Crea sito

MADONNA DI SCHIO

MADONNA DI SCHIO

Vicenza – 25 marzo 1985

madonnaschioSono ormai passati più di 30 anni dalle apparizioni di colei che si definì La Regina dell’Amore a Renato Baron, una specie di sacrestano tutto fare che si occupava della piccola chiesetta di San Martino, affidandogli un grande compito.

Il 25 marzo 1985, Renato Baron si era recato nella chiesetta di San Martino (VC) per alcune incombenze, poi si era fermato a pregare inginocchiato in un banco davanti alla statua della Madonna del Rosario, quando all’improvviso..

IL VIDEO-RACCONTO DI RENATO BARON

«..mi sono sentito il corpo morire (è Renato Baron che racconta) e svanire l’anima… Non vedevo più niente intorno a me, non sentivo più niente… La statua della Madonna si mise a parlare, a muoversi, per me era viva. Le vesti parevano muoversi ed Ella sorrideva con occhi bellissimi. Mi diceva:

Ti aspettavo anche ieri. Da oggi in poi verrai sempre qui, perché devo parlare con te di tante cose e poi… scriverai, ma intanto aspetta. Vieni domani e ti dirò il resto“.

renato baronRenato, terminata l’apparizione, rimase così sconvolto che scappò via, dimenticando anche di chiudere la porta a chiave. Il giorno dopo ritornò alla chiesetta per chiudere la porta, ma prima si sentì spinto a pregare un poco. Renato racconta:

«Mi inginocchiai davanti alla statua e cominciai a pregare. Feci delle letture e allungavo la preghiera per portare avanti il colloquio con Dio, augurandomi che non avvenisse quello che era successo il giorno prima… per non vedere le medesime cose… insomma avevo paura… invece Maria venne un’altra volta. Mi sentii nuovamente morire, uscire da me lo spirito, mentre la voce ripeteva:

“Sono Io, sono Maria, sono la Madonna, sono Io che ti parlo veramente, prendi sul serio quanto ti dico e d’ora in poi scriverai tutte le mie parole. Ti preparerò. Un giorno parlerai, ma intanto devi aspettare, devi preparare il tuo spirito, perché faremo un cammino di Fede. Ti preparerò degli amici, degli apostoli che amano Maria. Te li manderò Io e farai molta strada con loro, perché noi insieme dovremo convertire tante anime e portale a Gesù”.

Quel giorno, quando tornai in me stesso, non fuggii più, ma avevo una grande gioia dentro di me».regina dell'amore schio.3

Renato andò alla porta del campanile con l’intenzione di suonare la campana, per fare conoscere a tutti quello che gli era successo. Per fortuna la porta del campanile era chiusa e dovette limitarsi a gridare al vento la propria felicità. Poi ritorna verso la porta della chiesetta; non ha il coraggio di entrare, ma dopo si inginocchia sulla soglia: piange di gioia e prega per una buona ora. Oramai non aveva più dubbi: la Madonna veramente gli appariva. Dopo qualche giorno, decise di parlarne alla moglie. Le disse:

«Rita, ho un peso dentro di me… devo parlare, dirlo a qualcuno, ma non ne ho il coraggio…»

La moglie gli rispose:

«Da alcuni giorni ti vedo sconvolto. Se hai difficoltà di parlare ad altri, dillo a tua moglie… sono più di vent’anni che viviamo assieme…».

Sollecitato da queste parole, Renato racconta tutto nei minimi particolari, cercando il più possibile di essere obiettivo. Ogni tanto esce in qualche esclamazione di gioia, ma subito cerca di ridimensionarsi. Rita rimane pensosa, non sa se si possono ammettere fatti tanto straordinari, ma d’altra parte conoscendo bene il marito, il suo equilibrio e la sua fede, ammette anche che un’apparizione potrebbe essere possibile. E se invece fosse il demonio che lo inganna? Turbata da simile eventualità, dopo un momento di silenzio, dice:

«Forse ti potresti sbagliare… insomma non è possibile! In quella chiesetta hai fatto tanti lavori, hai anche trovato degli scheletri che hai ricomposto nella cripta… può darsi che qualche spirito si faccia vivo, che ci sia qualche cosa che non va… Se fossi in te, andrei con l’acqua santa e darei una benedizione a quel luogo».

regina dell'amore schio2Renato accettò il consiglio della moglie. Andò alla chiesa dei frati con una bottiglietta, la riempì di acqua benedetta, poi si recò davanti alla statua della Madonna in San Martino. Renato racconta così ciò che gli accadde:

«Misi l’acqua nell’apposito secchiello, poi mi portai davanti alla statua, reggendo il secchiello. Mi inginocchiai, intinsi la mano nell’acqua, ma come alzai il braccio per benedire, la mano che reggeva il secchiello si aprì, il secchiello cadde e l’apparizione disse:

Sono Io che ti devo benedire. Sono Io che ti benedico. Non temere… sii prudente. Verrà il momento in cui saranno molti coloro che saliranno qui a pregare. Altri non ti crederanno. Sopporta, abbi fede e prega per loro” ».

