Crea sito

Le più belle foto di Medjguorje

LE PIÙ BELLE FOTO DI MEDJUGORJE

La statua della Madonna prima dell'apparizione sul Podbrdo Non si va a Medjugorje per vedere dei segni, ma di certo ci si nutre volentieri l’anima con essi, quando Dio ce li concede. Le più belle foto che Medjugorje ci ha regalato in questi anni, quelle che rimarranno sempre nel nostro cuore e che guarderemo sempre con grande affetto.

FOTO 1Scattata sulla collina delle apparizioni, il Podbrdo tra il 25 e il 26 maggio 2012. Qui la Statua della Regina della Pace sembra quasi in movimento, manca la parte sottostante e appaiono 2 gruppi di figure a sinistra: in alto esseri luminosi come si trattasse di angeli e in basso possono sembrare anime del purgatorio le figure in primo piano sembrano a fuoco le altre no…    

In questi ultimi quattro anni in cui il nostro gruppo si è recato tutto unito a Medjugorje, abbiamo ricevuto davvero tante grazie, di conversione, di guarigione, nascite insperate e confessioni improbabili. Come se tutto ciò non fosse già di per se sufficiente a confermarci la presenza viva e palpitante di Maria sole maggio2013Vergine e dalla SS Trinità, ci è stato fatto dono di tanti piccoli segni, o se preferite, consolazioni, che come una carezza hanno toccato nel più profondo il nostro cuore e ancora oggi ci ricordano l’amore di Dio per noi.

FOTO 2Foto scattata il 26 maggio del 2013 dietro la chiesa di San Giacomo a Medjugorje alla fine della Santa Messa serale.

Possiamo iniziare parlando dei fenomeni riscontrati nel sole, quei colori meravigliosi, il palpitare e il risplendere senza dare alcun fastidio agli occhi, (VEDI FOTO 2) che sembra il modo più semplice per la “Signora vestita di sole”, nominata nell’Apocalisse di Giovanni, per farci comprendere quanto sia vicina a noi tutti, ma non è stato l’unico segno negli astri. Molte volte ci è capitato di vedere anche la luna risplendere più del dovuto in alcuni scatti notturni e durante la settimana della Pentecoste l’abbiamo addiritura vista spiccare il volo… (VEDI FOTO3)

FOTO 3 – Questi scatti sono stati fatti nella notte tra il 26 e il 27 maggio 2012 giorno di Pentecoste! Sarà stato un caso che la luna usando lo zoom dell’obbiettivo delle macchine fotografiche si trasformava da crescente a piena, per poi sorprenderci con questi voli … che oseremmo chiamare di colomba!foto della luna il 26.05.2012

luna 5.12.5

Poichè il compito di Maria SS sembra essere quello di portarci al suo Figlio Gesù, è proprio durante un’adorazione notturna del Santissimo che Gesù stesso si è palesato  prendendo le sembianze di un lattante in fasce (FOTO 4) che si muove e prende nuove posizioni all’interno della sua culla, in questo caso l’ostensorio.

FOTO 4Foto scattate durante un’adorazione notturna la notte tra il 26 e il 27 maggio 2012 nella chiesa di San Giacomo a Medjugorje. A questa immagine ne sono seguite altre dove la forma di un neonato compariva in posizioni diverse pur essendo scattate l’una dietro l’altra.gesù bambinoss 5.12.1

 Sembrava quasi voler dire ad ogni donna desiderosa di diventare madre:

Occupati di me, prenditi cura di me e sarò per te quello che sono stato per mia madre, un figlio amoroso e premuroso. Svegliati la notte per farmi compagnia, prega con me e ogni tua parola sarà per me dolce come una ninna nanna. Mi nutriranno i tuoi piccoli gesti d’amore verso i fratelli, mi spaventerò se alzi la voce contro il tuo prossimo, solo non sarai tu a pulire me, ma io che sono il Tuo Dio pulirò la tua anima da ogni lividura provocata dal peccato, da ogni sordido rancore, da ogni celata invidia, per farti risplendere attraverso la mia luce  

