Crea sito

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

LES ENFANTS de MEDJUGORJE

suor_EmmanuelGiugno 2016 di suor Emmanuel

sito in francese www.enfantsdemedjugorje.fr; e-mail gospa.fr@gmail.com

Appena tornata dalla Mongolia e dall’Indonesia, suor Emmanuel ci parla della sua esperienza e del suo ultimo libro sul digiuno. Tante esperienze, e testimonianze, come sempre per arricchirci e perfezionarci nel cammino di fede.

Cari figli di Medjugorje, siano lodati Gesù e Maria!

L’APPARIZIONE DEL 02 giugno 2016

Il 2 giugno 2016, Miriana ha ricevuto la sua apparizione mensile alla Croce blu, circondata da una grande folla, arrivata anche per festeggiare la Visitazione di Maria a Santa Elisabetta. Dopo l’apparizione, Mirjana ha trasmesso il seguente messaggio:

” Cari figli come Madre della Chiesa e come vostra Madre sorrido per il modo con cui venite a me e vi radunate a me, per come mi CHIESA ESTERNA (2)cercate. Le Mie venute in mezzo a voi sono il segno di quanto il cielo vi ama. Dio vi mostra la via per le vita eterna e la salvezza. Cari figli voi che cercate di avere il cuore puro con Gesù in esso voi siete nella retta via. Voi che cercate Mio Figlio cercate la retta via.Lui ha lasciato molti segni del Suo amore. Ha lasciato la speranza; è facile trovarlo se siete pronti al sacrificio ed alla penitenza. Se avete la pazienza, lamisericordia e l’amore per il vostro prossimo. Molti dei Miei figli non vedono e non sentono, perchè non lo desiderano. Le mie parole e le mie opere non le accettano, ma Mio Figlio, attraverso di me, invita tutti. Il Suo Spirito illumina tutti i figli nella luce del Padre Celeste, nella comunione del cielo e della terra, nel reciproco amore, perchè l’amore richiama l’amore e permette che le opere siano più importanti delle parole. Perciò apostoli Miei pregare per la vostra Chiesa, amatela e fate opere d’amore. Per quanto sia stata tradita e ferita essa è qui, perchè proviene dal Padre Celeste. Pregate per i vostri pastori per poter vedere in essi l’amore e la grandezza di Mio Figlio. Vi ringrazio.”

Di ritorno dall’Asia.

Scusatemi per questo ritardo, sono appena tornata da un lungo viaggio in Asia dove ho visitato la Mongolia (al nord della Cina) e l’Indonesia. Condivido con voi qualche rapida informazione: la prima sera, eravamo in un semplice villaggio e siamo stati accolti con un tale calore che avevo le lacrime agli occhi. Quella gente non aveva nulla, ma che festa ci hanno fatto! Abbiamo pernottato in casa loro. mongoliaArrivati in una piccola casa con due camere, abbiamo cercato i letti ma non c’erano. In una delle camere, c’era una specie di pedana e sotto, un sistema di riscaldamento a carbone per l’inverno. La pedana, ecco il nostro letto per tutti e tre! Era normale per i miei due assistenti cinesi, ma duro per una francese abituata a dormire su un materasso! Al mattino, poiché non esisteva l’acqua corrente e tanto meno un bagno, abbiamo utilizzato un catino per lavarci all’esterno. I “gabinetti” organizzati nel cortile non avevano la porta, cosa normale in Cina, soprattutto in campagna. In questa grande precarietà, il nostro ospite mi ha meravigliato per la sua bontà e la sua profonda gioia. Con le sue magre risorse, aveva realizzato delle coperte nuove per noi. I suoi tesori erano le immagini ai muri, il Sacro Cuore di Gesù ed il Cuore Immacolato di Maria, i suoi più grandi amici! Un po’ scuriti e curvati dal calore invernale e dalla umidità, li guardavo dicendo: “Gesù, se esiste al mondo un posto dove ami soggiornare e farti consolare, è sicuramente questo!”. Là, ho toccato veramente la prima Beatitudine: “Beati i poveri in spirito, perché di essi è il Regno dei Cieli”. Nella parrocchia, il giovane sacerdote, quando era arrivato due anni prima, aveva trovato 12 credenti. Oggi, ce ne sono 200. Quando ci hanno domandato di condividere con loro le meraviglie della nostra vita, quanti sono venuti ad ascoltare? 200! Il prosieguo di questo soggiorno, trascorso nel caro paese dell’Indonesia , ve lo racconterò più tardi.

