Crea sito

IL BATTESIMO DI GESU’

IL BATTESIMO DI GESÙ

La prima domenica dopo l’Epifania

battesimoLa festa del battesimo di Gesù, non è narrata allo stesso modo in tutti e quattro i vangeli, e troviamo importanti variati anche in antichi manoscritti greci e latini come il Codex Bezae, tanto usato dai padri della Chiesa. Mentre sia la chiesa cattolica sia quella anglicana, fanno cadere questa festa la domenica tra il 7 e il 13 gennaio. E’ ricordato anche come il primo dei Misteri della Luce del Santo Rosario, introdotti da Giovanni Paolo II nel 2002.

Vi sono delle differenze importanti tra i racconti dei Vangeli.

Nel Vangelo secondo Marco Gesù si reca da Nazaret (in Galilea) sulle rive del Giordano, dove viene battezzato da Giovanni Battista. Uscendo dall’acqua, vede i cieli aprirsi e lo Spirito scendere su di lui come una colomba, mentre si ode una “voce dal cielo” che dice «Tu sei il Figlio mio prediletto, in te mi sono compiaciuto».(1,9-11)

Anche nel Vangelo secondo Matteo Gesù va dalla Galilea alle rive del Giordano per farsi battezzare da Giovanni; in questo vangelo, però, si narra anche di come Giovanni Battista cerchi di impedirglielo dicendogli «Io ho bisogno di essere battesimo (2)battezzato da te e tu vieni da me?», ma Gesù lo convince rispondendogli «Lascia fare per ora, poiché conviene che così adempiamo ogni giustizia». Come in Marco, anche in Matteo Gesù, uscendo dalle acque, vede il cielo aprirsi e discendere lo Spirito di Dio sotto forma di colomba, mentre una voce dal cielo afferma «Questi è il Figlio mio prediletto, nel quale mi sono compiaciuto».(3,13-17)

Nel Vangelo secondo Luca “tutto il popolo” è battezzato e anche Gesù si fa battezzare; mentre è raccolto in preghiera, il cielo si apre e scende su di lui lo Spirito Santo sotto forma di colomba, mentre si ode una voce celeste che dice «Tu sei il mio figlio prediletto, in te mi sono compiaciuto».(3,21-22)

Nel Vangelo secondo Giovanni non si parla, invece, di battesimo, ma solo di discesa dello Spirito sotto forma di colomba. Giovanni Battista rende infatti testimonianza dicendo che colui il quale lo aveva mandato a battezzare con acqua lo aveva avvisato che colui sul quale avrebbe visto scendere lo Spirito per rimanervi sarebbe stato colui che avrebbe battezzato nello Spirito Santo (invece che in acqua come Giovanni), e che aveva visto lo Spirito discendere dal cielo sotto forma di colomba su Gesù e di averlo riconosciuto come figlio di Dio. (1,32-34)

Il battesimo di Gesù è diverso dall’attuale sacramento cristiano. Gesù con tale gesto sperimenta su di se, il peccato del mondo. E’ il momento in cui assume ufficialmente il suo ruolo di Salvatore e di Redentore dell’umanità. Su di noi invece assume il significato di renderci figli di Dio e membri della Chiesa attraverso la purificazione dal peccato originale.battesimo_gesù

In un manoscritto greco (Codex Bezae) e in alcuni manoscritti latini conservatisi, invece, le parole della voce celeste sono «Tu sei mio Figlio, oggi ti ho generato». Il brano fu citato molto dai Padri della Chiesa tra il II e il III secolo, cosa che costituisce una testimonianza importante in quanto la maggior parte dei manoscritti del Nuovo Testamento conservatisi è posteriore a queste testimonianze; ebbene, in quasi tutti i casi, in testimonianze che vengono dalla Spagna alla Palestina e dalla Gallia al Nordafrica, è la forma «Oggi ti ho generato» ad essere attestata.

