agio nel pregare i santi e gli angeli. Ogni volta che a tavola condividevo le mie avventure con il mio angelo custode, come mi aveva protetto oppure come mi aveva reso più facile superare dei momenti difficili, Silvie commentava nel suo intimo che tutto questo era fumo o immaginazione. Poiché però gli episodi erano veramente reali, lei decise in segreto di fare una prova per togliersi ogni dubbio.

Una mattina, pregò così : “Raffaele, se veramente si devono pregare gli angeli e considerarli come amici, dammi un segno. Ti dirò una cosa che dovrai trasmettere a Suor Emmanuel. Se mi accorgerò che lei ha captato il mio messaggio, mi convincerò e pregherò gli angeli.” Il mattino trascorse, e all’ora di andare a pranzo, io torno a casa dichiarando alle altre suore : “Indovinate quello che il Signore mi ha fatto capire oggi!E cito esattamente il messaggio che Silvie aveva confidato al mio angelo custode. Al momento, lei non mi ha detto niente, perché era rimasta scioccata. Ma dopo un po’, è diventata una delle più convinte “fan” degli angeli custodi!

Un angelo disoccupato?

Noi tutti viviamo molto troppo al di sotto dei nostri mezzi. Dico veramente al di sotto! Soffriamo di solitudine, di incomprensioni, di impotenza a comunicare con il nostro prossimo, siamo incerti e vaghi sulle direzioni da prendere… e non utilizziamo affatto gli amici celesti che Dio ha messo al nostro fianco! Più li sollecitiamo, e più essi manifestano il loro aiuto. Sono incaricati di metterci o rimetterci sul cammino di Dio, di farci decidere di fare la volontà di Dio invece di cercare di piacere agli uomini. Ogni angelo custode conosce il piano particolare che Dio ha per il suo protetto. Gli angeli ci sono così infinitamente preziosi quando si vive con loro nell’invisibile!

Molti genitori si lamentano di non essere più ascoltati dai propri figli, che preferiscono invece ascoltare gli amici della loro età e conformarsi ai loro modi di vita. Ma questi genitori dimenticano che il loro figlio ha anche lui un angelo custode desideroso di mantenerlo in buona salute fisica e morale? Quando questo dialogo si è interrotto o è diventato troppo difficile, gli angeli ci tirano fuori d’impiccio divinamente. Suggeriscono alla coscienza del loro protetto cosa piace a Dio. E la loro maniera di suggerire è talmente umile e fine che il loro protetto pensa che si tratti del proprio pensiero e agisce quindi come gli viene suggerito. Certamente, non è una cosa automatica, ma attraverso una preghiera fiduciosa agli angeli, si ottengono risultati sorprendenti. San Padre Pio era un grande amico degli angeli, al punto che i suoi angeli rispondevano al posto suo quando la massa della corrispondenza era troppa! (vedi) Come faceva infatti a scrivere così tante lettere rimanendo quasi tutto il suo tempo in confessionale!?

Dall’inizio delle apparizioni, la Madonna ha chiesto a ogni membro del gruppo di preghiera di fare amicizia con il suo proprio angelo custode e di scrivergli una lettera. Lei avrebbe raccolto queste lettere durante l’apparizione del giorno dopo. I ragazzi non sapevano bene come fare ma hanno scritto la lettera e la hanno messa ai piedi della Vergine il giorno dopo. Il risultato fu che hanno cominciato a relazionarsi con gli angeli! Ciò li ha arricchiti moltissimo, soprattutto sotto l’oppressione comunista dove ogni tipo di protezione era benvenuta. Ricordiamoci di questo nel caso di nuove oppressioni!

Era l’una meno un secondo!

Marta è una ragazza molto legata a Medjugorje. Così racconta: “Abito in Normandia e voglio condividere con voi un fatto incredibile. Avevo appena compiuto 22 anni, ero riuscita a vincere un concorso per diventare professore di francese e soprattutto di vivere una forte conversione alla fede cristiana. Un anno pieno di gioia e molto promettente! Una sera, dopo aver passato un bel fine settimana da degli amici, mi preparavo a rientrare a casa. Avevo 3 ore di strada da fare ed era già mezzanotte passata! I miei amici mi hanno vivamente consigliato di partire il mattino dopo. Ma per me, ciò non era possibile perché il giorno dopo dovevo andare al lavoro. Mi lancio sull’autostrada, ma dopo un quarto d’ora le mie palpebre si fanno pesanti. Per arrivare più presto, accelero ed arrivo ai 150 all’ora. Ed ecco che mi addormento al volante.

E’ allora che avviene qualcosa di veramente straordinario. In pochi secondi, ho la visione di un angelo immenso e molto luminoso, e nel mio cuore ho capito che il mio angelo custode. Era immenso come per farmi capire che mi proteggeva e la sua luce era talmente viva che mi ha svegliato immediatamente! E in quell’ istante, sorpresa! Stavo per piombare in pieno sul gard rail a 150 all’ora…. Ho avuto appena il tempo di sterzare per evitarlo e riprendere l’autostrada! Erano le una meno… meno un secondo! Dio è buono. Per la mia imprudenza avrei potuto terminare la mia vita lì, a 22 anni, immersa nel mio sangue sul bordo dell’autostrada! Ma Dio ha avuto compassione di me ed ha permesso al mio angelo custode di salvarmi. Come recita il salmo 91 : “Egli darà ordine ai suoi angeli di custodirti in tutti i tuoi passi…” Ringrazio Dio di avermi protetto e di avermi donato un angelo custode che vegli su di me. Non dimenticarti che tu pure hai un angelo custode che veglia su di te e sui tuoi!

Perché l’angelo custode di Marta le ha evitato l’incidente mortale, mentre tanti altri muoiono sulla strada? A questa domanda, lei risponde: “Dio ha permesso al mio angelo custode di salvarmi. Perché io? Dio solo lo sa. Non era la mia ora, penso che c’era ancora bisogno di me su questa terra“. Inoltre, Marta pregava moltissimo. Si tratta di un mistero, poiché la tempistica di Dio non è la nostra. E’ per questo che Maria ci dice: “Siate pronti!” “Cari figli, non dimenticate che lo scopo della vostra vita, è il cielo!“. E’ bene consacrare a Dio la propria morte in anticipo, ed anche quelle dei nostri parenti, in modo che, al momento venuto, Dio ci accolga nella pace e noi si possa nascere al cielo.

Ecco una bella preghiera all’Angelo custode:

O mio Angelo custode, al quale Dio nella sua grande bontà ha affidato il mio cammino, tu che mi assisti nelle mie necessità, che mi consoli nelle mie pene e mi sostieni nei miei scoraggiamenti, ti ringrazio per tutto quello che fai per me ogni giorno. Ti ringrazio di vegliare sempre su di me, di proteggermi dal pericolo, di difendermi dai  miei nemici e di allontanare da me le occasioni di peccato. Insegnami a ascoltarti ed a essere sensibile alle tue ispirazioni e fedele a metterle in pratica. Dirigimi, governami e precedimi in ogni circostanza. Aiutami a riconoscere ed a compiere la volontà di Nostro Signore e prega per me in tutti i momenti nei quali mi é presente e sopratutto quando non sono vigilante e mi allontano da Lui. Nella luce divina, ti prego di intercedere presso gli angeli custodi di tutti coloro che amo e di tutti coloro dei quali conosco le difficoltà, perché vengano illuminati, protetti e guidati. Mio buon Angelo, fedelissimo amico, accompagnami per tutto il pellegrinaggio terreno, e, al momento della mia partenza, alla presenza di Maria e Giuseppe, conducimi a Dio Padre mio, fino al luogo del riposo eterno e  all’eterna felicità. Amen!”

 

La prossima Diretta (in francese) avverrà il 3 febbraio alle 21.00.

La diretta del 3 gennaio verrà ritrasmessa sul sito:

http://www.enfantsdemedjugorje.fr/direct-du-3-janvier-2018/

Cara Gospa, ti preghiamo, veglia su di noi come sulla pupilla dell’occhio. Se “l’amore tende a sparire sulla terra, e se non si trova più il cammino della salvezza,” non abbandonarci alle tenebre! Chi meglio di Te può attirarci verso Tuo Figlio Gesù che è e resterà sempre, la Via, la Verità e la Vita?

 

Sœur Emmanuel +

(traduzione dal francese)

Fine febbraio, saro da voi in Italia!

Lunedi 26 pomeriggio a Finale Emilia, località Obici.

Lunedi 26 sera a Bologna, Chiesa di San Salvatore.

Martedi 27 pomeriggio e sera a Lugo, Chiesa di San Giacomo,

Accorrete numerosi per ricaricare le vostre batterie spirituali!

Dal 23 al 25 ad Assisi, per il Convegno della Divina Misericordia. Parlerò sabato 24 alle ore 10:30.

XII Convegno degli Apostoli della Divina Misericordia con Maria Regina della Pace, complesso sportivo Palaeventi, Via di Valecchie, Santa Maria degli Angeli.

Suor Emmanuel parla alle 10.30 del 24 febbraio. segreterianazionale@dmisericordia.it – 340/532 8080, Complesso sportivo Palaeventi, Via di Valecchie, Sta Maria degli Angeli. Suor Emmanuel parlerà alle 10.30 del sabato 24.

(vedi la locandina).

Finale Emilia, lunedì 26, ore 15:30, Santuario di Sta Maria degli Angeli, Località Obici. Cristina: cristina.guaraldi@libero.it – 349 612 9554

Bologna, lunedi 26, ore 21, Chiesa di San Salvatore, via Volto Santo 1. Luca: fr.luca@stjean.com – 329 365 0592

Lugo, martedi 27, ore 15, Rosario meditato e Adorazione. Ore 17.30 Sta Messa. Poi, ore 20, conferenza di Sr Emmanuel. Ore 21 Sta Messa, Adorazione, preghiere di lode e guarigione. Chiesa di San Giacomo, via Mazzini 48, Lugo (RA). Federico: federico.tazzari@alice.it – 349 161 2908

Se Dio vuole, altre missioni nel 2018: Latvia in marzo, Francia in Giugno, Indonesia e la Cina in luglio, Spagna in settembre. Le vostre preghiere sono benvenute!

Vi proponiamo una lista dei santi perché possiate estrarre il vostro santo per il 2018. Suor Faustina praticava questa tradizione in Comunità (§359 del Diario). La lista è pronta sul nostro sito francese http://www.enfantsdemedjugorje.fr/lista-dei-santi-in-italiano/ Utilizzatela nei vostri incontri familiari! Non lasciate disoccupato il vostro santo protettore! (vedi Il santo dell’anno)

A casa, pregate il rosario sulla Collina delle Apparizioni con Suor Emmanuel! Vi aspetta sul sito  www.imedj.net/index.php/2016/02/29/chapelet-les-mysteres-douloureux-sur-la-colline/

Roma, il 30  gennaio, alle ore 19,30, Santa Messa e preghiera di guarigione con Padre Enrico Porcu e Padre Antonello Cadeddu  della Comunità Alleanza di Misericordia. Chiesa di S. Marcello al Corso, via del Corso, 5 (Piazza Venezia). Info. Anna Maria 329 000 5869 – www.alleanzadimisericordia.it – facebook: alleanzadimisericordiaitalia

Seguite i programmi serali della parrocchia! Premete www.centremedjugorje.org

La Vergine aspetta le vostre lettere! Fatele un piacere, scrivetele a “Reine de la Paix”, BP2157, F-06103 Nice cedex, Francia. La vostra lettera verrà consegnata ad un veggente, e Maria Santissima vi risponderà in preghiera.

Visionate la nostra pagina Facebook in italiano https://www.facebook.com/SuorEmmanueldiMedjugorje/

 

 

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

Sora Emmanuel Maillard - MedjugorjeDicembre 2017 di suor Emmanuel

sito in francese www.enfantsdemedjugorje.fr; e-mail gospa.fr@gmail.com

In attesa della nascita del bambino Gesù ancora una volta Suor Emmanuel ci allieta con avvincenti storie di fede, dell’intercessione dei nostri angeli con alcune preghiera al più piccolo e grande Re

Cari figli di Medjugorje, siano lodati Gesù e Maria!

