Crea sito

UNA FATICOSA SALITA

UNA FATICOSA SALITA

podbrdoSiamo tornati da Medjugorje carichi di gioia ed energia! Questo viaggio aveva un’importante missione portare sulla collina delle apparizioni una cara amica che da qualche anno si trova sulla sedia a rotelle a causa di una brutta malattia…

La partenza è stata piuttosto faticosa, molti di noi erano stanchi sfiduciati, oppressi da problemi e preoccupazioni e il viaggio sembrava per la prima volta non finire mai.

Anche i ragazzi che dovevano portare la nostra cara amica di viaggio in cima al Podbrdo non sembravano disponibili, ma non ci siamo arresi. Abbiamo invertito tutti i nostri programmi salendo prima sulla montagna del Krizevac, e forse era proprio ciò che desiderava il Signore, perchè in questo modo anche i più claudicanti non hanno IMG-20151028-WA0001resistito a salire con noi e alcuni di loro hanno provato una grande forza che li ha accompagnati per tutto il faticoso percorso.

Alla fine siamo riusciti ad avere cinque ragazzi della comunità del Cenacolo di Suor Elvira per portare la nostra amica in cima alla collina delle apparizioni, partecipando con noi al rosario! La gioia è stata immensa! Volevamo farle una sorpresa all’ultimo ma per evitare che presa da timori rifiutasse abbiamo dovuto prepararla.

Non ci abbiamo messo molto a convincerla, forse più per non deluderci, temendo di soffrire durante la salita. Credevamo con tutto il cuore e speravamo di poterla portare giù liberata da quella terribile malattia. Ci saremmo accontentati anche di un piccolo miglioramento… Purtroppo ci siamo resi conto ben presto che questo non era nel progetto di Dio.

Ammetto che la discesa è stata più dolorosa della salita. Mi sentivo di aver fallito, di non aver fatto abbastanza per meritarmela, ma la risposta non ha tardato a farsi sentire. L’omelia del giorno della partenza mi apriva gli occhi:

IMG-20151028-WA0005“… dobbiamo avere insieme pazienza e fiducia. Pazienza perchè il miracolo non avviene in un attimo. […] Noi vogliamo veder subito il cambiamento e se questo non avviene ci sforziamo di affrettare i tempi, invece di fidarci del Signore e di aspettare con tranquillità. Sappiamo che la forza, il lievito, egli lo ha messo nella nostra vita e che quindi la difficoltà sarà superata, la cosa avverrà. Soltanto dobbiamo fidarci, invece di pensare che se facciamo più sforzi, se ce la mettiamo tutta, vedremo il risultato: questa in fondo è mancanza di fiducia. Pazienza e fiducia: il Signore vuole soltanto questo. …”

Avendo partecipato ad una messa in lingua croata mi ero stampata questa omelia prima della partenza, per poterla condividere con i miei pellegrini, ma non avevo avuto il tempo di approfondirla. Il Signore mi aveva risposto in maniera davvero precisa.

clara dietro chiesaLa nostra più importante compagna di viaggio ci aveva ancora una volta insegnato tanto e dato tanto, senza saperlo o senza rendersene conto. Nel tornare ci siamo accorti che la gioia e la voglia di vivere, l’amore, la fiducia e la speranza erano entrate nel nostro cuore. Non sentivamo più il peso provato durante il viaggio verso Medjugorje. Avevamo conseguito la vittoria contro i nostri demoni grazie all’aiuto di Maria. Le confessioni avevano lavato le nostre anime, la comunione ci aveva rigenerato e l’adorazione ci aveva dato la forza di lasciare il nostro abito vecchio per rivestirci del nuovo a immagine del nostro Creatore.

Bellissime le testimonianze. Chi aveva ricevuto piccole grazie di guarigione fisica, chi spirituale, chi aveva ritrovato la gioia di vivere… chi aveva preso di nuovo fiducia nella gioiaprovvidenza ed era pronto a testimoniare gioiosamente e senza troppi timori.