Depone inoltre a favore dell’autenticità di questa versione il fatto che l’altra è identica a quella riportata in Marco e quello che gli scribi tendevano ad uniformare i testi, invece che a introdurvi discostamenti. La ragione della modifica del testo da «Tu sei mio Figlio, oggi ti ho generato», la versione originale di Luca, a «Tu sei il mio figlio prediletto, in te mi sono compiaciuto» sarebbero da ricondurre a un tentativo degli scribi di rimuovere ogni possibile appiglio agli adozionisti, una corrente delle origini del cristianesimo per la quale Gesù non era nato Figlio del Padre ma era stato da lui adottato all’atto del battesimo nel Giordano, o almeno questo è quanto afferma Bart Ehrman, in un testo che vorrebbe parlare degli errori e delle manipolazioni nelle traduzioni evangeliche, ma ovviamente si tratta solo di teorie personali.

Secondo altri studiosi, come ad esempio Tony Costa, è il Codex Bezae a presentare una versione non originale di Luca allo scopo di armonizzare la voce celeste con il Salmo 2,7-8:

Battesimo dei primi cristiani7 Annunzierò il decreto del Signore. Egli mi ha detto: «Tu sei mio figlio, io oggi ti ho generato. 8 Chiedi a me, ti darò in possesso le genti e in dominio i confini della terra.

La Chiesa cattolica festeggia secondo il calendario della forma ordinaria del rito romano la festa del Battesimo del Signore la domenica dopo l’Epifania del Signore: siccome l’Epifania cade il 6 gennaio la festa del Battesimo cade nella domenica compresa tra il 7 gennaio ed il 13 gennaio. Nei luoghi dove l’Epifania non è festa di precetto e si celebra la domenica tra il 2 e l’8 gennaio, quando questa cade il 7 o l’8, la festa del Battesimo del Signore si celebra il lunedì seguente 8 o 9 gennaio.

Anticamente la festa del Battesimo del Signore era celebrata il giorno dell’ottava dell’Epifania (13 gennaio), ma successivamente prevalse il ricordo dell’Epifania: nella forma extra-ordinaria del rito romano pertanto non è prevista una festa del Battesimo del Signore, ma si legge il Vangelo del Battesimo del Signore nel giorno dell’ottava dell’Epifania.

La Festa del Battesimo di Gesù conclude il periodo natalizio dell’anno liturgico.

FONTE: http://it.wikipedia.org/wiki/Battesimo_di_Ges%C3%B9; http://liturgia.silvestrini.org/commento/2015-01-11.html

 

 

 

 

Be Sociable, Share!

3 comments

  1. Maddalena B ha detto:

    Come si fa a sapere esattamente ; da chi , e come venne battezzato Gesù? Quì leggiamo diverse versioni ; la chiesa quale dei citati riconosce che sarebbe la versione giusta ??? Sempre si è risaputo che Gesù fu stato battezzato nel fiume Giordano da Giovanni Battista e con la frase : TU SEI IL MIO FIGLIO PREDILETTO, IN TE MI SONO COMPIACIUTO!! Perchè altre versioni diverse? mi fanno capire che la versione del Vangelo è stato “MANIPOLATO” o perchè ancora nessuno è in grado di dare una versione esatta!!!

  2. biscobreak ha detto:

    Cara Maddalena, se prendi alcune persone e chiedi loro di raccontare un fatto che hanno vissuto tutti insieme, ebbene tutti ti diranno la loro versione, ciò che è loro rimasto più impresso, a che pro manipolarlo? In questo modo poi… Se leggi con attenzione vedrai quello che chi ha scelto questi Vangeli ha visto, e cioè una continuità e un’ambivalenza, mentre quelli scartati sono quelli meno simili tra loro che raccontavano fatti che nessun altro ha raccontato o addirittura poco credibili. Se poi la voce dal cielo ha detto: Questi è il Figlio mio prediletto,… o Tu sei il Figlio mio prediletto… mi sembra che il significato non cambi e non alteri assolutamente il significato.

  3. Maddalena B ha detto:

    Si Biscobreak, hai perfettamente ragione; io ( SE NOTI ) ho messo tra virgolette la parola MANIPOLATO e giustamente credo a quello che sempre si legge nel vangelo- Capisco anche delle versioni fatte diverse ma in fine sono tutte simili, in conclusione le frasi cambiano di poco ma il significato è lo stesso! Grazie x la tua osservazione corretta e io come al solito leggo forse un po ” TROPPO” male-