Crea sito

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

Sora Emmanuel Maillard - MedjugorjeAgosto 2017 di suor Emmanuel

sito in francese www.enfantsdemedjugorje.fr; e-mail gospa.fr@gmail.com

Come sempre tanto atteso ecco anche il bollettino di Agosto, ricco di testimonianze, notizie e questo mese anche una preghiera di consacrazione a Maria di San Massimiliano Kolbe.

Cari figli di Medjugorje, siano lodati Gesù e Maria!

L’APPARIZIONE DEL 02 agosto 2017

Il 2 agosto 2017, Mirjana ha ricevuto la sua apparizione mensile alla Croce Blu alla presenza di una grande folla di giovani. Dopo l’apparizione ha trasmesso questo messaggio che la Gospa ci invia

Cari figli, per volontà del Padre Celeste, come Madre di Colui che vi ama, sono qui con voi per aiutarvi a conoscerLo, a seguirLo. Mio Figlio vi ha lasciato le impronte dei suoi passi, perché vi fosse più facile seguirLo. Non temete, non siate insicuri. Io sono con voi! Non fatevi scoraggiare, perché è necessaria molta preghiera e sacrificio per quelli che non pregano, non amano e non conoscono mio Figlio. Aiutateli vedendo in loro dei vostri fratelli.

Apostoli del mio amore, prestate ascolto alla mia voce in voi, sentite il mio materno amore. Perciò pregate: pregate operando, pregate donando. Pregate con amore, pregate con le opere e con i pensieri, nel nome di mio Figlio. Quanto più amore darete, tanto più ne riceverete. L’amore scaturito dall’Amore illumina il mondo.

La redenzione è amore, e l’amore non ha fine. Quando mio Figlio verrà di nuovo sulla terra, cercherà l’amore nei vostri cuori.

Figli miei, lui ha fatto per voi molte opere d’amore. Io vi insegno a vederle, a comprenderle e a renderGli grazie amandolo e perdonando sempre il prossimo.Perché amare mio Figlio vuol dire perdonare. Non si ama mio Figlio, se non si riesce a perdonare il prossimo, se non si riesce a cercare di capire il prossimo, se lo si giudica. Figli miei, a cosa vi serve la preghiera, se non amate e non perdonate? Vi ringrazio.

L’orribile crimine

Katia mi ha raccontato la sua storia, e se non l’avessi incontrata, non avrei mai creduto al suo incubo. Quando lei incontrò Claudio, suo marito, era una persona “per bene”, anche se soffriva di una certa depressione, con degli alti e bassi. Ma Katia non se ne preoccupava troppo. Lui non voleva figli (Katia ignorava che, per la Chiesa, ciò è una causa di nullità del matrimonio), ma lei ne desiderava almeno quattro. Ben presto Claudio diventò molto duro e sempre più depresso, sopratutto dopo la nascita della loro figlia.

La amava molto ma era molto autoritario nei suoi confronti, seppure senza violenza. Katia si rendeva conto che la sua vita diveniva sempre più ristretta, limitata dalla depressione di Claudio e dal suo autoritarismo. In più, Claudio la incolpava di tutto, dando a lei la colpa per qualsiasi cosa. Prendeva delle medicine per controllare la sua depressione, ma senza alcun miglioramento. Nel 2008, rientrando a casa, Katia trovò la figlia di 7 anni pugnalata con 7 colpi mortali e Claudio steso morto nel suo sangue. Aveva avuto un raptus? Dio solo lo sa!

Lascio parlare Katia: “Dire che ero disperata, é dire troppo poco. La mia vita era distrutta per sempre; pensavo di non poter più continuare a vivere. Il dolore era atroce, impossibile da sopportare. Le mie viscere mi si rivoltavano dentro. Desideravo morire. Solo la mia fede in Dio mi impedì di compiere un gesto irreparabile. Tre giorni dopo il dramma, una amica vide in sogno mia figlia in braccio alla Vergine. Ciò mi diede molto conforto! Poi un mattino, apro i miei occhi e vedo mia figlia ai piedi del mio letto. Non mi disse una parola ma mi guardava con grande tenerezza. I suoi occhi mi dicevano tantissime cose! Ho capito allora che dovevo scegliere di vivere, perché lei era con me. La febbre mi lasciò, ho potuto smettere di prendere le medicine e riprendere il mio lavoro. Ma il dolore rimaneva ed in me restava un rancore che bloccava la mia serenità. Era come una pietra che schiacciava il mio cuore. Ce l’avevo con tutti.

L’effetto Kricevac – “Sono riuscita ad andare a Medjugorje l’anno scorso, con il cuore pieno di speranza, e con la certezza che mia figlia era felice con Gesù e Maria. Sul Kricevac, alla 4° stazione della Via Crucis, dove Gesù incontra Sua Madre, il mio sguardo fu attirato da un riflesso brillante di una pietra e vidi chiaramente in quel riflesso la mia piccola adorata figlia, sorridente come sempre. Scoppiai in singhiozzi. I singhiozzi durarono a lungo. Quando mi ripresi, avevo ritrovato la pace e la serenità nel fondo del mio cuore. Il dolore era scomparso! Sono riuscita a perdonare mio marito e coloro che mi avevano fatto del male. Ero guarita! Adesso, lodo e ringrazio Gesù e Maria ogni giorno. Vivo sola e lavoro, mi occupo dei miei genitori. Ciò che rinnova le mie forze, é l’Eucarestia domenicale e l’adorazione del giovedì nella mia parrocchia“.

