Crea sito

MADONNA DEL ROSARIO DI MANAOAG

MADONNA DEL ROSARIO DI MANAOAG

Manaoag, Pangasinan, la Filippine – 21 aprile

Madonna del Rosario di ManaoagIl santuario di Manaoag, nato in seguito ad un apparizione, si trova a circa 200 km a nord di Manila. Qui troviamo un’immagine d’avorio di Nostra Signora del Rosario del 16 ° sec. particolarmente venerata dai fedeli filippini. 

Papa Pio XI incoronò l’immagine il 21 aprile 1926, mentre Benedetto XVI ha canonicamente approvato la concessione di un “legame speciale di affinità spirituale in perpetuo“, attraverso il quale i pellegrini avranno la garanzia delle stesse benedizioni e il diritto ad una indulgenza plenaria pari a quella ricevuto quando si visita la basilica papale a Roma di Santa Maria Maggiore .

Invocata come patrona dei malati e dei bisognosi. La tradizione vuole che il nome dato alla città di Manaoag derivi dal verbo mantaoag , che significa “chiamare”. Ed effettivamente qui la Santa Vergine apparve chiamando un contadino. Un dipinto ricorda l’avvenimento.

VIDEO-DOCUMENTARI

Madonna del Rosario di Manaoag1La statua della Madonna di Manaoag è un’immagine d’avorio del 17° secolo della Vergine Maria con il Bambino Gesù posto sull’altare maggiore della Basilica. E ‘stata portata nelle Filippine dalla Spagna attraverso un galeone, nei primi anni del 17 ° secolo dal sacerdote Juan de San Jacinto.

Documenti risalenti al 1610 attestano che un contadino di mezza età stava camminando verso casa, quando sentì una voce femminile misteriosa. Si guardò intorno e vide sulla cima degli alberi, come in una nuvola-velata la Vergine Maria, con un rosario nella mano destra e il Bambino Gesù sul braccio sinistro, il tutto immerso in un bagliore celeste. La Madonna indicò al contadino dove voleva venisse costruita una chiesa. Fu così che venne costruita una prima cappella sulla collina dell’apparizione e questa divenne il nucleo della città attuale.

Una copia della Madonna del Rosario di Manaoag viene fatta sostare per qualche giorno nelle varie parrocchie delle Filippine affinché tutti possano venerarla.

L’immagine della Madonna di Manaoag e la sua corona e i suoi gioielli sono considerati oggetti inestimabili. Proprio per il loro grande valore ci sono stati diversi tentativi di furto. Molte delle sue corone d’oro e vari oggetti preziosi donati dai fedeli locali e stranieri, sono custoditi presso il museo del Santuario.Madonna del Rosario di Manaoag2

L’immagine della Madonna di Manaoag è protetta da un vetro antiproiettile sopra l’altare maggiore. Lo stemma dei Domenicani è una dimostrazione di devozione dell’Ordine per lei. L’arcidiocesi, in linea con il costume filippino di venerare un’immagine toccando il suo corpo o i vestiti, ha costruito una scala che porta ad una camera con banchi dietro l’immagine. I fedeli possono inginocchiarsi davanti alla piccola finestra di vetro per pregare e toccare il lembo del mantello, lasciando cadere delle preghiere in una scatola vicino alla Statua della Vergine Maria.

Alcuni dei miracoli attribuiti alla Madonna di Manaoag sono raffigurati in pitture murali all’interno della chiesa nei transetti e sulla navata.

 

Gli Agostiniani costruirono la prima cappella di Santa Monica (il nome originale di Manaoag) nel 1600. Il primo sacerdote domenicano a lavorare nella missione Manaoag era Juan de San Jacinto, primo curato di Mangaldan. Fu solo nel 1608 che la missione Mangaldan è stata formalmente accettata dal Capitolo provinciale dei Domenicani.

SANTUARIO Madonna del Rosario di ManaoagNumerose minacce dalle tribù Igorot delle montagne circostanti hanno portato al trasferimento di tutta la comunità sulla collina. Furono i domenicani a costruire una grande chiesa nel 1701 dove oggi sorge l’attuale basilica, grazie alle donazioni di una ricca famiglia di Manila che si era trasferita a Lingayen. Vi fu una grande espansione della chiesa nel 1882 per poi crollare in buona parte a causa del terremoto del 1892.

Durante il tumulto della rivoluzione delle Filippine per l’indipendenza dalla Spagna, i rivoluzionari hanno dato fuoco alla chiesa, il 10 maggio 1898 e molti tesori andarono distrutti, ma la statua della Vergine scampò alla distruzione, fu infatti trovata abbandonata in fondo alla chiesa.

Madonna del Rosario di Manaoag3I domenicani ritornarono nel 1901 e di nuovo la chiesa riacquistò i suoi antichi splendori. Nel 1925 l’amministrazione spirituale del santuario venne concessa in perpetuo all’Ordine dei Predicatori. Con la II Guerra Mondiale riuscì a sopravvivere ad un terribile bombardamento giapponese. Una bomba era caduta addirittura dentro il santuario, ma miracolosamente non esplose.

Nel febbraio 2015, il Santuario della Madonna del Rosario di Manaoag è stata elevata a basilica minore in una cerimonia cui hanno partecipato più di 100 arcivescovi e vescovi, leader di chiesa e stato, e numerosi devoti. Il Santuario fu così definitivamente chiamato Basilica di Nostra Signora del Rosario di Manaoag.

Fonte: https://en.wikipedia.org/wiki/Our_Lady_of_Manaoag

ARTICOLI COLLEGATI

LO SPIRITO FILIPPINO

 

Comments are closed.