Crea sito

Le apparizioni della Mamma dell’Amore

Le apparizioni della Mamma dell’Amore

26 marzo – Paratico – Brescia – Italia

Si tratta di apparizioni assai recenti, e quindi ancora al vaglio madonna01della commissione, ma di forte impatto. Si parla di ben 2 miracoli eucaristici avvenuti alla presenza di testimoni, e incontri con i precedenti papi: Giovanni Paolo II e Benedetto XVI. I pellegrinaggi sono stati però autorizzati dal vescovo locale.

Dal 1992 Marco si ritrovava, ogni sabato sera, con alcuni amici per la recita del Santo Rosario. Gli eventi straordinari iniziarono il 26 marzo 1994 quando egli fu invitato, presso una famiglia, per un incontro di preghiera e per festeggiare poi un compleanno. Durante la serata sentì dentro di sé, per ben tre volte, una voce che gli diceva… “figliolo, scrivi!” La quarta volta  …”Marco, figlio caro, non temere sono la Mamma, scrivi per tutti i tuoi fratelli…“. Erano le ore 22.35 quando la Mamma donava il suo primo messaggio in locuzione, cioè sotto dettatura.

Per circa sei mesi la Vergine, che aveva chiesto di essere venerata con il titolo di MAMMA DELL’AMORE, portò privatamente e ogni giorno i suoi messaggi al suo strumento Marco, per aiutarlo nella sua crescita spirituale e per rafforzare la sua fede, in vista di una futura “missione pubblica“, come la definiva LEI.

gesù32Nel mese di luglio dello stesso anno, per la prima volta, Marco ebbe la visione della Vergine che gli si presentò, come ancora oggi, sotto sembianze umane: “Una giovane di 15-16 anni con indosso un abito lungo di color oro chiaro ed un manto, che le scende dal capo lungo il corpo fino ai piedi, di color oro più scuro, come la fascia che le cinge i fianchi“.

Sempre secondo il racconto del veggente, quando lui cade in estasi, vede la Madonna avvolta in una luce forte, ma allo stesso tempo delicata e si ferma a circa un metro e mezzo da lui. A volte si presenta con in braccio Gesù Bambino, altre volte con la corona del Santo Rosario.

Nel messaggio del 20 maggio 1995 la Vergine invitò il veggente e i fratelli che gli erano accanto a recarsi in preghiera  …”In quella Chiesa ove la prima pietra che vi è stata messa, che è stata portata lì, giunge da quel luogo dove è sgorgata l’acqua, da Lourdes… anche lì vi saluterò…“.

In un successivo messaggio, alla domanda che i fratelli si erano posti: “Quale sarà la Chiesa?“, la Mamma rispose …”in quel luogo ove c’è uno stabile che sta crollando, che è inclinato… in PARATICO…“. La Chiesa indicata era quella dei Tengattini, a circa 100 metri di distanza dalla quale sorge un vecchio albergo che, data la zona non bonificata, è ceduto da un lato rendendolo pericolante.

Il 26 giugno 1995 Marco e i fratelli si recarono davanti alla Chiesa indicata e la Mamma non fece mancare il suo saluto…”Ecco, proprio costì vengo a dirvi: questo è il luogo prescelto per portare tante anime a Dio, per portare gioia ai fratelli; voi ritrovatevi costì in preghiera, Gesù concederà…“.

IMAG0124Da allora, ogni 26 del mese in località Paratico, precisamente davanti alla Chiesa dei Tengattini ci si ritrova in preghiera. Qui la Mamma porta il suo saluto e i suoi messaggi e qui affluiscono pellegrini che vanno via via aumentando.

Sempre nel 1995 Marco ricevette due messaggi privati: uno per il Papa ed uno per il Vescovo di Brescia, che furono consegnati scrupolosamente come richiesto.

La Vergine Maria donò al veggente ben 11 segreti che egli definisce “grandi ed importanti” e che riguardano: il Mondo, l’Italia, le Apparizioni nel Mondo, il Ritorno di Gesù sulla terra, la Chiesa, il Papa ed altri segreti personali inerenti la sua vita e il suo cammino.

Il più pressante, che ci invita a pregare, è quello che viene chiamato il TERZO SEGRETO DI FATIMA. Marco a chi chiede di questi segreti, risponde:

Nessuno deve essere curioso dei segreti, essi devono rimanere tali. Posso solo dire che il mondo si salva tramite la PREGHIERA e la devozione a MARIA, ultima ancora di salvezza per tutto il genere umano“.

foto-08La Mamma inoltre, a ricordo del primo anniversario delle Apparizioni e per confermare la sua presenza, ha donato al suo strumento una stimmate, a forma di croce, sul petto, che da allora ha sanguinato otto volte o durante la settimana santa o come preannuncio di avvenimenti difficili e particolari per l’umanità.

Nel 1997, su volere e desiderio della Mamma dell’Amore, è nata l’Associazione che diffonde i messaggi della Vergine e che aiuta chi ha bisogno. Il 18 settembre 1998 Marco è stato ricevuto in udienza dal Vescovo di Brescia Mons. Bruno Foresti. Il 10 novembre dello stesso anno è stata nominata una “commissione” per constatare la veridicità delle Apparizioni della Vergine e il contenuto dei messaggi.