L’APPARIZIONE DEL 02 dicembre 2017
Cari figli di Medjugorje, siano lodati Gesù e Maria!
1. Il 2 dicembre 2017, Mirjana ha ricevuto la sua apparizione mensile nella sua Pensione. Dopo l’apparizione, ha trasmesso questo messaggio che Maria ci indirizza:
Cari figli, mi rivolgo a voi come vostra Madre, la Madre dei giusti, la Madre di coloro che amano e soffrono, la Madre dei santi. Figli miei, anche voi potete essere santi: dipende da voi. Santi sono coloro che amano immensamente il Padre Celeste, coloro che lo amano al di sopra di tutto. Perciò, figli miei, cercate di essere sempre migliori. Se cercate di essere buoni, potete essere santi, anche se non pensate questo di voi. Se pensate di essere buoni, non siete umili e la superbia vi allontana dalla santità. In questo mondo inquieto, colmo di minacce, le vostre mani, apostoli del mio amore, dovrebbero essere tese in preghiera e misericordia. 
A me, figli miei, regalate il Rosario, le rose che tanto amo! Le mie rose sono le vostre preghiere dette col cuore, e non soltanto recitate con le labbra. Le mie rose sono le vostre opere di preghiera, di fede e di amore. Quando era piccolo, mio Figlio mi diceva che i miei figli sarebbero stati numerosi e che mi avrebbero portato molte rose. Io non capivo, ora so che siete voi quei figli, che mi portate rose quando amate mio Figlio al di sopra di tutto, quando pregate col cuore, quando aiutate i più poveri. Queste sono le mie rose! Questa è la fede, che fa sì che tutto nella vita si faccia per amore; che non si conosca la superbia, che si perdoni sempre con prontezza, senza mai giudicare e cercando sempre di comprendere il proprio fratello. Perciò, apostoli del mio amore, pregate per coloro che non sanno amare, per coloro che non vi amano, per coloro che vi hanno fatto del male, per coloro che non hanno conosciuto l’amore di mio Figlio. Figli miei, vi chiedo questo, perché ricordate: pregare significa amare e perdonare. Vi ringrazio!” 
Guardate l’apparizione sul link:
Odette nei ghiacci del Podbrdo. 
Qualche giorno fa, la parrocchia di Medjugorje è stata scossa da un dramma: una pellegrina francese fu data per dispersa. Odette faceva parte del gruppo di Nizza venuto a celebrare la festa dell’Immacolata l’8 dicembre. Celibe, 84enne, Odette lavorava in una numerosa famiglia che aveva perso la madre. Una persona semplice, piena di buon senso e con una grande fede in Dio.
Quella mattina, martedì 5 dicembre, un freddo glaciale ed il gelo  si sono abbattuti nel villaggio. Odette sale sulla collina del Podbrdo e si allontana un po’ dai sentieri battuti per esplorare un po’ questa montagna benedetta. Ma poiché non vedeva bene, si è persa. Non si turba affatto e decide per prudenza di restare dov’era per evitare il peggio, tenendo conto che da una parte esisteva un precipizio e dall’altra delle rocce troppo alte per lei. Ma il tempo passa, e nessuno viene a cercarla. Passa tutta la giornata e non viene nessuno! Il freddo si fa pungente. Per non congelare, fa dei movimenti, prega in continuazione e non si scoraggia. E’ convinta che la Vergine le invierà qualcuno che la troverà, perché, dice a sé stessa, Gesù è stato ritrovato al Tempio! Quando finalmente le ombre della notte scendono sulla collina, la temperatura scende ancora, fino a – 5 gradi.
Odette non vuole sdraiarsi a terra e lotta con tutte le sue poche forze contro il sonno ed il freddo. Prega e canta, e pensa a Gesù nella sua Passione.Lui pure aveva sete sulla croce, si dice, posso certamente sopportare tutto questo!” Poi vacilla e cade, si fa male e pensa:”Gesù ha ricevuto dei colpi di flagello, posso certamente sopportare anche questo!” Poi non riesce più a muovere le gambe. Ciononostante, la sua fiducia non viene meno! Tralascio i dettagli di questa interminabile prova. Solamente all’inizio della notte seguente viene ritrovata! Viene trasportata d’urgenza all’ospedale di Citluk, l’hanno poco a poco riscaldata e l’hanno esaminata da ogni punto di vista: non aveva nulla, neanche un raffreddore!! Poté tornare a Medjugorje dove ha ripreso il programma del pellegrinaggio con il suo gruppo, sulle sue gambe…
Da martedì eravamo stati avvertiti della sua scomparsa e tutti ci siamo messi in preghiera. Quando il villaggio ha saputo della cosa, si formò una meravigliosa catena di intercessione e di supplica. Credo che i nostri Angeli custodi non siano mai stati così sollecitati come durante queste ore di attesa! Abbiamo chiesto loro di riscaldarla, di dissetarla e nutrirla come sanno fare loro ed anche di mantenerla su di morale. Considerando il freddo, alcuni pensavano che lei fosse già morta di freddo e domandavano al Signore di accoglierla in cielo. Gli angeli hanno ascoltato le nostre preghiere! Lei che era già freddolosa di natura e non era coperta per una tale prova, ci disse che non aveva per niente avuto freddo! 
Dopo 36 ore, è stato uno dei 50 giovani soccorritori di Medjugorje, un certo Giuseppe, che lavora presso Victor (vedi foto) che la trovò il mercoledì verso le 11 di sera. Odette non smetteva di ringraziare!
Da parte mia, ascoltando Odette, ho toccato con mano la forza della sua fede, una fede da bambino che le ha permesso di resistere senza neanche aver paura!Bisogna fidarsi , dice con una semplicità disarmante, la Santa Vergine non poteva abbandonarmi!” Grazie Signore, in Francia esistono ancora dei veri credenti!
La straordinaria protezione fisica e morale di cui ha beneficiato Odette mi fa ricordare l’esperienza di un grande scrittore russo, Alessandro Ogorodnikov. Lui pure ha dovuto attraversare “la prova del gelo” per così dire. Come ha potuto sopravvivere alla sua incarcerazione a Mosca quando nel 1986 è stato gettato nudo in una cella con i muri coperti di ghiaccio? La risposta è semplice e lui stesso ne è testimone: migliaia di persone hanno pregato per lui, e molti gli hanno inviato il loro angelo custode. I suoi torturatori volevano farlo gelare in cella e sbarazzare il paese di un cristiano imbarazzante. Ma Dio aveva un altro piano per Alessandro: nel ghiaccio ha provato un calore misterioso e lui sapeva che esso proveniva dalla preghiera dei suoi “sostenitori“. Alla fine fu liberato e poté riprendere le sue attività come testimone di Cristo.
“Leggete la storia di Alessandro Ogorodnikov nel libro “La pace avrà l’ultima parola” di Suor Emmanuel. Ogni giorno, preghiere insistenti venivano portate dagli Angeli nell’orribile cella di Alessandro, per confortarlo ed aiutarlo a sopravvivere. Dopo la sua liberazione nel 1986, ha compiuto nel 1987 un pellegrinaggio a Lisieux con noi. Ci confidò che, in quel sordido frigorifero dove l’avevano gettato, era visitato dagli Angeli dei cristiani dell’Occidente che pregavano per lui. Percepiva il calore di questi Angeli che lo circondavano come con un mantello. Deve la sua sopravvivenza sia agli Angeli che al calore della preghiera che veniva a confortarlo nella solitudine.”
Non so quanti angeli sono stati inviati a Odette. Dio lo sa, ma anche se noi non conosciamo il loro numero, abbiamo toccato con mano la loro efficacia! Fra di noi, chi è che non ha un congiunto o un amico in grande difficoltà, fisica o morale? Inviategli il vostro angelo custode! Sarà un eccellente missionario se gli parlate con fede e affetto. Perché non fare il bene quando ci viene data l’occasione di farlo? Perché vivere al disotto dei nostri mezzi spirituali non utilizzando questi amici così potenti?
Una Vergine incinta. 
La Madonna apparsa a Juan Diego in 1531 in Messico è una delle rarissime rappresentazioni della Madre di Dio incinta, è, chiamata la Vergine di Guadalupe. Analisi scientifiche molto approfondite hanno rivelato che il fiore che Maria Santissima porta sul suo seno era, per gli Atzechi dell’epoca, il segno della maternità. Con i microscopi hanno rivelato che nel fiore si può intravedere il viso di un neonato poco prima della nascita. Il tessuto sul quale c’è l’immagine della Vergine, la Tilma, mantiene in permanenza la temperatura di una donna che sta per dare alla luce un bambinoL’immagine non è impressa sul tessuto, ma, come per la Sindone di Torino, flotta misteriosamente al disopra del tessuto. Vedendo che quella donna sconosciuta fino ad allora, portava i segni tipici del loro popolo, migliaia di Atzechi hanno chiesto il Battesimo. E’ dei nostri, dicevano.
Ed è anche per noi, adesso, una dei nostri! Allora possiamo offrirle un bel gesto di affetto e di gratitudine unendoci a lei nel dialogo già divino che lei aveva con il suo Bambino ancora invisibile ma assai presente in lei. In questi giorni che viviamo nell’attesa della nascita del Figlio di Dio, con lei e Giuseppe, vi propongo questa semplice preghiera, da recitare nel profondo del nostro cuore aspettando il Giorno della Gioia, la festa di Natale:
O caro piccolo Bambino Gesù, cullato nel seno di Tua Madre Immacolata, vengo a visitarti. Ho bisogno di parlarti. Confidarti anzitutto il mio stupore dinanzi a Te, vero Dio, che prendi la nostra carne, così  fragile e vulnerabile. Hai fatto un vertiginoso salto dagli splendori celesti dove vivevi insieme al Padre, per sposare la nostra miserabile condizione e correre il rischio con noi …mi immergo nell’adorazione! Come non amarti? Come non coprirti di tenerezza all’immaginarti zigote, embrione, feto, prima ancora di mostrare il tuo viso nella misera stalla di Betlemme? Sì, ti amo perché hai fatto questo per amor mio, per la mia famiglia, per tutta l’umanità. Tu sei venuto nel nostro fango per salvarci, per innalzarci fino a Te e aprirci le delizie della vita eterna alla tua presenza. Solo Tu, Gesù, potevi immaginare una tale follia! Ma non hai finito di sorprenderci, comincio a conoscerti!
Gesù, sai, la mia visita non è disinteressata, non stupirti! Oggi ti presento dei piccoli esseri, minuscoli come Te, ce ne sono milioni nascosti nel seno delle loro madri. Sono i tuoi tesori, Gesù! I loro angeli in cielo contemplano senza sosta il volto del Padre tuo che è nei cieli. Lasciami parlare di loro, non si trovano sulla terra creature più innocenti di queste. Perché tutti hanno ricevuto il dono della vita, ma non tutti hanno ricevuto il dono dell’amore. Alcuni nuotano con gioia percependo l’amore della loro mamma, ma altri si domandano cosa fanno lì, sentendo di non essere accolti. 
Gesù, tu sei allo stesso tempo Vita e Amore, Ti prego, visitali tutti! I piccoli, ebbri di felicità al sapersi amati, e gli altri che patiscono il rifiuto. Tu sei così piccolo che la tua vicinanza non farà loro paura, anzi! Vai a trovarli là dove sono, in quei fragili tabernacoli della vita umana dove crescono lentamente. Hai la stessa età, sii il loro gemello divino! Le loro antenne, estremamente sensibili per la loro innocenza, sono sempre in ascolto dell’anima della madre, così come del loro Creatore. Approfittane Gesù! Dì loro che sono infinitamente preziosi per Te, che riconosci in essi la tua immagine, che sei ansioso di vederli crescere e realizzare pienamente il tuo piano d’amore per loro!
E se saranno tristemente strappati, naturalmente o con violenza, dal loro umile nascondiglio, o tenero Gesù, ascolta il loro grido di angoscia ed effondi il tuo immenso amore. Guarisci le loro ferite! E che si compia la tua parola Gesù, ” Padre, voglio che anche quelli che mi hai dato siano con Me dove sono Io!”. Che questa corrente d’amore avvolga anche i cuori di colui e di colei che hanno scelto di perderli perché si gettino nelle tue braccia misericordiose.
O piccolissimo Gesù nascosto in Maria, come ti ringrazio di avermi visitato nel seno di mia madre, mentre mi consacrava al Tuo Sacro Cuore e al Cuore Immacolato di Maria! Fa’ che tutti i genitori si impegnino a fare lo stesso, allontana i lupi che cercano di rubare e divorare i figli degli uomini!
O minuscolo Gesù nascosto in Maria, ascolta la mia povera preghiera a favore di questi piccoli che ti somigliano! E il giorno di Natale, vieni a nascere nel mio cuore che langue per te, ti aspetta e ti cerca nella notte come una sentinella attende l’aurora! Maranatha!”
Un santo vi aspetta! 
Durante le vostre riunioni familiari, per Natale o Capodanno, non dimenticate di estrarre il nome di un santo che sarà il vostro compagno di strada nel 2018. (VEDI COME FARE)   http://biscobreak.altervista.org/2016/12/il-santo-dellanno/
La mia catechesi sull’adorazione data a Roma in ottobre si trova sul sito : https://www.youtube.com/watch?v=pda07cZ29vw
Cara Gospa, durante la guerra tu ci hai detto:”Cari figli, che questo Natale, sia più gioioso di tutti gli altri Natali! Che le vostre famiglie siamo nella gioia come lo eravamo noi, nella stalla, quando mio Figlio é nato! (Dic.1992). Ti preghiamo, caccia dalle nostre famiglie tutto ciò che impedisce questa gioia e fai che l’amore predomini!
                                                                        Suor Emmanuel +
Sr Emmanuel sara in Italia in febbraio!
Il 23, 24 e 25 febbraio, sara al Convegno degli Apostoli della Misericordia di Assisi, presso il Complesso sportivo Palaeventi, Via di Valecchie, Santa Maria degli Angeli PG. segreterianazionale@dmisericordiamed.it
Il 26 febbraio, lunedi nel pomeriggio, a Finale Emilia (45 km da Bologna).
Il 26 febbraio la sera, a Bologna, alle 20:30, presso la Chiesa di San Salvatore.
Il 27 febbraio dalle 15 fino a sera, a Lugo, parrocchia San Giacomo. federico.tazzari@alice.it 349.1612908
Maggiori informazioni saranno fornite a Capodanno.
Le nostre prossime missioni: in marzo, Lettonia. In giugno, Francia. In luglio, Cina e Indonesia se Dio vuole. In settembre, Spagna… Continuate a pregare intensamente per queste missioni, per favore!
Nella notte di Natale… 
Sapete che il numero dei suicidi nella notte di Natale è molto superiore a qualsiasi altra notte dell’anno? Ma anche nella stessa notte molte più anime sono liberate dal Purgatorio! Cerchiamo di pensare e pregare per loro nel prossimo Natale!
Preghiera al neonato Bambino Gesù

“O Bambino Gesù, ti amo! Ti guardo e ti vedo così piccolo, così innocente, così vulnerabile… Eppure sei il mio Signore ed il mio Dio!Con Maria, Giuseppe ed i pastori di Betlemme, vengo anche io ad adorarti.Fai del mio cuore la tua piccola mangiatoia, vieni ad abitare in me!Piccolo Gesù, Erode voleva ucciderti mentre tu venivi per salvarci.Proteggimi da ogni peccato e da tutto ciò che potrebbe offenderti nella mia vita.

Riempi la mia anima d’amore e di quella pace divina alla quale aspiro tanto.
Oh, come vorrei prenderti nelle mie braccia come Maria, tua Madre, e coprirti di teneri baci!Tu avevi freddo nell’inverno di Betlemme, desidero riscaldarti con i canti della mia anima. Che ogni mio segreto atto d’amore sia  come una pagliuzza di paglia per farti stare meglio e per riscaldarti.Proteggici da satana, non permettergli di seminare l’odio e le divisione nelle nostre famiglie. Vieni a ricreare l’amore fra di noi.Che il male sia distrutto dalla tua innocenza!Ti  supplico, Bambino Gesù, cura le ferite del mio cuore e guarisci le mie malattie!Piccolo divino Pastore, che la tua benedizione rimanga sempre su di noi! Conducici tutti sul cammino della salvezza!”
Scrivete una lettera d’amore al bambino Gesù per il suo compleanno! Inviatela a:
“Reine de la Paix”, BP 2157, F- 06103 Nice cedex, Francia. La consegneremo ad un veggente.
Come aiutarci? Cerchiamo una persona esperta in lingua italiana e portoghese (del Portogallo) per verificare la traduzione in portoghese del libro “La pace avrà l’ultima parola”. Cerchiamo anche qualcuno per tradurre qualche testo in ebraico e in Slovaco. Scrivete a gospa.fr@gmail.com
La prossima diretta (in francese) sarà trasmessa il 3 gennaio alle 21.00. La diretta del 3 dicembre sarà ritrasmessa sul sito: www.enfantsdemedjugirje.fr/direct-du-dimanche-3-decembre-2017/
A casa vostra, pregate il rosario sulla Collina delle Apparizioni in francese con Suor Emmanuel! Vi aspetta sul sito http://imedj.net/index.php/2016/02/29/chapelet-les-mysteres-douloureux-sur-la-colline/
Seguite il programma serale della parrocchia di Medjugorje, tradotto nelle varie lingue. Vedi sito della parrocchia: www.centremedjugorie.org

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

Sora Emmanuel Maillard - MedjugorjeNovembre 2017 di suor Emmanuel

sito in francese www.enfantsdemedjugorje.fr; e-mail gospa.fr@gmail.com

Questo mese di novembre Suor Emmanuel ci racconta della potenza della preghiera di intercessione per le anime del purgatorio attraverso una bella testimonianza. Anche Suor Faustina farà da contorno ad un insegnamento d’oro: “il Silenzio”. 

