Crea sito

SUOR ANNA ALÌ

SUOR ANNA ALÌ

mistica – 29 dicembre 1966 – Kenia

suor anna alìFiglia di un musulmano e di una cristiana, la primogenita di cinque figli, è nata il 29 dicembre 1966 a Kipkelion, in Kenia, e le venne dato il nome di Hadija. All’età di 9 anni Hadija era affetta da una strana malattia che le procurava sanguinamenti che la costrinsero a lasciare gli studi. Era solo l’inizio di quella che sarebbe diventata la sua missione di anima vittima. 

Dopo essere stata guarita grazie alle preghiere dell’Arcivescovo Emmanuel Milingo, si trasferì a Roma con l’intento di consacrare la sua vita a Dio. All’età di 13 anni viene battezzata e diventerà per tutti, Anna. Non ancora venticinquenne, il 7 settembre 1991 a Roma prende i voti e sarà conosciuta da tutti come suor Anna Alì dell’ordine delle Figlie di Gesù fandate dallo stesso Milingo.

Tra l’8 settembre 1987 e il 23 ottobre 1988, a Porta Angelica a Roma, inizia a ricevere le prime apparizioni di Gesù. La donna prendeva nota personalmente dei messaggi che Gesù le comunicava. Le sue rivelazioni sono incentrate principalmente sulla devozione alla Santa Eucarestia. Per via del suo basso livello di istruzione, la ricchezza e la profondità degli insegnamenti teologici contenuti nei suoi messaggi è di gran lunga superiore alle sue conoscenze, e ciò costituisce senza dubbio la migliore prova a favore dell’autenticità delle apparizioni.

milingo

Monsignor Milingo

In apertura del volume ringrazia amorevolmente entrambi i suoi genitori. Con molta cautela l’arcivescovo Milingo dichiara di “non attribuire null‘altro che la nostra fede umana agli eventi straordinari narrati nel libro che contiene rivelazioni fatte a suor Anna Ali“; e a scanso di equivoci aggiunge di non essere nemmeno sfiorato dall’idea di sostituirsi al giudizio definitivo della Chiesa, cui si sottometterà “incondizionatamente”.

Suor Anna Alì, su richiesta dei suoi superiori fece delle foto durante le apparizioni di Cristo. Difficilissimo trovare queste immagini, ma chi ha avuto modo di vederle ne ha riscontrata la somiglianza con altre immagini ritenute soprannaturali, come quella fatta in Palestina nel 1876, (la più antica del genere ora conservata negli archivi vaticani) e stranamente tutte molto simili, come si trattasse proprio del medesimo soggetto. Anche questa potrebbe essere considerata una prova di autenticità, peccato che non siano più pubbliche, o almeno io non ne ho trovate.

Da un’intervista del 9 settembre 1991 suor Anna descrive così le apparizioni:

È venuto con la sua luce, era avvolto in un bagliore di un colore blu profondo come il cielo. La sua presenza illuminava tutta la stan­za. Aveva indosso una tunica rossa, color del sangue, con ampie maniche. I capelli erano scuri e scintillanti“.

VOLTO3.1Che cosa le disse quando Lo vide?” Mi diede un messaggio e, dietro sua espressa richiesta, cominciai a scrivere ciò che mi diceva“.

Che atteggiamento aveva mentre le parlava ?” “Mi parlava con una voce colma di pietà e fa così tuttora quando mi appare . Mi parla come se fosse un mendicante“.

A che ora le è apparso ?” Verso le due, le tre di notte“.

Le compare ancora?A che ora?” “Fra le due e le tre e mezza. Il mercoledì verso la mezzanotte, il giovedì nelle prime ore del mattino“.

Non è mai venuto di giorno ?” “No“. “Con chi viene ?” Mi appare da solo“.

Nell’apparizione Gesù ha l’aspetto di un normale essere umano?” “È un essere umano. Ma è diverso. Di fronte alla sua santità ci si sente miserabili… È un uomo di altezza media. Non è possibile descriverlo. In sua presenza si ammutolisce, ci si sente persi“.

Quando le appare è triste, gentile, serio, felice?” “Quando dà dei messaggi ha una voce colma di pietà, quindi è tri­ste, ma la sua è una tristezza d’amore. A volte piange lacrime di sangue“.

VOLTO 15Perché piange?” “E molto addolorato per il modo in cui lo trattano quelli a cui Lui ha affidato le anime. Alcuni lo insultano durante l’eucarestia e vogliono distruggerlo proprio in quella sede… È triste anche a causa della vita spirituale dei suoi consacrati…”.

Come si è sentita la prima volta che ha visto Gesù?” “E difficile da spiegare. Mi sentivo in uno stato di torpore“.

E quando Gesù se ne andò ebbe paura oppure si sentì felice?” “Ho continuato a pensare a Lui. Né triste né contenta. Pensavo“.