L’effetto Medjugorje!

Scrivere una lettera alla Gospa non rimane mai senza frutto. Come ogni madre, a Lei fa piacere ricevere le lettere dei suoi figli, e come Madre Celeste risponde divinamente. Martina (da Milano) racconta: “Dopo un po’ di tempo che avevo scritto alla Gospa, ho compreso che avremmo dovuto andare a Medjugorje in famiglia. Notizia ancora medjugorje chiesapiù bella, i miei genitori sarebbero venuti anche loro. Certamente, da parte loro, l’aspetto turistico del viaggio sulla costa Adriatica aveva un peso preponderante. Dalla mia infanzia, avevo assistito alle discussioni fra i miei genitori. I miei fratelli ed io ne avevamo sofferto molto. Le loro emozioni, le crisi e gli alterchi finivano sempre male: uno lasciava la casa per qualche ora mentre l’altro piangeva. Il peggio era che la loro fama di bisticciatori permanenti era nota ed i nostri amici ce lo facevano notare. Non sapevamo cosa fosse la pace in famiglia. Il pericolo del divorzio era sempre presente. Da bambina, arrivavo a dirmi, “che divorzino, saranno più felici!”. Ciononostante, durante 40 anni di matrimonio, questo divorzio non ebbe mai luogo, ringraziando Dio. Nell’ottobre 2015, eccoci a Medjugorje. Come ha fatto la grazia a penetrare nei cuori dei miei genitori? La prima sera, mia madre ha accettato di andare a confessarsi, ma controvoglia. Si è messa in coda nella lunga fila davanti ad un confessionale. Ma stanca di aspettare, lascia la coda e a la trovo seduta in un bar. Mi sono detta che il pellegrinaggio era partito con il piede sbagliato. Mia madre mi bombarda di domande: “Dio, se esiste, cosa vuole da me? La mia vita va benissimo! Dio, voglio un po’ di bene, ma sono contenta di vivere. Non voglio entrare in convento. E poi la confessione … non so cosa dire al sacerdote, e non sono sicura che serva a gran che. L’ultima volta, è stata 7 anni fa”.

Pellegrini in fila ai confessionali

Pellegrini in fila ai confessionali

Comunque, il giorno dopo, tenta di nuovo. Sorpresa, trova subito un confessionale libero. Cosa è successo in quel confessionale? Non ne ho la minima idea! Ma molte settimane dopo Medjugorje, ho avuto l’occasione di trascorrere qualche giorno a casa dei miei genitori. Avevo paura dell’ambiente e mi preparavo a soffrire, come al solito. Ma, con mia grande sorpresa, non vi fu alcuna discussione fra di loro durante tutto il periodo. Proprio nessuna! Meglio, i miei  genitori mi invitarono a partecipare alla loro preghiera mattutina, al rosario, ed ad altre preghiere in ginocchio davanti ad  un piccolo altare ben curato – assoluta novità – e mia madre teneva a chiudere queste preghiere cantando  una Ave Maria con la sua magnifica voce. Questa pace e questa riconciliazione ritrovata dopo 40 anni di discussioni, era uno dei regali che avevo chiesto scrivendo alla Gospa. Da allora, i miei genitori sono diventati la coppia modello della mia fede cristiana. E gioisco nel pensare che questo cambiamento radicale fra di loro, verso la pace e l’amore, ispirerà molti altri”.