Come ha fatto Katia a uscire felice da questo incubo? Ho toccato con la mia mano la sua profonda serenità. Ancora una volta il miracolo della pace che discende a Medjugorje, si é rivelato reale, la Madre della Misericordia e Suo Figlio Gesù hanno restaurato delicatamente il cuore e la vita di questa madre distrutta, che ha riposto in loro la sua fiducia!

Una splendida Consacrazione!

Il 14 agosto, abbiamo celebrato San Massimiliano Kolbe, morto come un santo nel campo di Auschwitz nel 1941. La sua passione era di far conoscere e amare l’Immacolata. Molta gente si domanda come fare a consacrarsi a Maria in modo da appartenere veramente a Lei. Inoltre vorrei citare qui di seguito la bellissima preghiera di consacrazione di Padre Kolbe, che lui stesso ha vissuto fino alla sua morte d’amore:

Degnati di ricevere la mia lode, o Vergine benedetta, Immacolata Concezione, Regina del Cielo e della terra, Rifugio dei peccatori e Madre amorevole, alla quale Dio ha voluto affidare tutto l’ordine dalla Misericordia. Eccomi ai tuoi piedi, io, …., povero peccatore, ti supplico accetta tutto il mio essere come tuo bene e tua proprietà. Agisci in me secondo la tua volontà, nella mia anima e nel mio corpo, nella mia vita e nella morte, nella mia eternità. Disponi prima di tutto di me come tu desideri perché si realizzi infine ciò che é detto di Te: “La donna schiaccerà la testa del serpente” ed anche: “Tu sola vincerai le eresie di tutto il mondo”. Che nelle tue mani, così pure, così ricche di misericordia, io divenga uno strumento del tuo amore, capace di rianimare e di far rifiorire pienamente tante anime tiepide e smarrite. Così si estenderà senza fine il regno del Cuore Divino di Gesù. Veramente, la tua sola presenza attira le grazie che convertono e santificano le anime, poiché la grazia scaturisce dal Cuore Divino di Gesù, su tutti noi, passando attraverso le tue mani materne, Amen”

Il padre Jozo Zovko

…ha celebrato gioiosamente le sue nozze d’oro con Gesù, supremo sacerdote, cioè il 50 esimo anniversario della sua ordinazione sacerdotale, il giorno della Trasfigurazione del Signore, il 6 agosto scorso, a Badija, nell’isola di Korcula. Vedi: www.franjevci.info/zlatna-misa-fra-joze-zovke/

Non abbandonate Medjugorje!

Dopo la nota negativa espressa dal Papa nella sua intervista a Lisbona il 13 maggio (che la Vergine non é una impiegata delle poste, ecc.), diversi pellegrinaggi sono stati annullati. Ma da parte nostra dobbiamo sopratutto realizzare, prendere coscienza, dell’enorme passo avanti avvenuto a Medjugorje, affermato dal Papa stesso quello stesso giorno: che i primi 7 giorni delle apparizioni sono riconosciuti come autentici (a Fatima ne sono riconosciuti 6!) poiché il positivo lavoro compiuto dalla Commissione Ruini è stato accettato dal Papa, e ciò, in pratica, rende il Santuario di Medjugorje un luogo di vere apparizioni Mariane. Anche un solo giorno sarebbe stato sufficiente per ammettere Medjugorje nella lista delle apparizioni riconosciute dalla Chiesa. Venite dunque numerosi, ciò accelererà la realizzazione dei piani di Maria e la venuta del Segno sul Podbrdo!

La prossima diretta (in francese) avverrà il 3 settembre. L’ultima diretta del 26 giugno sarà ritrasmessa sul sito: www.enfantsdemedjugorje.fr/direct-du-26-anniversaire-des-aparitions/

Cara Gospa, davanti alle tragedie attuali nel mondo, ora più che mai, accorriamo a Te, Rifugio dei peccatori e Madre amabile! Avvicina il giorno del trionfo del tuo Cuore Immacolato, e riduci il tempo delle lacrime, ti preghiamo! Cerchi dei collaboratori, degli Apostoli? Eccoci!

Suor Emmanuel

Vicka soffre ancora molto per il suo mal di schiena, pregate perché si compia il suo desiderio: poter riprendere le sue testimonianze ai pellegrini!

Le nostre prossime missioni, i cui frutti dipendono molto dalle vostre intercessioni: la Spagna in settembre, l’Italia in ottobre, Argentina, Uruguay e Cile in novembre. I dettagli vi verranno dati a fine agosto.

Il Festival dei giovani é stato una meraviglia! C’erano molte decine di migliaia di giovani, più di 500 sacerdoti, provenienti da 70 paesi differenti, cosa che ha permesso di avere una idea di una Chiesa in marcia. Più di 700.000 persone hanno potuto seguire il festival ogni giorno su internet

La Vergine ama ricevere la posta! Lei risponde nei cuori durante la preghiera. Inviate la vostra lettera a “Reine de la Paix”, BP 2157, Nice cedex , 06103 Francia. Consegneremo la lettera ad un veggente.

Appello alle famiglie: Vi capita di ascoltare delle parole spiritualmente spiritose dei bambini? Non le lasciate perdere per favore! Inviatele a gospa.fr@gmail.com , le pubblicheremo.

Be Sociable, Share!

Comments are closed.