Crea sito

ACCADE E ACCADDE IL 1° MARZO

ACCADE E ACCADDE IL 1° MARZO

vecchie_lire2Dal 2016 all’antica Roma il 1° marzo è davvero una data ricca di avvenimenti che hanno fatto la storia o che semplicemente entreranno nella memoria come avvenimenti curiosi. Vediamo un po’ insieme di cosa si tratta…

2016 – LA RICETTA ELETTRONICA

RICETTA_MEDICAIl decreto emanato ben tre anni fa sulle ricette elettroniche è entrato in vigore il 1 marzo 2016, addio al tanto usato foglietto rosso.  Da questa data i farmaci possono essere ritirati anche fuori dalla regione di residenza, ma i medici di famiglia segnalavano un disagio dovuto ad attese più lunghe per via dell’iter burocratico… ma sarà stato realmente così? Intanto ci accontentiamo del risparmio di carta e del controllo sulla falsificazione delle ricette stesse come pure degli abusi conseguenti al furto dei ricettari.

 

2010 – PRIMA PROTESTA INTERNAZIONALE DEI MIGRANTI

Il 1° marzo è stato designato come la giornata internazionale di protesta degli immigrati dopo la prima manifestazione avvenuta il 1° marzo 2010. In Italia con decine di cortei contraddistinti dal colore giallo e sotto lo slogan “Una giornata senza di noi”, si è tentato di manifestazionefar riflettere l’opinione pubblica sull’apporto determinante dei migranti alla tenuta e al funzionamento della società italiana.

Gli esempi più evidenti riguardano la delega pressoché totale della cura degli anziani alle “badanti”, così come la composizione della manovalanza nell’edilizia. Anche il settore della ristorazione “con i piatti della tradizione italiana”, primi fra tutti la pizza, è affidato a cuochi sempre più stranieri. Cosa davvero accadrebbe se i milioni di immigrati che vivono e lavorano in Italia, se non in tutta Europa, decidessero di incrociare le braccia o semplicemente di andarsene?

Argomenti più che legittimi, se non fosse per i tragici fatti degli ultimi anni che hanno visto protagonisti orde incontrollabili di terroristi, maniaci, ladri e chi più ne ha più metta… Tutto ciò a scapito di coloro che onestamente e con serietà, portano avanti il loro lavoro non senza fatica e discriminazioni.

 

2002L’EURO SOSTITUISCE DEFINITIVAMENTE LA LIRA

L’Euro, in molti stati europei tra cui l’Italia, diventa valuta unica scambiabile, cioè dal quel primo marzo 2002 la lira aveva perso ogni Euro_coins_and_banknotesvalore di scambio. Molti di quelli che a suo tempo l’acclamarono o l’attendevano con ansia oggi si rammaricano di averla perduta. La nascita ufficiale della moneta unica europea avvenne il 1º gennaio 1998, con un comunicato del Consiglio dei Ministri Europei.

Il debutto dell’Euro sui mercati finanziari risale al 1999, mentre la circolazione monetaria ebbe effettivamente inizio il 1º gennaio 2002 nei dodici Paesi dell’Unione che per primi hanno adottato la nuova valuta (Austria, Belgio, Cipro, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Portogallo, Slovacchia, Slovenia e Spagna). L’ultimo Stato ad aver adottato l’euro è stata la Lituania il 1º gennaio 2015.

 

1790/1867STATI UNITI

– Il 1° marzo 1790 è stato indetto il primo censimento negli Stati Uniti, fu poi attuato il 2 agosto dello stesso anno mostrando una popolazione di 3.929.326 persone residenti di cui 697.681 cartina-stati-uniti-728x344schiavi. Le città più popolose erano già allora New York (33.131), Philadelphia (28.522) e Boston (18.320). Si dovette attendere il settimo censimento nel 1850 per raccogliere informazioni più dettagliate su ogni singolo membro di ogni famiglia, tra cui donne, bambini e schiavi, nonché il luogo di nascita. Prima del 1850, documenti di censimento registravano solo il nome del capo della famiglia oltre ad una statistica degli altri membri della famiglia (come ad esempio tre bambini sotto i cinque anni, una donna di età compresa tra 35 e 40).

77 anni dopo, il 1° marzo 1867, il Nebraska diventa il 37º stato degli USA, oggi composto da 50 Stati e un distretto federale.

 

1562PRIMA GUERRA DI RELIGIONE

La messa in discussione dei principi dogmatici della religione cristiana e della legittimità delle istituzioni ecclesiastiche, fino ad allora insegnati e tutelati dalla Chiesa di Roma, alla quale si contestava da tempo anche la corruzione dei costumi, portò sotto l’impulso di Martin Lutero, alla nascita della Riforma protestante.

martin luteroSi fecero frequenti le distruzioni iconoclaste, da parte dei protestanti, di oggetti del rituale romano considerati sacri dai cattolici: reliquie, ostie, immagini devozionali, tanto che alla fine del regno di Enrico II, il conflitto si politicizzò e alla morte del re nel 1559 le diverse famiglie della nobiltà predisposero alleanze in funzione delle loro ambizioni e della loro fede religiosa. Queste tensioni portarono alla nascita di vere e proprie guerre che dal 1562 inframmezzate da periodi di tregua, fino al 1598, anno dell’emanazione dell’Editto di Nantes, devastarono il regno di Francia nella seconda metà del XVI secolo.

Dopo la morte del sovrano Enrico II (1559) e dell’erede Francesco II (1560) il potere passò nelle mani della moglie Caterina de’ Medici. Durante la reggenza si formarono due partiti nobiliari antagonisti fra loro, quello dei cattolici capeggiato dalla famiglia dei Guisa e quello ugonotto. Il Parlamento di Parigi, contrastando Caterina che aveva tentato una politica di conciliazione con gli ugonotti, dichiarò questi ultimi fuori legge provocando lo scoppio della prima guerra civile il 1 marzo 1562. Con l’assenso della sovrana i duchi di Guisa organizzarono il massacro dei calvinisti quando nella sola Parigi circa 2-3.000 ugonotti furono passati a fil di spada.

 

ANTICA ROMA

Nell’antica Roma il 1° marzo era il primo giorno dell’anno divenuto poi il 1° gennaio con il calendario giuliano promulgato da Giulio Cesare nell’anno 46 a.C.

Fonti varie

ARTICOLI COLLEGATI

ALMANACCO DEL 1 MARZO 2016

 

Be Sociable, Share!

One comment

  1. Maddalena B ha detto:

    Mi basta solo dire che l’euro ha rovinato e mandato tantissime famiglie tanto povere alla vera miseria! <>