Il 17 luglio 1999, alle ore 21.25, Elena, moglie di Marco, si è avvicinata al quadro raffigurante la Mamma dell’Amore, situato su un ripiano della loro mansarda, per recitare una preghiera con la figlia. Mentre pregava ha notato che sul vetro, dal volto della Vergine, con esattezza dall’occhio sinistro, stava fuoriuscendo una gocciolina d’acqua, che poi è scivolata luogo il vetro fino alle mani. Stupìta ha chiamato Marco. Entrambi, con emozione, hanno appoggiato un dito e portato alla bocca, hanno constatato che la goccia aveva un sapore salato. Marco ha immediatamente informato telefonicamente alcuni membri dell’Associazione che, giunti nella sua abitazione, si sono resi conto della veridicità delle lacrime. Alle ore 23.40 sono arrivate anche alcune persone provenienti dalle province di Milano e Varese, alle quali era stata data la notizia di quanto stava avvenendo. Dopo alcuni minuti di raccoglimento davanti al quadro della Mamma, alla presenza di 18 testimoni, è avvenuta l’ultima lacrimazione.

Martedì 20, in mattinata, Marco, con sei persone presenti al miracolo della lacrimazione, si è recato in Curia. E’ stato ricevuto da Mons. Lucio C., nominato dal precedente Vescovo di Brescia Mons. Bruno F., presidente della commissione, che ha l’incarico di conoscere e studiare gli avvenimenti collegati con le apparizioni della Mamma dell’Amore.

Nell’agosto 1999 la Curia di Brescia, al tempo era Vescovo Mons. Giulio Sanguineti, autorizzò Marco ed il gruppo di preghiera a riunirsi nella Chiesa parrocchiale di Clusane d’Iseo (Brescia), a pochi chilometri da Paratico. Gli incontri del giorno 26 del mese sono avvenuti nella Chiesa di “Cristo Re”, in Clusane d’Iseo, fino all’anno 2004.

Nell’anno 2005 e precisamente il giorno 27 agosto, nella cappellina dell’oasi di Paratico c’è stato un miracolo eucaristico alla presenza di cinque testimoni. Un secondo miracolo eucaristico, questa volta alla presenza di oltre cento persone, si è ripetuto domenica 11 marzo 2007 sulla collina delle apparizioni. La collina delle apparizioni è oramai meta di migliaia di pellegrini ogni anno. Durante questi due incontri, mentre il veggente era assorto dall’estasi, dal nulla si è materializzata davanti ai testimoni un’ostia bianca. La Chiesa, con molta prudenza, studia il fenomeno soprannaturale ed è molto attenta a questa esperienza mariana.

11_13_bso_f1_275_resize_526_394Lo strumento scelto da Maria a Paratico ha incontrato e parlato con Papa Giovanni Paolo II per ben tre volte a Roma (nell’anno 2000-2001-2003) e tre volte Papa Benedetto XVI (nell’anno 2007-2009-2010). In questi 17 anni (1994-2011) Marco ha sempre riferito della sua esperienza alle autorità religiose competenti. Molteplici sono stati gli incontri con i Vescovi della Diocesi di Brescia e di Bergamo, il vescovo non ha posto alcuna sorta di divieti ne ai pellegrinaggi singoli come anche a quelli collettivi, guidati da laici, sacerdoti o religiosi. Il vescovo ha chiesto soltanto che la celebrazione delle S. Messe del Movimento Mariano, nato dalle apparizioni, siano svolte nella chiesa parrocchiale di Paratico (la parrocchia appartiene al territorio della provincia di Brescia, ma come curia dipende da quella di Bergamo) ed ha quindi invitato e consigliato il parroco, che non crede alle apparizioni, ad accogliere fraternamente i Sacerdoti e i Missionari ospiti del Movimento Mariano della Mamma dell’Amore.

Alcune testimonianze

(prese dal sito uff. http://www.mammadellamore.it/testimonianze.htm)

a) “In questo luogo ho avuto l’occasione di dare altre testimonianze. Io ero stata appena dimessa dall’ospedale, accusavo fortissimi dolori addominali e intestinali, ero costretta a nutrirmi con omogeneizzati e cibi liquidi a causa di un intervento difficile subìto circa sei mesi fa. Mia figlia si era recata in un gruppo di preghiera, sapendo che vi era anche il veggente Marco; a cui voleva chiedere di pregare per me.  Durante la preghiera e precisamente alle ore 18, Marco ricevette il saluto della Mamma dell’Amore. Io, in quel momento, ero in casa da sola e stavo male. All’improvviso i forti dolori scomparvero. Era il febbraio 1996. Oggi, a distanza di un anno, vi confermo che i miei gravi dolori sono scomparsi completamente, ho iniziato a cibarmi normalmente e sono aumentata di 7 chilogrammi. Grazie, Mamma dell’Amore, tu mi hai aiutata” (M. Rosa di Palosco)

