Crea sito

SANTA MARIA GORETTI

SANTA MARIA GORETTI

vergine martire (1890–1902) 06 Luglio

St_ Maria GorettiMorta dopo un’aggressione all’età di 12 anni per non offendere il Signore e cedere così alle lusinghe di un ragazzo che la molestava. E’ rimasta lucida fino alla fine, per riaffermare il suo perdono e il suo travaglio è stato davvero molto simile a quello del suo amato Gesù.

Maria Teresa Goretti nacque nell’ottobre del 1890, terza figlia di Luigi e Assunta Carlini, poveri agricoltori di Corinaldo (Ancona). I racconti della sua infanzia evidenziano la sua insolita pietà ed efficienza, ma anche l’allegria e il buon umore in generale. La fattoria della famiglia non era abbastanza grande per il sostentamento dei quattro figli (un figlio maschio era morto neonato), e così nel 1898 si trasferirono a Ferriere di Conca, nelle Paludi Pontinedove divennero affittuari.

Alla morte del padre nel 1900, la madre fu costretta a dedicare più tempo al lavoro nei campi, per mantenere la famiglia, che sembrava diventare sempre più povera; spettava a Marietta, com’era chiamata, accudire alla casa e i figli minori, e insegnare loro le preghiere. La madre le disse che avrebbe dovuto rinunciare alla prima comunione perché non aveva ricevuto un’adeguata istruzione, ma Maria Goretti si recava di sua iniziativa in città per prendere lezioni speciali; nel maggio del 1902 le fu concessa, e, da quel giorno, si comunicò ogni settimanaI Serenelli si erano trasferiti da Corinaldo nello stesso momento dei Goretti ed erano loro soci; le due famiglie dividevano imagesl’alloggio sopra un vecchio granaio.

Alessandro Serenelli aveva quasi vent’anni e aveva lavorato per un periodo di tempo nei bacini circostanti, e ricevuto una discreta istruzione. Era un buon lavoratore e abbastanza devoto, frequentava la Messa regolarmente, e partecipava alla recita famigliare del rosario. Maria Goretti sembra averlo accettato come un fratello maggiore, ma quest’ultimo, in giugno, tentò per due volte di insidiarlaminacciando di ucciderla se lo avesse detto a qualcuno.

Il 5 luglio, Maria Goretti era sotto la veranda fuori di casa che badava alla sorellina, mentre il resto della famiglia era nei campi; Alessandro tornò a casa e la spinse dentro, e al suo rifiuto di cedere alla violenza, la pugnalò diverse volte, poi scappò. Soccorsa in ospedale con gravi lesioni interne e poi operata. Il delirio si fa più frequente. Ad un tratto esclama: “Che bella Signora!“. E come se notasse della incredulità nei presenti, aggiunge: “Possibile che non la vedete? Guardate! È tanto bella, piena di luce e di fiori“. Infine si fa preoccupata in volto e, quasi per chiedere aiuto, invoca: “Teresa!” e si abbatte sui cuscini. Il suo calvario è finito. Sono le 15,45 del 6 luglio 1902. Maria Goretti muore il S. MARIA GORETTI2giorno dopo. Era rimasta cosciente, dopo l’aggressione, e potè ricevere gli ultimi sacramenti e affermare che perdonava Alessandro «per amore di Gesù» e che sperava che anche Dio l’avrebbe perdonato.

Alessandro venne riconosciuto colpevole e condannato a trent’anni di prigione. Nel 1910, Alessandro provò rimorso per quello che aveva fatto, dopo aver sognato Maria Goretti che gli offriva dei gigli. Nel 1929, quando il corpo di lei fu trasferito dai passionisti nel loro santuario della Madonna delle Grazie, ebbe inizio il processo di beatificazione, e Alessandro, che non si trovava più in prigione, testimoniò che, durante la sua aggressione, Maria Goretti aveva invocato la salvezza dell’anima di lui , e che lo aveva pregato di non commettere un peccato mortale. Maria Goretti è stata beatificata nel 1947, sono seguiti alcuni miracoli, (4.5.1947: guarigione istantanea della Sig.ra Anna Musumarra, da pleurite essudativa e liquido abbondante – 8.5.1947: guarigione istantanea di Giuseppe Cupo, povero operaio, guarito da grave ematoma  al piede destro, causatogli durante il lavoro da un grosso masso precipitato dall’alto – entrambe approvate dal Santo Padre 11.12.1949) poi la canonizzazione nel 1950, alla presenza della madre e di altri membri della sua famiglia.