DSCI0304FOTO 5Scattata durante l’adorazione del 25 maggio del 2011 nella chiesa esterna di San Giacomo a Medjugorje. Si vede come l’Ostia Consacrata posta sull’ostensorio abbia preso la forma di un cuore trafitto dal quale sgorga una fortissima luce e a fianco compaiono figure simili a uomini alati 

DSCI0306Non si va a Medjugorje per vedere dei segni, ma di certo ci si nutre volentieri l’anima con essi, quando Dio ce li concede. Andando a Medjugorje si perde la fame di mondo, quella ricerca spasmodica del piacere e del piacersi, si ha l’occasione di mettere a nudo la propria anima davanti a Dio e se lo si fa si torna nuovi, si lascia il vestito vecchio e si vestono i panni nuovi, tessuti dalle mani di Maria, grande dispensatrice di grazie. E dev’essere stato proprio in un’esplosione di amore e di misericordia che Gesù Cristo stesso durante un’adorazione esterna ci ha mostrato il suo cuore trafitto (VEDI FOTO 5)e la sua regalità divina.(VEDI FOTO6)

FOTO 6Scattata durante l’adorazione del 25 maggio del 2011 nella chiesa esterna di San Giacomo a Medjugorje.

La fede è di certo un dono, ma spetta a noi alimentarlo e Cristo ci aiuta con questi doni meravigliosi!!

349DSCI0874

FOTO 7Questi due scatti di venerdì 26 ottobre 2012 sono stati fatti durante l’esaltazione della Santa Croce sull’altare esterno della chiesa di San Giacomo a Medjugorje, ma uno è del tutto speciale.

Una ragazza di 15 anni del nostro gruppo la sera in cui si poteva Adorare la Santa Croce di legno che a Medjugorje viene esposta spesso il venerdì sera nella chiesa esterna, stanca di starsene seduta decise di fare la turista e si mise a fotografare. Ebbene a lei Dio si presentò con le sue vesti più umane (FOTO7) mostrandole probabilmente l’aspetto più umano di quel santo momento. Il legno sembrava diventato carne e la luce che emanava dall’altare sembrava un vero e proprio fuoco ardente d’amore quando due figure simili ad esseri umani si inginocchiavano offerenti davanti alla croce di un Dio che si era umiliano fino alla morte di croce. (FOTO 8) Ci piacque pensare che potevano essere i nostri angeli a portargli le offerete che in quel giorno avevamo preparato con amore per Lui. Ma bastarono queste immagini per renderci conto tutti di quanto fosse sacro e vero questo sacro rito.

DSCI0875FOTO 8Scattata venerdì 26 ottobre 2012 durante l’adorazione della Santa Croce sull’altare esterno della chiesa di San Giacomo a Medjugorje. Oltre ad una tridimensionalità  particolarmente luminosa della croce, appaiono figure simili ad uomini inginocchiati e offerenti.

Durante un’altra adorazione comparve qualcosa di incredible l’altare mi apparve pieno di anime, (FOTO 9) come se si aprisse un’altro mondo parallelo che noi non possiamo vedere con i nostri occhi, ma che esiste ed è più reale che mai. Al posto del Santissimo comparve un trono sul quale sembrava seduto un essere divino risplendente di una luce che non brucia se non l’anima che lo contempla. Creature simili ad angeli al suo fianco e una moltitudine ai nostri occhi invisibile davanti a noi. Se solo si pensa che davanti a me non vi era nessuno, le transenne lo avrebbero impedito, ma sagome umane si stagliavano all’intorno, viene da pensare… come possiamo passare tranquillamente e senza rendere omaggio noi poveri esseri umani davanti a tanta maestà e splendore?