Cari figli di Medjugorje, siano lodati Gesù e Maria!

L’APPARIZIONE DEL 02 novembre 2017

Il 2 novembre 2017Mirjana ha ricevuto la sua apparizione mensile alla Croce blu alla presenza di una grande folla. Dopo l’apparizione, ha trasmesso questo messaggio che Maria ci indirizza:

“Cari figli, guardandovi qui riuniti intorno a me, vostra Madre, vedo molte anime pure. Vedo molti miei figli che cercano amore e consolazione ma nessuno gliela offre. Vedo anche coloro che fanno del male perché non hanno buoni esempi, non hanno conosciuto mio Figlio. Ciò che è buono e silenzioso e che si diffonde attraverso le anime pure, è la forza che mantiene il mondo. Ci sono molti peccati, ma anche amore. Mio Figlio manda me, Madre, uguale per tutti, per insegnarvi ad amare, perché comprendiate che siete fratelli. Desidero aiutarvi. Apostoli del mio amore, a mio Figlio basta un desiderio vivo di fede e amore e lo accetterà, ma dovete essere degni, avere desiderio e cuori aperti, mio Figlio entra nei cuori aperti. Io come Madre desidero che conosciate mio Figlio nella verità: Dio nato da Dio, che conosciate la grandezza del suo Amore, di cui avete così bisogno. Lui ha preso su di sé i vostri peccati, ha ottenuto la Redenzione per voi, in cambio chiede che vi amiate gli uni gli altri. Mio Figlio è Amore, Lui ama tutti gli uomini senza differenza, tutti gli uomini di tutti gli stati, di tutti i popoli. Se voi, figli miei, viveste l’amore di mio Figlio, il suo regno sarebbe già sulla terra. Perciò, Apostoli del mio amore, pregate, pregate perché mio Figlio e il suo amore siano in voi e voi possiate essere esempio di amore e aiutiate tutti coloro che non hanno conosciuto mio Figlio. Non dimenticatevi mai che mio Figlio, uno e trino, vi ama. Amate e pregate per i vostri pastori, vi ringrazio.

Aiutare i nostri defunti? 

La seguente testimonianza di santa Mechtild di Hackeborn (1241-1299) ci ispirerà una forte preghiera a favore di coloro che ci hanno lasciato per un momento. Quando santa Mechtild finì di recitare la sua preghiera domenicale per le anime del Purgatorio, ebbe una visione di un grande numero di anime che, immensamente felici, ringraziavano Dio per la loro liberazione. Mechtild ne fu molto felice, subito dopo seppe della morte di una certa persona. Si mise subito a recitare cinque Pater Noster in onore delle cinque piaghe di Cristo in Croce.

Un giorno, desiderosa di sapere il sollievo che aveva ricevuto quell’anima per la sua preghiera, il Signore le rispose: “L’anima ha ricevuto cinque doni: alla sua destra, gli Angeli hanno esteso la loro protezione su di lei; alla sua sinistra, le hanno dato consolazione; davanti a lei le hanno dato speranza; dietro a lei la fiducia e sopra di lei, la gioia celeste“. Poi il Signore ha aggiunto: “Chiunque, in uno slancio di compassione e di carità, intercede per un defunto, partecipa a tutto il bene che si realizza attraverso questa anima per la Chiesa. Il giorno in cui l’intercessore lascerà questo mondo, troverà tutti questi doni preparati per la sua consolazione e per la salvezza della sua anima.” Perché privarli e privarci di tali tesori?

I ladri sono arrivati!

Ogni giorno, dei nuovi mezzi di comunicazione sono offerti sul mercato, con grande sforzo pubblicitario. Televisione, radio, cellulari, twitter, Whatsapp, Internet, YouTube, Facebook, Instagram, WeChat, ecc. Comunicazione? E perché allora la comunione fraterna e le relazioni interpersonali si deteriorano così tanto? Perché le famiglie si disintegrano sempre più? Chi sono questi ladri che sottilmente ci sottraggono il mutuo ascolto, la gioia della comunione fraterna e l’unione dei cuori?

Una trappola per la relazione con gli altri. La famiglia dovrebbe essere “un luogo di comprensione e di tenerezza”, ci dice Maria santissima (2 ottobre). Ma attraverso la televisione e tutti questi diversi media, troppe famiglie hanno fatto entrare nel loro seno dei ladri. Ladri di tempo, di dialoghi familiari e di mutua attenzione. Certamente, tutte queste tecniche non sono cattive in sé stesse. Rendono spesso dei grandi servizi. Ma il loro impiego senza limiti, sistematico e senza discernimento li rendono veramente dei tiranni domestici che ci controllano. Questi nuovi modi di comunicare ci rubano inoltre la nostra capacità di interiorità, di ascolto di Dio e del prossimo; ci rubano la nostra capacità di adorazione che è la grandezza dell’uomo. Ci mantengono in una superficialità mortificante alla quale ci abituiamo in maniera disastrosa, come fosse una droga. Quando adoriamo Dio, diventiamo quello che veramente siamo agli occhi del Creatore, mentre questi impostori ci privano poco a poco della nostra vera  e bella identità. 

Moltissime famiglie soffrono di una crisi di mancanza di comunione. Là dove l’amore non viene espresso, ognuno cerca di sopravvivere alla chiusura in sé stesso cercando delle compensazioni attraverso comunicazioni in tutte le direzioni. Ah, se sapessimo quanto Dio desidera parlarci! Non per niente il suo primo comandamento comincia dallo Shema Israel, ascolta Israele!

Una trappola per la relazione con Dio. Il Signore ha detto a Santa Faustina: “In un’anima chiacchierona, non riesco a riposarmi. Il tumulto incessante mi stanca e in questo tumulto, l’anima non riconosce la mia voce“. In realtà Dio parla a tutte le anime ma solo pochissime odono il mormorio della sua voce. Oggi sono tante le persone che hanno paura del silenzio. Paura di trovarsi faccia a faccia con se stessi. Il rumore ci fa dimenticare il nostro vuoto interiore, dandoci l’impressione di riempirlo. Illusione! Povero cuore che non trova la vera gioia! Povero cuore che non sa che solo Dio può riempirlo e che dimentica la possibilità di essere riempito!

Come mantenere puro il cuore?

Le critiche o le maleparole che riceviamo sono simili ad una violenta onda che frange sulla riva del mare. Essa può sbattere su una roccia, e quindi rimbalzare con più violenza: è quello che succede quando replichiamo, quando ci giustifichiamo, o diffondiamo queste parole attorno a noi. Ma l’onda può anche infrangersi sulla sabbia, e quindi perdere la sua forza fino a sparire: è quello che succede quando opponiamo il silenzio alla critica, alla maldicenza ed all’odio, come ha fatto Gesù durante la sua Passione. Così, la violenza fallisce nel nostro silenzio e sparisce. “Non mettetevi mai a discutere, ci dice la Vergine!”Per esempio se qualcuno nella vostra famiglia bestemmia, fate finta di non averlo sentito. Non replicate. Ma nel vostro cuore, benedite il Signore, moltiplicate le benedizioni. La vostra benedizione annullerà l’effetto della bestemmia, e Dio sarà glorificato.

I tre setacci: Il filosofo Socrate ci da un consiglio veramente buono. Quando udiamo una cattiva parola, e vogliamo ripeterla a qualcun altro, facciamola prima passare attraverso “tre setacci”:  A – La parola è assolutamente vera? B – E’ bene dirla?  C – E’ utile diffonderla? Se essa non è né vera, ne buona, ne utile… allora facciamo silenzio e dimentichiamola!

L’Avvento si avvicina, è il tempo del silenzio di Maria Santissima che porta in grembo il bambino Gesù nel segreto del suo cuore. Lei non ha proclamato sui tetti “Indovinate cosa vi porto, il super scoop!!”

Il silenzio è una spada nel combattimento spirituale, ci dice santa FaustinaUn’anima chiacchierona non arriverà mai alla santità. La spada del silenzio taglierà tutto ciò che vorrebbe attaccarsi all’anima. Siamo tutti vulnerabili per quanto riguarda la parola, vogliamo rispondere immediatamente, senza domandarci se è volontà di Dio che noi parliamo.”

L’anima silenziosa è forte, Se persevera nel silenzio, non sarà toccata da alcuna contrarietà. L’anima silenziosa è capace di unirsi a Dio in maniera profondissima, essa vive quasi sempre sotto l’ispirazione dello Spirito Santo. Nell’anima silenziosa, Dio agisce senza incontrare ostacoli” (Diario §476).

Lo Spirito Santo non si rivolge ad un’anima dissipata e chiacchierona, ma parla all’anima che sa tacere attraverso delle ispirazioni silenziose. Se il silenzio è osservato strettamente, non ci saranno delle mormorazioni, delle amarezze, delle maldicenze e pettegolezzi. L’amore del prossimo non verrà appannato. In una parola, molti sbagli cesseranno di esistere. La bocca che tace è oro puro e testimonia la santità interiore.(Diario §145).

Gesù le ha anche detto: “Cerca di vivere raccolta in te stessa per udire la mia voce che è un mormorio; solo le anime raccolte in sé possono udirla.”(Diario §1779).

Carissima Gospa, vorremmo accelerare il tuo trionfo! Tu hai detto a Santa Faustina: “Che la vostra vita sia come la mia, silenziosa, nascosta, in preghiera per preparare il mondo alla seconda venuta di Gesù(Diario § 625). Proteggici e guidaci! Senza di te, non ce la facciamo!

Suor Emmanuel+ (traduzione dal francese)

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

Sora Emmanuel Maillard - MedjugorjeOttobre 2017 di suor Emmanuel

sito in francese www.enfantsdemedjugorje.fr; e-mail gospa.fr@gmail.com

Una bella testimonianza di guarigione, il ritorno di Vicka e l’iniziativa della Conferenza Episcopale polacca per la pace sono solo un assaggio di questo nuovo bollettino inviatoci dalla nostra amata suor Emmanuel.

Cari figli di Medjugorje, siano lodati Gesù e Maria!

L’APPARIZIONE DEL 02 ottobre 2017

Il 2 ottobre 2017, Mirjana ha ricevuto la sua apparizione mensile alla Croce blu alla presenza di una grande folla . Dopo l’apparizione, Mirjana ci ha trasmesso questo messaggio che Maria ci indirizza:

“Cari figli, io vi parlo come Madre: con parole semplici, ma colme di tanto amore e sollecitudine per i miei figli, che per mezzo di mio Figlio sono affidati a me. Mio Figlio invece, che viene dall’eterno presente, lui vi parla con parole di vita e semina amore nei cuori aperti. Perciò vi prego, apostoli del mio amore: abbiate cuori aperti, sempre disposti alla misericordia e al perdono. Perdonate sempre il prossimo secondo mio Figlio, perché così la pace sarà in voi. Figli miei, preoccupatevi della vostra anima, perché essa è l’unica realtà che vi appartiene davveroState dimenticando l’importanza della famiglia. La famiglia non dovrebbe essere luogo di sofferenza e dolore, ma luogo di comprensione e tenerezza. Le famiglie che cercano di vivere secondo mio Figlio, vivono nell’amore reciproco. Fin da quando era ancora piccolo, mio Figlio mi diceva che tutti gli uomini sono per lui dei fratelli. Perciò ricordate, apostoli del mio amore, che tutte le persone che incontrate sono per voi la vostra famiglia, dei fratelli secondo mio Figlio. Figli miei, non perdete tempo pensando al futuro e preoccupandovi. La vostra unica preoccupazione sia come vivere bene ogni istante secondo mio Figlio, ed ecco la pace! Figli miei, non dovete mai dimenticare di pregare per i vostri pastori. Pregate affinché possano accogliere tutti gli uomini come loro figli, in modo che, secondo mio Figlio, siano per loro dei padri spirituali. Vi ringrazio!.”

Lacrime di un sordo!

Pellegrini in fila ai confessionali

Il padre Leonardo, giovane sacerdote spagnolo, fu invitato a un pellegrinaggio a Medjugorje. Sua madre era vedova, e lui aveva molto a cuore di occuparsi di lei. Essendosi studiato a fondo tutto quello che occorre sapere su Medjugorje, riuscì a convincerla a partecipare al pellegrinaggio offerto dalla parrocchia. Come molti altri sacerdoti, prese posto in un confessionale e cominciò a confessare i pellegrini. Quanto a sua madre, lei pregava il rosario, seduta su una panchina vicina ai confessionali, e, senza averne l’aria, gettava un occhio sul confessionale dove stava suo figlio. Un giorno, poco dopo la Messa della sera, vide un uomo di una certa età uscire dal confessionale di suo figlio piangendo a dirotto. Si rattristò profondamente e si domandava cosa avesse potuto dire suo figlio a quel uomo per ridurlo in quello stato. Confidò la sua perplessità alla guida del pellegrinaggio.

La sera, nel corso della cena, suo figlio sembrava affaticato dall’aver passato tanto tempo in confessionale, ma contento ed in pace. Poi si avvicinò a sua madre ed alla guida e si mise a raccontare cosa aveva vissuto durante una delle confessioni della giornata: aveva accolto nel suo confessionale un uomo che piangeva a calde lacrime, ma erano lacrime di gioia. Bisogna premettere che quel pellegrino era talmente sordo che anche le migliori protesi acustiche erano inefficaci. Ma, durante la S. Messa, al momento della proclamazione del Vangelo, si è accorto che era perfettamente in grado di ascoltare la lettura! Inoltre, era una Messa il lingua croata e capiva ogni parola! E’ così che si è reso conto che era guarito dalla sua sordità. Sbalordito dal miracolo, corse a confessarsi per ringraziare Dio e la Santa Vergine. Udendo il racconto, sua madre emise uno sbuffo di sollievo, respirò profondamente e si rallegrò con suo figlio e tutti i pellegrini del loro gruppo per i doni che Dio fa ai suoi figli per l’intercessione di sua Madre.

