Crea sito

MADONNA DEL ROSARIO DI ROTA

MADONNA DEL ROSARIO DI ROTA

18 febbraio 1807

A causa di una grave siccità in questa data si decise di organizzare una processione con la statua della Madonna del Rosario e il Cristo per le vie della città di Rota. Le preghiere vennero davvero ascoltate perché arrivarono le piogge.

La città di Rota è un comune spagnolo situato nella provincia di Cadice, nella comunità autonoma dell’Andalusia. Essa confina con le città di Chipiona, Sanlucar de Barrameda ed El Puerto de Santa María. Si trova a 36 chilometri dal capoluogo di provincia, Cadice. Situato vicino alla baia di Cadice, sulla costa atlantica, a metà strada tra il Portogallo e Gibilterra, è una città turistica per eccellenza.

Anche se non siamo in grado di documentare le origini della devozione alla Beata Vergine del Rosario nella città di Rota, possiamo dire che l’immagine risale al 1500. Il più antico documento che fa riferimento a questa devozione è datato 1671 e parla di una Fratellanza istituita da Doña Juana per la devozione alla Madonna del Rosario.

La chiesa è stata costruita con il patrocinio del D. Rodrigo Ponce de Leon e Ponce de Leon, I duca d’Arcos e il signor Rota, nel primo terzo del XVI secolo in stile elisabettiano gotico con sentori di plateresco. La struttura è il risultato di un singolo progetto, ma il prodotto di una serie di trasformazioni intraprese in diversi periodi. Per questo motivo, troviamo al suo interno due parti molto diverse: una navata, in stile gotico-rinascimentale e dall’altro le cappelle barocche aggiunte successivamente.

Nel XVI sec. la confraternita commissionò la statua della Vergine, che venne più volte restaurata negli anni con un ritocco al volto nel 1943. I segni più particolari di questa statua sono l’uso del vetro per gli occhi, (inseriti sicuramente in uno dei restauri), poi le mani e il corpo.

Nel 1709 una terribile piaga si abbatté sulla citta di Rota. Migliaia di cavallette divoravano i raccolti portando molte delle sue famiglie alla fame. Oltre ai danni provocati dalle invasioni anglo-olandesi. I cittadini sfiniti decisero di alzare le loro suppliche verso la Vergine Patrona della loro città e ben presto queste calamità cessarono. Le invocazioni furono ascoltate anche nel 1807 quando la siccità tornò a flagellare Rota e stessa cosa il 18 febbraio del 1807 giorno in cui si svolse una grande processione con l’aggiunta dell’immagine del Cristo posto nella stessa cappella della Vergine del Rosario.

Il 22 febbraio 1822, si fece di nuovo ricorso al cuore della Vergine sempre per la siccità istituendo un ottavario di preghiera e ancora una volta i raccolti furono salvati.

La costruzione della prima chiesa nel 1758 venne demolita da uno tsunami nel 1755. Ricostruita nel 1895 grazie alle offerte dei Fedeli ormai la Santa Vergine del Rosario era stata eletta patrona della città. L’incoronazione avvenne il 4 maggio 1947.

Nella notte del 18 agosto 1947 ci fu una terribile esplosione nella fabbrica di siluri a Cadice. Con l’esplosione la finestra della cappella della Vergine si ruppe rovinando anche la base della statua.

Il 10 agosto 1972 le viene concessa la Medaglia d’oro da parte del Consiglio Comunale. Venne istituita la festa liturgica il 7 ottobre giorno in cui si venera la Madonna del Rosario.

Fonti: http://es.wikipedia.org/wiki/Iglesia_de_Nuestra_Se%C3%B1ora_de_la_O_(Rota); http://forosdelavirgen.org/551/nuestra-senora-del-rosario-de-rota-espana-18-de-febrero/

 

Be Sociable, Share!

Comments are closed.