DSCI03032

 

 

 

 

 

 

 

 

FOTO 9Scattata durante l’adorazione del Santissimo Sacramento il 25 maggio 2011 nella chiesa esterna di San Giacomo a Medjugorje. Di notevole impatto sono le anime fumiginose che si trovano a pari altezza sotto la statua della Madonna a livello delle sue mani e sembrano chiedere aiuto(una in particolare ricorda il famoso “Urlo”di Munch. Al centro l’ostensorio diventato come infuocato mostra sulla destra due luci una gialla e una verde con una specie di staccionata o cimitero dove un’anima si protende verso il centro dell’immagine dove si trova l’Ostia Consacrata. Davanti non vi era nessuno eppure sagome simili ad uomini affollano la gradinata esterna della chiesa.

candele 5.12.2Se Dio vorrà torneremo in questo piccolo paese dove il cielo sembra toccare la terra, dove ciò che a noi può sembrare sogno diventa realtà e la realtà sembra così lontana da apparire come un sogno. Medjuorje è un mistero, un mistero insondabile, e la Madonna più volte ce lo ha detto che ci sono molte più cose che noi non vediamo di quelle che ci è dato vedere con i nostri occhi terreni. Per questo sotto suo consiglio dovremmo adorare di più e staccarci con maggior entusiasmo dalle cose e dalle abitudini terrene per assaporare quell’anticipo di paradiso promesso alle anime belle.

 

FOTO 10Foto scattata nella notte del 25 maggio 2012 in quello che viene chiamato il Cristo delle Candele a fianco della Chiesa di San Giacomo a Medjugorje. La data riportata sulla fotografia non è corretta. Guardando bene si nota come un movimento nel Cristo che sembra voler scendere dalla croce mentre ai suoi piedi appoggiato alle candele possiamo notare una figura infuocata simile ad un uomo che sgrana un rosario, davanti ad una specie di piccolo incendio .

Dopo tutte queste foto che mostrano chiaramente l’esistenza di un mondo ultraterreno, formato da anime che pregano (FOTO 10) ed angeli che adorano (FOTO 8) abbiamo maturato la consapevolezza che Medjugorje per noi è davvero una porta o forse dovremmo dire l’anello di congiunzione tra il cielo e la terra. La presenza di Maria e della Trinità sono palpabili, si è fatta sentire con sensazioni indescrivibili, con immagini meravigliose e incredibili. Per tutto questo vogliamo dire grazie, grazie al Padre Creatore, al Figlio Signore e allo Spirito Santo Amore, grazie a Maria Vergine e a tutti gli Angeli e i Santi. GRAZIE

Per approfondire vedi gli articoli alla pagina dedicata alle FOTO-TESTIMONIANZE

vicka ottobre14

Foto scattata il 27 ottobre 2014 all’Orfanotrofio di Suor Kornelia durante la preghiera della Veggente Vicka

maggio 2014

Foto scattata il 25 maggio 2014 in un giardino privato a Medjugorje ai piedi della Collina del Podbrdo

ottobre 2014

Foto scattata il 27 ottobre 2014 all’Orfanotrofio di Suor Kornelia durante la preghiera della Veggente Vicka

DSCI0879

Foto scattata sulla Tomba di Padre Slavko dopo la Santa Messa serale dietro la chiesa di San Giacomo a Medjugorje il 26 ottobre 2012. Oltre ad una luce anomala (già la sera era calata) si notano luci molto particolari sul marmo della lapide.

 

Be Sociable, Share!

One comment

  1. Lidia Cavion ha detto:

    Meraviglioso.Però io non vedo gran segni ma là sto benissimo,se contattassi di + i veggenti vorrei starci 10 giorni se trovassi qualcuno affidabile x viaggiare,magari partire da Trieste la sera alle 18 x Spalato,e con 1 alloggio economico o qualche lavoretto x le spese là.Adesso col freddo temo di ammalarmi,ghià tossisco di continuo,a meno che non guarisco x miracolo.Cari saluti,alla prossima