Profumo di rose sulla Polonia!

A Medjugorje, i pellegrini polacchi hanno superato il numero dei pellegrini italiani! Non nascondono il loro secolare attaccamento alla Santissima Vergine. Per la festa della Beata Vergine del Rosario, la Conferenza Episcopale polacca ha lanciato una notevole e storica iniziativa: davanti ai gravi pericoli che minacciano la Polonia, hanno ricordato le numerose protezioni miracolose ricevute nel passato dalla preghiera del Rosario recitata da tantissima gente contemporaneamente. Vittoria di Lepanto, vittoria in Austria dopo la seconda guerra mondiale, vittoria in Brasile in 1964, ecc.

Il sabato 7 ottobre scorso, più di un milione di polacchi si sono recati lungo le frontiere del paese, formando una catena invisibile di preghiera per salvare la Polonia e tutta l’Europa.

Senza contare le centinaia di parrocchie che si sono unite a questa azione vivendo quel giorno uno stesso programma: 11.00 Santa Messa, a mezzogiorno digiuno e Adorazione del Santissimo, dalle 14.00 alle 16.00 recita del Rosario di 20 misteri. I polacchi che si trovavano a Medjugorje hanno pregato insieme i 20 misteri al Villaggio della Madre dopo la Santa Messa.

In Gennaio e Febbraio, la Madonna ha detto: “Le preghiere che mi indirizzate sono per me le più belle rose d’amore. Non manco mai dove aspiro il profumo delle rose“. Noi sappiamo che ogni Ave Maria è una rosa offerta alla Madre di Dio. Immaginate questi milioni di rose che profumano la Polonia! Da 36 anni, la Vergine Maria ci  raccomanda la preghiera quotidiana del Rosario, arma efficacissima contro il Male, e capace di cambiare il corso della Storia! Questa bellissima iniziativa non è rimasta isolata! Effettivamente, qui e là nel mondo intero, in occasione dell’ultima apparizione pubblica a Fatima), gruppi di preghiera, associazioni cristiane, parrocchie, congregazioni … si sono mobilizzate per scuotere il Cielo con le loro preghiere.

E l’Italia ? Per esempio per iniziativa di don Paolo Martin (ex parroco di Civitavecchia) su tutto il territorio italiano, tantissimi gruppi di preghiera hanno programmato di pregare in maniera speciale alle 17.30 di venerdì 13 ottobre e di digiunare tutto il giorno a pane e acqua come chiesto dalla Madonna. (vedi www.aiasm.it) Coloro che non possono digiunare per problemi di salute possono offrire a Dio una qualsiasi rinuncia. Il loro scopo è di implorare la Vergine per la salvezza dell’Italia dall’apostasia e per la salvezza del mondo. Che i suoi figli ritrovino le loro radici cristiane! Ovviamente le preghiere vanno fatte in grazia di Dio, cioè dopo una buona confessione sacramentale. Speriamo che, come i nostri fratelli polacchi, più di un milione di italiani parteciperanno a questa potente iniziativa! Non dimentichiamo la confidenza fatta dalla veggente Lucia di Fatima, al Padre Fuentes:” La Santa Vergine, in questi ultimi tempi, ha dato una forte efficacia alla recita del Rosario“.

Vicka è tornata al suo posto a casa!

Dopo più di un anno di assenza dovuta alla sua malattia, alla fine di settembre Vicka ha ritrovato le forze sufficienti per condividere con i suoi cari pellegrini i messaggi della Madonna. Scoppiava di gioia mentre inviava baci a tutti i presenti in cima alla scala di casa! Durante i suoi incontri, prega lungamente in silenzio le preghiere che Maria Santissima le ha insegnato e che non può ancora rivelare. Solo Mirjana le conosce. Queste preghiere attirano sulla folla delle grandi benedizioni. Questo ci insegna che la preghiera è infinitamente più importante delle parole, per cambiare i cuori.

Nel settembre scorso, …

…durante la mia missione in Spagna, ho provato una grande gioia trovando in ciascuna delle 12 chiese visitate dei sacerdoti molto bravi, dei veri pastori per le anime. In una parola la vivente Chiesa di Cristo! Nessuna confusione, la vera fede cattolica! La nostra fede è così bella ! Come una ciliegina sulla torta, la Vergine ci ha dato il seguente messaggio il 2 ottobre: “Figli miei, non dimenticate di pregare per i vostri pastori. Pregate perché accogliere tutte le persone come propri figli, e che siano, attraverso mio Figlio, i loro padri spirituali” Ebbene questi preti esistono dappertutto! Certamente sono pochi, ma sta a noi di fare in modo che si moltiplichino! Sono sempre impressionata di vedere tanti laici ferventi che ci accolgono e che si danno totalmente perché la missione porti frutto. Scopro molta santità nascosta qua e là. Per esempio uno dei membri della nostra squadra, da 20 anni si alza alle 4 del mattino e va a pregare per 3 ore davanti al Santissimo, prima di iniziare a lavorare alle 08.00… E’ incoraggiante vedere che anche la Gospa ha i suoi “fans” e che “fans”!

NOVITA’ 

Il libro “Scandalosa misericordia” con prefazione di Saverio Gaeta (di 329 pagine) è disponibile su www.amazon.it al prezzo di 12,00 euro (comprensivo della spedizione in Italia). Il libro è disponibile anche in versione e-book (digitale).

Il libro “Potenza sconosciuta del digiuno. Guarigione, liberazione, gioia…” è disponibile presso le librerie religiose al prezzo di 7,00 euro oppure sul sito www.edizioniamen.it (ordini@edizioniamen.it) oppure chiamando il cell. 338 4165 475.

Il libro “La pace avrà l’ultima parola” edito da Sugarco è disponibile presso le librerie religiose al prezzo di 14,80 euro oppure su www.amazon.it al prezzo di 12,58 euro comprensivo dei costi di spedizione.

I vostri regali alla Gospa!

Ringrazio tutti coloro che hanno risposto al mio appello del mese scorso, per i miei 70 anni. Sicuramente la Vergine ha esultato per tutte le S. Messe celebrate per le sue intenzioni e per la piena realizzazione dei suoi piani! Non ho parole per ringraziarvi. Vedrete un giorno in Cielo il bene che avete attirato sulla terra offrendo queste S. Messe. Che Dio vi renda il centuplo!

La prossima diretta (in francese, sul sito www.enfantsdemedjugorje.fr) avverrà il 3 novembre. Quella del 3 ottobre verrà ritrasmessa sul sito: www.enfantsdemedjugorje.fr/direct-du-3-octobre-2017/ 

Carissima Gospa, vuoi accettarci come veri “apostoli del tuo amore”? Aiutaci a camminare mano nella mano con Te, andando controcorrente all’ambiente di questo mondo che ci bombarda di luci false e di false felicità! Con il Tuo potente sostegno, scegliamo oggi ancora Gesù a qualsiasi prezzo! 

Suor Emmanuel+ (traduzione dal francese)

  • Dobbiamo dirvi che sr Emmanuel non ha autorizzato NESSUNO a vendere rosari, statuette, organizzare pellegrinaggi e chiedere soldi a suo nome (per televisioni o altro). I profili e le pagine facebook che fanno queste cose, non sono da lei gestiti.
  • Sta uscendo un buon DVD “Apparition Hill” (collina delle apparizioni). disponibile in inglese a: www.apparitionhill.org/store/
  • Il seminario per le coppie sposate si svolgerà a Medjugorje dall’8 all’11 novembre. “Che la vostra carità cresca sempre più” (Fil.1,9). con Fra Marinko Sakota (parroco di Medjugorje) e Padre Mijo Nikic, gesuita. Costo 40 euro per coppia. Iscrizioni presso: seminar.marija@medjugorje.hr – fax +387 36651 999 (Marija Dugandzic).

Suor Emmanuel in Italia!

  • Venite numerosi ad ascoltarla sul tema “Il progetto di Maria per il nostro futuro” Sabato 14 ottobre a Torino Chiesa presso Istituto Madre Mazzarello, in via Cumiana 2 Ore 14,30 Accoglienza Ore 15,00 Catechesi di Suor Emmanuel Maillard Ore 18,00 Santa Messa celebrata da Padre Lorenzo Montecalvo Per informazioni : Angela 328 001 1778 – lemmanuele25@gmail.com
  • Domenica 15 ottobre a Genova Chiesa N.S. della Consolazione, via XX settembre Ore 15.00 Santo Rosario Ore 15.30 Catechesi di Suor Emmanuel, e poi “domande-risposte” Ore 18.00 Santa Messa Per informazioni:  www.medjugorjeliguria.it  Tel: Sergio 347 272 5562 – Aldo 328 711 5701
  • Lunedì 16 ottobre a Milano Basilica di Sant’Eustorgio (per rafforzare l’adorazione perpetua) Ore 20.30 Accoglienza Ore 21.00 Esposizione del Santissimo Ore 21.30 Catechesi di Suor Emmanuel sull’adorazione Ore 22.30 Adorazione comunitaria Ore 24.00 Inizio Adorazione perpetua METRO S.Ambrogio linea verde, Tram 3 e 9 , Bus 94 Per informazioni Alvise 347 310 5260 , parrocchia 02 5810 1583
  • Martedì 17 ottobre a Roma Basilica San Gabriele Arcangelo, Via Cortina d’Ampezzo 144 METRO A, fermata Cornelia, bus 446 Ore 19.00 Santa Messa, Adorazione e Catechesi di Suor Emmanuel Per informazioni vocazionistimontemario@gmail.com Tel: 329 238 4030
  • Mercoledì 18 ottobre a Roma Parrocchia San Pio X alla Balduina, Plazza della Balduina Ore 19.00 Santa Messa Ore 19.30 Catechesi Per informazioni: 333 776 1844

I libri, CD e DVD di Suor Emmanuel saranno disponibili nelle 5 chiese

  • Aprite i vostri cuori!” Si tratta di un piccolo video di 5 minuti con Suor Emmanuel sul sito:  www.enfantsdemedjugorje.fr (in francese)
  • Le nostre prossime missioni i cui frutti dipendono molto dalle vostre intercessioni: in Argentina, Uruguay e Cile in novembre.
  • Vivete un pellegrinaggio virtuale! Non potete venire a Medjugorje? Medjugorje viene da voi! Sul sito www.IMedj.net ricevete le grazie particolari degli 11 luoghi importanti a Medjugorje! A  casa, pregate il rosario sulla Collina delle Apparizioni con Suor Emmanuel! Vi aspetta sul sito  www.imedj.net/index.php/2016/02/29/chapelet-les-mysteres-douloureux-sur-la-colline/
  • La Vergine ama ricevere la posta! Lei risponde nei cuori durante la preghiera. Inviate la vostra lettera a “Reine de la Paix”, BP 2157, Nice cedex , 06103 Francia. Consegneremo la lettera ad un veggente.
  • Appello alle famiglie: Vi capita di ascoltare delle parole spiritualmente spiritose dei bambini? Non le lasciate perdere per favore! Inviatele a gospa.fr@gmail.com, le pubblicheremo.

 

 

 

 

 

 

 

Suor Emmanuel Maillard

SUOR EMMANUEL MAILLARD

Religiosa e fondatrice – 22 settembre 1947

Dopo la conversione ha iniziato un ampia campagna di evangelizzazione fondando l’associazione no profit “Children of Medjugorje“, un’organizzazione missionaria laica dedicata a consegnare cinque semplici messaggi di Nostra Signora a Medjugorje: Digiuno – Preghiera con il cuore del Santo Rosario – Lettura delle Scritture – Santa Messa – Confessione

Maillard ha studiato assieme al cardinale Jean Daniélou e si è inizialmente laureata nel 1970 all’Università Sorbonne Nouvelle di Parigi in lettere ed archeologia.

Fino al 1973 viaggia per lavoro acquisendo esperienza anche in India. Dopodiché tornata in Francia segue il “Rinnovamento carismatico” che la conduce nel 1975 ad entrare nella “Comunità del Leone di Giuda” facendosi suora nel 1978.

TESTIMONIANZA DI SUOR EMMANUEL

Fece inizialmente una lunga esperienza di sette anni in Israele e in seguito tornò nella sua terra natale dove iniziò una forte evangelizzazione sfruttando i diversi mass-media.

Nel frattempo la sua comunità ecclesiastica cambia di nome in “Comunità delle Beatitudini“. In seguito si sente chiamata a servire la Madonna a Medjugorje dove fonderà un altro ramo della comunità nel 1989 per stabilirvisi in modo definitivo diffondendo con regolarità i messaggi della Gospa (la Madonna in lingua croata) che rilascia ai veggenti.

Durante la guerra dei Balcani la suora diventa nota per i suoi regolari bollettini che riportavano la situazione in Erzegovina.Ha avuto un impatto enorme sulla Francia, stimolando un’ampia risposta a Medjugorje tra i pellegrini francesi.

Fin dal 1990 con l’associazione “Children of Medjugorje pubblica un periodico che viene diffuso e tradotto in molte lingue. Nel 1996 la stessa associazione inizia anche a trasmettere sulla televisione e la suora ha la possibilità di essere invitata dal papa Giovanni Paolo II il 16 novembre, il quale dopo averla benedetta, la rincuora nelle sue opere. In quest’occasione la suora fu accompagnata da Ephriam, diacono fondatore della sua comunità, con sua moglie e il sacerdote polacco Jan Rokosz. Il 22 ottobre 1997 fu invitata a parlare davanti al Congresso degli Stati Uniti d’America.

Nella sua vita suor Emmanuel ha pubblicato molte audiocassette libri e ha partecipato a diverse trasmissioni televisive. Si riporta anche che ogni sua registrazione e/o pubblicazione ha ricevuto il “nihil obstat” (tradotto significa nulla osta, ovvero l’autorizzazione della Chiesa).

I suoi libri sono stati tradotti in 22 lingue diverse grazie anche alla collaborazione di molti volontari e delle loro testimonianze. Ha viaggiato molto per rendere noto il fenomeno Medjugorje, e i messaggi della Regina della Pacein particolare negli Stati Uniti.

Oggi “Les Enfants de Medjugorje” e “Figli di Medjugorje, Inc.” le permettono di essere collegata quotidianamente a migliaia di persone in tutto il mondo, per la diffusione dei messaggi della Madonna. Suor Emmanuel si sente parte di una grande famiglia che vuole essere le mani tese di Maria verso tutti coloro che ancora non conoscono l’amore di Dio (così come la Madonna stessa li ha chiamati più volte durante le apparizioni).