Grazie a Martina di averci regalato questa bella testimonianza! Ci rivela molte cose che molti hanno ancora difficoltà a credere: Con Dio, non è mai troppo tardi, e “la pazienza ottiene tutto” (S.Teresa d’Avila).

famiglia10Tutto quello che si affida con fede alla nostra Madre del cielo, viene affrontato e lavorato da Lei senza interruzione e finisce per essere risolto un giorno o l’altro. Il divorzio non è la buona soluzione. “Per Dio, ci dice la Madonna, il divorzio non esiste”. Se per Dio il divorzio non esiste, significa che Lui ha per noi una soluzione migliore e vuole rivelarcela nella preghiera. Se nella vostra vita vi trovate di fronte ad un ostacolo umanamente impossibile da superare, ricordatevi che niente è impossibile a Dio, Egli ha fatto cose più grandi ancora! Pregate e credete! Oppure, come Martina, scrivete una lettera alla Madonna : sono tanti gli esempi nei quali Lei ha risposto positivamente. Non appare qui infatti ogni giorno proprio per aiutarci? Nel caso Le scriviate, cominciate a ringraziarLa, poiché “le preghiere di ringraziamento sono le prime ad arrivare in cielo” ci dice Vicka.

GOSPA-2Il 25 giugno, festeggeremo a Medjugorje il 35esimo Anniversario delle Apparizioni.

Prepariamo in preghiera  questo giorno benedetto! Ciascuno di noi troverà nel suo cuore in preghiera, il regalo da offrire alla Madonna. Per esempio, rileggere qualche messaggio chiave o trovare un messaggio che non abbiamo ancora cominciato a vivere. Possiamo parlarLe di questo nella nostra lettera!  Consoleremo allora il “suo Cuore Immacolato che sanguina davanti ai peccati e le abitudini di peccato” mentre guarda il mondo.

Madre Teresa verrà canonizzata la domenica 4 settembre a Roma.

BEATA TERESA DI CALCUTTA1Durante l’estate, vi suggerisco di leggere o rileggere i suoi scritti per risentire la sua voce nei nostri cuori! Quella voce si manifesta come una viva luce per questo nostro tempo così confuso e povero di direzione spirituale. Beati coloro che sapranno mettere in pratica la saggezza di questa grande santa! Certamente, Essa non indica un cammino facile per nessuno. Il suo cammino è quello del Vangelo e Gesù ha ben detto che “stretta è la via che porta al Regno!” Quando un santo è canonizzato, Esso invia grazie eccezionali, cerchiamo di afferrarle! Io stessa ho avuto l’occasione di incontrarla a Calcutta ed Ella mi ha benedetto guardandomi dritta negli occhi. Sguardo di fuoco! Vi supplico, domandatele di intercedere per me! Ho estratto qualche sua frase che può ispirare nel cammino di santità coloro che desiderano essere chiamati da Maria Santissima come “miei apostoli” ed anche “Apostoli della Rivelazione”.

La gente è molto spesso centrata su se stessa. Perdonali nonostante tutto.

Se sei buono, qualcuno ti accuserà di avere un secondo fine. Sii buono nonostante tutto.MADRE TERESA DI CALCUTTA

Se sei onesto, qualcuno forse ti imbroglierà. Sii onesto nonostante tutto.

Se trovi la gioia, qualcuno forse sarà geloso. Sii gioioso nonostante tutto.

Il bene che fai oggi, sarà forse dimenticato domani. Fai il bene nonostante tutto.

Dai a tutti il meglio di te stesso; forse non sarà mai abbastanza. Continua nonostante tutto a dare il meglio di te stesso.

Poiché vedi, alla fine, è fra te e Dio che tutto ciò avviene. Non è mai fra te e loro”

Una ottima notizia!