Ancora una volta potevamo cantare: “Ti ringrazio mio Signore non ho più paura!” Perchè attraverso l’amicizia con Dio e con gli uomini si raggiunge la piena maturità interiore, quella che ti da la carica per vivere una vita piena, gioiosa e realmente viva.

Be Sociable, Share!

4 comments

  1. Maddalena B ha detto:

    Il Signore ci ha sempre fatto capire che dobbiamo pazientare in tutto e per tutto! Io sono molto fiduciosa e ho tanta voglia di gridarlo al mondo intero che prima o poi il nostro Signore ci colmerà ; non solo di GRAZIE , MIRACOLI E ALTRO ! E’ solo questione di avere fiducia in Lui e in noi stessi- Tutto è stato meraviglioso, sembrava fosse stato studiato x ogni pellegrino; ognuno di noi portava, diceva,pensava,e operava tutto in funzione delle mani di MARIA e dello SPIRITO SANTO! Io, via via che salivamo sul monte CRIZEVAK mi scrollavo di dosso delle rimanenze “negative” del passato e posso dire con tanta sincerità che sentivo rigenerarmi di tante altre positività, GIOIA, FIDUCIA, E UN’AMORE IMMENSO VERSO IL PROSSIMO! Solo al pensiero che arrivare in vetta al CRIZEVAK : non solo mi conquisto la medaglia dell’AMORE DI CRISTO, ma un’incontro faccia a faccia con LUI, e vi posso dire che per me è una cosa IMMENSA , solo emozioni piene di tanto amore e gioia- Sai Biscobreak; noi tutti dobbiamo saper aspettare….. il SIGNORE arriva sempre in punta di piedi e non di certo Lui bussa prima di entrarci, ci entra e basta ! Arriveranno, arriveranno, è solo questione di pazientare con la preghiera e la positività- Io non avrò avuto la guarigione totale ( FISICA ) ma ho avuto un’altra guarigione che per me è più importante; LA CONVERSIONE e l’avermi fatta rinascere con un cuore nuovo , pieno di tanto amore , gioia e tanta FEDE! Per me queste sono Grazie che mi stanno arrivando giorno dopo giorno e da quando le ho ricevute e tutt’ora le ricevo, mi sto dimenticando di ciò CHE MI STA INTORNO DEL MONDO DI OGGI : OPPRESSO,IPOCRITA,MASSONICO, BUGIARDO , IN POCHE PAROLE , TANTO MALATO !! Tutto questo passa tanto distante che non li percepisco più! Grazie per questo bell’articolo Biscobreak. Ce ne dovrebbero essere tanti di articoli così, per darci modo e possibilità di rapportarci e confrontarci – Buona giornata nel Signore <3 AVE MARIA <3

  2. roberto ha detto:

    Entusiasmante pellegrinaggio. Grazie per la bellissima testimonianza. Siate fantastici

  3. Giuseppe ha detto:

    I tempi nostri non sono i tempi di DIO che, mettendo il lievito nei Vostri cuori, facendovi vedere la vita come un Fiore, vi ha fatto portare la Sorella inferma sul Krizevac in cima al Podbrdo. Il cammino di guarigione è già iniziato, adesso bisogna attendere i tempi Del Padre Celeste che conosce i criteri d’intervento per portare a compimento la Grazia cercata. DIO ha bisogno di essere creduto, non vuole che subentri il dubbio ma la Fede in LUI e, quando meno lo si aspetta, ecco arrivare la Grazia cercata, nel frattempo però diciamo Al Creatore: “Sia Fatta La Tua Volontà Signore”, visto che gli ammalati siamo tra i preferiti di DIO. Offriamo quindi la malattia e i tempi di attesa della guarigione, come espiazione per la conversione dei cuori dei fratelli che rinnegano DIO, intrecciando così un legame verticale tra Cielo e terra per la Vittoria del Creatore, sulle creature maledette di satana e dei suoi demoni padroni del mondo. Sarà così che il Cuore Immacolato della Mamma Celeste Trionferà! Amen.

  4. clara ha detto:

    grazie di tutto a tutti,e’ stato un pellegrinaggio bellissimo che a me ha fatto un grande dono….