La Madonna parla ma lavora anche concretamente nei cuori, nelle famiglie, nei gruppi di preghiera e nelle parrocchie. Riportiamo ciò che abbiamo testimoniato per ispirare gli altri. La Madonna ha detto:Io ti ho invitato qui affinché tu possa portare messaggi al mondo. Ho bisogno di te.La nostra missione è una risposta alla sua chiamata. Questa chiamata è per tutti. Siamo tutti invitati a trasportare i suoi messaggi e diffonderli ” . (Sr. Emmanuel)

Suor Emmanuel ci insegna il potere della consacrazione soprattutto quella dei nostri nemici… e come fare…

Per saperne di più visita il sito https://sremmanuel.org/

Fonti: https://it.wikipedia.org/wiki/Emmanuel_Maillard; https://sremmanuel.org/about-us/

ARTICOLI COLLEGATI

I bollettini di Suor Emmanuel alla pagina dedicata a Medjugorje

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

Sora Emmanuel Maillard - MedjugorjeSettembre 2017 di suor Emmanuel

sito in francese www.enfantsdemedjugorje.fr; e-mail gospa.fr@gmail.com

Il bollettino di questo mese si sviluppa principalmente intorno al messaggio di Maria sulla sofferenza. Una spiegazione per i fenomeni particolari che avvengono in questo luogo… le condizioni di Vicka e tanto altro ancora..

Cari figli di Medjugorje, siano lodati Gesù e Maria!

L’APPARIZIONE DEL 02 settembre 2017

Il 2 settembre 2017, Mirjana ha ricevuto la sua apparizione mensile alla Croce blu alla presenza di una grande folla . Dopo l’apparizione, Mirjana ci ha trasmesso questo messaggio che Maria ci indirizza:

“Cari figli, chi meglio di me potrebbe parlarvi dell’amore e del dolore di mio Figlio? Ho vissuto con Lui, ho sopportato con lui, vivendo la vita terrena, ho provato dolore perché fui madre. Mio Figlio ha amato i pensieri e le opere del Padre Celeste, il Dio vero, e come mi diceva è venuto a redimervi. Io ho nascosto il mio dolore con l’amore. Ma voi, figli miei, avete numerose domande, non comprendete il dolore. Non comprendete che tramite l’Amore di Dio dovete accettare il dolore e sopportarlo. Tutte le persone lo proveranno in misura minore o maggiore, ma affrontato con la pace nel cuore e in stato di grazia c’è speranza. Questo è mio Figlio, Dio, nato da Dio. Le sue parole sono seme di vita eterna e seminate nelle anime buone portano molto frutto. Mio Figlio ha sopportato il dolore perché ha preso su di sé i vostri peccati. Perciò voi, figli miei, apostoli del mio amore, voi che sopportate, sappiate che il vostro dolore diventerà luce e gloria. Figli miei, mentre sopportate il dolore, mentre soffrite il Cielo entra in voi, e voi, a tutti coloro che vi circondano date un po’ di Cielo e molta speranza. Vi ringrazio.”

Strane manifestazioni! 

Durante l’apparizione del 2 settembre, siamo stati testimoni ancora una volta di un fenomeno abbastanza ordinario. Ma quel giorno è avvenuto con una ampiezza che non avevo mai visto. Molte persone si sono messe a urlare delle bestemmie ed a vociferare come delle bestie appena la Madonna è apparsa. Il fenomeno è durato un certo tempo, poi si è affievolito poco a poco. Quando delle persone tormentate dai demoni si trovano alla presenza della Vergine, i demoni si manifestano talvolta così. Un sacerdote presente mi ha confidato alla fine dell’apparizione che aveva percepito nella sua anima l’arrivo della Vergine e della nuvoletta luminosa sulla quale è posata. La nuvoletta discendeva poco a poco e ricacciava i demoni verso l’abisso, cosa che scatenava la loro rivolta, e li faceva lottare anche fra di loro. Questo sacerdote fa parte di un gruppetto che lavora ogni settimana con un esorcista ed ha questo dono di vedere nel suo spirito quello che avviene nell’invisibile. Questi fenomeni non sono delle novità, il Vangelo ce ne racconta un certo numero. Ma oggi, con le nefaste pratiche che si moltiplicano ed i gravi peccati che vengono commessi, molte persone aprono le loro porte a Satana ed ai suoi angeli nella più grande incoscienza. Preghiamo dunque molto la Beata Vergine, perché Ella è stata scelta da Dio per schiacciare la testa del serpente. Lei è la più potente esorcista dopo Gesù! La preghiera del Rosario è un’arma molto potente contro le forze del male.

Un esorcista della diocesi di Milano, don Ambrogio Villa ha testimoniato di una parola detta da Satana durante un recente esorcismo. Intimato di rispondere alle domande del sacerdote, Satana ha dichiarato:”Per noi (demoni), Medjugorje è il nostro inferno sulla terra!” . Come meravigliarsi? Vista l’intensità della preghiera che accompagna le apparizioni quotidiane della Vergine, viste le serate di adorazione seguite da migliaia di persone, viste le tantissime sincere confessioni, conversioni e riconciliazioni, non c’è da meravigliarsi che il nemico del genere umano si senta male. Ma attenzione! Lui fa di tutto per opporsi ai piani delle Vergine e per distruggerli, per questo la nostra Madre del cielo conta su di noi più che mai. Lei ci ha chiesto ancora una volta questo mese di settembre alla Croce blu, durante una apparizione ad Ivan, di pregare per i suoi piani su Medjugorje e per i suoi progetti. “Ho bisogno delle vostre preghiere per aiutare il mondo” ci ha detto sin dall’inizio delle apparizioni. Non la deludiamo, perché molte delle cose che succederanno dipende dalle nostre preghiere e dai nostri digiuni! Dalla nostra buona volontà a vivere i suoi messaggi o ad ignorarli.

Con chi soffrite?

La Vergine ci ha dato un messaggio straordinario! Provo a spiegarmi. Quando ci piomba addosso una sofferenza, subiamo una ferita, e questa ferita ci rende molto vulnerabili e sensibili. Contentissimo di vederci così vulnerabili, Satana ne approfitta e tenta di infettare questa ferita aperta iniettando i suoi veleni, i suoi disegni. Suggerirà alla nostra coscienza sottili suggerimenti perversi, utilizzando la debolezza della nostra natura corrotta dal peccato. Ci farà credere che questi suggerimenti provengono dal nostro intimo. Per esempio la disperazione “dopo tutto ciò che hai già sofferto, sicuramente non potrai sopportare questa nuova batosta, tanto vale suicidarsi!” . Oppure il dubbio sull’amore di Dio:”Tu credi che Dio ti ami? Per niente!  Guarda ciò che ti manda! Lascia perdere la Messa e le preghiere, è tempo perso, Dio non sa che farsene!” Oppure la rivolta : “Perché a me? Perché Dio mi ha rubato il marito ancora giovane, mentre la mia vicina atea ha ancora il suo? Che ingiustizia! Oppure l’amarezza:”Bene, adesso è finita, mi fermo, mi chiudo in me stessa, che mi lascino stare, la mia vita non ha più alcun senso. Oppure l’odio :”Quella persona che ti ha fatto tanto male, devi odiarla e vendicarti in ogni maniera! Dovrà pagare quello che ha fatto, a sangue! Oppure il senso di colpa:”Se questa tegola mi è caduta in testa, me la meritavo! E’ una punizione perché sono malvagio”.

La lista sarebbe lunga… dobbiamo assolutamente evitare di ascoltare questi suggerimenti, anche se invadono la nostra coscienza con violenza. Satana fa sempre molto rumore. Se lo ascoltiamo, soffriamo ancora di più, e non siamo più nella pace. Come fare discernimento? Paragonando questi suggerimenti con le parole di Gesù nel Vangelo. Gesù direbbe forse “devi vendicarti? Oppure devi odiare? Devi richiuderti in tè stesso? Suicidarti? Dubitare dell’amore del Padre?” Certamente no! Allora è necessario interrompere la connessione e dire a GesùGesù non voglio questi pensieri, non sono i miei, io sto con Te!” In quel momento, Gesù stesso si avvicina alla nostra ferita, ma in maniera completamente diversa. Nel profondo silenzio del nostro cuore mormora “Non aver paura! Sono con te! La tua sofferenza è anche la mia. Guarda le mie mani, i miei piedi, il mio costato… anche io ho sofferto. Insieme, te ed Io, ce la faremo…” Poi Gesù ci domanda un favore: “Dammi la tua ferita! Offrimi la tua sofferenza!Se offriamo la nostra sofferenza a Gesù, Lui le riceve con gratitudine, e cosa ne fa?  Le spalma sulle Sue piaghe e le fa sue! Ma cosa ne è uscito dalle piaghe di Cristo? L’amarezza, l’odio, la disperazione? Certamente  no! Dalle sue piaghe sono fuoriuscite la guarigione, la consolazione, la pace, il perdono, tutte le grazie ed addirittura i sacramenti. La Sua sofferenza è redentrice. “Per le Sue piaghe siamo stati guariti” dice San Paolo. Al punto che se le nostre sofferenze sono unite alle Sue, esse divengono corredentrici , e noi partecipiamo all’opera della Redenzione realizzata dal Cristo. Non c’è che un Redentore, il Cristo, ma nascondendo le nostre sofferenze nelle piaghe di Cristo, noi Lo aiutiamo a estendere la grazia della salvezza più lontano ancora!

Attraverso il Battesimo, siamo veramente il corpo di Cristo. “completo nella mia carne ciò che manca alla Passione di Cristo per il suo corpo che è la Chiesa”, dice San Paolo (Col.1,24). Diventiamo allora dei corredentori, come Maria è corredentrice. (Dal 1945 al 1959, la Vergine è apparsa in Amsterdam, a Ida Peerdeman. Ha chiesto che la Chiesa proclami un triplo dogma, che Lei sia onorata come Mediatrice, Corredentrice e Avvocata.). E’ allora che siamo riempiti di gioia, non per amore della sofferenza (cosa che sarebbe cosa perversa), ma per amore del Cristo e dei frutti di salvezza ottenuti dalla nostra offerta. E’ la profonda intimità d’amore con il Cristo e la nostra collaborazione alla Sua opera che procurano la più grande gioia all’anima. Tutte le gioie del mondo sono nulla in confronto a questa gioia! Perché allora, veramente “il cielo entra in noi!” “Apostoli del mio amore, voi che soffrite, sappiate che il vostro dolore diventerà luce e gloria. Figli miei, mentre sopportate il dolore, mentre soffrite, il cielo entra in voi, e voi date un po’ di cielo e molta speranza a tutti coloro che vi circondano” . Eccola quindi la vera domanda: quando soffro, quale voce sceglierò di ascoltare? Soffrirò con il Maligno che mi vuol distruggere, oppure con Gesù che mi vuol salvare?

L’8 settembre, …

…per la Natività di Maria, Ivan ha ricevuto una apparizione alla Croce blu e Maria ci ha invitato di nuovo a pregare per le famiglie, per i giovani e per la santità nelle famiglie.I miei figli se ne sono andati. Si sono allontanati da mio Figlio Gesù. Pregate, cari figli! Sappiate che io prego e intercedo per ciascuno di voi davanti a mio Figlio…

COMPLEANNO DI SUOR EMMANUEL

In questo mese, poco prima della festa di Padre Pio, comincerò i miei 70 anni. In questa occasione, ringrazio il Creatore per il dono della vita, per avermi chiamato a consacrarmi a Lui. Lo Sposo che mi ha donato è tutta la mia gioia. Gli chiedo di potervi servire ancora a lungo, se questa è la sua volontà. Posso chiedervi un bellissimo regalo per il mio compleanno ? Domandate ad un sacerdote di celebrare una Messa perché tutto il piano di Maria si compia. Che il Suo sogno possa realtà: che Medjugorje ritrovi il fervore dei primi giorni! GRAZIE di tutto cuore.

La prossima diretta (in francese) sarà il 3 ottobre. La diretta del 3 settembre verrà ritrasmessa sul sito seguente: http://www.enfantsdemedjugorje.fr/retransmission-du-direct-du-3-septembre-2017

Cara Gospa, grazie di rivelarci un po’ il tuo segreto sulla sofferenza. Sì, i tuoi figli soffrono. Vieni tu stessa a raccogliere le nostre lacrime e ad offrirle a tuo Figlio Gesù! Consolaci e fortificaci nel combattimento. Rimani con noi accanto a coloro che soffrono. Rendici angeli di consolazione e di pace!

Suor Emmanuel +

Tradotto dal francese

Nota bene : Preghiamo per i sinistrati delle Florida! Ricordiamoci del fondamentale messaggio dato sovente dalla Gospa:” Solamente con il digiuno e la preghiera si possono: 1 – Impedire le guerre, 2- Far cessare le guerre, 3 – Sospendere le leggi della natura! (Tsunami, valanghe, terremoti, inondazioni…) VIVETE i miei messaggi, dice la Vergine. “Con il digiuno e la preghiera potete ottenere tutto”

La salute di Vicka è un po’ migliorata, grazie per le vostre preghiere! E’ possibile che riprenda i suoi incontri con i pellegrini entro un mese. Lo speriamo vivamente!

Le nostre prossime missioni, i cui frutti dipenderanno molto dalle vostre intercessioni: 12 città in Spagna dal 15 al 26 settembre. L’Italia in ottobre (Torino, Genova, Milano e Roma). L’Argentina, l’Uruguay ed il Cile in novembre. I dettagli sono dati nelle lingue interessate.

Il Padre René Laurentin, che ha molto operato per Medjugorje, è tornato alla casa del Padre il 12 settembre, aveva 99 anni.

Vivete un pellegrinaggio virtuale! Non potete venire a Medjugorje? Medjugorje viene a voi! Sul sito www.IMedj.net ricevete le grazie particolari degli 11 luoghi importanti di Medjugorje! A casa vostra, pregate il rosario sulla Collina delle Apparizioni con Suor Emmanuel! Vi aspetta sul sito : http://imedj.net/index.php/2016/02/29/chapelet-les-mysteres-douloureux-sur-la-colline/

La Vergine apprezza molto le vostre lettere! Cogliete l’occasione, scrivetele a “Reine de la Paqix”, BP2157, F-06103 Nice cedex, Francia. Faremo avere la vostra lettera ad un veggente, e Maria S antissima vi risponderà nella preghiera.

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

Sora Emmanuel Maillard - MedjugorjeAgosto 2017 di suor Emmanuel

sito in francese www.enfantsdemedjugorje.fr; e-mail gospa.fr@gmail.com

Come sempre tanto atteso ecco anche il bollettino di Agosto, ricco di testimonianze, notizie e questo mese anche una preghiera di consacrazione a Maria di San Massimiliano Kolbe.