Il giorno nel quale avvenne questo fatto era il 2 aprile 1985. Renato si convinse nell’intimo che era la Madonna a parlargli. A partire dal giorno dopo, il 3 aprile 1985, la Madonna affida a Renato dei messaggi e lo invita a scriverli per riferirli al mondo.regina dell'amore schio

All’inizio, e per parecchi mesi, la Madonna appariva nella Chiesa di San Martino: la Statua della Madonna del Rosario si animava. Poi Renato ebbe apparizioni anche altrove: in casa sua, in una stanza destinata alla preghiera e alle riunioni con i sui stretti collaboratori: nella Cripta del Cenacolo: sul Monte di Cristo. Quando la Madonna appariva fuori dalla Chiesa di San Marino si presentava con le braccia rivolte verso il cielo e con i piedi nudi. Le apparizioni non avevano orari costanti.

Durante le prime riunioni dei collaboratori di Renato si discusse sul titolo da attribuire alla Madonna in queste apparizioni: venne proposto di nominarla “Madonna del Rosario”. La statua,infatti, raffigura la Madonna del Rosario. Ma il 28 novembre 1985, la Madonna stessa disse come voleva essere chiamata:

“Io sono la Regina dell’Amore. Se vi amerete sarete vicini al Padre. Amore e carità. Preghiera senza fine. Camminate per le vie del mondo annunziando il Regno del Padre senza stancarvi. Chi salverà un fratello salverà se stesso. Amate e sarete amati. Io non vi abbandonerò. Vi benedico”.

Schio chiesaUno dei messaggi mariani, del 25 marzo 1986, più che un desiderio, costituisce un ordine di Maria:

Ora vorrei il vostro impegno anche per gli anziani. Unite le forze, insieme costruirete una grande casa, accoglierete in essa gli abbandonati, i soli, accoglierete i sacerdoti. Incominciate, Io vi manderò operatori e mezzi per sostenerla. La chiamerete Opera dell’Amore. Donate tutto il vostro amore. Anche voi ne godrete i frutti”.

A 8 anni di distanza quei profetici messaggi di Maria cominciano a vedere le prime realizzazioni. Infatti l’8 dicembre 1993, festa dell’Immacolata Concezione, segna la data dell’inaugurazione della prima struttura chiamata “Piccola Opera”, che servirà alla formazione dei giovani animatori dell’Opera stessa.

Quando oramai attorno a Renato Baron si era radunato un buon numero di uomini disposti a seguirlo per realizzare l’Opera dell’Amore, opera voluta da Maria, sfruttando una circostanza favorevole, si decise l’acquisto di una vecchia villa con parco poco distante dalla chiesa di San Martino. La villa venne restaurata e riordinato il parco incolto. Ora la villa è sede dell’Opera, e Casa di Preghiera. Durante la settimana santa del 1986, Renato e i suoi amici collocarono 13 croci, per significare le stazioni della Via Crucis; la 14a era indicata da una croce regina dell'amore schio.1in traliccio. Sulla sommità venne elevato un altare in pietra con la statua in bronzo di Gesù e quella della Madonna.

Il giorno 11 novembre 1986 (festa di San Martino) inizia a profumare il Crocifisso della stanza di preghiera nella casa di Renato. Il profumo invase tutta la casa. Poco tempo dopo, inizia a profumare anche la croce della seconda stazione della Via Crucis, croce fatta con due tronchi di acacia. Attualmente questa croce è custodita in una teca trasparente presso il Cenacolo. 