b) “La mia bambina Lorenza, che ha 22 mesi, nell’agosto 1995 aveva riscontrato una “congiuntivite emorragica, con un’infiammazione uterina”. Dagli esami medici però, non vi erano risultati certi. È stata curata per molto tempo con farmaci e antibiotici. Nel mese di febbraio 1996 sapevo che lo strumento della Mamma dell’Amore era ospite in una famiglia di Palosco, dove alle ore 21 iniziava l’incontro di preghiera. Quel sabato sera mio marito non voleva rimanere in casa solo con la piccola; allora la portai con me alla preghiera. Subito dopo l’incontro di preghiera, la mia bimba non ha più avuto l’emorragia e, a distanza di poche ore la malattia, che ci preoccupava da sette mesi, era sparita. […]” (Cinzia F. di Bergamo)

c) “Durante l’incontro di preghiera del 26 febbraio 1996, abbiamo pregato per un giovane che era in coma a causa di un grave incidente. La Mamma, nel messaggio, così ha detto: “Coraggio, impongo le mani a te e al giovane”. Dopo avergli portato al capezzale un’immaginetta della Mamma dell’Amore, questo giovane, figlio di una mia carissima amica, ha mostrato segni di miglioramento uscendo dopo poche ore dal coma e iniziando poi a parlare, muoversi e mangiare.[…]” N. di Cividino (Brescia)

Queste sono solo alcune delle molte testimonianze, sembra addirittura che lo stesso Padre Amorth (famoso esorcista), che a quanto pare ha sempre misurato la veridicità delle apparizioni mariane con il metro dei frutti, ne abbia addirittura consigliato il pellegrinaggio. L’ “Oasi Mamma dell’amore” è diventata una onlus che aiuta e sostiene molte opere caritative in tutto il mondo.

madonna01

I messaggi della Mamma dell’amore, sono rivolti come sempre alla conversione, alla preghiera, confessione, comunione, lettura della Bibbia.

DOMENICA 23 MARZO 2014

20° anniversario della Apparizioni al termine della processione in onore della Mamma dell’amore nella sua oasi in Paraico ha lasciato questo messaggio:

“Figlioli miei cari ed amati, in questo tempo di preghiera e di grazia ringraziamo Dio che mi ha mandata e mi manda ancora in mezzo a voi.

Figli miei, scendo in mezzo a voi per esortarvi a tornare a Dio! Ascoltate le mie parole, figli, amate Dio e tornate a Lui. Sì, figli amati, aprite il vostro cuore e mettete al primo posto nella vostra vita il Signore Gesù.

Figli miei, attraverso la mia presenza in questo luogo, tramite il mio strumento ormai dura da vent’anni, l’amore infinito di Dio desidera richiamare il mondo intero a tornare a vivere il Vangelo e a rispettare le sue leggi.

Figli amati, pregate assieme a me per coloro che non ascoltano, pregate affinchè la durezza dei loro cuori sia trasformata dall’amore, dalla testimonianza e dalla carità.

Pregate con me… “Sia Gloria al Padre, al Figlio ed allo Spirito Santo, come era nel principio e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen”

Figli amati, pregate assieme a me affinchè il santo Vangelo sia vissuto ed amato da tutti i miei figli.

Pregate con me… “Sia Gloria al Padre, al Figlio ed allo Spirito Santo, come era nel principio e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen”

Vi seguo con tanto amore e vi ringrazio per aver intrapreso il cammino che porta alla santità. Ancora cammineremo assieme, figli, la Misericordia di Dio così desidera.

Benedico oggi tutti voi qui presenti e coloro che sono uniti in preghiera. Benedico anche i progetti e le opere che avete consacrato a me per alleviare le sofferenze dei vostri fratelli.

Tutti benedico e tutti stringo a me. Vi benedico in nome di Dio che è Padre, di Dio che è Figlio, di Dio che è Spirito d’Amore. Amen.

Preghiamo e camminiamo assieme, figli, sempre riconoscenti alla Trinità Santissima.

Grazie della vostra presenza. Ciao, figli miei.

Sito uff. http://www.mammadellamore.it/

ARTICOLI COLLEGATI 

BEATA IMELDA LAMBERTINI
SANTA GIULIANA FALCONIERI
MARTHE ROBIN
CORPUS DOMINI
IL MIRACOLO EUCARISTICO
APPARIZIONI DI AKITA
MADONNA DI SCHIO (Regina dell’Amore)

 

Fonti: http://www.parrocchie.it/correggio/ascensione/vergine_appare_paratico.htm

http://www.mammadellamore.it/

 

 

 

Be Sociable, Share!

2 comments

  1. Anna Maria Sanfilippo ha detto:

    La Madonna dell’Amore mi sta vicina sempre in ogn’istante della mia vita,quando ce’un occasione particolare come se mi consola incontro sempre la sua immaggine ,nei momenti di Gioia O di Sofferenza’ pregatela perche’ troverete una risposta vi lo posso assicurare e cosi’,Grazie mammina celeste per quello che tu dai a tutti.

  2. biscobreak ha detto:

    Grazie Anna Maria per la tua testimonianza! :)