Un nuovo libro di Suor Emmanuel sul digiuno sta per uscire, fortemente raccomandato da Padre Amorth! “Potenza sconosciuta del digiuno. Guarigione, liberazione, gioia…“, pubblicato in Italia dalle Edizioni Amen, la casa editrice nata a Palermo nell’ambito del Rinnovamento Carismatico e benedetta da padre Matteo La Grua. Il libro di Suor Emmanuel ci fa scoprire “un mezzo prezioso per l’anima e per il corpo” dice nella sua presentazione Padre Gabriele Amorth:

libro suor emmanuel digiunoHo letto tutto d’un fiato il tuo libro sul digiuno e ne sono rimasto non solo convinto, ma completamente conquistato – continua Padre Amorth -. Conoscevo i vantaggi del digiuno, ma non ne conoscevo tutti gli aspetti che tu illustri con tanta cura. Davvero la scoperta del digiuno è il frutto di questa lettura. È vero che la Madonna di Medjugorie vi insiste continuamente, ma è anche vero che noi siamo pigri in quello che costa sacrificio, e stentiamo a convincerci di praticarlo. Gli argomenti che dici, e soprattutto gli esempi che riporti, ci fanno comprendere perché la Madonna insista tanto su un mezzo che è prezioso per l’anima, per il corpo, per l’apostolato sulla terra e nel purgatorio. Ti ringrazioconclude Padre Amorth di aver insistito su un mezzo così importante, così ricordato nella Sacra Scrittura, così prezioso per i vivi e per suffragare i defunti. Il finale poi, con gli incoraggiamenti dei santi, convince pienamente anche i più riluttanti. Questo libro, per quanti lo leggeranno, sarà un’autentica scoperta”.

Il libro si può richiedere a tutte le librerie cattoliche d’Italia e anche su Amazon.it, il prezzo è di € 7,00. Le Edizioni Amen sono raggiungibili su www.edizioniamen.it, all’indirizzo info@edizioniamen.it, su facebook https://www.facebook.com/edizioniamen/ e al numero telefonico 338 41 65 475.

Attenzione !

Il prossimo Direct avrà luogo il 26 giugno alle 21.00. Parlerò del 35esimo Anniversario delle Apparizioni. Il 3 luglio ed il 3 agosto, non ci saranno le Direct, il prossimo sarà il 3 settembre. Il Direct del 3 giugno è ritrasmesso in francese su : suor emmanuelwww.enfantsdemedjugorje.fr/index.php/le-direct-du-3.html Guardate le video dei miei “piccoli consigli spirituali” di 10 minuti in francese su:www.enfantsdemedjugorje.fr/index.php/prier-videos.html Attenzione ! Abbiamo creato una nuova pagina  Facebook, eccola : www.facebook.com/pages/Enfants-de-Medjugorje/808951742534244?ref=hl Abbiamo creato una pagine per la Direct del 3 : www.facebook.com/directdu3

Cara Gospa, Madre e Regina della Pace, vieni in ciascuno dei nostri focolari, nelle nostre case, nelle nostre famiglie in pericolo! La Tua sola presenza attira le grazie, abbiamo più che mai bisogno di Te!

Suor Emmanuel +

Tradotto dal francese

bambino libro (1)Appello alle famiglie: Vi capita di ascoltare delle parole spiritualmente ‘spiritose’ dei bambini? Non le lasciate perdere per favore! Inviatele a gospa.fr@gmail.com , le pubblicheremo.

Cerchiamo un buon traduttore italiano-tedesco per tradurre le mie 30 pagine sul digiuno. Vi ringrazio di pregare per questa intenzione! Contattare gospa.fr@gmail.com

La Vergine ama ricevere la posta! Lei risponde nei cuori durante la preghiera. Inviate la vostra lettera a “Reine de la Paix”, BP 2157, Nice cedex , 06103 Francia. Consegneremo la lettera ad un veggente.

Be Sociable, Share!

One comment

  1. ELIO DORO ha detto:

    è sempre con grande curiosità e desiderio di leggere/ascoltare Suor Emmanuel