Una notte di marzo 1987 ignoti imbrattarono questa croce con vischio e colla. Due persone la pulirono con stracci imbevuti di acqua ragia. Dopo la pulitura le mani e gli strofinacci odoravano dello steso profumo della croce. In agosto del 1987, alla fine della via Crucis sul Monte di Cristo, in una brevissima apparizione, la Madonna avvertì Renato che stavano profanando la croce. Gli uomini si precipitarono giù dal monte verso la casa del Cenacolo lontana 3 Km circa: la porta della Cappella era stata forzata e la croce trafugata. Dopo qualche ricerca e seguendo il profumo che emanava la croce, la trovarono appoggiata alla rete di recinzione del parco e scorsero due auto nella strada che si allontanavano a tutta velocità: evidentemente i malintenzionati avevano dovuto desistere per non essere sorpresi in flagrante.

schioPresso il Cenacolo c’e’ anche una piccola statuetta, proveniente da Betlemme, raffigurante Gesù Bambino. Il giorno 28 dicembre 1987, gli occhi di questa immagine sacra emisero lacrime per circa cinque ore. Dopo quattro giorni la Madonna disse:

Piange con me Gesù, per la grande indifferenza degli uomini. Ogni animo Lui vede, ogni cuore vede, ma i cuori, gli animi sono lontani da Lui: rimanigli vicino! La mia voce non basta al richiamo: le sue lacrime bagnino questa umanità arida. Oh, piangerà, si piangerà questa generazione superba dal cuore indurito. Ascoltatemi, figli miei”.

Altre quattro volte Gesù Bambino ha pianto: il 31 dicembre 1990, il 4 maggio 1993, il 30 settembre 1997 e il 19 giugno 2000.

L’allora Vescovo di Vicenza, mons. Pietro Nonis, costituì una commissione paritetica composta da alcuni esperti da Lui nominati e alcuni componenti del Movimento Mariano Regina dell’Amore, attraverso la quale venne verificata l’ortodossia di tutti i messaggi che Renato Baron ha ricevuto dalla Madonna.

ARTICOLI COLLEGATI

LA POTENZA DELLA VIA CRUCIS
MADONNA NERA DI CHARTRES
APPARIZIONI DI FINCA BETANIA
NOSTRA SIGNORA DI BONARIA
LA SIGNORA DI TUTTI I POPOLI
MADONNA DELLA GHIANDA
APPARIZIONI DELLA MAMMA DELL’AMORE

 

Fonti: http://www.mariadinazareth.it/apparizione%20schio.htmhttp://www.imary.it/santuari/santuario_schio.asp

Be Sociable, Share!

19 comments

  1. elisabetta ha detto:

    Sono stata alcuni anni fa a Schio, avevo sentito parlare di Renato Baron e delle apparizioni della Madonna. Sono stata molto positivamente colpita e mi è rimasto nel cuore un dolce desiderio di ritornarci. Elisabetta
    p.s.: chiedo preghiere x la mia forte conversione e quella della mia famiglia

  2. biscobreak ha detto:

    Pregheremo volentieri per le tue intenzioni Elisabetta, che Dio ti benedica sempre! <3

  3. Laura ha detto:

    per favore chiedo preghiere per la salute di tutta la mia famiglia e per i malati di tutto il mondo . grazie

  4. biscobreak ha detto:

    Ci uniamo alla tua preghiera cara Laura per la tua famiglia e per tutti i malati.

  5. Paola ha detto:

    Mi piace mi riprometto di andare a fare visita alla Madonna dell Amore al piu presto e pregare vicino a Lei perchè ne ho molto bisogno tutti ne abbiamo bisogno.Pregate x me e mia figlia come io prego x tutti che il cielo ci guardi e ci aiuti grazie

  6. biscobreak ha detto:

    Ti porteremo nelle nostre preghiere insieme alla tua famiglia cara Paola, buona domenica.

  7. GISELLA ha detto:

    PREGO TUTTI I GIORNI IL NOSTRO AMATO GESU E SUA MADRE E NOSTRA .. VI CHIEDI DI PREGARE PER I MIEI FIGLI IN PARTICOLARE PER ROBERTO CHE POSSA CONVERTIRSI A NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO

  8. biscobreak ha detto:

    Ci uniamo alla tua preghiera Gisella con tutto il cuore!

  9. Maria Cristina ha detto:

    È una storia meravigliosa sono rimasta affascinata . Ave Maria piena di grazia il Signore è con te , tu sei benedetta e benedetto è il frutto del tuo seno Gesù. Santa Maria Madre di Dio prega per noi peccatori adesso è nell’ora della nostra morte. Amen.

  10. Rosy ha detto:

    Da pochissimi giorni ho scoperto di queste apparizioni, non posso fare a meno che leggere tutto ciò che riguarda la Madonna dell’amore, sono in un momento di difficoltà psicologica, Madonnina rimani al mio fianco.

  11. Silvia ha detto:

    Pregate se potete per la mia famiglia e mia mamma ammalata. Grazie di cuore silvia

  12. biscobreak ha detto:

    Sarai nelle nostre preghiere Silvia come tutti i nostri lettori e ti porteremo nel cuore in ogni nostro pellegrinaggio.