Il culto di Maria Goretti fu molto popolare, specialmente in Italia, e la sua canonizzazione avvenne alla presenza di quella che fu considerata la folla più numerosa mai riunitasi a Roma in una simile occasione.  Divenne  patrona delle Figlie di Maria e delle ragazze adolescenti.

Alessandro Serenelli fu dismesso dal carcere nel 1929, avendo avuto il condono di tre anni della pena. Trovò una discreta occupazione al paese nativo e cercò di compiere coscienziosamente il suo dovere. Tuttavia, sospettato di un reato, perdette, benché innocente, il posto di lavoro. Respinto dai familiari e dal mondo, fu assunto, come ortolano, dai Padri Cappuccini di Ascoli Piceno, coi quali rimase fino al 1956. In quell’anno, resosi inabile al lavoro, fu mandato dai Religiosi nella loro casa di riposo a Macerata, dove soggiornò fino alla morte, avvenuta il 6 maggio 1970. Passò gli ultimi anni in grande raccoglimento, pregando e accostandosi ai Sacramenti con ammirabile fervore.

È INVOCATA: – come protettrice delle giovinette

Preghiera a S. Maria Gorettist_maria_goretti150

Bambina di Dio, tu che hai conosciuto presto la durezza e la fatica, il dolore e le brevi gioie della vita: tu che sei stata povera ed orfana, tu che hai amato il prossimo instancabilmente facendoti serva umile e premurosa: tu che sei stata buona senza inorgoglirti che hai amato l’Amore sopra ogni altra cosa: tu che hai versato il tuo sangue per non tradire il Signore, tu che hai perdonato il tuo assassino desiderando per lui il Paradiso: intercedi e prega per noi presso il Padre affinché diciamo sì al disegno di Dio su di noi. Tu che sei amica di Dio e lo vedi faccia a faccia ottienici da Lui la grazia che ti domandiamo… Ti ringraziamo, Marietta, dell’amore per Dio e i fratelli che già hai seminato nel nostro cuore. Amen

Santuario S. Maria Goretti – Via S. Maria Goretti, 10 –  Tel.: 071/67123 – Fax: 071/7977249 – 60013 Corinaldo (An) – E-mail: info@santamariagoretti.it

ARTICOLI COLLEGATI

BEATA ALEXANDRINA MARIA DA COSTA
ALBERTINA BERKENBROCK (12 ANNI)
Beata Laura Vicuña (12 ANNI)
PIERINA MOROSINI
BEATA LIDUINA
MARISA MORINI (13 ANNI)
BEATA ANTONIA MESINA (16 ANNI )
Marisa Porcellana (14 ANNI)
Angelina Zampieri (20 anni)
MARIAH MANISHA (18 anni)
Yara Gambirasio (13 anni)
VIRGINIA NOTARI (18 ANNI)
Serva di Dio Arcangela Filippelli (16 anni)

FontiIl primo grande dizionario dei santi di Alban Butler/http://www.santamariagoretti.it/

Be Sociable, Share!

3 comments

  1. Rossella ha detto:

    La storia di questa giovane santa è molto intensa, un profilo umano che descrive in maniera autentica la santità che passa dalla purezza del cuore; quindi il perdono che non si rivelerà un perdono di circostanza, la cifra della sua santità, a parer mio, è tutta in quel perdono che divide la persona dal male; nelle ultime parole scritte dal Serenelli, si capisce che tutta la vita di quest’uomo, prima giovane e poi anziano, è stata un viaggio intorno a quel perdono.

  2. biscobreak ha detto:

    Hai proprio ragione Rossella! Santa Maria Goretti è un esempio di fede e di amore portato ai massimi livelli che ricorda davvero tanto il nostro Gesù sulla Croce!

  3. Vittorio Greco ha detto:

    Grande Maria Goretti martire del perdono e della purezza !!!