Cari figli di Medjugorje, siano lodati Gesù e Maria!

L’APPARIZIONE DEL 02 agosto 2017

Il 2 agosto 2017, Mirjana ha ricevuto la sua apparizione mensile alla Croce Blu alla presenza di una grande folla di giovani. Dopo l’apparizione ha trasmesso questo messaggio che la Gospa ci invia

Cari figli, per volontà del Padre Celeste, come Madre di Colui che vi ama, sono qui con voi per aiutarvi a conoscerLo, a seguirLo. Mio Figlio vi ha lasciato le impronte dei suoi passi, perché vi fosse più facile seguirLo. Non temete, non siate insicuri. Io sono con voi! Non fatevi scoraggiare, perché è necessaria molta preghiera e sacrificio per quelli che non pregano, non amano e non conoscono mio Figlio. Aiutateli vedendo in loro dei vostri fratelli.

Apostoli del mio amore, prestate ascolto alla mia voce in voi, sentite il mio materno amore. Perciò pregate: pregate operando, pregate donando. Pregate con amore, pregate con le opere e con i pensieri, nel nome di mio Figlio. Quanto più amore darete, tanto più ne riceverete. L’amore scaturito dall’Amore illumina il mondo.

La redenzione è amore, e l’amore non ha fine. Quando mio Figlio verrà di nuovo sulla terra, cercherà l’amore nei vostri cuori.

Figli miei, lui ha fatto per voi molte opere d’amore. Io vi insegno a vederle, a comprenderle e a renderGli grazie amandolo e perdonando sempre il prossimo.Perché amare mio Figlio vuol dire perdonare. Non si ama mio Figlio, se non si riesce a perdonare il prossimo, se non si riesce a cercare di capire il prossimo, se lo si giudica. Figli miei, a cosa vi serve la preghiera, se non amate e non perdonate? Vi ringrazio.

L’orribile crimine

Katia mi ha raccontato la sua storia, e se non l’avessi incontrata, non avrei mai creduto al suo incubo. Quando lei incontrò Claudio, suo marito, era una persona “per bene”, anche se soffriva di una certa depressione, con degli alti e bassi. Ma Katia non se ne preoccupava troppo. Lui non voleva figli (Katia ignorava che, per la Chiesa, ciò è una causa di nullità del matrimonio), ma lei ne desiderava almeno quattro. Ben presto Claudio diventò molto duro e sempre più depresso, sopratutto dopo la nascita della loro figlia.

La amava molto ma era molto autoritario nei suoi confronti, seppure senza violenza. Katia si rendeva conto che la sua vita diveniva sempre più ristretta, limitata dalla depressione di Claudio e dal suo autoritarismo. In più, Claudio la incolpava di tutto, dando a lei la colpa per qualsiasi cosa. Prendeva delle medicine per controllare la sua depressione, ma senza alcun miglioramento. Nel 2008, rientrando a casa, Katia trovò la figlia di 7 anni pugnalata con 7 colpi mortali e Claudio steso morto nel suo sangue. Aveva avuto un raptus? Dio solo lo sa!

Lascio parlare Katia: “Dire che ero disperata, é dire troppo poco. La mia vita era distrutta per sempre; pensavo di non poter più continuare a vivere. Il dolore era atroce, impossibile da sopportare. Le mie viscere mi si rivoltavano dentro. Desideravo morire. Solo la mia fede in Dio mi impedì di compiere un gesto irreparabile. Tre giorni dopo il dramma, una amica vide in sogno mia figlia in braccio alla Vergine. Ciò mi diede molto conforto! Poi un mattino, apro i miei occhi e vedo mia figlia ai piedi del mio letto. Non mi disse una parola ma mi guardava con grande tenerezza. I suoi occhi mi dicevano tantissime cose! Ho capito allora che dovevo scegliere di vivere, perché lei era con me. La febbre mi lasciò, ho potuto smettere di prendere le medicine e riprendere il mio lavoro. Ma il dolore rimaneva ed in me restava un rancore che bloccava la mia serenità. Era come una pietra che schiacciava il mio cuore. Ce l’avevo con tutti.

L’effetto Kricevac – “Sono riuscita ad andare a Medjugorje l’anno scorso, con il cuore pieno di speranza, e con la certezza che mia figlia era felice con Gesù e Maria. Sul Kricevac, alla 4° stazione della Via Crucis, dove Gesù incontra Sua Madre, il mio sguardo fu attirato da un riflesso brillante di una pietra e vidi chiaramente in quel riflesso la mia piccola adorata figlia, sorridente come sempre. Scoppiai in singhiozzi. I singhiozzi durarono a lungo. Quando mi ripresi, avevo ritrovato la pace e la serenità nel fondo del mio cuore. Il dolore era scomparso! Sono riuscita a perdonare mio marito e coloro che mi avevano fatto del male. Ero guarita! Adesso, lodo e ringrazio Gesù e Maria ogni giorno. Vivo sola e lavoro, mi occupo dei miei genitori. Ciò che rinnova le mie forze, é l’Eucarestia domenicale e l’adorazione del giovedì nella mia parrocchia“.

Come ha fatto Katia a uscire felice da questo incubo? Ho toccato con la mia mano la sua profonda serenità. Ancora una volta il miracolo della pace che discende a Medjugorje, si é rivelato reale, la Madre della Misericordia e Suo Figlio Gesù hanno restaurato delicatamente il cuore e la vita di questa madre distrutta, che ha riposto in loro la sua fiducia!

Una splendida Consacrazione!

Il 14 agosto, abbiamo celebrato San Massimiliano Kolbe, morto come un santo nel campo di Auschwitz nel 1941. La sua passione era di far conoscere e amare l’Immacolata. Molta gente si domanda come fare a consacrarsi a Maria in modo da appartenere veramente a Lei. Inoltre vorrei citare qui di seguito la bellissima preghiera di consacrazione di Padre Kolbe, che lui stesso ha vissuto fino alla sua morte d’amore:

Degnati di ricevere la mia lode, o Vergine benedetta, Immacolata Concezione, Regina del Cielo e della terra, Rifugio dei peccatori e Madre amorevole, alla quale Dio ha voluto affidare tutto l’ordine dalla Misericordia. Eccomi ai tuoi piedi, io, …., povero peccatore, ti supplico accetta tutto il mio essere come tuo bene e tua proprietà. Agisci in me secondo la tua volontà, nella mia anima e nel mio corpo, nella mia vita e nella morte, nella mia eternità. Disponi prima di tutto di me come tu desideri perché si realizzi infine ciò che é detto di Te: “La donna schiaccerà la testa del serpente” ed anche: “Tu sola vincerai le eresie di tutto il mondo”. Che nelle tue mani, così pure, così ricche di misericordia, io divenga uno strumento del tuo amore, capace di rianimare e di far rifiorire pienamente tante anime tiepide e smarrite. Così si estenderà senza fine il regno del Cuore Divino di Gesù. Veramente, la tua sola presenza attira le grazie che convertono e santificano le anime, poiché la grazia scaturisce dal Cuore Divino di Gesù, su tutti noi, passando attraverso le tue mani materne, Amen”

Il padre Jozo Zovko

…ha celebrato gioiosamente le sue nozze d’oro con Gesù, supremo sacerdote, cioè il 50 esimo anniversario della sua ordinazione sacerdotale, il giorno della Trasfigurazione del Signore, il 6 agosto scorso, a Badija, nell’isola di Korcula. Vedi: www.franjevci.info/zlatna-misa-fra-joze-zovke/

Non abbandonate Medjugorje!

Dopo la nota negativa espressa dal Papa nella sua intervista a Lisbona il 13 maggio (che la Vergine non é una impiegata delle poste, ecc.), diversi pellegrinaggi sono stati annullati. Ma da parte nostra dobbiamo sopratutto realizzare, prendere coscienza, dell’enorme passo avanti avvenuto a Medjugorje, affermato dal Papa stesso quello stesso giorno: che i primi 7 giorni delle apparizioni sono riconosciuti come autentici (a Fatima ne sono riconosciuti 6!) poiché il positivo lavoro compiuto dalla Commissione Ruini è stato accettato dal Papa, e ciò, in pratica, rende il Santuario di Medjugorje un luogo di vere apparizioni Mariane. Anche un solo giorno sarebbe stato sufficiente per ammettere Medjugorje nella lista delle apparizioni riconosciute dalla Chiesa. Venite dunque numerosi, ciò accelererà la realizzazione dei piani di Maria e la venuta del Segno sul Podbrdo!

La prossima diretta (in francese) avverrà il 3 settembre. L’ultima diretta del 26 giugno sarà ritrasmessa sul sito: www.enfantsdemedjugorje.fr/direct-du-26-anniversaire-des-aparitions/

Cara Gospa, davanti alle tragedie attuali nel mondo, ora più che mai, accorriamo a Te, Rifugio dei peccatori e Madre amabile! Avvicina il giorno del trionfo del tuo Cuore Immacolato, e riduci il tempo delle lacrime, ti preghiamo! Cerchi dei collaboratori, degli Apostoli? Eccoci!

Suor Emmanuel

Vicka soffre ancora molto per il suo mal di schiena, pregate perché si compia il suo desiderio: poter riprendere le sue testimonianze ai pellegrini!

Le nostre prossime missioni, i cui frutti dipendono molto dalle vostre intercessioni: la Spagna in settembre, l’Italia in ottobre, Argentina, Uruguay e Cile in novembre. I dettagli vi verranno dati a fine agosto.

Il Festival dei giovani é stato una meraviglia! C’erano molte decine di migliaia di giovani, più di 500 sacerdoti, provenienti da 70 paesi differenti, cosa che ha permesso di avere una idea di una Chiesa in marcia. Più di 700.000 persone hanno potuto seguire il festival ogni giorno su internet

La Vergine ama ricevere la posta! Lei risponde nei cuori durante la preghiera. Inviate la vostra lettera a “Reine de la Paix”, BP 2157, Nice cedex , 06103 Francia. Consegneremo la lettera ad un veggente.

Appello alle famiglie: Vi capita di ascoltare delle parole spiritualmente spiritose dei bambini? Non le lasciate perdere per favore! Inviatele a gospa.fr@gmail.com , le pubblicheremo.

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

Sora Emmanuel Maillard - MedjugorjeLuglio 2017 di suor Emmanuel

sito in francese www.enfantsdemedjugorje.fr; e-mail gospa.fr@gmail.com

Un almanacco che da spazio a storie sui bambini questo di luglio, e che si ricollega alle apparizioni ai bambini di Fatima per ricordarne il grande messaggio della Madre del Cielo e della Terra.

Cari figli di Medjugorje, siano lodati Gesù e Maria!

L’APPARIZIONE DEL 02 luglio 2017

Il 2 luglio 2017, Mirjana ha ricevuto la sua apparizione mensile alla Croce blu, circondata da una grande folla. Dopo l’apparizione, Mirjana ha trasmesso questo messaggio che la Madonna ci invia:

Cari figli, grazie perché rispondete alle mie chiamate e perché vi radunate qui attorno a me, la vostra Madre Celeste. So che pensate a me con amore e speranza. Anch’io provo amore verso tutti voi, come ne prova anche il mio dilettissimo Figlio che, nel suo amore misericordioso, mi invia a voi sempre di nuovoLui, che è era uomo, che era ed è Dio, uno e trino; lui, che ha sofferto a causa vostra sia nel corpo che nell’anima. Lui che si è fatto Pane per nutrire le vostre anime e così le salva. Figli miei, vi insegno come essere degni del suo amore, a rivolgere i vostri pensieri a lui, a vivere mio Figlio. Apostoli del mio amore, vi circondo col mio manto perché, come Madre, desidero proteggervi. Vi prego: pregate per il mondo intero. Il mio Cuore soffre. I peccati si moltiplicano, sono troppo numerosi. Ma con l’aiuto di voi — che siete umili, modesti, ricolmi d’amore, nascosti e santi — il mio Cuore trionferà. Amate mio Figlio al di sopra di tutto ed il mondo intero per mezzo di lui. Non dovete mai dimenticare che ogni vostro fratello porta in sé qualcosa di prezioso: l’anima. Perciò, figli miei, amate tutti coloro che non conoscono mio Figlio affinché, per mezzo della preghiera e dell’amore che viene dalla preghiera, diventino migliori; affinché la bontà possa trionfare in loro, affinché le loro anime si salvino ed abbiano la vita eterna. Apostoli miei, figli miei, mio Figlio vi ha detto di amarvi gli uni gli altri. Ciò sia scritto nei vostri cuori e, con la preghiera, cercate di vivere questo amore. Vi ringrazio!”

Viva i bambini!

Ricevo queste parole dalla piccola Paola (Italiana) di 8 anni:

Paola, perché non vuoi mai mandare un bacio alla Madonna nel quadro che è sopra il tuo letto?

Perché quella non è la vera Madonna! Io mando il bacio dalla finestra, verso il Cielo! Così arriva subito alla vera Madonna!

Lo scorso 13 maggio, la piccola Maria Pia nasceva in Italia. Ma era rimasta solo 6 mesi nell’utero di sua madre e pesava solamente 540 gr. Praticamente si trovava tra la vita e la morte. Che angoscia! Subito Maria Pia si prende un’ infezione polmonare e non riesce a respirare e deve essere intubata. I suoi genitori, molto credenti, la fanno subito battezzare e si mettono in preghiera. Con una speciale autorizzazione da parte dei medici, Maria Pia riceve il sacramento del battesimo nel reparto di terapia intensiva. E’ stato un momento di grazia molto speciale per tutta la famiglia! Tutti provano una grande serenità. Diventata ormai figlia di Dio, la loro piccola Maria Pia è nelle mani del migliore dei Padri; questa certezza non nasconde i pronostici negativi dei medici che dicono che la vita della bambina è in pericolo e che i prossimi giorni saranno determinanti.

Il nonno Davide, che accompagna spesso i pellegrini a Medjugorje, ha subito una intuizione profonda nel cuore: bisogna unire alla preghiera verbale una azione molto concreta ed esigente che possa coinvolgere tutta le persona: propone un pellegrinaggio a piedi a tutti gli uomini della famiglia. Davide invia un WhatsApp agli uomini, spiegando il suo progetto ed invitandoli a partire tutti assieme da casa sua alle 6 di mattina il sabato successivo (27 maggio) per percorrere 15 Km fino al Santuario dedicato alla Madonna, venerata sotto il nome di “Beata Vergine della Sassola“. Nell’insieme 30 km a piedi, andata e ritorno, per unire le loro voci e supplicare il Cielo di salvare la piccola Maria Pia.