Gesù viene ancora da lei? In quali giorni?” “Viene ancora. Di giovedì, di notte“.

Che cosa dice ogni volta?” “Mi chiede spesso di pregare per coloro ai quali ha affidato le anime, i preti…”.

Quanto dura il vostro colloquio?” “Non saprei. Quando è qui vengo avvolta dalla sua santità, e quando va via ci metto un po’ a tornare in me. Non sono in grado di spiegarlo meglio“.

crocifisso_di_la_salette

Crocifisso di La Salette

La profezia apocalittica rivelata a suor Anna Alì a Porta Angelica s’incentra sull’ ipotesi di una catastrofe analoga a quella preannunciata dalla Madonna nelle apparizioni di Fatima e La Salette. Gesù le rivela che il demonio “sta facendo di tutto affinché venga abolito il sacrificio della messa“. Potrebbe sembrarci assurdo, ma lo stesso effetto deve averlo fatto un secolo fa quando si parlò di comunione in piedi e in mano…

Nelle profezie menzione da Cristo durante le rivelazioni a suor Anna Alì non manca l’Italia, definita “paese prediletto da Dio“, ma afflitta da intrighi e ambiguitài roma­ni stessi tradiranno Roma e tutta l’Italia“. È intuibile che nel lessico profetico “i romani” non stiano ad indicare la popolazione di Roma, ma la classe politica e clericale più corrotta.

Un messaggio di speranza però evince da suor Anna che viene rassicurata da Gesù con le seguenti parole: “le anime giuste non avranno nulla da temere, perché verranno separate dagli empi e dagli ostinati, saranno salvate” (18 settembre 1987). Suggella questa promessa con un’affermazione che in linguaggio laicale potremmo definire garantista: “Nessuno va all’inferno senza il proprio consenso” (9 ottobre 1987).

Il Signore accuserà i leader delle Nazioni di essere i responsabili dell’umanità, della salvezza del mondo o della sua distruzione. 

I massoni insultano il Mio Vangelo! La loro malvagità è ripugnante! Gridano “noi non vogliamo Dio”. Eppure molti…Satana ha incatenato le loro anime. Figlia Mia, unisci il tuo cuore alle Mie lacrime di sangue. GuardaMi! Che pena rattrista il Mio Cuore! Stanno preparando la loro esecuzione con le loro stesse mani e il fuoco eterno li aspetta. Non temere nulla“.

piramide massonicaSe non ci sarà ravvedimento negli uomini la punizione sembra inevitabile. Gesù stesso afferma di non sapere quando esattamente ma di sapere cosa avverrà: “…dal cielo verranno scagliate fiamme che distruggeranno tutti i peccatori insieme all’opera del maligno: abissi, montagne e lava fiammeggiante inghiottiranno interi villaggi. Ci saranno terremoti, inondazioni, elettroesecuzioni, mari in tempesta, suicidi, droghe e malattie di ogni sorta“.

Che grande desolazione! I Figli che si ribellano contro i genitori, anime innocenti uccise, il divorzio, i comunisti e tutti i peccatori. Una giusta severità pesa su di loro“.

Non ci rimane che pregare senza sosta come la Madonna stessa ci ha chiesto, per consolare il Cuore tanto afflitto e oltraggiato di Suo Figlio, per la conversione dei peccatori e per la salvezza del mondo intero.

Fonti varie

ALTRI MESSAGGI 

ARTICOLI COLLEGATI

MADONNA DELLA SALETTE
FATIMA E I SUOI SEGRETI 
FRANCESCO ULTIMO PAPA?
LA POTENZA DELLA VIA CRUCIS

 

3 comments

  1. fumanelli giuliano ha detto:

    vi chiedo una fervente preghiera per mia figlia laxmi in questo momento molto difficile per lei sembra senza soluzione. pregate vi prego e’ un papa molto molto preoccupato che vi scrive non dimenticatevi della mia famiglia io preghero per voi e vi saro immensamente riconoscente.grazie infinite giuliano

  2. biscobreak ha detto:

    Ci uniremo molto volentieri alla tua preghiera Giuliano che il Signore ci ascolti e possa donare pace e serenità alla tua famiglia.

  3. Giuseppe Duro ha detto:

    Ho avuto il volto di Gesù da una cara amica guardandolo negli occhi ho avuto come dei sentimenti di paura strani. La mia amica mi ha detto che ciò accade a chi a problemi di spirituali, so solo che a volte pregando e contemplando questa immagine da che lo vedevo quasi “brutto”-senza offesa-a che lo vedevo bellissimo io penso che sia realmente il volto di Gesù, vorrei chiedere se qualcuno e se fosse possibile mettersi in contatto con suor Alì vorrei parlargli del mio caso non facile, a causa di problemi di spiriti, ed anche della mia spiccata sensibilità verso le cose spirituali. Grazie.