Crea sito

APPARIZIONI DI NEUWEIER

APPARIZIONI DI NEUWEIER

GERMANIA – 16 aprile 1960

madonna_di_fatimaMaria SS. apparve alcune volte a Erwin Wiehl, a sua moglie e a suor Maria nella cappella di Fatima nel bosco non distante da Neuweier.

Il 16 aprile 1960 i tre fecero una gita e improvvisamente scorsero un cartello con la scritta: «Per la Cappella di Fatima»; seguirono quest’indicazione e giunsero a una grande statua di Fatima che mostrava un viso triste. I tre si sedettero su una panchina all’aperto all’ingresso della cappella solitaria e recitarono il Rosario.

Improvvisamente suor Maria vide la statua della Madonna lacrimare, le lacrime infine divennero di sangue. La signora Wiehl non vide il sangue. Tutti e tre notarono il movimento delle labbra della statua, solo suor Maria udì pronunciare le parole:

«Sono stata molto contenta che abbiate seguito la mia chiamata. Mi sento molto triste poiché mi trovo sempre nella solitudine di questo bosco. Gli uomini mi hanno posto in questo luogo per onorarmi nella loro grande necessità poi, appena cessato il pericolo, mi hanno dimenticata. Voi dovreste ritornare sempre e pregare vicino a me perché io sono la Madonna delle grazie. Se verrete spesso sarete sempre protetti, voi e tutta la comunità dei dintorni. Ritornate!».

madonna delle lacrimeSuor Maria vide allora la figura luminosa della Santa Vergine levitare sulla statua mentre la cappella veniva avvolta da un magnifico splendore. La Madre di Dio le apparve in quel momento come un essere vivente. Quando suor Maria volle vedere dove era gocciolato il sangue, la Madonna le disse: «Gli Angeli hanno raccolto le mie gocce di sangue».

Immediatamente dopo la veggente vide due Angeli con i calici e la statua sorridere. Il signor Wiehl aveva notato allo stesso tempo solo il cambiamento sul volto della statua.

Il 1° maggio ritornarono alla cappella nel bosco e di nuovo videro Maria SS. che sorridendo disse: «Venite spesso qui da me! Io sono la Madre della grazia, la guarigione dei malati, il rifugio dei peccatori, la consolazione degli afflitti. Chiamatemi e io vi solleverò. Io voglio che la gente si rechi qui in pellegrinaggio in processione. Ritornate di nuovo alla fine del mese e io vi porterò una grande benedizione».

FATIMA2Il 25 maggio ebbero un’altra apparizione e Maria SS. disse: «Io vi trasmetto la benedizione della Trinità di Dio». All’inizio di giugno la Madre divina disse ancora a suor Maria: «Vai dal parroco di Neuweier e comunicagli tutto». Quello stesso pome­riggio, si recò dal parroco che ascoltò tutto pazientemente e promise di far presto una visita alla cappella se avesse ricevuto tutto per iscritto. Suor Maria consegnò una relazione scritta al parro­co che purtroppo morì dopo poco. Le relazioni in possesso di quest’ultimo non furono più ritrovate e trascorsero dieci anni senza che nulla venisse fatto. Quando il signor Wiehl scrisse ancora al vescovo competente, questi non garantì un’indagine.

Frattanto alcuni devoti avevano formato un gruppo di preghiera che recitava, nella cappella parzialmente rinnovata, il santo Rosario per il Cuore di Gesù. Il gruppo di fedeli si riuni­sce ogni domenica alle 14.30 nella cappella di Fatima nel bosco. Finalmente la Madre della grazia non è più sola.

Fontehttp://www.unpodituttopertutti.it/index_file/apparizionimariane31.htm

Be Sociable, Share!

Comments are closed.