Con sua grande sorpresa la risposta è immediata ed unanime: “Saremo tutti là!“. E quel sabato eccoli in 15 a sudare sotto un sole a picco, felici e calmi, scandendo i loro passi al suono dei rosari pregati con il fervore di una vitale urgenza. Tutti sudati hanno assistito alla Messa dove li aspettava una bellissima sorpresa: le loro mogli erano tutte là! Senza avvertire i loro mariti, si erano messe d’accordo di raggiungerli e terminare il pellegrinaggio con loro. I cuori vibranti di una gioia indicibile, la famiglia al gran completo arriva al Santuario e fa salire una ultima preghiera per scuotere il cielo.

La risposta del Signore non si fa attendere! Nemmeno un giorno dopo, il 28 mattina, vengono informati che la piccola Maria Pia comincia a reagire agli antibiotici e che l’infezione regredisce. Sono estasiati! Il nonno Davide piange di gioia! Due giorni dopo la mamma trasmette un’ altra bella notizia: la bambina respira autonomamente ed il suo piccolo problema cardiologico si è risolto da solo.

Oggi la piccola Maria Pia sta bene. Cresce poco a poco e tutta la famiglia segue i suoi progressi con sollecitudine. Per ringraziare Dio per il dono della vita e per la sua protezione, il nonno Davide ha fatto di nuovo lo stesso pellegrinaggio a piedi, con il cuore traboccante di gioia.

Cosa imparare da questa bella testimonianza? Delle tonnellate di grazie sono sospese su noi, pronte a cadere su chi decide di credere, di agire e di ringraziare. Talvolta bisogna essere violenti con Dio! “Il Regno dei cieli soffre violenza ed i violenti se ne impadroniscono.” (Mat 11,12). Dio si lascia facilmente toccare ed è Lui stesso che ispira ai suoi figli le iniziative da prendere per avere la gioia di esaudirle.

Forse oggi non avete una piccola Maria Pia tra la vita e la morte, ma avete certo un peso sul cuore. Qualunque esso sia, non dimenticate che il Cielo è pronto a benedirvi! Certo l’esaudimento o la guarigione non sono automatiche. Comunque, come lo ha precisato la Madonna, molte più guarigioni sarebbero accordate se si abbandonasse per prima cosa il peccato (attraverso una sincera confessione) e se si pregasse con il cuore. Basta entrare in questa certezza che Dio ci ama infinitamente e sogna di esaudirci, secondo la Sua saggezza.

Pentecoste a Roma!

La Madonna non ci nasconde che il suo cuore soffre, perché “i peccati si moltiplicano, sono molto numerosi”, ci dice. Il peccato non ha mai portato la benedizione! Nella logica spirituale noi dovremo soffrire per questa quantità di peccati se non ci convertiamo sinceramente e non cambiamo la direzione della nostra vita. Ma il Trionfo del Cuore Immacolato di Maria si avvicina a gran passi! Sono felice di citare qui la profezia di Patti Mansfield il 3 giugno, al raduno di Pentecoste a Roma con Papa Francesco.

Fratelli e sorelle mentre stavamo pregando nello Spirito Santo, il Signore mi ha dato una Parola che è la seguente:

Alzate gli occhi e guardate: i campi biondeggiano per il raccolto. E se mi ubbidirete,  se ubbidirete alle ispirazioni del mio spirito, vedrete, infinitamente più di quanto possiate domandare o immaginare. Vedrete la potenza del mio Spirito effondersi sulla razza umana. Vi ripeto, i campi biondeggiano per la mietitura, ma ho bisogno della vostra obbedienza, ho bisogno della vostra docilità, ho bisogno della vostra fede, e allora vedrete meraviglie che vi sbalordiranno, infinitamente più di quanto possiate chiedere o immaginare, per la gloria del mio Nome’.”

Avvertimento a Fatima.

Il 13 luglio 1917, giusto 100 anni fa, la Madonna mostra l’inferno ai piccoli pastorelli.

E dice loro: “Avete visto l’inferno dove vanno le anime dei poveri peccatori. Per salvarli, Dio vuole stabilire nel mondo la devozione al mio Cuore Immacolato. Se verrà fatto  ciò che Io vi dico, molte anime si salveranno e si avrà la pace. La guerra finirà. Ma se non si smette di offendere Dio, sotto il regno di Pio XI comincerà una guerra ancora peggiore…. Per evitare questo, chiedo la consacrazione della Russia al mio Cuore Immacolato e la Comunione Riparatrice dei primi sabati del mese. Se si ascoltano le mie domande, la Russia si convertirà e ci sarà la pace. Altrimenti diffonderà i suoi errori in tutto il mondo…. Il Santo Padre dovrà soffrire molto, molte nazioni saranno annientate. Alla fine il mio Cuore Immacolato trionferà …”

(Vi invitiamo nuovamente a rileggere i messaggi di Fatima. S Giovanni Paolo II ha detto nel marzo 1984, dopo aver consacrato il mondo al Cuore Immacolato: “Medjugorje è la continuazione e la realizzazione di Fatima!”). Alla fine di che cosa? 36 anni di apparizioni a Medjugorje ci hanno insegnato a vivere della grazia di Dio e a non più offendere Dio. Non corriamo il rischio di ignorare ancora questa voce materna che cerca solo di evitarci il peggio! Ciascuno di noi può affrettare questo trionfo ed evitare così molte sofferenze.

Attenzione, la prossima trasmissione in diretta in francese, sarà il 3 settembre e non il 3 agosto.

Cara Gospa, perdono, perdono, perdono di aver ascoltato così poco la tua voce materna e di aver ignorato i tuoi messaggi sulla pace! Grazie, perché con Te, non è mai troppo tardi! Incoraggiaci!

Suor Emmanuel+

Tradotto dal francese

Le nostre prossime missioni In Spagna a settembre, in Italia in ottobre, in Argentina, Uruguay, e Cile in novembre. La vostra preghiera di intercessione è la benvenuta!

Il Festival dei Giovani si svolgerà dal I° agosto ore 18, al 6 agosto ore 9. Venite numerosi, il programma è meraviglioso! P. Jacque Philippe, della mia Comunità delle Beatitudini, sarà il principale oratore. Offrite questa possibilità ad un giovane senza mezzi, potete così salvare una vita! Sacerdoti, venite, la vostra vita sacerdotale sarà rinnovata!

La Vergine ama ricevere la posta! Lei risponde nei cuori durante la preghiera. Inviate la vostra lettera a “Reine de la Paix”, BP 2157, Nice cedex , 06103 Francia. Consegneremo la lettera ad un veggente.

Appello alle famiglie: Vi capita di ascoltare delle parole spiritualmente ‘spiritose’ dei bambini? Non le lasciate perdere per favore! Inviatele a gospa.fr@gmail.com , le pubblicheremo.

22° Seminario internazionale per sacerdoti

22° SEMINARIO INTER. PER SACERDOTI

A MEDJUGORJE dal 3 all’8 luglio 2017

sacerdoti2Inizia il 3 luglio il seminario internazionale per Sacerdoti a Medjugorje e il tema dell’incontro di quest’anno è  “La vostra carità si arricchisca sempre più”  (Fil 1, 9) “A scuola della Madonna“.

I sacerdoti che partecipano a questo evento avranno modo di unire alle lezioni e ai numerosi momenti di preghiera anche un rosario comunitario sulla Collina delle apparizioni (Podbrdo) e una  Via crucis sul Krizevac. Non mancherà la visita alla tomba di Fra Slavko Barbarić per chiederne l’intercessione e per finire un momento dedicato alle testimonianze. Sarà quindi per loro un’esperienza molto simile a quella che ogni pellegrino si trova a vivere qui a Medjuogorje, solo rivisitata per adattarsi a questi unti del Signore.

La guida del seminario per i sacerdoti è don Ivan Filipović,  nato il 29 novembre 1968 a Tomislavgrad (BiH), dove la sua famiglia ha radici profonde. Ancora bambino si trasferì con genitori nella Slavonia (RH), a Đakovo, dove poi sono nati i due fratelli e la sorella più giovane. È cresciuto in una famiglia tranquilla, cristiana che gli ha trasmesso gli autentici valori umani, anche se di certo gli mancava durante la sua adolescenza la presenza del padre andato all’estero per un “lavoro temporaneo” in Germania. A Đakovo completa la scuola elementare e secondaria, indirizzo matematico-informatico che gli rende possibile l’iscrizione alla Facoltà d’informatica di Varaždin, studio che non ha finito.

Don Ivan Filipović

Interrompe lo studio a diciannove anni e lascia la patria e parte nel  “mondo” per cercare la vera libertà, autonomia, affermazione umana …. In queste aspirazioni la vita lo porta, durante certi periodi, in alcune metropoli europee nelle quali ha conosciuto tante cose belle, ma purtroppo anche il mondo della droga.
Da quell’ „ abbraccio della morte“ è riuscito a tirarsi fuori grazie all’aiuto offertogli della Comunità Cenacolo che lo accolse nel suo 26-iesimo anno e in uno stato di tossicodipendenza assai grave.
Dopo quattro anni di terapia, la Comunità gli rende possibile approfondire il suo interesse per le scienze umanistiche all’Istituto Superiore per Scienze Religiose di Pisa, Italia. Finisce due anni di studio all’Istituto con soddisfazione e successo. Dopo si trasferisce al nord dell’Italia, nella Casa centrale della Comunità a Saluzzo, dove assieme ad alcuni altri giovani della Comunità si laurea della Facoltà di teologia di Fossano.
É stato ordinato sacerdote il 17 luglio 2004 nella diocesi Saluzzo, Italia, con la licenza del vescovo di lavorare ed essere attivo nella Comunità Cenacolo alla quale ha consacrato la sua vita e dove adesso vive.  

seminario internazione a Medjugorje

Come ogni anno, anche quest’anno i parrocchiani della parrocchia di Međugorje offrono ospitalità ed alloggio gratuito a tutti i sacerdoti partecipanti al seminario, i sacerdoti ricambieranno con le loro preghiere. Le spese del seminario sono coperte da cinque intenzioni per le S. Messe.

Poiché numerosi sacerdoti non hanno accesso a Internet, forse non sono neppure a conoscenza dell’esistenza di questo incontro internazionale a Medjugorje, dovremmo parlarne nelle nostre parrocchie  e diffondere queste informazioni aiutando coloro che sentono il desiderio di voler partecipare anche materialmente se necessario con una colletta da parte di tutti i fedeli della parrocchia, in questo modo forse, aumenterebbe il numero dei sacerdoti disponibili ad accompagnare i fedeli a Medjguorje.

Per ulteriori informazioni visita il sito: http://www.medjugorje.hr/it/fenomeno-di-medjugorje/incontri-internazionali/seminario-per-sacerdoti/ 

ARTICOLI COLLEGATI

LA CHIESA E I SUOI SACERDOTI
I SACERDOTI NEI MESSAGGI DI MEDJUGORJE
BEATI SACERDOTI MARTIRI INGLESI
SUOR BRIEGE MCKENNA

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

Sora Emmanuel Maillard - MedjugorjeMaggio 2017 di suor Emmanuel

sito in francese www.enfantsdemedjugorje.fr; e-mail gospa.fr@gmail.com

Un bollettino che vede in primo piano oltre alla soluzione x la mancanza di vocazioni suggerita dalla Gospa, anche Fatima e i suoi messaggi per questo tanto atteso centenario e notizie di Vicka.

Cari figli di Medjugorje, siano lodati Gesù e Maria!

L’APPARIZIONE DEL 02 maggio 2017

Il 2 maggio 2017, Mirjana ha ricevuto la sua apparizione mensile alla Croce blu, alla presenza di  una grande folla. Dopo l’apparizione, Mirjana ha trasmesso questo messaggio indirizzatoci dalla Gospa:

Cari figli, vi invito a pregare non chiedendo, ma offrendo sacrifici, sacrificandovi. Vi invito all’annuncio della verità e all’amore misericordioso.

Prego Mio Figlio per voi, per la vostra fede che diminuisce sempre di più nei vostri cuori. Lo prego per aiutarvi con lo Spirito Divino, come anche io desidero aiutarvi con lo spirito materno. Figli miei dovete essere migliori, solo coloro che sono puri, umili e colmi d’amore sorreggono il mondo, salvano sè stessi e il mondo.

Figli miei, Mio Figlio è il cuore del mondo, bisogna amarlo e pregarlo e non tradirlo sempre e nuovamente. Perciò voi, apostoli del mio amore, diffondete la fede nei cuori degli uomini, con il vostro esempio, con la preghiera e con l’amore misericordioso. Io sono accanto a voi e vi aiuterò.

Pregate affinchè i vostri pastori abbiano sempre più la luce per poter irradiare tutti coloro che vivono nelle tenebre.

Vi ringrazio.

Viva la Regina del Rosario!

Alcune comunità religiose sono costrette a chiudere per mancanza di vocazioni. Un segno dei tempi? E se ci fosse una soluzione? Una soluzione semplicissima… Vi faccio un esempio:

Siamo a Quito (Ecuador) nel 1984… Il Carmelo intitolato “Carmen Alto”, molto povero, deperiva per mancanza di vocazioni. Le suore erano tutte anziane, al punto che il noviziato dovette essere chiuso. Nessuna vocazione all’orizzonte e ciò da svariati anni. La Priora, Madre Maria Elena del Cuore di Gesù sentì parlare di Medjugorje e riprese speranza. Una religiosa italiana della Comunità Dorotea, suor Luicela, andò un giorno a trovarla per annunciarle che sarebbe partita per Medjugorje con un gruppo di pellegrini. Subito Madre Maria Elena le domandò di pregare a Medjugorje per avere delle vocazioni nel loro Carmelo, e di incontrare uno dei veggenti che potesse passare questa intenzione a Maria Santissima. Sapendo che era possibile scrivere una lettera alla Vergine e che Essa rispondeva nel cuore durante la preghiera (Qualche volta, negli anni 80, rispondeva addirittura alle domande), scrisse una lettera e la affidò a suor Luicela. D’altra parte, anche la Comunità Dorotea aveva lo stesso problema, lei pure mancava di vocazioni.

Suor Luicela non ha potuto contattare un veggente, ma ha assistito ad una apparizione pubblica. Quando la veggente condivise quello che aveva  detto la Madonna durante l’apparizione, la suora fu scombussolata! Effettivamente, ecco il messaggio: “Tutte le comunità che pregheranno insieme ogni giorno il Rosario completo (le 3 parti) per le intenzioni del mio Cuore Immacolato, otterranno che io stessa mi occuperò di esse e sceglierò le loro vocazioni”.