  13. Ildikó Takács ha detto:

    Ho ricevuto da mia figlia una piccola immagine della Regina dell’Amore. Incuriosita, mi son messa a cercare su internet. Credo profondamente in un Dio giusto e misericordioso. Amo di tutto il mio cuore la Madre di Gesú, nostro Salvatore ed avevo anche in passato giá ricevuto il suo aiuto.
    Mentre leggevo le parole della Madonna, rivolte al Sig. Baron durante le prime apparizioni, sentivo fortemente in me la presenza dello Spirito Santo, e dopo, guardando il video su youtube, lacrime di sollievo e di gioia scorrevano sulle mie guancie…GRAZIE MADONNINA, per essere al fianco di tutti i tuoi figli, di tanti colori e nazionalitá, in ogni angolo del mondo! SEI L’AMORE STESSO! Benedetti coloro che ricevono i tuoi messaggi col cuore aperto.Tanti auguri alla vostra Opera dell’AMore, cari fratelli e sorelle in Italia.

  14. biscobreak ha detto:

    Grazie per la tua testimonianza!

  15. Giuseppe ha detto:

    Bellissimo racconto del veggente di Schio e ho da sempre creduto anche qnd non l’avevo letto ma per il racconto di altri

  16. anna ha detto:

    Sono una mamma che prega per un figlio bisognoso,

    che ha bisogno di essere guarito fisicamente da una malattia che solo Dio può guarire,

    che ha bisogno di essere liberato e guarito urgentemente da mali spirituali, che ha bisogno che Dio gli conceda la grazia della conversione.
    Prego la Madonna dell’Amore di pregare il suo adorato Gesù e intercedere per queste grazie

    Abbiamo tanto bisogno di preghiere .

    Lodo e ringrazio Dio

    Grazie di cuore per le vostre preghiere

  17. biscobreak ha detto:

    Tra poco andremo in pellegrinaggio a Medjugorje e come sempre porteremo con noi tutte le intenzioni di preghiera delle persone che ci seguono sul nostro blog, quindi anche le tue cara Anna. Coraggio e sempre avanti come usava dire P. Pio, tante cose noi non le capiamo qui sulla terra, ma un giorno quando saremo in cielo tutto ci sarà chiaro, ha detto la Santa Vergine e noi che crediamo in Lei, vogliamo fidarci delle sue parole e della sua intercessione. Come la povera vedova però, continueremo a chiedere, e a bussare alla porta del cuore di Cristo perchè Lui stesso ci ha invitati a farlo. E ricorda che per le malattie più gravi è utile unire alla preghiera anche sacrifici e digiuni. Prova cara Anna e noi li offriremo anche per te e per tuo figlio.
    Uniti nell’amore di Cristo… un abbraccio grande!

  18. Christian ha detto:

    Cari Amici di Maria, ricordo con grande nostalgia quando feci la Consacrazione alla Madonna Ragina dell’Amore a San Martino di Schio. La mia Fede era molto forte allora, talmente forte da sentire la presenza dello SPirito Santo ed operare come Dio voleva. Portai amici, nonni, fratelli con me e ricevemmo la Consacrazione pieni di gioia e buona volonta’.

    Dopo quasi 20 anni mi ritrovo con la mia Famiglia in California vicino alla citta’ di Los Angeles, qui i Cuori sono duri, c’e’ molta indifferenza, ed egoismo, tanto che a volte mi sembra di non percepire la presenza di Dio, vivono una vita fatta obbedienza alle regole della societa’ e non si rendono conto della mamncanza di Amore nella loro vita e dello stato di dipendenza che stanno vivendo.

    Io mi ritrovo a fare da Messagero con persone che non capiscono quello che dico quando provo a fargli capire della mancanza di Amore e Verita’ che c’e’ nella loro societa’.

    In 7 anni ho dovuto cambiare gia; 4 lavori, persone di animo cattivo si presentano ad ostacolare il mio operato, e persone dal Cuore duro che a mie spese si accorgono che esiste ancora un po’ di umanita’.

    Vi chiedo Fratelli e Sorelle di pregare per me e per la mia Famiglia affinche’ riusciamo a trovare il coraggio e la Fede per portare avanti la nostra missione qui. A fine mese saro’ senza lavoro, e sono alla dieprata ricerca di un nuovo impiego. Pregate cone me afinche ritroviamo serenita’ e stabilita’.

    Grazie Padre per cammino che ci e’ stato dato e per Medjugorje e Schio che mi hanno cambiato la Vita.

    Dio e Gesu’ la Madonna Vi benedicano tutti.

  19. biscobreak ha detto:

    Grazie infinite per la tua testimonianza Christian, sarai nelle nostre preghiere.