Al suo ritorno, suor Luicela trasmise il messaggio alla Priora del Carmelo e questa sentì nel più profondo del suo cuore che questo messaggio era indirizzato a lei. All’inizio, si domandava cosa significasse: “le intenzioni del mio Cuore Immacolato”, poi comprese: “E’ chiaro! Le intenzioni della Madonna sono le intenzioni di Dio!”.

In occasione della riunione del Capitolo della Comunità, la Priora propose alle suore di pregare ogni giorno insieme le tre parti del rosario, e queste accolsero volentieri la richiesta di Maria Santissima. Variarono gli orari della loro giornata per introdurvi questa novità, e pregavano il rosario anche durante il lavoro. E’ così che iniziò fra di loro un periodo di grande fervore mariano. Qualche mese dopo, arrivò la prima vocazione, con suor Maria degli Angeli, ed ella fu seguita da altre vocazioni. Le vocazioni furono talmente numerose che la Priora dovette fondare un altro Carmelo, quello di Santo Domingo, in Ecuador, circa 18 anni fa. Quando raggiunsero un numero di suore superiore a 21 (è il massimo per un Carmelo) , dovettero fondare ancora un altro Carmelo, a Panama. Ovviamente anche in questi nuovi Carmeli, la tradizione di pregare ogni giorno insieme le 3 parti del Rosario è rimasta ben viva!

Nel corso della mia recente missione in Galilea, la suora che mi ha  raccontato questa storia al Carmelo di Haifa, mi diceva: “Io sono uno dei frutti del messaggio di Maria e di queste preghiere, poiché sono entrata nel Carmelo di Santo Domingo!” Qualche anno fa Madre Maria Elena visitò un monastero di Clarisse. Dopo aver ascoltato questa testimonianza, le Clarisse decisero di adottare anche loro questa preghiera, secondo il messaggio di Maria Santissima, per ottenere vocazioni. E’ inutile confermare che dopo poco tempo, giunsero delle nuove vocazioni di Clarisse!

Comprendiamo meglio adesso il motivo per cui la Gospa ci ripete così spesso “Cari figli, vi invito a vivere i miei messaggi!” Al momento attuale, le poste in gioco per la Chiesa e per il mondo sono immense. Non dobbiamo tralasciare alcun mezzo per vincere. Possa questa chiave di volta donata da Nostra Signora del Rosario ispirare un nuovo slancio ai  suoi figli prostrati e scoraggiati dai problemi! Maria Santissima non delude mai.

I Beati Francisco e Jacinta

saranno canonizzati il 13 maggio a Fatima. Delle grandi grazie ci aspettano per questa canonizzazione, gemellata con il centenario delle apparizioni di Maria a Fatima ai pastorelli di allora. Grande era la loro innocenza e la buona volontà ad eseguire tutto quello che la Vergine domandava loro. Ecco un esempio: La Vergine chiedeva loro di pregare per “la Russia”, e insisteva talmente che i bambini credevano che si trattasse di una grande peccatrice che faceva molto male. Perciò si impegnavano a pregare ed a sacrificarsi per lei. E’ molto dopo la fine delle apparizioni che scoprirono che si trattava di un grande paese e non di una donna…. Preghiamo Francisco e Jacinta di proteggere l’innocenza dei bambini così attaccata oggigiorno!

Per accogliere le grazie di questo Centenario e per non lasciarlo trascorrere in vano, prendiamoci un po’ di tempo per rileggere e meditare i bellissimi messaggi che Maria ha donato a Fatima (e che ha ripetuto a Medjugorje). Se fossero stati messi in pratica, avrebbero evitato i milioni di morti della seconda guerra mondiale, oltre ad altre catastrofi!

-“Recitate il Rosario ogni giorno per ottenere la pace nel mondo e la fine della guerra.”

-“Gesù vuole servirsi di te (Lucia) per farmi conoscere ed amare. Desidera diffondere nel mondo la devozione al mio Cuore Immacolato.”

-“Pregate, pregate molto e fate dei sacrifici per i peccatori: molte anime vanno all’inferno perché non c’è nessuno che prega e si sacrifica per loro.” Qualche volta Jacinta riceveva dei messaggi di Maria che trasmetteva a Lucia. Un giorno le spiegò ciò che Maria Santissima desiderava per lei: “Io non dovrò attendere molto ad andare in paradiso. Tu resterai qui, perché Dio vuole diffondere nel mondo la devozione al Cuore Immacolato di Maria. Quando sarà il momento, non tirarti indietro. Dì a tutto il mondo:

Che Dio ci concede le grazie attraverso il Cuore Immacolato di Maria;

Che è a Lei che dobbiamo domandarle;

Che il Cuore di Gesù vuole che veneriamo con Lui il Cuore Immacolato di Maria;

Che la pace va richiesta al Cuore Immacolato di Maria perché a Lei che Dio la ha affidata

E nel messaggio per la loro vita, Maria domanda loro molto: “Volete offrirvi a Dio, sopportando tutte le sofferenze che vorrà inviarvi, come atti di riparazione per i peccati dai quali è offeso, e di supplica per la conversione dei peccatori?

I ragazzi accettarono subito. Francisco si ammalò e morì come Jacinta un anno più tardi. Avevano offerto la loro vita in sacrificio per i peccatori, avevano compreso l’immensa posta in gioco della vita eterna…

Attenzione!

La prossima Diretta (in francese) avrà luogo il 3 giugno alle 21.00. Parlerò del messaggio del 2. La Diretta del 3 maggio e ritrasmessa su www.enfantsdemedjugorje.fr/direct-du-3-avec-sr-emmanuel-3-mai-2017

Cara Gospa, guarda! I nostri cuori sono spalancati per accogliere le grazie speciali di questo Centenario! Vogliamo collaborare attivamente al trionfo del tuo Cuore Immacolato!

Suor Emmanuel +

Tradotto dal francese

Pregate il Rosario con il cuore! Ascoltate e distribuite i CD realizzati a Vocepiù da Suor Emmanuel (i titoli più venduti!), ci sono: I misteri gaudiosi, i misteri dolorosi, i misteri della luce, i misteri gloriosi, i misteri della compassione, i misteri della misericordia.

Le nostre prossime missioni saranno in Irlanda (maggio), in Asia (luglio) e in Spagna(settembre) . Mi raccomando alle vostre intercessioni!

Per i pellegrini che si recano in Terra Santa consigliamo vivamente di trascorrere un’ora benedetta al Centro Internazionale Maria di Nazareth, creato dalla Comunità del Chemin Neuf (Nuovo Cammino) accanto al Santuario. Una piccola meraviglia! Dei films appassionanti che fanno vivere le tappe della vita di Gesù e gustare profondamente la Sua Parola. Assolutamente da non perdere! www.youtube.com/playlist?list=PLJ9UMLRaikhiGj_rs-qNjQrabfSv2rE5n Indirizzo 15° Casa Nova Street, CP 50199, 16161 Nazareth, Israel. Tel 00972 46461266

Appello alle famiglie: Vi capita di ascoltare delle parole spiritualmente ‘spiritose’ dei bambini? Non le lasciate perdere per favore! Inviatele a gospa.fr@gmail.com , le pubblicheremo.

Come aiutarci? Per affrettare la traduzione del libro “Scandalosa Misericordia”, abbiamo ancora bisogno di preghiere e di traduttori esperti  francese-ebraico o inglese-ebraico, francese-slovacco o italiano-slovacco. Scriveteci a gospa.fr@gmail.com  GRAZIE !

La Vergine ama ricevere la posta! Lei risponde nei cuori durante la preghiera. Inviate la vostra lettera a “Reine de la Paix”, BP 2157, Nice cedex , 06103 Francia. Consegneremo la lettera ad un veggente.

Vicka è tornata da Zagabria ma non riceve ancora pellegrini. E’ già un passo positivo, continuiamo a sostenere il suo combattimento!

Padre James Manjackal

PADRE JAMES MANJACKAL

Sacerdote carismatico – 18 aprile 1946

Padre James Manjackal è nato il 18 aprile 1946 a Cheruvally a Kottayam in India. E’ un sacerdote cattolico romano della Congregazione dei Missionari di San Francesco di Sales e un personaggio di rilievo per i suoi significativi doni carismatici.

Padre James Manjackal è nato il 18 aprile 1946 a Cheruvally nello stato indiano del Kerala dove i cristiani costituiscono una forte minoranza entra a far parte dei missionari di San Francesco di Sales il 23 aprile 1973. Da quel momento intraprende viaggi di evangelizzazione in tutti i continenti, tra cui gli Stati Uniti, la Germania, la Bosnia-Erzegovina, la Croazia e l’Austria, ma anche nell’Arabia Saudita e negli Emirati Arabi.

Il suo ministero sacerdotale prevede incontri, seminari e ritiri, con “Messe di Guarigione e Liberazione”. Dirige anche alcune scuole di evangelizzazione fondando nel 1989 il centro di ritiro “Charis Bhavan” in Kerala, del quale è stato direttore per sei anni. Ha scritto molti libri sul rinnovamento Carismatico della Chiesa Cattolica. Le sue opere riflettono anche il suo ministero sacerdotale e raccontano gli eventi e le esperienze personali che ha vissuto con traduzioni in molte lingue.

Come cristiano cattolico, sono nato in una famiglia cattolica tradizionale in Kerala in India, pur vivendo tra gli indù. Ora sono un prete cattolico e carismatico che predica in 60 paesi di tutti i continenti, e devo dire qualcosa circa gli effetti negativi dello yoga sulla spiritualità cristiana e della vita cristiana. So che v’è un crescente interesse per lo yoga in tutto il mondo, anche tra i cristiani, e che questo interesse si è esteso anche ad altre pratiche esoteriche nuove come il Reiki, la reincarnazione, digitopressione, l’agopuntura, la guarigione pranica, riflessologia, etc. Questi metodi si trovano in conflitto con, “Jesus Christus portatore dell’acqua della vita”, così come ci ha messo in guardia il Vaticano nel suo documento.” (vedi articoli collegati MEDICINA ALTERNATIVA – PRATICHE ESOTERICHE E MEDICINE ALTERNATIVE)

Padre Manjackal sta lottando molto soprattutto nel nostro continente definito la culla del cristianesimo che purtroppo sembra essersi prostituita a queste forme pagane che senza rendersene conto portano ad allontanarsi da Dio e dalla sua vera essenza.

In un ritiro predicato a Medjugorje, in Bosnia-Erzegovina, un pomeriggio, un sacco di persone erano in piedi al di fuori della sala in attesa dell’imposizione delle mani e della sua preghiera. Improvvisamente, una donna si precipitò verso di lui furiosamente con alte grida e parole offensive, cercando di colpirlo con pugni, calci e sputi. Non furono sufficienti 8 persone per tenerla ferma. “Tu, sanguinoso sacerdote indiano perché vieni a distruggere noi e a cacciarci via?  Non ti vergogni di venire qui a lavorare senza nemmeno conoscere la nostra lingua e cultura“. Con una risata di scherno, disse anche, “O sapranno che siete molto poveri e che stavate morendo di fame in India, per questo siete venuti qui …“.

Intanto continuava ad urlare e cercava di stracciarsi le vesti. Stava esprimendo tutte le caratteristiche di uno spirito maligno, che si trova anche sul Vangelo in Marco 5: 1-10. Fu Fr. Slavko, il direttore spirituale del Centro mariano di Medjugorje a quel tempo, che venne in suo soccorso! Gli asciugò la saliva dalla faccia con il suo asciugamano e dopo avergli lavato il viso con l’acqua fresca prese anch’egli il Crocifisso e il Rosario e iniziarono a pregare insieme per la liberazione di quella donna. All’improvviso cadde a terra con la lingua fuori e il viso blu pur continuando a sputare e a dire parole offensive.

Anche se proveniva dall’Inghilterra, parlava in italiano così che solo Fr Slavko riusciva a capirla ma Padre James Manjackal no. L’esorcismo durò parecchie ore, ma il digiuno e la preghiera, unita alla grande fede riuscirono a liberarla dallo spirito maligno per essere riconsegnata nelle braccia del marito. Entrambi erano medici omeopatici ed egli li informò che queste le loro pratiche mediche erano intrise di altrettante pratiche esoteriche che traggono origine dall’Induismo e dal Buddismo. Si tratta di pratiche in cui la forza della natura viene mescolata ai poteri del male.

Nell’ottobre del 2001 venne organizzato un ritiro a Madrid con più di 500 carismatici che hanno ottenendo centinaia di guarigioni fisiche, ma soprattutto interiori, uno di questi era un ragazzo di dodici anni che camminava con l’ausilio di stampelle da sette anni il quale gettandole è salito sul palco per dare la sua testimonianza. Lo stesso è capitato ad un uomo in sedia a rotelle che dopo 17 anni ha riacquistato l’uso delle gambe. Ma questi sono solo due dei numerosissimi casi che accadono ogni volta che P. Manjackal si riunisce con i pellegrini di tutti le nazioni a pregare.

Fr. James Manjackal nelle sue catechesi afferma con decisione le parole della Bibbia ribadendo il concetto della famiglia: “Dio creò l’uomo e la famiglia, creando il maschio e la femmina, la vita coniugale era quindi nei piani di Dio, diventa perciò deplorevole il fatto che vi siano così tante separazioni e divorzi in Europa.”

Le sue parole sono Vangelo vivo e vero, ma ricordano molto anche le parole della Regina della Pace nei messaggi di Medjugorje: la famiglia che prega unita rimane unita; attraverso la preghiera si salvano i figli, chi non ama non conosce Dio perché Dio è amore,…

Padre Jamesnelle sue catechesi condanna i tanti aborti che si stanno compiendo nei nostri paesi europei, dichiarando: “Fermiamo tutti gli omicidi! Specialmente la strage dei piccoli bambini. … Se si ama veramente Dio si dovrebbe osservare i suoi comandamenti, se si smette di farlo allora non possiamo dire di amarlo perché bisogna dimostrarlo non con le parole ma con i fatti.”

Vedi il sito http://www.jmanjackal.net/eng/eng.htm

Fonti: http://www.jmanjackal.net/deu/deuyoga.htm; https://de.wikipedia.org/wiki/James_Manjackal; http://www.jmanjackal.net/eng/engnews.htmhttp://christtotheworld.blogspot.it/2011/03/medjugorje-fr-james-manjackal-driving.html

ARTICOLI COLLEGATI

MEDICINA ALTERNATIVA
PRATICHE ESOTERICHE E MEDICINE ALTERNATIVE
RIPARAZIONE PER IL DELITTO D’ABORTO
MIRACOLI E GUARIGIONI 
SUOR BRIDGE MEKENNA
ESPERIMENTI SULLA PREGHIERA